Pallamano A Gold / Macagi Cingoli, un italo-argentino come centrale: ecco Matías Pablo Ghiotto

Classe 1997, italo-argentino, viene da una positiva stagione al San Vito Marano, in A Bronze, dove ha segnato 145 gol. “Darò tutto per i compagni perchè Cingoli mi ha aperto le porte. Imparerò molto con coach Palazzi” 

CINGOLI, 24 giugno 2024 – Matías Pablo Ghiotto è un nuovo giocatore della Macagi Cingoli. L’italo-argentino, 27 anni, avrà in mano le chiavi del gioco come centrale nella prossima Serie A Gold 2024-2025. Viene dal San Vito Marano, club veneto della Serie A Bronze.

Chi è Matías Pablo Ghiotto: caratteristiche e carriera

Nato il 13 aprile 1997 in Argentina con antenati italiani, è alto 1,80 metri per 88 kg di peso. É un centrale, ma può ricoprire altre zone del campo all’occorrenza. Ha debuttato nella pallamano nel suo paese all’Atletica Argentinos Juniors, ottenendo due promozioni in Liga de Honor Oro Caballeros e in Categoria A.

Nel 2023-2024, è arrivato nel nostro paese al San Vito Marano, in Serie A Bronze, segnando 145 gol: la promozione in Silver è sfumata solo nel girone Poule Promozione finale dopo il primo posto nel girone A. I vicentini, infatti, sono arrivati terzi dietro a Bologna United e Belluno, con sole due pass per la Silver a disposizione. Ghiotto parla tre lingue, lo spagnolo, l’inglese e l’italiano.

Foto Roberto Dell’Olivo

Ghiotto: “Cerco sempre di sorridere, ma in campo sembro sempre arrabbiato. Cingoli mi ha aperto le porte per migliorare insieme a coach Palazzi”

Fuori dal campo – spiega l’italo-argentino – sono una persona tranquilla che cerca sempre di sorridere. Sono molto affettuoso con le persone e cerco di evitare le controversie, affrontando i problemi apertamente. In campo sembra che io sia sempre arrabbiato, ma non è così: vivo la pallamano con cuore e dedizione. Per me questo sport significa lasciare tutto le energie che ho in corpo per i miei compagni e per la squadra”.

Ora spetta a lui prendere in mano la regia della Macagi Cingoli. “Ho sempre pensato – spiega Ghiotto – di poter giocare in un campionato più elevato per migliorare e competere ulteriormente. Cingoli mi ha aperto le sue porte e trovo un allenatore con cui imparerò molto, ne sono sicuro. Conosco la Serie A Gold, ma so che il livello sta migliorando stagione dopo stagione. Mi aspetto che la squadra possa disputare un bel campionato”. Benvenuto, Matías. Ora sei uno di noi, uno della Macagi Cingoli.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano / La Polisportiva Cingoli è ancora campione Under 15 Femminile Marche-Abruzzo-Molise

Le ragazze di Cocilova si aggiudicano il titolo interregionale grazie al primo posto della regular season e al pareggio nella finale di ritorno contro Camerano: ora le finali nazionali, per migliorare l’11° posto del 2023

CINGOLI, 27 maggio 2024 – Sta tornando ai fasti di un tempo la pallamano femminile cingolana. La formazione Under 15 della Polisportiva Cingoli, infatti, ha vinto il campionato di Area 6 2024 (Marche-Abruzzo-Molise) per la seconda stagione di fila, guidata da coach Albano Cocilova. Le cingolane si qualificano così per la fase nazionale di Misano Adriatico, nella tradizionale Festival della Pallamano che si disputerà a fine giugno/inizio luglio. 

In virtù del primo posto in regular season, in finale contro Camerano sono bastati una sconfitta nella gara di andata mercoledì scorso 22 maggio (34-31) e il pareggio di ieri (25-25) per conquistare il titolo interregionale. Le protagoniste di questa cavalcata sono Anna Haruka Chiariotti, Marta Ciattaglia, Nicole ed Emma Cocilova, Zoe Coppari, Yassmin El Abbouli, Adele Filonzi, Anastasia Giulianelli, Fetije Kadriu, Sarah Mehic, Alessia Palmucci, Nora Pascucci, Nicole Piervittori ed Elena Poccioni. Albano Cocilova è affiancato dai dirigenti accompagnatori Andrea Giulianelli e Simone Ciattaglia.

Al Festival della Pallamano del 2023 le cingolane si erano classificate all’11° posto: l’obiettivo è quello di migliorare quel piazzamento in questo 2024.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / La Macagi Cingoli a un passo dalla salvezza: domani la decisiva gara 3 della semifinale play-out contro il Secchia Rubiera

Dopo il trionfo in gara 2, Strappini e compagni possono restare in Serie A Gold vincendo contro gli emiliani al PalaQuaresima. Coach Palazzi: “Avrà la meglio chi avrà più energie e avrà voglia di spenderle” 

CINGOLI, 24 maggio 2024 – Arriva il primo match point salvezza per la Macagi Cingoli. Dopo la bella vittoria di ieri, infatti, i ragazzi di Palazzi sfidano ancora il Secchia Rubiera per gara 3 della Semifinale Play-out di Serie A Gold, in programma domani sabato 25 maggio alle ore 18.00 al PalaQuaresima di Cingoli. Chi vince, resta in massima serie. Chi perde, sia nei 60 minuti regolamentari che in eventuali supplementari e tiri da 7 metri, dovrà giocarsi la finale play-out contro Trieste per assicurarsi la permanenza nell’élite della pallamano italiana.

Il commento di gara 2

Nella sfida di ieri, la Macagi si è aggiudicata l’incontro con una prova radente la perfezione. L’aggressività in difesa, le parate di Albanesi e i colpi in attacco del duo Codina-Shehab (19 gol in due) hanno trascinato i cingolani al pareggio nella serie, con il definitivo 30-24 a equilibrare la vittoria rubierese di sabato 19 maggio per 33-31. Tra gli ospiti, il terzino Strada e il portiere Voliuvach hanno provato a tenere in vita i compagni, mentre gli uomini più attesi, Kasa e Boerlegui, sono stati troppo discontinui nell’arco del match. Nei precedenti stagionali, dunque, Cingoli ha vinto 3 partite, Rubiera solo una, proprio quella di gara 1.

Palazzi: “Abbiamo fatto la differenza in difesa, con grande disciplina

“Ieri la differenza – commenta il tecnico dei cingolani Sergio Palazzil’ha fatta la difesa, a partire dalle parate di Francesco Albanesi ma anche dall’atteggiamento e dalla disciplina. Il parziale iniziale poteva essere più ampio, con un po’ più di attenzione in attacco. Sapevamo, inoltre, che poteva essere l’ultima partita, ma eravamo consapevoli di giocare in casa. Eravamo ben coscienti di non essere la squadra che ha giocato 40 minuti sottotono a Rubiera: quando sei consapevole di quello che ti giochi, sai anche che puoi fare meglio e sei in grado di farlo. Non siamo diventati brocchi in 5 giorni, come ha detto qualcuno: siamo sempre gli stessi, dobbiamo essere bravi a non commettere gli stessi errori”.

Abbiamo superato un elimination game: ho chiesto ai ragazzi attenzione e concentrazione”

In passato, in questo tipo di sfide, a Cingoli tremavano le gambe e non riusciva a concretizzare quanto di buono raccolto nel corso del match. Questa volta, invece, la tenuta mentale è stata ottima. “Credo che la Macagi – aggiunge Palazzi – abbia avuto la sindrome dello studente all’università: quando pensi che l’esame è tra due mesi, te la prendi comoda. Quando poi arrivi all’imminenza della prova, devi ‘bere caffè uno dopo l’altro’. Quello di ieri era veramente un ‘elimination game’, come direbbero gli americani: la mia richiesta di attenzione e di concentrazione è la stessa dall’inizio della preparazione a luglio. Questa deve essere la strada da seguire”.

Testa a gara 3: “Stacchiamo, recuperiamo le energie e sistemiamo alcuni dettagli”

Come si prepara una gara 3 così ravvicinata? “In vista di domani – conclude il tecnico pugliese – stiamo mettendo a posto un paio di dettagli, anche se penso sia più importante riposare, staccando un attimo il cervello. Gara 3 sarà decisiva: sarà la quinta sfida tra Cingoli e Rubiera, ci conosciamo abbastanza bene e sappiamo i nostri schemi. Sia noi che loro abbiamo qualche altra carta da giocarci, ma prima bisogna recuperare le energie. Questo sarà il primo aspetto da prendere in considerazione. Chi avrà le energie maggiori e avrà voglia di spenderle nel modo giusto sarà la squadra vincitrice di questa serie. Invito i tifosi a venire a sostenerci: quello delle 18.00 è il nostro appuntamento abituale, potrebbe essere l’ultima partita della stagione e affrontarla con il PalaQuaresima pieno sarebbe una gran cosa”.

Info utili

La partita di gara 3 della semifinale play-out di Serie A Gold tra Macagi Cingoli e Secchia Rubiera si giocherà sabato 25 maggio alle ore 18.00 al PalaQuaresima di Cingoli, anche in questo caso con ingresso gratuito. Arbitreranno il match Ciro e Luciano Cardone, alla presenza del commissario Pasciuto. In caso di parità al termine dei 60 minuti, si giocheranno due tempi supplementari da 5 minuti ed eventuali tiri dai 7 metri (5 canonici per squadra più eventuali tiri a oltranza). La perdente di questa sfida affronterà Trieste nella finale play-out al meglio delle tre gare, tra il 29 maggio (gara 1), il 1° giugno (gara 2) e il 3 giugno (eventuale gara 3).

Foto di Doriano Picirchiani 

Risultati e programma

Semifinale Play-out

Gara 1 (18 maggio): Secchia Rubiera-Macagi Cingoli 33-31, Trieste-Pressano 16-21

Gara 2 (23 maggio): Macagi Cingoli-Secchia Rubiera 30-24, Pressano-Trieste 28-26 (Pressano salvo, Trieste in finale play-out)

G3 (25 maggio ore 18.00): Macagi Cingoli-Secchia Rubiera (serie sull’1-1)

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / Una grande Macagi Cingoli porta la semifinale play-out alla “bella”: Secchia Rubiera battuto 30-24 al PalaQuaresima

I ragazzi di Palazzi restano concentrati dal 1° al 60°, con una prova di grande solidità in difesa e in attacco. 11 reti per Codina Vivanco, Albanesi da applausi. Ora gara 3 sabato 25 maggio sempre al PalaQuaresima: chi vince è salvo

CINGOLI, 23 maggio 2024 – La Macagi Cingoli domina gara 2 della semifinale play-out di Serie A Gold e porta la serie a gara 3. I ragazzi di Palazzi, infatti, hanno vinto 30-24 contro il Secchia Rubiera con una prestazione sontuosa, di attenzione e concentrazione dal 1° al 60° minuto.

Gli emiliani hanno tentato in tutti i modi di riaggrapparsi al match, ma l’ottima difesa guidata da capitan Strappini, le parate decisive di Francesco Albanesi e i gol d’autore del cannoniere Aaron Codina Vivanco hanno deciso il match. Ora la bella si giocherà tra due giorni, sabato 25 maggio, sempre al PalaQuaresima: in caso di parità dopo i supplementari, si andrà ai tiri dai 7 metri.

Primo tempo

I cingolani, decisi a vendicarsi della sconfitta di gara 1, partono subito con il gas spalancato. Codina Vivanco per tre volte e Shehab portano la Macagi sul 4-0 dopo 9 minuti, con Albanesi decisivo in tre occasioni su Boerlegui, De La Santa e Kasa. I cingolani, tra l’altro, potevano aumentare il distacco per via dei due legni di Codina (palo) e Strappini (traversa-linea). Anche il portiere Voliuvach comincia ad accendersi, con le parate su Mangoni, Codina e D’Benedetto.

Giovanardi segna il primo gol ospite al 14’ sul 4-1 (dopo che il portiere di casa gli aveva negato la gioia della rete). Rubiera comincia a macinare gioco e si riporta a -2 sul 6-4, grazie al break Kasa-Borleagui.Voliuvach, in questi istanti, è decisivo su Codina e Mangoni, mentre la traversa dice di no a Rossetti.

Ci pensa Ciattaglia a ristabilire il +4 con due gol di fila al 22’ (8-4). Giovanardi accorcia, però dall’altra parte Shehab e Rossetti piazzano il +5 (10-5). Kasa e Ceccarini, supportati dai miracoli della propria saracinesca, ristabiliscono il 10-7. Boerlegui sciupa clamorosamente il -2, D’Benedetto ringrazia e riafferma il +4 sul 12-8. Il botta-risposta Kasa-Codina chiude i primi 30’ di gioco sul 12-8.

Secondo tempo

La Macagi nella ripresa resta concentrata e non si fa condizionare nemmeno dall’espulsione di Mohamed Shehab per somma di sospensioni, gestendo le folate rabbiose di un Secchia Rubiera trascinato dal solo Strada. Partono meglio gli ospiti nel secondo tempo: Strada e doppio Kasa piazzano l’iniziale 2-3 che vale il 14-11. Codina colpisce il palo, così come Boerlegui dall’altra parte, con Albanesi poi decisivo su Strada.

Cingoli torna a +5 con Mangoni e Shehab, per il 16-11 al 36’. Sul 17-13 di Strada, i locali piazzano un 4-0 firmato D’Benedetto, Codina e doppio Shehab, piazzando il +8 del 21-13 al 43’. Proprio pochi secondi dopo il terzino egiziano, già sospeso per due minuti per un discutibile scontro fortuito con un avversario, si innervosisce dopo che un avversario gli mette il braccio attorno al collpo. Gli arbitri decretano la terza sospensione per l’8 cingolano, che così viene espulso.

La Macagi, però, resta sul pezzo e gestisce il vantaggio, portandolo a +9 al 45’ grazie a due reti di fila di Aaron Codina Vivanco sul 23-14. Quando il tabellone dice 25-16, Rubiera prova a rosicchiare reti con lo 0-3 firmato Oleari, Strada e Kasa per il 25-19, con in mezzo un palo di Somogyi.

Al PalaQuaresima, però, questa sera non ce n’è stato per nessuno: Codina e Strappini in giravolta trovano il nuovo +8 (27-19), Boni e Strada fanno nuovamente -6, Ciattaglia conferma il 28-21. Nel finale Rubiera prova a difendere a uomo, specialmente su Codina, ma la musica non cambia: Codina e Ciattaglia rispondono a Oleari, De La Santa e Bonassi, così il match termina sul 30-24.

La Macagi Cingoli domina gara 2: match point salvezza sabato 25 maggio

Il Secchia Rubiera sciupa così il primo match point salvezza, ma ha trovato di fronte una Macagi Cingoli superlativa, concentrata dal 1° all’ultimo minuto. La squadra di Palazzi si è trovata spalle al muro, con un solo risultato a disposizione per prolungare la serie, e ha risposto alla grande, con una prestazione attenta in difesa, efficace in attacco e solida a livello psicologico. Il pubblico ha risposto presente, sebbene la partita si sia giocata in infrasettimanale: oltre ai calorissimi cingolani, era presente anche una buona delegazione emiliana. Il PalaQuaresima era veramente un catino rovente.  

Gli MVP di serata sono Aaron Codina Vivanco, con le sue 11 reti, e il portiere Francesco Albanesi, che ha risposto con interventi prodigiosi alla prova sottotono di sabato scorso in gara. Tra gli ospiti, oltre a un Voliuvach sempre provvidenziale in porta, da sottolineare l’ottima prova di Elio Strada, non solo per i 6 gol, ma per la sostanza dimostrata in campo, una vera spina del fianco nella difesa locale. A completare la top 6 dei migliori marcatori ci sono Shehab (7 reto), Kasa (7), Ciattaglia (4) e D’Benedetto (3).

Ora la serie andrà alla decisiva gara 3, sempre in programma al PalaQuaresima sabato 25 maggio alle 18.00. Chi vince, è salvo. Chi perde, va in finale play-out contro Trieste che, dopo la sconfitta di gara 1 per 16-21, ha perso gara 2 contro Pressano per 28-26. In caso di parità al termine dei 60’ regolamentari, si andrà ai supplementari e a eventuali tiri dai 7 metri.

Tabellino

Macagi Cingoli 30-24 Secchia Rubiera (12-8)

Macagi Cingoli: Albanesi, Mihail, Santamarianova, D’Agostino, Ciattaglia 4, Shehab 7, Ottobri, Mangoni 1, Somogyi 1, Bordoni, Strappini 2, D’Benedetto 3, Rossetti 1, Compagnucci, Codina Vivanco 11. All. Palazzi

Secchia Rubiera: Voliuvach, Meletti, Bartoli D., Benci, Bortolotti, Oleari 2, Kasa 7, Bartoli R., Boerlegui 2, Giovanardi 2, De La Santa 2, Strada 6, Bonassi 1, Canelli, Boni 1, Ceccarini 1. All. Morelli-Ferroni

Arbitri: Riello – Panetta

Foto di Doriano Picirchiani

Risultati e programma

Semifinale Play-out

Gara 1 (18 maggio): Secchia Rubiera-Macagi Cingoli 33-31, Trieste-Pressano 16-21

Gara 2 (23 maggio): Macagi Cingoli-Secchia Rubiera 30-24, Pressano-Trieste 28-26 (Pressano salvo, Trieste in finale play-out)

Gara 3 (25 maggio): Macagi Cingoli-Secchia Rubiera (serie sull’1-1)

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata




Pallamano A Silver / Dentro o fuori per la Publiesse Chiaravalle: vincere contro Cologne per sperare ancora nell’A Gold

Domani gara 2 della semifinale promozione: i ragazzi di Guidotti devono solo vincere per portare la serie a gara 3

CHIARAVALLE, 22 maggio 2024  – È il momento cruciale di un anno intero. Ancora 60 minuti di cuore e testa per mantenere accesa la speranza di promozione in Serie A Gold. Questa la missione che giovedì 23 maggio, alle ore 21.00, attende i ragazzi della Publiesse Pallamano Chiaravalle nella Gara 2 dei play off contro Metelli Cologne.

I marchigiani, arrivati in Serie A Silver con l’obiettivo salvezza, si ritrovano invece nella seconda gara di semifinale per la promozione, dopo aver concluso il campionato al 2° posto e aver battuto l’Orlando Haenna nei quarti di finale.

Cinque giorni fa la Gara 1 è andata al Metelli Cologne, anche a causa di un infortunio tra i chiaravallesi, e ora i marchigiani hanno la chance di pareggiare i conti vincendo la Gara 2 in casa per poi, eventualmente, arrivare allo spareggio di Gara 3, previsto per sabato 25 maggio, sempre a Chiaravalle.

“Chiamiamo a raccolta tutto il popolo della Publiesse Pallamano Chiaravalle. I nostri ragazzi ci hanno dato tantissimo quest’anno e vedere il palasport di casa tinto di biancoblu li aiuterà sicuramente, questa la richiesta del Presidente Maltoni al proprio pubblico.

Durante l’intervallo della partita ci sarà un momento speciale: la premiazione delle ragazze della A2 femminile, reduci da una prestazione incredibile alle Final 6 che le ha viste sfiorare la promozione in A1.

Sempre Maltoni aggiunge “come società vogliamo davvero complimentarci con queste giocatrici. Hanno fatto 5 partite in 5 giorni dando sempre il 100% e dimostrando sul campo di meritare la massima serie nazionale. Per questo vogliamo premiarle tutte e 17, dalla più giovane alle professioniste con grande esperienza. Siete il nostro orgoglio.” L’appuntamento Publiesse Pallamano Chiaravalle contro Metelli Cologne è per le 21.00 di giovedì 23 maggio al Palasport di Chiaravalle e in diretta streaming su Pallamano TV.

Programma Play-off Promozione Serie A Silver

Quarti di Finale Gara 1 – andata sabato 27 aprile, ritorno giovedì 2 maggio (eventuale gara 3 sabato 4 maggio)

A – Genea Lanzara-Camerano 22-16, Camerano-Genea Lanzara 39-18 – qualificata Camerano

D – Romagna-Molteno 21-26, Molteno-Romagna 33-21 – qualificata Molteno

B – Orlando Haenna-Publiesse Chiaravalle 27-18, Publiesse Chiaravalle-Orlando Haenna 30-24, Publiesse Chiaravalle-Orlando Haenna 23-22 – qualificata Publiesse Chiaravalle

C – Metelli Cologne-San Lazzaro 30-24, San Lazzaro-Metelli Cologne 27-30 – qualificata Metelli Cologne

Semifinali – andata: 18 maggio

Molteno-Camerano 28-33

Metelli Cologne-Publiesse Chiaravalle 37-30

Ritorno: 23 maggio, eventuale gara 3 25 maggio 

Camerano-Molteno

Publiesse Chiaravalle-Metelli Cologne

©riproduzione riservata




Pallamano A Silver / Publiesse Chiaravalle, gara 1 della semifinale promozione amara: Cologne vince 37-30

Chiaravalle inizia meglio, ma subisce il rientro dei lombardi e non riesce a recuperare oltre il -2. Gara 2 giovedì 23 maggio in casa: una vittoria porterebbe la serie a Gara 3, sempre al palasport comunale il 25 maggio 

CHIARAVALLE, 20 maggio 2024 – Nella prima gara di semifinale in cui ci si gioca l’accesso alla prossima Serie A Gold, la Publiesse Chiaravalle cede sul campo del Metelli Cologne, perdendo per 37-30. Ora bisogna sperare in una vittoria sul campo di casa per andare a giocare lo spareggio definitivo.

Il primo tempo comincia tingendosi del biancoblu del Chiaravalle con il gol in contropiede di Morettin e il rigore di Guerrero. Il vantaggio dei marchigiani si incrementa fino al 3-6, poi è bravo il Cologne a reagire fino a ritrovare la parità che dura fin quasi alla fine del primo tempo, che si chiude 17-15 per i lombardi.

Nel secondo tempo la partita rimane equilibrata ma Cologne è abile a sfruttare un 2 minuti dato a Chiaravalle e, in superiorità numerica, prova a dare il primo strappo per chiudere il match, arrivando a +5 reti.

Chiaravalle non molla e recupera fino al 28-26, ma Cologne mette a segno tre reti consecutive in contropiede, mettendo al sicuro il risultato. Alla fine il tabellone dirà Cologne 37, Chiaravalle 30.

Giovedì 23 maggio ci sarà Gara 2 a Chiaravalle alle ore 21.00. Gli uomini di Mister Guidotti, per rimanere attaccati al sogno A Gold, hanno solo un risultato che sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione già bellissima.

Tabellino

COLOGNE: Leiblich 8, Erovic, Marquez, Armanelli 2, Barbariga 2, Manenti, Ferrari, Pasquali, Soldi 7, Piceni, Crippa, Garbellini, Lancini 4, Gorela 9, Mombelli 5, Gligic. All. Hodzic.

CHIARAVALLE: Sanchez, Morettin 5, Vichi 1, Del Curto 4, Selimi 1, Guerrero 4, Castillo 8, Ceresoli, Brutti 2, Santinelli G. 3, Solustri, Mandolini 1, Grimaldi, Ballabio, Santinelli O. 1, Guidotti. All. Guidotti.

Programma Play-off Promozione Serie A Silver

Quarti di Finale Gara 1 – andata sabato 27 aprile, ritorno giovedì 2 maggio (eventuale gara 3 sabato 4 maggio)

A – Genea Lanzara-Camerano 22-16, Camerano-Genea Lanzara 39-18 – qualificata Camerano

D – Romagna-Molteno 21-26, Molteno-Romagna 33-21 – qualificata Molteno

B – Orlando Haenna-Publiesse Chiaravalle 27-18, Publiesse Chiaravalle-Orlando Haenna 30-24, Publiesse Chiaravalle-Orlando Haenna 23-22 – qualificata Publiesse Chiaravalle

C – Metelli Cologne-San Lazzaro 30-24, San Lazzaro-Metelli Cologne 27-30 – qualificata Metelli Cologne

Semifinali – andata: 18 maggio, ritorno: 23 maggio, eventuale gara 3 25 maggio 

Molteno-Camerano 28-33

Metelli Cologne-Publiesse Chiaravalle 37-30

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / La Macagi Cingoli perde a Sassari: la Raimond Ego vince 45-35

I ragazzi di Palazzi lottano per 20 minuti, poi alzano bandiera bianca e la squadra di Zupo scappa fino al +10 finale. Ora i play-out contro il Secchia Rubiera: gara 1 in Emilia sabato 18 maggio

SASSARI, 5 maggio 2024 – La regular season della Macagi Cingoli in Serie A Gold di pallamano termina con una sconfitta. I ragazzi di Palazzi, infatti, hanno perso 45-35 in trasferta contro la Raimond Ego Sassari, in una 26^ giornata ormai ininfluente per le ambizioni di classifica di entrambe. Ora Strappini e compagni hanno due settimane per ricaricare le pile in vista della serie del primo turno dei play-out contro il Secchia Rubiera, che partirà in Emilia il prossimo 18 maggio.

La partita

La Macagi è rimasta in partita solo nei primi 20 minuti. Dopo essere passata in vantaggio al 5’ sul 3-4, subisce la rimonta locale sull’8-6 al 10’, mentre al 20’ il risultato è di 14-12 e tutto lascia presagire a un proseguo di sfida da testa a testa. Qui, invece, la Raimond Ego Sassari trova la fuga definitiva, portandosi prima sul +5 (19-14), poi chiudendo il primo tempo sul 23-16.

Nella ripresa, poi, la squadra di Zupo si porta subito a +10 sul 30-20 al 35’: da qui gestirà fino alla fine l’ampio vantaggio conquistato, ampliandolo addirittura fino al +11 del 55’ (42-31). Enrico Aldini e Aaron Codina Vivanco si sono divisi la palma di top scorers della gara con 10 reti a testa, seguiti a 8 da Lorenzo Rossetti, a 7 da Shehab e Delogu, a 6 da De Oliveira.

Raimond Ego Sassari – Macagi Cingoli
FIGH Serie A Gold 2023-2024
Sassari, 04/05/2024
Foto di Luigi Canu

La classifica e i play-out

La sconfitta non cambia la decima posizione finale della Macagi Cingoli con 16 punti, frutto di 8 vittorie e 18 sconfitte. Siracusa ed Eppan hanno entrambe vinto nell’ultima giornata, portandosi addirittura a +5 dai marchigiani: un distacco sicuramente ingeneroso per la qualità della pallamano del roster allenato da Sergio Palazzi.

Ora i marchigiani si giocheranno la salvezza ai play-out. Nel primo turno, i cingolani affrontano il Secchia Rubiera: si inizia sabato 18 maggio in Emilia con gara 1, mentre gara 2 si giocherà al PalaQuaresima giovedì 23 maggio. Eventuale gara 3, nel caso di una vittoria a testa tra le due formazioni, si disputerebbe a Cingoli sabato 25 maggio.

Chi vince il primo turno si salva, chi perde dovrà affrontare il secondo round contro la perdente di Pressano-Trieste. La squadra che uscirà sconfitta anche da quest’ultimo confronto al meglio delle due gare, retrocederà in Serie A Silver.

Tabellino

Raimond Ego Sassari 45-35 Macagi Cingoli (23-16)

Raimond Ego Sassari: Pavani, Sampaolo, Vidili 1, Aldini 10, Dalla Vecchia 3, Mura 5, De Oliveira 6, Bronzo 5, Fadda, Delogu 7, Bomboi, Pintori, Delirio 1, Manojlovic, Kleineidam 3, Brzic 4. All. Zupo

Macagi Cingoli: Albanesi, Santamarianova, D’Agostino 1, Ciattaglia, Shehab 7, Mangoni, Somogyi 3, Latini, Strappini 2, D’Benedetto 2, Rossetti 8, Compagnucci 1, Gigli 1, Codina Vivanco 10. All. Palazzi

Arbitri: Simone – Monitillo

Foto di Luigi Canu per conto dell’ufficio stampa della Raimond Ego Sassari

Risultati e classifica

26^ giornata (sabato 4 maggio ore 19.00): Cassano Magnago 37-24 Carpi, Sidea Fasano 31-27 Alperia Merano, Bolzano 31-33 Conversano, Eppan 37-36 Pressano, Albatro Siracusa 30-23 Secchia Rubiera, Raimond Ego Sassari 45-35 Macagi Cingoli, Trieste 28-36 Brixen

CLASSIFICA – Sidea Fasano 41, Brixen 40, Conversano 39, Alperia Merano 38, Bolzano 36, Cassano Magnago 36, Raimond Ego Sassari 31, Albatro Siracusa 21, Eppan 21Macagi Cingoli 16, Pressano 13, Treiste 13, Secchia Rubiera 10, Carpi 6

LEGENDA: blu: play-off scudetto; rosso: playout; marrone: retrocessione in Serie A Silver; *: una partita in meno per ogni asterisco

VERDETTI

Semifinali Play-off scudetto

Gara 1 (18 maggio): Alperia Merano-Sidea Fasano, Conversano-Brixen

Gara 2 (23 maggio): Sidea Fasano-Alperia Merano, Brixen-Conversano (eventuale gara 3 il 25 maggio in casa della meglio piazzata)

1° turno Play-out

Gara 1 (18 maggio): Secchia Rubiera-Macagi Cingoli, Trieste-Pressano

Gara 2 (23 maggio): Macagi Cingoli-Secchia Rubiera, Pressano-Trieste (eventuale gara 3 il 25 maggio in casa della meglio piazzata)  

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / Macagi Cingoli, non puoi più sbagliare: al PalaQuaresima arriva il Cassano Magnago

I ragazzi di Palazzi, in piena lotta per evitare i play-out, affrontano i lombardi a caccia dei play-off scudetto. Albanesi: “Abbiamo dimostrato che daremo il 100%: non sarà facile portare via punti al Cingoli al PalaQuaresima”

CINGOLI, 26 aprile 2024 – Ora la Macagi Cingoli non è più padrona del proprio destino e deve pensare solo a vincere, anche se sfiderà due corazzate in 14 giorni. Domani, sabato 27 aprile, infatti, i ragazzi di Palazzi sfidano al PalaQuaresima il Cassano Magnago nella 25^ giornata di Serie A Gold maschile di pallamano, eccezionalmente alle 19.00 per la regola della contemporaneità delle ultime due sfide di campionato.

Strappini e compagni, in piena zona play-out a -1 dall’Eppan attualmente salvo, affrontano una squadra ancora in lotta per il quarto posto che vale i play-off scudetto. Lo Sparer, invece, sfiderà il Secchia Rubiera penultimo. Non sarà una passeggiata, ma i marchigiani tenteranno il tutto per tutto, per mantenere aperto il discorso salvezza diretta fino all’ultima giornata in Sardegna contro la Raimond Sassari.

La partita di andata

Nella partita di andata, infatti, che aveva chiuso il 2023, la Macagi aveva offerto la peggior prova stagionale, perdendo 40-26 al PalaTacca. Nel primo tempo, però, la squadra di Palazzi si era portata addirittura in vantaggio sul 7-9,trascinata dalle giocate di Ciattaglia, D’Benedetto e D’Agostino. Cassano Magnago aveva pareggiato i conti sul 9-9, poi era tornato avanti sul 12-11, con i gol di Saitta e Moretti. Il primo tempo si era chiuso sul 18-16 e tutto lasciava presagire una seconda frazione egualmente equilibrata.

Nella ripresa, invece la Macagi Cingoli staccherà la spina, subendo il peggior parziale stagionale di 14 reti di scarto. Decisivo era stato il break iniziale di 6-0 firmato Savini, Moretti, Mazza, Branca (2) e Saitta, per il 24-16 al 35’. I marchigiani non erano riusciti a reagire e a rientrare in gara, con un vantaggio cassanese che si era dilatato rapidamente dal +8, al +10, al +12 e al definitivo +14 sul 40-26. Ironia della sorte il miglior marcatore della serata era stato un cingolano, Mohamed Sheahab, autore di 8 reti, una in più del lombardo Moretti.

Il campionato del Cassano Magnago

Il Cassano Magnago di Bellotti, però, sta disputando un campionato al di sopra delle aspettative, anche se per la qualità della rosa ci si aspettava di vederlo nella Top 7 di massima serie. I varesini, infatti, attualmente sono al sesto posto con 32 punti, a -3 dalla quarta posizione che vale i play-off scudetto. Nell’ultima giornata, inoltre, Savini e compagni hanno battuto in casa per 28-24 il Merano terzo in classifica.

Due settimane fa, invece, i cassanesi avevano perso malamente per 34-26 in casa del Conversano, interrompendo una striscia positiva di tre vittorie consecutive. Quella del Cassano Magnago è la terza miglior difesa della Serie A Gold con appena 642 gol subiti. Se in casa i varesini hanno totalizzato ben 22 dei 32 punti realizzati (vincendone 11 su 12), a -2 dalla coppia Brixen-Fasano, in trasferta sembrano faticare di più, con “soli” 10 punti in 12 partite.

Le squadre che hanno sconfitto la formazione di Bellotti in questa stagione sono state come detto il Conversano, il Trieste, la Sidea Fasano, la Raimond Sassari, il Merano, l’Eppan e il Bolzano. A Cingoli, tuttavia, i cassanesi hanno un solo risultato per rimanere in lotta per il quinto posto, ovvero vincere,anche se potrebbe anche non bastare qualora il Conversano riesca a battere il Fasano nel derby del Pala San Giacomo che si gioca in contemporanea con il match del PalaQuaresima.

Qui Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli, invece, viene dalla sconfitta nello scontro diretto contro l’Albatro Siracusa per 31-26, che l’ha fatta ritornare in piena zona play-out, a -1 dall’Eppan attualmente salvo. A due giornate dalla fine i ragazzi di Palazzi non possono fare molti calcoli: devono puntare a vincere le restanti partite (Cassano Magnago in casa e Raimond Sassari in trasferta) e sperare che l’Eppan non faccia risultato negli scontri diretti contro Secchia Rubiera e Pressano.

In caso di spareggio retrocessione, comunque, i cingolani attualmente avrebbero il vantaggio di giocare in casa gara 2, indipendentemente dalla posizione di classifica che raggiungeranno, sia essa la decima o l’undicesima.

Francesco Albanesi

Albanesi: “A Siracusa tanti errori in difesa. Daremo il 100%: abbiamo dimostrato che vincere a Cingoli non è facile per nessuno”

Certo che in Sicilia un eventuale risultato positivo avrebbe mantenuto Strappini e compagni in una zona relativamente più tranquilla. “A Siracusa – spiega il portiere Francesco Albanesi, titolare in questo finale di stagione per via dell’infortunio di Federico Mihail – non ha funzionato la difesa: in questa settimana abbiamo analizzato la partita in sala video per correggere i nostri errori. Prendere 31 gol non ci ha aiutato. Anche in fase realizzativa abbiamo un po’ peccato, sia per gli ottimi interventi di Hermones che per la difesa dell’Albatro, molto aggressiva nei nostri confronti”.

Al PalaQuaresima arriva il Cassano Magnago ed entrambe le squadre combatteranno con il coltello tra i denti. “Sicuramente – aggiunge la saracinesca classe 2004 – sarà una sfida difficile, d’altronde i lombardi saranno motivati, dopo la vittoria contro l’Alperia Merano, che ha riportato loro in lotta per i play-off scudetto. Noi cercheremo di dare il nostro 100% in campo: abbiamo dimostrato che portare via due punti alla Macagi a Cingoli non è facile per nessuno”.

Info utili

Il match della 25^ giornata di Serie A Gold maschile di pallamano tra Macagi Cingoli e Cassano Magnago si giocherà sabato 27 aprile alle ore 19.00 al PalaQuaresima di Cingoli. Arbitreranno il match Carrino e Pellegrino, alla presenza del commissario Pietraforte. Il match sarà trasmesso su PallamanoTV e sul canale YouTube della Figh, con la telecronaca di Giacomo Grasselli e il commento tecnico di Mirco Mazzieri.

Foto di Sara Bozzoli

Programma e classifica

24^ giornata (sabato 27 aprile, ore 19.00): Macagi Cingoli-Cassano Magnago, Secchia Rubiera-Sparer Eppan, Carpi-Albatro Siracusa, Pressano-Trieste, Brixen-Bolzano, Conversano-Sidea Fasano, Alperia Merano-Raimond Sassari

CLASSIFICA – Sidea Fasano 42, Brixen 40, Alperia Merano 36, Conversano 35, Bolzano 34, Cassano Magnago 32, Raimond Ego Sassari 29, Albatro Siracusa 18, Eppan 17Macagi Cingoli 16, Trieste 13, Pressano 11, Secchia Rubiera 10, Carpi 6

LEGENDA: blu: play-off scudetto; rosso: playout; marrone: retrocessione in Serie A Silver; *: una partita in meno per ogni asterisco

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata

 




Pallamano U20 / Youth League, Cingoli si qualifica per il Final Round ed è tra le migliori 8 d’Italia

La squadra di Palazzi e D’Agostino si qualifica al Final Round di giugno tra le migliori 8 d’Italia con tre vittorie (Putignano, Andria, Fondi) su quattro partite, perdendo a testa alta solo con i campioni d’Italia in carica del Lanzara

CHIETI, 30 marzo 2024 – La Polisportiva Cingoli si qualifica per il Final Round delle Youth League Under 20 di pallamano maschile che assegnerà il Tricolore. Nella quattro giorni del Centro Tecnico Federale di Chieti tra il 27 e il 30 marzo, infatti, i ragazzi di Palazzi e D’Agostino battendo Putignano e Andria si sono assicurati la certezza aritmetica della partecipazione all’atto finale che attribuirà lo scudetto di categoria, con altre 7 squadre provenienti da tutta Italia nel mese di giugno. Oggi, inoltre, ha superato Fondi, mettendo la ciliegina sulla torta su un weekend da ricordare con tre vittorie su quattro partite.

La sconfitta iniziale contro i campioni d’Italia

Eppure il cammino era iniziato in salita, anche se la Polisportiva affrontava una corazzata. Mercoledì 27 marzo i cingolani, infatti, avevano perso la prima partita per 27-25 contro i campioni d’Italia della Genea Lanzara. La Polisportiva aveva chiuso addirittura il primo tempo in vantaggio di una rete (12-13), per poi subire un break nella ripresa che ha portato i salernitani sul +7. Cingoli aveva provato a rimontare, tornando a -1, senza riuscire, però, a raccogliere punti da questo match, giocando comunque un ottimo incontro.

Mister Sergio Palazzi

Le due vittorie contro Putignano e Andria

Giovedì 28 Compagnucci e compagni hanno sfidato Putignano. I baresi hanno dato fino da torcere ai marchigiani rimanendo in vantaggio fino al 6-5, poi Cingoli ha preso la partita in mano dominando il match, chiudendo il primo tempo sull’8-14. Nella ripresa i biancorossi sono riusciti a gestire l’incontro e a liquidare la pratica con un +10 (20-30).

Ieri, venerdì 29 marzo, la Polisportiva Cingoli ha sofferto per un tempo la Fidelis Andria, che aveva iniziato il match piazzando un 1-4. La squadra di Palazzi e D’Agostino con pazienza è riuscita a risalire e a portarsi a +3 sul 12-9, tuttavia i pugliesi hanno contro-rimontato e hanno chiuso il primo tempo sul 13-13.Nella ripresa i biancorossi hanno preso il volo: con un break di 6-0 dal 14-14 al 20-14 hanno dato la botta psicologica definitiva alla sfida, ampliando il parziale fino al definitivo +15 del 38-23 che ha certificato la partecipazione al Final Round.

Francesco Albanesi

La passerella finale contro Fondi

Nell’ultima partita di oggi, Cingoli ha giocato lo “spareggio” per il terzo posto contro Fondi, ininfluente per la qualificazione ma che potrebbe dare un vantaggio nel sorteggio delle Finali. Compagnucci e compagni hanno preso il match in mano già dalle prime fasi, portandosi sul 5-12 dopo 17 minuti. I laziali hanno chiuso il primo tempo a -4, sul 15-19, e nella ripresa hanno cercato di riportarsi sotto, fino a strappare il -2. Sul 30-32, però, i cingolani hanno chiuso tutti i discorsi con le due reti del definitivo 30-34.

La Polisportiva chiude così la quattro giorni teatina al quarto posto del girone 2 della Seconda Fase con 8 punti, dietro a Lanzara (12) e Camerano (10), con il Campus Italia fuori classifica (10 punti realizzati prima della sfida finale contro i salernitani alle 16).

Moreno Tapuc

I migliori marcatori e la squadra completa

Moreno Tapuc è il miglior marcatore di questa quattro giorni, con 23 reti segnate in quattro partite, seguito da Lorenzo Rossetti a 17, da Davide Ciattaglia, Tommaso Pacetti e Matteo Gigli a 16 e Samuel Ottobri a 12. Il capitano della squadra è Mirco Compagnucci, mentre si alternano in porta Matteo Santamarianova e Francesco Albanesi, con Gharbi terzo portiere. Stanno proseguendo ottimamente nel percorso di crescita, inoltre, i più giovani Gagliardini (11 reti), Sampaolesi, Vignati, Lucertoni e Morganti (9 gol). In squadra c’è anche Matteo Bordoni, inserito in distinta solo nella prima partite e in seguito assente perchè alle prese con il virus intestinale nelle rimanenti sfide.

Il commento del vice-allenatore D’Agostino

Siamo contenti per i ragazzi – commenta il vice-allenatore Emanuele D’Agostino -, soprattutto per quelli un po’ più grandi, che in queste partite hanno un po’ più di carico sulle spalle. Sicuramente farà bene a ognuno di loro. Siamo contenti in generale di tutti i nostri atleti, perché stanno rispondendo bene ogni volta che vengono chiamati in causa. Abbiamo confermato che alle Finali ci volevamo andare a tutti i costi, vincendo più partite possibili e con il miglior piazzamento possibile. Da domani penseremo all’ultima giornata di Serie B e poi la testa sarà tutta sul Final Round”.

Il vice-allenatore Emanuele D’Agostino

Le altre qualificate

Cingoli entra così a far parte delle “Fantastiche 8” formazioni che si giocheranno lo Scudetto Under 20 nel mese di giugno. Le altre qualificate sono Romagna, Brixen e Cassano Magnago per il gruppo 1, Genea Lanzara, Camerano, Fondi per il gruppo 2. Per l’ultimo posto a disposizione, saranno decisive le gare di oggi pomeriggio del gruppo 1: in lizza ci sono Malo, Derthona e Cologne. Nel 2018-2019, il cammino dei cingolani nella prima edizione della Youth League fu interrotto ai quarti di finale proprio dal Cologne.

Tabellini  

27 marzo: Genea Lanzara 27-25 Cingoli (12-13)

Lanzara: Merola, Lettera 3, Fragnito 7, Russo, Rela, Milano, Caporaso, Schipani 7, Rossi 5, Mendò, Cappelli, Coviello. All. Maione

Cingoli: Albanesi, Santamarianova, Gharbi, Tapuc 9, Ciattaglia 6, Ottobri 2, Gagliardini 1, Bordoni, Pacetti, Rossetti 2, Compagucci 1, Gigli 2, Sampaolesi, Vignati, Lucertoni, Morganti 2. All. Palazzi, Vice All. D’Agostino

Arbitri: Dionisi-Tricelli

28 marzo: Joker Uisp Putignano 20-30 Cingoli (8-14)

Putignano: Alfarano, Barone 2, Capobianco, D’Ali, Dalena, Delizia 8, Gialò, Kraja, Lombardi 2, Lops, Lorusso 1, Pellegrino, Quarato 2, Realmonte 4, Saetta 1, Simone. All. Perrini

Cingoli: Albanesi, Santamarianova, Gharbi, Tapuc 4, Ciattaglia 3, Ottobri 3, Gagliardini 2, Pacetti 6, Rossetti 7, Compagnucci (K), Gigli 4, Sampaolesi, Vignati, Lucertoni, Morganti 1. All. Palazzi, Vice All. D’Agostino

Arbitri: Galbiati-Malatrone

29 marzo: Cingoli 38-23 Fidelis Andria (13-13)

Cingoli: Albanesi, Santamarianova, Gharbi, Tapuc 7, Ciattaglia 6, Ottobri 4, Gagliardini 3, Pacetti 5, Rossetti 5, Compagnucci (K), Gigli 3, Sampaolesi, Vignati, Lucertoni 1, Morganti 4. All. Palazzi, Vice All. D’Agostino

Andria: Giorgio, Di Liddo 9, Zagaria 4, Terlizzi 1, Regano, Dentico 2, Leonetti 1, Santovito 1, Tesse, Cannone, Zagaria 5, Lorizzo. All. Colasuonno

Arbitri: Vasile-Tempone

30 marzo: Astrea Fondi 30-34 Cingoli (15-19)

Astrea Fondi: Conte, Di Blasio 2, Di Fazio, Ferrante, Iannucci, La Rocca, Livoli, Marrocco, Muccitelli 11, Nigro, Orticelli, Padula, Panza 5, Rotunno 6, Speranza, Trani 6. All. Pinto

Cingoli: Albanesi, Santamarianova, Gharbi, Tapuc 3, Ciattaglia 1, Ottobri 3, Gagliardini 5, Pacetti 5, Rossetti 3, Compagnucci 2 (K), Gigli 7, Sampaolesi, Vignati, Lucertoni, Morganti 2. All. Palazzi, Vice All. D’Agostino

Arbitri: Formisano-Farinaceo

Risultati e classifica – Youth League Under 20 – seconda fase – gruppo 2

1^ giornata (mercoledì 27 marzo): Camerano 41-33 Andria, Campus Italia 39-12 Putignano, Lanzara 27-25 Cingoli, Chiaravalle 39-47 Fondi

2^ giornata (giovedì 28 marzo): Putignano 20-30 Cingoli, Andria 30-49 Campus Italia, Lanzara 38-23 Chiaravalle, Fondi 19-29 Camerano

3^ giornata (venerdì 29 marzo): Chiaravalle 27-23 Putignano, Camerano 22-31 Lanzara, Campus Italia 36-23 Fondi, Cingoli 38-23 Andria

4^ giornata (sabato 30 marzo): Putignano 23-20 Camerano, Fondi-Cingoli 30-34, Andria-Chiaravalle (ore 14.00), Genea Lanzara-Campus Italia (ore 16.00)

CLASSIFICA – Lanzara 12*, Camerano 10, Campus Italia 10 (fc)*, Cingoli 8, Fondi 6, Andria 2*, Chiaravalle 2*, Putignano 2

NOTE – Lanzara, Camerano, Cingoli e Fondi aritmeticamente qualificate per il Final Round

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano A Silver / Una grande vittoria per la Publiesse Chiaravalle: 27-29 al Molteno

I chiaravallesi battono i forti lombardi con una bella rimonta, in una gara caratterizzata anche dagli insulti razzisti a Castillo rivolti da alcuni tifosi di casa

CHIARAVALLE, 24 marzo 2024 – Finisce 27-29 la quart’ultima giornata di Serie A Silver per la Publiesse Pallamano Chiaravalle che, in trasferta contro il San Giorgio Molteno, riesce a recuperare e vincere una partita importantissima che vale il 3° posto in classifica.

La partita

Nonostante la prima marcatura della partita arrivi con la firma del chiaravallese Castillo (per lui 11 gol oggi), il primo quarto d’ora del 1° tempo è a firma Molteno, che riesce a portarsi in vantaggio di ben 6 reti sui marchigiani (10-4).

Chiaravalle però non si dà per vinta e, approfittando di una superiorità numerica per 2 minuti, recupera con grinta fino all’11-11, per poi passare in vantaggio e chiudere il primo tempo 14-15.

Tutta la squadra dei biancoblu di Mister Guidotti è protagonista di una grande prestazione corale, in cui ogni pedina si muove alla perfezione, gestendo il gioco sia in attacco che in difesa. Alla fine il risultato arride ai marchigiani che vincono per 27-29 e vanno al 3° posto in solitaria con 26 punti, staccando proprio Molteno.

Gli insulti razzisti a Castillo

Unica nota negativa di una bella giornata di sport sono stati gli insulti razzisti rivolti verso il chiaravallese Alex Castillo da un manipolo di 3 o 4 persone sugli spalti. A questi insulti Castillo ha risposto, da grande campione quale è, con un grande sorriso e continuando a giocare come sa, incantando il bel pubblico di Molteno, costituito in gran parte da bambini e famiglie.

Purtroppo rimane il fatto che si tratta di un gesto di una gravità inaudita che non ha e non deve avere posto nella pallamano così come nella società tutta.

La dichiarazione di Ballabio

Il portiere chiaravallese Francesco Ballabio, autore di una bella prestazione, commenta così la partita: “Sapevamo che sarebbe stata una partita dura, i primi 10 minuti non siamo scesi in campo ma siamo un grande gruppo, una grande squadra e abbiamo reagito come noi sappiamo fare. Grandissima prova da parte di tutti i miei compagni, sia quelli che sono entrati che quelli che hanno sostenuto ogni secondo dalla panchina. Ora ci godiamo la pausa ma vogliamo vincere tutte le partite rimaste per arrivare al massimo ai playoff”.

Il prossimo appuntamento con la Serie A Silver, dopo la pausa pasquale, sarà lo scontro casalingo tra Publiesse Pallamano Chiaravalle e Lions Teramo, sabato 6 aprile alle ore 18.00.

Tabellino

San Giorgio Molteno 27-29 Publiesse Chiaravalle

MOLTENO: Donadello, Garroni 6, Redaelli 4, Galizia, Colombo S., Bonanomi, Riva Stefano, Colombo L. 4, Cuzzupè 3, Bernachea 4, Riva Samuele, De Angelis 2, Beretta, Marzocchini, Campestrini 3, Randes 1. All. Gagliardi.

CHIARAVALLE: Sanchez, Morettin 3, Vichi 1, Del Curto 2, Selimi, Guerrero 4, Castillo 11, Ceresoli 2, Brutti 4, Santinelli G. 1, Salmonti, Solustri 1, Mandolini, Ballabio, Santinelli O., Battistelli. All. Guidotti.

Risultati e classifica – Serie A Silver

19^ giornata (sabato 23 marzo): Metelli Cologne 33-27 Cus Palermo, Campus Italia 21-31 Romagna, Camerano 32-24 Orlando Haenna, Lions Teramo 24-24 Verdeazzurro Sassari, Tecnocem San Lazzaro 28-20 Genea Lanzara, San Giorgio Molteno 27-29 Publiesse Chiaravalle

CLASSIFICA – Camerano 35, San Lazzaro 27, Publiesse Chiaravalle 26, Molteno 24, Romagna 24, Haenna 20, Genea Lanzara 20, Cologne 20, Verdeazzurro Sassari 13, Campus Italia 8, Cus Palermo 6, Lions Teramo 5

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / Sesta sconfitta consecutiva per la Macagi Cingoli: Conversano vince 27-32 al PalaQuaresima

La squadra di Palazzi insegue per tutta la partita: a metà ripresa dal -5 riesce a tornare a -1, ma nel finale i pugliesi chiudono i conti. 9 gol per Shehab

CINGOLI, 9 marzo 2024 – Anche Conversano vince al PalaQuaresima, così la Macagi Cingoli incappa nella sesta sconfitta consecutiva. I ragazzi di Palazzi, infatti, hanno perso 27-32 la gara della 20^ giornata di Serie A Gold,restando in piena zona play-out al termine di un match vinto meritatamente dai pugliesi, ora quarti in classifica.

Primo tempo

La formazione di coach Tarafino, a parte i primi due minuti, ha mantenuto l’inerzia della sfida per gran parte della gara, controllando i tentativi di recupero. La Macagi inizia la partita con i gol di Shehab e Codina sul 2-0, quindi Nelson accorcia e Mangoni fallisce il 3-1 colpendo la traversa. Conversano ringrazia e con un break di 0-3 si porta sul 2-4, grazie ai colpi di Souid, Nelson e Degiorgio. In questo frangente Di Caro neutralizza i tiri di D’Benedetto, Shehab e Codina Vivanco.

I locali tornano sul 5-5 al 12’ con l’uno-due Ciattaglia-D’Benedetto, ma in tutta risposta lo 0-3 ospite firmato Tinkir, Scaramelli e Souid vale il 5-8 al 16’. Doppio Codina strappa il -1 (7-8), dall’altra parte Conversano trova il +3 con le reti di Degiorgio e Scaramelli sul 7-10.

Gli ospiti vanno sull’8-12 al 21’ a seguito dei gol di Francelli e Souid. La Macagi, però, non ci sta e torna a -2 con Codina e Rossetti sul 10-12. Nelson, in questa fase, colpisce tre pali e sbaglia una conclusione facile. Lo svedese riesce comunque a propiziare la nuova mini-fuga conversanese, che arriva sul 10-14 firmato Degiorgio al 26’, dopo che capitan Strappini aveva colpito un legno. Il parziale non cambia fino alla fine del primo tempo, terminato 13-17.

Secondo tempo

Nella parte centrale della ripresa Cingoli sembrava voler puntare al bottino grosso, ma Conversano ha chiuso ogni velleità di vittoria locale negli ultimi 5 minuti. Codina e Shehab, nei minuti iniziali del secondo tempo, piazzano il nuovo -2 sul 16-18, aiutati da due grandi parate di Albanesi su Marrochi e Souid. Dall’altra parte, però, Conversano scappa a +5 con doppio Nelson e Suid, portandosi sul 17-22 al 41’,sfruttando gli errori in attacco della formazione locale.

Dal 42° arriva la reazione locale, con il super break di 4-0 firmato doppio Shehab, Codina e Rossetti per il 21-22 al 47° minuto. In questo frangente la squadra ospite perde Degiorgio, espulso per un fallo in difesa, con i due portieri Di Caro e Albanesi protagonisti di grandi interventi salva risultato. I pugliesi riconquistano il +2 con Possamai (21-23): da qui si inscena un furioso testa a testa (con D’Benedetto protagonista di tre reti di fila per i cingolani) che termina solo sul 26-28 di Filippo Mangoni.

Tinkir segna il +3, Ciattaglia colpisce la traversa e Scaramelli deposita in rete la rete del 26-30. Shehab spedisce fuori la sfera, Albanesi ipnotizza Tinkir e Santamarianova para un 7 metri a Scaramelli. Tinkir e Scaramelli, tuttavia, fanno volare a +6 Conversano all’inizio dell’ultimo minuto. Codina rende meno amara la sconfitta, prima dell’ennesimo legno colpito da Mangoni. Sportivamente Marrochi dice ai suoi compagni di non attaccare negli ultimi 15 secondi, così la sfida termina 27-32.

Sesta sconfitta consecutiva per la Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli, dunque, incappa nella sesta sconfitta consecutiva. I ragazzi di Palazzi non riescono ad arginare un Conversano che, seppur sbagliando qualche palla di troppo, dimostra di meritare di essere tra le pretendenti per lo scudetto. I cingolani sono apparsi ancora mentalmente fragili, commettendo errori che squadre come quella biancoverde non perdonano.

Anche se a fine partita lo score dei marcatori recita solo una rete segnata, l’evergreen Pablo Marrochi è stato il migliore in campo, per la capacità con la quale ha permesso ai vari Nelson (7 gol), Souid (6) e Scaramelli (5) di andare a rete. La Macagi Cingoli si consola con le 9 reti di Shehab e con le 8 di Codina Vivanco. Negli spalti, grande fair-play tra i caldi sostenitori di casa e tre conversanesi, giunti a Cingoli dalla Puglia con tamburi e bandiere.

Con l’Albatro Siracusa vincente in casa contro il Pressano, i cingolani scivolano al decimo posto con 12 punti in piena zona play-out e a -2 dai siculi, a pari merito con il Trieste ma con una migliore differenza reti (-52 a -81). Nella prossima settimana la Serie A Gold sarà ferma per la doppia sfida della Nazionale maschile contro il Belgio il 13 e il 17 marzo, nel secondo turno delle qualificazioni al Campionato Mondiale 2025. Si torna in campo il 23 marzo, con la sfida esterna all’Alperia Merano dell’ex Colleluori terza in classifica.

Tabellino

Macagi Cingoli 27-32 Conversano (13-17)

Macagi Cingoli: Albanesi, Santamarianova, Ciattaglia 1, Shehab 9, Ottobri, Mangoni 2, Somogyi, Bordoni, Latini, Strappini 1, D’Benedetto 4, Rossetti 2, Compagnucci, Gigli, Codina Vivanco 8. All. Palazzi

Conversano: Di Caro, Scarcelli, Scaramelli 5, Realmonte, Degiorgio 3, Tinkir 3, Sperti, Francelli 2, Nelson 7, Souid 6, Possamai 3, Alfarano, Marrochi 1, Lupo 2. All. Tarafino

Arbitri: Simone-Monitillo

Foto di Doriano Picirchiani

Risultati e classifica – Serie A Gold

20^ giornata (sabato 9 marzo): Albatro Siracusa-Pressano 29-24, Secchia Rubiera-Alperia Merano 21-29, Macagi Cingoli-Conversano 27-32, Carpi-Brixen 29-38, Sidea Fasano-Bolzano 40-31, Cassano Magnago-Sparer Eppan 40-26, Raimond Ego Sassari-Trieste 29-18

CLASSIFICA – Brixen 34, Sidea Fasano 33, Alperia Merano 30, Conversano 29, Bolzano 28, Cassano Magnago 26, Raimond Ego Sassari 25, Eppan 15, Albatro Siracusa 14, Macagi Cingoli 12, Trieste 12, Pressano 9, Secchia Rubiera 7, Carpi 6

LEGENDA: blu: play-off scudetto; rosso: playout; marrone: retrocessione in Serie A Silver; *: una partita in meno per ogni asterisco

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano / Publiesse Chiaravalle, doppio impegno casalingo cruciale per maschi e femmine

Domani la squadra di Guidotti, terza in Serie A Silver, alle 18.00 sfida la Tecnocem San Lazzaro seconda, mentre le ragazze alle 20.00 dell’A2 Femminile giocano il derby contro il Camerano 

CHIARAVALLE, 8 marzo 2024 – Non sarà un sabato di sport per deboli di cuore, questo è sicuro. Sabato 9 marzo le formazioni senior della Publiesse Pallamano Chiaravalle scenderanno in campo alle 18.00 e alle 20.00, nel palasport di Chiaravalle, per due appuntamenti cruciali: il primo contro Tecnocem San Lazzaro (A Silver), il secondo contro Camerano (A2 femminile).

Serie A Silver

La squadra di Mister Guidotti viene dalla sconfitta casalinga contro Genea Lanzara e, in questo secondo appuntamento consecutivo di fronte al pubblico di casa, vuole tentare l’assalto alla Tecnocem, seconda in classifica, proprio sopra a Chiaravalle.

All’andata, a Bologna, a vincere sono stati i giocatori chiaravallesi per 21-22 in una partita difficilissima, conquistata con grinta e uniformità di gioco. Ora i vari Castillo, Brutti, Morettin, Sanchez e Del Curto sono chiamati a replicare quella grande prestazione per mettere un mattoncino in più verso l’obiettivo stagionale: le Final 8 promozione.

Serie A2 Femminile

Situazione simile anche per la squadra femminile che, dopo aver concluso la regular season al primo posto del girone C, vede iniziare il cammino nel girone F a orologio con il derby contro Camerano. Si tratta della stessa partita che ha concluso il campionato e che ha visto la Publiesse Chiaravalle trionfare 37-33. 

Dobbiamo subito iniziare col piede giusto – dice il Presidente Maltoni: le nostre ragazze, così come i ragazzi, sono protagoniste di un campionato fantastico e vogliamo mantenere il focus partita dopo partita”. 

Il Girone F, oltre Publiesse Pallamano Chiaravalle e Camerano, vede anche le Tushe Prato, il Marsala e l’Edilspi Mattroina. Solo la squadra che finirà prima si qualificherà per le Final 6 di maggio che decreteranno le prossime promosse in A1.

Programma e classifiche

Serie A Silver 

18^ giornata (sabato 9 marzo): Verdazzurro Sassari-Molteno (ore 15.00), Genea Lanzara-Campus Italia (ore 16.00), Cus Palermo-Camerano (ore 16.00), Publiesse Chiaravalle-Tecnocem San Lazzaro (ore 18.00), Orlando Haenna-Lions Teramo (ore 18.30), Romagna-Metelli Cologne (ore 19.00)

CLASSIFICA – Camerano 31, San Lazzaro 25, Publiesse Chiaravalle 22, Molteno 22, Romagna 20, Cologne 18, Haenna 18, Genea Lanzara 18, Verdeazzurro Sassari 12, Campus Italia 8, Cus Palermo 6, Lions Teramo 4

Serie A2 Femminile – girone F (fase ad orologio)

1^ giornata (sabato 9 marzo): Publiesse Chiaravalle-Camerano (ore 20.00), Marsala-Tushe Prato (ore 20.00). Riposa: Edilspi Mattorina

CLASSIFICA – Publiesse Chiaravalle 0, Camerano 0, Marsala 0, Tushe Prato 0, Edilspi Mattorina 0

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / La Macagi Cingoli combatte 35 minuti, poi crolla: la capolista Brixen vince 39-31

I ragazzi di Palazzi chiudono il primo tempo in vantaggio e vanno sul +2 a inizio ripresa, ma vengono travolti dalla reazione della capolista 

BRESSANONE (BZ), 2 marzo 2024 – La Macagi Cingoli perde contro la capolista Brixen e incappa nella quarta sconfitta di fila. I ragazzi di Palazzi, infatti, hanno perso 39-31 la gara della 19^ giornata di Serie A Gold di pallamano. Dopo aver combattuto alla pari per 35 minuti con una delle squadre più forti del campionato, Strappini e compagni hanno accusato un calo fatale che è costato i due punti.

Primo tempo

Nel primo tempo, infatti, la Macagi Cingoli affronta a viso aperto la prima della classe. Codina e Strappini strappano il primo +2 sul 2-4, così gli ospiti restano in vantaggio fino al 6-7. Qui Brixen piazza un 3-0 con l’ex Arcieri e Sontacchi, conquistando il 9-7 al 15’. Dall’altra parte D’Benedetto segna tre gol di fila e ristabilisce il pari sul 10-10 al 18’.

Dopo il 12-11 di De Oliveira, i cingolani trovano uno 0-3 firmato Strappini, Codina e Rossetti, conquistando il 12-14 al 23° minuto. Stricker e De Olivera piazzano i gol della nuova parità (14-14), ma Aaron Codina Vivanco riconquista il +1 che i cingolani mantengono fino alla fine del primo tempo, concluso sul 16-17, con le grandi parate di Francesco Albanesi a salvare più volte il risultato.

Secondo tempo

La ripresa inizia con la Macagi ancora in fiducia: Codina e D’Benedetto fanno +2 (17-19), Arcieri accorcia ma Strappini ribadisce il 18-20 al 32’. Sarà l’ultimo vantaggio ospite, perché Brixen prende in mano la gara, sfruttando gli errori in fase di possesso dei biancorossi in maglia nera. Cañete e De Oliveira ribaltano il match sul 21-20, quindi Muehloegger, De Oliveira e Arcieri portano a +3 la formazione di casa sul 24-21.

Mangoni e Shehab provano a tenere a galla i cingolani, ma gli alto-atesini continuano a scappare: prima vanno a +4 sul 26-22, poi sul +5 sul 28-23 grazie a due gol dell’ex Stefano Arcieri al 41’, quindi sul +7 grazie a Cañete, Azzolin e De Oliveira, parziale di 31-24. Cingoli sbatte contro un Volarevic formato mondiale e non riesce a riavvicinarsi oltre il -5 con D’Benedetto e Shehab sul 31-26.

Ormai, però, i locali sono in controllo: al 50’, sfruttando una doppia superiorità numerica, volano sul +9 (35-26), poi toccano quota +10 al 54’ (38-28). D’Benedetto e Strappini strappano il definitivo -8 (38-30),quindi chiude il match il testa a testa Sontacchi-Codina.

Quarta sconfitta di fila per la Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli perde 39-31 contro il Brixen, andando incontro alla quarta sconfitta di fila. La squadra di Palazziha affrontato a viso aperto la capolista per 35 minuti, per poi calare nella ripresa, subendo la fuga degli alto-atesini. Decisivi nel risultato finale gli errori in fase di costruzione e le parate miracolose di Volarevic, uno dei migliori portieri del campionato italiano.

Tomas Cañete, Candido De Oliveira e Mohamed Shehab sono i migliori marcatori del match con 8 reti a testa, seguiti a 7 dall’ex Arcieri e a 6 da Codina Vivanco e D’Benedetto. Francesco Albanesi, autore di un ottimo primo tempo tra i pali, segna il suo primo gol stagionale in Serie A Gold.

La Macagi Cingoli resta all’ottavo posto con 12 punti con l’Albatro Siracusa e con Trieste, vincente in casa contro il Cassano Magnago: al momento i siciliani sono salvi per migliore differenza reti (-30), con cingolani noni (-44) e triestini decimi (-70) che al momento disputerebbero i play-out.

La formazione di Palazzi torna in campo tra tre giorni, con la ripetizione della gara della 14^ giornata contro la Sidea Fasano, ora seconda in classifica, in programma martedì 5 marzo alle ore 19.00 al PalaQuaresima. Sabato prossimo 9 marzo, poi, Strappini e compagni sfideranno, sempre in casa, il Conversano quinto.

Tabellino

Brixen 39-31 Macagi Cingoli (16-17)

Brixen: Volarevic, Azzolin 2, De Oliveira 8, Arcieri 7, Canete 8, Iballi E. 4, Iballi A. 3, Korbel 1, Sontacchi 3, Sonnerer, Muehloegger 1, Puntaier, Stricker 2, Rufinatscha, Oberhollenzer, Lubinati. All. Cutura (squalificato, in panchina Neuner)

Macagi Cingoli: Albanesi 1, Santamarianova, Ciattaglia, Shehab 8, Ottobri, Mangoni 3, Somogyi, Latini 1, Strappini 5, D’Benedetto 6, Rossetti 1, Compagnucci, Codina Vivanco 6. All. Palazzi

Arbitri: Falvo-Ganucci

Risultati e classifica – Serie A Gold

19^ giornata (sabato 2 marzo): Bolzano-Raimond Ego Sassari 28-26, Pressano-Carpi 32-26, Conversano-Alperia Merano 34-26, Trieste-Cassano Magnago 26-21, Sidea Fasano-Secchia Rubiera 31-27, Brixen-Macagi Cingoli 39-31, Sparer Eppan-Albatro Siracusa 31-29

CLASSIFICA – Brixen 30*, Sidea Fasano 29*, Alperia Merano 28, Bolzano 28, Conversano 27*, Cassano Magnago 24, Raimond Ego Sassari 23, Eppan 15, Albatro Siracusa 12, Macagi Cingoli 12*, Trieste 12, Pressano 9, Secchia Rubiera 7, Carpi 6

LEGENDA: blu: play-off scudetto; rosso: playout; marrone: retrocessione in Serie A Silver; *: una partita in meno per ogni asterisco

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano A Silver / La Publiesse Chiaravalle torna dalla Sardegna con 2 punti: 25-32 alla Verdeazzurro Sassari

I ragazzi di Guidotti ribaltano il 12-10 del primo tempo e rinsaldano il terzo posto in classifica, 10 gol per Keko Morettin

SASSARI, 25 febbraio 2024 -Tantissime emozioni in questa 5^ giornata di ritorno di A Silver per la Publiesse Pallamano Chiaravalle che, in trasferta a Sassari contro il Verdeazzurro, si aggiudica per 25-32 una partita importantissima ai fini del campionato.

La vittoria in terra di Sardegna viene costruita già in avvio di primo tempo, con i ragazzi di Mister Guidotti che riescono ad andare subito in vantaggio sull’1-4 con i gol di Morettin, Brutti e il fondamentale contributo di Sanchez in porta. Dal 15° minuto, però, Verdeazzurro riesce a recuperare portandosi in pareggio prima per 5-5 e poi andando avanti di qualche rete, con la prima frazione che si chiude sul 12-10 per i padroni di casa.

Chiaravalle non ci sta, nel secondo tempo sale in cattedra con Castillo, Santinelli e ancora Morettin. La partita si scalda e sul 16-16 uno stupendo pallonetto di Del Curto prima e un contropiede di Brutti poi mettono il primo mattone su cui costruire il vantaggio biancoblu che porta fino alla vittoria con 7 reti di scarto, un 25-32 che vale due punti pesantissimi per la classifica della Publiesse.

Uno dei migliori per Chiaravalle, Keko Morettin, dichiara a fine match: “Sapevamo che sarebbe stato un campo ostico, ma siamo riusciti a vincere la partita facendo quello che avevamo preparato. Il Verdeazzurro gioca approfittando degli errori altrui e, nel secondo tempo, abbassando il livello degli sbagli abbiamo vinto la partita. Sono due punti che volevamo per arrivare al nostro scopo, che sono i play-off. Siamo vicinissimi e vogliamo continuare ad allenarci per arrivare alla meta”.

Ora la Publiesse Pallamano Chiaravalle è terza in campionato e sogna. Nell’immediato futuro c’è l’impegno in due partite consecutive in casa, sabato 2 marzo contro i salernitani della Genea Lanzara e sabato 9 marzo contro i bolognesi della Tecnocem San Lazzaro. Si tratta di due, ennesime, partite da giocare sul filo del rasoio fino all’ultimo secondo, in un campionato di A Silver sempre più spettacolare.

Tabellino

Verdeazzurro Sassari 25-32 Publiesse Chiaravalle (12-10)

VERDEAZZURRO SASSARI: Casu, Maoddi 1, Idili 2, Venerdini, Cherosu 6, Delogu 1, Sanna, Bianco 3, Mura 1, Casu 1, Gomenyuk, Bendini 1, Sanna N. 1, Reta Battiston 5, Munda, De San Roque Signes 3. All. Canu.

CHIARAVALLE: Sanchez, Morettin 10, Vichi 2, Del Curto 5, Guerrero 2, Castillo 6, Ceresoli, Brutti 4, Santinelli G. 1, Chiappini, Salmonti, Solustri 1, Mandolini, Ballabio, Santinelli O. 1. All. Guidotti.

Risultati e classifica – Serie A Silver

16^ giornata (sabato 24 febbraio): Verdeazzurro Sassari-Publiesse Chiaravalle 25-32, Genea Lanzara-Cologne 27-25, Campus Italia-Camerano 30-33, Cus Palermo-Molteno 25-30, Orlando Haenna-San Lazzaro 25-19, Romagna-Lions Teramo 35-19

CLASSIFICA – Camerano 29, San Lazzaro 23, Publiesse Chiaravalle 22, Molteno 21, Romagna 20, Cologne 18, Haenna 17, Genea Lanzara 16, Verdeazzurro Sassari 12, Cus Palermo 6, Campus Italia 6, Lions Teramo 2

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / Macagi Cingoli, obiettivo riscatto: al PalaQuaresima arriva il Pressano

I ragazzi di Palazzi, reduci da due sconfitte di fila, affronta la squadra trentina che ha fermato sul pari Merano. D’Agostino: “Vogliamo riprenderci quello che ci spetta”

CINGOLI, 23 febbraio 2024 – La Macagi Cingoli torna al PalaQuaresima e vuole tornare a sorridere. I ragazzi di Palazzi, infatti, domani sabato 24 febbraio sfidano il Pressano penultimo, nel match della 18^ giornata di campionato. Una partita da non fallire, ma ricca di insidie, perché con il “nuovo” allenatore Dumnic i trentini hanno totalizzato 4 punti negli ultimi 5 incontri, mentre i cingolani vengono da due sconfitte di fila.

La partita di andata

Nella sfida di andata, giocata a Lavis (TN), la Macagi Cingoli mise a segno la prima vittoria stagionale in trasferta per 28-34. I cingolani avevano iniziato la partita mettendo le cose in chiaro, portandosi prima sul +3 (4-7), poi sul 7-11, con uno Shehab in un ottimo momento di forma. Dopo il ritorno a -1 del Pressano (10-11), Strappini e compagni erano riusciti subito a tornare sul 10-14 grazie a un contro break di 0-3. Il primo tempo era così terminato 13-17.

A inizio ripresa Cingoli volava sul +6 del 13-19, grazie ai gol di Shehab e alle parate di Mihail. I locali erano tornati sul -3 al 39’ (17-20), ma al 48’ la Macagi ristabiliva il +6 grazie ai gol di Rossetti, D’Benedetto e Ciattaglia per il 22-28, chiudendo ogni velleità di rimonta del Pressano, che non sarebbe andato oltre il -5 del 26-31. Il miglior marcatore del match è stato Pascal D’Antino con 9 reti, seguito a 7 da Hamouda e a 6 da Shehab e Codina Vivanco.

Il campionato del Pressano

Da quella sfida di andata molte cose sono cambiate in casa Pressano. In primis la guida tecnica: il 10 gennaio scorso la società aveva comunicato l’esonero di Alain Fadanelli. Al suo posto è tornato Branko Dumnic: già alla guida del club tra il 2013 e il 2019, aveva portato i gialloneri alla conquista degli gli unici titoli senior in bacheca, ovvero la Coppa Italia 2018 (alla quale aveva partecipato anche Cingoli) e la successiva Supercoppa.

Se con Fadanelli la squadra aveva totalizzato solo un punto (pareggiando contro il Secchia Rubiera), con Domunic Pressano ha conquistato 4 punti, frutto di 2 pareggi, una vittoria (contro il Secchia Rubiera) e 2 sconfitte. Nell’ultima giornata, in particolare, ha fermato in casa sul 34-34 l’Alperia Merano seconda in classifica.

La classifica vede i gialloneri al 13° posto con 5 punti, a +1 dal Carpi ultimo e a -7 dalla salvezza diretta. Il tunisino Hatem Hamouda è il miglior marcatore della squadra e del campionato con 124 gol segnati, 13 in più di Aaron Codina Vivanco, fermo a 111 con una partita da giocare

Qui Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli viene, forse, dalla settimana più difficile da quando è tornata in Serie A Gold. Le due sconfitte contro Bolzano ed Eppan, maturate rispettivamente con 8 e 6 gol di scarto, hanno fatto tornare la squadra al nono posto, a solo +2 dalla zona play-out. Prima di questi due match, è arrivata la decisione del giudice sportivo di far rigiocare la sfida contro Fasano (vinta da Cingoli per 25-24) per errore tecnico degli arbitri.

E meno male – commenta il centrale Emanuele D’Agostino – che è stato rigettato il ricorso della Raimond Ego Sassari nel match precedente che avevamo vinto contro di loro. Sicuramente non è stato il periodo che ci aspettavamo, ma crediamo che possiamo fare nuovamente risultato contro la Sidea Fasano. In Alto Adige abbiamo giocato due sfide molto dure, con un solo allenamento in 4 giorni. Non è una giustificazione: ovviamente siamo dispiaciuti, ma abbiamo già cominciato a lavorare per preparare il prossimo match”.

La Macagi, dunque, ha un solo obiettivo per la partita interna contro Pressano. “Vogliamo riprenderci quello che ci spetta – non usa mezzi termini D’Agostino -. Certo, è un’altra partita difficilissima: Pressano ha fermato sul 34-34 il Merano secondo, avranno il morale più alto del nostro. Sappiamo che il match mette in palio due punti pesantissimi: saremo concentrati dal primo all’ultimo minuto. Vogliamo rimetterci sulla strada giusta”.

Info utili

La partita della 18^ giornata di Serie A Gold tra Macagi Cingoli e Pressano si giocherà domani, sabato 24 febbraio, alle ore 18.00 al PalaQuaresima di Cingoli. Arbitreranno i fratelli Ciro e Luciano Cardone, alla presenza del commissario Pietraforte.

Foto di Doriano Picirchiani

Programma e classifica

18^ giornata (sabato 24 gennaio): Albatro Siracusa-Trieste (ore 16.00), Secchia Rubiera-Conversano (ore 18.00), Macagi Cingoli-Pressano (ore 18.00), Carpi-Eppan (ore 18.00), Cassano Magnago-Bolzano (ore 18.30), Raimond Ego Sassari-Fasano (ore 18.30), Alperia Merano-Brixen (ore 19.00)

CLASSIFICA – Brixen 28*, Alperia Merano 26, Sidea Fasano 26*, Bolzano 26, Conversano 23*, Cassano Magnago 22, Raimond Ego Sassari 22, Eppan 13, Macagi Cingoli 12*, Albatro Siracusa 10, Trieste 10, Secchia Rubiera 7, Pressano 5, Carpi 4

LEGENDA: blu: play-off scudetto; rosso: playout; marrone: retrocessione in Serie A Silver; *: una partita in meno per ogni asterisco

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano A Silver / Publiesse Chiaravalle, persa a tavolino la gara contro Palermo

La società esina ha schierato solo 9 giocatori convocabili in Nazionale, anziché 10, ricevendo anche un’ammenda di 500 euro. Quale credibilità per la pallamano italiana?

CHIARAVALLE, 15 febbraio 2024 – Il comunicato ufficiale n° 21 della Figh ha penalizzato oltre misura le squadre marchigiane. Dopo l’annullamento della sfida vinta dalla Macagi Cingoli contro la Sidea Fisano in A Gold (leggi qui), infatti, il giudice sportivo avv. Riccardo Aquilanti ha dato partita persa a tavolino al Chiaravalle in A Silver, poiché, nella gara contro il Re Borbone Palermo di sabato scorsa ha inserito in campo solo 9 atleti con i requisiti per essere convocati in Nazionale Italiana, anzi che i 10 da regolamento.

La società esina, inoltre, è stata multata con 500 euro di ammenda. Chiaravalle resta comunque al terzo posto con 18 punti, ma a ora a pari merito con Cologne e Romagna.

La domanda che si stanno facendo ora gli appassionati di pallamano italiana è: con tutte queste decisioni del giudice sportivo (anche altre società sono state punite nel comunicato n° 21), non si rischia di perdere lo spirito sportivo? Quale credibilità può avere uno sport in cui, anche se si vince sul campo, poi facendo ricorso ci si vede depredati del risultato conquistato con sacrifici fisici e soprattutto economici? Ai posteri l’ardua sentenza.

Di certo, la pallamano italiana vuole avvicinarsi al professionismo, ma la federazione e i suoi associati la stanno assimilando ad un’attività amatoriale. Dove a vincere non è chi combatte sul campo, ma chi è più furbo nell’appellarsi a regolamenti a volte fuori da ogni logica comune.

(g.g.)

©riproduzione riservata

 




Pallamano A Gold / Macagi Cingoli, domani la sfida ai campioni della Sidea Fasano al PalaQuaresima

La squadra di Palazzi inizia un tour de force di 5 partite in 17 giorni, Ciattaglia: “Abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela anche contro i campioni d’Italia”

CINGOLI, 6 febbraio 2024 – La Macagi Cingoli ospita i campioni d’Italia della Sidea Fasano al PalaQuaresima e inizia un febbraio di fuoco. I ragazzi di Palazzi, infatti, domani mercoledì 7 febbraio recuperano la gara della 14^ giornata contro i pugliesi, detentori dello scudetto di Serie A Gold di pallamano, nella prima di una serie di 5 partite in 17 giorni.

Il match di andata

Nella sfida di andata alla prima giornata, i cingolani avevano dato filo da torcere ai pugliesi, cedendo i due punti solo nel finale. Nel primo tempo la Macagi aveva rimontato l’inizio convincente della Sidea dal 4-1 al 5-6, anche se poi Fasano aveva conquistato il +4 grazie a un break di 5-0 (10-6). In tutta risposta i cingolani con un controbreak di 0-6 avevano rimesso il muso davanti, portandosi sull’11-13 al 21° minuto. I fasanesi, dopo aver pareggiato a quattro minuti dalla prima sirena, hanno chiuso comunque il primo tempo in svantaggio 16-17.

La ripresa è stata un botta e risposta continuo, culminato solamente negli ultimi secondi della sfida. Cingoli aveva accarezzato l’impresa sul 25-27, tuttavia la Sidea si era riportata a +2 sul 33-31. Il match era tornato in parità sul 35-35 a 120 secondi dalla fine, con Mihail decisivo a parare un 7 metri a Knezevic. I locali, tuttavia, avevano chiuso la pratica nell’ultimo giro di lancetta, grazie ai gol di Boggi e Knezevic per il definitivo 37-35. Aaron Codina Vivanco aveva iniziato il campionato con ben 10 reti, meno solamente di Knezevic (13). Gli altri top scorers cingolani erano stati Shehab (5 reti), Ciattaglia (4) e Strappini (4).

Il campionato della Sidea Fasano

La Sidea Fasano attualmente è al secondo posto con 22 punti insieme all’Alperia Merano, con una partita in meno rispetto alla capolista Brixen, prima a 26. I fasanesi di coach Fovio sono stati eliminati ai Quarti di Finale di Coppa Italia (vinta proprio dalla formazione di Bressanone), perdendo 25-26 contro il Cassano Magnago.

In campionato, invece, i pugliesi vengono dalla vittoria del 27 gennaio contro il Carpi, anche se nelle due giornate precedenti avevano perso gli scontri diretti contro Brixen (32-26) e Alperia Merano (35-29), entrambi disputati in Alto Adige. Il miglior marcatore della squadra, fino a questo momento, è Marko Knezevic, che è anche capocannoniere del campionato grazie a 107 reti segnate, 17 in più del “cingolano” Aaron Codina Vivanco (con una partita in più disputata dai fasanesi).

Qui Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli viene da un periodo di pausa di due settimane: dopo il successo nel recupero contro la Raimond Ego Sassari, non ha giocato nella 15^ giornata del 27 gennaio perché la partita contro il Bolzano è stata rinviata al 14 febbraio. Nel fine settimana seguente, poi, c’è stata la Coppa Italia e quindi il campionato ha osservato un turno di riposo. I ragazzi di Palazzi sono tornati al nono posto, poiché l’Eppan ha battuto il Conversano ed ha nuovamente sorpassato in classifica, anche se ha giocato due partite in più rispetto ai cingolani e all’Albatro Siracusa.

Ci siamo preparati bene – spiega l’ala Davide Ciattaglia -, aumentando il ritmo degli allenamenti. Ci aspettano due settimane molto intense. Certo, siamo dispiaciuti perché dopo una prestazione come quella contro Sassari c’era l’entusiasmo di voler tornare in campo fin da subito, ma la pausa ci ha fatto bene, facendoci preparare al meglio le sfide che ci attendono”.

Come anticipato dal giocatore cingolano, la Macagi inizierà da domani un tour de force, con ben 5 partite in 17 giorni: domani Fasano al PalaQuaresima, sabato 10 febbraio Trieste sempre in casa, mercoledì 14 il recupero in casa del Bolzano, sabato 17 lo scontro diretto con l’Eppan in Alto Adige, sabato 24 la sfida al Pressano penultimo nel Palasport di Cingoli.

Stiamo lavorando su noi stessi – aggiunge Ciattaglia -: i nostri punti di forza sono evidenti, tutte le squadre sanno che siamo una formazione che corre molto e ci piace tenere il pallone. Abbiamo una seconda fase molto spinta e lo abbiamo fatto vedere nel girone d’andata. Possiamo giocarcela anche con i campioni d’Italia in carica, lo abbiamo dimostrato”.

Info utili e Serie B

Il recupero della 14^ giornata di Serie A Gold maschile tra Macagi Cingoli e Sidea Fasano si giocherà domani, mercoledì 7 febbraio, alle ore 18.30 al PalaQuaresima di Cingoli. Arbitreranno l’incontro Bertinoe Bozzanga, alla presenza del commissario Cropanise. Per chi fosse impossibilitato a recarsi al Palasport, si può seguire la gara in diretta sul canale YouTube della Figh, raggiungibile anche attraverso la piattaforma PallamanoTV.

La squadra di Serie B, invece, sabato scorso 2 febbraio ha raccolto un pareggio di prestigio per 27-27 contro la seconda formazione del Camerano, capolista del girone di Area 6. “Aver ottenuto il pari al PalaPrincipi – conclude Ciattaglia, che gioca anche nella squadra B della Polisportiva – è la ciliegina sulla torta su un percorso di crescita di una formazione così giovane come la nostra. L’obiettivo della società con la Serie B è quello di far crescere tutti i giocatori più promettenti del settore giovanile e far fare loro tutta l’esperienza possibile. Pareggiare con una corazzata come il Camerano, visto il valore della rosa con molti giocatori titolari in Serie A Silver, ci rende veramente contentissimi”.

Foto di Doriano Picirchiani

Risultati, programma e classifica – Serie A Gold

14^ giornata (sabato 20 gennaio): Brixen 39-32 Eppan, Conversano 29-24 Trieste, Secchia Rubiera 24-26 Conversano, Carpi 26-37 Raimond Ego Sassari, Albatro Siracusa-Cassano Magnago (mercoledì 7 febbraio ore 16.30), Macagi Cingoli-Sidea Fasano (mercoledì 7 febbraio ore 18.30), Alperia Merano-Bolzano (mercoledì 7 febbraio ore 19.00)

15^ giornata (sabato 27 gennaio): Trieste 21-20 Alperia Merano, Eppan 33-32 Conversano, Cassano Magnago 35-18 Secchia Rubiera, Pressano 20-26 Brixen, Sidea Fasano 33-24 Carpi, Bolzano-Macagi Cingoli (mercoledì 14 febbraio ore 18.00), Raimond Ego Sassari-Albatro Siracusa (mercoledì 14 febbraio ore 20.00)

CLASSIFICA – Brixen 26, Alperia Merano 22*, Sidea Fasano 22*, Conversano 21, Cassano Magnago 20*, Bolzano 19**, Raimond Ego Sassari 16, Eppan 11, Albatro Siracusa 10**, Macagi Cingoli 10**, Trieste 8, Secchia Rubiera 7, Pressano 4, Carpi 4

LEGENDA: blu: play-off scudetto; rosso: playout; marrone: retrocessione in Serie A Silver; *: una partita in meno per ogni asterisco

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano A Silver / Publiesse Chiaravalle, la vendetta è servita: 29-26 sul Romagna

Dopo il pari con gol fantasma nella sfida d’andata, i ragazzi di Guidotti vincono il ritorno con grande autorità

CHIARAVALLE, 28 gennaio 2024 – È stata una grande giornata di campionato quella appena trascorsa in A Silver, con la Publiesse Pallamano Chiaravalle che riesce a domare una delle avversarie più temibili di tutta la stagione, vincendo per 29-26 contro il Romagna.

I primi minuti di gioco sono un botta e risposta tra le due formazioni con i vari Brutti, Sanchez, Morettin e Castillo per il Chiaravalle a fare da contraltare alle potenze di fuoco romagnole Rotaru, Maistrello e Lamarca.

Finita questa prima fase in cui le due squadre si danno il cambio alla guida del punteggio, la Publiesse riesce a mettere un po’ di margine nei confronti degli avversari e, approfittando della superiorità numerica per un’espulsione di 2 minuti, arriva al massimo vantaggio di 10-5 (anche grazie ad un gol da porta a porta del portiere Sanchez).

Ma nella pallamano nessun vantaggio è mai definitivo, infatti Romagna riviene fuori grazie a degli ottimi schemi con il pivot Bellini e il terzino Rotaru e chiude il primo tempo in netto recupero sul 16-14 per Chiaravalle.

Gli uomini di Guidotti rientrano in campo con il piede giusto dopo l’intervallo. Morettin fa da mattatore sia andando in rete che creando gioco (alla fine i gol per lui saranno 11) e c’è spazio anche per i gol di Mirko Mandolini, ala destra proveniente dal vivaio chiaravallese come il titolare del ruolo Brutti.

Chiaravalle porta a casa la partita e i due punti grazie ad un 29-26 finale, frutto di un grande gioco espresso, ma soprattutto di una lucidità e attenzione costanti, con gli errori ridotti al minimo.

“Abbiamo giocato una bella partita, difficile e tirata – dice Keko Morettin dopo il suo esordio davanti al pubblico di casa –ma se lavori bene in allenamento come stiamo facendo noi, con una società così alle spalle, i risultati arrivano.”

Adesso il campionato osserverà un turno di riposo per via delle finali di Coppa Italia. La prossima partita per la Publiesse Pallamano Chiaravalle sarà il 10 febbraio sul campo del Re Borbone Cus Palermo.

Tabellino

Chiaravalle 29-26 Romagna (16-14)

CHIARAVALLE: Sanchez 1, Morettin 11, Vichi, Del Curto 1, Selimi, Guerrero 4, Castillo 2, Ceresoli, Brutti 5, Santinelli G. 3, Solustri, Mandolini 2, Grimaldi, Ballabio, Santinelli O., Guidotti. All. Guidotti.

ROMAGNA: Maistrello 1, Mengoli 2, Albertini, Mazzanti 4, Ceroni, Lamarca 5, Tondini, Rotaru 4, Redaelli, Di Domenico 3, Zavagli 2, Mandelli, Ramondini 1, Bellini 4. All. Bianconi.

Risultati e classifica

Serie A Silver Maschile

13^ giornata (sabato 27 gennaio): Verdazzurro Sassari-Cus Palermo 31-27, Publiesse Chiaravalle-Romagna 29-26, Orlando Haenna-Genea Lanzara 26-21, Lions Teramo-Camerano 21-35, San Lazzaro-Campus Italia 34-30, Molteno-Cologne 31-30

CLASSIFICA – Camerano 23, San Lazzaro 19, Romagna 18, Publiesse Chiaravalle 18, Cologne 16, Molteno 15, Orlando Haenna 13, Genea Lanzara 12, Verdeazzurro Sassari 12, Cus Palermo 4, Campus Italia 4, Lions Teramo 2

©riproduzione riservata




Pallamano / Publiesse Chiaravalle, maschi e femmine giocano in casa contro Romagna ed Euromed Mugello

I ragazzi di Guidotti in A Silver vogliono vendicare la vittoria sfumata nel girone d’andata, le ragazze di Fradi puntano a vincere per mantenere la testa del girone C di A2 Femminile 

CHIARAVALLE, 26 gennaio 2024 – Doppio impegno casalingo per Publiesse Chiaravalle contro Romagna e Euromed Mugello. Ad aprire le danze di questo sabato 27 gennaio di pallamano sarà la formazione maschile di A Silver che, alle ore 18.00, se la vedrà con la Pallamano Romagna, formazione con la quale Chiaravalle ha un piccolo conto in sospeso.

Infatti un girone fa, alla seconda di andata in casa del Romagna, finì 25-25 a causa di un gol dato erroneamente ai romagnoli. Per Chiaravalle una vittoria contro una formazione appena retrocessa dalla Serie A Gold sarebbe stato un grande boost morale, mentre il pareggio ha lasciato l’amaro in bocca.

Toccherà ora agli uomini di Mister Guidotti, forti anche del nuovo innesto Morettin, cercare di migliorare quel risultato davanti al pubblico di casa.

Serie A2 Femminile

Anche la A2 femminile di Mister Fradi giocherà in casa sabato 27 alle ore 21.00, contro le toscane dell‘Euromed Mugello. Nel girone d’andata quella contro Mugello fu la partita di presa di coscienza da parte della Publiesse Chiaravalle, un 21-41 schiacciante che ha proiettato le biancoblu in cima alla classifica di A2 (dove si trovano ancora oggi).

Per continuare a inseguire i sogni di Final Eight e poi promozione in A1 la strada per Mariniello, Cipolloni, Mamet, Faig e compagne è una sola: vincere e consolidare la propria posizione davanti al pubblico di casa.

Entrambe le partite saranno trasmesse in diretta: la Serie A Silver sul canale YouTube della FIGH, raggiungibile anche la piattaforma Pallamano TV; la Serie A2 sulla pagina Facebook ufficiale della Publiesse Pallamano Chiaravalle.

Programma e classifiche

Serie A Silver Maschile

13^ giornata (sabato 27 gennaio): Verdazzurro Sassari-Cus Palermo (ore 15.00), Publiesse Chiaravalle-Romagna (ore 18.00), Orlando Haenna-Genea Lanzara (ore 18.30), Lions Teramo-Camerano (ore 18.30), San Lazzaro-Campus Italia (ore 19.00), Molteno-Cologne (ore 20.00)

CLASSIFICA – Camerano 21, Romagna 18, San Lazzaro 17, Cologne 16, Publiesse Chiaravalle 16, Molteno 13, Genea Lanzara 12, Haenna 11, Verdeazzurro Sassari 10, Cus Palermo 4, Campus Italia 4, Lions Teramo 2

Serie A2 Femminile girone C 

8^ giornata (sabato 27 gennaio): Conversano-Camerano (ore 16.30), Tushe Prato-Flavioni Civitavecchia (ore 18.00), Publiesse Chiaravalle-Euromed Mugello (ore 21.00)

CLASSIFICA – Publiesse Chiaravalle 11, Tushe Prato 11, Camerano 9, Conversano 5, Euromed Mugello 3, Flavioni Civitavecchia 0

©riproduzione riservata

 




Pallamano A Gold / Macagi Cingoli, torna il campionato: al PalaQuaresima arriva la Raimond Ego Sassari

La squadra di Palazzi recupera la 13^ giornata contro la corazzata sarda: per la qualificazione alla Coppa Italia serve una vittoria con 12 reti di scarto 

CINGOLI, 23 gennaio 2024 – La Macagi Cingoli festeggia Sant’Esuperanzio ritornando a giocare in Serie A Gold di pallamano. I ragazzi di Palazzi, infatti, nel giorno del Santo Patrono della città (24 gennaio), ospitano la Raimond Ego Sassari, nel recupero della 13^ giornata del campionato di massima serie, ultima di andata. Ai cingolani servirà una vera e propria impresa sportiva per staccare il pass per la Final Eight di Coppa Italia contro una delle corazzate della pallamano italiana.

Storia e palmares della Raimond Sassari

La società sarda è nata nel 1977 come Ichnusa Sassari. Ha partecipato per la prima volta al campionato di Serie A nella stagione 2002-2003. Nel 2013 la società chiude i battenti, per poi riaprire nel 2017Torna in massima serie nel 2019-2020, finendo il campionato al quarto posto, prima dell’interruzione dovuta al Covid-19.

Nel 2021-2022 la Raimond ha vinto la Coppa Italia, battendo in finale la corazzata Conversano, mentre i sardi sono gli attuali detentori della Supercoppa Italiana, vinta lo scorso dicembre a Chieti in finale contro Merano. In campionato, i sassaresi si sono piazzati al secondo posto nel 2020-2021, mentre nella scorsa stagione 2022-2023 hanno disputato la finale scudetto poi persa contro Fasano.

I precedenti

Sono due i precedenti tra Cingoli e Raimond Sassari, entrambi nel campionato 2020-2021: al PalaQuaresima i rossoblù si imposero 23-29 il 10 ottobre 2020, mentre in Sardegna i cingolani riuscirono a strappare uno storico pareggio per 30-30 il 28 marzo 2021. Se si contano, invece, anche le gare come Ichnusa, sono state giocati altri 2 match, nel 2011-2012 nel girone B di Serie A Maschile, che hanno visto i sardi vincitori in entrambe le occasioni (26-33 a Cingoli, 29-15 in casa). In totale, dunque, 1 pareggio e 3 vittorie dei rossoblù.

La Raimond Ego Sassari 2023-2024

La Raimond Ego Sassari è allenata dallo spagnolo Zupo, al secolo Francisco Javier Esquisoain Azanza, ex portiere professionista e allenatore di lungo corso, vincitore della Champions League nel 2000-2001 con gli spagnoli del San Antonio. È stato, inoltre, commissario tecnico di Italia (2008-2010), Qatar U21 (2014) e Emirati Arabi Uniti (2019-2020), mentre tra il 2015 e il 2017 ha allenato lo Sporting Lisbona.

La rosa è di altissimo valore, composta dal portiere marchigiano Valerio Sampaolo, chiaravallese classe 1987 ex Pressano, dall’ala Umberto Bronzo (2000, ex Siracusa, Fasano, Siena e dei francesi del Dunkerque), dal pivot bosinaco Damir Halilkovic (1987), dal centrale italo-croato Bruno Brzic (1987, ex Carpi, Brixen e Bozen), dal terzino brasilinao Malandrin (classe 1992) e dal terzino bosniaco Tarik Vranac (1993).

Fino allo scorso dicembre giocava con la Raimond Miguel Gomes, tra i protagonisti dell’ultima promozione in A Gold della Macagi Cingoli. Al suo posto, i sardi si sono rinforzati con il centrale tedesco classe 1998 Jan Kleinendam, direttamente dall’Amburgo in Bundesliga 1.

La Raimond Ego è attualmente settima in classifica con 16 punti, frutto di 7 vittorie, 2 pareggi (Bolzano e Conversano) e 4 sconfitte (Albatro Siracusa, Cassano Magnago, Fasano, Merano). In questa stagione, inoltre, i sassaresi hanno partecipato all’European Cup, venendo eliminati ai Trentaduesimi di finale dall’Olympiacos.

Qui Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli torna così in campo dopo un mese e 14 giorni dalla pesante sconfitta di Cassano Magnago, che ha fatto tramontare quasi definitivamente le residue speranze di qualificarsi alla Coppa Italia. Anche se c’è un’ultima possibilità: in caso di una molto improbabile vittoria dei cingolani con almeno 12 gol di scarto, infatti, i ragazzi di Palazzi raggiungerebbero nella differenza reti del girone d’andata l’Albatro Siracusa con un attacco migliore (attualmente 387 reti segnate contro le 366 dei siciliani) e strapperebbero il pass per la Play Hall di Riccione, dove si disputerà la Final Eight di Coppa Italia tra l’1 e il 4 febbraio.

I cingolani, tuttavia, devono cominciarsi a guardare le spalle. L’Eppan, infatti, con due partite in più ha superato in classifica la Macagi con 9 punti a 8, mentre il Secchia Rubiera è a 7 grazie ad una serie positiva di risultati utili,interrotti dalla sconfitta di sabato scorso contro il Pressano, rifrancato dall’arrivo di Branko Dumnic in panchina. Il decimo posto attuale per Cingoli non eviterebbe i play-out, ai quali partecipano le squadre dalla decima alla tredicesima posizione per individuare la seconda squadra retrocessa in A Silver.

Info utili

La sfida tra Macagi Cingoli e Raimond Ego Sassari si giocherà domani, mercoledì 24 gennaio, alle ore 15.00 al PalaQuaresima di Cingoli, nel giorno della festa del patrono Sant’Esuperanzio. Arbitreranno l’incontro Anastasio e Zappaterreno, alla presenza del commissario Fioretti. Sarà possibile seguire il match sul canale YouTube della Figh, raggiungibile anche attraverso la piattaforma PallamanoTV.

Foto di Doriano Picirchiani

Giacomo Grasselli

Risultati e classifica – Serie A Gold

13^ giornata (sabato 13 gennaio): Secchia Rubiera 36-30 Albatro Siracusa, Pressano 30-30 Sparer Eppan, Alperia Merano 35-29 Sidea Fasano, Conversano 28-22 Bolzano, Carpi 25-33 Cassano Magnago (giocata il 16 gennaio), Brixen-Trieste (mercoledì 24 gennaio), Macagi Cingoli-Raimond Ego Sassari (mercoledì 24 gennaio)

14^ giornata (sabato 20 gennaio): Carpi 26-37 Raimond Ego Sassari, Secchia Rubiera 24-26 Pressano, Brixen 39-32 Sparer Eppan, Conversano 29-24 Trieste, Albatro Siracusa-Cassano Magnago (mercoledì 7 febbraio), Macagi Cingoli-Sidea Fasano (mercoledì 7 febbraio), Alperia Merano-Bolzano (mercoledì 7 febbraio)

CLASSIFICA Alperia Merano 22*, Brixen 22*, Conversano 21, Sidea Fasano 20*Bolzano 19*, Cassano Magnago 18*, Raimond Ego Sassari 16*, Albatro Siracusa 10*, Sparer Eppan 9, Macagi Cingoli 8**, Secchia Rubiera 7, Trieste 6*, Pressano 4, Carpi 4

LEGENDA: blu: play-off scudetto e Final Eight di Coppa Italia; azzurro: Final Eight di Coppa Italia; rosso: playout; marrone: retrocessione in Serie A Silver; *: una partita in meno per ogni asterisco

©riproduzione riservata

 




Pallamano A Silver / La Publiesse Chiaravalle vince a Chieti: 26-30 contro il Campus Italia

La squadra di Guidotti vince in Abruzzo e si mantiene in scia alle prime tre della classifica, Brutti: “Siamo riusciti a dettare il ritmo”

CHIARAVALLE, 21 gennaio 2024 – La Publiesse Pallamano Chiaravalle comincia bene il girone di ritorno di A Silver vincendo per 26-30 contro gli azzurrini del Campus Italia e rimane attaccata al podio della classifica. Molto bene il debuttante Morettin e l’ala destra Brutti.

Dopo la pausa natalizia, Chiaravalle riprende in mano il pallone e la pece a Chieti, nella prima partita ufficiale del girone di ritorno contro il Campus Italia, formazione che si trova a 4 punti in classifica contro i 14 di Chiaravalle, un divario che non rispecchia il cuore che questi ragazzi hanno messo in campo sin dall’inizio del primo tempo.

La prima frazione finisce infatti per 13-16 per la Publiesse che controlla il gioco con i gol di Brutti, Castillo e del nuovo acquisto Morettin (alla fine i gol per lui saranno ben 8). Nella seconda metà della partita Chiaravalle spinge subito sull’accelleratore portandosi a +6 reti (14-20) sul Campus, un massimo vantaggio che la squadra di Guidotti gestirà fino al 26-30 finale dopo un’ottima prestazione corale.

Il commento 

L’ala destra Matteo Brutti (7 reti per lui) commenta così la prestazione dei suoi: “Abbiamo iniziato il primo match del girone di ritorno con il piede giusto, concentrati fin dall’inizio cercando di limitare gli errori sia in attacco che in difesa e imponendo il nostro gioco. Il Campus ha avuto una crescita esponenziale in questi mesi e sanno come poter far male all’avversario. Noi siamo riusciti a dettare il ritmo della partita anche grazie al nuovo arrivo Keko Morettin che, grazie alle sue caratteristiche, ci rende più fluidi nel gioco permettendoci di trovare i giusti spazi per poter andare al tiro il più facilmente possibile.Volevamo iniziare bene e ci siamo riusciti.”

Ora per Chiaravalle la testa va subito alla partita di sabato 27 gennaio in casa contro Romagna, una formazione che viene dalla A Gold (e che in Gold vuole tornare) con cui all’andata finì 25-25 a causa di un gol fantasma attribuito ai romagnoli.

Tabellino

Campus Italia 26-30 Chiaravalle (13-16)

CAMPUS ITALIA: Martini, Somma, Trost 6, Imhenrion 2, Khouaja 1, Lo Duca 1, Della Casa Bellingegni, Babini, Capozzoli 2, Giambartolomei 2, Chirivì Grassi, Didone 3, D’Incecco 2, Saccardo 1, Sirot 4, Yatawarage 2. All. Trillini.

CHIARAVALLE: Sanchez, Morettin 8, Vichi 2, Del Curto 3, Selimi, Guerrero 2, Castillo 4, Ceresoli, Brutti 7, Santinelli G. 2, Salmonti, Solustri, Grimaldi, Ballabio, Santinelli O. 2, Guidotti. All. Guidotti.

Risultati e classifica – Serie A Silver

12^ giornata: Campus Italia 26-30 Publiesse Chiaravalle, Cus Palermo 30-32 Haenna, Camerano 26-25 San Giorgio Molteno, Genea Lanzara 25-14 Lions Teramo, Romagna 28-23 Verdeazzurro Sassari, Cologne 27-30 Tecnocem San Lazzaro

CLASSIFICA – Camerano 21, Romagna 18, San Lazzaro 17, Cologne 16, Publiesse Chiaravalle 16, Molteno 13, Genea Lanzara 12, Haenna 11, Verdeazzurro Sassari 10, Cus Palermo 4, Campus Italia 4, Lions Teramo 2

©riproduzione riservata

 




Pallamano A Gold / Macagi Cingoli, è tempo di vincere: al PalaQuaresima arriva il Secchia Rubiera

I ragazzi di Palazzi affrontano l’ex squadra di D’Benedetto, ultima in classifica, Compagnucci: “Vogliamo conquistare i due punti”

CINGOLI, 17 novembre 2023 – Il tempo dei complimenti per il bel gioco è finito: ora la Macagi Cingoli deve vincere. La squadra di Palazzi, infatti, domani sabato 18 novembre affronta in casa il Secchia Rubiera ultimo in classifica, per la partita della nona giornata di Serie A Gold maschile di pallamano.

Storia del Secchia Rubiera e precedenti

La Pallamano Rubiera, in seguito Pallamano Secchia per via della fusione con Modena e poi Secchia Rubiera dal 2011, è nata nel 1974 ed è una delle società più vincenti dell’Emilia-Romagna. Nel corso della sua storia, infatti, ha vinto due Coppe Italia (1993-1994 e 2004-2005) e un Handball Trophy (2007-2008), disputando ben 33 campionati di massima serie e 11 partite nelle Coppe Europee, raggiungendo per 10 volte le semifinali scudetto.

Milita ininterrottamente in Serie A Gold dalla stagione 2021-2022, dopo la fondazione dell’ultima società nel 2011. Tra Macagi Cingoli e Secchia Rubiera sarà una sfida inedita, dato che le due squadre non si sono mai incrociate in partite ufficiali. Piero D’Benedetto, attualmente con i cingolani, ha giocato con gli emiliani nella passata stagione 2022-2023 in Serie A Gold.

Il Secchia Rubiera 2023-2024

La squadra, allenata dall’ex Bolzano, Siena e Pressano Alessandro Fusina, è composta da giocatori di talento come il terzino Kreshnik Kasa (classe 2001), il portiere ucraino Maksym Voliuvach (1996), il terzino ucraino Seyed Navyd Naghavialhosseini (2000), il pivot argentino Matías Beourlegui (1999), il terzino albanese Pashko Hila (1995), il terzino spagnolo Alvaro De La Santa (2001). In campionato il Secchia Rubiera ha raccolto solo un punto, per via del pareggio alla prima giornata contro il Pressano (con cui condivide l’ultima posizione). Da allora sono arrivate otto sconfitte di fila. Il miglior marcatore della squadra è Alvaro De La Santa con 35 reti segnate.

Qui Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli si presenta allo scontro diretto, primo di tre partite decisive per l’andamento del campionato,reduce da tre sconfitte di fila contro le corazzate Brixen, Conversano e Alperia Merano. Contro i meranesi la squadra di Palazzi non ha espresso la sua miglior pallamano soprattutto nel primo tempo, anche per via dell’assenza di Balint Somogyi, infortunatosi ad una mano pochi giorni prima del match.

Non abbiamo giocato una buona partita – ammette Mirco Compagnucci -, perché sono mancati sia la difesa che l’attacco. Siamo sicuri che sia stato solo un passo falso: una sfida storta può capitare e ora ci rimetteremo in carreggiata”.

E l’occasione per rialzarsi arriva proprio dalla gara interna contro il Secchia Rubiera. “Ci stiamo allenando – aggiunge Compagnucci – per arrivare pronti e preparati al match. Vogliamo conquistare i due punti, per riscattarci dalla brutta figura che abbiamo fatto contro Merano”.

Info utili e Serie B

La sfida tra Macagi Cingoli e Secchia Rubiera si giocherà sabato 18 novembre alle ore 18.00 al PalaQuaresima di Cingoli. Arbitreranno l’incontro Bassan e Bernardelle, alla presenza del commissario Piffanelli. Domenica 19 novembre, inoltre, il palazzetto cingolano ospiterà altre due partite. Alle 16, infatti, la squadra Under 15 Femminile affronta le pari età del Chiaravalle, mentre la formazione di B sfida i Lions Teramo alle ore 18.

“Per noi – conclude Compagnucci, che è titolare nella seconda squadra cingolana – è un campionato per crescere, che aiuta noi ragazzi ad arrivare con i grandi della rosa seniores. Sono contento del minutaggio che ognuno di noi sta accumulando: piano piano ci stiamo prendendo le nostre responsabilità. I risultati arriveranno, nonostante le due sconfitte contro Chieti e Camerano, ma ora contro i teramani speriamo di disputare un ottimo match”.

Foto di Doriano Picirchiani

Programma e classifica – Serie A Gold 

9^ giornata (sabato 18 novembre): Pressano-Raimond Ego Sassari (ore 16.00), Macagi Cingoli-Secchia Rubiera (ore 18.00), Alperia Merano-Carpi (ore 19.00), Conversano-Albatro Siracusa (ore 19.00), Sparer Eppan-Sidea Fasano (ore 19.00), Trieste-Bolzano (ore 19.00), Brixen-Cassano Magnago (ore 19.00)

CLASSIFICABrixen 14, Conversano 14, Bolzano 13*, Cassano Magnago 12*, Sidea Fasano 12*, Alperia Merano 12, Raimond Ego Sassari 9, Albatro Siracusa 6, Macagi Cingoli 4, Sparer Eppan 4, Trieste 4, Carpi 4, Pressano 1, Secchia Rubiera 1

Legendablu: qualificate ai play-off scudetto e alle Final Eight di Coppa Italia; azzurro: qualificate alle Final Eight di Coppa Italia; rosso: play-out; marrone: retrocessione diretta

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano A Silver / Arriva la prima sconfitta per la Publiesse Chiaravalle, Haenna vince 25-24

A 40 secondi dalla fine i siciliani riescono a vincere una partita equilibrata, il presidente Maltoni: “Abbiamo fatto errori in attacco”

CHIARAVALLE, 15 ottobre 2023 – Quarta giornata di campionato di Serie A Silver che si conclude in modo amaro per Publiesse Chiaravallela quale, dopo una partita in continua parità contro Orlando Haenna, subisce il gol decisivo a 40 secondi dal fischio finale, chiudendo così 25-24 per i siciliani.

La partita

Quella giocata in Sicilia dai marchigiani della Publiesse Chiaravalle è stata una partita fiera, sempre sul filo del rasoio, con un buon inizio che li vede andare avanti di tre reti. Poi Orlando Haenna recupera e si porta in vantaggio, senza mai staccare Chiaravalle la quale arriva a fine primo tempo sull’11 pari.

La seconda frazione è caratterizzata da errori in fase offensiva da ambo i lati. Chiaravalle riesce a far male in contropiede con Vichi, Haenna risponde con Rosso e Guggino e a poco meno di 15 minuti dalla fine i siciliani sono in vantaggio per 18-17.

Qui un’azione difensiva di Omar Santinelli viene punita con i due minuti, un colpo che poteva rivelarsi fatale a livello psicologico per i chiaravallesi. La squadra di Mister Guidotti invece reagisce e, con un uomo in meno, infila un break di tre reti senza subirne, arrivando così a 18-20.

Orlando Haenna però non molla e raggiunge più volte il pari fino a quando, a pochi secondi dalla fine e sul 24-24, l’arbitro assegna un rigore un po’ generoso a favore dei padroni di casa, ma Sanchez para. Sulla ribattuta i siciliani si appropriano della palla, rapido giro fino all’ala destra che entra e segna, chiudendo così il risultato su 25-24.

Le dichiarazioni del presidente Maltoni

Il Presidente della Publiesse Pallamano Chiaravalle, Gianluca Maltoni, dichiara a fine match: “Non è mai bello commentare una sconfitta, soprattutto quando per 60 minuti abbiamo lottato come leoni in una partita molto bella ed equilibrata. Abbiamo fatto degli errori sotto porta e, in un campionato così, ogni virgola conta. Di questa esperienza ci portiamo a casa la consapevolezza della forza del nostro avversario e la voglia di riscattarci tra 7 giorni di fronte al pubblico di casa”.

La prossima giornata di campionato vede la Publiesse impegnata sabato 21 ottobre alle 18.00 in casa contro i sardi del Verdeazzurro (Sassari), vecchia conoscenza dei marchigiani nelle ultime quattro stagioni e cliente molto scomodo. Si preannuncia una partita fondamentale per la definizione degli equilibri in classifica di A Silver.

Tabellino 

HAENNA: Oliva, Caruso 5, Guarasci 1, Andolina, Giummarra 1, Russo, Russello, Nasca 2, Coppola, Salerno, Loguasto, Mazzone 2, Guggino 6, Rosso 8. All. Gulino.

CHIARAVALLE: Sanchez 1, Vichi 3, Del Curto 1, Guerrero 4, Castillo 7, Ceresoli 2, Brutti 2, Santinelli G. 1, Takacs 3, Chiappini, Solustri, Ballabio, Santinelli O. All. Guidotti

Risultati e classifica – Serie A Silver 

4^ giornata: Cus Palermo 26-30 Tecnocem San Lazzaro, Orlando Haenna 25-24 Publiesse Chiaravalle, Genea Lanzara 34-35 Verdazzurro Sassari, Romagna 31-29 Molteno, Cologne 24-28 Camerano, Campus Italia-Lions Teramo (mercoledì 18 ottobre ore 19.00)

CLASSIFICA – Camerano 8, San Lazzaro 7, Publiesse Chiaravalle 5, Romagna 5, Verdazzurro Sassari 5, Genea Lanzara 4, Cologne 4, Orlando Haenna 4, Molteno 2, Cus Palermo 2, Campus Italia 0*, Lions Teramo 0*

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / Macagi Cingoli, l’egiziano Shehab Alden Ali è il secondo acquisto

Arriva sul “Balcone delle Marche” il terzino sinistro classe 2002 di nazionalità egiziana: “Con mister Palazzi posso crescere ancora”

CINGOLI, 8 agosto 2023  – Shehab Alden Alì è un nuovo giocatore della Macagi Cingoli. Il terzino sinistro classe 2002, di nazionalità egiziana, vestirà la maglia cingolana nella stagione 2023-2024 agli ordini di mister Sergio Palazzi.

Shehab, nato a Suez in Egitto il 7 luglio 2002, viene dallo Sporting Club Alessandria, squadra del massimo campionato egiziano, con la quale ha vinto 2 Coppe d’Egitto, 3 campionati nazionali e il Campionato d’Africa. Di ruolo terzino sinistro e alto 195 cm, ha vestito anche la maglia della Nazionale Under 21 d’Egitto, disputando due campionati del Mediteranneo, e ha esordito anche in Nazionale Maggiore,giocando due partite contro il Qatar.

“Ho scelto Cingoli – spiega il giocatore – perché Palazzi è un allenatore di alto livello che mi può far crescere,soprattutto per raggiungere i miei scopi. Credo che la squadra sia forte e abbia i miei stessi obiettivi: vogliamo raggiungere buone posizioni e fornire il massimo rendimento possibile. L’Italia è un paese sviluppato e ci sono tutte le condizioni per crescere: spero di essere all’altezza delle aspettative, per raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Ai miei nuovi tifosi – conclude Shehab – prometto che porterò la squadra nella posizione più alta alla quale può ambire. Il loro incoraggiamento e lo starmi vicino aumenteranno le mie prestazioni: significa molto per me e spero che io possa rendere Cingoli felice e orgogliosa di me. Non mi piace parlare dei miei obiettivi personali, preferisco lavorare sodo e raggiungere i risultati sul campo”.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano / Macagi Cingoli, il primo acquisto è il ritorno di Piero D’Benedetto

Il terzino italo-argentino ritorna a Cingoli dopo l’esperienza del 2021-2022 in Serie A2: “Qui mi sento a casa, non ho esitato a ritornare”

CINGOLI, 1° luglio 2023 – Il primo acquisto della Macagi Cingoli per la Serie A Gold 2023-2024 è il terzino Piero D’Benedetto. Per il classe 1996 si tratta di un gradito ritorno a Cingoli, dato che ha giocato sul “Balcone delle Marche” nella stagione 2021-2022 in Serie A2, prima di approdare al Secchia Rubiera nel 2022-2023.

Il terzino italo-argentino 27enne, dopo essere cresciuto nel River Plate, ha debuttato in Italia nel 2020-2021 tra le fila del Fondi in Serie A Beretta, segnando 133 gol nella sua prima stagione italiana. Nella sua prima esperienza a Cingoli aveva segnato ben 203 reti in Serie A2: si tratta della stagione più prolifica da quando gioca in Italia. Nella passata annata ha difeso i colori del Secchia Rubiera, in Serie A, segnando 125 gol.

Ora il ritorno a Cingoli, dove ritrova i compagni di squadra del gruppo cingolano ed Emanuele D’Agostino, oltre a coach Sergio Palazzi. “Sono molto contento – commenta D’Benedetto – di essere tornato a Cingoli, i ragazzi e la società mi hanno fatto sempre sentire come uno di casa. Appena il direttore sportivo Tomas Camperio mi ha chiesto se volevo tornare, non ho avuto esitazioni. Sono stato felicissimo di avere nuovamente l’opportunità di far parte di questo gruppo. Speriamo di toglierci tante soddisfazioni e di raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti”.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Chiaravalle / Pallamano, under 17 maschile alle finali nazionali

Buone notizie dall’under 15: le final four dell’Under 15 maschile tra Chiaravalle, Camerano, Vasto e Silvi ha visto il trionfo di Chiaravalle che si laurea ancora una volta campione di categoria nell’Area 6 Marche/Abruzzo

CHIARAVALLE, 24 magio 2023 – L’Under 17 maschile della Pallamano Chiaravalle alle finali nazionali.

Dopo la promozione della squadra maschile nella neonata serie A Silver, la formazione chiaravallese, da oggi a domenica 28 maggio, parteciperà alle finali nazionali Under 17 in Abruzzo per contendersi il titolo italiano di categoria.

La formazione di Nocelli costituita in larga parte dai vice-campioni d’Italia Under 15 dello scorso anno, si troverà nel girone C contro Cologne, Trieste e Olimpic Massa. I vincitori del girone andranno alle semifinali e poi eventualmente alla finale prevista per domenica 28 maggio.

Il commento di Mister Nocelli prima della partenza: “Dopo un bellissimo campionato e una seconda fase Marche/Abruzzo molto competitiva, ci siamo qualificati alle Finali Nazionali. Per noi è un vanto e i ragazzi sono stati meravigliosi. Hanno lavorato senza sosta da settembre e c’è tanta gratitudine da parte della Società. Affrontiamo queste Finali con un gruppo molto giovane ma che non molla mai. Ce la metteremo tutta per far bella figura contro squadre fisicamente più avanti di noi cercando di giocare con il sorriso, divertirci e far vedere quello che sappiamo fare. Il torneo ci servirà per fare esperienza e per vedere a che punto siamo nella nostra crescita”

IL CALENDARIO

24/05 ore 14.00 Palasport “C. Quaranta” di Pescara: Trieste – Chiaravalle

25/05 ore 17.30 Centro Tecnico Federale di Chieti: Chiaravalle – Cologne

26/05 ore 14.00 Palasport “Castagna” di Città Sant’Angelo: Olimpic Massa – Chiaravalle

I GIRONI

A – Cassano, Malo, Massa, Pontinia; B – Bolzano, Ravarino, Andria, Camerano; C – Trieste, Cologne, Massa, Chiaravalle;

D – Modena, Merano, Verdeazzurro, Fondi

 

UNDER 15

Intanto giungono buone notizie dall’under 15. Lo scorso 21 maggio si sono giocate a Chiaravalle le final four dell’Under 15 maschile tra ASD Pallamano Chiaravalle, Camerano, Vasto e Silvi. A trionfare proprio Chiaravalle che si laurea ancora una volta campioni di categoria nell’Area 6 Marche/Abruzzo.

©riproduzione riservata




Pallamano / Chiaravalle promossa in serie A Silver

La Categoria conquistata alle Finals giocate tra Chieti e Pescara. La nuova serie cadetta nazionale sarà a 12 squadre

CHIARAVALLE, 8 maggio 2023 – Al culmine di una stagione in crescendo Chiaravalle sale in A Silver.

Nel week end trascorso alle Finals giocate in Abruzzo la formazione del presidente Maltoni ha vinto il primo appuntamento contro i veneti dell’Arcom Emmeti per 32-27. Nella gara successiva contro il Verdeazzurro Sassari è arrivata la sconfitta per 32-29.

Terza giornata e terzo impegno decisivo. L’Arcom Ememti batte Sassari e il Torri, Chiaravalle che comunque passa in virtù della differenza reti con Arcom e Verdeazzurro. 

Santinelli (Chiaravalle)

Il capitano Omar Santinelli commenta così: “La società ci aveva dato questo obiettivo a inizio annata. È stata una stagione lunghissima, piena di infortuni, squalifiche, assenze per vari motivi. Ci siamo giocati il terzo posto fino alla fine e poi, con due partite buttate via, ci siamo ritrovati a fare queste Finals. Non era facile perché l’ultimo mese è stato veramente duro e abbiamo anche rischiato il quinto posto finale. Abbiamo stretto i denti, questa è una squadra che quando ci sono le difficoltà riesce a trovare il meglio e poi abbiamo avuto anche quel pizzico di fortuna che serve sempre. C’era qualcuno che ieri sera, ed anche durante la stagione, diceva che prima o poi i pianeti si sarebbero allineati perché le sfortune avute in questa annata sono state veramente tante e questa mattina è accaduto proprio questo”.

Anche il Presidente Gianluca Maltoni commenta la storica promozione: “Un ringraziamento grande ai ragazzi della squadra, protagonisti di una stagione che ci ha visto crescere come team e società. Grazie anche agli allenatori Andrea Guidotti e Ugo Campanile e a tutte quelle persone, atleti e genitori delle squadre giovanili, che sono sempre venute a fare il tifo, sostenendo la squadra fino a questo risultato. È una cosa importantissima che significa tanto per la società”. Poi Maltoni aggiunge: “Infine un ringraziamento a tutti gli sponsor che rendono possibile questa crescita. La pallamano marchigiana, con tre squadre tra le 24 delle Serie A Gold e Silver, gode di una ottimo stato di salute. Questo è possibile anche grazie agli sponsor che ci sono stati e ci staranno vicini. Se altri volessero unirsi a noi in questa ribalta nazionale, accompagnandoci nella crescita, siamo ben lieti di fare questo viaggio insieme”. 

La prossima Serie A Silver sarà così composta: – Trieste (Friuli Venezia Giulia; – Molteno (Trentino Alto Adige); – Genea Lanzara (Campania), – ASD Pallamano Chiaravalle (Marche); – Metelli Cologne (Lombardia); – Campus Italia (Squadra federale/Abruzzo); – Camerano (Marche);  – San Lazzaro (Emilia Romagna); – Haenna (Sicilia); – Cus Palermo (Sicilia); – Torri (Veneto); – Una retrocessa dai prossimi Play-Out di Serie A Gold (tra Fondi, Romagna, Carpi e Secchia Rubiera).

©riproduzione riservata




Pallamano / Macagi Cingoli, la Coppa Italia di A2 sfuma ai rigori: Eppan vince 31-30

Dopo il 28-28 dei tempi regolamentari, Bortolot para 3 rigori su 5 ai ragazzi di Palazzi, regalando il trofeo agli altoatesini nella partita tra le due promosse in Serie A Gold 

CHIETI, 7 maggio 2023 – Per la Macagi Cingoli la Coppa Italia Serie A2 sfuma solamente ai tiri di rigore.I ragazzi di Palazzi, infatti, si inchinano allo Sparer Eppan per 31-30, nella finale della Final Eight di Chieti tra le due squadre già promosse in Serie A Gold di pallamano. Il portiere gialloblù Bortolot ha neutralizzato ben 3 tentativi su 5 dei cingolani nella lotteria dei rigori. Strappini e compagni, comunque, mantengono l’imbattibilità stagionale nei tempi regolamentari, con 30 vittorie e il pareggio odierno su 31 incontri.

Primo tempo

E’ stata una partita equilibrata, combattuta dal primo all’ultimo secondo. Oberrauch apre le marcature, poi Bortolot miracoleggia su Somogyi e sul 7 metri di Gomes. Mihail respinge il tentativo di Oberrauch, dall’altra parte Codina Vivanco pareggia i conti da rigore. Gomes risponde a Marques (2-2), poi il terzino portoghese colpisce un palo. Mihail è provvidenziale su Oberrauch, che poi colpisce un legno sulla ribattuta. Ciattaglia porta in vantaggio la Macagi, ma Marques ristabilisce subito l’equilibrio sul 3-3.

Dopo il 3-4 di Somogyi, Oberrauch e Marques ribaltano il parziale sul 5-4, dopo la parata di Bortolot su Somogyi. Wiedenhofen sbatte su Mihail, così Gomes fa 5-5 al 14’. Continua l’equilibrio: Mangoni, D’Agostino e Ciattaglia rispondono a tre reti di fila del solito Marques, parziale sull’8-8, con Mihail provvidenziale sui tentativi di Oberrauch e Zanutto. Zanutto fa 9-8, ma dall’altra parte Rossetti e Somogyi riportano avanti la Macagi sul 9-10, nonostante l’ennesimo intervento di Bortolot su Rossetti. Eppan riconquista il +1 con Oberrauch e Marques (11-10), però Somogyi e Bordoni ribaltano il risultato sull’11-12.

Loncaric tira fuori, Bortolot ipnotizza Somogyi e Mihail fa gli staordinari su Pircher: Marques, tuttavia, non sbaglia e dai 7 metri segna il 12-12. Zanutto risponde a Codina Vivanco (13-13), poi Cingoli colpisce due pali con D’Agostino e Codina Vivanco, mentre Mihail respinge le conclusioni di Singer e Loncaric. Strappini segna il 13-14, ma Oberrauch trova la rete del 14-14 con cui si chiude la prima frazione, dopo il palo di Rossetti sul potenziale 13-15. Sul finale di tempo, Bortolot ipnotizza Strappini e Marques non centra lo specchio.

Secondo tempo

Il botta-risposta continua anche nei secondi 30 di gioco. Strappini tira fuori il primo attacco, Mihail rimedia respingendo una conclusione gialloblù, così Codina Vivanco fa 14-15. Il portiere italoargentino dei cingolani salva su Marques, ma dall’altra parte Ciattaglia colpisce l’incrocio dei pali: Loncaric non perdona e ristabilisce la parità (15-15). Bortolot e Mihail continuano a neutralizzare gli attacchi avversari, mentre Marques colpisce solo un palo: Codina Vivanco ne approfitta per segnare il 15-16.

Oberrauch pareggia, Gomes riporta avanti la Macagi ma dall’altra parte Pircher e Marques ribaltano il parziale sul 18-17. Oberrauch risponde a Ciattaglia, Marques dai 7 metri a Codina Vivanco, si resta sul 20-19 nonostante due belle parate di Mihail su Marques e Loncaric. Codina Vivanco fa 20-20, ma Eppan piazza un mini break di 2-0 con Marques e Zanutto, per il 22-20 al 44° minuto, dopo il tiro out di Mangoni. Cingoli trova il controbreak di 0-3 con doppio Ciattaglia e Codina Vivanco, portandosi in vantaggio di 22-23 al 48’.

Bortolot salva su Somogyi, Mihail risponde con un grande intervento su Zanutto ma non può nulla sul 7 metri di Marques, il quale prima pareggia, poi ristabilisce il +1 al 50’ sul 24-23. Mihail salva su Loncaric, Gomes fa 24-24, Morandell piazza il nuovo +1 altoatesino e Codina Vivanco pareggia nuovamente (25-25), dopo l’ennesimo intervento provvidenziale di Bortolot. I portieri continuano a parare di tutto e la partita sembra avviarsi verso i tiri di rigore.

Eppan prova la fuga con Marques e Oberrauch, autori delle reti del 27-25 dopo il tiro fuori di Codina Vivanco. Cingoli, però, non si arrende e ritrova la parità a un minuto dalla fine (27-27), grazie a due colpi di Gomes, con la complicità di Mihail a ipnotizzare Zanutto. Negli ultimi secondi, Somogyi risponde a Marques, poi Rossetti sciupa la palla della potenziale vittoria: si va a i tiri di rigore.

Dalla linea dei 7 metri Bortolot ipnotizza Mangoni, D’Agostino e Gomes; Mihail intuisce il tentativo di Loncaric, ma non può nulla su Marques, Zanutto e Oberrauch, che regalano il trofeo alla squadra altoatesina. Inutili per i biancorossi i gol di Somogyi e Codina Vivanco.

All’Eppan la Coppa Italia Serie A2

Lo Sparer Eppan vince la Coppa Italia di Serie A2, battendo la Macagi Cingoli per 31-30 al termine dei tiri di rigore. I ragazzi di Palazzi, però, mantengono l’imbattibilità stagionale all’interno dei tempi regolamentari, con 30 vittorie ed un pareggio in 31 partite. E’ mancata la lode, con la ciliegina sulla torta della Coppa, ma la società di via Cerquatti può brindare al ritorno in Serie A Gold dopo due stagioni di assenza.

Il miglior marcatore della gara è Marques Cunha, autore di ben 16 delle 31 reti dell’Eppan, seguito a 9 da Codina Vivanco, a 8 da Oberrauch e a 7 da Miguel Gomes. Da sottolineare, inoltre, anche la splendida prestazione del portiere Samuele Bortolot, che ha deciso il match con i suoi interventi provvidenziali. Alla fine del match, la foto ricordo tra le due squadre ricorda il verdetto più importante di questa Final Eight: Eppan e Macagi Cingoli sono promosse in Serie A Gold.

Tabellino

Sparer Eppan 31-30 Macagi Cingoli dopo tiri di rigore (14-14, 28-28)

Sparer Eppan: Bortolot, Pliger, Oberrauch J. 8, Loncaric 2, Bernachea, Singer, Soelva, Wiedenhofer, Pircher, Morandell 1, Bernard, Rainer, Zanutto 4, Marques 16, Sepp, Eizans. All. Oberrauch M.

Macagi Cingoli: Mihail, Santamarianova, Fioretti, Tapuc, D’Agostino 1, Ciattaglia 5, Ottobri, Mangoni 1, Somogyi 4, Bordoni 1, Gomes 7, Latini, Strappini 1, Rossetti 1, Gigli, Codina Vivanco 9. All. Palazzi

Arbitri: Corioni-Falvo

Foto di Fabrizia Petrini per contro della Federazione Italiana Giuoco Handball

Giacomo Grasselli




Pallamano / La Macagi Cingoli è promossa in Serie A Gold: 25-20 al Trieste

La squadra di Palazzi vince la semifinale e torna in massima serie dopo 2 anni di Serie A2: oggi la finale contro l’Eppan per la Coppa Italia di categoria

CINGOLI, 7 maggio 2023 – La Macagi Cingoli è promossa in Serie A Gold. La squadra di Sergio Palazzi ha battuto 25-20 Trieste nella semifinale delle Final Eight di Serie A2 Maschile, tornando in massima serie dopo 2 stagioni. E’ stata una partita sofferta, equilibrata per tutti i 60 minuti, ma nella ripresa i cingolani hanno saputo mantenere il vantaggio, nonostante i tentativi di rimonta dei triestini. I biancorossi coronano una stagione da sogno, con 30 vittorie su 30 incontri.

Primo tempo

Il primo tempo si è giocato punto su punto, con una grande aggressività da parte di entrambe le squadre. Strappini ha aperto le marcature, Scaramelli e Radojkovic hanno ribaltato il parziale sull’1-2. Zoppetti salva su Mangoni, ma non può nulla sui colpi di D’Agostino e Ciattaglia per il 3-2. Mihail ipnotizza due volte Scaramelli, prima del pari di Sandrin (3-3). Radojkovic risponde a Strappini, poi Gomes piazza il 5-4. Mihail para i tentativi di Urbaz e Di Nardo, mentre Zoppetti respinge un 7 metri di Gomes. Dall’altra parte Urbaz pareggia (5-5).

Due gol di Ciattaglia fanno scappare la Macagi sul 7-5 al 15’, nonostante l’ennesimo miracolo di Zoppetti su Gomes. Trieste non ci sta e pareggia quattro minuti più tardi con Urbaz e Radojkovic (7-7), supportati dalle parate decisive di Zoppetti sul 7 metri di Codina Vivanco (deviato sul palo) e sul tiro dall’ala di Ciattaglia.

Rossetti e Gomes fanno 9-7 al 21’, dopo il bell’intervento di Sandrin. Rossetti risponde a Di Nardo, quindi Sandrin piazza il 10-9. Segue una fase in cui i portieri sono grandi protagonisti: da una parte Zoppetti para i tentativi di Codina Vivanco, Gomes e Rossetti, dall’altra Mihail è provvidenziale su Di Nardo, Radokjovic e sul 7 metri di Pernic. Radojkovic trova la nuova parità sul 10-10, mentre Somogyi dai 7 metri chiude il primo tempo sull’11-10.

Secondo tempo

Nella ripresa la Macagi Cingoli riesce a portarsi più volte in fuga, Trieste recupera sistematicamente ma nei minuti finali deve alzare bandiera bianca. Sandrin colpisce un palo ad inizio secondo tempo, dall’altra parte Gomes e Somogyi dai 7 metri piazzano il +3 (13-10). Scaramelli accorcia sul 13-11, poi Mangoni colpisce un palo. Mihail neutralizza un 7 metri a Radojkovic, Compagnucci dall’altra parte conferma il 14-11 al 40’.

Gomes risponde a Scaramelli (15-12), poi Zoppetti respinge i tentativi di Mangoni e Somogyi (deviato sul palo), mentre Mihail non fa passare la conclusione di Di Nardo. Radojkovic segna la rete del -2 al 46’ sul 15-13. Sul 16-14, il triestino Di Nardo è stato espulso per via della terza sospensione per due minuti.

Codina Vivanco e Ciattaglia mantengono il +3 sul 18-15, ma Mazzarol e Scaramelli riportano a -1 Trieste sul 18-17, quando mancano 7 minuti alla fine dei tempi regolamentari. Ci pensa ancora Codina Vivanco a ristabilire il +3 con due gol consecutivi sul 20-17: è l’inizio del trionfo cingolano negli ultimi 5 minuti.

Radojkovic prova a tenere a galla Trieste, però due colpi di Somogyi valgono il +4 sul 22-18 al 56’. Gomes sbaglia il 7 metri del +5, ipnotizzato da Zoppetti: dall’altra parte Sandrin segna il 22-19. Ciattaglia e Strappini fanno esplodere i tifosi cingolani alla Casa della Pallamano sul 24-19, dopo la bella parata di Mihail e Sandrin. Scaramelli segna l’ultimo gol giuliano, prima del 7 metri di D’Agostino che chiude definitivamente i giochi sul 25-20.

La Macagi Cingoli torna in Serie A Gold

La Macagi Cingoli batte Trieste e torna in Serie A Gold dopo due stagioni di assenza. I ragazzi di Palazzi coronano una stagione da sogno con la 30^ vittoria su 30 partite. Non è stato facile battere i triestini di coach Radojkovic, rimasti attaccati al match per tutti e 60 i minuti di gioco. Nel secondo tempo, però, Strappini e compagni sono stati sontuosi: la loro voglia di vincere è stata decisiva per portare a casa l’intera posta, regalando la gioia più grande al centinaio di tifosi accorsi a Chieti da Cingoli in autobus e con le automobili. I sostenitori cingolani sono stati l’ottavo uomo in campo e hanno trascinato la squadra alla conquista della vittoria.

Jan Radojkovic si porta a casa la palma di top scorer con 7 reti, seguito a 5 da Ciattaglia e Scaramelli e a 4 da Somogyi, Codina Vivanco e Gomes. Tra i migliori in campo anche i portieri Zoppetti e Mihail, autori di interventi di pregevolissima fattura sui tentativi avversari.

Le Finals, però, non sono ancora terminate. Oggi, domenica 7 maggio alle 14.00, la Macagi Cingoli affronta l’Eppan per la finalissima tra le due promosse in Serie A Gold che attribuisce la Coppa Italia di Serie A2 Maschile. Il 6 maggio 2023, comunque, sarà una data che resterà nella storia dello sport cingolano: la Macagi Cingoli è tornata in Serie A Gold di pallamano.

Tabellino

Macagi Cingoli 25-20 Trieste (11-10)

Macagi Cingoli: Mihail, Santamarianova, Fioretti, Tapuc, D’Agostino 2, Ciattaglia 5, Ottobri, Mangoni, Somogyi 4, Bordoni, Gomes 4, Latini, Strappini 3, Rossetti 2, Compagnucci 1, Codina Vivanco 4. All. Palazzi

Trieste: Zoppetti, Postogna, Radojkovic J. 7, Scaramelli 5, Mazzarol 1, Pernic 1, Urbaz 2, Di Nardo, Valdemarin, Visintin, Zoppetti, Del Frari, Sandrin 3, Vinkovic. All. Radojkovic F.

Arbitri: Simone – Monitillo

Foto di Fabrizia Petrini per conto della Federazione Italiana Giuoco Handball

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Pallamano Finals A2 / Macagi Cingoli, oggi la semifinale promozione contro Trieste

La squadra di Palazzi affronta alle 20 la società più titolata d’Italia: chi vince ottiene la promozione in Serie A Gold. Strappini: “Veniamo da 29 vittorie su 29, ma ora si azzera tutto: siamo pronti!”. 

CHIETI, 6 maggio 2023 – Sarà Macagi Cingoli-Trieste la partita che deciderà una delle due promosse in Serie A Gold dalla Serie A2 Maschile di pallamano. La squadra di Palazzi, infatti, stasera sabato 6 maggio alle ore 20.00 affronterà i triestini, secondi del gruppo B delle Finals 3 reduci da due pareggi consecutivi contro Eppan e Molteno. Strappini e compagni, reduci dal 29 vittorie su 29 sfide ufficiali, si presentano all’appuntamento con la storia, per tentare il ritorno in massima serie dopo 2 stagioni di purgatorio.

Storia della Pallamano Trieste

La Pallamano Trieste nasce nel 1970 dalla volontà del compianto professor Giuseppe Lo Duca. È la società più titolata d’Italia, con un palmares di 17 scudetti (l’ultimo nel 2001-2002), 6 Coppe Italia e un Handball Trophy.Nell’estate del 2022, dopo 11 stagioni consecutive in Serie A, non viene iscritta alla massima serie per motivi finanziari e riparte dalla Serie A2, rilevando il titolo sportivo della squadra B.

Arriva a queste Final Eight da seconda del girone A di regular season, mentre alla fase a gironi delle Finals, dopo il successo sulla Genea Lanzara per 30-36, sono bastati due pareggi contro Eppan e Molteno per staccare il pass della semifinale.

I precedenti tra Cingoli e Trieste

Quella di oggi sarà la sesta sfida tra cingolani e triestini. Nei 5 precedenti, Trieste ha vinto 4 volte, mentre Cingoli si è imposta solamente in un’occasione, ovvero il 5 maggio 2019 al PalaQuaresima per 29-27 in Serie A 2018-2019. Il primo incrocio tra le due squadre è datato 18 febbraio 2018: allora il match era valido per la finale del 7° e 8° posto di Coppa Italia 2017-2018, con i giuliani vincenti per 23-25 al Pala San Giacomo di Conversano. L’ultimo Trieste-Cingoli, infine, si è disputato il 21 aprile 2021: i locali si imposero con un netto 40-25.

La squadra

Il roster, allenato dallo sloveno Fredi Radojkovic, è composto da giocatori di talento ed esperienza, come il terzino classe 1989 Jan Radojkovic (figlio del mister), il capitano Marco Visintin, classe 1982, l’ala cilena del 2002 Luciano Scaramelli, il pivot del 1992 Alex Pernic, il terzino Toni Vinkovic, anche lui nato nel 2002. In regular season, Trieste ha totalizzato 41 punti nel girone A, frutto di 19 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte (contro Eppan per due volte, Belluno e Torri). Jan Radojkovic è il migliore marcatore della squadra con 193 reti nella stagione regolare, più altre 16 in queste Finals, per un totale di 209 gol.

Il capitano Diego Strappini dà il cinque ai suoi compagni

Il momento della Macagi Cingoli

La Macagi Cingoli, invece, è l’unica squadra ad aver solo vinto in questa stagione fino a questo momento. Alle Finals per i ragazzi di Palazzi sono arrivate altre tre vittorie, nel girone A della fase a gironi contro Camerano (37-24), Orlando Haenna (26-29) e Tecnocem San Lazzaro (31-28). Nell’ultima sfida di ieri, in particolare, Balint Somogyi, nel giorno del suo compleanno, si è reso protagonista di ben 10 reti segnate, confermando il suo buon momento di forma in queste Final Eight.

Arriviamo a questa semifinale – spiega capitan Diego Strappini – con 29 vittorie su 29 partite ufficiali, ma siamo consapevoli che oggi tutto questo non ha valore. Contro Trieste tutto si azzera e dovremmo tirare fuori il nostro meglio per vincere questa partita da Gold o Silver. Di fronte avremo una squadra con un bagaglio di esperienza importantissimo, con giocatori che hanno alle spalle tanti anni di Serie A: sanno come si giocano queste partite. Uscire dal campo con la consapevolezza di aver dato tutto è il nostro obiettivo e sono sicuro che se lo faremo tutto andrà per il meglio. Siamo pronti!”.

Info utili

La semifinale delle Final Eight per la Serie A Gold tra Macagi Cingoli e Trieste si giocherà stasera, sabato 6 maggio, alle ore 20.00 alla Casa della Pallamano di Chieti: la vincente di questa sfida sarà promossa in Serie A Gold, mentre la perdente disputerà la prossima Serie A Silver. Dirigeranno l’incontro i signori Simone e Monitillo, con la supervisione dei delegati Cropanise e Onnis. La partita sarà trasmessa sul canale YouTube della Federazione Italiana Giuoco Handball (clicca qui). L’altra semifinale tra Eppan e Camerano si giocherà alle ore 18, sempre al Centro Tecnico Federale teatino.

Foto di Fabrizia Petrini per conto della Federazione Italiana Giuoco Handball

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata