PALLAMANO A2 / Chiaravalle pronta ad una nuova battaglia in casa contro Verdeazzurro Sassari

I ragazzi di Cocilova vogliono continuare la striscia di due vittorie consecutive, con i sardi decisi ad agganciarli in classifica

CHIARAVALLE, 15 ottobre 2020 – Un’altra domenica, un’altra giornata di campionato, un’altra dura lotta nella strada salvezza per la ASD Pallamano Chiaravalle che il 18 ottobre, straordinariamente alle ore 15:30, ospiterà in casa il Verdeazzurro Sassari.

Nello scorso campionato la trasferta contro i sardi si rivelò in assoluto la partita più fisica e dura dell’anno (un cartellino rosso ed un blu per Verdeazzurro), ma, a causa dell’interruzione di marzo data dal lockdown, non si disputò mai il match di ritorno.

Sia Chiaravalle che Sassari sono oggi due squadre diverse; i marchigiani vengono da una striscia positiva di due vittorie su quattro partite giocate, mentre i sardi, ad oggi, hanno portato a casa un solo risultato positivo.

Di sicuro l’intento del Verdeazzurro sarà agganciare Chiaravalle a quota quattro punti in classifica ed i biancoblu, di fronte al pubblico di casa, dovranno lottare per 60 minuti per rimanere nella parte alta della classifica di serie A2.

L’appuntamento per sostenere Chiaravalle è domenica 18 ottobre alle ore 15:30 presso il palasport cittadino. La prenotazione del posto è obbligatoria e si effettua tramite il sito www.pallamanochiaravalle.it .

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO A2 / Chiaravalle torna da Nuoro col bottino, vittoria per 24-28

Arriva la seconda vittoria consecutiva per i ragazzi di Cocilova, grazie ai gol di Russo e Breahna e alle parate di Molinelli

CHIARAVALLE, 11 ottobre 2020 – Nel pronostico ci si attendeva una vittoria e così è stato. La ASD Pallamano Chiaravalle torna dalla difficile trasferta di Nuoro con il risultato di 24-28, quattro punti in classifica ed alcune certezze tattiche in più.

Il primo gol della partita è spettato ai padroni di casa del Nuoro, pareggiato poco dopo dall’ala destra Brutti, con i chiaravallesi capaci di incrementare il risultato fino ad un rassicurante 1-5, distanza di reti che rimarrà costante per quasi tutto il match.

Il primo tempo si chiude sul 9-14 per Chiaravalle, che nella ripresa commette qualche sbavatura ma senza mai rimettere in discussione il risultato anche grazie alle solite parate di Molinelli, in forma smagliante in questo inizio di campionato 2020/2021, e ai gol di Russo (anche oggi top scorer) e del nuovo innesto Breahna.

L’allenatore Albano Cocilova dichiara: «è stata una partita dura, ma è un altro mattone che mettiamo per arrivare alla salvezza. Nuoro ha giocato in maniera molto fisica ed aggressiva (prendendo ben quattro espulsioni ndr) ma noi non abbiamo mai perso la calma. Sono molto felice che si sia rivisto per la prima volta quest’anno il vero Simone Ceresoli che purtroppo è uscito a 15 minuti dalla fine dopo aver subito un brutto fallo».

La prossima partita per il Chiaravalle sarà domenica 18 ottobre alle ore 18:00 in casa contro il Verdeazzurro Sassari, una squadra che lo scorso anno era in lotta per la promozione in A1 ma che quest’anno sta facendo fatica ad ingranare e si trova 2 punti sotto ai marchigiani.

L’ingresso, in numero ridotto e nel rispetto delle attuali normative anti-covid, sarà possibile esclusivamente su prenotazione tramite il sito www.pallamanochiaravalle.it .

Nuoro 24-28 Chiaravalle (9-14)

Nuoro: Carta (1), Catte, Cocco, Corrias (2), Deodato, Fadda, Guinci (7), Hrincu, Maddanu (1), Orsini (6), Portelli (3), Schirru, Seddone (2), Serra, Simò (2). All. Deiana.

Chiaravalle: Albanesi, Ballabio, Braconi (1), Breahna (6), Brutti (2), Ceresoli S. (5), Ceresoli M., Cognini (2), Medici (1), Molinelli, Rumori, Russo (8), Vichi (3). All. Cocilova.

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / Santarelli Cingoli, il cuore non basta: la Raimond Sassari vince 23-29

Il roster di Palazzi tiene aperta la partita per quasi 55 minuti, poi cede sotto i colpi della squadra sarda seconda in classifica

CINGOLI, 11 ottobre 2020 – La Raimond Sassari passa al PalaQuaresima ma la Santarelli Cingoli esce dal campo a testa alta. I sardi vincono 23-29 nella settima giornata di Serie A Beretta Maschile di pallamano, anche se la squadra di Palazzi è restata in gara fino al 50’, dimostrando di poter dire la sua con qualsiasi avversario.

Gli ospiti iniziano subito bene, portandosi sullo 0-3 grazie a Vieyra, Stabellini e Braz, con i portieri Anzaldo e Kiepulski grandi protagonisti della prima fase della partita. La Santarelli reagisce subito e trova la parità grazie a 3 gol di Ladakis (3-3), con Anzaldo decisivo su Stabellini e Vieyra. La Raimond torna a +3 con Nardin, Vieyra e Brzic, mentre Kiepulski fa buona guardia su Antic e Garroni, parziale sul 3-6. Antic e Bincoletto riportano la Santarelli a -1 (5-6), Braz piazza il 5-7. Anzaldo respinge su Vieyra, Kiepulski para il tentativo di Mangoni e Campestrini colpisce un clamoroso palo a tu per tu con il portiere cingolano. Dopo l’ennesima parata del portiere ospite, Nardin ristabilisce i tre gol di vantaggio sul 5-8. Cingoli non molla e torna a -1 con Antic e Rotaru per il 7-8. Sul 9-10, un doppio break firmato Stabellini, Marzocchini, Brzic e Nardin regalano il +5 a Sassari, con la Santarelli a sbagliare un 7 metri con Antic. Sul finale, Cingoli trova due gol di Ladakis e Ferretti, chiudendo il primo tempo sull’11-14.

Il grande equilibrio tra le due squadre continua anche per gran parte della ripresa. La Raimond trova il massimo vantaggio della gara grazie al 3-0 di Pereira, Brazi e Nardin, per il +6 dell’11-17. La Santarelli non molla e sul 12-18 piazza un contro-break con le reti di Antic e Ladakis per il 15-18.  Anzaldo respinge su Marzocchini, ma non può nulla su Stabellini, il quale realizza il 15-19. Cingoli torna a -2 con Bincoletto e Mangoni, parziale sul 19-21. Vieyra ristabilisce il +3, Mangoni colpisce il palo ma una bella girata di Cirilli vale il 20-22. I locali riescono a tenere aperta la partita fino al 23-25 di Antic, ma questo è l’ultimo sussurro dei cingolani. La Raimond, infatti, chiude la partita con i 4 gol di Brzic, Vieyra e Nardin, con Anzaldo ad evitare per due volte un passivo peggiore.

La sfida finisce 23-29 e gli ospiti restano al secondo posto in classifica. Il risultato non rispecchia i valori espressi in campo, dato che la Santarelli Cingoli ha tenuto in vita l’incontro per quasi 55 minuti. Il top scorer della gara è Nardin con 8 gol, seguito a 7 da Ladakis e a 5 da Antic e Vieyra. Da segnalare anche le ottime prestazioni dei due portieri Anzaldo e Kiepulski, più volte decisivi nell’intero arco della gara.

La squadra di Palazzi resta a 3 punti in classifica al decimo posto. Nella prossima giornata, i cingolani sfideranno in trasferta il Conversano.

Santarelli Cingoli 23-29 Raimond Sassari (11-14)

Santarelli Cingoli: Anzaldo, Gentilozzi, Antic 5, Bincoletto 2, Chiaraberta, Ciattaglia, Cirilli 1, Evangelisti, Ferretti 1, Garroni, Jaziri, Ladakis 7, Mangoni 3, Rotaru 4, Strappini, Tobaldi. All. Palazzi

Raimond Sassari: Kiepulski, Spanu, Bomboi, Braz 3, Brzic 4, Campestrini, Delogu, Marzocchini 1, Nardin 8, Pereira 5, Stabellini 3, Taurian, Vieyra 5. All. Passino

Arbitri: Bassan – Bernadelle

Foto di Doriano Picirchiani

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / Prima vittoria per la Santarelli Cingoli, 37-32 al Molteno

I ragazzi di Palazzi hanno dominato l’incontro dall’inizio alla fine grazie alle 8 reti di Antic e Ladakis e alle 7 di Mangoni

CINGOLI, 7 ottobre 2020 – E’ arrivata la prima vittoria stagionale per la Santarelli Cingoli. I ragazzi di Palazzi hanno vinto meritatamente 37-32 contro il Salumificio Riva Molteno, nella sfida infrasettimanale valida per la sesta giornata di Serie A Beretta Maschile di pallamano. La squadra di casa ha controllato il punteggio dall’inizio alla fine.

Nei primi minuti, la Santarelli costruisce un prezioso +3 di vantaggio. Mangoni e doppio Antic valgono il 3-0, che poteva essere 4 se Ladakis non avesse trovato il palo, con Anzaldo a respingere un tentativo di Vujnic. Randes respinge su Antic, così Knezevic segna il 3-1. Cingoli continua a spingere e realizza un 3-0 firmato Antic, Garroni e ancora Antic, parziale sul 6-1. Molteno non molla e si riporta sul -3 grazie a doppio Knezevic (6-3). Gli ospiti si aggiudicano il 7-5 grazie al solito Knezevic. Le squadre inscenano così un botta e risposta fino al 12-10, quando Antic e Ferretti portano la Santarelli sul +4 (14-10). Sperti accorcia dopo l’incrocio di Riva e la traversa di Mangoni, ma Cirilli servito da un delizioso no-look di Antic, lo stesso Antic e Mangoni valgono il 17-11 per Cingoli. Soldi e Knezevic riportano a -4 Molteno (17-13), dopo un salvataggio di Beretta su Ferretti. Ciattaglia colpisce un palo, Beretta respinge su Rotaru e Anzaldo salva su Sperti. Nel finale, la Santarelli chiude il primo tempo sul +6 con i gol di Mangoni e Ladakis, parziale sul 19-13.

La ripresa ricalca quanto visto nei 30 minuti iniziali, con Cingoli a gestire il vantaggio e Molteno a cercare la rimonta senza troppo successo. Molteno si riporta a -4 grazie alle reti di Brambilla, Dall’Aglio e Riva (21-17). I padroni di casa gestiscono il vantaggio grazie a Rotaru e Mangoni, con Ladakis che piazza il 25-20. Galizia e Glicic piazzano il -3 (25-22), Mangoni e Ladakis ristabiliscono il +5 per il 27-22, grazie anche a due interventi decisivi di Anzaldo. Mella accorcia, Antic e Bincoletti valgono il +6 (29-23). Ferretti e Ladakis portano la Santarelli sul massimo vantaggio a +7 (31-24). Molteno torna a -6 solo su 35-29 grazie a Knezevic, Soldi e Randes (gol dalla sua porta senza portiere avversario). Garroni e Ladakis segnano le ultime reti dei padroni di casa, una doppietta di Sperti fissa il risultato sul definitivo 37-32.

La Santarelli Cingoli vince contro il Salumificio Riva Molteno e ottiene la prima vittoria stagionale. I ragazzi di Palazzi hanno dimostrato di essere in forma e in piena corsa per ottenere la salvezza. Resta a 0 punti il Molteno, che si consola con le 11 reti del top scorer Knezevic. I migliori marcatori cingolani sono Antic e Ladakis con 8 gol, seguiti a 7 da Mangoni. Da segnalare le ottime prestazioni anche di Cirilli, Ferretti e Anzaldo.

La Santarelli sale a metà classifica con 3 punti. Si torna in campo già sabato prossimo, 10 ottobre,quando Strappini e compagni sfideranno al PalaQuaresima la Raimond Sassari.

Santarelli Cingoli 37-32 Salumificio Riva Molteno (19-13)

Santarelli Cingoli: Gentilozzi, Anzaldo, Antic 8, Bincoletto 2, Chiaraberta, Ciattaglia, Cirilli 4, Evangelisti, Ferretti 3, Garroni 3, Jaziri, Ladakis 8, Latini, Mangoni 7, Rotaru 2, Tobaldi. All. Palazzi

Salumificio Riva Molteno: Randes 1, Beretta, Alonso, Brambilla 1, Dall’Aglio 2, Galizia 2, Glicic 2, Knezevic 11, Mella 2, Redaelli 1, Riva 1, Soldi 4, Sperti 5, Tagnic, Vujnic, Zanoletti. All. Rodriguez Alvarez

Arbitri: Passeri – Rinaldi

Foto di Doriano Picirchiani

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / Scontro diretto al PalaQuaresima per la Santarelli Cingoli, arriva Molteno

Dopo il turno di riposo, i ragazzi di Palazzi sfidano una diretta concorrente per la salvezza davanti al pubblico di casa

CINGOLI, 7 ottobre 2020 – Dopo il turno di riposo, tornano le emozioni del campionato di Serie A Beretta Maschile di pallamano. Oggi, mercoledì 7 ottobre, la Santarelli Cingoli sfida in casa alle ore 18 il Salumificio Riva Molteno, in uno scontro diretto in ottica salvezza valido per la sesta giornata del campionato di massima serie.

La società Pallamano San Giorgio di Molteno è nata nel 1977. E’ alla sua terza partecipazione in Serie A Beretta, dopo quelle del 1984-85 e del 2017-18. La sua U21 ha vinto il campionato italiano di categoria nel 2016-2017. Non ci sono precedenti tra le due squadre. E’ la società dove è nato pallamanisticamente l’ala Nicolò Garroni, che affronterà per la prima volta da avversario la squadra della sua città.

Il Salumificio Riva Molteno 2020-21 è allenato da mister Alfredo Rodriguez Alvarez e può vantare nel roster giocatori del calibro dell’ala destra ex Conversano Carlo Sperti, del terzino destro serbo Aleksandar Vujnic e del centrale Marko Knezevic. La squadra non è partita con il piede giusto in queste prime giornate di campionato, perdendo tutte e quattro le partite disputate.

