1

Calcio femminile C / La Jesina sbanca Riccione e si colloca tra le grandi del Girone

Determinanti i cambi operati da mister Baldarelli. I gol entrambi nella ripresa realizzati da Fontana e Berti. Prossimo avversario il Venezia calcio

JESI, 24 settembre 2022 – Dopo i 12 gol nell’esordio ad Orvieto ed il successo casalingo contro il Centro Storico Lebowski (2-1), la Jesina ha espugnato Riccione, anche lei alla vigilia a punteggio pieno, con un risultato all’inglese: 2-0.

Tre su tre e vittoria importante su un campo difficile.

I cambi, tutti nella ripresa, hanno portato quel valore aggiunto necessario per conquistare tre punti, sicuramente meritati.

“Sono state perfette le ragazze ha detto alla fine mister Baldarelliabbiamo concesso poco. Tutti hanno ato il loro contributo ed i cambi sono stati determinanti ai fini del risultato finale”. 

Prossimo turno domenica 2 ottobre al Cardinaletti ospiti il Venezia calcio.

RICCIONE – Boaglio, Ciavatta, Moscia, Neddar, Greppi, Tiberio, Petrosino, Pederzani, Filippi, Uzqueda, Edoci. All. Genovesio A disp. Fara, barocci, Piras, della Chiara, Calli, Marcatilli, Mastel, Cimatti, Menozzi

JESINA – Generali C., Picchiò, Gambini (Cingolani), Modesti (Berti), Crocioni (Rossetti), Zambonelli (Catena), Botti (Becci), Di Fiore, Gallea, Vaccari, Fontana. All. Baldarelli A disp. Cantori, Coscia, Oleucci, Generali

ARBITRO – Cravotta di Città di Castello

RETI – 9′ st Fontana, 35′ st Berti

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Jesina in Romagna all’esame del Riccione

Si anticipa al sabato ore 18. Dubbi ed assenze importanti nello schieramento di mister Francesco Baldarelli: Di Fiori, Berti, Battistoni e Stimilli

JESI, 23 settembre 2022 – Terza di campionato e scontro al vertice tra due rivali di sempre.

Ricione e Jesina hanno vinto le prime due gare della serie Cgirone B del calcio femminile e domani pomeriggio alle 18 al ‘Nicoletti’ di Riccione saranno l’una di fronte all’altra.

“Abbiamo fatto una settimana di buonisismo lavoro dopo la vittoria contro il Lebowski per tre punti importanti” dice mister Francesco Baldarelli “stiamo proseguendo in un cammino di crescita e la squadra ha grandi margini di miglioramento. La gara di Riccione è una sorta di derby, le ragazze sono pronte e sanno che sarà una partita importante, come tutte le altre, ed andiamo a Riccione consapevoli di trovare un avversario che è partito bene conquistando come noi due vittorie. E’ una avversaria di livello e vediamo se fuori casa riusciremo ad esprimere il nostr buon calcio e riproporre in campo mentalità, coraggio e voglia di vincere più alta dell’avversaria”. Sulla formazione non si sbilancia: “abbiamo qualche dubbio per l’impiego di giocartrici come Di Fiore e Berti un po’ acciaccate e non so se potrò mandarle in campo. Non ci saranno Battistoni e Stimilli ma la rosa a disposizione è ampia e di grande valore. Chiunque giocherà saprà fare bene la sua parte”.

CLASSIFICA

Jesina, Riccione, Lumezzane, Padova, Venezia, Merano 6;

Bologna 4;

Sambenedettese 3;

Triestina, Orvieto, Centro Storico Lebowski 1;

Vicenza, Venezia 1985, Portogruaro, Villorba, Rinascita Doccia 0

MARCATORI

Reti 5: Botti (Jesina); reti 4: Spinelli (Padova), Reiner (Merano)

(e.s.)

©riproduzione riservata




CALCIO FEMMINILE C / Jesina sconfitta a domicilio: “arbitro maschilista e scandaloso”

Il presidente Massimo Coltorti rivela anche che l’arbitro, rivolgendosi al pubblico, ha detto: “se avete le palle venite giù ad affrontarmi”

JESI, 14 febbraio 2022 – Jesina sconfitta al Cardinaletti per 4-0 dal Riccione (reti 18′ pt Colombo, 23′ pt Gelmetti, 23′ st Edoci 33′ st Pederzani).

Risultato del campo che premia eccessivamente la formazione romagnola ma che non toglie nulla al Riccione che ha vinto meritatamente.

Quello che non è andato al club jesino, ed in particolare al presidente Massimo Coltorti, è stato l’atteggiamento dell’arbitro Marco Ferrara della sezione di Roma 2.

Massimo Coltorti

Il primo dirigente leoncello ha sentenziato: “arbitro maschilista e scandaloso”. Poi ha aggiunto: “Arbitro che ha fischiato a senso unico; che ha espulso il nostro allenatore Baldarelli solo per aver chiesto spiegazioni sull’espulsione di una nostra giocatrice; che si è permesso di dire alla nostra giocatrice ‘prenditi il rosso cocca’; che ha allontanato la nostra fisioterapista entrata in campo regolarmente su suo invito per soccorrere una ragazza infortunata apostrofandola ed intimandogli di fare il suo lavoro in silenzio; che alla fine della partita, dirigendosi verso lo spogliatoio, si è rivolto al pubblico della tribuna con la frase ‘se avete le palle venite giù ad affrontarmi’. Infine Coltorti ha malinconicamente concluso: “in 18 anni di esperienza mi dispiace parlar male di un arbitro ma quello che ho visto oggi e sentito supera ogni limite. Un arbitro scandaloso. Le ragazze mi hanno riferito di tanti insulti ricevuti, di un arbitro maschilista”.

Mister Francesco Badarelli, dal canto suo, punta l’indice contro la giacchetta nera affermando al tempo stesso, chiaramente, che il Riccione è stato più forte ed alla fine la vittoria è stata meritata. “L’arbitraggio non è stato all’altezza nella gestione della gara. Da tecnico dico che il Riccione aveva qualcosa in più rispetto a noi che siamo scese in campo rimaneggiate perchè oltre alle assenze annunciate alla vigilia della Valtolina e della Modesti è venuta a mancare anche la Zambonelli infortunatasi nel riscaldamento. E’ stata insomma una partita difficile per noi. Voglio soffermarmi sulla espulsione della nostra Gambini sul risultato di 2-0 in una partita corretta. Giocatrice che ha preso 2 cartellini gialli in 2 minuti. Ha fatto il primo fallo,  normalissimo, e due minuti dopo espulsa. Pochi minuti dopo sono stato espulso anch’io, e non capita quasi mai, perchè chiedevo spiegazioni sull’allontanamento della mia giocatrice che mi era sembrata spropositata. L’atteggiamento dell’arbitro in campo, complessivamente, non è stato consono ad una gara di calcio femminile a livello nazionale”. Baldarelli adesso guarda avanti: “Dobbiamo pensare alla prossima partita ad Oristano, trasferta lunghissima. Saremo ancora di più rimaneggiate ma sono convintissimo che con la serenità e la tranquillità che abbiamo e con le ragazze che stanno lavorando bene se ne verrà fuori  da questi momenti”. 

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 




CALCIO FEMMINILE C / Jesina – Riccione è come un derby

Due gli incontri già giocati in stagione. All’andata, in Romagna, finì 2-1 per la squadra di casa, in Coppa Italia al Cardinaletti è passata la Jesina ai rigori

JESI, 11 febbraio 2022 – Parte il girone di ritorno e subito al Cardinaletti, domenica pomeriggio alle ore 14,30, sarà di scena il Riccione.

Leoncelle e romagnole sono a parità di partite, entrambe devono recuperarne due, ed attualmente il Riccione, che all’esordio aveva battuto la Jesina per 2-1 ha tre punti di vantaggio. Occasione ghiotta per l’undici di mister Francesco Baldarelli per agganciare le rivali in classifica generale.

Alcune settimane fa le due squadre si erano affrontate al Cardinaletti in una partita secca, ad eliminazione diretta, per la Coppa Italia. Ha vinto la Jesina ai calci di rigore dopo che i novanta minuti regolamentari si erano conclusi sul risultato di 1-1. Dal dischetto le leoncelle sono state precise e si sono imposte per 5-4.

Sarà come sempre una sorta di derby, sicuramente una classica per i due team. Il presidente Massimo Coltorti ci ha detto: “Arriva il Riccione, una squadra fortissima che si è rinforzata sul mercato perciò sarà una partita da affrontare con le molle. Dobbiamo fare risultato, ma non sarà facile. E’ una classica considerato che da anni che ci affrontiamo e sarà un piccolo derby soprattutto perchè molte nostre giocatrici giocavano a Riccione. Approfitto per salutare la presidentessa Arianna. Il nostro è un girone molto duro e tosto con trasferte a volte proibitive considerato che noi siamo uno dei club più a sud. Una stagione costosa ed un campionato competitivo, forse il più competitivo di tutta la serie C. L’obiettivo è mantenere la categoria. Potevamo avere qualche punto in più e speriamo domenica di fare risultato ma non sarà facile”.

Sulla partita mister Francesco Baldarelli ha fatto questa analisi:Partita dal risultato molto ma molto importante. Loro hanno perso a Trento 4-1 e scenderanno da noi arrabbiate. E’ una squadra di valore, vorranno anche vendicare l’eliminazione dalla Coppa Italia per merito nostro. Anche noi domenica corsa siamo stati battuti a Bologna ma la prestazione è stata buona. Sto cercando di recuperare le ragazze post Covid, con lo staff ci stiamo lavorando giorno dopo giorno, ma non è semplice. Di contro, dopo la gara di Bologna, per infortuni vari, non avrò a disposizione Modesti e Valtolina. Organico ridotto: il nostro valore sta nel collettivo e sono convinto che faremo una partita importante se non altro per muovere la classifica che necessità di punti”. 

 

MARCATORIreti 16: Basso (Vicenza); reti 15: Nischler (Brixen Obi); reti 10: Zuanti (Venezia calcio), Mella (Venezia Calcio); reti 9: Dalla Santa (Vfc Venezia), Colombo (Riccione); reti 8: Mattana; reti 7: Tamburini (Jesina), Battaiotto (Portogruaro), Tonelli (Trento), Beielak (Brixen Obi), Poli (Trento)

CLASSIFICA – Venezia calcio 37; Vicenza 35; Trento 31; Brixen Obi 25; Triestina 24; Riccione, Bologna 21; Padova 18; Jesina 16; Isera 15; Portogruaro 14; Vfc Venezia 13; Vis Civitanova 10; Oristano 8; Spal, Mittici 7.

Solo Venezia calcio, Bologna e Isera hanno giocato tutte le partite. La Jesina deve recuperare la trasferta di Portogruaro (giovedì 10 marzo) e in casa ospitando Vfc Venezia (13 marzo)

Prossimo turno domenica 13 febbraio ore 15 – Brixen Obi – Bologna, Isera – Vfc Venezia, Jesina – Riccione, Mittici – Trento, Padova – Oristano, Spal – Portogruaro, Triestina – Vicenza, Venezia calcio – Vis Civitanova (mercoledì 23 febbraio)

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




CALCIO FEMMINILE / Jesina debutto a Riccione: leoncelle competitive

Jesina al completo ma avversarie molto forti soprattutto in attacco. Mister Iencinella squalificato sarà sostituito in panchina da Luca Turtu

JESI, 9 ottobre 2021 – Conto alla rovescia per il via del campionato di calcio femminile serie C con la Jesina che muoverà il primo pallone della stagione a Riccione sul sintetico ‘Nicoletti’ di via Forlimpopoli: inizio ore 18 arbitro Cerbasi di Arezzo.

La partita sarà in diretta streaming sui canali della Lnd e su Eleven Sport.

Emanuele Iencinella

Non è l’inizio migliore per noimette in guardia subito mister Emanuele Iencinellaperchè stiamo ancora cercando la nostra migliore condizione. Giocare a Riccione contro un avversario molto forte e anche nuova come squadra in diversi ruoli chiave è sicuramente un impegno alquanto difficile. Tuttavia le ragazze hanno l’entusiasmo giusto, tipico di partite come questa che sono sentite un po’ alla stregua di un derby. Ho a disposizione tutte le effetti, a parte Tamburini ancora seduce da intervento, ma che si è allenata bene e regolarmente in settimana”. Il mister poi presenta l’avversario: “Sulla panchina del Riccione siede Simone Bragantini, stimatissimo collega al corso per allenatori professionisti Uefa A, compagno di tante serate a Coverciano. L’ho vista in Coppa Italia e mi ha sorpreso la facilità con cui gli attaccanti trovano profondità per andare a rete. Sicuramente grazie a lui ed alla eccellente campagna acquisti della presidente Fabbri e del direttore Lorenzini, Riccione può essere protagonista”.

In Coppa Italia, ricordando che la Jesina ha superato ed eliminato la Vis Civitanova il Riccione ha giocato e vinto col Bologna e perso per 2-1 contro la Spal.

Sempre il mister delle leoncelle che spiega: “Col Bologna in coppa il Riccione ha giocato con un 4 3 3. Al centro dell’attacco hanno Valentina Colombo, 2003 di proprietà Inter, molto brava. Ma anche le altre sono da temere: Edoci e Dehima. A centrocampo c’è qualità con Liuzzi e Marcattili e un solido mediano come Perone. Dietro so che hanno cambiato spesso la linea difensiva, mi aspetto qualche novità. In porta hanno preso Parnoffi, portiere fisicamente imponente. E soprattutto panchina di lusso, principalmente nel parco attaccanti”. Infine sulla Jesina:Anche noi possiamo avere un ruolo da protagoniste. Questa estate è stata intensa anche per me e per il mio diesse Gino Romano. Sono soddisfattissimo sia del nostro potenziale che delle prospettive. Frequenza agli allenamenti altissima, buona intensità. Avremmo dovuto cominciare una settimana prima, non siamo ancora al top”.

Mister Iencinella tuttavia in campo non ci sarà perchè squalificato, espulsione proprio a Riccione la scorsa stagione. Al suo posto in panchina il secondo Luca Turtu (allenatore anche della Juniores nazionale).

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




SCHERMA / Riccione, ripartono le gare di fioretto col Gran Premio ‘Renzo Nostini’

Anche la scherma jesina sarà presente con propri atleti e soprattutto nella specialità del fioretto maschile e femminile

JESI, 8 ottobre 2021 – Ritornano le gare di scherma e da sabato 9 al 19 ottobre, a Riccione, parte il 57° Gran Premio Giovanissimi “Renzo Nostini” – Trofeo Kinder la più grande manifestazione schermistica d’Italia a livello giovanile.

In undici giornate 2.200 atleti Under 14 saranno impegnati in gare suddivise nelle categorie maschietti, bambine, giovanissimi, giovanissime, ragazzi, ragazze, allievi e allieve.

Nell’occasione la Federazione festeggerà con una serata  le 7 medaglie conquistate ai recenti giochi Olimpici e Paraolimpici di Tokyo.

Anche la scherma jesina sarà presente con propri atleti e soprattutto nella specialità del fioretto maschile e femminile. 

Fioretto femminile

Giovanissime: Maria Elena Fattori, Zoe Segat; Bambine: Chiara Maltoni, Fiamma Lillini, Anita Abbonante; Allieve: Margherita Frulla, Ginevra Guerrini.

Fioretto maschile

Maschietti: Francesco Vagata; Allievi: Andrea Chiaramonti.

(e.s.)

©RPRODUZIONE RISERVATA

 

 




JESINA / Arezzo: giugno 1981, una squadra rimasta nel cuore (fotogallery)

24 luglio 2021 dopo 40 anni dalla storica promozione. Due i momenti di ritrovo: alle 11 in Comune, alle 17 allo stadio Carotti

JESI, 23 luglio 2021 – Nonostante siano trascorsi 40 anni i tifosi della Jesina non possono proprio dimenticare una squadra che ha scritto una pagina storica per la vita del club e che porteranno sempre nel cuore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un gruppo di giocatori con il loro allenatore, il loro presidente, il loro direttore sportivo.

Purtroppo qualcuno non c’è più ma di certo non saranno dimenticati come l’allenatore Alberto Baldoni e il presidente Leopoldo Latini.

Era il 7 giugno 1981 quando Arezzo fu sede dello spareggio per la promozione in serie C2 tra Jesina e Riccione. Finì 1-0 per i leoncelli con rete di Ballarini nel primo tempo supplementare.

Quei giocatori domani sabato 24 luglio in occasione dei 40 anni dall’evento si ritroveranno a Jesi prima ricevuti in Comune alle ore 11 per un saluto dell’Assessore allo sport Ugo Coltorti e poi alle 17 allo stadio Carotti per il saluto dei tifosi.

Ci saranno praticamente tutti ad eccezione di Luciano Barboni e Rossano Marinelli ed anche Pippo Giuffrida è in forse per impegni familiari.

I presenti: Vagnini, Carloni, Tamellin, Rosati, Ceppi, Ballarini, Donatelli, Bocci, Cacciatori, Rossini, Santoni, Ferroni, Lasca, Maiolatesi, Pieralisi, Garbuglia.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




JESINA / Il 24 luglio i leoncelli di Arezzo saranno ricevuti ufficialmente in Comune

La cerimonia alle 11,30 per i 40 anni dalla storica promozione in C2 conquistata il 7 giugno 1981. Nel pomeriggio al Carotti l’abbraccio con i tifosi

JESI, 15 luglio 2021 – Tutto confermato per sabato 24 luglio quando i leoncelli di Arezzo si sono dati appuntamento a Jesi per ricordare e festeggiare la storica vittoria di Arezzo contro il Riccione per 1-0, rete di Ballarini all’inizio del primo tempo supplementare, avvenuta 40 anni fa e precisamente il 7 giugno 1981.

Stefano Garbuglia e compagni saranno ricevuti alle 11,30 in Comune dal Sindaco Bacci e dall’Assessore allo sport Ugo Coltorti.

Poi nel pomeriggio l’incontro con i tifosi allo stadio Carotti alle ore 17.

Tifosi leoncelli ad Arezzo

Ad Arezzo, quel giorno, c’erano oltre 5000 jesini giunti in Toscana con ogni mezzo.

La formazione che scese in campo era la seguente: Barboni, Ferroni, Carloni, Vagnini, Rosati, Ceppi (Donatelli), Ballarini, Tamellin, Garbuglia, Cacciatori, Giuffrida (Bocci). All. Baldoni

Altri della rosa leoncella erano Lasca, Maiolatesi, Marinelli, Piangerelli, Pieralisi, Rossini.

Sull’altra sponda, il Riccione schierava: Menghini, Spimi, Clementoni (Giuliani), Ceramicola, Briga, Berti, Conti, Rossi, Donarelli, Gritti, Belli (Tonti).  

Presidente di quella storica annata era il compianto Leopoldo Latini mentre il direttore sportivo Ermanno Pieroni.

 

 




PATTINAGGIO/ Ancora medaglie pregiate per i pattinatori senigalliesi ai campionati italiani su strada di Riccione

Terzo oro per Linda Rossi, podi per Alice Sorcionovo, Silvia Paoletti, Alessio Piergigli: bronzo per Cristian Scassellati della Fortitudo Fabriano

SENIGALLIA, 27 Giugno 2021 – Ancora ottimi risultati per Senigallia ai campionati italiani di pattinaggio su strada in svolgimento a Riccione.

Venerdì sera, 25 giugno, è arrivato il terzo oro per la ventitreenne pattinatrice senigalliese del Torollski Pesaro Linda Rossi, che ha vinto i 15.000 metri ad eliminazione seniores femminili.

Sempre venerdì, bronzo per Alice Sorcionovo del Luna Sports Academy di Senigallia, nei 10.000 ad eliminazione, categoria Allieve.

Alice, in coppia con Silvia Paoletti, compagna di squadra del Luna, ha pure vinto l’argento nella team sprint Allieve, poi è anche giunta terza, conquistando un altro bronzo, nei 100 metri sprint della sua categoria d’età.

Sabato 26, sempre tra i 100 metri sprint, ma tra i seniores uomini, la Luna Sports Academy è andata a medaglia col secondo posto di Alessio Piergigli.

Da sottolineare anche il terzo posto di Cristian Scassellati della Fortitudo Fabriano tra i più piccoli, i Ragazzi.

I campionati si chiudono domenica 27 giugno: al momento nella classifica per società, su un centinaio, la Luna Sport Academy è la prima marchigiana, al sesto posto, la Fortitudo Fabriano è 27°, il Senigallia Skating Club 45°.

 

Andrea Pongetti

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PATTINAGGIO/ Senigallia: Ottimo inizio ai campionati italiani di pattinaggio su strada

A Riccione ori per Linda Rossi (2), Alice Sorcionovo, Filippo Moroni, Alessio Piergigli, argento per Eleonora Romagnoli

SENIGALLIA, 25 Giugno 2021 – Non si è ancora spento l’eco per gli ottimi risultati organizzativi e sportivi dei campionati italiani di pattinaggio su pista conclusisi a Senigallia il 22 giugno, che c’è stato subito uno straordinario inizio per i colori della Spiaggia di Velluto a quelli su strada in corso di svolgimento a Riccione.

Ben 3 infatti le medaglie d’oro conquistate dalla società senigalliese Luna Sports Academy sulle strade riccionesi giovedì 24 giugno, ma ci sono anche i due ori di Linda Rossi tesserata per un club di Pesaro.

A vincere per la Luna sono stati Alice Sorcionovo, tre medaglie su pista a Senigallia, che si è imposta nei 400 metri femminili sprint Allieve, Filippo Moroni e Alessio Piergigli.

Anche Moroni e Piergigli hanno vinto i 400 metri sprint, specialità in cui i senigalliesi sono fortissimi: Moroni ha vinto negli Juniores maschili, Piergigli in quelli Seniores maschili.

Una tripletta strepitosa: i campionati sono appena iniziati, ma la Luna Sports Academy è in testa alla classifica del medagliere, avvalendosi anche degli ottimi risultati di Sofia Bocconi, Leonardo Martinelli e Massimo Pierdicca, rispettivamente quarta, quinto e ottavo nelle loro gare.

“Una giornata straordinaria per la nostra societàcommenta entusiasta il presidente del club Roberto ArthemalleGrazie ai nostri ragazzi e ai loro tecnici che portano il nostro nome e quello di Senigallia in tutta Italia e non solo”.

Senigallia però è andata oltre vincendo anche con la senigalliese Linda Rossi, tesserata per il Torollski Pesaro, due ori: anche lei i 400 metri sprint, seniores femminili, e poi i 10.000 a punti.

Argento infine per un’altra squadra senigalliese, il Senigallia Skating, nei 5.000 a punti con Eleonora Romagnoli tra le Allieve.

 

Andrea Pongetti

©RIPRODUZIONE RISERVATA