La Santarelli Cingoli, penultima a quota 1, deve fare punti, dopo la sconfitta contro il Trieste di 11 giorni fa. «Ci è mancata – spiega mister Sergio Palazzi – la gestione della palla nei momenti chiave della partita,nonostante la rimonta nel secondo tempo, e il Trieste ci ha punito con gol facili in contrattacco. Tutte e due le squadre hanno fatto degli errori, ma i nostri avversari ne hanno fatti di meno e hanno vinto. Siamo dispiaciuti, ma abbiamo analizzato la sconfitta e l’abbiamo digerita. Abbiamo sfruttato il turno di riposoper recuperare qualche acciaccato in vista delle due sfide di questa settimana».

Il tecnico pugliese invita a non sottovalutare l’avversario. «Stiamo cercando – spiega Palazzi – di mettere in evidenza i nostri punti di forza, trovando i punti deboli degli avversari. Molteno viene da un periodo particolare, sia perché noi siamo stati fermi e abbiamo perso un po’ di continuità, sia perché ha fatto esordire i suoi nuovi stranieri Knezevic e Vujnic, mostrando cose diverse rispetto al solito nell’ultima partita».

La sfida è in programma alle ore 18 di oggi, mercoledì 7 ottobre, ed è aperta al pubblico al PalaQuaresima, in numero contingentato a causa delle normative per il contenimento della pandemia. Sarà comunque trasmessa in diretta sulla piattaforma web “Eleven Sports”.

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO A2 / Prima vittoria per il Chiaravalle, 22-20 contro il Parma

Sotto di tre reti alla fine del primo tempo, i ragazzi di Cocilova dominano la ripresa e conquistano i primi due punti stagionali

CHIARAVALLE, 5 ottobre 2020 – Grande vittoria della ASD Pallamano Chiaravalle contro il Parma che nella terza di campionato A2 vince in casa per 22-20 contro gli emiliani. Al palasport cittadino sono potuti tornare per la prima volta da Febbraio anche un numero limitato di tifosi.

Non poteva esserci occasione migliore che una vittoria per riaprire le porte al pubblico di casa e la Pallamano Chiaravalle non ha deluso le aspettative. Il primo gol del match è stato in favore degli ospiti emiliani, pareggiato poco più avanti da Matijasevic su rigore. Tutto il primo tempo si sussegue in sostanziale parità fino a 3 minuti dalla fine quando, sul 10-10, Parma riesce ad approfittare di un calo di concentrazione dei biancoblu ed infila tre palle in rete, chiudendo in vantaggio di 10-13.

Ma nella ripresa è tutta un’altra storia. Chiaravalle scende in campo con la fame quella vera, Molinelli sembra parare tutto, la difesa si fa più coriacea che mai, in attacco Russo e Brehana sono incontenibili da ogni posizione. Da questo nascono ben 9 gol di Chiaravalle a fronte di 1 solo effettuato da Parma. A 10 dalla fine Chiaravalle regna 19-14, massimo vantaggio del match.

Sul finire i marchigiani concedono un po’ agli ospiti gestendo il vantaggio e chiudendo comunque con un 22-20 che fa morale e apre la strada che porta verso la salvezza.

La dirigenza di Chiaravalle commenta così la vittoria: «abbiamo fatto un primo tempo leggermente sottotono ed il risultato lo dimostra, ma nella ripresa la squadra ha cercato il risultato. Siamo contenti dei 2 punti anche se la squadra ne esce un po’ acciaccata, con un infortunio alla mano per Vichi e problemi muscolari per Albanesi e Brutti. Infine una nota di ringraziamento al pubblico di Chiaravalle che è stato corretto nel rispettare tutte le normative anti-covid messe in atto».

L’MVP della giornata “il condor” Russo aggiunge: «abbiamo pagato un po’ la tensione iniziale perché sapevamo l’importanza di questo scontro con Parma, ma alla fine abbiamo fatto nostra la posta in palio. Già la prossima trasferta in terra sarda (sabato 10 ottobre, contro Nuoro) potrebbe rappresentare una svolta per il campionato».

Nel weekend anche la A2 femminile di Chiaravalle si è misurata in amichevole contro le “sorelle maggiori” della A1 di Cingoli, occasione in cui le ragazze di coach Fradi hanno dimostrato una grandissima crescita che fa ben sperare per l’inizio del campionato, mentre l’under 15 femminile di Nando Nocelli ha partecipato all’XI Memorial Nello Corradini a Rubiera.

Chiaravalle 22-20 Parma 

Chiaravalle: Albanesi (1), Ballabio, Braconi (1), Breahna (5), Brutti (1), Ceresoli S. (1), Ceresoli M., Cognini (2), Giombini (1), Maltoni, Matijasevic (2), Medici, Molinelli, Rumori (1), Russo (5), Vichi (2). All. Cocilova.

Parma: Boschi, Cusumano, Delvaglio, Ferrari (1), Ganev, Gobetti, Guatelli, Misantone (1), Oppici (3), Palazov (2), Perez Roberts, Raimondi, Salliu (7), Schiavone, Usai (6), Zinelli. All. Palazov.

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO A2 / Beffa in Toscana per Chiaravalle, contro la Fiorentina finisce 26-24

La società recrimina per 10 rigori e 7 due minuti contro comminati dagli arbitri, progressi sotto il punto di vista del gioco

CHIARAVALLE, 27 settembre 2020 – Risultato duro da digerire per la ASD Pallamano Chiaravalle che nella seconda giornata di A2 contro la Fiorentina, conclusa 26-24 in favore dei toscani, si vede fischiare ben 10 rigori e sette due minuti contro.

Chiaravalle è arrivata a Borgo San Lorenzo con una squadra decimata dagli infortuni e dalle defezioni. Ad affrontarli un sette viola che, pur non essendo la stessa formazione dello scorso campionato, ha saputo ingranare da subito e che, complici anche diverse chiamate arbitrali dubbie, ha imposto il suo gioco nei primi minuti della partita.

La squadra dei marchigiani si riprende e risponde con grinta, lottando per il resto del primo tempo e per tutto il secondo punto a punto sia grazie alle parate di Molinelli (e poi anche di Aprilanti) sia grazie alla grinta e al cuore di Russo che mette in rete ben otto palloni.

«Sono stati fischiati moltissimi rigori e due minuti in quella che in realtà era una partita tranquillissima. Noi ce l’abbiamo messa tutta e sinceramente, nonostante l’arbitraggio, oggi avremmo meritato i due punti» dice il Presidente dei chiaravallesi Maltoni.

Un po’ più duro è il tecnico Cocilova che striglia i suoi dicendo: «abbiamo regalato il primo tempo agli avversari e nel secondo, pur dominando, abbiamo comunque giocato al di sotto delle nostre possibilità. Noi non molliamo ma dobbiamo crescere soprattutto di testa. Il gioco c’è».

Il prossimo appuntamento sarà domenica 4 ottobre in casa alle ore 18:00 contro il Parma.

La formazione emiliana che l’hanno scorso lottava per il podio del girone B si trova ancora a secco di punti e sicuramente verrà a Chiaravalle con l’intento di vincere. Starà ai ragazzi di Cocilova preparare un degno comitato di benvenuto.

Si ricorda che nei prossimi giorni sarà possibile prenotare il proprio posto in tribuna (che sarà a numero ridotto e con ingressi contingentati) tramite il sito ufficiale della squadra www.pallamanochiaravalle.it.

Fiorentina 26-24 Chiaravalle 

Fiorentina: Andalo, Bazzani, Bini, Carlotti (1), Di Fabrizio (2), Fratini An. (11), Fratini Al. (4), Grandi, Nigro (1), Paoli (7), Pieri, Sbrocchi, Solano Arango. All. Romei.

Chiaravalle: Albanesi (2), Aprilanti, Ballabio, Braconi, Breahna (2), Ceresoli S. (4), Ceresoli M., Maltoni, Matijasevic (4), Medici (3), Molinelli, Piombetti, Rumori (1), Russo (8). All. Cocilova.

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / La Santarelli Cingoli cade in casa, Trieste vince 25-28

I ragazzi di Palazzi, sempre in svantaggio, non sono riusciti a regalare un buon risultato al pubblico presente al PalaQuaresima

CINGOLI, 26 settembre 2020 – E’ amaro il ritorno del pubblico al PalaQuaresima per la Santarelli Cingoli. I ragazzi di Palazzi hanno perso 25-28 contro il Trieste nella partita della quarta giornata di Serie A Beretta Maschile di pallamano.

La squadra ospite parte subito forte nei primi minuti. Dopo il palo di Rotaru, doppio Hrovatin e Di Nardo portano l’Alabarda sullo 0-3. Antic segna il primo gol della Santarelli, Hrovatin e Bratkovic strappano il +4 (1-5), con in mezzo una traversa di Garroni. Cingoli piazza un break con Antic e Mangoni per il 3-5.Kuodys e Braktovic riportano Trieste sul +4 (4-8). Il massimo vantaggio degli ospiti arriva con il 5-10 di Hrovatin, grazie anche a una bella parata di Milovanovic su Mangoni.

La Santarelli non si scompone e mette in fila tre gol con Mangoni e doppio Ciattaglia, aiutata anche dai pali di Kuodys e Di Nardo, parziale sull’8-10. Anzaldo salva più volte il risultato, Cingoli sbaglia qualche tiro di troppo, così Hrovatin ne approfitta per ristabilire il +3 (8-11). Mangoni accorcia, ma Kuodys e Di Nardo segnano le reti del 9-13, dopo una parata decisiva di Milovanovic su un attacco locale. Antic e Ferretti strappano nuovamente il -2. Nel finale, Ladakis risponde a Dapiran, per il 12-14 che chiude il primo tempo.

Nella ripresa la Santarelli Cingoli trova il pareggio nei primi minuti, ma Trieste mantiene sempre il controllo delle operazioni. Rotaru e Ladakis piazzano il 14-14, con in mezzo una bellissima respinta di Anzaldo su un tentativo triestino. Hrovatin e Braktovic valgono il nuovo +2 ospite (14-16), supportati dal solito Milovanovic. Rotaru, Mangoni e Ladakis provano a tenere sul -1 i locali, Visintin e Braktovic trascinano Trieste sul 17-21. Segue un rapido botta e risposta, con Cingoli che non va oltre il -3, non sfruttando anche numerose superiorità numeriche. Sul 20-24, Di Nardo viene espulso per somma di due minuti. Milovanovic mura la sua porta da Mangoni ed Antic, così Pernic piazza il +5 sul 20-25. Al 55’ la Santarelli si riporta sul -3 con Rotaru e Ladakis (22-25). Dopo il botta-risposta Braktovic-Antic, Kuodys e Pernic ristabiliscono il 23-28. Gli ultimi due gol locali di Ladakis fissano l’incontro sul definitivo 25-28.

Trieste vince in casa della Santarelli Cingoli e si mantiene in scia alle posizioni di vertice. I ragazzi di Carpanese hanno meritato la vittoria, grazie ad una buona difesa e ad un gioco offensivo fluido ed efficace. Per la squadra di Palazzi, invece, arriva la seconda sconfitta consecutiva. Ha pesato nell’economia della gara l’assenza di capitan Diego Strappini, che si è infortunato al volto in allenamento nei giorni scorsi.

Il top scorer della gara è un implacabile Emmanouil Ladakis con 11 reti, seguito a 10 da Braktovic e a 6 da Hrovatin, migliore in campo dei suoi insieme al portiere Milovanovic. Per la Santarelli, ottima la prova anche di Anzaldo, al rientro in campo dopo l’infortunio.

La Santarelli Cingoli resta a un punto in classifica, scivolando al terzultimo posto. I ragazzi di Palazzi osserveranno la settimana prossima un turno di riposo, per tornare in campo mercoledì 7 ottobre alle ore 18 al PalaQuaresima contro il Molteno attualmente ultimo.

Santarelli Cingoli 25-28 Trieste (12-14)

Santarelli Cingoli: Anzaldo, Gentilozzi, Albanesi, Antic 3, Bincoletto, Ciattaglia 2, Cirilli, Evangelisti, Ferretti 1, Garroni 1, Ladakis 11, Latini, Mangoni 4, Rotaru 3, Tobaldi. All. Palazzi

Trieste: Milovanovic, Zoppetti, Bosco, Braktovic 10, Dapiran 3, Di Nardo 2, Hrovatin 6, Kuodys 4, Mazzarol, Pernic 2, Sandrin, Stojanovic, Valdemarin, Visintin 1. All. Carpanese

Arbitri: Simone – Monitillo

Foto di Doriano Picirchiani

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO A2 / Chiaravalle in trasferta contro la Fiorentina per i primi due punti

La squadra di Cocilova vuole vendicare la sconfitta di misura della passata stagione e centrare la prima vittoria stagionale

CHIARAVALLE, 25 settembre 2020 – Sabato 26 settembre alle ore 17:00 la ASD Pallamano Chiaravalle torna in campo a Borgo San Lorenzo (FI) contro la Fiorentina.

Entrambe le squadre hanno cominciato questo campionato di A2 con un passo falso; Chiaravalle è reduce da una bruciante sconfitta per 19-32 contro il Secchia Rubiera mentre la Fiorentina viene dal 34-20 subito contro il Tavarnelle.

Le due squadre saranno quindi a caccia dei primi 2 punti stagionali, punti che fanno morale e che sono importanti da incamerare già ad inizio stagione in ottica salvezza.

Lo scorso anno la partita di andata contro la Fiorentina vide il debutto in maglia biancoblu di Luka Matijasevic, mancino croato che nel frattempo è diventato uno dei punti cardine della formazione di Cocilova, mentre al ritorno in casa Chiaravalle perse con un solo gol di scarto, una sconfitta che ancora brucia e che sicuramente merita di essere vendicata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO A2 / Primo passo falso per il Chiaravalle, Secchia Rubiera vince 19-32

Partita a senso unico nel debutto di Serie A2, con gli ospiti in avanti per 9-20 alla fine del primo tempo

CHIARAVALLE, 23 settembre 2020 – Prima prova della stagione 2020/2021 purtroppo non positiva per la ASD Pallamano Chiaravalle che domenica scorsa è stata superata in casa dal Secchia Rubiera per 19-32 in una prestazione dai pochi lati positivi.

Sin da inizio primo tempo Rubiera ha fatto valere il proprio gioco portandosi sullo 0-3 nel giro di tre minuti. Matijasevic, Russo ed il nuovo acquisto Breahna piazzano qualche gol per cercare di tenere il passo, ma al fischio di fine primo tempo il risultato è 9-20.

Molto meglio il gioco durante la ripresa che vede Chiaravalle segnare 10 gol e gli ospiti solamente 12, un risultato sicuramente non positivo ma che è indicatore anche di un maggiore focus a livello di concentrazione da parte dei biancoblu e di una buona prestazione del portiere Molinelli.

«Visto il livello degli avversari, – spiega il vice-presidente del Chiaravalle Matteo Alfonsi – la partita non è stata mai messa in discussione da parte nostra. Nel secondo tempo abbiamo sicuramente giocato meglio, trovando una concentrazione che dovremo mantenere fino al prossimo match».

Chiaravalle scenderà di nuovo in campo sabato 26 settembre a Borgo San Lorenzo contro la Fiorentina. Entrambe le squadre sono a caccia dei primi punti in stagione.

ASD Pallamano Chiaravalle 19-32 Secchia Rubiera (9-20)

ASD Pallamano Chiaravalle: Albanesi (1), Aprilanti, Ballabio, Battistelli, Braconi (1), Breahna (5), Brutti (2), Ceresoli S., Ceresoli M., Maltoni, Matijasevic (4), Medici (1), Molinelli, Piombetti, Rumori, Russo (5). All. Cocilova.

Secchia Rubiera: Barbieri, Bartoli R. (2), Bartoli D., Bonassi (2), Bortolotti (2), Garau (10), Giovanardi (2), Mezzetti, Oleari, Panettieri (3), Patroncini (4), Pedretti (1), Rivi, Salati, Santilli (3), Strada (3). All. Galluccio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / Santarelli Cingoli a un passo dall’impresa, Cassano Magnago vince 31-29

I ragazzi di Palazzi recuperano dal -5 e restano sul pari fino a due minuti dalla fine, 9 reti per un implacabile Ladakis

CINGOLI, 20 settembre 2020 – La Santarelli Cingoli sfiora il colpaccio in casa del Cassano Magnago. I ragazzi di Palazzi, infatti, sono usciti dal PalaTacca sconfitti per 31-29 nella terza giornata di Serie A Beretta Maschile, riuscendo a rimanere in parità fino a due minuti dalla fine.

E’ stata una partita equilibrata, anche se nel primo tempo i varesini avevano conquistato un vantaggio di 4 reti. Saitta, Scisci, Fatinato e Branca da una parte, Ladakis, Antic, Rotaru e Mangoni dall’altra, le prime fasi parlano di un botta a risposta per il 4-4, con Gentilozzi ed Ilic attenti tra i pali. Bassanese colpisce un palo, Ilic non si fa sorprendere dal palo. Dopo una breve interruzione a causa dello spegnimento delle luci del Palasport, Strappini all’11° segna il 4-5. Il Cassano la ribalta con un 3-0 firmato doppio Fantinato e Branca per il 7-5. La Santarelli torna in parità con Antic e Ladakis, parziale sul 7-7. Sull’8-8, i locali trovano un altro break di 3-0 con Possamai e Bortoli, portando il punteggio sull’11-8. Cingoli si riavvicina a -1 con Ladakis e Bincoletto (11-10). Dopo il 12-11 di Rotaru, Saitta e ancora Possamai ristabiliscono il +3 (14-11). Gli ospiti non mollano e tornano a -1 con Cirilli e Antic, con una bella parata di Gentilozzi su Bassanese. Il Cassano Magnago chiude il primo tempo sul 17-13 con il terzo 3-0 della partita, con le reti di Saitta, Bassanese e Fantinato.

Nella ripresa la Santarelli ricuce lo svantaggio, lotta su ogni pallone e riesce a restare in partita fino alla fine. Nelle prime fasi della seconda frazione, la squadra di Kolec gestisce il +4 con Iballi e Bortoli, portandosi addirittura sul +5 con un gol del portiere Ilic dalla sua porta dopo una bella parata mentre Cingoli era con l’extra player, parziale sul 20-15. Due reti di Mangoni valgono il -3, Fantinato e Possamai ristabiliscono il 22-17.

Dopo una grande parata di Gentilozzi su Saitta, inizia la remuntada cingolana. Un super break di 0-6 graize a Ladakis, Rotaru, Garroni, Strappini ed Antic porta la Santarelli addiruttura in vantaggio sul 22-23 al 48°. Iballi e Fantinato riportano avanti i cassanesi sul 24-23. Da qui inizia un botta e risposta tra le due squadre, che restano in parità dal 25-25 al 29-29, trascinate da Iballi, Bassanese e Possamai da una parte, da Ladakis, Antic e Strappini dall’altra. Proprio Iballi segna il 30-29, Monciardini mura la porta e Fantinato sigilla il 31-29 a un minuto dalla fine. L’ultimo attacco degli ospiti non è efficace, con Antic che fallisce anche un tiro dai 7 metri a partita già terminata.

Il Cassano Magnago vince al PalaTacca e resta a punteggio pieno con 6 punti, ma la Santarelli Cingoli esce dal campo a testa altissima, consapevole di aver tenuto testa ad una delle squadre più forti di Serie A Beretta. Sul 22-23 per i cingolani, l’ingresso in campo dell’esperto Iballi è stato decisivo.

Il top scorer della gara è un implacabile Emmanouil Ladakis con 9 reti, migliore in campo, seguito da Fantinato a 7 e da Possamai ed Antic a 6. Ottime le prove, in casa Santarelli, anche di Gentilozzi, Rotaru e Strappini.

La Santarelli Cingoli resta con un punto in classifica al dodicesimo posto, davanti ad Albatro, Molteno e Fondi ancora a quota 0. Nella prossima giornata del 26 settembre, la formazione di Palazzi sfiderà al PalaQuaresima il Trieste quarto al PalaQuaresima, che sarà finalmente aperto al pubblico per un numero limitato di spettatori.

Cassano Magnago 31-29 Santarelli Cingoli (17-13)

Cassano Magnago: Ilic 1, Monciardini, Bassanese 3, Bortoli 3, Branca 2, Dorio 1, Fantinato 7, Iballi 4, La Bruna, Lazzari, Mazza, Moretti, Possamai 6, Riva, Saitta 3, Scisci 1. All. Kolec

Santarelli Cingoli: Gentilozzi, Albanesi, Antic 6, Bincoletto 1, Ciattaglia, Cirilli 1, Evangelisti, Garroni 1, Jaziri, Ladakis 9, Mangoni 4, Rotaru 3, Strappini 4, Tobaldi. All. Palazzi

Arbitri: Bocchieri – Scavone

Foto di Stefano Peo Moroni

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




PALLAMANO / Santarelli Cingoli, trasferta impegnativa in casa del Cassano Magnago

I ragazzi di Palazzi, dopo il pareggio contro l’Alperia Merano, affrontano l’attuale capolista della Serie A Beretta Maschile

CINGOLI, 18 settembre 2020 – Un altro impegno ostico attende la Santarelli Cingoli. Domani, sabato 19 settembre, la squadra di Palazzi sfida in trasferta il Cassano Magnago, attuale capolista con due vittorie in due partite nella Serie A Beretta Maschile di pallamano.

La società varesina è stata fondata nel 1974. Ha sfiorato lo scudetto nelle stagioni 1980-1981 e 1981-1982, piazzandosi al secondo posto. E’ stata la prima società italiana a qualificarsi per i quarti di finale di una Coppa europea.

Il Cassano Magnago è tornato nella massima serie nella stagione 2012-2013 dopo la seconda rifondazione del 1996. Nelle ultime due stagioni si è piazzata al quarto posto. Il settore giovanile del Cassano Magnago è uno dei più vincenti a livello nazionale, con un totale di 15 scudetti junior. In questa stagione, come Cingoli e Bressanone, la società può vantare in Serie A Beretta sia la squadra maschile che quella femminile.

L’allenatore della squadra senior è Davide Kolec. Nonostante l’addio dell’ex Bologna Giacomo Savini, il Cassano si è rinforzato con Iballi dal Conversano e Mazza dal Crenna. La stella della squadra è il terzino Alessio Moretti. Come detto, la formazione varesina è capolista insieme al Bolzano, grazie alle vittorie su Albatro Siracusa e Brixen.

La Santarelli Cingoli si presenta in Lombardia con il punto conquistato la settimana scorsa contro il Merano al PalaQuaresima, che ha lasciato l’amaro in bocca ai ragazzi di Sergio Palazzi, raggiunti sul pari a pochi secondi dalla fine. «Nel secondo tempo – spiega il terzino Alexandru Rotaru – eravamo rientrati con un altro ritmo e abbiamo ripreso la partita. Ci dispiace per non aver vinto, ma è stato un buon punto per lavorare di più nel corso della stagione. A Cassano Magnago ci aspetta una trasferta difficilissima, dato che affrontiamo una squadra molto forte che lotta per i primi posti della classifica. Noi daremo il tutto per tutto per dare loro filo da torcere».

La partita della terza giornata di Serie A Beretta Maschile tra Cassano Magnago e Santarelli Cingoli si giocherà domani, sabato 19 settembre, alle ore 20.30, al PalaTacca a porte chiuse. Sarà comunque possibile guardare in diretta il match sulla piattaforma web “Eleven Sports”.

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / Il Bolzano vince ma la Santarelli Cingoli lotta fino alla fine

I cingolani di Palazzi, dopo un primo tempo alla pari, rimontano dal -7 al -4, ma alla fine gli alto-atesini conquistano i due punti

BOZEN 29-23 SANTARELLI CINGOLI

CINGOLI, 5 settembre 2020 – Inizia con una sconfitta la stagione della Santarelli Cingoli in Serie A Beretta di pallamano maschile. I ragazzi di Palazzi hanno ceduto 29-23 al cospetto del Bozen, lottando comunque a viso aperto con gli alto-atesini dall’inizio alla fine.

La partita inizia a sorpresa con i cingolani in vantaggio con le reti di Antic e Rotaru. Turkovic accorcia, ancora Antic ribadisce l’1-3. Il Bolzano quindi riesce a mettere a segno un break di 5-0 grazie a Venturi, Turkovic, Sonnerer e Udovcic, punteggio sul 6-3 al 15’. La Santarelli non molla e si riporta sul -1 con Rotaru ed Antic (6-5). Due gol di Sonnerer valgono il +3 per i padroni di casa ma Antic accorcia sull’8-6. Qui le due squadre inscenano un botta e risposta fino al 12-9, quando Antic e Garroni trascinano Cingoli sul 12-11, aiutati da una bella parata di Anzaldo su Turkovic. Tuttavia ci pensa l’allenatore giocatore Sporcic a regalare il +2 al Bolzano, con due reti che valgono il 14-12 che chiude il primo tempo, nonostante un gran gol di Ladakis ed una parata di Anzaldo.

Nella ripresa i padroni di casa prendono il pallino del gioco e controllano il risultato, nonostante la Santarelli rimanga agganciata al punteggio fino a 2 minuti dalla fine. Udovcic e Greganic piazzano il +4, Strappini trova il 17-14. Sul 18-15, Anzaldo salva su Turkovic, mentre Ladakis impatta su Hermones. Non sbagliano, invece, Greganic ed Antic, il parziale resta sul 19-16. Bolzano mantiene i tre punti di vantaggio fino al 22-19, quando allunga a +6 grazie Turkovic, Venturi e Udovcic, con Cingoli che raccoglie solamente i pali di Antic e Cirilli (deviato da Hermones). Bincoletto prova a dare la scossa sul 25-20, ma Sonnerer e Walcher segnano le reti del 27-20, nonostante una grande parata di Anzaldo su Starcevic.

La Santarelli non molla e piazza un break di 0-3 con Bincoletto, Ladakis e Garroni per il 27-23 a 4 minuti dalla fine. Hermones a questo punto mura la sua porta da Garroni, Anzaldo respinge su Sonnerer ma non può nulla su Starcevic e Kammerer, i quali fissano il punteggio sul definitivo 29-23.

Bozen raccoglie i primi due punti stagionali grazie all’esperienza del suo roster, capace di sfruttare al meglio le superiorità numeriche nel corso della partita. La Santarelli Cingoli, dal canto suo, ha il merito di aver disputato un primo tempo alla pari e di non aver mollato per oltre 50 minuti, sebbene ci sia ancora molto da lavorare per ritrovare la forma campionato.

Il top scorer della gara è un ottimo Ivan Antic con ben 10 reti, seguito a 6 da Sonnerer e Udovcic e a 5 da Turkovic e Ladakis, con il greco della Polisportiva ad aver disputato una buonissima partita. Tra i migliori dei cingolani anche Bincoletto e Anzaldo.

Archiviata la trasferta bolzanina, la squadra di Palazzi sta già pensando al prossimo incontro. Sabato 12 settembre, infatti, la Santarelli sfiderà al PalaQuaresima il Merano dell’ex Lorenzo Nocelli per la seconda giornata di Serie A Beretta maschile.

Bozen 29-23 Santarelli Cingoli (14-12)

Bozen: Hermones, Sonnerer 6, Montagna, Walcher 1, Spogler, Kammerer 1, Pircher P., Starcevic 1, Sporcic 2, Rossignoli, Greganic 4, Pircher M., Udovcic 6, Turkovic 5, Venturi 3. All. Sporcic
Santarelli Cingoli: Anzaldo, Gentilozzi, Bincoletto 3, Ladakis 5, Garroni 2, Ciattaglia, Antic 10, Mangoni, Rotaru 2, Latini, Strappini 1, Tobaldi, Evangelisti, Cirilli. All. Palazzi
Arbitri: Prandi – Ambrosetti

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO A1 / Altre conferme per la Santarelli Cingoli nel segno della linea verde

Confermati in rosa per la Serie A1 i giovanissimi Lorenzo Chiaraberta, Davide Ciattaglia, Francesco Albanesi e Matteo Santamarianova

CINGOLI, 4 luglio 2020 – Sta per prendere forma l’organico della Santarelli Cingoli per la stagione 2020-2021 in Serie A1 Maschile di pallamano.

Sono stati confermati in questa settimana i giovani Lorenzo Chiaraberta, Davide Ciattaglia, Francesco Albanesi e Matteo Santamarianova, nati e cresciuti nel settore giovanile della Polisportiva.

Lorenzo Chiaraberta

Lorenzo Chiaraberta

Lorenzo Chiaraberta, pivot/terzino classe 2003, è un cingolano purosangue ed è il figlio di Emanuel, dirigente responsabile del settore giovanile ed ex giocatore della Polisportiva. Tornerà in Serie A1, dato che è entrato a referto nella stagione 2018-2019 per ben 15 volte. Il primo gol è arrivato nella scorsa stagione, vissuta da prima riserva di spessore di capitan Diego Strappini. In prima squadra, giocando come pivot, ha segnato 15 gol, tutti nel 2019-2020 in Serie A2. E’ stato molto utilizzato anche in Serie B.

Lorenzo è fiducioso e speranzoso. «Sono rimasto – ci spiega – per la fiducia nei confronti della società. Spero che quest’anno sia dato maggior spazio a noi giovani. Prometto ai tifosi di impegnarmi al massimo, cercando di fare il meglio possibile per loro e per la mia squadra».

Davide Ciattaglia

Davide Ciattaglia

Davide Ciattaglia, anche lui 17 anni, gioca nel ruolo di ala. E’ figlio del presidente Simone e fratello di Chiara, giocatrice nella rosa di Serie A1 Femminile.  Il suo debutto in Serie A1 è da ricordare, dato che segnò ben 4 gol in casa del Bolzano campione d’Italia il 1° maggio 2019. Nella stagione appena conclusa, Davide ha segnato 19 reti in Serie A2, risultando importante per far rifiatare Garroni sulla fascia. E’ stato decisivo soprattuto in Serie B, per via delle 95 reti segnate in quest’annata.

«Ho deciso di restare – chiarisce Davide – perché quest’anno, con il nuovo campionato, sarà una grande esperienza di crescita, sia personale che di squadra. Sono sicuro che sarà una stagione divertente e competitiva. Ai tifosi prometto che cercherò di aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi prefissati».

Francesco Albanesi

Francesco Albanesi

Francesco Albanesi, classe 2004, è uno dei pilastri della squadra di Serie B e Under 17. E’ cresciuto nel vivaio della nostra società e ha debuttato in prima squadra all’inizio del campionato di Serie A2. Si tratta di uno dei portieri più talentuosi delle intere Marche,convocato anche per i raduni delle rappresentative federali di categoria. Sarà debutto assoluto in Serie A1 per Francesco, essendo anche tra l’altro il giocatore più giovane del roster con i suoi 16 anni (17 a gennaio).

«Ho deciso – ha spiegato – di restare perché è una società che punta molto sul settore giovanile e giocare in serie A1 mi può dare la possibilità di dimostrare le mie capacità a molte squadre importanti. Prometto di impegnarmi duramente per esordire in massima serie. Darò il meglio di me anche in Under 17 e in Serie B».

Matteo Santamarianova

Matteo Santamarianova

Matteo Santamarianova, anche lui portiere, è nato nel 2003. Ha debuttato in Serie A1 nel 2018-2019, quando è andato a referto per ben due volte. Anche lui ha giocato in Serie B nella passata stagione, tanto da meritare un posto nel dream team della FIGH Abruzzo come uno dei migliori portieri del girone di terza divisione.

«Ho deciso – spiega Matteo – di restare perché con il nuovo campionato ci sarà un’occasione per crescere con i compagni con cui gioco da sempre, per essere ancora più affiatati. Ai tifosi prometto di lottare fino all’ultimo secondo, per vincere e per portare a termine il campionato nel migliore dei modi».

Al 95% delle conferme

Mancano solo due giocatori per completare il roster stagionale della Santarelli Cingoli, con l’obbiettivo della salvezza, in un campionato che si preannuncia estremamente equilibrato. La squadra di mister Sergio Palazzi, comunque, cercherà di ben figurare in Serie A1 Maschile a girone unico, dove la Santarelli comparirà per la seconda volta, dopo l’esordio nel 2018-2019.

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO A1 / Santarelli Cingoli, confermati i giovani Latini, Jaziri, Tobaldi e Di Caro

I 4 giovani cingolani faranno parte della squadra che parteciperà alla prossima Serie A1 maschile, che rischia di essere composta da 15 squadre anzi di 17

CINGOLI, 26 giugno 2020 – Continuano le conferme in casa Santarelli Cingoli, per quanto riguarda il roster di mister Sergio Palazzi che parteciperà al campionato di Serie A1 Maschile di pallamano.

Sono stati confermati in questa settimana, infatti, i giovanissimi Paolo Latini, Hakim Jaziri, Riccardo Tobaldi e Filippo Di Caro, tutti cingolani doc e cresciuti nel settore giovanile della Polisportiva.

L’ala Paolo Latini

Paolo Latini

L’ala Paolo Latini, classe 1999, è cresciuto nel vivaio della Polisportiva dopo una breve parentesi calcistica. Aveva debuttato nelle ultime partite della stagione 2016-2017 nella poule retrocessione del girone B di Serie A ed ha al suo attivo qualche apparizione in A1. In biancorosso ha realizzato in totale 12 reti su un totale di 43 presenze. E’ il capitano, inoltre, della squadra di Serie B.

«Ho deciso di restare – ci spiega – perché il prossimo campionato sarà molto interessante. Giocare in palazzetti importanti con e contro dei campioni è sempre un grande stimolo. Ai tifosi prometto di dare tutto me stesso, per aiutare la squadra a raggiungere la salvezza».

 L’ala Hakim Jaziri

Hakim Jaziri

Anche Hakim Jaziri è gioca nel ruolo di ala. Nato in Italia nel 2001 da genitori tunisini, quest’anno ha acquisito la cittadinanza italiana, ma è un cingolano a tutti gli effetti dalla nascita. E’ cresciuto anche lui nel settore giovanile, segnando tantissime reti ai suoi pari età. Ha debuttato in prima squadra nella trionfale stagione 2017-2018 della prima promozione in Serie A1, giocando 3 partite anche della poule scudetto.

E’ andato tre volte a referto in Serie A1 nel 2018-2019, riuscendo a segnare anche due gol. In totale in prima squadra ha segnato 13 gol in 26 presenze.  «Sono rimasto – ci dice – per la grande possibilità di militare nella massima serie ad un età così giovane, e quindi di migliorare e crescere. Sto imparando molto dal mio compagno di reparto a destra, Filippo Mangoni. Ai tifosi prometto di dare il meglio ogni volta che sarò chiamato in causa da mister Palazzi».

Il centrale Riccardo Tobaldi

Riccardo Tobaldi

Riccardo Tobaldi, centrale/terzino destro classe 2003, è residente a Moscosi. E’ uno dei fari della formazione allenata da Nico Analla in Serie B, con oltre 110 reti realizzate in campionato. Ha debuttato in A2 ed è andato a referto per ben 7 volte, riuscendo a segnarne un gol. E’ stato nominato tra i migliori giocatori del campionato di B eletti dai tifosi nelle pagine social della delegazione abruzzese della FIGH.

«Ho deciso di rimanere a Cingoli – spiega il numero 21 della Santarelli – perché in tutti questi anni sono cresciuto molto, sotto il punto di vista sia mentale che tattico. In più quest’anno la promozione in A1 mi ha suscitato la voglia di misurarmi con giocatori di alto livello. Ai miei tifosi prometto di dare il massimo in campo, aiutando la squadra nei momenti di difficoltà».

Il pivot Filippo Di Caro

Filippo Di Caro

Anche il pivot Filippo Di Caro è del 2003. Anche se i suoi genitori sono siciliani, è nato nelle Marche e cresciuto a Cingoli. Titolare della squadra di Serie B, ha debuttato in prima squadra nel 2018-2019, andando a referto per 3 volte in Serie A1. In biancorosso ha raccolto 16 presenze ed un gol.

«Ho deciso di restare – spiega il nostro numero 17 – perché penso che, grazie ai cambiamenti fatti, ogni giocatore avrà dei grandi miglioramenti. Inizialmente sarà difficile, ma poi ci abitueremo e otterremo grandi risultati, ne sono convinto. Farò il massimo per cercare di aiutare il più possibile la squadra».

Il roster e la composizione della Serie A1 2020-21

Sta prendendo così forma il roster della Santarelli Cingoli, con i nuovi arrivi Ladakis Manolis, Cirilli e Ferretti, le conferme di Anzaldo, Rotaru, Bincoletto, Mangoni, Antic, Garroni e ora Latini, Jaziri, Tobaldi e Di Caro. Nelle prossime settimane saranno annunciati gli ultimi 6 confermati, a completare la squadra del nuovo mister Sergio Palazzi.

Secondo alcuni rumors, inoltre, delle 17 squadre che comporranno la Serie A1 Maschile 2020-2021, ce ne sarebbero 2/3 a rischio iscrizione. In tal caso, non ci sarebbero ripescaggi ed il campionato sarà eventualmente composto da 14 o 15 squadre con due sole retrocessioni, al posto delle 4 attuali.

In foto da sinistra Filippo Di Caro, Riccardo Tobaldi, Paolo Latini e Hakim Jaziri

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO A1 / Santarelli Cingoli, confermati Mangoni, Bincoletto, Antic e Garroni

Continuano le conferme in vista della stagione 2020-21 per la società cingolana, che punta a salvarsi nel prossimo campionato di Serie A1 Maschile

CINGOLI, 19 giugno 2020 – Continuano le conferme in casa Santarelli Cingoli per la stagione 2020-2021 in Serie A1 Maschile di pallamano.

In questa settimana, la società di via Cerquatti ha ufficializzato che sono rimasti con la Polisportiva anche Filippo Mangoni, Giacomo Bincoletto, Ivan Antic e Nicolò Garroni, quattro giocatori fondamentali per il gioco della squadra di mister Sergio Palazzi.

L’ala Filippo Mangoni

Pallamano Santarelli cingoli

Filippo Mangoni

Per Pippo Mangoni inizierà così la sua sesta stagione in prima squadra. Nato il 22 aprile 1998 e residente a San Vittore, Filippo è un prodotto del settore giovanile cingolano. In 5 stagioni, come ala destra, ha segnato ben 314 reti in 108 presenze, di cui ben 98 nella passata stagione e 69 in quella precedente in Serie A1.

Mangoni non ha avuto dubbi nel sposare ancora la causa della Santarelli. «Sono molto entusiasta – ha spiegato il 22enne – della squadra e di come la società si sia mossa per rendere competitiva la squadra, sia per le conferme che per i nuovi arrivi. Il campionato quest’anno sarà molto impegnativo, visto che tutte le squadre hanno fatto dei buoni acquisti. Nonostante questo, sono sicuro che riusciremo a raggiungere la salvezza».

Giacomo Bincoletto

Il centrale Giacomo Bincoletto

Sarà la terza stagione, seppur non intera, per Giacomo Bincoletto, 26 anni centrale/terzino ex Oriago Padova, il quale era arrivato alla Santarelli nel gennaio 2019 ed in sole 36 presenze ha già segnato ben 135 reti, di cui 35 in Serie A1.

Giacomo è garanzia di solidità offensiva e difensiva, a servizio di mister Palazzi. Ha un feeling particolare con Cingoli. «Mi trovo bene – spiega il classe 1994 – c’è un bell’ambiente ed una società seria, con un progetto entusiasmante. Chiaramente mi ha aiutato nella scelta il fatto di avere trovato una ragazza di Cingoli e di aver trovato lavoro. Vogliamo creare un gruppo forte dove si possa giocare e vincere. Sarà importante lavorare duramente sin dal primo allenamento e sono sicuro che riusciremo a toglierci qualche soddisfazione. Inoltre, sarò uno dei più “vecchi”, per questo spero di riuscire ad aiutare i compagni più giovani ad ambientarsi a Cingoli e a rendere meglio in campo».

Il terzino Ivan Antic

Pallamano cingoli maschile

Ivan Antic

Per Ivan Antic, invece, sarà la seconda stagione in biancorosso. Il terzino croato classe 1998 ex Tongeren (Belgio) al suo arrivo in Italia e a Cingoli ha già messo a segno 124 reti in 22 presenze, miglior marcatore della Polisportiva in Serie A2 nella stagione 2019-2020. La sua forza esplosiva sotto porta è stata una delle chiavi della promozione della Santarelli.

«Ho scelto ancora questo progetto – ci spiega il 22enne – perché è ambizioso e basato sui giovani giocatori. Qui si migliora di più. Mi sento molto bene qui con la squadra e anche con la città: mi sembra di stare a casa. Spero di giocare una stagione ancora migliore di quella appena trascorsa. Lotteremo in campo e ci divertiremo insieme giocando!».

L’ala Nicolò Garroni

Nicolò Garroni

Per Nicolò Garroni, infine, si tratterà della terza stagione consecutiva alla Polisportiva Cingoli. Il classe 1998 di Molteno aveva, infatti, già debuttato in Serie A1 nella stagione 2018-2019. In 48 presenze sul Balcone, ha già segnato 165 volte. Si è contraddistinto per abnegazione ed umiltà in questi anni.

«Ho scelto il progetto di Cingoli – chiarisce il 22enne – perché mi sono trovato bene fin dall’inizio e i ragazzi sono stati pronti ad accogliermi fin da subito come uno di loro. I miei obbiettivi per quest’anno saranno quelli di cercare di rendere il più possibile in campo, facendo un buon campionato fin da subito, mantenendo una certa costanza. Tutto questo divertendomi insieme a tutta la mia squadra. Inoltre voglio aiutare i miei compagni più piccoli ad acquisire più fiducia, così che un giorno possano affrontare anche loro questa sfida nel migliore dei modi».

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / Santarelli Cingoli, mister Palazzi si presenta

Il tecnico 29enne parla per la prima volta da allenatore della squadra cingolana in Serie A1: “Manterrò l’identità del roster nel ritmo e nella velocità”

CINGOLI, 2 maggio 2020 – Mister Sergio Palazzi si presenta ai cingolani come nuovo tecnico della Santarelli Cingoli. Dopo l’annuncio della settimana scorsa, l’allenatore pugliese 29enne ha parlato per la prima volta da tesserato della società di via Cerquatti.

Palazzi, originario di Noci (Bari), vanta un curriculum di tutto rispetto, avendo vinto anche lo scudetto da aiuto-allenatore di Riccardo Trillini nel 2009-2010 al Conversano. E’ match analyst della nazionale italiana guidata proprio dal direttore tecnico cingolano. Viene dall’esperienza sulla panchina del Camerano, ottenendo la permanenza in Serie A2 per due stagioni di fila.

«La possibilità – spiega il tecnico – di giocare il campionato di Serie A1 è stata decisiva nella mia scelta. Conosco abbastanza bene Cingoli e la Polisportiva, questo mi ha aiutato nella decisione e, quando sarà possibile, mi aiuterà ad entrare al meglio all’interno di questa nuova esperienza».

Sergio Palazzi ancora non si sbilancia sulle scelte tecniche-tattiche che dovrà compiere nella prossima stagione 2020-2021. «È difficile oggi, – chiarisce l’ex mister del Camerano – con la rosa ancora incompleta e senza una data di inizio del prossimo campionato, sapere come giocherà la Santarelli Cingoli. Tanto dipenderà dai giocatori che comporranno la rosa e, siccome ci si allena per come si vuol giocare, i metodi di allenamento saranno una conseguenza. Sicuramente, il ritmo, l’intensità, la capacità di giocare in velocità, che hanno caratterizzato la squadra negli ultimi anni, rappresentano l’identità di Cingoli e ho tutta l’intenzione di mantenerla e sfruttarla». Palazzi, dunque, non si dimenticherà del lavoro dell’ex mister Nando Nocelli e proseguirà sulla strada ben tracciata dallo storico allenatore cingolano.

Santarelli Cingoli pallamano

Un’esultanza di questa stagione della Santarelli Cingoli (foto del 2019)

Il tecnico pugliese chiude la sua intervista con un pensiero riguardante la società che ha lasciato. «Credo – conclude Palazzi – di aver contribuito alla crescita della Pallamano Camerano: sono sicuro che questa proseguirà e la società gialloblù diventerà una realtà stabile della pallamano italiana».

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / Finisce la stagione: doppia promozione in A1 per Cingoli, resta in A2 Chiaravalle

Pallamano chiaravalle cingoli

Il Consiglio Federale di oggi ha decretato lo stop dei campionati di pallamano: Cingoli torna in A1 con maschi e femmine, Chiaravalle salva in A2

VALLESINA, 5 aprile 2020 – La Federazione Italiana Giuoco Handball annuncia lo stop all’attività della pallamano per la stagione 2019-2020 con le automatiche promozioni delle squadre dalla Serie A2 alla A1 e il congelamento delle retrocessioni.

Cingoli così festeggia la doppia promozione in A1 maschile e femminile, mentre Chiaravalle rimane in A2 con entrambe le compagini.

Il Consiglio Federale di oggi, 5 aprile, riunitosi in video-conferenza, ha deliberato la conclusione della stagione 2019-2020, a seguito di riunioni che si sono svolte nei giorni scorsi con le società del territorio. In Serie A1 sono state bloccate le retrocessioni e stabilita un’eventuale Final Four per l’assegnazione dei titoli di Campione d’Italia maschile e femminile.

Polisportiva Cingoli pallamano maschile

La rosa della Santarelli Cingoli

In Serie A2, invece, è stata decretata la promozione in Serie A1 delle squadre prime nei gironi al momento dello stop dei campionati, ovvero Molteno, Santarelli Cingoli ed Albatro Siracusa in campo maschile, Leonessa Brescia, Guerriere Malo, Cingoli ed Erice. La Polisportiva, dunque, festeggia la doppia promozione nella massima serie, ripetendo la stessa impresa del 2018, con la squadra maschile tornata subito in A1 dopo la retrocessione della passata stagione. Anche Chiaravalle può festeggiare, perché non ci saranno retrocessioni in Serie A2 maschile, mentre la medesima categoria femminile è l’ultimo livello dei campionati per quanto riguarda le ragazze.

Polisportiva cingoli femminile pallamano

La Polisportiva Cingoli promossa in A1 femminile

«La scelta presa dal Consiglio Federale – commenta Pierpaolo Romandini, delegato regionale della FIGH – era inevitabile. Ci tengo a esprimere un caloroso in bocca al lupo a tutta la pallamano marchigiana in un momento difficile come questo. Spero che l’anno prossimo si riesca a ripartire più forti di prima: la Federazione in tal senso ha già promesso il massimo impegno. Infine voglio complimentarmi con la Polisportiva Cingoli per le due promozioni in A1 maschile e femminile, con il Camerano e il Chiaravalle che hanno mantenuto la Serie A2».

Pallamano chiaravalle maschile

Il Chiaravalle di A2 maschile

Il prossimo campionato di Serie A1 maschile 2020-2021 sarà quindi composto da 17 squadre, le 14 di quest’anno e le nuove 3 neo-promosse, mentre il campionato di Serie A2 femminile avrà 13 formazioni, 9 di questa stagione e le nuove 4 matricole. Il Consiglio Federale, inoltre, ha stabilito la data del 15 giugno per ogni eventuale richiesta di ripescaggio. 

Si può leggere il comunicato della FIGH nel sito della Federazione.

Giacomo Grasselli 

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it




AMARCORD / L’ultimo scudetto della Polisportiva Cingoli, gli eroi dell’Acquacetosa

La cavalcata trionfale della squadra Under 16 maschile nella stagione 1999-2000, vincitrice dell’ultimo tricolore della Polisportiva Cingoli

CINGOLI, 26 marzo 2020 – Le pagine di storia dello sport cingolano non riguardano soltanto il calcio.

La pallamano, infatti, è da sempre la seconda (se non la prima) disciplina più praticata sul Balcone delle Marche, grazie a un’idea dei compianti Luigino Quaresima e Quinto Olivieri, che nel 1980 fondarono la Polisportiva Cingoli.

Da oggi e per le prossime settimane vogliamo rivivere alcuni momenti di storia della società di Via Cerquatti, anche in occasione del 40° anno di fondazione che cade proprio nel 2020.

L’ultimo scudetto

Stagione 1999-2000. E’ appena terminata l’epopea di successi della pallamano femminile, vincitrice di due scudetti giovanili in due stagioni di fila (Allieve 1992-1993, Juniores 1993-1994) e promossa in Serie A1 dalla stagione 1994-1995. La finale di Coppa Italia del 1996 persa contro Rimini e la partecipazione al primo turno dell’europea Coppa delle Coppe avevano chiuso quel ciclo vincente. Prima Riccardo Trillini, ora dt della Nazionale, poi Marco Trespidi erano stati i condottieri di quel periodo d’oro per la pallamano in rosa

In campo maschile, invece, non erano quasi mai arrivate soddisfazioni. La squadra senior è stata per lungo tempo invischiata tra la Serie C e la Serie B. Basti pensare che la prima partecipazione in Serie A2 arriverà nel 2006-2007, mentre la prima in Serie A è datata 2011-2012. Ma quegli anni Novanta così trionfali hanno riservato una grande gioia anche per il settore maschile.

Alessandro Bordoni ed Albano Cocilova (ora tecnico del Chiaravalle in A2) sono i tecnici della formazione Under 16 maschile. Dopo aver superato brillantemente la fase interregionale, i cingolani si qualificano per le Finali Nazionali di Roma, al centro sportivo Onesti all’Acquacetosa.

La squadra era formata da David Lucertoni, Davide Campana (vice-allenatore del Camerano e storico capitano della Dorica Ancona), Saverio Russo, Mauro Pigliapoco, Lorenzo Silvi detto Cinghiale, Francesco Nocelli, Jody Giulioni, Lorenzo Bravi, Diego Amidei, Giacomo Pelagagge, Marco Silvi e Marco Elmi. Ad inizio stagione in quella squadra c’era anche un giovanissimo Michele Vittori, oggi sindaco di Cingoli, che però ha smesso di giocare a metà anno, attirato dalle sirene calcistiche.

Ad accompagnare i ragazzi cingolani, sponsorizzati dallo storico Maglificio Pamira di patron Agostino Cipolloni, il presidente di allora dott. Pietro Pettinari e lo storico segretario Mirco Mazzieri.

Nella fase interregionale, Cingoli aveva pareggiato contro Città Sant’Angelo e vinto contro Cellini Padova e Genertel Trieste allo storico PalaChiarbola della squadra più titolata d’Italia: 7 punti e pass per la Finale romana a 6. I cingolani sono stati inseriti nel girone A, con Cologne e Modena, mentre il girone B era composto da Bolzano, Fasano e Città Sant’Angelo. «Era un girone di ferro – spiega Mirco Mazzieri – e le prime dei due raggruppamenti volavano in finale».

Cingoli parte dunque sfavorita sulla carta. Il campo, però, spesso si diverte a rovesciare le certezze. Al debutto contro Cologne i cingolani vincono 22-29, quindi battono Modena 23-21. La bomba è esplosa, la Polisportiva è in finale. Nell’altro girone, Bolzano, Fasano e Città Sant’Angelo finiscono appaiate, con gli alto-atesini qualificati per via della differenza reti migliore.

La finale è Bolzano-Cingoli, si, proprio quel Bolzano che in questi anni sta dominando la scena della pallamano italiana con 5 scudetti nelle ultime 9 stagioni. Quei ragazzi terribili cingolani, però, non hanno pietà e stracciano i sud-tirolesi per 24-38. La Polisportiva è campione d’Italia per la terza volta in 8 anni, il primo e tuttora successo in ambito maschile, con il titolo U18 2007-2008 sfuggito solamente in Finale. Gli anni Novanta si chiudono in bellezza. 

Di quei protagonisti, Lorenzo Silvi è stato a lungo in rosa nella prima squadra cingolana, con “Cinghiale” protagonista anche della prima promozione dalla Serie A2 alla Serie A nella stagione 2010-2011. Davide Campana ha vestito la fascia di capitano della Dorica Ancona in Sere A d’élite negli anni Duemila, prima di tornare a Cingoli e prestare la sua esperienza nella storica annata 2017-2018, con la qualificazione in A per il 2018-2019, le Final Eight Coppa Italia e i play-off scudetto.

Chi si è allontanato dalla società per motivi personali è stato il mister Alessandro Bordoni, ma che in esclusiva siamo riusciti a intervistare, dopo tantissimi anni di silenzio. «Sono state – ci ha raccontato – emozioni fortissime, a coronamento di una stagione trionfale. Ringrazio tuttora gli atleti e la società dell’epoca che ci hanno permesso di arrivare alle finali di Roma e di vincere il titolo. Ho nostalgia di quei momenti vissuti con i ragazzi, che si sono dimostrati giocatori con gli attributi». In questo momento d’emergenza Alessandro, storico titolare dell’Alimentari Coal di Borgo Paolo Danti insieme alla moglie Antonella, chiuso da qualche anno, e ora del negozio “Frutta e Verdura Foriporta da Sandro”, è attivo anche per portare la frutta e verdura a domicilio.

Torneremo sicuramente a parlare dei momenti di storia della Polisportiva Cingoli. Restate connessi!

Si ringraziano Aurelia Ottaviani, Mirco Mazzieri, Albano Cocilova, Giorgia ed Alessandro Bordoni

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 




PALLAMANO / Cingoli straripante, 33-22 al 2 Agosto Bologna

Cingoli 2 agosto bologna pallamano

La squadra di Nocelli si porta sul 10-1 nei primi 20 minuti, grazie ai grandi interventi del portiere Anzaldo. 7 reti per Ivan Antic.

CINGOLI, 2 febbraio 2020 – La Santarelli Cingoli batte nettamente il 2 Agosto Bologna e continua la sua fuga nel girone B di Serie A2 Maschile di pallamano. I ragazzi di Nando Nocelli hanno battuto 33-22 la formazione felsinea in una partita a senso unico nella 19^ giornata di campionato.

La vittoria dei cingolani è costruita soprattutto nel primo tempo. La Santarelli, infatti, inizia la gara con un sonoro 5-0 firmato Antic, Strappini, Nocelli, Bincoletto e Mangoni, con un Javier Carlos Anzaldo in gran forma, autore di almeno 5 interventi fenomenali sui tentativi degli avversari. La prima rete bolognese arriva al 6’ con Zoboli.

Anzaldo pallamano cingoli

Javier Carlos Anzaldo (Santarelli Cingoli)

Anzaldo continua a murare la porta, così Cingoli si porta rapidamente sul 10-1 grazie alle reti di Bincoletto, Rotaru ed Antic, con un 7 metri sbagliato da parte di Garroni. A partire dal 21’, Argentin e Zoboli strappano il -6 (10-4). I locali continuano a spingere e ristabiliscono il +10 con Strappini, Bincoletto e Garroni per il 14-4. Cattabriga e Vanoli ristabiliscono il -8 (14-6). Il primo tempo finisce 16-7 in favore della Santarelli.

Nella ripresa Cingoli gestisce le forze e Nando Nocelli dà spazio ad alcuni giovani del roster. La partita scorre con un botta e risposta continuo fino al 27-17, quando il 2 Agosto mette a segno un break di 0-4 con Tedros, Mula, Minelli ed ancora Mula per il 27-21, grazie anche ad alcune parate di Severino. Anzaldo evita il -5 degli ospiti parando un 7 metri a Bogdan e la successiva respinta del giocatore bolognese.

In questo frangente, Tedros viene espulso per somma di sospensioni. Allora la Santarelli riprende in mano le operazioni tornando sul +8 con Rotaru e Garroni (29-21). Vanoli segna l’ultima rete ospite, Cingoli chiude la partita sul 33-22 con i gol di Garroni e Mangoni, con altri tre interventi decisivi di Anzaldo.

La Santarelli vince contro il 2 Agosto Bologna e mantiene 4 punti di vantaggio sulle duo di inseguitrici Bologna United-Secchia Rubiera, con una partita in meno. I ragazzi di Nocelli hanno chiuso la pratica nei primi 20 minuti, gestendo le forze nel secondo tempo e non andando mai sotto le sei reti di vantaggio. Insufficiente il primo tempo della squadra di Melis, che ha reso vano il tentativo di rimonta della ripresa. Il top scorer della gara è Ivan Antic con 7 reti, seguito a 5 dal trio Bincoletto-Mangoni-Strappini. Tra i migliori occorre citare Javier Carlos Anzaldo, autore di almeno 10 parate fondamentali e imbattuto per 20 minuti.

Nella prossima giornata, Cingoli affronterà in trasferta i cugini del Chiaravalle, attualmente penultimi con 2 punti.

Santarelli Cingoli 33-22 Pallamano 2 Agosto Bologna (16-7)
Santarelli Cingoli: Anzaldo, Gentilozzi, Antic 7, Bincoletto 5, Camperio, Chiaraberta, Ciattaglia, Di Caro, Garroni 3, Latini, Mangoni 5, Nocelli L. 4, Rossetti, Rotaru 4, Strappini 5, Tobaldi. All. Nocelli N.
2 Agosto Bologna: Mandelli, Severino, Argentin 3, Bedosti, Bogdan, Cattabriga 3, Minelli 2, Mula 2, Panetti 2, Tedros 4, Vanoli 3, Zoboli 3. All. Melis
Arbitri: Marcelli – Ramoul

Foto di Doriano Picirchiani 

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / Il derby Chiaravalle-Cingoli chiude la Regular Season

Pallamano chiaravalle cingoli

In A2 Maschile, Cingoli sfida in casa il 2 Agosto Bologna, mentre il Chiaravalle sarà impegnato in trasferta contro l’Ambra

VALLESINA, 31 gennaio 2020 – E’ tempo di derby nei gironi della pallamano nostrana.

In ambito femminile, infatti, Chiaravalle ospiterà Cingoli per l’ultima giornata del girone regolare prima della fase ad orologio. Per i maschi, la Santarelli Cingolli sfiderà in casa l’ostico 2 Agosto Bologna, mentre il Chiaravalle sarà di scena in Toscana contro l’Ambra.

Qui Cingoli

Arriva a Cingoli il 2 Agosto Bologna, e la Santarelli deve assolutamente vincere per continuare ad aumentare il gap sulle inseguitrici. I ragazzi di Nando Nocelli domani, sabato 1 febbraio, alle 18 al PalaQuaresima sfidano la squadra felsinea, unica capace nel girone di andata di fermare i cingolani sul pareggio (22-22).

Il roster di coach Melis è attualmente sesto in classifica con 22 punti. I bolognesi vengono dal pareggio contro il Modula Casalgrande. «La partita – spiega il centrale Tomas Camperio – sicuramente sarà una delle partite più difficili dell’anno. Infatti la compagine felsinea è stata insieme al Verdeazzurro l’unica squadra in grado di fermarci sul pareggio in trasferta. Il 2 Agosto ha sicuramente un organico molto valido, su cui spiccano il terzino sinistro Argentin, ex Bologna United lo scorso anno in Serie A1, l’ala destra Zoboli e il terzino sinistro argentino Vanoli. Dovremmo dare il massimo per portare a casa il risultato ma sono molto positivo, perché la squadra, nonostante il pareggio della settimana scorsa dovuto a diversi fattori, sta bene ed è in fiducia».
La Santarelli Cingoli capolista viene dal pareggio esterno contro la Verdeazzurro Sassari, che ha consentito a Strappini e compagni di portarsi a +4 dalle inseguitrici, con una partita in meno. «Stiamo preparando bene – spiega mister Nando Nocelli – la sfida contro il 2 Agosto. La settimana di allenamento è stata discretamente positiva: stiamo pian piano recuperando Rotaru che ha avuto un problema al ginocchio, devono ritrovare la forma migliore i ragazzi che la settimana scorsa erano malati. Comunque sono sicuro che la squadra sarà pronta per affrontare questa importante partita”».

La squadra di Serie A2 femminile affronta in trasferta il Chiaravalle, per il derby che chiude la regular season. «Non dobbiamo – ha detto il terzino Sofia Cipollonisottovalutare le avversarie, ci stiamo preparando al meglio per arrivare in perfetta forma alla partita. La stagione sta andando molto bene, visti anche i risultati, ma la cosa fondamentale ora è quella di mantenere la concentrazione alta e lavorare per mantenere la forma fisica in vista del girone ad orologio. Lì avremo il vantaggio di giocare in casa con le nostre dirette avversarie per la qualificazione alla Final Eight».

Cingoli è sempre prima, con un +4 di vantaggio dalle inseguitrici. «Non ci sarà – ha dichiarato mister Nicolas Analla – Chiara Bartolucci, ma si aggregherà a noi Francesca Piattella. Siamo preoccupati per le condizioni di Sofia Cipolloni. Anche se giochiamo con l’ultima in classifica non è una squadra da sottovalutare, perché all’andata ci ha messo in difficoltà». Ieri Sara Bartolucci si è operata con successo al ginocchio e al menisco, lesionati un paio di mesi fa. Ora per lei inizierà un lungo percorso di riabilitazione.

La squadra di Serie B ha perso 25-26 contro il forte Chieti ed è scivolato nelle retrovie. I ragazzi di Analla hanno comunque dimostrato di saper vendere cara la pelle a chiunque. Ora il campionato osserverà una settimana di riposo, per poi riprendere lil 9 febbraio con la sfida casalinga contro il NHC Teramo.

Qui Chiaravalle

Sabato 1 febbraio scenderanno di nuovo in campo entrambe le squadre di A2 della ASD Pallamano Chiaravalle: alle ore 18:00 la maschile si giocherà un altro pezzo di salvezza in Toscana contro l’Ambra, mentre alle 21:00 la femminile gioca in casa il derby contro la capolista Cingoli.

Smaltita la rabbia per la sconfitta di domenica scorsa, la squadra di Cocilova (che sconterà l’ultima giornata di squalifica) si ritrova a giocare per fare punti preziosi a Poggio a Caiano (PO) contro l’Ambra, compagine che attualmente risiede al sesto posto in classifica del girone B di A2. All’andata finì 28-34 in favore dei toscani ma le ultime uscite di campionato hanno dimostrato che Chiaravalle sa essere all’altezza della situazione quando vuole.

Le ragazze della A2 femminile, che giocano in casa alle ore 21:00, invece troveranno un osso molto duro nel Cingoli, squadra capolista del girone C con all’attivo 11 vittorie, un pareggio ed una sconfitta. Ciononostante il derby è sempre un derby e le ragazze di coach Fradi vorranno sicuramente provare a rovinare la festa alle corregionali in questa settima ed ultima giornata del girone di ritorno di A2 femminile.

Programma e Classifiche

Serie A2 Maschile girone B
19^ giornata
Camerano – Verdeazzurro
Fiorentina – Tavarnelle
Ambra – Chiaravalle
Secchia Rubiera – Poggibonsese
Santarelli Cingoli – 2 Agosto Bologna
Romagna – Parma
Bologna United – Modula Casalgrande
Riposa: Nuoro

Classifica: Santarelli Cingoli 30*, Secchia Rubiera 26, Parma 26, Bologna United 26, Verdeazzurro 23, Ambra 21, 2 Agosto Bologna 21, Romagna 19, Camerano 17*, Tavarnelle 15, Fiorentina 12, Modula Casalgrande 8*, Poggibonsese 6, Chiaravalle 2, Nuoro -1
Legenda: * una partita in meno per ogni asterisco, Nuoro 1 punto di penalizzazione

Serie A2 Femminile Girone C
14^ giornata
Euromed Mugello – Nuova Teramo
Chiaravalle – Cingoli
Flavioni – Tushe Prato
Ariosto Ferrara – Marconi Jumpers

Classifica: Cingoli 23, Tushe Prato 19, Flavioni Civitavecchia 19, Marconi Jumpers 14, Nuova Teramo 12, Ariosto Ferrara 7, Euromed Mugello 5*, Chiaravalle 2
Legenda: * Euromed Mugello 3 punti di penalizzazione

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO MASCHILE / Cingoli fa 12, battuta la Poggibonsese 26-35

Santarelli Cingoli Poggibonsese

I ragazzi di Nando Nocelli vincono in Toscana e controllano il primato del girone B di Serie A2. Sugli scudi Antic e Strappini (6 reti)

CINGOLI, 12 gennaio 2020Inizia con il piede giusto il 2020 della Santarelli Cingoli, nel girone B di Serie A2 Maschile di pallamano. I ragazzi di Nando Nocelli tornano dalla Toscana con un netto successo per 26-35 contro la Poggibonsese, trovando la dodicesima vittoria consecutiva.

La squadra ospite parte subito molto attiva e dinamica, puntando sull’asse Lorenzo Nocelli-Bincoletto. Nonostante il vantaggio locale di Muffini, Bincoletto, Antic e Rotaru (schierato nonostante un fastidio al ginocchio) portano Cingoli sull’1-3. La Poggibonsese torna a -1 grazie a Bacciottini, parziale sul 3-4. A questo punto la Santarelli piazza un break di 0-5 firmato Garroni, doppio Strappini, Bincoletto e Mangoni, volando sul 3-9. I locali tornano a -5 con Bozzi, Mangoni e Strappini portano i cingolani sul +7 (6-13). La partita viene animata dalle numerose sospensioni inflitte ai cingolani, che comunque mantengono sempre una certa distanza di sicurezza dagli avversari. Si viaggia sempre sul botta e risposta, con Antic a fissare due volte il +8 (8-16, 9-17). La Poggibonsese recupera tre reti sul 12-17 grazie a Riccardi, Magnani e Frank. Chiaraberta sul gong chiude il primo tempo sul 12-18.

Nella ripresa, la Santarelli mette il risultato in cassaforte nei primi cinque minuti, quindi mister Nando Nocelli fa ruotare tutti gli effettivi a disposizione. Dopo un’iniziale fase di equilibrio sul 14-20, Cingoli prende il volo con super break di 0-5 grazie alle reti di Lorenzo Nocelli (2), Mangoni, Garroni e Antic, parziale sul 14-25. Riccardi accorcia, ma il baby Rossetti alla prima rete in campionato e capitan Strappini allungano sul 15-27. La Poggibonsese non molla con Bozzi e Franzk, ristabilendo il -10 (17-27). Gli ospiti controllano le dieci reti di vantaggio fino alla fine: i locali non vanno oltre il -8 (24-32), Cingoli passa poi a +10 con Ciattaglia e Camperio; sul finale Riccardi chiude le ostilità sul 26-35.

La Santarelli Cingoli vince contro la Poggibonsese e porta a dodici il numero di vittorie consecutive. Il risultato della sfida non è stato mai in discussione, contro un avversario in lotta per non retrocedere. Si dividono la palma di Top Scorers ben cinque giocatori, ovvero Bozzi, Frank, Riccardi, Antic e Strappini con 6 reti a testa, seguiti a 5 da Mangoni e a 4 da Garroni e Lorenzo Nocelli. Sono andati a segno anche i giovanissimi Chiaraberta, Ciattaglia e Rossetti, talenti di cui si sentirà molto parlare in futuro.

Cingoli mantiene 5 punti di vantaggio sul Secchia Rubiera, in attesa del posticipo tra Chiaravalle e Bologna United. Nel prossimo turno, la Santarelli riposerà, per poi tornare a giocare il 25 gennaio in trasferta contro il Verdeazzurro Sassari.

Poggibonsese 26-35 Santarelli Cingoli (12-18)
Poggibonsese: Bacci 1, Bacciottini 1, Bozzi 6, Brizzi, Cumbo, Del Mastio 1, Federici Araujo, Frank 6, Gangi, Lenzi, Magnani, Muffini 1, Riccardi 6, Rotunno, Senesi, Sulejmani 2. All. Malatino
Santarelli Cingoli: Anzaldo, Gentilozzi, Antic 6, Bincoletto 3, Camperio 1, Chiaraberta 1, Ciattaglia 2, Di Caro, Garroni 4, Latini, Mangoni 5, Nocelli L. 4, Rossetti 2, Rotaru 1, Strappini 6. All. Nocelli N.
Arbitri: Paone – Cambi

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO MASCHILE / Inizia il girone di ritorno per Cingoli e Chiaravalle

La capolista Santarelli Cingoli sfida in trasferta la Poggibonsese, mentre il Chiaravalle ospita l’ostico Bologna United a caccia di punti salvezza.

VALLESINA, 10 gennaio 2020 – Torna la pallamano maschile della Vallesina con la prima giornata di ritorno del campionato di Serie A2 maschile girone B. La Santarelli Cingoli sfiderà in trasferta la Poggibonsese, mentre il Chiaravalle ospita in casa il Bologna United.

Qui Cingoli

La Santarelli Cingoli vuole iniziare l’anno come l’aveva concluso, con una vittoria. La capolista del girone B di Serie A2 giocherà sul campo della Poggibonsese, nella sfida di sabato 11 gennaio alle ore 21. I toscani sono attualmente tredicesimi con 6 punti, a +4 dal Chiaravalle penultimo. Nella scorsa giornata i giallorossi hanno trovato una bella vittoria contro il Parma in casa per 26-23, che deve essere un campanello d’allarme per i cingolani a non sottovalutare la forza dell’avversaria. Al PalaQuaresima, Cingoli vinse per 30-20 contro la Poggibonsese nella gara di andata.

I ragazzi di Nando Nocelli vogliono mantenere i 5 punti di vantaggio sulle inseguitrici Secchia Rubiera e Bologna United. Non sarà della partita il solo Alexandru Rotaru, fermo in infermeria a causa di un’infezione al tendine rotuleo. Gli altri giocatori del roster sono a disposizione, determinati a continuare la striscia di 11 vittorie di fila e a mantenere lo 0 nella casella delle partite perse.

La squadra di Serie B di Nico Analla osserverà un turno di riposo, mentre le ragazze dell’A2 femminile riprenderanno la settimana prossima, con la trasferta in casa dell’Euromed Mugello.

Qui Chiaravalle

Dopo la pausa natalizia la ASD Pallamano Chiaravalle ritorna in campo: domenica 12 gennaio alle ore 18:00 davanti al pubblico di casa andrà in scena la prima giornata del girone di ritorno di A2 maschile contro il Bologna United.

Il match, che all’andata finì 27-15 per i felsinei, si preannuncia molto difficile per la banda Cocilova che nei prossimi mesi dovrà lottare punto su punto per l’agognata salvezza. «Lo stop natalizio non ci ha fatto bene, ma questo credo valga per tutte le squadre – dice il Presidente Maltoni – speriamo di rientrare subito con il focus giusto per poter disputare una bella gara. Sul finale del girone di andata abbiamo perso punti importanti e adesso dobbiamo rimetterci in carreggiata».

Il Bologna United è attualmente secondo in classifica a 22 punti, in rincorsa al Cingoli capolista con 27. Entrambe le squadre puntano a ritornare subito in A1. Chiaravalle invece lotta per la salvezza contro Nuoro, Poggibonsese e Modula Casalgrande.

16^ giornata – 11-12 dicembre
Romagna – OJ Solution Nuoro
Verdeazzurro – 2 Agosto Bologna
Ambra – Camerano
Secchia Rubiera – Fiorentina
Parma – Tavarnelle
Poggibonsese – Santarelli Cingoli
Chiaravalle – Bologna United (12 dicembre)
Riposa: Modula Casalgrande

Classifica: Santarelli Cingoli 27, Secchia Rubiera 22, Bologna 22, Parma 20, Verdeazzurro 20, 2 Agosto Bologna 18, Ambra 17, Camerano 15, Romagna 13, Tavarnelle 11, Fiorentina 10, Modula Casalgrande 7, Poggibonsese 6, Chiaravalle 2, OJ Solution Nuoro -1
Legenda – OJ Solution Nuoro: un punto di penalizzazione

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / CINGOLI INARRESTABILE, 35-24 ALL’AMBRA

Santarelli Cingoli pallamano

Cingoli batte i toscani e rafforza il primato nel girone B di Serie A2 Maschile, rimanendo a +5 dalle inseguitrici Bologna e Secchia Rubiera.

CINGOLI, 22 dicembre 2019 – La Santarelli Cingoli chiude l’anno in bellezza davanti al proprio pubblico del PalaQuaresima. I ragazzi di Nando Nocelli hanno nettamente battuto l’Ambra per 35-24, rafforzando il primo posto nella quindicesima giornata del girone B di Serie A2 Maschile.

La partita è a senso unico già dalle prime battute. Sebbene gli ospiti passino in vantaggio con Volpi e Chiaramonti, la squadra di casa piazza un break terribile di 7-0 con le reti di Mangoni, Strappini, Nocelli e Bincoletto. I toscani colpiscono un palo con Liccese, tuttavia Gentilozzi salva più volte lo specchio della porta dai tentativi avversari. Cingoli scappa a +6 con Antic e Mangoni per il 9-3. Volpi riporta l’Ambra a -5 (10-5).

Sul 12-7, la Santarelli piazza un 3-0 firmato Nocelli, Ciattaglia e Mangoni per il 15-7. Volpi e Biagiotti segnano le reti del -6 (16-10), con Trinci e Gentilozzi a parare i 7 metri di Rotaru e Maraldi. Antic e Bincoletto ristabiliscono il +8, ma un bellissimo sottomano di Volpi chiude il primo tempo sul 18-11.

Nella ripresa, la musica non cambia. Gentilozzi in avvio compie una doppia parata su Chiaramonte e Maraldi, Strappini ne approfitta per segnare il 19-11. Morini e Chiaramonti fanno tornare l’Ambra sul -6 (19-13). Sul 21-15, la Santarelli passa a +8 grazie a Bincoletto e Jaziri (23-15). Con un altro break di 3-0 firmato Nocelli, Strappini e Bincoletto la squadra di casa vola sul 26-16. Gli ospiti rispondono con un contro 0-3 di Volpi, Biagiotti e Chiaramonti, portando il parziale sul 26-19 grazie anche a due belle parate di Trinci. Volpi colpisce l’incrocio, Rotaru imbatte nel palo. Cingoli si riporta a +9 con Rotaru e Garroni per il 28-19. Il vantaggio arriverà fino al +11 di Nocelli e Garroni (31-21), grazie anche agli interventi decisivi di Gentilozzi. Randis, Maraldi e Chiaramonti rendono meno amaro il parziale finale di 35-24.

La Santarelli Cingoli chiude il 2019 nel migliore dei modi, con l’ottava vittoria su otto partite al PalaQuaresima. La squadra di Nando Nocelli è la mattatrice assoluta del girone B di Serie A2 maschile, al primo posto con 27 punti, frutto di 13 vittorie ed un pareggio, rimanendo a +5 da Secchia Rubiera e Bologna. Ci si aspettava di più dal roster toscano, il quale, nonostante un inizio incoraggiante, è crollato sotto i colpi di Strappini e compagni. Top scorer della gara Volpi con 8 reti, seguito a 7 da Bincoletto e a 6 da Lorenzo Nocelli. Al ritorno dalle vacanze natalizie l’11 gennaio, la Santarelli sfiderà in trasferta la Poggibonsese.

Santarelli Cingoli 35-24 Ambra (18-11)
Santarelli Cingoli: Gentilozzi, Anzaldo, Antic 4, Bincoletto 7, Camperio, Chiaraberta, Ciattaglia 1, Di Caro, Garroni 2, Jaziri 1, Latini, Mangoni 5, Nocelli L. 6 , Rotaru 4, Strappini 5, Tobaldi. All. Nocelli N.
Ambra: Trinci, Allodi, Ballerini, Biagiotti 3, Chiaramonti 5, Ciabatti 1, Ciacci, Grassi, Liccese, Maraldi 4, Mocelin, Morini 1, Pozzi, Randis 2, Volpi 8. All. Cavicchiolo
Arbitri: Marcelli – Ramoul

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / CINGOLI CONTRO L’AMBRA PER CONFERMARSI, PARTITA SALVEZZA PER CHIARAVALLE

Santarelli cingoli pallamano

La capolista Cingoli sfida i toscani in casa per mantenere i 5 punti di vantaggio, mentre Chiaravalle a Casalgrande può raccogliere un risultato salvezza

VALLESINA, 20 dicembre 2019 – Nell’ultimo weekend prima della pausa campionato, le squadre nostrane di pallamano cercano punti pesanti. La Santarelli Cingoli ospita l’Ambra per mantenere 5 lunghezza di distacco dalle inseguitrici, mentre Chiaravalle si gioca una bella fetta di salvezza in trasferta contro il Casalgrande.

Qui Cingoli

La Santarelli Cingoli vuole chiudere l’anno e il girone d’andata in bellezza. I ragazzi di Nando Nocelli, già campioni d’inverno del girone B di Serie A2 maschile, sfidano l’Ambra a conclusione del 2019, per la partita in programma sabato 21 dicembre alle ore 18 al PalaQuaresima.

La squadra toscana aveva iniziato bene la stagione, ma nelle ultime giornate ha avuto un vistoso calo che l’ha fatta scivolare a metà classifica. Tra i migliori giocatori del roster di coach Cavicchiolo ci sono il terzino della nazionale Volpi ed il centrale Maraldi. Le squadre si sono affrontate per l’ultima volta il 27 febbraio 2016, con la vittoria dell’Ambra a Poggio a Caiano per 30-22.

Coach Nocelli ha a disposizione tutti gli effettivi ad eccezione del giovane Lorenzo Chiaraberta. Questa è l’ultima partita prima della pausa invernale. La squadra femminile di Serie A2 e la formazione di Serie B hanno già cominciato le vacanze natalizie.

Qui Chiaravalle

Sabato 21 dicembre alle ore 18.30 al Palakeope di Casalgrande (RE) va in scena la quindicesima ed ultima giornata del girone di andata della serie A2 maschile, la ASD Pallamano Chiaravalle affronta in trasferta il Modula Casalgrande in un match fondamentale per la lotta alla salvezza.

Finora questo campionato di A2 è stato avaro di soddisfazioni per i chiaravallesi (una sola vittoria, contro Nuoro, e tante buone prestazioni) che, seppur in costante crescita, siedono attualmente al penultimo posto del girone B con soli due punti. Poco sopra della squadra di Cocilova, a cinque punti, si trovano gli emiliani del Casalgrande che arrivano a questo giro di boa con due vittorie su Nuoro e Poggibonsi ed un pareggio contro l’Ambra, squadra attualmente quarta in classifica.

La vittoria porterebbe Chiaravalle a chiudere il girone di andata a quota quattro punti, agganciare il Poggibonsi e mantenere vivo il sogno salvezza tanto voluto da società e tifosi. «Bisogna crederci adesso per iniziare il 2020 nel migliore dei modi» ha commentato il Presidente della Pallamano Chiaravalle Gianluca Maltoni.

Programma e Classifica

15^ giornata
Verdeazzurro – Nuoro
Fiorentina – Bologna United
Santarelli Cingoli – Ambra
Modula Casalgrande – Chiaravalle
2 Agosto Bologna – Secchia Rubiera
Poggibonsese – Parma
Camerano – Romagna
Riposa: Tavarnelle

Classifica: Santarelli Cingoli 25, Secchia Rubiera 20, Parma 20, Bologna United 20, 2 Agosto Bologna 18, Verdeazzurro 18, Ambra 17, Camerano 14, Romagna 12, Tavarnelle 11*, Fiorentina 10, Modula Casalgrande 5, Poggibonsese 4, Chiaravalle 2, Nuoro -1°
Legenda – * una partita in più per ogni asterisco, ° un punto di penalizzazione

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / CINGOLI INGRANA LA QUINTA E PASSA IN TESTA, 24-35 IN CASA DEL MODULA CASALGRANDE

Pallamano maschile cingoli

Nonostante qualche disattenzione di troppo, i ragazzi di Nocelli ottengono la quinta vittoria consecutiva e balzano in vetta. Scatenato Antic con 9 reti

CINGOLI, 10 novembre 2019 – La Santarelli Cingoli vince anche a Casalgrande e balza in testa al campionato di Serie A2 girone B di pallamano. I ragazzi di Nocelli hanno battuto il Modula per 24-35, al termine di una gara complicata dal punto di vista fisico.

I cingolani partono subito bene, con le reti di Nocelli e Mangoni. I locali non ci stanno e ribaltano il parziale sul 3-2 grazie a Seghizzi, Aldini e Lamberti. Rotaru pareggia, Lamberti ribadisce il +1 (4-3). A questo punto la Santarelli realizza un break di 0-6 firmato Antic, tre volte Strappini, Mangoni e Nocelli, portando la sfida sul 4-9. Casalgrande si rifà sotto Enrico Giubbini e Nezzelli, però gli ospiti tornano a +5 grazie alle reti di Nocelli e Garroni (6-11). Le due squadre inscenano un botta e risposta continuo, così il primo tempo finisce 12-16.

Nella ripresa è sempre Cingoli a guidare il parziale, riuscendo a prendere anche il largo. Le quattro reti di differenza resistono fino al 16-20, quando la Santarelli piazza uno 0-4 con due reti di Antic, Mangoni e Strappini per il 16-24. Il vantaggio degli ospiti arriva sul +8 grazie a Filippo Mangoni (20-28). I locali provano ad accorciare, ma nel finale subiscono uno 0-3 con Antic e Ciattaglia e uno 0-2 di Lorenzo Chiaraberta, che chiude definitivamente la sfida sul 24-35.

La Santarelli Cingoli vince sul Modula Casalgrande e balza in testa al girone insieme all’Ambra, grazie al turno di riposo del Secchia Rubiera. I ragazzi di Nocelli, seppur vincenti, sono stati un po’ superficiali ed imprecisi in difesa ed in attacco. Sono disattenzioni da evitare, anche in vista delle prossime partite, ma l’importante è aver continuato il periodo positivo di cinque vittorie consecutive. I cingolani, inoltre, sono ancora gli unici imbattuti del girone. Top scorer della gara uno scatenato Ivan Antic con 9 reti, seguito a 5 da Mangoni, Nocelli, Strappini, Seghizzi ed Enrico Giubbini. Nella prossima giornata, la Santarelli sfiderà la Fiorentina in trasferta.

Modula Casalgrande 24-35 Santarelli Cingoli (12-16)
Modula Casalgrande: Aldini 1, Cocchi, Dimitric, Ferraguti, Galopin, Giubbini E. 5, Giubbini M. 1, Id Ammou, Lamberti 4, Lenzotti 1, Prandi, Ricciardo, Scalabrini 2, Seghizzi 5, Nezzelli 2. All. Scorziello
Santarelli Cingoli: Gentilozzi, Anzaldo, Antic 9, Bincoletto, Camperio, Chiaraberta 2, Ciattaglia 1, Di Caro, Garroni 5, Jaziri, Latini, Mangoni 5, Nocelli 5, Rotaru 3, Strappini 5. All. Nocelli
Arbitri: Montanari – Ferretti

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / CINGOLI REGINA DELLE MARCHE, 26-17 AL CAMERANO

Pallamano Santarelli cingoli

Terza vittoria consecutiva per la squadra di Nocelli al termine di una partita dominata, soprattuto nel secondo tempo. La vetta dista solo un punto.

CINGOLI, 20 ottobre 2019 – La Santarelli Cingoli domina il derby e vince 26-17 contro il Camerano. I ragazzi di Nocelli, al terzo successo consecutivo, si avvicinano alla vetta del girone B di Serie A2 Maschile di pallamano, distante solamente un punto.

Gli ospiti iniziano meglio, motivati dai numerosi tifosi presenti al PalaQuaresima. Covali firma il vantaggio, Nocelli pareggia i conti ma Badialetti ristabilisce l’1-2, dopo la parata di Sanchez su Garroni. Mangoni e Antic ribaltano il parziale, 3-2. Anzaldo neutralizza i tentativi di Covali e Gardi, dall’altra parte Sanchez è attento su Rotaru e Latini. Mangoni segna il 4-2, Camerano riagguanta il pareggio con Recanatini e Badialetti. Sanchez miracoleggia su Mangoni e Nocelli, ma non può nulla sul break di 2-0 della Santarelli, firmato Garroni e Mangoni (6-4).

Il portiere urugaugio fa ancora gli straordinari su Garroni, ne approfitta Grilli per il 6-5. Rotaru dà il via ad un break di 4-0, con le altre reti di Antic, Nocelli e Mangoni, Cingoli vola sul 10-5, con Sanchez che evita un passivo peggiore parando altri due tentativi di Antic e Mangoni. Covali fa 10-6, Sanchez para su Rotaru e neutralizza un 7 metri di Nocelli, così D’Agostino infila il 10-7. Grilli risponde a Rotaru, 11-8. Rotaru segna ancora il +4, Recanatini ristabilisce il 12-9. Dopo il gol di Mangoni, i portieri sfoderano le loro abilità, con le parate di Anzaldo su Covali e D’Agostino e l’intervento di Sanchez su Strappini. Gianmarco Marinelli imbatte su palo, dall’altra parte Antic colpisce il legno su tiro dai 7 metri. Lorenzo Nocelli timbra il +5, dall’altra parte risponde Selmani per il 14-10 che chiude la prima frazione. Nelle fasi finali, ancora portieri decisivi, con alcuni interventi di Anzaldo e la parata di Sanchez su Nocelli.

Il secondo tempo vede un predominio assoluto della Santarelli Cingoli. I padroni di casa iniziano con uno spettacolare break di 5-0 con le reti di Antic, Rotaru, Mangoni, Garroni ed ancora Garroni, risultato sul 19-10. Sanchez rende meno pesante il passivo parando su Antic e Mangoni, mentre Anzaldo neutralizza un 7 metri a Grilli e para i tentativi di Covali e Recanatini. Camerano si fa vedere con Covali e Boccolini, che accorciano fino al 19-12. Tra i due gol, gli estremi difensori continuano a salvare la porta, con gli interventi di Sanchez su Mangoni e Rotaru e quelli di Anzaldo su Marinelli e Recanati. Cingoli torna a +9 con Rotaru e Antic (21-12). Grilli colpisce il palo, dall’altra parte Osimani neutralizza su Garroni. Boccolini fallisce un 7 metri tirandolo a lato, però non sbaglia Gianmarco Marinelli per il 21-13.

Rotaru e Ciattaglia portano la Santarelli al massimo vantaggio di +10 (23-13), assistiti anche da Anzaldo, che para su D’Agostino e sul 7 metri di Scandali. Strappini risponde a Tommaso Marinelli, 24-14. D’Agostino colpisce il palo, Gardi si fa parare da Anzaldo ma Scandali ristabilisce i 9 punti di distacco. Grilli riesce a segnare il 24-16, ma Anzaldo mura la porta sui tentativi di D’Agostino. C’è spazio anche per Albanesi, a causa della sospensione per due minuti al 58’ del portiere titolare. Il giovane cingolano para un 7 metri allo specialista Grilli. Le ultime reti cingolane sono di Di Caro e Latini, intervallate dalla rete ospite di Gardi.

La Santarelli Cingoli vince 26-17 contro il Camerano e ottiene la terza vittoria consecutiva. I ragazzi di Nocelli, dopo un’inizio di partita contratto, hanno dominato il match, decidendolo nelle prime fasi del secondo tempo. Top scorer della gara il capocannoniere cingolano Filippo Mangoni con 7 reti, seguito a 6 da Alexandru Rotaru e a 3 da Antic, Nocelli, Covali e Grilli.

La classifica vede i cingolani, ancora imbattuti, al terzo posto con 11 punti, a -1 dalle capoliste Bologna United e Secchia Rubiera, che però hanno giocato una partita in più. Ora ci sarà la pausa per le gare delle varie selezioni nazionali. Il campionato tornerà sabato 2 novembre, quando la Santarelli Cingoli ospiterà in casa il Tavarnelle.

Santarelli Cingoli 26-17 Camerano (14-10)
Santarelli Cingoli: Albanesi, Anzaldo, Antic 3, Bincoletto, Camperio, Ciattaglia 1, Di Caro 1, Garroni 2, Gigli, Jaziri, Latini 1, Mangoni 7, Nocelli 3, Rotaru 6, Strappini 1, Tobaldi. All. Nocelli
Camerano: Sanchez, Osimani, Antonelli, Badialetti 2, Bilo, Boccolini 1, Covali 3, D’Agostino 1, Gardi 1, Giambartolomei, Grilli 3, Marinelli G. 1, Marinelli T. 1, Recanatini 2, Scandali 1, Selmani. All Campana
Arbitri: Passeri – Rinaldi

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO MASCHILE / CINGOLI NON FA SCONTI, 18-28 IN CASA DEL ROMAGNA

Polisportiva Cingoli pallamano maschile

Prosegue la rincorsa verso la vetta dei ragazzi di Nocelli, con una vittoria mai in discussione. Sabato prossimo arriva il derby contro il Camerano.

CINGOLI, 13 ottobre 2019 – La Santarelli Cingoli passa a Faenza e ottiene la seconda vittoria consecutiva. I ragazzi di Nocelli sbrigano la pratica Romagna con un netto 18-28 e restano in scia alla vetta del girone B di Serie A2 maschile di pallamano.

I cingolani partono subito forte, portandosi sullo 0-3 con l’ex Rotaru, Nocelli e Mangoni. Il Romagna torna sotto con due rigori di Amaroli, 2-3. Mazzanti risponde a Bincoletto, 3-4. La Santarelli a questo punto riesce a trovare un break di 0-5 con le reti di Nocelli, Mangoni, Garroni, Bincoletto e Strappini, parziale sul 3-9. Montanari e Babini riportano i romagnoli sul -4 (6-10). Montanari risponde a Strappini, 7-11. Cingoli trova un’altra fuga con due reti di Nocelli per il 7-13. Montanari segna poi la rete che fissa il primo tempo sull’8-13.

Nella ripresa gli ospiti ribadiscono la propria superiorità e raddoppiano le reti di differenza, arrivando anche al +12. Nocelli vale il +7 con altre due reti. Chiarini accorcia, Strappini segna il 9-16. Amaroli sbaglia dai 7 metri, permettendo alla Santarelli di realizzare un altro break di 0-4 firmato Nocelli, Strappini, Mangoni e Garroni, risultato sul 9-20. Babini realizza il -10, ma Cingoli scappa ancora con due reti di Bincoletto ed una di Mangoni per il 10-23. Mazzanti e Gollini accorciano, Garroni ribadisce il +12 (12-24). Romagna torna a -10 grazie a Babini e Gollini (14-24). Mazzanti e Garroni si fronteggiano con due reti a testa, si resta sul 16-26. Cingoli torna a +12 con Mangoni e Chiaraberta, ma le due reti finali di Mazzanti fissano il definitivo 18-28.

La Santarelli vince contro il Romagna e ottiene la seconda vittoria di fila. I ragazzi di Nocelli hanno fatto vedere la loro superiorità ed hanno prevalso nettamente. I top scorer della gara sono Mazzanti e Nicolò Garroni con 7 reti, seguiti a 6 da Lorenzo Nocelli. I cingolani passano al quarto posto in classifica con 9 punti, seguendo, nell’ordine, Ambra (11), Bologna United e Secchia Rubiera (10), anche se hanno una partita in più rispetto alla squadra della Polisportiva. Nella prossima giornata, la Santarelli ospiterà in casa il Camerano per il secondo derby stagionale.

Romagna 18-28 Santarelli Cingoli (8-13)
Romagna: Amaroli 2, Babini 3, Bartoli, Boukhris, Chiarini 1, Di Domenico, Gollini 2, Leotta, Mazzanti 7, Montanari 3, Radaelli, Sami T., Sami G., Tassinari. All. Tassinari
Santarelli Cingoli: Albanesi, Anzaldo, Bincoletto 4, Camperio, Chiaraberta 1, Ciattaglia, Di Caro, Garroni 7, Jaziri, Latini, Mangoni 5, Nocelli 6, Rotaru 1, Strappini 4. All. Nocelli
Arbitri: Amendolagine – Potenza

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO MASCHILE / SOLO UN PUNTO PER CINGOLI, 22-22 IN CASA DEL 2 AGOSTO BOLOGNA

Pallamano 2 agosto cingoli

Finisce in parità la sfida d’alta classifica tra cingolani e felsinei. Rimontati da un vantaggio di 4 reti, un rigore di Nocelli fissa il pareggio finale.

CINGOLI, 29 settembre 2019 – La Santarelli Cingoli torna a casa con un punto dalla trasferta contro la 2 Agosto Bologna. E’ terminata 22-22 la sfida valida per la quarta giornata di Serie A2 maschile, girone B. I ragazzi di Nocelli, in vantaggio di 4 reti, hanno rischiato nel finale di perdere la gara, riuscendo a riprenderla solo in extremis.

Nel primo tempo la Santarelli riesce ad andare in vantaggio e a tenere a bada i padroni di casa. Antic e Rotaru aprono le marcature. Tedros accorcia, Mangoni ribadisce il +2 (1-3). Due volte Tedros pareggia i conti sul 3-3. I cingolani qui realizzano un break di 0-3 firmato Mangoni, Rotaru e Nocelli per il 3-6. Mula fa -2, Garroni realizza il +3 (4-7). Le squadre si rispondono colpo su colpo fino alla fine del primo tempo, che finisce 7-9.

Nella ripresa, la Santarelli può chiudere i conti, ma viene ripresa e rischia addirittura la sconfitta. Sidibe segna l’8-9 in avvio. Rotaru ristabilisce il +2, Mei mette a segno il 9-10. Cingoli arriva a +3 con due gol di Antic per il 9-12. Antic accorcia, ma due reti ancora di Antic valgono il primo +4 (10-14). Mei prova a tenere a galla i felsinei, Rotaru ribadisce le quattro marcature di differenza sul 12-16. A questo punto il 2 Agosto realizza un break di 7-0 con tre reti di Argentin, una di Mei, due di Zoboli e una Tedros, ribaltando la situazione sul 19-16. La Santarelli non molla e realizza il controbreak di 0-3 con doppio Mangoni e Bincoletto, riportando la sfida sul 19-19. Due gol di Zoboli valgono il +2. Mangoni accorcia, Meri ribadisce il 22-20. Nel finale, Rotaru segna il -1 ed Antic viene espulso per somma di due minuti. Nell’ultimo minuto, Cingoli trova il 22-22 sul rigore di Lorenzo Nocelli, che chiude la gara.

La Santarelli Cingoli pareggia in casa del 2 Agosto Bologna e rimane imbattuta. C’è un po’ di rammarico per non aver chiuso la gara sul +4, ma si tratta comunque di un punto d’oro, dato il -2 ad inizio dell’ultimo minuto di gioco. Argentin, Antic Rotaru e Mangoni si dividono la piazza del Top Scorer con 6 reti, seguiti a 5 da Mandelli e Tedros. I ragazzi di mister Nando Nocelli sono quinti in classifica con 5 punti, ad una lunghezza dal quartetto di testa Secchia Rubiera (che gioca oggi), Parma, Bologna United e 2 Agosto Bologna, appaiate a 6 punti. Nella prossima giornata, la Santarelli sfida in casa il Chiaravalle nel primo dei quattro derby stagionali.

2 Agosto Bologna 22-22 Santarelli Cingoli (7-9)
2 Agosto: Argentin 6, Bedosti, Beglo, Bogdan, Cattabriga, De Giuseppe, Folli, Lavelli, Mandelli 5, Mula 1, Panetti, Severino, Tedros 5, Zoboli 4, Sidibe 1. All. Paltrinieri
Santarelli Cingoli: Albanesi, Anzaldo, Antic 6, Bincoletto 1, Chiaraberta, Ciattaglia, Garroni 1, Jaziri, Latini, Mangoni 6, Nocelli 2, Rotaru 6, Strappini. All. Nocelli
Arbitri: Alborino – Farina

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / CINGOLI E CHIARAVALLE, I CAMPIONATI ENTRANO NEL VIVO

Pallamano femminile cingoli chiaravalle

In A2 Maschile, Cingoli sfida in trasferta il 2 Agosto Bologna, mentre Chiaravalle ospita l’Ambra. Al via l’A2 Femminile: Cingoli e Chiaravalle nel girone C

VALLESINA, 27 settembre 2019 – Entra nel vivo la stagione della Polisportiva Cingoli e della Pallamano Chiaravalle.

I cingolani, infatti, sfideranno in trasferta il 2 Agosto Bologna, mentre i chiaravallesi sfideranno in casa l’Ambra, per il girone B di Serie A2 Maschile. Questa settimana, inoltre, inizia il campionato di A2 Femminile: Cingoli a sfida in casa le Marconi Jumpers e il Chiaravalle ospita il Flavioni Civitavecchia.

Qui Cingoli

La Santarelli Cingoli di A2 maschile sarà di scena a Zola Predosa per la sfida contro il 2 Agosto Bologna, in programma domani 28 settembre alle 20. I ragazzi di Nocelli sfidano una delle pretendenti per la promozione, dato che i felsinei hanno iniziato il campionato con un pareggio e due vittorie. I cingolani sono tenuti a confermare le due vittorie casalinghe, ottenute contro la Poggibonsese e il Verdeazzurro Sassari.

Alcuni ragazzi del settore giovanile, inoltre, saranno impegnati ad Ancona per la Youth League, torneo per nazioni di pallamano organizzato dall’amministrazione comunale anconetana, in programma da oggi 27 settembre a domenica 29. I convocati cingolani dalla nazionale Under 17 maschile sono Filippo Di Caro, Riccardo Tobaldi, Davide Ciattaglia, Lorenzo Chiaraberta, Matteo Santamarianova, Lorenzo Pagliari, Lorenzo Rossetti, Matteo Gigli e Matteo Bordoni.

Inizia il campionato per le ragazze di mister Nicolas Analla, per il girone C di Serie A2. La Polisportiva sfiderà domani 28 settembre alle 18 al PalaQuaresima il Marconi Jumpers, squadra di Castelnuovo di Sotto (Reggio Emilia). Nella passata stagione, le emiliane avevano vinto sia in casa che a Cingoli. La Polisportiva, dunque, vuole invertire la tendenza ed iniziare il campionato al meglio.

 

Qui Chiaravalle

La squadra maschile della Pallamano Chiaravalle sfida in casa l’Ambra, per la partita del girone B di Serie A2 in programma domenica 29 settembre alle ore 18. I ragazzi di Cocilova sfidano una delle potenziali concorrenti per la promozione, poiché la squadra di Poggio a Caiano (Prato) ha già conquistato 5 punti, frutto di due vittorie ed un pareggio. Nella passata stagione, inoltre, l’Ambra ha chiuso il campionato al quinto posto, a due posizioni dai play-off per la Serie A1. Il Chiaravalle, ancora a 0 in classifica, sta cercando l’equilibrio tattico e mentale giusto per far andare a pieno regime la squadra.

Prenderà avvio la stagione delle ragazze di Serie A2 femminile di mister Fradi, nel girone C come Cingoli. Le chiaravallesi sfideranno il Flavioni Civitavecchia, nella partita in programma domani sabato 28 settembre alle ore 18 al Palasport di Via Firenze. Le laziali sono appena retrocesse dalla Serie A1 e vogliono partire con il piede giusto per tornare subito nella massima serie. Già nel pre-campionato, le ragazze di coach Fradi sapevano di trovarsi in un girone ostico, ma non si fermeranno di sicuro di fronte al primo di tanti scalini sulla loro strada.

Giacomo Grasselli
giacomo.grasselli@qdmnotizie.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA