Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 30^ giornata dei gironi C e F

Nel girone C, l’Argignano in finale play-off attende la vincente di Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere. Vane le vittorie di Terre del Lacrima (che conferma mister Bocchini) e del Cupramontana dei record nel girone di ritorno. Il play-out sarà Aurora Jesi-Rosora Angeli al “San Sebastiano”. Nel girone F, la Treiese sfida il Ripe San Ginesio nella semifinale play-off: chi passa il turno affronta la Belfortese 

VALLESINA, 16 maggio 2024 – Sabato 4 maggio si è conclusa la regular season di Seconda Categoria.Nel girone C, con l’Ostra Calcio volata in Prima Categoria, l’Argignano si è dovuto “accontentare” della finale play-off, dove affronterà la vincente di Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere, a loro volta vincenti nell’ultima giornata.

Vane, dunque, le vittorie di Cupramontana e Terre del Lacrima, escluse dagli spareggi per via del -11 dal secondo posto. Per quanto riguarda i play-out, sia Aurora Jesi che Rosora Angeli perdono: lo spareggio si giocherà al San Sebastiano. Nel girone F, la Treiese pareggia contro la Belfortese e dovrà giocare la semifinale play-off in casa contro il Ripe San Ginesio. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Girone C – Argignano 1-1 Ostra Calcio – 38’ Marchetti su rigore (O), 86’ Fabrizi (A) – leggi l’articolo

Aurora Jesi 1-3 Terre del Lacrima – 48’ Italia (T), 55’ Procaccini (T), 75’ Morsucci (T), 85’ Cammarino su rigore (A)

Il Terre del Lacrima vince a Jesi, ma non basta per agguantare i play-off. I ragazzi di Bocchini, infatti, hanno vinto 1-3 contro l’Aurora, grazie ai gol di Italia, Procaccini e Morsucci. Pur vincendo, i belvederesi restano a -11 dall’Argignano secondo, conquistando comunque la quinta posizione a pari merito con il Cupramontana. Gli aurorini di Campanelli, invece, hanno segnato la rete della bandiera con Cammarino su rigore, rimanendo terz’ultimo a 21 punti: sarà play-out casalingo contro il Rosora Angeli.

Il commento dell’Aurora Jesi

“La regular season dell’Aurora – commentano gli jesini – si chiude con una sconfitta indolore per 3-1 contro le Terre del Lacrima. Arancioblù che si sono fatti preferire nel primo tempo e che hanno sfiorato un meritato vantaggio con la clamorosa traversa centrata da Cammarino.

Nella ripresa crescono gli ospiti, che ancora speranzosi di raggiungere i playoff, andavano in rete per tre volte nel giro di 20 minuti con Italia, l’ex Procaccini e Morsucci. Dopo un altro palo di Cammarino dopo un bell’intervento dell’estremo difensore ospite, il bomber trova nel finale il gol della bandiera dagli 11 metri grazie a un rigore procurato dal neoentrato Wade. Il San Sebastiano sarà teatro del playout contro il Rosora Angeli: l’Aurora avrà 2 risultati su 3 a disposizione per mantenere la categoria”.

I commenti del Terre del Lacrima

“Grazie ragazzi – scrive, invece, il Terre del Lacrima -: siamo la seconda squadra ad aver perso meno insieme all’Ostra vincitrice. Una sola sconfitta con più di un gol di scarto su solo quattro sconfitte. Ogni partita alla morte, ogni gol un sogno, ogni grido ad inizio partita nella mente. Ogni esultanza a fine partita nel cuore. Un anno indimenticabile. Grazie a voi, tutti, dal primo all’ultimo. Forza Le Terre, sempre”.

La società ha poi confermato l’allenatore. Mister Mattia Bocchini ed il suo staff sono riconfermati. La stagione 2023/24 è appena terminata ma le Terre del Lacrima sono già operative in vista della prossima annata. La prima mossa dell’ambiziosa società biancorossa è la conferma sulla propria panchina di mister Mattia Bocchini. Il giovane mister jesino ha contribuito a riportare entusiasmo nella nostra piazza e la società non ha avuto alcun dubbio nel proseguire il rapporto con il tecnico. Il mister sarà ancora coadiuvato dal vice Stacchiotti, dai collaboratori Avaltroni e Mazzola, dal preparatore dei portieri Galeazzi e dal preparatore atletico Melon. La società è già operativa sul mercato per fornire al tecnico la miglior rosa possibile”.

Avis Arcevia 1-0 Serrana – 44’ Disabato

All’Avis Arcevia basta un gol di Disabato per conquistare la semifinale play-off tra le mura amiche. I ragazzi di Sentinelli, infatti, hanno battuto 1-0 la Serrana, mantenendo la terza posizione che le permette di sfidare in casa nel primo turno degli spareggi l’Olimpia Ostra Vetere. I rossoverdi di Azeri, invece, chiudono una stagione deludente al 12° posto con 27 punti, agguantati dalla Leonessa Montoro.

Il commento dell’Avis Arcevia

“L’ultima partita con la Serrana – spiega il capitano locale, Lorenzo Fenucciè stata molto dura, proporzionale all’importanza che per noi aveva. Ci giocavamo una stagione intera e volevamo regalare ad Arcevia e agli arceviesi un traguardo ambizioso, anche se per rispetto della nostra forza non ci siamo mai posti limiti. Di fronte poi avevamo una Serrana che ha onorato giustamente l’impegno ed è stata capace di metterci molto in difficoltà.Siamo una squadra con enormi potenzialità, molto giovane e proprio per questo con una gestione (soprattutto emotiva!) da consolidare.

Ora arriva il playoff tanto sudato, e per di più di fronte alla nostra gente. Sarà una giornata di sport molto emozionante, di fronte avremo la squadra che ho sempre reputato la più attrezzata del campionato, ma l’obiettivo resta sempre e solo il focus su noi stessi. Abbiamo un progetto di crescita per i nostri ragazzi, sarà un test nuovo per molti di loro, e quindi rappresenterà uno step importante che dovranno fissare nella loro memoria.

Come dico sempre rispettiamo la grande forza dell’avversario, ma noi siamo l’Arcevia, rappresentiamo la storia di questo paese e vogliamo rendere orgogliosi i nostri concittadini.

Abbiamo fatto tanti sacrifici e lasceremo tutto sul campo per rispettare in primis il nostro lavoro”.

Il commento della Serrana

La stagione calcistica – risponde, invece, la Serrana – si è conclusa con un ottimo pranzo presso un ristorante di Serra San Quirico.  Giornata trascorsa tra risate, ricordi, sogni e progetti per i prossimi anni della nostra Associazione. Ringraziamo tutti i Tifosi, gli Sponsor, il Comune di Serra San Quirico e coloro che, senza gloria, ma lavorando silenziosamente, permettono che questa avventura continui. Forza Serrana! Buone vacanze! Ci rivedremo a Settembre al Comunale Ugo Duca per tifare… Serrana! La Storia Continua”.

Corinaldo 1-0 Le Torri Castelplanio – 80’ Cicetti

Il Corinaldo chiude una stagione dolce-amara battendo il Le Torri Castelplanio. La squadra di Giuliani, infatti, ha vinto 1-0 contro la formazione di Fugante grazie alla rete di Cicetti a 10 minuti dalla fine, chiudendo il 2023-2024 al settimo posto con 45 punti. Il Le Torri, invece, si classifica undicesimo a 36, subendo il sorpasso del Palombina Vecchia.

Il commento del Corinaldo

“Con la giornata ‘Bianco/Azzurra’ – scrivono i locali – si è concluso il campionato 2023/2024 di Seconda Categoria.  È stato un cammino fatto insieme, entusiasmante, ricco di emozioni e di risultati, comunque positivi. Il più bel regalo che ci avete dato è stata la compattezza del gruppo e l’amicizia che avete cementato e diffuso fra tutti noi. Vi ringraziamo di cuore per questo e per avere contribuito a dare un senso a quello che facciamo e un significato al nostro sodalizio, il Corinaldo Calcio.

Un piccolo pensiero alla nostra super fisioterapista Maddalena Della Santa che ci ha sopportato per tutta la stagione. Al grido di ‘SOLO CHI TENTA L’ASSURDO, RAGGIUNGE L’IMPOSSIBILE’ vi diamo appuntamento alla prossima stagione!”

I commenti del Le Torri Castelplanio – leggi l’addio di Simone Fugante (clicca qui) e il ringraziamento della società (clicca qui)

Monsano 1-2 Cupramontana – 24’ Bisi (M), 45’ Manoni (C), 61’ Rossini (C)

Il Cupramontana (foto di copertina) ribalta il Monsano ma resta comunque fuori dai play-off. I ragazzi di Ballini, infatti, hanno rimontato il gol di Bisi con le reti di Manoni e Rossini nel secondo tempo. La vittoria, comunque, fa restare i cuprensi al quinto posto con 52 punti, a -11 dall’Argignano secondo. I monsanesi di Pellonara, invece, concludono l’anno sportivo in ottava posizione a 43.

Il Monsano 2023-2024

Il commento del Monsano

“Termina il campionato 2023/2024 per il Monsano calcio – scrivono i rossoblù di casa -. Termina con una sconfitta nelle mura di casa. A nulla serve il gol del vantaggio firmato da Giovanni Bisi che sale a quota 5 centri stagionali. Un gol che apre il match al 25° minuto del primo tempo. Rossoblù che lottano ma un Cupra riesce prima a pareggiare poco prima della fine della prima frazione con la rete di Manoni. E poi, nel secondo tempo, ci pensa Rossini (al 16° della ripresa) a firmare il sorpasso e la vittoria Cupra.

Non ci dilunghiamo ancora. Un Monsano che ha dato tutto: tralasciando il risultato di sabato scorso, ha dimostrato più volte di meritare qualcosina in più in termini di classifica. La stagione calcistica termina con la squadra di mister Pelonara all’ottavo posto in classifica: 43 punti, 11 vittorie, 10 pareggi e 9 sconfitte. Punti fatti in casa 24, in trasferta 19. Gol fatti 32, subiti 30. Terza miglior difesa del campionato dietro a Ostra e Argignano.

Speriamo aver fatto divertire, gioire, arrabbiare, imprecare e ancora una volta gioire ed esultare il pubblico. Ci vediamo la prossima stagione. il Monsano calcio vi ringrazia.

Grazie alla società, alla squadra, a dirigenti, tecnici e staff compresi. Ma soprattutto grazie a voi tifosi che ci avete supportato ed accompagnato in ogni singola partita, sia tra le mura di casa che nei campi più ostici di questa categoria”.

Il commento del Cupramontana

Il nostro campionato – rispondono gli ospiti – si conclude con una bella vittoria in trasferta. Non sono bastate le 10 vittorie nelle 11 giornate finali di questo campionato per raggiungere l’obbiettivo Play-Off. Peccato per un inizio con molte difficoltà, ma poi con l’arrivo di Mister Ballini tante cose si sono sistemate ed abbiamo disputato un girone di ritorno da record. Questo ci lascia ben sperare per la prossima stagione per disputare un campionato da protagonisti! Bravi ragazzi”.

Olimpia Juventu Falconara 1-3 Palombina Vecchia – 24’ Dubbini (P), 40’ Cornacchia (P), 44’ Campanile (O), 66’ Taormina (P)

Il Palombina Vecchia vince il derby di Falconara. La squadra di Caliendo, infatti, ha vinto 1-3 contro la già retrocessa Olimpia Juventu Falconara, con i gol di Dubbini, Cornacchia e Taormina. Gli olimpici avevano accorciato a fine primo tempo con Campanile. Grazie a questa vittoria, il Palombina Vecchia chiude la stagione al decimo posto, sorpassando all’ultima curva il Le Torri Castelplanio.

Rosora Angeli 1-3 Olimpia Ostra Vetere – 47’ Cavaliere (O), 50’ Osayi (R), 89’ Paniconi (O), 90’ Guei (O)

L’Olimpia Ostra Vetere conquista i play-off all’ultimo respiro. La squadra di Curzi, infatti, ha vinto 1-3 in casa del Rosora Angeli, in un match in bilico fino all’88°. Il solito Cavaliere ha aperto le marcature al 47’, ma Osayi ha trovato il pareggio dopo tre minuti per i padroni di casa. Al 89° l’esperto Paniconi segna l’1-2 che vale il quarto posto, quindi Guei arrotonda il risultato sul definitivo 1-3.

I rossoblù, quarti con 54 punti, si giocheranno la semifinale play-off in casa dell’Avis Arcevia con un solo risultato utile per passare il turno. Anche il Rosora Angeli deve solo vincere contro l’Aurora Jesi nel play-out al “San Sebastiano”.

Paniconi con la maglia della Castelfrettese

Il commento del Rosora Angeli

Sicuramente – spiega capitan Lorenzo Cesaroniè stata un’ottima gara, equilibrata fino agli ultimi minuti. Purtroppo, abbiamo perso concentrazione verso la fine e ciò ci è costato caro. È innegabile che loro siano più preparati ed esperti, come squadra neopromossa sappiamo di avere ancora molto da imparare e crescere. Continueremo a lavorare duramente per migliorare e dare il massimo in campo.

La finale dei playout è un momento carico di tensione, dove la determinazione è la chiave per ottenere la salvezza. Nel calcio sappiamo bene che nulla è garantito, ma siamo qui pronti ad affrontare questa sfida con tutto il nostro impegno, per conquistare la salvezza che sentiamo di meritare. Questo è stato un anno di lotte e di sacrifici, ma siamo determinati a giocare con orgoglio. Non solo per la società che rappresentiamo, ma soprattutto per noi stessi. Sul campo sarà una vera e propria battaglia, e faremo tutto il possibile per uscirne vittoriosi”.

Il commento dell’Olimpia Ostra Vetere

“Vittoria – scrive l’Olimpia Ostra Vetere – che ci proietta per il terzo anno consecutivo ai playoff. Ci vediamo sabato 18 maggio ad Arcevia”.

Trecastelli 0-0 Leonessa Montoro

Trecastelli e Leonessa Montoro chiudono la stagione con un punto che accontenta tutti. I locali di Galotta arrivano al nono posto con 41 punti, mentre la formazione di Fabrizi termina la stagione al 12° con 27 punti, a pari merito con la Serrana.

Il Trecastelli 2023-2024

Il commento del Trecastelli

“Quando siamo partiti – spiega il mister Rodolfo Galotta del Trecastelli – alla fine dello scorso campionato, la nostra squadra era appena retrocessa. La rosa era stata allestita per disputare una buonissima stagione di Terza Categoria, però non sapevamo che poi saremmo stati ripescati. Allora ci siamo dati l’obiettivo di centrare una salvezza tranquilla.

All’inizio del campionato siamo partiti con dei risultati altalenanti, non stavamo facendo troppo bene. Era un problema, eppure i giocatori c’erano e la società era sempre presente. Qui, però, siamo riusciti a invertire l’andamento della stagione e, a 7-8 giornate dalla fine, abbiamo fatto un pensierino stupendo, quello di centrare i play-off. La sconfitta nel match contro l’Argignano, però, ha fatto cadere i nostri sogni. Eravamo già salvi, quindi nelle ultime partite abbiamo disputato un campionato un po’ anonimo.

Gli obiettivi, comunque, sono stati ampiamente raggiunti. Siamo contenti di quello che hanno fatto i ragazzi: quando le cose non andavano come volevamo, si sono messi tutti a disposizione per allenarsi tre volte a settimana, rispetto ai due canonici che solitamente si fanno in Seconda Categoria. Si tratta di un gruppo veramente fantastico, fatto di brave persone e bravi calciatori. Ripartiremo nella prossima stagione con una solidità e un’esperienza positiva. Per il momento non abbiamo grandi obiettivi di classifica.

Nell’ultima sfida di campionato contro la Leonessa Montoro, la parola d’ordine è stata divertimento. Sia noi che loro non avevamo più obiettivi: è stata più una festa che una partita tirata o sentita. Siamo già concentrati in vista del prossimo impegno calcistico, che sarà il ritiro pre-campionato di agosto. Siamo comunque curiosi di vedere come andranno play-off e play-out del nostro girone: ci sono squadre forti, allestite per fare bene. Saranno belle partite da andare a vedere. Ringrazio Vallesina.TV per il lavoro di questi mesi, è stata sempre super-partes in questa stagione”.

La Leonessa Montoro 2023-2024

Il commento della Leonessa Montoro

10 stagioni, 250 presenze, un capitano – scrive, invece, la Leonessa Montoro -: Filippo Rossi! Vogliamo commentare la chiusura della stagione con il post del nostro capitano, un esempio in campo e fuori per i giovani ed i meno giovani

L’anno 2023/2034 si chiude con il bel pareggio senza reti contro il Trecastelli. Annata intensa, difficile con emozioni, come solo questo sport sa regalare, grazie all’impegno e alla determinazione di tutti l’obiettivo è stato raggiunto. Lo splendido gruppo di mister Kekko Fabrizi (leggi qui la sua conferma) ha dimostrato unione e compattezza soprattutto nei momenti difficili, cuore e grinta come una vera Leonessa.

Un ringraziamento particolare ai stupendi tifosi Ultras Red Lions che ci hanno sempre seguito e supportato durante la stagione. Ed ora il meritato riposo, con la testa già proiettata alla stagione 2024/2025”.

Girone F – Treiese 1-1 Belfortese – 27’ Latini (T), 68’ Di Francesco Alex

Per 40 minuti la Treiese accarezza il secondo posto, poi deve accontentarsi del terzo e, per via della vittoria del Ripe San Ginesio contro il Borgo Mogliano, è “condannata” a disputare la semifinale play-off proprio contro il Ripe.

I rossoblù, infatti, hanno pareggiato contro la Belfortese: al gol di Latini al 27’ ha risposto al 68’ Alex Di Francesco. Proprio i biancorossi attendono nella finale play-off del girone F la vincente di Treiese-Ripe San Ginesio: Santanatoglia e compagni hanno due risultati su tre al termine dei 120 minuti per centrare la finalissima del 25 maggio.

Il commento della Treiese

“Contro la Belfortese è stata una partita abbastanza maschia – spiega il presidente Rodolfo Micucci,intervistato da Cristiano Lambertucci di IgSport47 –. Nei primi minuti siamo partiti male, poi abbiamo disputato un ottimo match e avremmo meritato di vincere, però è andata così. Credo che qualche cartellino giallo in più ci poteva anche stare: l’arbitro è stato un po’ permissivo nei confronti dei giocatori ospiti.

Ora ci aspetta il Ripe San Ginesio in casa. Siamo fiduciosi: all’inizio della stagione avevamo messo in chiaro di voler fare un campionato da protagonisti. Ci siamo riusciti, rispettando quello che avevamo in mente. Adesso puntiamo a vincere le prossime partite: non ci sono alternative”.

Risultati, classifiche, marcatori e programma play-off/play-out

Girone C

30^ giornata: Argignano 1-1 Ostra Calcio, Aurora Jesi 1-3 Terre del Lacrima, Avis Arcevia 1-0 Serrana, Corinaldo 1-0 Le Torri Castelplanio, Monsano 1-2 Cupramontana, Olimpia Juventu Falconara 1-3 Palombina Vecchia, Rosora Angeli 1-3 Olimpia Ostra Vetere, Trecastelli 0-0 Leonessa Montoro

CLASSIFICAOstra Calcio 64, Argignano 63, Avis Arcevia 55, Olimpia Ostra Vetere 54, Cupramontana 52, Terre Del Lacrima 52, Corinaldo 45, Monsano 43, Trecastelli 41, Palombina Vecchia 37, Le Torri Castelplanio 36, Serrana 27, Leonessa Montoro 27, Aurora Jesi 21, Rosora Angeli 21, Olimpia Juventu Falconara 14 (retrocessa in Terza Categoria)

MARCATORI21 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 18 gol: Orianda (Terre del Lacrima); 16 gol: Ferrante (Terre del Lacrima); 15 gol: Marchetti (Ostra Calcio); 14 gol: Grossi (Trecastelli) e Donzelli (Palombina Vecchia); 13 gol: Ortolani A. (Cupramontana), Biagioli (Argignano), Sartini (Argignano), Montecchiarini (Argignano) e Cammarino (Aurora Treia); 12 gol: Giuliani L. (Corinaldo) e Mancini (Cupramontana); 11 gol: Rossetti (Avis Arcevia); 10 gol: Galuppa G. (Argignano), De Vincenzo (Palombina Vecchia) e Kone (Trecastelli); 9 gol: Bucci D. (Serrana), Lungarini (Monsano) e Garden (Olimpia Juventu Falconara); 8 gol: Apolloni (Serrana), Lenci (Corinaldo), Zupo (Ostra Calcio) e Rossini (Cupramontana).

VERDETTI

Ostra Calcio promosso in Prima Categoria

Play-off: Argignano in Finale (sabato 25 maggio)

Semifinale – Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere (sabato 18 maggio ore 16.30)

Play-out: Aurora Jesi-Rosora Angeli (sabato 18 maggio ore 16.30)

Olimpia Juventu Falconara retrocessa in Terza Categoria

Girone F

30^ giornata: Abbadiense 2-0 Pennese, Lorese 4-1 MR Pioraco, Palombese 3-0 Camerino Castelraimondo, Pievebovigliana 1-3 Sarnano, Ripe San Ginesio 2-1 Borgo Mogliano, Sefrense 4-2 Fabiani Matelica, Treiese1-1 Belfortese, Vis Gualdo 1-1 San Marco Petriolo

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 71, Belfortese 65, Treiese 63, Ripe San Ginesio 54, MR Pioraco 46, Palombese 46, Pievebovigliana 38, Sefrense 37, San Marco Petriolo 35, Sarnano 32, Camerino Castelraimondo 31, Fabiani Matelica 30, Lorese 29, Vis Gualdo 28, Abbadiense 27, Pennese 25

MARCATORI22 gol: Fiecconi (Belfortese) e Okere (Borgo Mogliano); 18 gol: Francucci F. (Treiese); 17 gol: Vrioni (Fabiani Matelica) e Correnti (Sefrense); 15 gol: Santoni (Pievebovigliana), 14 gol: Patrassi F. (Treiese); 13 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Pettinari E. (Palombese) e Aquino (Lorese); 12 gol: Albanese (MR Pioraco), Di Francesco Alex (Belfortese), Ndiour (Sarnano); 11 gol: Sosa (Lorese), Micarelli (Camerino Castelraimondo), Millaci (MR Pioraco), e Acciarresi (San Marco Petriolo); 10 gol: Ofili (MR Pioraco); 9 gol: Cervigni (Ripe San Ginesio); 8 gol: Cesari (Camerino Castelraimondo), Ajrardinovski (Sarnano) e Biordi (Sefrense).

VERDETTI

Borgo Mogliano promosso in Prima Categoria

Play-off: Belfortese in Finale (sabato 25 maggio)

Semifinale: Treiese-Ripe San Ginesio (sabato 18 maggio ore 16.30)

Play-out: Vis Gualdo-Abbadiense (sabato 18 maggio ore 16.30)

Pennese retrocessa in Terza Categoria

Leggi qui il programma delle gare per il titolo regionale

Leggi qui il programma regionale di play-off e play-out

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Titolo Regionale Prima e Seconda Categoria, eliminato il SassoGenga, avanti l’Ostra Calcio

I sentinati perdono 3-2 in casa del Lunano, nonostante la doppietta di Ricci. Gli ostrensi vincono per 1-0 grazie a Zupo: la semifinale contro il Muraglia

MARCHE, 11 maggio 2024 – Prosegue il sogno dell’Ostra Calcio di diventare campione regionale, termina quello del Sassoferrato Genga. Le gare di quarti di finale e semifinali per i titoli regionali di Seconda e Prima Categoria, infatti, hanno visto vincere la formazione di De Filippi contro il San Biagio per 1-0 grazie al gol di Zupo. I sentinati di Simone Ricci, invece, hanno perso 3-2 in casa del Lunano: in vantaggio di 1-2 grazie alla doppietta di Ricci nel primo tempo, nella ripresa hanno visto il rientro dei pesaresi.

Simone Ricci, allenatore del Sassoferrato Genga

La finalissima di Prima Categoria sarà Azzurra SBT-Lunano al “Ciarrocchi” di Porto d’Ascoli di San Benedetto del Tronto sabato prossimo 18 maggio: i sambenedettesi hanno battuto 2-1 la Settempeda. Le semifinali di Seconda, invece, saranno Muraglia-Ostra Calcio (a Pesaro) e Petritoli-Casette d’Ete (a Petritoli), sempre sabato 18 maggio. La finalissima, in programma il 25 maggio, si giocherà in casa della squadra vincente tra le due formazioni del Sud delle Marche.

Final Four Titolo regionale Prima Categoria

Semifinali – sabato 11 maggio

SF 1 – Lunano-Sassoferrato Genga 3-2 (Stadio Comunale di Lunano PU) – ore 15.30

RETI – 23’pt rig. e 38’pt Ricci (S), 26’pt e 32’st Bosoi (L), 34’pt Zazzeroni (L).

LUNANO – Gallinetta, Bosoi, Micheli, Baldelli (47’st Lorenzoni), Liera, Nobili, Filippini (42’st Raissi), Seck (19’st Portogallo), Zazzeroni, Mancini N. (21’st Galletti), Gianotti (35’st Capparuccia). All. Renzi

SASSOFERRATO GENGA – Masci, Di Nuzzo, Imperio (43’st Bonci), Isla (43’st Piermattei F.), Paoluzzi, Lippolis (1’st Zucca), Paoletti (12’st Piermattei E.), Passeri, Ricci, Federici, Colombo (12’st Chioccolini). All.Ricci

ARBITRO: Caporaletti (Macerata)

SF 2 – Azzurra San Benedetto del Tronto-Settempeda 2-1 (Stadio “Ciarrocchi” di Porto d’Ascoli di San Benedetto del Tronto AP) – ore 16.00

Finale – sabato 18 maggio ore 16.30

Azzurra SBT-Lunano (a San Benedetto del Tronto)

Programma titolo regionale Seconda Categoria

Quarti di finale – sabato 11 maggio ore 16.30

Muraglia-Tavernelle 2-1 (QF1) – Giorgini di Jesi (Campo sportivo “Muraglia” di Pesaro)

Ostra Calcio-San Biagio 1-0 – Zupo (QF2) – Cittadini di Macerata (Comunale di Pianello di Ostra) (OSTRA CALCIO: Durazzi, Conti, Bachetti, Marzano, Massacci, Pirani, Olivi, Becci, Zupo, Landi, Saturni. All. De Filippi)

Casette d’Ete-Borgo Mogliano 3-0 (QF3) – Cerolini di Macerata (Centro Sportivo “Della Valle” di Casette d’Ete FM)

Acquasanta-Petritoli 1-3 (QF4) – Persichini di Macerata (Comunale Carcinelli di Cagnano di Acquasanta AP)

Semifinale – sabato 18 maggio ore 16.30

SF1 – Muraglia-Ostra Calcio (a Pesaro)

SF2 – Petritoli-Casette d’Ete (a Petritoli)

Finale – sabato 25 maggio ore 16.30 (sul campo della vincente SF2)

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il programma della Final Eight per il titolo regionale

Nel quarto di finale, l’Ostra Calcio affronterà a Pianello il San Biagio: la vincente sfida fuori casa una tra Muraglia e Tavernelle in semifinale 

MARCHE, 10 maggio 2024 – Insieme ai play-off e ai play-out, in Seconda Categoria si giocano anche le partite che assegneranno il titolo regionale, come definito dal comunicato 237 della Lnd Marche. Si inizia già domani, sabato prossimo 11 maggio, con i quarti di finale Muraglia-Tavernelle, Ostra Calcio-San Biagio, Casette d’Ete-Borgo Mogliano e Acquasanta-Petritoli. In caso di parità, non ci saranno supplementari e si andrà direttamente ai calci di rigore.

La squadra di De Filippi, in caso di successo contro il San Biagio, affronterà in trasferta sabato 18 maggio la vincente di Muraglia-Tavernelle in semifinale. La finalissima è in programma il 25 maggio nel campo della vincente della semifinale “Sud”. Di seguito, il programma completo con le designazioni arbitrali. 

Programma titolo regionale Seconda Categoria

Quarti di finale – sabato 11 maggio ore 16.30

Muraglia-Tavernelle (QF1) – Giorgini di Jesi (Campo sportivo “Muraglia” di Pesaro)

Ostra Calcio-San Biagio (QF2) – Cittadini di Macerata (Comunale di Pianello di Ostra)

Casette d’Ete-Borgo Mogliano (QF3) – Cerolini di Macerata (Centro Sportivo “Della Valle” di Casette d’Ete FM)

Acquasanta-Petritoli (QF4) – Persichini di Macerata (Comunale Carcinelli di Cagnano di Acquasanta AP)

Semifinale – sabato 18 maggio ore 16.30

SF1 – Vincente QF1-Vincente QF2 (a Pesaro o Ancona)

SF2 – Vincente QF4-Vincente QF3 (ad Acquasanta o a Petritoli)

Finale – sabato 25 maggio ore 16.30 (sul campo della vincente SF2)

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Seconda Categoria / Ostra Calcio, è tutto vero! Sei in Prima Categoria

La squadra di De Filippi si laurea campione del girone C grazie all’1-1 sull’Argignano, con la rete di Marchetti, l’angelo del fango dell’alluvione di Senigallia. Vittoria dedicata da Andrea Tisba 

ARGIGNANO di FABRIANO, 4 maggio 2024 – L’Ostra Calcio è promossa in Prima Categoria. La squadra di Umberto De Filippi, infatti, grazie al pareggio sul campo dell’Argignano (1-1), ha ottenuto la vittoria del girone C di Seconda Categoria, al termine di un girone di ritorno trionfale.

Il cammino dell’Ostra Calcio 

In un girone nel quale Olimpia Ostra Vetere, Avis Arcevia e Cupramontana erano date per favorite alla vigilia, i gialloblù di Pianello e Ostra hanno avuto la meglio. Decisivo lo scatto finale iniziato a dicembre, con le 8 vittorie consecutive e agli 11 risultati utili che hanno consentito al club di insediarsi in testa alla classifica. C’è voluto, però, lo scontro diretto all’ultima giornata in casa dell’Argignano per certificare una stagione da incorniciare, la prima, tra l’altro, dalla fusione tra Ostra Calcio e Misa Calcio nell’agosto 2023. 

Per mister De Filippi, classe 1974 ex giocatore della Vigor Senigallia cresciuto nel settore giovanile del Lecce, si tratta della prima promozione assoluta della sua carriera da allenatore, dopo le esperienze al Marotta e al Victoria Brugnetto, a cavallo tra Promozione e Seconda Categoria. Il secondo posto della passata stagione con il Misa Calcio è stato il preludio di questa cavalcata vincente del 2023-2024.

Questa vittoria del campionato, inoltre, è dedicata soprattuto ad Andrea Tisba, il calciatore dell’Ostra Calcio tragicamente scomparso a settembre 2022 nell’alluvione che ha colpito Pianello di Ostra. Con un pensiero speciale anche per Miriam, suocera del presidente Alessio Olivi e nonna dei giocatori Alessandro e Lorenzo, scomparsa nella giornata di ieri.

Squadra e società

La squadra, allenata da Umberto De Filippi, è composta dai portieri Federico Bassotti, Filippo Durazzi e Daniele Quagliani, dai difensori Marco Bachetti, Lorenzo Capitanelli, Luca Conti, Manuel Marconi, Biagio Marzano, Gianmarco Massacci, Alessandro Olivi, Dorin Oprean e Burian Zollo, dai centrocampisti Marco Becci, Alessandro Brugiatelli, Damiano Cerioni, Lorenzo Landi, Andrea Omenetti, Lorenzo Pisani e Tommaso Sabbatini, dagli attaccanti Luca Magnoni, Mattia Marchetti, Lorenzo Olivi, Federico Pettinelli, Andrea Saturni e Mirko Zupo. Lo staff tecnico, oltre a De Filippi, è composto dal suo vice Roberto Branchesi (che è anche preparatore dei portieri) e dal collaboratore Matteo Mandolini.

Il presidente, come detto, è Alessio Olivi, affiancato dal vice Fabio Tarantino, dal ds Daniele Cappello, dal segretario Patrizio Landi, dal cassiere Fabrizio Aguzzi, dai dirigenti Marco Senesi, Alessandro Nardone, Massimo Adinolfi, Samuele Rocchetti, Roberto Mezzanotte, Giuseppe Napoli, Claudio Ventura, Augusto Rosati e Sergio Pasqualini (responsabile biglietteria), Marco Conti e Luca Gerini (social media manager), Matteo Pianelli (addetto all’arbitro) e Giannino Manoni (collaboratore). Simone Cesaretti è il responsabile del settore giovanile. 

Si ringrazia Andrea Pongetti 

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Seconda Categoria / Argignano e Ostra Calcio, a voi due: lo scontro diretto per la vittoria del girone C

Al “Don Mazzoli” della frazione di Fabriano la sfida che vale la stagione: i gialloblù di De Filippi hanno due risultati su tre per volare in Prima Categoria, la squadra di Mannelli deve solo vincere. Le dichiarazioni del tecnico locale, la rinascita del club ospite dopo l’alluvione del settembre 2022 

ARGIGNANO di FABRIANO e PIANELLO di OSTRA, 3 maggio 2024 – Ci siamo: Argignano e Ostra Calcio sono alla resa finale nel girone C di Seconda Categoria e solo una di loro due otterrà la promozione diretta in Prima Categoria. Domani, sabato 4 maggio, al “Don Mazzoli” della frazione di Fabriano si sfidano la squadra di Mannelli, seconda, e gli uomini di De Filippi, primi, due compagini divise solo da un punto, 62 a 63.

Nemmeno il miglior regista poteva scrivere un finale migliore a questo campionato: la 30^ e ultima giornata, con lo scontro diretto tra le due espressioni di due frazioni, decreterà la squadra che volerà nella terza divisione del calcio dilettantistico regionale. L’Ostra Calcio ha due risultati su tre per festeggiare, mentre gli argignanesi devono solo vincere.

Qui Argignano

L’Argignano è secondo in classifica con 62 punti, frutto di 18 vittorie, 8 pareggi e 3 sconfitte (Olimpia Ostra Vetere, Corinaldo, Ostra Calcio, tutte e tre nel girone d’andata e in trasferta). Nel ritorno i fabrianesi non hanno mai perso, con una striscia ancora attiva di 14 risultati utili di fila (9 vittorie e 5 pari). La squadra di Mannelli è quella con il miglior rendimento interno con 12 vittorie e 2 pareggi, 38 punti a pari merito con l’Ostra Calcio che però ha giocato 15 partite in casa contro le 14 dei biancoazzurri.

In trasferta, invece, è terza a quota 24, preceduta dall’Avis Arcevia (27 punti) e dall’Ostra (25). Gianluca Biagioli e Leonardo Sartini sono i migliori marcatori della squadra con 13 gol ciascuno, seguiti a 12 da Gabriele Galuppa: in tre hanno segnato 38 dei 53 gol complessivi del miglior attacco del girone C. Quella dell’Argignano, invece, è la seconda difesa meno battuta del campionato con 26 reti: ha fatto meglio solo l’attuale capolista.

L’Argignano vincitore della Coppa Marche Seconda Categoria 2022-2023

Il commento di mister Mannelli

Sarà la partita – spiega mister Jacopo Mannelli – tra le squadre che si sono dimostrate più continue durante tutto il campionato. All’inizio, probabilmente, nessuna delle due probabilmente era la favorita per la vittoria finale. Stiamo vivendo una bella settimana di tensione, di attesa, di emozioni, e ce la godiamo e gustiamo tutta, fino a sabato.

In fondo ci alleniamo e giochiamo per poter vivere questo tipo di giornate, quindi siamo molto orgogliosi di esserci. Loro hanno 2 risultati su 3, noi il fattore campo. Noi il miglior attacco e loro la miglior difesa. Comunque vada a finire, abbiamo fatto entrambe un gran bel percorso, e sabato una delle due metterà la ciliegina sulla torta. La promozione in Prima Categoria dell’Argignano coronerebbe due stagioni fantastiche, visto che nel 2022-2023 la società fabrianese ha vinto la Coppa Marche Seconda Categoria.

Qui Ostra Calcio

L’Ostra Calcio, invece, guida la classifica con 63 punti, frutto di 19 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte (Serrana in casa, Palombina Vecchia fuori, Monsano fuori, Cupramontana fuori). Ha iniziato il campionato con 4 vittorie consecutive poi, dopo un periodo di flessione tra ottobre e novembre, ha messo in fila 8 successi di fila e 11 risultati utili consecutivi, che l’hanno proiettata in testa alla classifica.

Tra le mura amiche non perde dal 4 novembre (Ostra 1-2 Serrana), mentre in trasferta è la seconda squadra ad aver totalizzato più punti, 25, dietro solamente all’Avis Arcevia. Quella degli ostrensi la difesa meno battuta del campionato con soli 20 gol subiti. La coppia Mattia Marchetti (14 reti) e Mirko Zupo (8) ha segnato 22 dei 49 centri totali realizzati dalla squadra, quinto miglior attacco del girone.

L’esultanza post-gara del l’Ostra Calcio dopo la gara vinta a Rosora

L’alluvione dell’entroterra di Senigallia

Mister Umberto de Filippi ha preferito non rilasciare nessuna dichiarazione a VallesinaTV, per questioni scaramantiche. La società, poi, è stata colpita oggi da un lutto, per la morte della suocera del presidente Alessio Olivi, nonna dei giocatori Alessandro e Lorenzo. Una realtà molto familiare quella dell’Ostra Calcio, nata dall’unione di due società, l’Ostra Calcio e il Misa Calcio, nell’agosto 2023.

Entrambe sono state particolarmente colpite dall’alluvione nell’entroterra di Senigallia nel settembre 2022: l’Ostra Calcio perse un suo calciatore, Andrea Tisba, scomparso nella piena del fiume Misa a Pianello di Ostra insieme a suo padre Giuseppe.

L’attaccante Mattia Marchetti, tutt’ora in forza al club e all’epoca giocatore del Misa, di lavoro fa il poliziotto ed è stato tra gli “angeli del fango” della macchina dei soccorsi, salvando diverse vite umane dalla furia dell’acqua. Insomma, un’eventuale promozione in Prima Categoria sarebbe un bel premio per tutta la comunità di Ostra e di Pianello di Ostra dopo quelle atroci sofferenze.

Il verdetto, però, ce lo darà il campo, precisamente il “Don Mazzoli” di Argignano di Fabriano. La partita inizierà alle 16.30 di domani, sabato 4 maggio, e sarà arbitrata da Cristiano Carnevali della sezione di Ancona. Una vittoria o un pareggio dell’Ostra Calcio spalancherebbe le porte della Prima alla società gialloblù, mentre l’Argignano deve solo vincere. La perdente, comunque, è già qualificata per la finale play-off del girone C, a causa del +13 tra la seconda e la quinta piazza.

Nella foto a destra Umberto De Filippi dell’Ostra Calcio, a sinistra Jacopo Mannelli dell’Argignano

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 29^ giornata dei gironi C e F

Nel girone C ancora tutta da scrivere la griglia dei play-off, con la squadra al quinto posto già certa di non disputare la semifinale e la seconda qualificata per la finale. La Leonessa Montoro si salva, condannando ai play-out Aurora Jesi e Rosora Angeli. Nel girone F, la Treiese vince a Matelica e si gioca il secondo posto nel prossimo turno contro la Belfortese

VALLESINA, 2 maggio 2024 – Sono stati 90 minuti caldi quelli della 29^ giornata di Seconda Categoria e ora ce ne aspettano altrettanti 90 al cardiopalma. Nel girone C, in particolare, non ci potrà essere uno spareggio finale, ma Ostra Calcio e Argignano si giocheranno in uno scontro diretto, in casa dei fabrianesi, la promozione in Prima Categoria.

Una sorta di finalissima: la gloria per chi vince, la delusione per chi perde. Con l’Ostra che può permettersi anche di pareggiare. Anche nel girone F, anche se non vale la promozione, Treiese-Belfortese assomiglia a un match da dentro o fuori: una vittoria o il pareggio ospite mettono in palio la finale play-off.

La supersfida Argignano-Ostra Calcio

Tornando a parlare di girone C, non ci sarà uno spareggio promozione, dunque, perché le due squadre hanno un solo punto di distacco. I gialloblù hanno due risultati su tre per centrare la Prima Categoria, mentre i fabrianesi devono solo vincere. La squadra al secondo posto è già aritmeticamente in finale play-off, per via dell’attuale +13 tra Argignano e Cupramontana-Terre del Lacrima.

Chi giocherà i play-off nel girone C (se ci saranno)?

I play-off, inoltre, non si giocheranno se il distacco dal secondo al decimo posto è pari o superiore a 10 punti: la seconda è automaticamente qualificata agli spareggi con le altre vincenti dei play-off. Ora Argignano e Avis Arcevia hanno 10 punti di distacco. I play-off del girone C, dunque, non si disputeranno se Argignano-Ostra Calcio finirà in parità e Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere non vinceranno, oppure se l’Argignano dovesse vincere e arceviesi e rossoblù non riuscissero a conquistare i tre punti.

Se Avis Arcevia, Olimpia Ostra Vetere, Cupramontana e Terre del Lacrima arriveranno a pari merito, dunque, nessuna delle 4 disputerebbe i play-off: avrebbero tutte 52 punti e l’Argignano ha già 62 punti, quindi sarebbero automaticamente  esclus.  

Se l’Avis Arcevia vince o pareggia con sconfitta dell’Argignano, disputerebbe i play-off contro la squadra terza classificata, una tra Olimpia Ostra Vetere, Cupramontana e Terre del Lacrima. Lo stesso discorso vale per i rossoblù di Curzi: con una vittoria lo spareggio promozione sarebbe automatico, a prescindere dal risultato di Argignano-Ostra Calcio.

Il Cupramontana, invece, spera in una vittoria dell’Avis Arcevia e in una contemporanea sconfitta o pareggio dell’Olimpia Ostra Vetere per disputare il play-off come quarta classificata. Il Terre del Lacrima, infatti, disputerebbe lo spareggio solo in caso di vittoria a Jesi contro l’Aurora, di successo dell’Avis Arcevia e contemporaneo ko sia di Olimpia Ostra Vetere che di Cupramontana.

I play-out

Giochi fatti, invece, per play-out e retrocessione: Aurora Jesi e Rosora Angeli si sfideranno per la salvezza in Seconda Categoria e resta da capire dove. In caso di arrivo a pari punti, lo scenario sarà il “San Sebastiano” di Jesi, perché gli aurorini hanno il vantaggio degli scontri diretti. L’Olimpia Juventu Falconara è già retrocessa in Terza Categorie e la Corte d’Appello territoriale ha rigettato il ricorso sui fatti di Jesi. Dopo questo necessario cappello introduttivo, andiamo ad analizzare le partite di questo fine settimana appena trascorso, valide per la 29^ giornata.

Girone C – Cupramontana 2-0 Rosora Angeli – 17’ su rigore e 24’ Mancini

Una doppietta di Michele Mancini tiene ancora in vita il Cupramontana. La squadra di Ballini batte 2-0 il Rosora Angeli, mantenendo il quinto posto alla vigilia dell’ultima giornata. Come detto, i rossoblù, per disputare i play-off, devono vincere contro il Monsano in trasferta, sperare in una vittoria dell’Avis Arcevia e in un pareggio o in una sconfitta dell’Olimpia Ostra Vetere.

In caso di arrivo a pari punti con i rossoblù, infatti, i cuprensi avrebbero il vantaggio dello scontro diretto. Anche in caso di arrivo a 3 con il Terre del Lacrima la formazione di Ballini sarebbe avanti nella classifica avulsa (7 punti contro 5 dei belvederesi e 4 dell’Olimpia).

Il Rosora Angeli vede sfumare la salvezza diretta, per via del 2-0 della Leonessa Montoro sul Corinaldo. Sarà play-out, dunque, con ogni probabilità contro l’Aurora Jesi. Resta da capire se la sfida si giocherà al San Sebastiano (in caso di arrivo a pari punti o sotto gli jesini) o a Rosora nel caso in cui la formazione del duo Lucarini-Baldarelli riesca a sopravanzare gli aurorini all’ultima giornata.

Le Torri Castelplanio 4-2 Aurora Jesi – 2’ e 69’ Montecchiarini (L), 18’ Elisei (A), 36’ su rigore e 59’ Corinaldesi (L), 41’ Cammarino su rigore (A)

Il Le Torri Castelplanio saluta i propri tifosi rifilando un poker all’Aurora Jesi. La squadra di Simone Fugante, infatti, ha battuto 4-2 i ragazzi di Campanelli, facendo un piccolo favore al suo “maestro” e amico Kekko Fabrizi, allenatore della Leonessa Montoro salva. Uno dei protagonisti della gara è stato un altro cingolano, Riccardo Montecchiarini, autore di una doppietta. L’ex Villa Strada, infatti, ha segnato il gol del momentaneo 1-0, prima del pareggio di Elisei al 18’. Corinaldesi ha riportato il Le Torri avanti al 36’ su calcio di rigore, tuttavia gli aurorini sono riusciti a pareggiare grazie al penalty di Cammarino.

Nella ripresa, la formazione Castelplanio trova i gol di Montecchiarini e ancora Corinaldesi, condannando l’Aurora a dover disputare il play-out. L’avversario sarà il Rosora Angeli, a meno di clamorose sorprese: se il giudice sportivo, infatti, dovesse accogliere il ricorso dell’Olimpia Juventu Falconara sui fatti del “San Sebastiano” del 20 aprile (leggi qui), probabilmente si dovrà rigiocare la gara dal momento della sua interruzione e, in caso di successo falconarese, sarebbe ancora aperta la lotta per evitare la retrocessione diretta, con Aurora Jesi a 20 punti e Olimpia Falconara a 17. G

Gli olimpici dovrebbero poi battere all’ultima giornata il Palombina Vecchia e sperare in una sconfitta degli aurorini contro il Terre del Lacrima per agganciarla in classifica, rendendo necessario uno spareggio per decidere la squadra retrocessa “senza passare dal via”, rappresentato in questo caso dai play-out.

Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanio

Il commento del Le Torri Castelplanio

“Volevamo chiudere il nostro campionato in casa con una vittoria – spiega Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanio – e ci siamo riusciti. Siamo partiti bene segnando nei primi minuti in una partita che sembrava in discesa, ma a metà del primo tempo gli ospiti ci hanno raggiunto.

Siamo riusciti poi a tornare in vantaggio con un bel gol Corinaldesi dopo un’azione solitaria. Quasi allo scadere del primo tempo veniamo di nuovo raggiunti: l’arbitro concede un calcio di rigore molto dubbio per tocco di mano.

Ricominciamo il secondo tempo convinti di portare a casa il risultato. Al 17′ l’arbitro ci concede un rigore che Corinaldesi realizza e sigla la doppietta personale. Alla mezz’ora realizzo la rete del 4-2 che chiude i giochi. Una vittoria importante per noi, che mancava da molto: abbiamo giocato molto bene e, come già detto, siamo felici di aver vinto quest’ultima partita in casa. Ora ci prepariamo per l’ultima battaglia di quest’anno a Corinaldo, cercando di concludere al meglio la stagione”.

Il commento dell’Aurora Jesi

“L’Aurora – rispondono gli jesini – torna a mani vuote dalla trasferta di Castelplanio contro Le Torri che onorano il loro campionato e non regalano nulla agli arancioblu. 4-2 il risultato finale della gara che, unita alla vittoria della Leonessa Montoro, condanna l’Aurora a giocare il playout contro il Rosora Angeli.

Marcature jesine di Elisei e Cammarino che avevano risposto ai vantaggi locali di Montecchiarini e Corinaldesi. Nella ripresa i due attaccanti locali segnano ancora, stavolta senza la risposta aurorina.

90 minuti alla fine della regular season, ultima giornata con due incroci decisivi per la composizione della griglia playoff/playout. Il Rosora Angeli riceverà l’Olimpia Ostra Vetere, l’Aurora, che al momento giocherebbe il playout in casa con 2 risultati su 3 a disposizione, ospiterà invece il Terre del Lacrima”.

Leonessa Montoro 2-0 Corinaldo – 26’ Staffolani su rigore, 35’ Mandolini

La Leonessa Montoro giocherà anche nel 2024-2025 in Seconda Categoria. Francesco “Kekko” Fabrizi, infatti, ha festeggiato la quinta salvezza della sua carriera battendo per 2-0 il Corinaldo, grazie ai gol di Staffolani su rigore e Mandolini. I montoresi, infatti, si portano a +5 dal 14° posto a una giornata dalla fine, rendendosi irraggiungibili da Aurora Jesi e Corinaldo.

Prosegue il girone di ritorno horror del Corinaldo, alla seconda sconfitta di fila: in 14 giornate i corinaldesi hanno totalizzato solo 9 punti, contro i 33 dell’andata che avevano fatto sognare la promozione in Prima Categoria. I biancoazzurri si dovranno accontentare, al massimo, della settima posizione.

L’allenatore della Leonessa Montoro, Francesco Fabrizi

Il commento della Leonessa Montoro

“La Leonessa – spiega la società di Montoro di Filottrano – scaccia le paure: con una prestazione tutto cuore e sacrificio, ha la meglio contro un ottimo Corinaldo e raggiunge la salvezza anticipata. Prima occasione del match al 4′ per i Red Lions con Staffolani che lanciato in contropiede calcia a colpo sicuro ma Petroni devia in angolo. Passano un paio di minuti ed è il Corinaldo che potrebbe passare ma la retroguardia montorese respinge.

Al 26′ l’episodio che sblocca l’incontro, il portiere ospite Petroni si lascia sfuggire la palla interviene Staffolani che viene atterrato, calcio di rigore che lo stesso Staffolani realizza con freddezza. Sulle ali dell’entusiasmo la Leonessa continua nel pressing e trova il raddoppio al 35′ con uno splendido colpo di testa di Lorenzo Mandolini. Nel finale di primo tempo il Corinaldo ha l’occasione per accorciare con Tranquilli, ma Elia Giachè nelle vesti di uomo ragno compie un’autentica prodezza e con l’aiuto del palo sventa il pericolo.

Nel secondo tempo il Corinaldo è più aggressivo, ma gli attacchi vanno a sbattere contro la granitica difesa comandata da capitan Rossi. A centrocampo Lorenzo “il magnifico” Mandolini (migliore in campo per distacco) è un autentico gladiatore e domina in lungo e in largo. Al triplice fischio finale grande esultanza in campo e tra il numeroso pubblico presente per questa meritata salvezza anticipata!”.

Il commento del Corinaldo 

La partita parte forte – rispondono i corinaldesi – e gli ospiti hanno la prima occasione dopo solo 2’. A seguito di una mischia scaturita da una punizione dalla trequarti, Tarsi Kevin calcia alto. Il Leonessa risponde subito con una ripartenza che coglie impreparata la difesa corinaldese, Petroni salva tutto sul tiro a botta sicura di Staffolani.

Il Corinaldo al 9’ sfruttando uno schema errato dei locali si trova 2 vs 1, ma Giuliani L. spara sopra la traversa. Al 26’ il match si sblocca. Un errore in fase di impostazione degli uomini di Mr Giuliani causa il rigore per il Leonessa, trasformato da Staffolani (1-0). I locali raddoppiano su calcio d’angolo al 36’, Mandolini svetta più in alto di tutti sul primo palo e gonfia la rete. Sul finale di frazione Giuliani L, con un gran filtrante, libera Cacciani che da solo contro il portiere sbaglia la ghiotta occasione.

Nel secondo tempo i ritmi si abbassano e ne fa le spese lo spettacolo. Tisba al 65’ servito da una sponda aerea di Bottacchiari ha la palla per accorciare le distanze, ma purtroppo non tiene bassa la conclusione.  A 10’ dal termine Focante viene espulso, per somma di ammonizioni, lasciando i locali in 10 uomini. L’ultima occasione è di marca corinaldese con Cicetti che non riesce a chiudere sul secondo palo il tiro/cross di Bottacchiari. Ultima gara sabato prossimo contro Le Torri Castelplanio, chiudiamo al meglio il campionato davanti al nostro pubblico!”.

Olimpia Ostra Vetere 3-1 Avis Arcevia – 15’ Magagnini (O), 35’ Piangerelli (O), 47’ Cossa su rigore (A), 50’ Cavaliere su rigore

L’Olimpia Ostra Vetere vince 3-1 lo scontro diretto contro l’Avis Arcevia e ora ha il destino nelle sue mani. I rossoblù di Curzi, infatti, si portano a -1 dal terzo posto grazie ai gol di Magagnini, Piangerelli e Cavaliere. Con una vittoria a Rosora, i rossoblù sarebbero certi disputare i play-off, a prescindere dal risultato di Argignano-Ostra Calcio.

L’ex Fabriano Cerreto Simone Cavaliere

Più rischioso un pareggio: i rossoblù dovrebbero sperare che l’Arcevia vinca con la Serrana e che Cupramontana e Terre del Lacrima non vincano. Questo perché, in caso di arrivo a pari merito con cuprensi e belvederesi, l’Olimpia Ostra Vetere è terza nella classifica avulsa e quindi sarebbe esclusa dagli spareggi. La squadra di Curzi è svantaggiata negli scontri diretti con le inseguitrici, mentre sarebbe vano un arrivo a pari punti con l’Avis Arcevia, perché entrambe sarebbero escluse dai play-off a causa del -10 dal secondo posto.

Anche gli arceviesi (sabato ha segnato Cossa su rigore, ndr), dunque, hanno tra le mani la disputa del play-off: possono vincere o pareggiare e perdere con una contemporanea vittoria dell’Olimpia Ostra Vetere (che si porterebbe dentro i 10 punti dalla seconda piazza), ma in quel caso disputerebbero la semifinale degli spareggi fuori casa. In caso di arrivo a pari punti con Cupramontana e Terre del Lacrima, l’Arcevia ha il vantaggio della classifica avulsa (9 punti contro i 4 delle avversarie).

Ostra Calcio 2-0 Trecastelli – 23’ Marchetti su rigore, 92’ Pirani

L’Ostra Calcio si giocherà la promozione in Prima Categoria ad Argignano di Fabrizi. La squadra di De Filippi fa il suo dovere, vincendo per 2-0 il derby contro il Trecastelli con un gol per tempo, di Marchettisu rigore nel primo e di Pirani nella ripresa. I gialloblù si presenteranno a Fabriano con due risultati su tre per centrare lo storico salto in Prima Categoria. Il Trecastelli, invece, resta al nono posto con 40 punti: può solo migliorare di due posizioni la sua classifica finale, nel “duello” con Monsano e Corinaldo.

L’esultanza post-gara del l’Ostra Calcio dopo la gara vinta a Rosora

Il commento dell’Ostra Calcio

“A 180′ minuti dal termine del campionato – spiega la società di Pianello – per l’Ostra era fondamentale conquistare i 3 punti nella gara interna con il Trecastelli, per poi presentarsi allo scontro diretto, in programma Sabato in casa dell’Argignano, ancora in testa alla classifica. I ragazzi di mister De Filippi non hanno tradito le attese e hanno superato con un risultato all’inglese la compagine di mister Gallotta.

Prima frazione di gioco avvincente, con continui ribaltamenti di fronte, il Trecastelli parte meglio ma è l’Ostra al 23′ a passare in vantaggio. Massacci entra in area di rigore anticipando il diretto avversario che in ritardo lo atterra, per il direttore di gara Carbini non ci sono dubbi, calcio di rigore e ammonizione. Dagli undici metri Mattia Marchetti spiazza il portiere ospite Bruzzesi, realizzando la sua 14° rete stagionale.

Prima dell’intervallo l’Ostra crea altre tre nitide occasioni da rete con Bachetti, Marchetti e Landi sui quali sono provvidenziali gli interventi di Bruzzesi. Dal canto suo il Trecastelli sfiora la rete del pareggio con un colpo di testa di Aisoni sugli sviluppi di calcio d’angolo ma Marconi posizionato sulla linea di porta, salva il risultato.

Nella ripresa i ritmi calano e l’Ostra prende in mano il gioco, con Zupo e Sabbatini su tutti che sfiorano il raddoppio. Bisogna attendere però i minuti di recupero per la rete che chiude i giochi, Zupo lancia il neo entrato Lorenzo Pirani che a tu per tu con Bruzzesi insacca, facendo scoppiare di gioia i numerosi tifosi sugli spalti.

Ora massima concentrazione sugli ultimi e decisivi 90′ minuti, con la sfida di sabato ad Argignano che decreterà la vincitrice del Campionato e la promozione diretta in 1° Categoria”.

Palombina Vecchia 2-0 Monsano – 23’ Taormina, 46’ Cornacchia

Un Monsano già in vacanza perde 2-0 contro il Palombina Vecchia. I rossoblù di Pellonara, infatti, perdono all’Amadio per via delle reti di Taormina e Cornacchia: i play-off erano già aritmeticamente impossibili da raggiungere già prima di questa sfida. Resta ora da difendere il settimo posto dagli assalti di Corinaldo e Trecastelli. I falconaresi, invece, si giocano la decima piazza con il Le Torri Castelplanio, alla vigilia del derby dell’ultima giornata contro l’Olimpia Juventu Falconara ultima in classifica.

Serrana 0-5 Argignano – 39’ e 83’ Sartini, 55’ Biagioli, 71’ e 78’ Fabrizi

L’Argignano rifila 5 reti alla Serrana che, nonostante l’umiliazione, festeggia comunque la salvezza diretta. La squadra di Mannelli, infatti, ha vinto 0-5 a Serra San Quirico, in un match interrotto nel primo tempo a causa di un infortunio accorso a uno spettatore minorenne nel primo tempo (leggi qui). Decisive le doppiette di Sartini e Fabrizi e la rete di Biagioli.

I fabrianesi, alla vigilia dello scontro diretto contro l’Ostra Calcio in casa, hanno solo un risultato a disposizione per festeggiare una storica promozione: la vittoria. In caso di pareggio o sconfitta, l’Argignano sarebbe comunque secondo e qualificato alla finalissima play-off, per via del +13 di vantaggio sulla quinta posizione. I fabrianesi rischiano addirittura di accedere agli spareggi con le altre vincenti dei play-off negli altri gironi, qualora mantenessero un +10 anche dal terzo posto.

Leonardo Sartini dell’Argignano

Il commento dell’Argignano

“E’ stata una partita – spiega l’autore della seconda doppietta, Leonardo Sartini – dove le motivazioni hanno giocato un ruolo importante. Noi dovevamo vincere per mantenere la scia dell’Ostra, mentre la Serrana, quasi salva, attendeva solo la matematica per poter raggiungere l’obiettivo e non scivolare ai playout.

Il risultato parla di una partita senza storia, ma fino al momento dello 0-1, quindi al 40’ del primo tempo, è stata aperta. Loro molto difensivi, mentre noi provavamo a fare gioco. Siamo stati aggressivi fin da subito, ma prima il portiere, poi la nostra imprecisione, non ci hanno permesso di sbloccare il risultato. Poi, su una palla vagante in area di rigore, mi sono coordinato ed ho colpito a rete di sinistro: 0-1.

Da li in avanti è stato tutto in discesa. Il secondo tempo ha raddoppiato Biagioli con un gran sinistro sotto la traversa. Lo 0-3 e lo 0-4 sono venuti in maniera quasi identica con Fabrizi di testa su calcio piazzato (doppietta per lui) ed infine ancora io che dopo aver dribblato un paio di giocatori, ho calciato a rete e fatto lo 0-5 finale.

A quel punto i risultati dagli altri campi ci confermavano, sia per noi che per la Serrana, ciò che pronosticavamo, ovvero l’aritmetica salvezza per loro ed il restare sulla scia del’Ostra per noi. Ostra che, ricordo, sabato verrà a farci visita ad Argignano. Il calendario ci ha regalato questo scontro finale, l’ultima giornata, nel nostro campo, con tante persone che attendevano questo momento e noi non potevamo farci sfuggire l’occasione. Ci siamo riusciti ed ora siamo pronti a disputare questo big match.

E’ un’emozione indescrivibile che tanti miei compagni, anche i più esperti, non hanno avuto la fortuna di provare, nonostante i tanti campionati alle spalle. Per la società sarebbe scrivere la storia; per noi coronare un sogno; per i nostri tifosi una grande gioia. Ce la metteremo tutta per farcela. Forza Argignano!”.

Terre del Lacrima 2-0 Olimpia Juventu Falconara – 30’ Orianda, 76’ Morsucci

Il Terre del Lacrima batte all’inglese l’Olimpia Juventu Falconara e si regala una piccola chance di disputare i play-off. I belvederesi, infatti, hanno vinto 2-0 contro i falconaresi grazie ai gol del solito Oriandae  di Morsucci.

Per disputare lo spareggio il Terre dovrebbe vincere, sperare in una vittoria dell’Avis Arcevia e nelle contemporanee sconfitte di Cupramontana e Olimpia Ostra Vetere. L’Olimpia Juventu Falconara è già retrocessa in Terza Categoria e il giudice sportivo lunedì 29 aprile ha rigettato il ricorso presentato dalla società per i fatti di Jesi contro l’Aurora.  

Il commento del Terre del Lacrima

“Vittoria doveva essere – raccontano i belvederesi – e vittoria è stata per le Terre che superano per 2-0 l’Olimpia Juventu Falconara e continuano la loro rincorsa playoff, anche se i risultati degli altri campi non sono stati favorevoli.

Partita giocata a ritmi non altissimi, le Terre sono comunque state sempre in controllo della gara contro un avversario che ha onorato l’impegno, nonostante la classifica ormai compromessa.

Terre in vantaggio alla mezz’ora con un gran tiro al volo di Orianda, con il pallone centra entrambi i pali prima di finire la sua corsa in rete. Ospiti pericolosi con un paio di tiri da fuori area che sfioravano la porta difesa da Fortuna.

Nella ripresa le Terre potrebbero raddoppiare più volte ma Ferrante non trova il bersaglio in un paio di occasioni, mentre Camedda è superlativo su Orianda. È allora il neoentrato Morsucci a chiudere la contesa finalizzando una bella azione di squadra.

Ultima gara di campionato in casa dell’Aurora Jesi: servirà innanzitutto vincere e poi sperare in un paio di risultati positivi dagli altri campi per fare si che quella di sabato non sia l’ultimo impegno stagionale. 90 minuti di fuoco con le Terre pronte a giocarsi il tutto per tutto”.

Girone F – Fabiani Matelica 1-2 Treiese – 11’ Marini L. (T), 12’ Bartilotta (F), 60’ Francucci F. (T)

La Treiese vince a Matelica e si regala la chance di decidere il suo destino play-off nello stadio di casa. Nel girone F i rossoblù, infatti, hanno vinto 1-2 in casa della Fabiani, restando a -2 dalla Belfortese seconda alla vigilia dello scontro diretto. Loris Marini ha siglato il vantaggio ospite all’11°, ma un minuto dopo Bartilotta ha segnato il pareggio da calcio di rigore. Ci ha pensato Francesco Francucci a regalare la vittoria ai treiesi al 60’.

Sabato prossimo 4 maggio, al “Capponi”, si gioca Treiese-Belfortese: una vittoria permetterebbe a Santanatoglia e compagni di disputare l’eventuale finale play-off in casa. Con un pareggio o una sconfitta, oltre allo spareggio promozione in casa della formazione di Belforte, c’è il rischio di dover disputare il primo turno, in caso di vittoria del Ripe San Ginesio in casa contro il Borgo Mogliano già promosso in Prima Categoria. Quest’ultima squadra, infatti, accorcerebbe a -8 o a -9. La Belfortese, invece, è già sicura di disputare la finalissima play-off, in virtù del +13 dal Ripe San Ginesio.

Francesco Francucci della Treiese

Il commento della Treiese

Questa vittoria – spiega Francesco Francucci della Treiese, al terzo posto della classifica marcatori con 19 reti – ci continua a far credere al secondo posto in classifica che ci permetterebbe, oltre a non giocare la semifinale, ma anche di giocare la finale contro la Belfortese in casa.

Buon approccio della Treiese nel bell’impianto di Matelica, subito in gol con Loris Marini dopo una punizione battuta veloce e bell’inserimento del nostro difensore. Poi un calo di attenzione ci ha portato subito dopo a concedere un calcio di rigore alla Fabiani che pareggia subito i conti. Primo tempo molto buono da parte dei locali, ma riusciamo ad arrivare all’intervallo con il punteggio di 1 a 1.

Nel secondo tempo siamo scesi con un altro piglio e, dopo aver creato delle occasioni, arriviamo al gol del vantaggio su punizione deviata dalla barriera che spiazza il portiere di casa. Da lì in poi solo Treiese in campo: abbiamo creato molte occasioni, anche con un altro mio gol annullato per fuorigioco molto dubbio.

È stata vittoria comunque non scontata contro una squadra che gioca molto bene a calcio: ribadisco il mio pensiero dell’andata, ovvero che non merita questa posizione di classifica. Ora testa alla partita di sabato che è fondamentale per il cammino nei playoff”.

I pronostici di mister Carletti

Cupramontana-Rosora Angeli – pronostico 1 – risultato 1

Olimpia Ostra Vetere-Avis Arcevia – pronostico 1 – risultato 1

Totale di giornata: 2/2 – Totale complessivo: 30/58

Risultati, classifiche e marcatori

Girone C

29^ giornata: Cupramontana 2-0 Rosora Angeli, Le Torri Castelplanio 4-2 Aurora Jesi, Leonessa Montoro 2-0 Corinaldo, Olimpia Ostra Vetere 3-1 Avis Arcevia, Ostra Calcio 2-0 Trecastelli, Palombina Vecchia 2-0 Monsano, Serrana 0-5 Argignano, Terre del Lacrima 2-0 Olimpia Juventu Falconara

CLASSIFICAOstra Calcio 63, Argignano 62, Avis Arcevia 52, Olimpia Ostra Vetere 51, Cupramontana 49, Terre Del Lacrima 49Monsano 43, Corinaldo 42, Trecastelli 40, Le Torri Castelplanio 36, Palombina Vecchia 34, Serrana 27, Leonessa Montoro 26, Aurora Jesi 21, Rosora Angeli 21, Olimpia Juventu Falconara 14 (retrocessa in Terza Categoria)

MARCATORI20 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 18 gol: Orianda (Terre del Lacrima); 16 gol: Ferrante (Terre del Lacrima); 14 gol: Grossi (Trecastelli), Donzelli (Palombina Vecchia) e Marchetti (Ostra Calcio);13 gol: Ortolani A. (Cupramontana), Biagioli (Argignano), Sartini (Argignano) e Montecchiarini (Argignano); 12 gol: Giuliani L. (Corinaldo) e Mancini (Cupramontana); 11 gol: Rossetti (Avis Arcevia); 10 gol: Galuppa G. (Argignano), De Vincenzo (Palombina Vecchia), Kone (Trecastelli) e Cammarino (Aurora Jesi); 9 gol: Bucci D. (Serrana), Lungarini (Monsano) e Garden (Olimpia Juventu Falconara); 8 gol: Apolloni (Serrana), Lenci (Corinaldo) e Zupo (Ostra Calcio).

Girone F

29^ giornata: Belfortese 2-1 Lorese, Borgo Mogliano 0-0 Sefrense, Camerino Castelraimondo 2-3 Ripe San Ginesio, Fabiani Matelica 1-2 Treiese, Pennese 0-0 Vis Gualdo, MR Pioraco 6-0 Pievebovigliana, San Marco Petriolo 2-3 Palombese, Sarnano 2-1 Abbadiense

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 71 (promosso in Prima Categoria), Belfortese 64, Treiese 62, Ripe San Ginesio 51, MR Pioraco 46, Palombese 43, Pievebovigliana 38, Sefrense 34, San Marco Petriolo 32, Camerino Castelraimondo 31, Fabiani Matelica 30, Sarnano 29, Vis Gualdo 28, Lorese 26, Pennese 25, Abbadiense 24 

MARCATORI22 gol: Fiecconi (Belfortese); 21 gol: Okere (Borgo Mogliano); 18 gol: Francucci F. (Treiese); 15 gol: Santoni (Pievebovigliana), Vrioni (Fabiani Matelica) e Correnti (Sefrense); 14 gol: Patrassi F. (Treiese); 13 gol: Boe (Ripe San Ginesio); 12 gol: Albanese (MR Pioraco) e Aquino (Lorese); 11 gol: Di Francesco Alex (Belfortese), Ndiour (Sarnano), Sosa (Lorese), Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Pettinari E. (Palombese); 9 gol: Ofili (MR Pioraco) 8 gol: Cesari (Camerino Castelraimondo), Ajrardinovski (Sarnano), Millaci (MR Pioraco), Biordi (Sefrense) e Cervigini (Ripe San Ginesio)

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 28^ giornata dei gironi C e F

L’Argignano torna a -1 dall’Ostra Calcio: saranno 180 minuti di fuoco, con lo scontro diretto all’ultima giornata. Grande bagarre per play-off e play-out: Olimpia Ostra Vetere al 4° e Leonessa Montoro al 12° tremano, inseguite da Cupramontana, Terre Del Lacrima, Monsano per gli spareggi promozione, Aurora Jesi e Rosora Angeli per la salvezza diretta

VALLESINA, 25 aprile 2024 – Nella 28^ giornata di Seconda Categoria che è passata purtroppo alla storia per i brutti fatti di Jesi, vogliamo ora concentrarci sul profilo sportivo, quello che a nostro avviso realmente conta e che è stato sufficientemente oscurato da fatti di cronaca da condannare.

Lotta promozione e play-off nel girone C

Nel girone C, infatti, c’è un’entusiasmante corsa promozione tutta da vivere tra Ostra Calcio e Argignano, due squadre divise solamente da un punto a 2 giornate dalla fine e con uno scontro diretto da giocare all’ultima giornata nella frazione di Fabriano.

Questo perché gli ostrensi non sono andati oltre lo 0-0 ad Arcevia, mentre i fabrianesi hanno fatto il loro dovere battendo 2-0 la Leonessa Montoro. Con gli arceviesi a un passo dai play-off aritmetici, si accende anche la lotta per il quarto posto: il Monsano batte l’Olimpia Ostra Vetere, così sia Cupramontana che Terre del Lacrima (vincenti con due clamorosi 3-4 contro Palombina Vecchia e Corinaldo), si riportano a -2 dalla quarta piazza.

La quinta posizione, infatti, al momento non assicura di giocare la semifinale play-off, per via del distacco di 13 punti tra seconda e quinta. Corinaldo e Trecastelli dicono addio aritmeticamente a questa possibilità, raggiungendo Palombina Vecchia e Le Torri Castelplanio nel limbo delle squadre “senza infamia e senza lode”.

La lotta play-out e il girone F

Si riaccende anche la lotta per la salvezza diretta e per evitare i play-our. La Leonessa Montoro, infatti, vede tornare a -2 sia l’Aurora Jesi che il Rosora Angeli, vincente nel derby contro una Serrana a cui basterebbe un punto per salvarsi. Retrocessa l’Olimpia Juventu Falconara in virtù dello 0-3 a tavolino subito a Jesi: attendiamo eventuali ricorsi della società falconarese contro la decisione del giudice sportivo.

Nel girone F, la Treiese perde in casa per 2-3 contro il Pioraco e resta terza, anche se ora rischia di dover disputare anche la semifinale play-off. Ma analizziamo nel dettaglio questa 28^ giornata.

Girone B – Argignano 2-0 Leonessa Montoro – 29’ Sartini, 80’ Murolo

L’Argignano batte all’inglese la Leonessa Montoro e si riporta a -1 dall’Ostra Calcio. La squadra di Manelli, infatti, ha vinto 2-0 con le reti di Sartini e Murolo: approfittando dello 0-0 tra Avis Arcevia e Ostra Calcio, i fabrianesi ora inseguono la capolista a un solo punto di distanza, 60 a 59. Con uno scontro diretto all’ultima giornata nella frazione di Fabriano che assomiglia a uno spareggio promozione, anche se prima occorrerà far risultato in casa della Serrana.

I filottranesi di Fabrizi, alla seconda sconfitta di fila, vedono avvicinarsi a -2 Aurora Jesi e Rosora Angeli attualmente ai play-out. Per la Leonessa ora il calendario prevede le sfide al Corinaldo in casa e al Trecastelli in trasferta: con 5 punti sarà salvezza, a meno di passi falsi delle due inseguitrici

Il commento dell’Argignano 

“Una sfida – spiega Carmine Murolo molto difficile con entrambe alla ricerca di punti fondamentali. Per noi era importante sbloccarla subito, per poi chiuderla nel secondo tempo, anche se gli avversari ci hanno dato davvero molto filo da torcere! Sono contento del goal che ha chiuso la partita nel finale!”.

Aurora Jesi 3-0 Olimpia Juventu Falconara (a tavolino) – leggi l’articolo

Avis Arcevia 0-0 Ostra Calcio

L’Avis Arcevia strappa un punto all’Ostra Calcio. I ragazzi di Sentinelli, infatti, impongono lo 0-0 alla capolista: manca un solo punto ai biancorossi per essere certi di disputare i play-off. Gli ostrensi di De Filippi, invece, vedono avvicinarsi a -1 l’Argignano: il derby contro il Trecastelli sarà cruciale per mantenersi in testa alla vigilia dello scontro diretto dell’ultima giornata. Potrebbe anche arrivare la promozione in Seconda Categoria nel prossimo turno, in caso di vittoria e contemporanea sconfitta dell’Argignano contro la Serrana.

Il commento dell’Arcevia 

La partita di sabato – spiega Nico Berardi dell’Arcevia –  è stata molto combattuta sia dal punto di vista fisico che tecnico. Conoscevamo la squadra che andavamo ad affrontare, perciò in settimana abbiamo preparato la gara in modo minuzioso.
Sicuramente la classifica rispecchia l’avversario che abbiamo affrontato.

Durante il primo tempo abbiamo giocato con molta intensità e cattiveria agonistica, controllando per la gran parte del parziale il match. Nella seconda parte del secondo tempo siamo calati un po’ di intensità, visto anche il grande sforzo precedente, con l’Ostra in assetto ultra offensivo.

Siamo stati comunque attenti a contrastarli e a tenere al minimo il rischio.  Tutto sommato è stata una partita all’insegna dell’equilibrio con il giusto risultato. Abbiamo fatto tutti un’ottima prestazione, forse ci è mancato solo il “guizzo” finale.
Ora siamo già al lavoro per concludere il campionato nel migliore dei modi”.

Il commento dell’Ostra Calcio

Termina a reti inviolate – spiegano gli ostrensi – il big match della 28° giornata tra Avis Arcevia e Ostra Calcio. Partita equilibrata in cui la solidità delle difese, ha avuto la meglio sull’incisività dei reparti offensivi.

Parte bene l’Ostra Calcio che all’8′ minuto ha con Bachetti la più grande occasione da rete dell’intera partita. Calcio d’angolo dalla sinistra con la palla che finisce sul secondo palo, dove il giovane difensore ostrense, bravo a liberarsi dalla marcatura, colpisce la palla di testa a pochi metri dalla linea di porta, senza riuscire però, a trovare la rete di un soffio. La partita continua in sostanziale equilibrio con occasioni da una parte e dall’altra, ma con poca precisione negli ultimi sedici metri.

Nella ripresa, al 7′ è Zollo ad andare vicino alla rete con un tiro da fuori area, sul quale il portiere locale Berardi si supera alzando la palla sopra la traversa. L’Ostra rischia in una sola circostanza, quando un errato retropassaggio di Massacci, concede ad un’attaccante arceviese una ghiotta occasione da rete, che fortunatamente non viene concretizzata.

Nei minuti finali i ragazzi di mister De Filippi schiacciano l’Arcevia nella loro area di rigore, senza però riuscire a trovare il guizzo decisivo. Per la quantità e qualità del gioco espresso, la palma di migliore in campo per l’Ostra Calcio va a Marco Becci, che nella seconda parte di stagione si è fatto notare per un rendimento in costante crescita.

A 180′ minuti dal termine del campionato l’Ostra mantiene la prima posizione con un punto di vantaggio sull’inseguitrice Argignano, ora sarà fondamentale conquistare tre punti nel prossimo match interno contro il Trecastelli, per poi difendere il primato nello scontro diretto in programma nell’ultima giornata”.

Corinaldo 3-4 Terre del Lacrima – 2’ Italia (T), 20’ e 55’ Giuliani L. (C), 26’ Esposto (C), 43’ su rigore Orianda (T), 66’ Ferrante (T), 93’ su rigore Giuliani R. (T)

Altro che Germania 3-4 Italia: in questa due giornate ben due partite sono finite con questo risultato nel girone C di Seconda Categoria. La prima di queste è Corinaldo-Terre del Lacrima, anche se viziata da un arbitraggio giudicato non consono da entrambe le società.

I belvederesi, vincenti grazie ai gol di Italia, dei soliti Orianda e Ferrante (35 in due in questa stagione) e di Riccardo Giuliani al 93’, si riportano a -2 dal quarto posto. All’orizzonte per il Terre c’è la sfida alla già retrocessa Olimpia Falconara, per poi chiudere la regular season in casa dell’Aurora Jesi. Per i corinaldesi, invece, i play-off sono quasi irraggiungibili, dato il -6 dalla terza posizione: anche vincendo contro Leonessa Montoro e Le Torri Castelplanio, occorrerebbe sperare che l’Olimpia Ostra Vetere non totalizzi punti, con lo scontro diretto in favore del Corinaldo. Il quinto posto non assicurerebbe i play-off, dato il -17 dall’Argignano secondo.

Orianda ai tempi dell’Aurora Jesi

Il commento del Corinaldo

Sconfitta amara per il Corinaldo – spiegano i padroni di casa –  che rimane a mani vuote dopo una buona prestazione, rovinata da un arbitro non all’altezza.

Partenza da incubo per il Corinaldo che subisce gol solo dopo 2’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo dove Italia è bravo ad approfittare di una palla vagante in area (0-1). I padroni di casa si rialzano al 21-esimo quando Giuliani Lorenzo è bravissimo ad anticipare il portiere, rimanere in piedi e appoggiare in rete con un destro morbidissimo (1-1). Buon momento per i bianco-azzurri di Mister Giuliani che raddoppiano al 26-esimo con Esposto che corregge in porta una mischia in area (2-1). Sembra concludersi il primo tempo, ma al 43-esimo gli ospiti conquistano un rigore per l’atterramento di Carletti in area.Freddo Orianda dagli 11 metri a pareggiare i conti prima del riposo (2-2).

All’intervallo Mr Giuliani non cambia gli 11 iniziali e al 53’ Cicetti conquista con esperienza un rigore prezioso che Giuliani trasforma, realizzando la doppietta personale (3-2). Ma la partita è frizzante e non permette distrazioni, infatti al 19-esimo bella azione degli ospiti con il nuovo entrato che va via sulla sinistra e pennella per Ferrante che corregge in rete di testa (3-3). Beffa finale per il Corinaldo che subisce il gol di Giuliani R. all’ultimo minuto su un calcio d’angolo inesistente (3-4).

Ragazzi oggi abbiamo fatto una buona prestazione, bella partita da vedere per il numeroso pubblico presente allo stadio del borgo “Nicola Saccinto”, ma che lascia un po’ di amaro in bocca, bocciato l’arbitro Carbini”.

Il commento del Terre del Lacrima

“Prima del consueto riassunto sulla partita – risponde concordante il Terre del Lacrima – ci sembra doveroso esprimere scrivere qualcosa sulla direzione di gara. Ieri, in una partita decisiva per il finale di campionato di entrambe le squadre, siamo stati letteralmente abbandonati da chi decide quale persona mandare ad arbitrare una partita di tale peso.

Speriamo che la nostra ‘denuncia’ possa servire affinché una voce arrivi a chi di dovere e vengano prese le giuste contromisure, confidando nell’osservatore arbitrale presente all’incontro.

Venendo al responso del campo le Terre sono ancora vive, vincono 4-3 all’ultimo respiro e tengono ancora accesa la fiammella di speranza per i playoff. Partenza a razzo dei biancorossi con Italia che ci porta subito in vantaggio. Il Corinaldo non ci sta, prende campo, e trova il gol del pari con Giuliani su un indecisione difensiva di Carletti. Subito dopo raddoppio locale con Esposto su azione d’angolo. L’1-2 pugilistico stenderebbe tutti ma non le Terre: Carletti si fa perdonare guadagnando un calcio di rigore che Orianda realizza portando le squadre al riposo sul 2-2.

La ripresa si apre con una dubbia decisione arbitrale a concedere un rigore al Corinaldo: doppietta per Giuliani dagli 11 metri. Le Terre non ci stanno e trovano quasi immediatamente il pareggio con Ferrante che ben servito da Morsucci corona una bella azione di squadra. Entrambe le squadre provano a vincere la partita, le Terre fanno incetta di calci d’angolo, ma la difesa locale è brava a sventare la minaccia. All’ultima azione l’arbitro ci regala un calcio d’angolo assurdo: battuta velenosa di Rossini, la palla vaga a centro area e Riccardo Giuliani timbra il gol del 3-4, vendicando l’errore della gara di andata e segnando il gol che tiene vive le nostre speranze playoff.

Quarto posto a -2 visto il k.o. dell’Olimpia Ostra Vetere, le Terre ci sono ancora e sono pronte a giocarsi il tutto per tutto sino alla fine del torneo. Prossimo incontro sarà l’ultima gara casalinga della stagione. Al Piccioni andrà in scena la sfida con l’Olimpia Juventu Falconara”

Monsano 1-0 Olimpia Ostra Vetere – 49’ Mattioli

Il Monsano vince di corto muso contro l’Olimpia Ostra Vetere e continua a riservarsi una flebile speranza di disputare i play-off. I ragazzi di Pelonara battono 1-0 la squadra di Curzi con il gol di Mattioli e ora si portano a -5 proprio dai rossoblù. I monsanesi, per disputare i play-off, dovrebbero vincere tutte e due le restanti partite (Palombina Vecchia e Cupramontana) e sperare che proprio l’Ostra Vetere le perdi entrambe, o al massimo ne pareggi una, dato lo scontro diretto a favore. Aritmeticamente il Monsano, anche arrivasse quinto, non disputerebbe il play-off al quinto posto, perché a -16 dall’Argignano.

Valentino Pelonara, allenatore del Monsano

Per i ragazzi di Curzi, invece, la sicurezza dei play-off passa attraverso due vittorie nelle prossime due partite contro Avis Arcevia e Rosora Angeli. In caso di arrivo a pari punti sia con Cupramontana che con Terre del Lacrima, l’Olimpia sarebbe svantaggiata perché ha entrambi gli scontri diretti a sfavore. Quella contro gli arceviesi, dunque, sarà una gara che vale la stagione per l’Ostra Vetere.

Il commento del Monsano

Il Monsano torna alla vittoria – commentano i locali –. Tre punti che mancavano da tre partite. Ultimo successo in casa con il Montoro per 3 reti a 0. Ma quella di sabato, contro una difficile formazione come l’Olimpia Ostra Vetere, è una super prestazione da parte di tutta la squadra. A partire da chi è sceso in campo tra i primi 11, fino a chi è entrato per dare una mano a difendere il risultato.

A deciderla un gol di Mattioli che sale a quota 5 gol stagionali. Monsano che a 20 minuti dalla fine è costretto all’uomo in meno: rosso a Santoni per proteste. Ma a vincere è ancora una volta il gruppo.

Giusta cattiveria prima di entrare in campo, rossoblù attenti in ogni reparto. A cominciare dalla difesa che non concede nulla all’attacco dell’Ostra Vetere.

Centrocampo su ogni seconda palla e veloce a smistare palloni a destra e sinistra. E una coppia di attacco, formata da Lungarini e Brugiatelli capaci di lavorare bene assieme dando un enorme contributo alla squadra.

Tre punti importanti per l’umore, il gruppo e la classifica. Il Monsano c’ha messo ‘el core’ come richiesto da mister Pelonara. Mancano due partite al termine del campionato. Si iniziano a tirar le somme e a volte ci domandiamo se con più partite come quella di sabato saremmo potuti essere più in alto, a lottare per le ‘grandi’ posizioni. Rossoblu che si trovano ancora una volta al settimo posto a quota 43 punti. Ora concludiamo in bellezza. Squadra impegnata sabato prossimo sul campo del Palombina Vecchia”.

Palombina Vecchia 3-4 Cupramontana – 11’ De Vincenzo (P), 35’ Torrisi (C), 57’ e 71’ Rossini (C), 68’ e 75’ Donzelli (P), 92’ Mancini su rigore (C)

L’altro match terminato 3-4 è stato quello tra Palombina Vecchia e Cupramontana. I falconaresi erano passati in vantaggio dopo 11 minuti con il solito De Vincenzo. Ci ha pensato poi il centrocampista cingolano Alfio Torrisi a pareggiare al 35’.

Nella ripresa, Rossini e Donzelli inscenano un botta e risposta con doppiette che porta il risultato sul 3-3. Al 92’, però, la risolve su rigore l’apirese Michele Mancini, riportando i cuprensi a -2 dall’Olimpia Ostra Vetere.Una vittoria tutta made in San Vicino, dunque, per la banda di Ballini, alla vigilia di due derby caldissimi contro Rosora Angeli e Monsano.

Il commento del Cupramontana

“La partita – spiega il match winner Michele Mancini – è stata pirotecnica. Abbiamo concesso tre gol agli avversari: non siamo stati solidi come al solito in difesa. Affrontavamo, comunque, una squadra con ottime qualità offensive. Noi, però, siamo stati a segnare altrettanti gol e a risolvere la sfida allo scadere, in pieno recupero, con un gol su calcio di rigore da me realizzato. Questa vittoria ci dà morale, ci serviva dopo il passo falso contro la Serrana che aveva interrotto le sette vittorie consecutive. Ci siamo rimessi subito in moto. Siamo fiduciosi per le prossime due partite: ci giochiamo l’accesso ai play-off”. 

Rosora Angeli 1-0 Serrana – 79’ Sow (S)

Il Rosora Angeli vince il derby contro la Serrana e ora vede la salvezza diretta. La squadra del duo Baldarelli-Lucarini ha vinto 1-0 e si è portata a -2 dalla Leonessa Montoro. I rosorani, al momento, giocherebbero il play-out a Jesi contro l’Aurora, ma scongiurano la retrocessione diretta per via del 3-0 a tavolino proprio degli jesini contro l’Olimpia Juventu Falconara, che ha condannato alla Terza Categoria i falconaresi.

Meccanismi play-out

Se Leonessa, Rosora Angeli e Aurora Jesi dovessero terminare il campionato a pari punti, si andrebbe a considerare la classifica avulsa tra queste tre squadre per decidere la formazione salva senza play-out e gli jesini sono in vantaggio (8 punti contro i 4 di rosorani-angelani e filottranese).

Un ipotetico play-out tra Rosora Angeli e Leonessa Montoro si disputerebbe, al momento, in casa dei rosorani: con scontri diretti e differenza reti negli scontri diretti alla pari, il terzo criterio, quello della differenza reti dell’intero campionato, premia la formazione di Baldarelli e Lucarini (-14 contro il -24 del Montoro).

Alla Serrana, invece, basterà un punto per restare in Seconda Categoria: negli scontri diretti è in svantaggio solo con il Rosora Angeli (due sconfitte), mentre è avanti rispetto a Leonessa Montoro e Aurora Jesi.  

Il commento del Rosora Angeli

Abbiamo fatto il primo tempo migliore della stagione – spiega il dirigente rosorano Lorenzo Quaresima con almeno 4 occasioni nitide con ottimi interventi del portiere. Nel primo tempo la Serrana recrimina un rigore su Bucci: poteva esserci. Nel secondo tempo la sfida è più equilibrata con una leggera supremazia ospite, poi il guizzo di testa di Sow ci regala i 3 punti che ci consentono di sperare ancora. Visto che siamo a 2 punti, ora vogliamo anche credere nella salvezza diretta, sarà un’impresa ma ci proveremo”.

Trecastelli 1-1 Le Torri Castelplanio – 42’ Marini (T), 86’ Kone (L)

Il Le Torri Castelplanio accarezza la vittoria contro il Trecastelli, ma il solito Kone firma il pari. La squadra di Fugante, infatti, era andata in vantaggio con Alessandro Marini al 42’, tuttavia nella ripresa ha subito l’1-1 per via della rete del talento ivoriano da punizione a quattro minuti dal termine. Il Trecastelli esce definitivamente dalla corsa play-off (irrecuperabile il -19 dall’Argignano), mentre il Le Torri consolida il decimo posto, a +2 dal Palombina Vecchia.

Kone del Trecastelli

Il commento del Trecastelli

“Ci siamo complicati la partita di sabato scorso – spiega Mevale Kone –. L’avevamo cominciata al meglio, muovendo bene la palla, ma non abbiamo sfruttato le occasioni create. La sfida è diventata difficile quando abbiamo preso il gol: potevamo evitarlo, purtroppo lo abbiamo subito. Nel secondo tempo sono entrato in campo e abbiamo continuato a giocare bene. Le abbiamo provate tutte per pareggiare, sbagliando anche un calcio di rigore. Fortunatamente non abbiamo abbassato la testa dopo il penalty sciupato: avevamo voglia di conquistare il punto e ci siamo riusciti. Sono contento che non abbiamo perso la partita, ma volevamo fare sicuramente meglio”.

Il commento del Le Torri Castelplanio

“Secondo me – risponde Alessandro Marini –  fin dall’inizio abbiamo provato a giocare palla a terra e abbiamo creato diverse occasioni d’attacco promettenti. Poi è arrivato il gol dopo una bella manovra dalla difesa. Dal secondo tempo in poi la partita si è fatta sempre più tesa, dato che sia da una parte che dall’altra si cercava il gol. Sembrava che ce l’avessimo fatta ad agguantare il successo e invece è arrivato un gol da calcio di punizione proprio nei minuti finali. Dispiace, perché, per quello che abbiamo proposto a livello di gioco e intensità, il pareggio ci sta stretto”.

Girone F – Treiese 2-3 Mancini Ruggero Pioraco – 63’ Millaci (P), 64’ Cicconi (P), 82’ Truppo D. (P), 88’ Francucci F. (T), 96’ Patrassi F.

Questa volta la rimonta non riesce alla Treiese. I rossoblù, infatti, hanno perso 2-3 contro la Mancini Ruggero Pioraco, tornando a perdere dopo 5 giornate. Gli ospiti si sono portati sullo 0-3 in 20 minuti nella ripresa: inutili nel finale le due reti dei due bomber Francesco Francucci e Francesco Patrassi, arrivati a 32 reti in 2 in questa annata sportiva.

La Treiese resta terza a 59 punti, a -2 dalla Belfortese: la finale play-off è ora a rischio, visto che il Ripe San Ginesio è risalito a -11 e, se recupererà altri due punti, costringerà i treiesi a disputare la semifinale in casa. Nella prossima giornata Santanatoglia e compagni affrontano la Fabiani Matelica in trasferta, mentre all’ultima ci sarà lo scontro diretto casalingo contro la Belfortese, che potrebbe essere un antipasto del play-off. In caso di arrivo in seconda posizione, infatti, la squadra meglio piazzata è già certa di disputare la finale in casa, dato che il Pioraco non può recuperare oltre il -12.

I pronostici di mister Carletti

Aurora Jesi-Olimpia Juventu Falconara – pronostico 1 – risultato 1*

Avis Arcevia-Ostra Calcio – pronostico 2 – risultato X

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 28/56

Risultati, classifiche e marcatori

Girone C

28^ giornata – Argignano 2-0 Leonessa Montoro, Aurora Jesi 3-0 Olimpia J. Falconara (a tavolino), Avis Arcevia 0-0 Ostra Calcio, Corinaldo 3-4 Terre del Lacrima, Monsano 1-0 Olimpia Ostra Vetere, Palombina Vecchia 3-4 Cupramontana, Rosora Angeli 1-0 Serrana, Trecastelli 1-1 Le Torri Castelplanio

CLASSIFICAOstra Calcio 60, Argignano 59, Avis Arcevia 52, Olimpia Ostra Vetere 48, Cupramontana 46, Terre Del Lacrima 46Monsano 43, Corinaldo 42, Trecastelli 40, Le Torri Castelplanio 33, Palombina Vecchia 32, Serrana 27, Leonessa Montoro 23, Aurora Jesi 21, Rosora Angeli 21, Olimpia Juventu Falconara 14 (retrocessa in Terza Categoria)

MARCATORI19 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 17 gol: Orianda (Terre del Lacrima); 16 gol:Ferrante (Terre del Lacrima); 14 gol: Grossi (Trecastelli) e Donzelli (Palombina Vecchia); 13 gol: Ortolani A. (Cupramontana) e Marchetti (Ostra Calcio); 12 gol: Biagioli (Argignano) e Giuliani L. (Corinaldo); 11 gol: Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Rossetti (Avis Arcevia) e Sartini (Argignano); 10 gol: Galuppa G. (Argignano), Mancini (Cupramontana), De Vincenzo (Palombina Vecchia) e Kone (Trecastelli); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Bucci D. (Serrana), Lungarini (Monsano) e Garden (Olimpia Juventu Falconara); 8 gol: Apolloni (Serrana), Lenci (Corinaldo) e Zupo (Ostra Calcio).

Girone F

28^ giornataTreiese 2-3 Mr Pioraco, Fabiani Matelica 2-2 Belfortese, Palombese 0-3 Borgo Mogliano, Abbadiense 3-0 San Marco Petriolo, Lorese 5-1 Sarnano, Pievebovigliana 0-1 Pennese, Ripe San Ginesio 8-2 Sefrense, Vis Gualdo 1-3 Camerino Castelraimondo

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 70 (promosso in Prima Categoria), Belfortese 61, Treiese 59, Ripe San Ginesio 48, MR Pioraco 43, Palombese 40, Pievebovigliana 38, Sefrense 33, San Marco Petriolo 32, Camerino Castelraimondo 31, Fabiani Matelica 30, Vis Gualdo 27, Lorese 26, Sarnano 26, Abbadiense 24, Pennese 24

MARCATORI22 gol: Fiecconi (Belfortese); 21 gol: Okere (Borgo Mogliano)M 17 gol: Francucci F. (Treiese); 15 gol: Santoni (Pievebovigliana), Vrioni (Fabiani Matelica) e Correnti (Sefrense); 14 gol: Patrassi F. (Treiese); 12 gol: Albanese (MR Pioraco), Boe (Ripe San Ginesio) e Aquino (Lorese); 11 gol: Di Francesco Alex (Belfortese), Ndiour (Sarnano) e Sosa (Lorese); 10 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Pettinari E. (Palombese); 8 gol: Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo), Ajrardinovski (Sarnano), Millaci (MR Pioraco) e Biordi (Sefrense).

Giaocmo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 27^ giornata dei gironi C e F

L’Ostra Calcio batte il Monsano e sale a +3 dall’Argignano, fermato sul 2-2 dal Terre del Lacrima. L’Avis Arcevia ipoteca i play-off grazie a Cossa. La Serrana vince il derby contro il Cupramontana tra le polemiche. Exploit Rosora Angeli a Montoro, solo 0-0 per l’Aurora Jesi contro il Corinaldo 

VALLESINA, 18 aprile 2024 – Saranno 270 minuti di fuoco quelli che ci attendono in Seconda Categoria nelle prossime tre giornate. Nelle partite della 27^ giornata, infatti, ci sono stati dei risultati importanti, soprattutto nel girone C. L’Ostra Calcio batte il Monsano e, approfittando del pari tra Terre del Lacrima e Argignano, si porta a +3 dai fabrianesi. L’Avis Arcevia batte il Le Torri Castelplanio al 97’ grazie all’evergreen Cossa e ipoteca i play-off. L’Olimpia Ostra Vetere resta quarta, nonostante l’1-1 interno con il Palombina Vecchia, allungando a +5 dalla quinta posizione, occupata dal Cupramontana e dal Terre del Lacrima.

I cuprensi, in particolare, tra le polemiche hanno perso il derby contro la Serrana con un gol al 90’, interrompendo la striscia positiva di sette vittorie consecutive. In coda, il Rosora Angeli espugna il Montoro e si riporta a pari punti con l’Aurora Jesi, che non è andata oltre lo 0-0 con il Corinaldo: la Leonessa mantiene il +5 dai play-out.

 L’Olimpia Juventu Falconara perde con il Trecastelli per via della doppietta di Grossi e scivola a -4 dallo spareggio retrocessione: decisiva per evitare la Terza Categoria la gara di sabato prossimo proprio contro gli aurorini. Nel girone F, la Treiese batte la Pennese non senza soffrire e resta al terzo posto, ipotecando la finale play-off.

Girone C – Aurora Jesi 0-0 Corinaldo

L’Aurora Jesi non va oltre lo 0-0 contro il Corinaldo e viene riagganciata dal Rosora Angeli. Il match del “San Sebastiano”, però, è stato influenzato dalle temperature estive della giornata di sabato. La squadra di Campanelli accorcia a -5 dalla Leonessa Montoro e va a +4 dall’Olimpia Juventu Falconara ultima, alla vigilia proprio dello scontro diretto contro il fanalino di coda. I corinaldesi di Giliani, invece, restano settimi a quota 42, a -1 dal quinto posto che attualmente non qualifica per i play-off, visto il +13 tra Argignano e Cupramontana-Terre del Lacrima.

Il commento dell’Aurora Jesi

Tra Aurora e Corinaldo – spiega la società jesina – vince il caldo: 0-0 al San Sebastiano. Un’Aurora sicuramente positiva quella vista nel primo tempo con chances per Trotta e Vignoli che non riescono però a concretizzare sotto porta delle belle azioni corali arancioblu.

Nella ripresa cresce il Corinaldo senza impensierire l’attenta retroguardia dell’Aurora. Il caldo e la fatica si fanno sentire e la gara si chiude senza sussulti. Sabato prossimo una partita importantissima ancora tra le mura amiche: arriva l’Olimpia Juventu Falconara che viene a giocarsi il tutto per tutto. Partita cruciale anche in virtù della vittoria di sabato scorso del Rosora Angeli”.

Il pre-gara di Aurora Jesi-Corinaldo

Il commento del Corinaldo

“Pareggio senza reti per il Corinaldo – rispondono gli ospiti – che torna dalla trasferta di Jesi con una prestazione sottotono. Nel primo tempo la compagine corinaldese fa una gran fatica ad adattarsi al terreno di gioco, dove era impossibile tenere la palla a terra. I locali invece, forti del fattore campo, sfruttano ogni singolo errore degli ospiti per ripartire con la velocità dei suoi attaccanti. Proprio da una ripartenza Trotta viene servito in profondità, ma la sua conclusione finisce a lato.

Poco dopo è Lattanzi con un super intervento a salvare i suoi su un calcio di punizione diretto di Santoni. L’unica conclusione per il Corinaldo porta la firma di Myftiu G. che da calcio di punizione non riesce a sorprendere Orlandoni sul suo palo. Sul finale di tempo l’Aurora protesta per un tocco di mano in area corinaldese, ma per l’arbitro Carducci non è rigore.

All’intervallo mister Giuliani, non contento dei suoi, ridisegna l’assetto tattico effettuando 3 cambi e la squadra reagisce. Mazzanti e Giuliani L danno vivacità in attacco e i corinaldesi sembrano tenere meglio il campo. Myftiu J. pennella da sinistra a destra trovando Biagini sul secondo palo, purtroppo lo stop di petto non è perfetto e la palla scivola via.

I locali ci provano fino alla fine, ma la poca precisione sotto porta, sommata all’ottima prestazione di Lattanzi, lasciano il risultato invariato. Nell’ultima azione del match è il Corinaldo a chiedere un penalty per l’atterramento di Cicetti in area: l’arbitro non interviene. Ragazzi, sabato non abbiamo fatto una buona prestazione. Il gran caldo e il campo hanno sicuramente condizionato la nostra prova. Dobbiamo dare di più!”

Le Torri Castelplanio 1-2 Avis Arcevia – 37’ Rossetti (A), 43’ Bruschi su rigore (L), 96’ Cossa

Cossa all’ultimo secondo regala all’Avis Arcevia l’ipoteca sui play-off. La squadra di Sentinelli ha battuto 1-2 il Le Torri Castelplanio grazie al gol al 96’ dell’evergreen ex Pergolese e Sassoferrato Genga. Basteranno 2 punti agli arceviesi nelle prossime tre gare per qualificarsi aritmeticamente per gli spareggi. La squadra di Fugante, che aveva pareggiato il gol del vantaggio ospite di Rossetti con il rigore di Pietro Bruschi, resta decima a 32 punti.

Il commento del Le Torri Castelplanio

Dal mio punto di vista – spiega proprio Bruschinel primo tempo siamo partiti bene: purtroppo il gol del vantaggio ospite arriva da un contropiede gestito male. Dopo un calcio d’angolo eravamo troppo disuniti e con un contropiede magistrale ci hanno messo alle strette, anche per merito del forte attacco della squadra ospite. Non abbiamo mollato, però, e abbiamo cercato di trovare il pareggio il prima possibile. Ci siamo riusciti con un calcio di rigore.

Nella ripresa siamo partiti forte e abbiamo chiuso l’Arcevia facendo il nostro giro palla che sta riuscendo bene in questo periodo. Di contro, siamo stati poco cinici davanti alla porta e per una distrazione allo scadere abbiamo subito il gol della vittoria ospite. In sintesi è stata buona partita di entrambe le squadre. Noi cercheremo di chiudere il campionato in bellezza: riguardo sabato abbiamo il rammarico di non aver portato punti a casa, ma ce l’abbiamo messa tutta, dando filo da torcere ad una delle squadre più forti del campionato a mio avviso”.

Alessandro Cossa ai tempi del Sassoferrato Genga

Il commento dell’Avis Arcevia

“Una bella sfida – risponde Alessandro Cossa -, aperta fino all’ultimo minuto, con due squadre che volevano vincere e si sono affrontate a viso aperto. Anche se il Le Torri Castelplanio, sulla carta, non ha più nulla da chiedere a questo campionato, ha giocato alla pari. Ci sono state tante occasioni da rete. Alla fine è andata meglio a noi, visto che abbiamo trovato il gol all’ultimo minuto. Chi ha visto il match si è divertito, dato che le due squadre non si sono risparmiate e hanno creato tante azioni da rete”.

Leonessa Montoro 0-1 Rosora Angeli – 52’ Bartolini

Dovrà ancora sudarsi la salvezza la Leonessa Montoro. I filottranesi hanno perso 0-1 lo scontro diretto contro un Rosora Angeli non vuole mollare, vincente grazie al gol di Bartolini. Un’amarezza per il mister locale Francesco Fabrizi, nel giorno in cui suo figlio Marco ha trionfato in Prima Categoria come vice-allenatore di Ciattaglia alla Settempeda (leggi qui). La Leonessa mantiene 5 punti di vantaggio dal duo Aurora Jesi-Rosora Angeli: servono 5 punti per certificare la permanenza nella categoria.

Al contrario, la formazione del duo Baldarelli-Lucarini deve vincere almeno le prossime due partite per centrare la salvezza diretta, o quanto meno per disputare il play-out in casa. Al momento i rosorani, infatti, disputerebbero lo spareggio in trasferta perché in svantaggio negli scontri diretti con l’Aurora Jesi (0-1 a Rosora, 0-0 al San Sebastiano).

Un momento di Leonessa Montoro-Rosora Angeli

Il commento della Leonessa Montoro

“Brutto scivolone interno della Leonessa – commenta la società di casa -, sconfitta da un volenteroso RosoraAngeli. La paura di perdere di entrambe le squadre la fa da padrone e la partita è spigolosa con poche occasioni. Nel primo tempo la Leonessa ci prova con un bel tiro fuori di Empoli al 8′ e un gran diagonale di Pesaresi al 21′ ma Pettinelli si supera. Per gli ospiti sul taccuino finisce solo un tiro di Lombardi che finisce al lato.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo, Leonessa che sembra più propositiva ma alla prima vera occasione gli ospiti passano al 52′ con Bartolini lasciato colpevolmente troppo solo in area. I Red Lions provano a reagire ma gli attacchi vanno sempre a sbattere contro la retroguardia del Rosora tutta chiusa a difesa del vantaggio. Ultima occasionissima per il pari al 92′ capita sulla testa di Medori che da posizione ravvicinata manda incredibilmente al lato.

Visto il pareggio dell’Aurora, il Montoro fallisce la ghiotta occasionale per mettere la salvezza nel cassetto. Tuttavia i 5 punti di distacco dalla zona play-out a tre giornate dalla fine sono un margine ancora rassicurante. Ora, però, non si può più sbagliare, a cominciare dalla trasferta di sabato prossimo contro un l’Argignano secondo in classifica e in piena lotta per la vittoria del campionato. Sulla carta un match impossibile, ma chissà… Mai fidarsi di una Leonessa ferita…”.

Il commento del Rosora Angeli

“Sapevamo – risponde l’autore del gol ospite Giacomo Bartoliniquanto fosse importante tornare a casa con i punti e ci siamo riusciti. Su un manto erboso in splendide condizioni giocavamo contro una squadra fisica e di categoria, ma la partita sin dal primo minuto l’abbiamo approcciata nel migliore dei modi.

Abbiamo avuto due belle occasioni nella prima frazione di gioco, ma purtroppo non le abbiamo sfruttate nel migliore dei modi. Nel secondo tempo siamo entrati con lo stesso piglio e dopo circa 10 minuti dalla ripresa siamo andati meritatamente in vantaggio. Fino alla fine, da squadra, abbiamo difeso l’1-0 che ci può fare sperare, anche se in piccola parte, ad una possibile salvezza diretta. Ovviamente dobbiamo continuare su questa strada, a partire dalla gara di sabato prossimo contro la Serrana”.

Olimpia Juventu Falconara 1-2 Trecastelli – 12’ e 63’ Grossi (T), 47’ Perna (O)

Il Trecastelli affossa l’Olimpia Juventu Falconara e si regala una speranza. La squadra di Galotta, infatti, ha battuto 1-2 il fanalino di coda Olimpia Juventu Falconara grazie alla doppietta di Grossi,intervallata dal momentaneo pari di Perna.

I biancoblù restano al nono posto con 39 punti, a -4 dal quinro posto: dovrebbero vincere tutte le gare per qualificarsi ai play-off, sperando nei passi falsi delle squadre davanti, con l’Argignano che non dovrebbe totalizzare più di 2 punti nelle restanti 3 partite. Per i falconaresi, ora a -4 dai play-out, la sfida di Jesi contro l’Aurora diventa decisiva nella corsa per evitare la retrocessione diretta.

Il commento del Trecastelli

Guardando la classifica – spiega l’autore del gol Luca Grossila partita era sicuramente più importante per loro che per noi, ma al di là degli obiettivi di classifica volevamo vincere per chiudere bene la stagione e iniziare a mettere le basi per il prossimo anno. Sono molto contento per le ottime prestazioni dei nostri ragazzi più giovani che hanno preso parte al match, alcuni dei quali provenienti dai nostri Allievi Under 17. É importante che questi ragazzi si integrino in prima squadra, anche perché sono certo che in futuro saranno sempre più importanti per noi.

Proprio per celebrare questo forte legame che c’è tra prima squadra e settore giovanile, sabato prossimo tutti i ragazzi del settore giovanile saranno presenti al campo per assistere alla nostra partita contro il Le Torri Castelplanio e i più piccoli entreranno in campo con noi. Questa sarà sicuramente una motivazione in più per mettere in campo una bella prestazione!”.

Olimpia Ostra Vetere 1-1 Palombina Vecchia – 47’ De Vincenzo (P), 90’ Magagnini (O)

L’Olimpia Ostra Vetere dice addio aritmeticamente alla possibilità di centrare la promozione diretta.La squadra di Curzi, infatti, riesce a pareggiare contro il Palombina Vecchia solo al 90’, con il gol di Magagnini in risposta al centro di De Vincenzo al 57’. I rossoblù sono sempre al quarto posto, ora a -11 dalla capolista: con 9 punti a disposizione, il margine è irrecuperabile. Per centrare i play-off, comunque, saranno sufficienti 5 punti. Il Palombina Vecchia, invece, accorcia sul Le Torri Castelplanio, dato l’undicesimo posto a 31, a -1 dalla formazione di Fugante.

Ostra Calcio 3-1 Monsano – 10’ Zupo (O), 42’ Marchetti (O), 59’ Becci (O), 65’ Bisi (M)

L’Ostra Calcio non si ferma e allunga nuovamente sul secondo posto. La squadra di De Filippi batte 3-1 il Monsano e, approfittando del 2-2 tra Terre del Lacrima e Argignano, si porta a +3 dal secondo posto. I rossoblù di Pellonara, invece, non vincono da tre partite, restando in ottava posizione a 40, a -3 dalla quinta e -16 dalla seconda posizione.

Il commento dell’Ostra Calcio

L’Ostra – racconta la società di casa – conquista altri 3 punti fondamentali nella lotta al titolo, mantenendo il primato in classifica a 3 giornate dal termine del Campionato.

I ragazzi di mister De Filippi approcciano bene il match e al 9′ minuto Zupo ha la prima grande occasione da rete, controllo di coscia a rientrare e da posizione defilata tiro sul secondo palo, con la palla che si stampa sulla traversa a portiere battuto. Il tempo di un solo giro di orologio e il trio d’attacco ostrense costruisce il vantaggio, assist dal fondo di Lorenzo Olivi, velo di Marchetti e conclusione a rete decisiva di Mirko Zupo.

L’Ostra continua a macinare gioco e occasioni, ma il portiere ospite Perez si supera prima su Landi, poi su Marchetti ed infine su Saturni. Sul finire del primo tempo, arriva il raddoppio dell’Ostra, punizione dal limite di Mattia Marchetti e tiro che trova leggermente impreparato il portiere Perez sul suo palo.

Nella ripresa il trend non cambia ed è sempre l’Ostra a gestire la partita e a creare occasioni, al 59′ arriva la terza rete, questa volta è Marco Becci sempre su punizione a calciare verso la porta e trafiggere Perez, anche in questo caso non proprio impeccabile.

Sei minuti più tardi il Monsano accorcia le distanze, Bisi sfrutta un’indecisione della difesa ostrense e, dopo aver superato Quagliani in uscita, realizza il goal della bandiera. Dopo la prestazione non brillantissima contro il Rosora, l’Ostra torna a convincere, dominando la gara dal primo all’ultimo minuto. Ora massima concentrazione per la trasferta di Sabato in casa dell’Avis Arcevia, in cui servirà una prova maiuscola per mantenere punti di vantaggio sull’inseguitrice Argignano”.

L’esultanza post-gara dell’Ostra Calcio a Rosora la settimana scorsa

Il commento del Monsano

Trasferta amara per il Monsano – rispondono gli ospiti – che torna dal campo della capolista Ostra con zero punti in tasca. Corsa ai playoff che si fa sempre più complicata, ma mai arrendersi.

Partono meglio i padroni di casa che firmano nei primi dieci minuti di gara il vantaggio. Rimessa laterale, confusione difensiva ospite e ne approfitta Zupo, ben servito al centro, che sigla l’1 a O.

La reazione del Monsano non si fa attendere, con i rossoblù aggressivi in più circostanze. Santoni sfuma un pericoloso contropiede dopo un’ottima giocata a centrocampo, ma sbaglia l’apertura.

La partita si fa più fallosa. Ed è un tocco di mano di Foroni dal limite dell’area a regalare il raddoppio Ostra. Punizione affidata a Marchetti che coglie impreparato Perez sul suo palo e 2 a 0. Nella ripresa il Monsano reagisce. Una grossa occasione capita sul piede di Bisi che a tu per tu con il portiere gli calcia addosso. E nel migliore momento rossoblù, l’Ostra cala il tris: punizione (lontana) affidata a Becci che trova un non brillante Perez. Il portiere rossoblu si fa sfuggire la sfera e l’Ostra trova il 3 a 0.

La squadra ospite non ci sta e Bisi si inventa da solo il gol della bandiera. Dalla sinistra salta due uomini, entra in area, mette seduto anche il portiere e firma il gol del 3 a 1. Quarta rete stagionale per l’attaccante rossoblù.

Sconfitta amara ma su un campo difficile contro un avversario tosto. Monsano a quota 40 punti in classifica e all’ottavo posto. A tre gare dal termine i playoff sono a -3 ma l’Argignano secondo ha 13 punti di vantaggio sulla quinta. Difficile, quasi impossibile. Ma dobbiamo lottare fino alla fine. Testa a sabato. Altro super match. Al comunale arriva l’Olimpia Ostra Vetere”.

Serrana 1-0 Cupramontana – 90’ Maggi

Alla Serrana basta un gol di Maggi al 90’ (foto di copertina) per mettere una seria ipoteca sulla salvezza e fermare il Cupramontana dopo 7 vittorie consecutive. La squadra di Azzeri ha vinto grazie a una rete all’inizio del recupero, su assist da calcio di punizione. I cuprensi di Ballini, però, reclamano un rigore non concesso proprio qualche istante prima dell’1-0 per un presunto colpo di mano: rivisto il replay, il tocco irregolare sembrerebbe netto, ma occorrerebbe capire quale sia stata la valutazione del direttore di gara. Il braccio aumenta il volume del corpo? Il giocatore serrano usa il braccio per aggiustarsi il pallone? Le immagini sono disponibili sulla pagina Facebook del Cupramontana.

Con questo successo la Serrana (che pure lamenta un penalty non concesso e un fuorigioco dubbio fischiato dall’arbitro) si porta a +9 dai play-out. Con un punto nelle prossime tre partite la salvezza sarà realtà. Il Cupramontana, invece, resta quinto, scivolando a -13 dall’Argignano secondo e venendo agganciato in classifica dal Terre del Lacrima.

Il commento della Serrana

Bravissimi i nostri ragazzi – commentano i rossoverdi di casa – che conquistano tre preziosi punti contro il Cupramontana! Forza Serrana!”.

Il commento del Cupramontana

Prima o poi doveva succedere – rispondono gli ospiti -; dopo 7 vittorie consecutive, usciamo sconfitti da Serra San Quirico. Un Cupra rimaneggiato lotta per 97 minuti contro un avversario ostico, specialmente tra le mura amiche.

L’episodio chiave verso il finale di partita è un netto fallo di mano in area della Serrana. L’arbitro non concede il nettissimo rigore e si continua. A nostro avviso il rigore è nettissimo: ha cambiato le sorti della partita e forse anche del nostro campionato in ottica play-off.

Negli ultimi minuti, dagli sviluppi di un calcio di punizione la Serrana segna il gol vittoria. Peccato per questa sconfitta, non ci voleva: rimbocchiamoci le maniche e continuiamo su questa strada. Forza ragazzi!”.

Terre del Lacrima 2-2 Argignano – 24’ Ferrante (T), 27’ Galuppa G. su rigore (A), 75’ Orianda (T), 97’ Biagioli (A)

Il Terre del Lacrima ferma sul 2-2 l’Argignano e torna al quinto posto. I belvederesi di Bocchini si portano in vantaggio due volte, prima con Ferrante al 24’, poi con Orianda al 75’. La squadra di Mannelli riesce a rispondere in entrambe le occasioni, prima con il rigore di Gabriele Galuppa al 27’, poi con la rete a tempo scaduto di Biagioli. Le Terre salgono a quota 43 punti, come il Cupramontana, restando a –13 dai fabrianesi che in questo momento sarebbero in finale play-off. L’Argignano scivola a -3 dalla vetta: a tre giornate dalla fine, però, il campionato è ancora aperto per la vittoria finale.

Salvatore Ferrante ai tempi del Borgo Minonna

Il commento del Terre del Lacrima

“Termina 2-2 tra Terre del Lacrima e Argignano – commenta la squadra di casa -. Alcune ingenuità negli ultimi istanti di gara hanno prodotto il calcio di punizione decisivo; Fortuna, sin lì provvidenziale, sbaglia l’uscita e una vecchia volpe come Biagioli ne approfitta, siglando un gol pesantissimo che cambia gli scenari nella rincorsa playoff delle Terre e che tiene aperta la caccia al primo posto della squadra fabrianese.

Terre che approcciavano bene l’incontro e già dopo 30 secondi c’è una chance per Italia, chiuso in qualche modo dalla retroguardia ospite. Poco dopo ci prova l’Argignano che sbatte su Fortuna: l’estremo difensore anticipa prima Sartini in uscita fuori area e poi è protagonista di una gran parata su un tiro insidioso sempre del giovane attaccante fabrianese.

Le Terre non riescono a concretizzare alcuni calci piazzati sino al 22’: bordata di Ferrante che trova impreparato Mecella per il vantaggio che fa esplodere il Piccioni. Neanche il tempo di rimettere palla al centro che l’Argignano perviene al pareggio: ancora Sartini protagonista e abile a procurarsi il rigore che Galuppa non fallisce.

Partita nervosa e non gestita bene dall’arbitro che fa più ammoniti tra le panchine che in campo tollerando interventi oltre il limite dell’Argignano: mister Bocchini vede rosso poco prima dell’intervallo.

Nella ripresa le Terre continuano a tenere il pallino del gioco in mano ma non hanno grandi occasioni da rete. La svolta alla mezz’ora, quando Orianda si inventa una strana parabola che sorprende Mecella e stadio intero, riportando i locali avanti.

Le Terre non riescono a chiudere la gara quando una bella azione di Morsucci non viene concretizzata da Orianda prima e da Togni poi. L’Argignano rimane anche in 10 per un brutto gesto ai danni di Morsucci di un centrocampista. Poi l’assalto finale ospite, sterile, sino all’ultima beffarda azione di gioco quando la festa di uno stadio infuocato era dietro l’angolo. Da lunedì siamo ripartiti, per preparare la trasferta sul nuovo campo del Corinaldo. Perché finché c’è una speranza questa squadra ha il diritto e il dovere di crederci”.

Gabriele Galuppa dell’Argignano

Il commento dell’Argignano

“Abbiamo affrontato – risponde l’autore del momentaneo 1-1, Gabriele Galuppal’ennesima partita difficile di un campionato estremamente complicato. Le Terre sono un’ottima squadra e sapevamo che fare risultato a Belvedere Ostrense sarebbe stato durissimo. È venuto fuori un incontro equilibrato e ricco di emozioni; credo anche divertente per i numerosi spettatori.

Loro sono partiti forte e al 20’, da una punizione, hanno trovato l’1-0 con Ferrante. Dopo un paio di minuti abbiamo subito pareggiato su rigore. Loro hanno continuato a fare la partita e noi cercavamo di sfruttare gli spazi che ci concedevano.

Il clima era abbastanza ‘infuocato’, sia per le temperature quasi estive, sia per gli animi accesi della maggior parte di noi, ma la posta in palio era importante. Ci sono state occasioni potenziali più che vere e proprie parate dei portieri fino a quando, a 15 minuti dalla fine, Orianda ha raccolto un cross sporco e, anticipando Mecella, ha firmato il 2-1.

È stato un colpo doloroso ed inaspettato, ma noi non ci siamo disuniti e abbiamo cercato il pari nei 15/20 minuti rimasti. Lo abbiamo trovato all’ultimo secondo con l’infinito Biagioli che ha infilato il portiere su una punizione calciata da Moretti sul secondo palo. Triplice fischio e grande gioia per noi.

È vero che l’Ostra, vincendo, ha allungato ed ora ha un margine di 3 punti, ma noi non molliamo e anche sabato abbiamo dimostrato di essere una squadra difficile da affrontare. Aggiungo anche i miei personali complimenti all’arbitro perché ha trovato una partita spigolosa, ‘calda’, ma l’ha saputa gestire molto molto bene”.

Girone F – Pennese 1-2 Treiese – 3’ Patrassi F. (T), 9’ Patrassi L. (T), 45’ + 4’ Viozzi

La Treiese scappa nei primi 10 minuti grazie ai fratelli Patrassi, soffre il ritorno della Pennese ma riesce comunque a strappare i due punti. La formazione rossoblù ha battuto 1-2 il fanalino di coda con le reti dei gemelli Francesco e Lorenzo. La rete di Viozzi, nel recupero del primo tempo, ha tenuto aperto il risultato fino alla fine, anche se il parziale non è più cambiato.

La squadra di Treia resta al terzo posto con 59 punti, a -1 dalla Belfortese seconda. Con la promozione diretta ormai sfumata (al Borgo Mogliano basteranno 3 punti per volare in Prima Categoria), la finale play-off unica è dietro l’angolo, visto il +14 dal Ripe San Ginesio con 9 punti a disposizione. Resta da conquistare il diritto di giocare lo spareggio in casa, che si deciderà molto probabilmente in Treiese-Belfortese dell’ultima giornata, in programma il 4 maggio a Treia. A meno di passi falsi dei rossoblù nelle prossime due partite contro MR Pioraco e Fabiani Matelica.

Al centro il ds della Treiese, Matteo Romagnoli, con i gemelli Francesco e Lorenzo Patrassi

Il commento della Treiese

Abbiamo approcciato bene il match – spiega Lorenzo Patrassi -: giocavamo fuori casa, ma abbiamo iniziato la gara meglio noi, dominando nei primi 20-30 minuti, con due gol e altre due mezze occasioni non sfruttate. Dopo il cooling break ci siamo un po’ adagiati: la partita ci sembrava in discesa, invece la Pennese, su una rimessa laterale dubbia, ha guadagnato un calcio d’angolo ed è riuscita a segnare a fine primo tempo.

C’è da dire che era molto caldo, quindi i ritmi di gioco erano abbastanza lenti, con azioni spezzettate in un campo più di terra che di erba. La palla rimbalzava male perché il terreno era secco: ci sono stati tanti falli, diversi lanci in profondità e duelli sulle seconde palle, soprattutto nel secondo tempo, dove si è giocato ancora meno. Siamo calati fisicamente e nella ripresa abbiamo creato poco nulla. Non ci sono state grandi occasioni, né da una parte né dall’altra. La Pennese negli ultimi 20 minuti è uscita fuori, creando qualche situazione interessante, ma non sono state occasioni da rete nitide. Abbiamo giocato bene i primi 30 minuti, poi ci siamo un po’ fermati”.

I pronostici di mister Carletti

Terre del Lacrima-Argignano – pronostico 1 – risultato X

Ostra Calcio-Monsano – pronostico 1 – risultato 1

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 27/54

Risultati, classifiche e marcatori

Girone B

27^ giornata: Aurora Jesi 0-0 Corinaldo, Le Torri Castelplanio 1-2 Avis Arcevia, Leonessa Montoro 0-1 Rosora Angeli, Olimpia Juventu Falconara 1-2 Trecastelli, Olimpia Ostra Vetere 1-1 Palombina Vecchia, Ostra Calcio 3-1 Monsano, Serrana 1-0 Cupramontana, Terre del Lacrima 2-2 Argignano

CLASSIFICAOstra Calcio 59, Argignano 56, Avis Arcevia 51, Olimpia Ostra Vetere 48, Cupramontana 43, Terre Del Lacrima 43, Corinaldo 42, Monsano 40, Trecastelli 39, Le Torri Castelplanio 32, Palombina Vecchia 31, Serrana 27, Leonessa Montoro 23, Aurora Jesi 18, Rosora Angeli 18, Olimpia Juventu Falconara 14

MARCATORI19 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 16 gol: Orianda (Terre del Lacrima); 15 gol: Ferrante (Terre del Lacrima); 14 gol: Grossi (Trecastelli); 13 gol: Ortolani A. (Cupramontana) e Marchetti (Ostra Calcio); 12 gol: Donzelli (Palombina Vecchia) e Biagioli (Argignano); 11 gol: Montecchiarini (Le Torri Castelplanio) e Rossetti (Avis Arcevia); 10 gol: Giuliani L. (Corinaldo), Sartini (Argignano) e Galuppa G. (Argignano); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Bucci D. (Serrana), Lungarini (Monsano), Garden (Olimpia Juventu Falconara), Mancini (Cupramontana), De Vincenzo (Palombina Vecchia) e Kone (Trecastelli); 8 gol: Apolloni (Serrana), Lenci (Corinaldo) e Zupo (Ostra Calcio).

Girone F

27^ giornata: Treiese 1-2 Pennese, Camerino Castelraimondo-Pievebovigliana 1-1 (12 aprile), Borgo Mogliano-Abbadiense 2-0, MR Pioraco-Fabiani Matelica 1-2, Ripe San Ginesio-Palombese 0-0, San Marco Petriolo-Lorese 2-1, Sarnano-Belfortese 0-2, Sefrense-Vis Gualdo 3-2 (14 aprile)

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 67, Belfortese 60, Treiese 59, Ripe San Ginesio 45, MR Pioraco 40, Palombese 40, Pievebovigliana 38, Sefrense 33, San Marco Petriolo 32, Fabiani Matelica 29, Camerino Castelraimondo 28, Vis Gualdo 27, Sarnano 26, Lorese 23, Abbadiense 21, Pennese 21

MARCATORI21 gol: Okere (Borgo Mogliano) e Fiecconi (Belfortese); 16 gol: Francucci F. (Treiese); 15 gol: Santoni (Pievebovigliana) e Vrioni (Fabiani Matelica); 14 gol: Correnti (Sefrense); 13 gol: Patrassi F. (Treiese); 12 gol: Albanese (MR Pioraco); 11 gol: Di Francesco Alex (Belfortese) e Aquino (Lorese); 10 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Pettinari E. (Palombese), Boe (Ripe San Ginesio) e Ndiour (Sarnano); 9 gol: Sosa (Lorese); 8 gol: Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo), Ajrardinovski (Sarnano) e Biordi (Sefrense).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 26^ giornata dei gironi C e F

Ostra Calcio e Argignano continuano la fuga e staccano Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere, fermate da Leonessa Montoro e Cupramontana: la squadra di Ballini è ora a -4 dai play-off. Salvo il Palombina Vecchia con il 4-0 rifilato all’Aurora Jesi, finisce in parità Monsano-Serrana. La Treiese, nel girone F, ribalta il Sarnano dallo 0-2 al 3-2

VALLESINA, 11 aprile 2024 – A differenza della Prima Categoria, dove regna l’incertezza, in Seconda sembrano ormai delineati gli scenari per il finale di stagione. Dopo la 26^ giornata, infatti, Ostra Calcio e Argignano continuano a volare a braccetto per conquistare la promozione dal girone C, pur vincendo di misura contro due squadre rognose come Rosora Angeli e Le Torri Castelplanio.

Cadono, invece, Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere e a questo punto del campionato sembrano essere tagliate fuori dalla possibilità di vincere. Gli arceviesi sono stati battuti in casa da una Leonessa Montoro che sembra aver ipotecato la salvezza, mentre i rossoblù di Curzi hanno subito l’esplosività di un Cupramontana inarrestabile, alla settima vittoria di fila: i play-off non sono più un miraggio per la squadra di Luca Ballini. Il Monsano, inoltre, non va oltre il pari con la Serrana, mentre tornano al successo Terre del Lacrima e Corinaldo.

In coda, il Palombina Vecchia centra la salvezza, rifilando 4 reti a un’Aurora Jesi che probabilmente dovrà passare dai play-out per restare in Seconda Categoria. Nel girone F, infine, la Treiese ribalta il Sarnano dallo 0-2 al 3-2 e resta al terzo posto. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo sabato scorso 6 aprile.

Girone B – Monsano-Serrana 1-1 – 23’ Cecati (S), 76’ Mattioli (M)

Il Monsano non va oltre l’1-1 con la Serrana e si allontana dai play-off. La squadra di Pelonara, infatti, ha ripreso sul pari i ragazzi di Azzeri ed è scivolata all’ottavo posto, superata da Terre del Lacrima e Corinaldo, a -3 dal Cupramontana quinto e a -15 dall’Argignano secondo. I rossoverdi, invece, si portano a +7 dai play-out: per la salvezza mancano 6 punti.

Il commento del Monsano

“Al Comunale – commentano i padroni di casa – termina 1 a 1 tra Monsano e Serrana. Un punto a testa e un pareggio amaro che ci allontana leggermente dalla corsa playoff. Ma ancora tutto in gioco. Tre, due, uno e via. Monsano pericoloso davanti che ci prova da fuori con la conclusione di Mattioli, il quale al volo non trova pero lo specchio della porta.

I rossoblù calano e gli ospiti ne approfittano. Cecati dalla trequarti vince due rimpalli e lascia partire un destro a giro che punisce l’incolpevole Perez. 0-1. Primo tempo confusionario. Le occasioni scarseggiano ma la Serrana ha l’occasione per raddoppiare. Ma Perez ipnotizza Cecati e nega lo 0-2. L’arbitro manda le squadre nello spogliatoio.

Nella ripresa mister Pelonara sveglia i suoi. Monsano che parte meglio, con più grinta. Si sommano mischie e calci d’angolo nell’area ospite. Proprio da un corner arriva il pareggio rossoblù. Stacco di Mattioli che buca l’estremo difensore della Serrana e Monsano che trova il pareggio al 30esimo del secondo tempo. Quarta rete stagionale per lui.

I ritmi, poi, si abbassano. Monsano non riesce a trovare la rete del vantaggio e finisce un punto a testa che non serve a nessuna delle due squadre. Scivoliamo all’ottavo posto in classifica, a meno 3 dal quinto posto. Quattro gare al termine del campionato, ogni partita è importante. Sabato prossimo, rossoblù impegnati sul difficilissimo campo della capolista Ostra Calcio”.

Il commento della Serrana

“È stata una partita molto combattuta su entrambi i fronti – spiega l’autore del gol ospite, Michele Cecati -. Ho segnato verso il 25° del primo tempo, cogliendo impreparato il portiere. In seguito il caldo si è fatto sentire e secondo me ha inciso parecchio sul match, in particolare sulle difese di entrambe le squadre. Il Monsano ha pareggiato alla mezz’ora della ripresa con il colpo di testa di Mattioli sugli sviluppi di un calcio di punizione, con la palla che si è infilata sotto l’incrocio.

Tutto sommato non ci sono state grosse occasioni. Nel primo tempo i rossoblù si sono affidati ai tiri di fuori area e ci hanno schiacciato in difesa, senza impensierirci più di tanto. Il direttore di gara, inoltre, clamorosamente ci ha fischiato due fuorigioco inesistenti che hanno fermato due nostre buone azioni. Alla fine il match è terminato 1-1”.

Trecastelli-Terre del Lacrima 2-4 – 5’ Kone su rigore (TR), 9’, 60’ e 67’ Ferrante (TE), 30’ su rigore Orianda (TE), 83’ Angeloni (TR)

Un super Salvatore Ferrante trascina il Terre del Lacrima alla vittoria di un acceso derby contro il Trecastelli. La formazione belvederese, infatti, ha vinto 2-4 in rimonta. Gli azzurri, infatti, erano passati in vantaggio con il solito Kone dopo 5 minuti, ma al 9’ Ferrante inizia il suo show personale, pareggiando i conti sull’1-1. L’altro bomber delle Terre, Orianda, firma il sorpasso ospite al 30’, così il primo tempo si chiude sull’1-2. Nel finale di tempo, vengono espulsi Giuliani per il Terre del Lacrima, Errady e Kone per il Trecastelli.

Nella ripresa Ferrante segna altri due gol al 60’ e al 67’, chiudendo definitivamente i giochi sull’1-4, prima della rete finale della bandiera segnata da Angeloni. Il Terre del Lacrima si riporta così al sesto posto con 42 punti, a -1 dalla quinta piazza. Il Trecastelli, invece, resta nono a 30 punti: per raggiungere i play-off ci vuole una vera e propria impresa sportiva.

Salvatore Ferrante ai tempi del Borgo Minonna

Il commento del Trecastelli

È stata una partita anomala – spiega Alessandro Angeloni del Trecastelli -, dopo mezz’ora ci siamo ritrovati in 9 contro 10 quando potevamo essere noi in superiorità numerica. Purtroppo siamo stati ingenui e siamo caduti nelle provocazioni avversarie. Da lì in poi, in svantaggio di un gol e di un uomo, abbiamo cercato di limitare i danni e sperare in un episodio, che purtroppo non è arrivato. Vanno dati i meriti al Terre del Lacrima che si è dimostrata una squadra che merita di lottare per i playoff”.

Il commento del Terre del Lacrima

“Le Terre – commentano gli ospiti – fanno il loro dovere, sbancano Trecastelli e continuano la rincorsa alla zona playoff. Ambiente caldo e padroni di casa subito in vantaggio dopo appena 3 minuti quando Konerealizzava un penalty generosamente concesso dall’arbitro Cantarini.

Il fischietto maceratese dimostrava però equità nel giudizio, quando ci premiava con un penalty a metà primo tempo per fallo su Orianda, che dal dischetto realizzava il gol del vantaggio.  Nel mezzo infatti c’era stata la pronta reazione delle Terre, merito di un’azione personale di Ferrante capace di infilare all’angolino basso un preciso fendente da poco fuori area.

Finale di primo tempo incandescente: Giuliani ci lascia in 10 causa doppio giallo, ma subito la parità numerica è ristabilita quando Errady in un parapiglia colpiva Ferrante sotto gli occhi dell’arbitro. Poco dopo il nervosismo tradiva Kone, anch’esso finito sotto la doccia in largo anticipo causa doppio giallo. All’intervallo Terre avanti per 1-2 e in 10 uomini contro 9.

Secondo tempo

Nella ripresa la squadra di mister Bocchini controlla la gara senza soffrire la pressione del Trecastelli. Il gol dell’1-3 arriva al quarto d’ora grazie a una combinazione sulla fascia destra tra Ferrante e l’inesauribile Marchegiani, abile a mettere sulla testa del bomber un delizioso cross col pallone da spingere solamente in rete.

5 minuti dopo lo stesso Ferrante ammutolisce la OMCE Arena con un tiro da 40 metri che sorprende il portiere locale fuori dai pali. Tripletta e ‘pallone portato a casa’per il numero 10, sabato trascinatore della squadra.

Finale a ritmi blandi anche a causa del gran caldo, il Trecastelli trova con Angeloni il gol del 2-4 che rende meno pesante ma non meno amara la sconfitta per i ragazzi di Gallotta. Per le Terre ostacolo superato brillantemente e vittoria dedicata a capitan Pieroni, sfortunato protagonista di un incidente stradale, fortunatamente senza conseguenze, nella mattinata di sabato. Non c’è tempo per rifiatare: in programma una settimana di duro lavoro per arrivare pronti al fondamentale match contro l’Argignano”.

Argignano-Le Torri Castelplanio 2-1 – 19′ Galuppa G. (A), 26′ Carletti (L), 32′ Galuppa S. (A)

L’Argignano non molla il sogno promozione. La squadra di Mannelli ha battuto 2-1 il Le Torri Castelplanio al termine di una sfida molto combattuta, nella quale gli uomini di Fugante e del suo vice Maccioni hanno venduto cara la pelle. Ancora un gol quasi interamente made in Cingoli per gli ospiti: la sponda di Montecchiarini ha servito Federico Carletti, “mezzo” cingolano perché nipote del presidente dell’Avis Bike Club di mountain bike Primo Ciattaglia.

I fabrianesi restano al secondo posto con 55 punti, a -1 dalla vetta, e allungano a +7 dall’Avis Arcevia terza. I castelplanesi, invece, sono decimi a 32 punti e, grazie alla sconfitta dell’Aurora Jesi a Palombina, hanno ottenuto la certezza aritmetica della permanenza in Seconda Categoria.

Gabriele Galuppa dell’Argignano

Il commento dell’Argignano

“Turno favorevole questa settimana – racconta il dirigente locale Stefano Giulioni – per l’Argignano con la vittoria per 2 a 1 contro Le Torri Castelplanio. I ragazzi di Mannelli sono sempre ad un punto dall’Ostra capolista, ma hanno staccato di 7 e 8 punti rispettivamente Arcevia e Ostra Vetere entrambe sconfitte. A quattro giornate dalla fine il campionato sarà un testa a testa fra le prime due, mentre Arcevia e Ostra Vetere dovrebbero contendersi la semifinale play-off. Il Cupramontana, quinta, in netta ascesa, dovrebbe recuperare altri 5-6 punti per poterli disputare.

Giornata più che primaverile sabato al ‘Mazzoli’ e campo erboso tirato a lucido dai dirigenti come se ne vedono pochi in questo girone. Le Torri a metà classifica non hanno nulla da chiedere a questo campionato, ma nel primo tempo hanno dato del filo da torcere ai ragazzi del presidente Fabio Mecella.

Inizia le danze Moretti e prima occasione da rete, lancio per Sartini, che salta due difensori ma tira sul portiere in uscita. Le Torri si fanno vedere con un tiro dal limite respinto da Jacopo Mecella e con una conclusione da fuori alta sopra la traversa. Difesa alta delle Torri e contropiede di Sartini con tiro che sfiora il palo. Al 19’ il gol, l’Argignano guadagna tre angoli di fila e sul terzo Gabriele Galuppa di testa mette la palla in rete sfiorando il palo.

Passano pochi minuti e Le Torri pareggiano. Lancio da destra a sinistra e poi cross al centro per il centravanti Montecchiarini, stop e assist per la seconda punta Federico Carletti che inventa con tiro imparabile per Mecella.

Il 2-1 e il secondo tempo

L’Argignano riparte subito, guadagna una punizione sulla tre quarti che batte Moretti, il cross a giro è preciso per Stefano Galuppa che di testa in tuffo trova l’angolino 2-1. Le Torri non si danno per vinte e impegnano Mecella in tuffo con un tiro in diagonale.

Finisce il tempo con una punizione guadagnata da Juri Mecella, la rasoiata di Moretti sbatte sul palo e ritorna in campo. La ripresa inizia con Mecella ancora impegnato su un tiro da lontano e poi con una conclusione dal limite respinta di pugno. Si fa vedere poi Sartini con un tiro deviato in angolo e un assist per Gobbi che di sinistro impegna il portiere.

Segue una punizione di Pistola e ancora Sartini di prima intenzione tira a colpo sicuro, il portiere respinge con i piedi. Nel finale occasione sfumata con Sartini che si presenta solo davanti al portiere ma tira alto.

Tre punti pesantissimi, grazie alla coppia inedita, ed euforia negli spogliatoi con i fratelli Galuppa. Il pensiero però va già a sabato, si gioca a Belvedere contro Le Terre del Lacrima, una delle squadre meno battute del campionato, sesta in classifica e con qualche speranza play-off”.

Il commento del Le Torri Castelplanio

“È stata una partita molto tosta – risponde Federico Carletti del Le Torri Castelplanio –, sia per il caldo, sia per l’esperienza dei giocatori avversari. Su un campo molto difficile, però, abbiamo dato il meglio di noi stessi.

Siamo riusciti a pareggiare pochi minuti dopo un loro goal su calcio d’angolo. L’1-1 non è durato molto e in 10 minuti sono andati di nuovo in vantaggio, sempre su palla inattiva. Nel secondo tempo purtroppo, nonostante un bel gioco da parte nostra, non siamo riusciti a finalizzare.

Ci resta l’amaro in bocca, perché sappiamo che potevamo fare meglio. Ora testa alle prossime partite: anche la posizione in classifica della nostra squadra è ormai quasi decisa fino all’ultimo minuto cercheremo di dare il meglio di noi stessi”.

Avis Arcevia-Leonessa Montoro 0-2 – 60’ Staffolani su rigore, 77’ Empoli

L’impresa di giornata la compie la Leonessa Montoro di un altro cingolano, Francesco “Kekko” Fabrizi. I Red Lions, infatti, hanno espugnato Arcevia grazie alle reti di Staffolani ed Empoli nella ripresa. Con questo successo i montoresi, prima squadra salva, salgono a +6 dall’Aurora Jesi a 4 giornate dalla fine.Gli arceviesi di Sentinelli (che hanno sbagliato un rigore con Cossa sullo 0-1), invece, restano terzi ma scivolano a -7 dall’Argignano secondo: a questo punto anche i play-off sono a rischio, qualora il distacco dai fabrianesi dovesse raggiungere i 10 punti.

L’allenatore della Leonessa Montoro, Francesco Fabrizi

Il commento dell’Avis Arcevia

“Quella di sabato scorso contro il Montoro – spiega il giocatore dell’Avis Arcevia Riccardo Pucci è stata una partita difficile dal punto di vista fisico e tecnico. Sapevamo di affrontare una squadra che lotta fino al 90’ su ogni pallone: l’avevamo visto anche all’andata, quando avevamo perso 1-0. Sicuramente sabato non abbiamo espresso il nostro miglior gioco, ma questo ci sprona a dare il massimo a partire dalla prossima partita, per portare a casa i tre punti. Ormai il nostro obiettivo è qualificarci per i play-off: speriamo di centrarli il prima possibile”.

Il commento della Leonessa Montoro

“Straordinaria impresaesultano gli ospitidi una Leonessa ferita che dopo una serie di 4 sconfitte consecutive si rialza e torna a ruggire con una prova di orgoglio, carattere e determinazione, andando ad espugnare il difficilissimo campo di Arcevia terza forza del girone.

La squadra di mister Kekko Fabrizi ancora falcidiata da infortuni e squalifiche scende in campo un un 4-5-1, Medori adattato centrale difensivo (gran partita la sua) e in avanti il rientrante Staffolani unica punta. Primo tempo equilibrato con il Montoro sempre in controllo del match e vicina al gol con un colpo di testa di Cacciamani.

Nel secondo tempo si riparte con Domizio al posto dell’ammonito Fanesi. Al 60′ percussione di Empoli che viene atterrato in area, il direttore di gara Pieroni assegna il calcio di rigore che Staffolani realizza con freddezza. I padroni di casa non ci stanno e vanno in forcing. Al 75′ episodio dubbio in area biancorossa, per il direttore di gara ci sono gli estremi del calcio di rigore in favore dei padroni di casa, ma Rossetti è ipnotizzato da Giachè e calcia il penalty sul palo.

Sulla ripartenza successiva, Gallo recupera una gran palla a centrocampo e serve Staffolani sulla destra che di prima intenzione mette in mezzo dove lo scatenato Empoli calcia in porta e gonfia la rete.

Nei minuti finali la Leonessa si difende con ordine e porta a casa i tre punti preziosissimi nella lotta per la salvezza e poi tutti sotto alla curva a festeggiare con gli Ultras Red Lions che anche oggi hanno sostenuto la squadra dal primo all’ultimo minuto! Da segnalare tra i migliori in campo, oltre i citati Medori ed Empoli, anche le prestazioni sontuose di Mandolini e Ceci a centrocampo”.

Corinaldo-Olimpia Juventu Falconara 2-0 – 48’ Baldassari, 87’ Mazzanti

Finalmente è tornato il Corinaldo. La squadra di Giuliani (squalificato e sostituito in panchina da Bonvini), infatti, ha battuto 2-0 l’Olimpia Juventu Falconara fanalino di coda con i gol di Baldassarri e Mazzanti, tornando al settimo posto con 41 punti, due in meno del Cupramontana quinto. I falconaresi, invece, restano all’ultimo posto, sempre a -1 dal Rosora Angeli e a -3 dall’Aurora Jesi.

Il commento del Corinaldo

Il Corinaldo – spiegano i padroni di casa – torna alla vittoria che mancava da 10 giornate, imponendosi per 2-0 contro l’Olimpia J Falconara. I locali approcciano bene il match e alla prima azione sfiorano il gol. Campolucci sguscia fra 2 difensori e si presenta davanti al portiere, ma purtroppo gli calcia addosso.

Gli uomini di Bonvini, che oggi sostituisce lo squalificato Giuliani G., schiacciano gli ospiti nella loro metà campo. Biagini, servito da un’apertura di Baldassarri, non trova la coordinazione per colpire a rete. Poco dopo Cacciani chiede un penalty per un tocco di braccio in area, ma l’arbitro non fischia. Gli ospiti non si rendono mai pericolosi dalle parti di Petroni, all’esordio stagionale tra i pali, tranne che con una punizione di Gutierrez calciata sulla barriera.

Il pre-gara di Corinaldo-Olimpia Juventu Falconara

Al 46’ il Corinaldo trova subito il gol con Baldassarri che, di testa, batte il portiere su assist al bacio di Myftiu. Gli ospiti sbandano e subiscono anche il gol di Cacciani, ma l’arbitro annulla per offside. I bianco azzurri premono alla ricerca del secondo gol. Biagini si invola sull’out di destra, sterza sul mancino e calcia a botta sicura non trovando la porta. Negli ultimi 15’ i padroni di casa calano, complice il gran caldo, e gli ospiti ne approfittano.

Prima serve un super intervento di Biagini sulla linea, coadiuvato dalla traversa, per salvare un gol fatto sugli sviluppi di corner. Poi Gutierrez con un tiro cross colpisce la parte alta della traversa. Al 88’ Mazzanti chiude il match con un bel diagonale, lanciato sul filo del fuorigioco da Luzi. Finalmente si torna alla vittoria, ritroviamo il giusto entusiasmo per concludere al meglio la stagione!”.

Cupramontana-Olimpia Ostra Vetere 3-1 – 34’ Cavaliere su rigore (OV), 42’ Mancini (C), 49’ Clementi (C), 92’ Ortolani (C)

Il Cupramontana continua a volare e i play-off ora non sono utopia. I ragazzi di Ballini, infatti, hanno battuto per 3-1 la corazzata Olimpia Ostra Vetere, ribandendo il quinto posto con 43 punti, a -3 proprio dai rossoblù di Curzi.

Eppure gli ospiti erano passati in vantaggio al 34’, grazie al calcio di rigore realizzato da Cavaliere, grande ex della gara, tornato allo stadio “Ippoliti” dopo 27 anni.  Dopo 8 minuti, però, la pareggia l’apirese ex Cingolana e Apiro Michele Mancini con un colpo di testa su assist dalla destra.

L’ex Fabriano Cerreto Simone Cavaliere

La ripresa inizia con il vantaggio dei locali al 49’: ci pensa Clementi con un gran tiro al volo dalla sinistra con il piede sinistro (foto di copertina). Gli ospiti provano fino alla fine ad agguantare il pareggio, ma Alex Ortolani chiude la gara con uno splendido pallonetto in contropiede a tu per tu con il portiere ospite.

Sette vittorie in altrettante partite – commentano i cuprensi –, non si ferma la strepitosa marcia dei ragazzi di Mister Ballini. A farne le spese l’ottima formazione dell’Ostra Vetere capitanata dal bomber cuprense Simone Cavaliere. Partita tatticamente perfetta, i rossoblù non hanno concesso nulla ai quotati avversari sconfiggendoli per 3 a 1. Grandi ragazzi! Vamos!”.

Palombina Vecchia-Aurora Jesi 4-0 – 10’ e 39’ Cornacchia, 25’ Donzelli, 54’ Cacciamani A.

Il Palombina Vecchia festeggia la salvezza aritmetica, per l’Aurora Jesi è una giornata da dimenticare. I falconaresi vincono 4-0 all’Amadio grazie alla doppietta di Cornacchia e ai gol di Donzelli e Cacciamani: il +13 proprio sugli jesini a 4 giornate dalla fine vale la permanenza in Seconda Categoria anche nel 2024-2025. Gli aurorini, invece, restano al 14° posto a +3 dalla retrocessione diretta, ma a -6 dalla salvezza, vista la vittoria della Leonessa Montoro ad Arcevia.

“Giornata negativa per l’Aurora – commentano gli jesini – che incassa un 4-0 sul campo del Palombina Vecchia. Sul tabellino dei marcatori per i locali finiscono Cornacchia, autore di una doppietta, Donzelli e Cacciamani.

Gara purtroppo senza storia con i padroni di casa avanti per 3-0 già al 40′.  Le contemporanee sconfitte di Rosora Angeli e Olimpia Juventu Falconara consentono all’Aurora di rimanere nella privilegiata posizione di poter giocare il playout in casa per il momento, con il vantaggio di avere 2 risultati su 3 a disposizione. Dall’altra parte il colpaccio della Leonessa Montoro in quel di Arcevia compromette forse in modo definitivo la speranza di poter ottenere la salvezza diretta.

Ci sarà dunque da soffrire in questo ultimo mese di campionato, tutti insieme per poter trascinare la squadra arancioblu verso la salvezza. Prossimo appuntamento, primo di due impegni casalinghi consecutivi, sabato al San Sebastiano contro il Corinaldo”.

Rosora Angeli-Ostra Calcio 0-1 – 44’ Marchetti

All’Ostra Calcio basta una rete del poliziotto-eroe dell’alluvione Mattia Marchetti per difendere la prima posizione. Gli ostrensi, infatti, hanno vinto 0-1 sul campo del Rosora Angeli, nonostante la buona prestazione dei padroni di casa. I gialloblù restano primi con 56 punti, a +1 dall’Argignano, così come i rosorani-angelani del duo Baldarelli-Lucarini rimangono penultimi a -2 dall’Aurora Jesi e a +1 dall’Olimpia Juventu Falconara.

L’esultanza post-gara dell’Ostra Calcio 

“L’Ostra Calcio – spiegano gli ospiti – torna dalla trasferta di Angeli di Rosora con i 3 punti, grazie ad una rete sul finire della prima frazione di gioco di Mattia Marchetti. Partita equilibrata, giocata prevalentemente nella zona centrale del campo e senza tante occasioni da rete. Le più clamorose per l’Ostra avvengono poco dopo il 15′ del primo tempo, quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Bachetti calcia verso la porta, trovando però la deviazione decisiva di un difensore avversario, che salva il risultato mandando la palla di poco sopra la traversa.

Sul successivo corner è Marconi a liberarsi abilmente in area a due passi dal portiere, ma la sua spizzata di testa finisce a lato di un soffio. Alla terza chiara occasione da rete, l’Ostra non fallisce, palla recuperata da Mirko Zupo al limite dell’area e palla in mezzo per Mattia Marchetti, che a porta vuota deposita in rete per il vantaggio.

Nella ripresa la fatica e il primo caldo stagionale si fanno sentire per entrambe le squadre, con il Rosora che tenta l’arrembaggio nel finale e l’Ostra che prova in ripartenza a trovare il raddoppio, senza però riuscirci.

Termina così, dopo 7′ minuti di recupero, il match che permette all’Ostra di mantenere la vetta della classifica, con l’Argignano vittorioso in casa contro Le Torri Castelplanio, che insegue ad un solo punto”.

Girone C – Treiese 3-2 Sarnano – 8’ su rigore e 24’ Ndiour (S), 57’ Francucci F. (T), 64’ Patrassi F. (T), 76’ Cincera (T)

Una pazza Treiese ribalta clamorosamente il Sarnano al “Galasse” di Pollenza (al “Capponi” giocava in contemporanea l’Aurora Treia in Promozione, ndr). I rossoblù, infatti, sotto di 2 reti nel primo tempo grazie alla doppietta di Ndiour, riescono a vincere 3-2 grazie ai gol di Francesco Francucci, Francesco Patrassi e Alessandro Cincera. La formazione di Treia resta al terzo posto con 56 punti, a -1 dalla Belfortese seconda e al momento in finale play-off proprio con i biancorossi per via del +12 dal Ripe San Ginesio quarto. Al Borgo Mogliano primo della classe a 64 mancano 6 punti per la promozione in Prima Categoria.

Il commento della Treiese

“Nel primo tempo – spiega Francesco Patrassi, attaccante della Treiese – il Sarnano ha giocato bene, mentre noi non siamo scesi in campo con il giusto piglio. Abbiamo, dunque, i nostri demeriti, senza nulla togliere ai nostri avversari, che hanno giocato un primo tempo di livello. La differenza di classifica non si è notata per nulla. Con la loro rosa in questa stagione sicuramente avrebbero potuto fare qualche punto in più e lottare per posizioni più importanti. Difendevano molto bene, ordinatamente, per poi ripartire in contropiede e sfruttare le qualità dei propri giocatori offensivi, sono molto veloci. Ci siamo fatti cogliere impreparati.  

Al centro il ds della Treiese, Matteo Romagnoli, con i gemelli Francesco e Lorenzo Patrassi

Nella ripresa, invece, abbiamo cambiato atteggiamento: ci ha aiutato molto segnare abbastanza presto il gol dell’1-2. Forse quel primo tempo del Sarnano è stato disputato quasi al limite delle loro possibilità, perché li abbiamo trovati molto affaticati a livello fisico, erano visibilmente stanchi. Anche questo ci ha favorito parecchio. Siamo stati bravi a rimanere in partita: i nostri avversari, dopo la rete subita, si sono abbassati molto e hanno quasi rinunciato a giocare. Così i secondi 45’ sono stati a senso unico per la Treiese: abbiamo segnato prima il 2-2 con un’azione corale, poi il 3-2 a 15 minuti dalla fine. A quel punto non c’è stata più partita: abbiamo avuto un altro paio di occasioni su calcio piazzato e non abbiamo rischiato quasi nulla.

Di positivo c’è che non abbiamo mollato sotto di due reti, segnando tre bei gol, perché costruiti da tutta la squadra. Questo è quello che proviamo durante la settimana in allenamento: è stato molto bello riportarlo in campo”.   

I pronostici di mister Carletti

Cupramontana-Olimpia Ostra Vetere – pronostico 2 – risultato 1

Trecastelli-Terre del Lacrima – pronostico 1 – risultato 2

Totale di giornata 0/2 – Totale complessivo di giornata: 26/52

Risultati, classifiche e marcatori

Girone C

26^ giornata: Monsano-Serrana 1-1, Trecastelli-Terre del Lacrima 2-4, Argignano-Le Torri Castelplanio 2-1, Avis Arcevia-Leonessa Montoro 0-2, Corinaldo-Olimpia Juventu Falconara 2-0, Cupramontana-Olimpia Ostra Vetere 3-1, Palombina Vecchia-Aurora Jesi 4-0, Rosora Angeli-Ostra Calcio 0-1

CLASSIFICAOstra Calcio 56, Argignano 55, Avis Arcevia 48, Olimpia Ostra Vetere 47, Cupramontana 43, Terre Del Lacrima 42, Corinaldo 41, Monsano 40, Trecastelli 36, Le Torri Castelplanio 32, Palombina Vecchia 30, Serrana 24, Leonessa Montoro 23, Aurora Jesi 17, Rosora Angeli 15, Olimpia Juventu Falconara 14

MARCATORI19 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 15 gol: Orianda (Terre del Lacrima); 14 gol:Ferrante (Terre del Lacrima); 13 gol: Ortolani A. (Cupramontana); 12 gol: Grossi (Trecastelli), Marchetti (Ostra Calcio) Donzelli (Palombina Vecchia); 11 gol: Biagioli (Argignano), e Montecchiarini (Le Torri Castelplanio); 10 gol:G iuliani L. (Corinaldo), Sartini (Argignano) e Rossetti (Avis Arcevia); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Bucci D. (Serrana), Lungarini (Monsano), Garden (Olimpia Juventu Falconara), Mancini (Cupramontana), Galuppa G. (Argignano) e e Kone (Trecastelli); 8 gol: Apolloni (Serrana), Lenci (Corinaldo) e De Vincenzo (Palombina Vecchia).

Girone F

26^ giornata: Treiese 3-2 Sarnano, Palombese-Sefrense 2-1, Abbadiense-Camerino Castelraimondo 1-0, Befortese-MR Pioraco 5-1, Lorese-Pennese 2-1, Pievebovigliana-San Marco Petriolo 0-0, Vis Gualdo-Borgo Mogliano 0-2, Fabiani Matelica-Ripe San Ginesio 1-1

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 64, Belfortese 57, Treiese 56, Ripe San Ginesio 44, MR Pioraco 40, Palombese 39, Pievebovigliana 37, Sefrense 30, San Marco Petriolo 29, Camerino Castelraimondo 27, Vis Gualdo 27, Sarnano 26, Fabiani Matelica 26, Lorese 23, Abbadiense 21, Pennese 21

MARCATORI20 gol: Okere (Borgo Mogliano); 19 gol: Fiecconi (Belfortese); 16 gol: Francucci F. (Treiese); 15 gol: Santoni (Pievebovigliana); 14 gol: Vrioni (Fabiani Matelica); 13 gol: Correnti (Sefrense); 12 gol: Patrassi F. (Treiese) e Albanese (MR Pioraco); 11 gol: Di Francesco Alex (Belfortese); 10 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Pettinari E. (Palombese), Boe (Ripe San Ginesio), Aquino (Lorese) e Ndiour (Sarnano); 9 gol: Susa (Lorese); 8 gol: Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo) e Ajrardinovski (Sarnano).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 25^ giornata dei gironi C e F

Pochi gol nel girone C, con 5 pareggi e 3 successi: 0-0 in Ostra Calcio-Olimpia Ostra Vetere e Aurora Jesi-Argignano, Avis Arcevia fermata sull’1-1 dall’Olimpia Juventu Falconara. Vince il Cupramontana a Montoro, pari per il Monsano contro il Le Torri Castelplanio. Nel girone F, la Treiese torna alla vittoria nell’anticipo di venerdì a Camerino

VALLESINA, 29 marzo 2024 – Tanti pareggi e diverse vittorie di corto muso nella 25^ giornata di Seconda Categoria. Nel girone C, in particolare, il segno X è rimasto su ben 5 partite su 8. Tutto invariato in vetta: l’Ostra Calcio pareggia con l’Olimpia Ostra Vetere e l’Argignano non ne approfitta, fermato sullo 0-0 da un’ottima Aurora Jesi al San Sebastiano. Così come l’Avis Arcevia terza si mangia le mani per non aver difeso l’1-0 contro il fanalino di coda Olimpia Juventu Falconara, subendo l’1-1 a 6 minuti dalla fine.

Continua a volare, invece, il Cupramontana: lo 0-1 a Montoro contro la Leonessa proietta i rossoblù al quinto posto con la sesta vittoria di fila, a -12 dalla seconda posizione a 5 giornate dalla fine. I cuprensi superano il Monsano (1-1 a Castelplanio), a sua volta agganciato dal Terre del Lacrima, tornato al successo contro il Rosora Angeli con un Orianda in formato maxi. Non ci sono reti, invece, nel derby tra Corinaldo e Trecastelli.

Il Palombina Vecchia, invece, batte in extremis la Serrana e mette nei guai la squadra di Azzeri, ora a +6 dai play-out con un calendario proibitivo nelle prossime 5 giornate. Nel girone F torna alla vittoria la Treiese in trasferta e si riporta a -8 dalla prima posizione. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo nelle partite di sabato 23 marzo.

Girone C – Aurora Jesi-Argignano 0-0

L’Aurora Jesi strappa un prezioso punto all’Argignano. Gli jesini di Campanelli, infatti, fermano sullo 0-0 i fabrianesi di Mannelli salendo a 17 punti, a -3 dalla Leonessa Montoro e a +2 dal Rosora Angeli.L’Argignano resta così al secondo posto con 52 punti, sempre a -1 dalla capolista Ostra Calcio.

Il commento dell’Aurora Jesi

Notevole prestazione dell’Aurora – commenta la società di casa – che ferma sullo 0-0 l’Argignano, sceso al San Sebastiano con l’intenzione di conquistare la vetta della classifica. Ambizione di primato rinviata per gli uomini di Mannelli che si scontrano contro una squadra arancioblu scesa in campo grintosa e motivata, pur se decimata dalle decisioni giudice sportivo.

L’Aurora parte al solito forte e nel primo tempo la differenza di classifica non si nota. Anzi sono proprio gli aurorini a recriminare a causa della traversa colpita da Luca Cerioni. Nella ripresa l’Argignano alza la pressione, motivato anche dal risultato della capolista Ostra che non riesce a sbloccare il big match di giornata contro l’Ostra Vetere: la compagine fabrianese con una vittoria salirebbe al comando.

Con l’Argignano in avanti l’Aurora rischia un po’ di più e l’occasione più importante per gli ospiti capita sui piedi di Perlini. Henry Orlandoni è però superlativo nel mettere una pezza negando il vantaggio ospite e regalando all’Aurora un prezioso punto, quanto mai meritato.

Il pari consente all’Aurora di arrivare alla pausa Pasquale a -3 dalla posizione utile per la salvezza diretta, oggi occupata dalla Leonessa Montoro con cui l’Aurora è in vantaggio negli scontri diretti. Per riuscire nella rimonta gli arancioblu dovranno affrontare al massimo, come sabato, le ultime 5 partite, a partire dalla prossima trasferta contro il Palombina Vecchia”.

Il commento dell’Argignano

Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile – spiega mister Jacopo Mannelli dell’Argignano – contro una squadra a caccia della salvezza. La sfida, già problematica, è stata ancor più difficile dalle condizioni del campo e dal forte vento. Abbiamo avuto qualche occasione per sbloccarla ma alla fine ci prendiamo un punto: va bene così”.

Corinaldo-Trecastelli 0-0

Finisce con il risultato a occhiali anche il derby tra Corinaldo e Trecastelli. Lo 0-0 lascia invariata la classifica degli ospiti, sempre noni a 36 punti, mentre i corinaldesi di Giuliani scivolano a -4 dai play-off all’ottavo posto. Tra l’altro i biancoazzurri non potevano disporre di Mevale Kone, convocato dalle Marche in Rappresentativa Under 17 per il Torneo delle Regioni: la Lnd Marche avrebbe permesso al Trecastelli di rinviare la gara, ma non si è trovato un accordo con i corinaldesi per giocare in un’altra data.

Il commento del Corinaldo

“La partita – spiega la società di casa – entra subito nel vivo con un’occasione per parte già nei primi minuti. Per i locali Baldassarri dal limite conclude alto dopo una bella sponda di Cicetti. Gli ospiti rispondono con Florio che calcia a lato una lunga rimessa laterale di Francescangeli. Al 22’ una bellissima azione del Corinaldo da destra a sinistra libera Myftiu J., ma il suo tiro finisce debole tra le braccia del portiere.

L’occasione più ghiotta è del Trecastelli con Mandolini che, servito da una svirgolata difensiva, da pochi passi calcia sulla traversa la palla del vantaggio. Poco dopo è Mazzanti per i locali ad andare vicino al gol con una conclusione a giro che esce a lato di poco.

Secondo tempo in sostanziale equilibrio tra le due compagini che provano entrambe a fare bottino pieno. Al 50’ Tisba si libera bene in area e impatta di testa una punizione di Addate, ma non riesce a dare forza e Bruzzesi blocca a terra. Poi ci provano Lenci e Myftiu G. con conclusioni dalla distanza non riuscendo però a tenere la palla bassa che finisce sopra la traversa. A 20’ dal termine Grossi cestina per gli ospiti la palla match, calciando a lato da buonissima posizione.

Il Corinaldo prova il forcing finale e sull’ultima palla della partita sfiora il gol. Cicetti, disturbato da un difensore, non arriva per pochissimo alla deviazione vincente su un cross pennellato di Lenci che finisce tra le braccia del portiere. Purtroppo non è arrivata la giocata vincente, ma oggi la squadra ci ha provato dall’inizio alla fine. Buona prestazione ragazzi!”.

Il pre-gara di Corinaldo-Trecastelli

Il commento del Trecastelli

La partita – ha detto il portiere del Trecastelli, Alessandro Bruzzesiè stata maschia, molto fisica e frammentata. Ci sono stati tanti falli e l’agonismo non è mancato da entrambe le parti del campo. Ai punti credo che avremmo meritato noi di vincere, perché abbiamo preso una traversa e abbiamo avuto un altro paio di occasioni con Grossi. La sorte non ha girato a nostro favore. E se ci fosse stato Kone in campo, non so se la partita sarebbe finità in parità…

Abbiamo portato a casa comunque un altro punto: abbiamo raggiunto l’obiettivo stagionale, la salvezza, ma continuiamo a sperare nei play-off. Anche se non dovessimo disputare gli spareggi, arrivare al quinto posto sarebbe un motivo di orgoglio. Eravamo una squadra nuova a inizio del 2023-2024 e stiamo dando continuità ai risultati”.

Le Torri Castelplanio-Monsano 1-1 – 53’ Sartini A. (M), 88’ Montecchiarini (L)

In zona Cesarini il Le Torri Castelplanio riprende il Monsano (foto di copertina) grazie al made in Cingoli. Mister Fugante, infatti, trova l’1-1 negli ultimi minuti grazie al guizzo del suo concittadino Riccardo Montecchiani, dopo lo 0-1 monsanese a firma di capitan Andrea Sartini. La squadra di Pelonara è ora sesta con 39 punti, a -1 dal Cupramontana quinto. Il Le Torri, invece, resta decimo a 32 ed è a un passo dalla salvezza diretta: basterà totalizzare un punto nelle prossime 5 partite.

Il commento del Monsano

Un punto amaro in quel di Castelplanio – recrimina il Monsano -. Il pareggio arriva a due minuti dallo scadere. Ahhh quel maledetto vento! Uno, due, tre e si parte. Monsano subito aggressivo, sceso in campo con la giusta mentalità. Ci prova Biso con un destro da fuori area, ma la palla finisce tranquilla tra i guantoni di Priori.

Anche Santoni, in giornata, ci prova dalla lunga distanza ma il suo mancino finisce alto. Occasione più ghiotta però la ha bomber Lungarini che, entrato in area, prima ci prova trovando l’opposizione del difensore delle Torri, poi caparbio riacquista il possesso della sfera, se la porta avanti, ma trova ancora l’intervento dell’estremo difensore. Match in equilibrio e primo tempo che finisce senza reti.

Nella ripresa i rossoblù entrano con cattiveria: passano 15 minuti e il Monsano trova il vantaggio. Capitan Sartini riceve un pallone a centrocampo, avanza e lascia partire il destro. Priori non brillante e sfera che si deposita in rete. 1 a 0 per i ragazzi di mister Pelonara e primo gol stagionale per Sartini. Perez si supera murando un tiro da dentro l’area della squadra locale.

Il Monsano mette su il fortino in difesa. Le Torri premono sull’acceleratore e a due minuti dallo scadere ricevono anche l’aiuto del vento. Al limite dell’area rossoblu un batti e ribatti favorisce Montecchiarini che tocca la palla di testa. La sfera si impenna e prende velocità col vento superando un’incolpevole Perez.

Prima dello scadere, Monsano ha la possibilità di riportarsi davanti, ma Cucchi da calcio d’angolo colpisce male e la palla finisce di poco a lato. Triplice fischio e un punto a testa. Risultato amaro che ci fa scivolare nuovamente al sesto posto, ma ancora in piena corsa di playoff. Il vento primaverile gioca brutti scherzi, ma ora riposo pasquale e si riparte sabato 6 aprile. Al comunale arriva la Serrana”.

Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanio

Il commento del Le Torri Castelplanio

Sabato – spiega, invece, Riccardo Montecchiarini del Le Torri – abbiamo affrontato un Monsano in zona play-off, venuto da noi a Castelplanio per fare punti. Un primo tempo alla pari, forse qualche occasione in più per loro, complice anche un po’ il vento.

Il secondo tempo siamo ripartiti meglio rispetto al primo, consapevoli delle nostre potenzialità e anche con il vento a favore. Purtroppo al 60’ abbiamo subito gol, ma diversamente da altre partite non ci siamo abbattuti e abbiamo continuato a giocare. Così al 88’ abbiamo pareggiato i conti. Risultato giusto, ma resta un po’ di rammarico per alcune occasioni sprecate”.

Leonessa Montoro-Cupramontana 0-1 – 28’ Rossini

Al Cupramontana basta Rossini per continuare la striscia positiva e sognare i play-off. La squadra cuprense, infatti, ha vinto 0-1 con un gol al 28’ del primo tempo in casa della Leonessa Montoro. La cura Ballini sta funzionando alla grande: anche a Cingoli, nel gennaio 2018, prese la San Francesco (ora Cingolana SF) dai bassifondi della Seconda per riportarla in Prima Categoria nel giro di tre stagioni.

In questo caso, i tempi sono notevolmente anticipati, dato che i rossoblù sono già al quinto posto, a -12 dall’Argignano: per giocare i play-off occorre recuperare 3 punti ai fabrianesi, cosa non impossibile a 5 giornate dalla fine e con questo ritmo (il Cupramontana è alla sesta vittoria di fila). Per la Leonessa Montoro di mister Fabrizi, invece, si tratta della quarta sconfitta consecutiva e ora l’Aurora Jesi è distante solo 3 punti: si preannuncia una lotta play-out scoppiettante.

La girata di testa di Tommaso Rossini che è valsa la vittoria del Cupramontana a Montoro

Il commento della Leonessa Montoro

“Quella di sabato – spiega Filippo Rossi, capitano della Leonessa Montoro – è stata una bellissima partita, equilibrata. Il Cupramontana ha segnato un gran gol al culmine di una buonissima azione. Nella ripresa abbiamo creato più occasioni noi, mentre i nostri avversari cercavano di colpirci in contropiede. Purtroppo non siamo riusciti a pareggiare: sarebbe stato il risultato più giusto. Faccio i complimenti ai rossoblù: vincono da sei partite di fila e stanno bene, sono in forma e hanno i giocatori per giocarsi gli eventuali play-off. Parlando di noi, abbiamo queste 5 partite fondamentali per il proseguo della stagione: sono 5 finali e non possiamo più sbagliare”. 

Il commento del Cupramontana

Non si arresta la marcia positiva dei ragazzi di Mister Ballini – commenta, invece, la società cuprense – che conquistano in un difficile campo la sesta vittoria consecutiva su altrettante partite. Nonostante le molte assenze, il nostro allenatore mette in campo una buona squadra, sempre all’altezza della situazione che batte agevolmente la Leonessa Montoro, senza mai rischiare più di tanto. Grandi ragazzi, ora c’è la sosta pasquale, poi ci aspetta un’altra importante sfida casalinga contro l’Olimpia Ostra Vetere dell’ex Simone Cavaliere”.

Olimpia Juventu Falconara-Avis Arcevia 1-1 – 70’ Cossa (A), 84’ Garden (J)

L’Avis Arcevia viene ripresa a 6 minuti dalla fine e deve accontentarsi di difendere il terzo posto solitario. La squadra di mister Sentinelli, infatti, ha pareggiato 1-1 in casa dell’Olimpia Juventu Falconara. Al gol al 70’ dell’evergreen Cossa ha risposto il solito Garden all’84° al nono gol stagionale. Per gli arceviesi, dunque, è momentaneamente sfumata la possibilità di riportarsi a -3 dalla vetta e a +3 dall’Ostra Vetere.I falconaresi, invece, restano ultimi ma accorciano a -1 dal Rosora Angeli: in caso di arrivo finale a pari punti, uno spareggio decreterebbe la squadra retrocessa in Terza Categoria.

Il gol di Alessandro Cosa durante Olimpia Falconara-Avis Arcevia

Il commento dell’Avis Arcevia

“Non è stata una delle nostre migliori prestazioni – spiega mister Raniero Sentinelli dell’Avis Arcevia – ma siamo stati bravi a sbloccare la partita. Per via un’amnesia difensiva ci hanno pareggiato. Abbiamo perso una buona occasione per accorciare sulla vetta della classifica, visti gli altri risultati, però ci può stare”.

Ostra Calcio-Olimpia Ostra Vetere 0-0

Il super-derby tra Ostra Calcio e Olimpia Ostra Vetere finisce 0-0. Il pari accontenta più la squadra di De Filippi che quella di Curzi: la capolista mantiene sia il +1 dall’Argignano che il +6 dai rossoblù. A 5 giornate dalla fine, però, tutto può ancora succedere e si prospetta una lotta a 4 senza esclusione di colpi per la conquista della promozione in Prima Categoria.

Il commento dell’Ostra Calcio

Davanti ad una meravigliosa cornice di pubblico – commenta l’Ostra Calcio – e con l’ingresso in campo delle squadre accompagnate dai bambini del settore giovanile, termina con un pareggio a reti inviolate il derby tra Ostra e Ostra Vetere.

Nella prima frazione di gioco sono i padroni di casa ad avere la superiorità nel possesso, senza però rendersi troppo pericolosi dalle parti del portiere ospite Putignano. L’Ostra Vetere dal canto suo, cerca la rete su calcio piazzato in un paio di occasioni con lo specialista Cavaliere ma in entrambe le circostanze la palla s’infrange sulla barriera. Al 10′ minuto della ripresa l’episodio che potrebbe cambiare la partita, Marzano entra in ritardo su un giocatore avversario e per l’arbitro Serenellini della sezione di Ancona non ci sono dubbi, rosso diretto e Ostra in 10 uomini.

Un momento di Ostra Calcio-Olimpia Ostra Vetere

Nonostante nei minuti successivi l’Ostra Vetere aumenti la pressione grazie alla superiorità numerica, i ragazzi di mister De Filippi si difendono in modo organizzato e negli ultimi minuti di gioco hanno addirittura la possibilità di passare in vantaggio prima con Saturni, il cui tiro è respinto da Putignano in uscita e poi con Sabbatini che dal limite calcia a lato di poco.

I contemporanei pareggi esterni delle dirette inseguitrici Argignano e Arcevia, rispettivamente contro Aurora Jesi e Olimpia Falconara, fanno sì che le distanze nella parte alta della classifica rimangano invariate”.

Serrana-Palombina Vecchia 2-3 – 11’ Pandolfi (P), 19’ Cecati (S), 55’ e 90’ De Vincenzo (P), 86’ Lucernoni (S)

Il Palombina Vecchia ipoteca la salvezza a Serra San Quirico. I falconaresi, infatti, hanno avuto la meglio per 2-3 contro la Serrana grazie ai un gol allo scadere. I ragazzi di Azzeri subiscono l’ennesima beffa stagionale.

Il falconarese Pandolfi apre le marcature all’11°, tuttavia Cecati pareggia otto minuti dopo e il primo tempo si chiude sull’1-1. Nella ripresa De Vincenzo segna l’1-2 al 55’, poi, a quattro minuti dalla fine, Lucernoni firma il nuovo pari sul 2-2. Ci pensa ancora De Vincenzo, però, a segnare il definitivo 2-3 proprio allo scadere.

Se al Palombina Vecchia, undicesimo a 27 punti, basterebbero 6 punti per raggiungere la permanenza aritmetica in Seconda, per i serrani la situazione è più complicata. Il vantaggio sull’Aurora Jesi terz’ultima, infatti, ora è di soli 6 punti e nelle prossime partite i rossoverdi affrontano Monsano, Cupramontana, Argignano e Avis Arcevia. In mezzo c’è il derby contro il Rosora Angeli (sabato 20 aprile) che a questo punto potrebbe essere decisivo per le speranze salvezza di entrambe a tre giornate dalla fine.

Terre del Lacrima-Rosora Angeli 2-0 – 43’ e 64’ Orianda

Torna alla vittoria il Terre del Lacrima. Un super Orianda con una doppietta trascina i belvederesi nel 2-0 al Rosora Angeli penultimo, riportando la formazione di Mattia Bocchini a -1 dal quinto posto, a pari merito con il Monsano. I rosorani-angelani, invece, restano penultimi, ma vedono avvicinarsi a -1 l’Olimpia Juventu Falconara e allontanarsi a +2 l’Aurora Jesi.

Il commento del Terre del Lacrima

“Prima ‘finale’ per le Terre, chiamate a essere perfette da qui a fine stagione per centrare la rimonta playoff. Vittoria doveva essere e vittoria è stata, 2-0 su un Rosora Angeli venuto a Belvedere Ostrense a caccia di punti salvezza.

Primo tempo di studio, gli ospiti si affidano alle ripartenze e ai calci piazzati mentre le Terre si affidano ai tentativi, senza successo, di Togni e Marchegiani. La svolta avviene nel finale della prima frazione di gara quando Morsucci viene ingenuamente steso in area di rigore; dal dischetto Orianda sigla il gol del vantaggio nonostante l’intuizione di Pettinelli.

La ripresa si apre con lo stesso copione del primo tempo. Importante il contributo di Italia, al rientro in campo dopo uno stop di 2 mesi. Il giovane attaccante con la sua verve impensierisce la retroguardia ospite e al 20’ mette un bel cross su cui Orianda deve solo colpire di testa per firmare il raddoppio. Quattordicesimo gol per Pippo, vicecapocannoniere del torneo.

Finale di amministrazione con Ferrante che cerca ma non trova il gol per festeggiare nel miglior modo possibile il compleanno. Rete che ci auguriamo arriverà in occasione della prossima ‘finale’ sul difficile campo del Trecastelli”.

Orianda ai tempi dell’Aurora Jesi

Il commento del Rosora Angeli

La partita di sabato scorso – spiga il presidente del Rosora Angeli, Massimo Montesi – è stata la fotocopia di molte altre sfide di questa stagione. Sapevamo della forza della squadra avversaria costruita per il salto di categoria, e nonostante tutte le nostre difficolta il primo tempo l’abbiamo giocato alla pari. Poi, come spesso ci accade, al primo errore subiamo la rete. Fino all’episodio del rigore siamo stati squadra e uniti abbiamo lottato su ogni pallone, rischiando il giusto e creando anche un paio di opportunità per fare gol.

Subìto il 2-0, siamo andati giù di testa, cosa che purtroppo ci accade spesso, e al rientro in campo per il secondo tempo abbiamo giocato 20/25 minuti bruttissimi, subendo anche il secondo gol. Dopo la mezz’ora abbiamo provato a riaprire la partita, rischiando in due o tre occasioni di subire il 3-0. Abbiamo molte difficoltà a segnare e questo è un grosso limite per noi. Ancora ci sono le possibilità di riuscire a venire fuori da questa situazione. La società e squadra ci credono: finché l’aritmetica non ci condanna, lotteremo per raggiungere l’obiettivo prefissato ad inizio stagione”.

Girone F – Camerino Castelraimondo 1-4 Treiese – 11’ e 48’ Francucci (T), 12’ Brusciotti (CC), 65’ Patrassi F. (T), 82’ Cincera (T)

Torna alla vittoria la Treiese nel girone F e si prepara ad affrontare lo sprint finale per preparare al meglio i play-off. La squadra di Compagnoni, infatti, ha battuto 1-4 il Camerino Castelraimondo grazie alla doppietta di Francesco Francucci e ai gol di Francesco Patrassi e Alessandro Cincera.

I camerti-castelraimondesi avevano trovato il pari con Brusciotti, ma nella ripresa hanno dovuto alzare bandiera bianca alla formazione di patron Micucci, tornata alla vittoria dopo 5 partite senza 3 punti. La Treiese resta terza con 53 punti, a -1 dalla Belfortese seconda, con la capolista Borgo Mogliano, fermata dalla Lorese penultima, a -8.

Francesco Francucci della Treiese

Il commento della Treiese

“Una vittoria importantissima – commenta Francesco Francucci su un campo dove poche squadre hanno portato via il bottino pieno. Nel primo tempo la sfida è stata equilibrata, squadra il 2C molto organizzata con delle individualità importanti, Micarelli su tutti.

Nel secondo tempo siamo entrati con molta più intensità e qualità, abbiamo preso subito campo e abbiamo indirizzato la partita verso di noi con il gol del 2 a 1 e poco dopo il doppio vantaggio. Poi siamo stati bravi a gestire e a chiuderla definitivamente con il 4 a 1. Per il morale serviva come il pane una vittoria che mancava da 5 partite, situazione a cui quest’anno non eravamo abituati.

Ora sarà fondamentale dare continuità e fare più punti possibili per cercare di piazzarsi nella posizione migliore, per avere dei piccoli vantaggi sui play-off. L’obiettivo iniziale prefissato dalla società è stato raggiunto, ora però non ci poniamo limiti e vogliamo gustarci questo mese e mezzo che manca e dare il massimo per cercare di fare qualcosa che sarebbe straordinario per questa società”.

I pronostici di mister Carletti

Corinaldo-Trecastelli – pronostico X – risultato X

Ostra Calcio-Olimpia Ostra Vetere – pronostico 2 – risultato X

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 26/50

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 53, Argignano 52, Avis Arcevia 48, Olimpia Ostra Vetere 47, Cupramontana 40, Monsano 39, Terre del Lacrima 39, Corinaldo 38, Trecastelli 36, Le Torri Castelplanio 32, Palombina Vecchia 27, Serrana 23, Leonessa Montoro 20, Aurora Jesi 17, Rosora Angeli 15, Olimpia Juventu Falconara 14

MARCATORI18 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 14 gol: Orianda (Terre del Lacrima); 12 gol: Ortolani A. (Cupramontana) e Grossi (Trecastelli); 11 gol: Marchetti (Ostra Calcio), Ferrante (Terre del Lacrima), Biagioli (Argignano), Donzelli (Palombina Vecchia) e Montecchiarini (Le Torri Castelplanio); 10 gol:Giuliani L. (Corinaldo), Sartini (Argignano) e Rossetti (Avis Arcevia); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Bucci D. (Serrana), Lungarini (Monsano) e Garden (Olimpia Juventu Falconara); 8 gol: Mancini (Cupramontana), Apolloni (Serrana), Galuppa G. (Argignano), Lenci (Corinaldo), De Vincenzo (Palombina Vecchia) e Kone (Trecastelli); 7 gol: Brescini (Avis Arcevia), Zupo (Ostra Calcio) e Mariani (Avis Arcevia).

Girone F

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 61, Belfortese 54, Treiese 53, Ripe San Ginesio 43, MR Pioraco 40, Palombese 36, Pievebovigliana 36, Sefrense 30, San Marco Petriolo 28, Camerino Castelraimondo 27, Vis Gualdo 27, Sarnano 26, Fabiani Matelica 25, Pennese 21, Lorese 20, Abbadiense 18

MARCATORI18 gol: Okere (Borgo Mogliano) e Fiecconi (Belfortese)15 gol: Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese)13 gol: Vrioni (Fabiani Matelica); 12 gol: Correnti (Sefrense); 11 gol: Patrassi F. (Treiese) e Albanese (MR Pioraco); 10 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo), Di Francesco Alex (Belfortese) e Pettinari E. (Palombese) e Boe (Ripe San Ginesio); 9 gol: Aquino (Lorese); 8 gol: Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo) e Ndiour (Sarnano); 7 gol: Biordi (Sefrense), Ajradinoski (Palombese), Pettinari M. (Borgo Mogliano) e Millaci (MR Pioraco)

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 24^ giornata dei gironi C e F

Il Cupramontana batte l’Ostra e l’Argignano si riporta a -1, recuperano terreno anche Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere. L’Aurora Jesi pareggia con il Trecastelli e torna 13^ in solitaria, tris del Monsano contro la Leonessa Montoro. Il Le Torri Castelplanio vince il derby contro il Rosora Angeli

VALLESINA, 20 marzo 2024 – Ci aspetta un finale di stagione scoppiettante in Seconda Categoria di calcio. Le gare dello scorso fine settimana, valide per la 24^ giornata, hanno riaperto tutti i giochi per la promozione nel girone C. L’Ostra Calcio, infatti, ha perso in casa del Cupramontana (che probabilmente si è svegliato troppo tardi) e l’Argignano, rimontando dallo 0-2 al 4-2 contro l’Olimpia Juventu Falconara, si è riportato a -1. Occhio, però, anche ad Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere, che risalgono rispettivamente a -5 a -6 dalla vetta.

Al momento, il quinto posto non garantirebbe l’accesso ai play-off, poiché il Monsano e a -13 punti dalla seconda posizione. Si allontananoo dalla Top 5 un Corinaldo in caduta libera, battuto anche dal Palombina Vecchia, e il Terre Del Lacrima, sconfitto dall’Arcevia per 4-3. In coda, l’Aurora Jesi raccoglie un punto in casa del Trecastelli, mentre il Rosora Angeli perde il derby contro il Le Torri Castelplanio. Nel girone F, la Treiese non va oltre lo 0-0 contro il San Marco Petriolo: i rossoblù sono ora a -11 dalla prima posizione e sono scivolati al terzo posto. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Girone C – Monsano 3-0 Leonessa Montoro – 10’ e 65’ Lungarini, 51’ Sardella

Il Monsano rifila tre gol alla Leonessa Montoro e prosegue la corsa contro il tempo per agguantare i play-off. I rossoblù di Pelonara, infatti, hanno vinto 3-0 grazie alla doppietta di Lungarini e al gol di Sardella. La squadra monsanese è quinta in classifica, ma in questo momento sarebbe esclusa dagli spareggi promozione, perché è a -13 dall’Argignano secondo. I filottranesi di Fabrizi, invece, restano al 13° posto, a +4 dai play-out.

Il commento del Monsano

Bisognava dare continuità – spiegano i padroni di casa – e il Monsano ha risposto alla grande. Al comunale i rossoblù calano il tris, seconda vittoria consecutiva, quinto posto e zona playoff. Mentalità e cattiveria giuste. Bravi tutti!

Calcio d’inizio. Passano 10 minuti ed è Lungarini a firmare il vantaggio locale. Il classe 2002 entra in area e fa partire un sinistro preciso e potente. 1 a 0 per il Monsano. Inizia poi la giostra delle occasioni. Prima Santoni che di testa, da una punizione dalla trequarti di Martinelli spedisce alto. Poi Mattioli: dagli sviluppi di un corner, sempre di Martinelli, il capitano stacca più in alto di tutti, la sfera sfiora il pallo e scivola sul fondo.

Un momento di Monsano-Leonessa Montoro

Occasione più ghiotta la ha Sardella. Ennesimo corner al bacio di Martinelli, Sasà anticipa tutti sul primo pallo, incornata e girata da attaccante puro ma la palla colpisce la traversa. Ripresa che parte con gli stessi ritmi e Monsano che raddoppia. Da un contropiede, Lungarini viene pescato lungo, Giachè in uscita non è brillante e lo tocca. Per l’arbitro non ci sono dubbi è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Sardella: botta sotto la traversa e 2 a 0 per il Monsano. Prima rete in maglia rossoblù per lui.

Passano 15 minuti e Lungarini firma la doppietta. Su errore dell’estremo difensore ospite, Lungarini è il più lesto, riconquista la sfera e con la porta semi vuota deposita la palla in rete. Monsano cala il tris. Triplice fischio! Grande vittoria. Gara dominata. Lungarini sale a 9 reti in campionato. La squadra è già in campo per preparare la trasferta di Castelplanio”.

Il commento della Leonessa Montoro

Vittoria meritata del Monsano – spiega mister Francesco “Kekko” Fabrizi del Monsano -: abbiamo preso gol dopo 12 minuti e la partita è finita lì, non siamo riusciti a reagire. Purtroppo non stiamo passando un buon momento. Speriamo di tirarci fuori da questa situazione, sono fiducioso, ma nello stesso tempo consapevole delle difficoltà che abbiamo”.

Argignano 4-2 Olimpia Juventu Falconara – 10’ Borgognoni (O), 12’ Garden (O), 15’ autogol Melchiorre (A), 41’ Biagioli (A), 52’ Galuppa S. (A), 66’ Sartini (A)

L’Argignano va sotto di due gol dopo 12 minuti, rimonta e si riporta a -1 dall’Ostra Calcio. I fabrianesi di Mannelli, hanno vinto 4-2 contro il fanalino di coda Olimpia Juventu Falconara in una partita incredibile, ricca di colpi di scena. Borgognoni al 10’ e Garden al 12’ portano sullo 0-2 gli ospiti, ma l’autogol di Melchiorre tre minuti dopo riapre la sfida.

Prima della fine del primo tempo, Biagioli ristabilisce la parità. Nella ripresa, Stefano Galuppa segna il 3-2 al 52’, quindi Sartini chiude le marcature al 66’ sul definitivo 4-2. A 6 giornate dalla fine, dunque, solo un punto separa Ostra Calcio (52) e Argignano (51). Attenzione anche alle inseguitrici, dato l’Avis Arcevia a 47 e l’Olimpia Ostra Vetere a 46 punti potrebbero inserirsi nella lotta promozione, in caso di passi falsi delle due battistrada.

L’Argignano vincitore della Coppa Marche Seconda Categoria 2022-2023

Il commento dell’Argignano

“È stata una partita dura, difficile, ostica – spiega Stefano Galuppa dell’Argignano – Pronti via e dopo 10 minuti eravamo già sotto di due gol! Nonostante ci fossimo detti di mantenere alta la concentrazione, il Falconara ci ha sorpreso in due situazioni nelle quali potevamo far sicuramente meglio! Molto bravi, prima Borgognoni, poi Garden a punirci e comunque realizzare due bei gol!

Dopo aver preso questi due sonori schiaffi, ci siamo svegliati e abbiamo accorciato le distanze con Gabriele Galuppa su un’azione di calcio d’angolo! Abbiamo continuato a metter pressione fino quando, quasi allo scadere del primo tempo, il nostro evergreen Biagioli non ha trovato un pallonetto che si è infilato all’incrocio dei pali.

Fortunatamente siamo andati all’intervallo sulla parità ed il secondo tempo, sempre su un’azione da calcio d’angolo, ho trovato il 3-2 che ci ha permesso di ribaltare il risultato. A quel punto, non senza soffrire, visto che il Falconara ci ha impensierito ancora, abbiamo gestito la partita e l’abbiamo chiusa al 70esimo quando sul solito rilancio lungo di Latini, il nostro bomber Sartini si è involato verso la porta scartando il portiere e depositando in rete.

Sono stati 3 punti d’oro vista la concomitante sconfitta dell’Ostra ed i punti recuperati su di loro! Ma anche dietro Arcevia e Ostra Vetere non mollano e quindi dobbiamo esser bravi e attenti ogni partita! Sabato ci ha dimostrato che tutte le partite sono da giocare e nessuna squadra ti regala nulla”.

Avis Arcevia 4-3 Terre del Lacrima – 40’ Rossetti (A), 43’ e 50’ su rigore Cossa (A), 47’ Togni (T), 67’ Giuliani (T), 74’ Mariani (A), 88’ Ferrante (T)

Italia-Germania 4-3? No grazie, meglio Avis Arcevia 4-3 Terre del Lacrima. C’è stato il festival del gol, infatti, in terra arceviese tra i biancorossi di Sentinelli e i belvederesi di Bocchini. Ad aprire le marcature, al 40’, c’ha pensato Rossetti, poi il raddoppio è stato firmato dall’evergreen Cossa prima della fine del primo tempo. A inizio ripresa Togni accorcia, ma dall’altra parte ancora Cossa su rigore ristabilisce il 3-1. Dopo il 3-2 di Giuliani al 67’, ci pensa Mariani a ristabilire il 4-2. Ferrante riapre il match a due minuti dalla fine, però la sfida non si schioderà più dal 4-3.

L’Arcevia, con questi 3 punti, ottiene la terza vittoria di fila e il nono risultato utile: sognare non costa nulla, con i play-off ormai ipotecati e il primo posto distante 5 punti. Prosegue, invece, il periodo di appannamento del Terre del Lacrima, alla seconda sconfitta di fila, con una sola vittoria nelle ultime nove. I belvederesi ora sono ottavi a 36 punti, a -2 dalla quinta posizione ma a -15 dall’Argignano, per cui varrebbe lo stesso discorso del Monsano.

Il secondo gol di Rossetti in Avis Arcevia-Terre del Lacrima

Il commento dell’Avis Arcevia

Venivamo da 9 risultati utili consecutivi – spiega Federico Rossetti dell’Avis Arcevia – e dalla vittoria di Corinaldo, che era uno scontro diretto molto importante per noi, visto che nella prima parte di campionato con le squadre di alta classifica non eravamo riusciti ad imporci come volevamo.

Sul piano mentale eravamo ben concentrati e carichi, sapevamo bene che sarebbe stata una partita difficile, complici soprattutto i numerosi infortuni di queste settimane (a Corinaldo eravamo 16, contro il Terre del Lacrima 14). Eravamo chiamati a fare una grande prestazione e così è stato. Nel primo tempo ci siamo portati sul doppio vantaggio, ma nella ripresa è successo di tutto.

Le Terre del Lacrima hanno accorciato le distanze al primo minuto, poco dopo ci siamo riportati sul doppio vantaggio, così via fino al 4-3 finale. È stata una grande soddisfazione vincere anche questo importantissimo scontro diretto. Nonostante tutte le difficoltà, la forza di questa squadra è proprio questa: siamo un gruppo molto unito e nei momenti critici sappiamo soffrire tutti insieme e aiutarci l’un l’altro. Adesso massima concentrazione per quest’ultima parte di campionato, dove ci aspettano 6 partite da giocare al meglio delle nostre possibilità, poi tireremo le somme alla fine. Cedendo il percorso fatto fino adesso, credo che l’Arcevia meriti di togliersi qualche soddisfazione”.

Il commento del Terre del Lacrima

“Le Terre – commenta ironico il club ospite – segnano 3 gol in trasferta ma riescono nell’impresa di tornare a casa senza punti dalla trasferta di Arcevia. Termina infatti per 4-3 in favore dei locali la partita valida per la 24^ giornata di campionato.

Primo tempo equilibrato l’Arcevia però nel finale di frazione accelera e trova il doppio vantaggio alla fine dei conti decisivo per l’esito finale della gara grazie alle reti sottoporta di Rossetti e Cossa.

A inizio ripresa il subentrato Togni accorcia le distanze con un bel tiro al volo al primo pallone toccato; 5 minuti dopo però è ancora Cossa a ristabilire le distanze su rigore. Le Terre non si arrendono, su azione d’angolo Togni tira male al volo ma trova Giuliani sul secondo palo, il nostro difensore non lascia scampo all’estremo locale riaprendo ancora la gara.

L’Arcevia si porta sul 4-2 alla mezz’ora con Mariani che approfitta di un nuovo nostro errore difensivo. Le Terre non sono dome e accorciano ancora al 87’: cross di Togni e Ferrante di testa ridà speranze ai biancorossi. Il forcing finale però non porta al pareggio. Per i playoff la situazione è ora diventata complicatissima, non ci resta che fare del nostro meglio nelle prossime 6 sfide e sperare.

Risparmiamo infine qualsiasi altro commento sulla pochezza dei nostri avversari, capaci di prendere 5 gol in 2 partite da una squadra scarsa, ma che sicuramente non avranno difficoltà, dall’alto della loro forza, a trionfare nei playoff, e sull’arbitro sig. Shala, riuscito a complicarsi una partita non cattiva con delle scelte alquanto singolari, come non concedendo distanze su calci di punizione, scene mai viste sui campi da calcio e su cui il fischietto dorico si è addirittura chiamato ragione dandoci dei maleducati e ignoranti del regolamento. Non perdiamo sicuramente per colpa sua, ma ogni tanto guardarsi allo specchio e fare un bagno di umiltà non farebbe male”.

Cupramontana 2-1 Ostra Calcio – 10’ Landi (O), 80’ Ortolani (C), 94’ Mancini (C)

Il Cupramontana non si ferma più e ferma la capolista Ostra Calcio. I ragazzi di Ballini, infatti, hanno rimontato lo 0-1 iniziale di Landi nel secondo tempo, con i gol di Ortolani all’80° e di Michele Mancini in pieno recupero. I rossoblù, alla quinta vittoria di fila, sono sesti a 37 punti, a -1 dal Monsano quinto. Gli ostrensi di De Filippi, invece, perdono l’imbattibilità dopo 11 partite senza perdere e ora hanno solo un punto di vantaggio sull’Argignano secondo.

Il commento del Cupramontana

Grande vittoria dei nostri ragazzi – esulta il Cupramontana – impegnati in una difficile sfida casalinga contro la capolista Ostra. La formazione ospite trova subito il vantaggio nei primi minuti, ma i nostri ragazzi reagiscono e per tutto il primo tempo creano buone trame di gioco, senza creare grandi occasioni da rete.

Nella ripresa, stesso copione, l’Ostra si limita a contenere, mentre noi cerchiamo il gol del pareggio. Che arriva al 80’ con una bella giocata del solito Ortolani, l’uomo in più di questa squadra. Ma il pareggio non ci accontenta, al 94° Ortolani mette una buona palla a Mancini che con una gran giocata dribbla il suo marcatore ed insacca la rete della vittoria. Non è finita: al 96° colpiamo anche un clamoroso palo. Bravi ragazzi, questo è il Cupra che vogliamo e che non si arrende mai!”.

Simone Cavaliere ai tempi della Biagio Nazzaro

Olimpia Ostra Vetere 4-0 Serrana  – 10’ e 22’ Cavaliere, 24’ Piangerelli, 43’ Paniconi

L’Olimpia Ostra Vetere rifila un poker alla Serrana e comincia a pensare in grande. I rossoblù di Curzi, infatti, hanno vinto 4-0, grazie alla doppietta di Cavaliere e alle reti di Piangerelli e Paniconi, chiudendo la sfida già nei primi 45 minuti.

Gli olimpici, con la quarta vittoria di fila e il settimo risultato utile, blindano i play-off e si portano a -6 dalla capolista Ostra Calcio alla vigilia dello scontro diretto di sabato al Comunale di Pianello. La Serrana, invece, si ferma dopo la vittoria di Montoro, tornando al 12° posto con 23 punti, a +7 dai play-out.

Palombina Vecchia 3-1 Corinaldo – 52’ Giantomasi F. (P), 61’ e 81’ De Vincenzo (F), 85’ Esposto G. (C)

Che fine ha fatto il Corinaldo? La squadra prima in classifica alla 16^ giornata, è ora settima e lontanissima dai play-off. I ragazzi di Giuliani, infatti, hanno perso anche a Falconara contro un Palombina Vecchia ormai salvo e senza particolari obiettivi per 3-1. In 8 giornate, i corinaldesi hanno totalizzato solo 3 punti: una crisi che ha condizionato il loro campionato. Il Palombina Vecchia, invece, torna all’11° posto, ricacciando indietro la Serrana.

Continua il momento no del Corinaldo – spiegano gli ospiti – che torna dalla trasferta di Falconara con 0 punti. Nei primi minuti gli ospiti partono con un buon pressing alto che permette loro di recuperare molti palloni. Campolucci al 9’ ci prova con un tiro a giro che si spegne debole tra le braccia del portiere. Al 17’ Esposto J., alla prima da titolare, arpiona una palla e si invola verso la porta concludendo purtroppo a lato.

Poco dopo Mazzanti con una bella giocata si libera sulla sinistra e crossa, Giuliani si coordina non trovando però l’impatto con la sfera. I locali si rendono pericolosi allo scadere di tempo, quando Giantomasi calcia di prima intensione una corta respinta della difesa e sfiora il palo.

Nella ripresa, nonostante i cambi, il Corinaldo si disunisce. Al 56’ il Palombina va in vantaggio con un colpo di testa di Giantomasi, lasciato clamorosamente solo sugli sviluppi di calcio piazzato. Gli ospiti sbandano e subiscono poco dopo il raddoppio locale con De Vincenzo che parte dalla sinistra, si accentra, e di destro batte Lattanzi. Mister Giuliani inserisce centimetri in avanti per cercare di alzare il baricentro. Prima Tranquilli di testa colpisce la traversa, poi Lorenzo Giuliani in girata spara alto da buonissima posizione. Sembra il preludio al gol corinaldese e invece un altro errore difensivo regala la palla a De Vincenzo che sguscia in mezzo a due e firma il 3-0. Il gol della bandiera arriva solo all’88’ con Esposto che sovrasta tutti e di testa gonfia la rete.Così non ci siamo ragazzi, le parole stanno a zero. È ora di tirare fuori gli attributi!”.

Trecastelli 2-2 Aurora Jesi – 43’ Santoni (A), 69’ e 90’ Grossi (T), 74’ Gasparrini (A)

L’Aurora Jesi strappa un punto al Trecastelli e riconquista il vantaggio di giocare il play-out in casa. Gli aurorini di Campanelli, infatti, hanno pareggiato 2-2 contro i biancoblù, riportandosi a +1 dal Rosora Angeli. Il Trecastelli, invece, resta nono a 35 punti, a -3 dalla quinta posizione.

Il commento del Trecastelli

Purtroppo l’approccio non è stato dei migliori – commenta l’autore della doppietta dei locali, Luca Grossi -, forse abbiamo preso un po’ sotto gamba l’impegno. Probabilmente a causa degli strascichi della partita con l’Argignano, che ha lasciato un po’ di delusione e ci ha portato ad una situazione di classifica a cui è conseguito un calo mentale. Complessivamente, nonostante ci sia ormai poco spazio per eventuali obiettivi di classifica, è un pareggio che ci lascia l’amaro in bocca, specialmente per non aver messo in campo una prestazione in linea con le nostre potenzialità. Adesso testa all’importante derby col Corinaldo, dove dovremo dimostrare chi siamo veramente“.

Il commento dell’Aurora Jesi

Altro prezioso punto per l’Aurora – scrivono gli jesini – che pareggia 2-2 sul difficile e caldo campo del Trecastelli. Una X viziata da un clamoroso errore arbitrale che permette ai locali di segnare il gol del definitivo pareggio fischiando durante lo svolgimento dell’azione sugli sviluppi di una punizione battuta dai locali. Un errore di cui il direttore di gara ha fatto poi ammenda negli spogliatoi a danno però ormai fatto.

È stata comunque un’Aurora ottima e gagliarda quella odierna. Vantaggio nel primo tempo con Luca Santoni che realizza di testa su bel cross di Cerioni. A inizio ripresa pari locale con il talentuoso Kone che si libera di tre uomini in dribbling e serve un pallone da spingere in rete a Grossi.

Nuovo vantaggio arancioblu con Gasparrini che, imbeccato da Trotta, piazza un tiro a giro imparabile per il portiere locale. Poi il patatrac finale con ancora Grossi a segnare il 2-2 finale.

In classifica Aurora ora solitaria al terzultimo posto con un punto di vantaggio sul Rosora Angeli e tre sull’Olimpia Juventu Falconara”.

Simone Fugante (allenatore Le Torri Castelplanio)

Rosora Angeli 0-2 Le Torri Castelplanio – 6’ Mariotti, 32’ Petrini

Il Le Torri Castelplanio si aggiudica il derby dell’Alta Vallesina contro il Rosora Angeli. La squadra di Fugante, infatti, ha vinto 0-2 con i gol di Mariotti e Petrini. I rossoblù restano al decimo posto con 31 punti, mentre i ragazzi del duo Lucarini-Baldarelli scivolano al 15° posto, sempre a +2 dall’Olimpia Juventu Falconara ultima.

Il commento del Rosora Angeli

Le Torri – commenta la società di casa – con il minimo sforzo hanno vinto su due indecisioni difensive. Si è trattato della peggior partita dell’anno, senza un minimo di reazione della nostra squadra. Ringraziamo i tifosi che anche sabato hanno gremito il ‘Comunale’. La Società si scusa con loro per la presentazione non all’altezza di un derby, alla fine Le Torri potevano arrotondare ma per imprecisione e legni colpito il risultato è rimasto questo”.

Il commento del Le Torri Castelplanio

“Sono contento per i ragazzi e soprattutto per la società – spiega mister Simone Fugante del Le Torri Castelplanio -, che ci teneva a vincere il derby. Non è stata una sfida a ritmi alti: siamo stati bravi a sfruttare queste due chances da palla inattiva con Mariotti e Petrini. Quest’ultimo, classe 2005, ha segnato il secondo gol stagionale: è un giocatore interessante. Abbiamo avuto altre situazioni per poter fare altre reti, mentre i nostri avversari hanno avuto un’occasione importante, ma il nostro portiere Ale Priori ha fatto una bella parata.

Sono tre punti importanti per il morale: la classifica parla chiaro e il sogno play-off è ormai sfumato. Cerchiamo di onorare le restanti partite del campionato nel miglior modo possibile. La mia soddisfazione più grande, in questi due anni, è stata quella di aver fatto esordire in prima squadra diversi giovani, nati tra il 2005 e il 2006: alcuni di loro, come Brocanelli, Bruschi e Petrini, sono ormai dei titolari. Era quello che mi era stato chiesto dalla società. Non è obbligatorio far giocare i giovani: vanno messi in campo, facendoli crescere con i giusti tempi. Il giovane, come qualsiasi altro giocatore, deve meritarsi di giocare in prima squadra e di saperci restare.

Sicuramente si poteva fare di più, ma se siamo al decimo posto vuol dire che ci meritiamo questo. Anche i più anziani hanno dato il loro contributo, ma alcuni di loro sono venuti a mancare per infortunio nel corso della stagione. Ci è mancata un po’ di esperienza e un po’ di sana ignoranza, che in questi campionati servono come il pane. Siamo una squadra un po’ troppo buona.

I giovani devono crescere e altri giocatori si stanno giocando la riconferma per la prossima stagione. Io stesso mi metto sotto esame, perché al momento non so quello che farò nel 2024-2025. Ora penso a terminare bene quest’annata, per poi valutare il da farsi con molta calma. Ci sono stati diversi problemi, ma abbiamo sopperito bene: credo che io e il mio vice Valerio Maccioni abbiamo fatto un grandissimo lavoro. Continueremo a dare il massimo fino alla fine della stagione. Sabato prossimo arriva il Monsano, una delle mie bestie nere da una vita. Ce la giocheremo”.

Girone F – Treiese 0-0 San Marco Petriolo

La Treiese non va oltre lo 0-0 contro il San Marco Petriolo e scivola al terzo posto nel girone F di Seconda Categoria. La squadra di Compagnoni, infatti, è uscita dal match del “Capponi” con solo un punto e, per via della contemporanea vittoria della Belfortese, è ora in terza posizione, a -11 dalla capolista Borgo Mogliano Madal.

Nel primo tempo – spiega il portiere rossoblù Lorenzo Tamburrici è mancato solo il gol. Dopo aver trovato la quadra, abbiamo avuto due occasioni nitide per passare in vantaggio. Nella ripresa siamo calati, abbiamo corso un po’ male, ma abbiamo tenuto la partita in mano. Non abbiamo avuto la lucidità di voler far male. Alla fine abbiamo rischiato anche di perdere, ma fortunatamente è andata bene. Ci teniamo stretto questo punto, ma dobbiamo risalire presto la china e ritrovare la vittoria. Se riusciremo a riconquistare i tre punti, sono sicuro che torneremo quelli di inizio stagione. Ci aspetta un gran finale di campionato e siamo tutti molto carichi con il nuovo mister. Non vediamo l’ora di tornare a giocare per riscattarci: siamo pronti”.

I pronostici di mister Carletti

Avis Arcevia-Terre del Lacrima – pronostico X – risultato 1

Cupramontana-Ostra Calcio – pronostico 1 – risultato 1

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 25/48

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA Ostra Calcio 52, Argignano 51, Avis Arcevia 47, Olimpia Ostra Vetere 46, Monsano 38, Cupramontana 37, Corinaldo 37, Terre del Lacrima 36, Trecastelli 35, Le Torri Castelplanio 31, Palombina Vecchia 24, Serrana 23, Leonessa Montoro 20, Aurora Jesi 16, Rosora Angeli 15, Olimpia Juventu Falconara 13

MARCATORI18 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 12 gol: Ortolani (Cupramontana), Orianda (Terre del Lacrima) e Grossi (Trecastelli); 11 gol: Marchetti (Ostra Calcio), Ferrante (Terre del Lacrima), Biagioli (Argignano) e Donzelli (Palombina Vecchia); 10 gol: Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Giuliani L. (Corinaldo), Sartini (Argignano) e Rossetti (Avis Arcevia); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Bucci D. (Serrana) e Lungarini (Monsano); 8 gol: Mancini (Cupramontana), Apolloni (Serrana), Galuppa G. (Argignano), Lenci (Corinaldo) e Garden (Olimpia Juventu Falconara); 7 gol: Brescini (Avis Arcevia), Zupo (Ostra Calcio) e Mariani (Avis Arcevia).

Girone F

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 61,  Belfortese 51, Treiese 50, Ripe San Ginesio 40, MR Pioraco 37, Palombese 33, Pievebovigliana 33, Sefrense 30, San Marco Petriolo 28, Camerino Castelraimondo 27, Vis Gualdo 27, Sarnano 25, Fabiani Matelica 24, Pennese 21, Abbadiense 18, Lorese 17

MARCATORI18 gol: Okere (Borgo Mogliano); 16 gol: Fiecconi (Belfortese); 15 gol: Santoni (Pievebovigliana); 13 gol: Vrioni (Fabiani Matelica) e Francucci (Treiese); 12 gol: Correnti (Sefrense); 10 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Patrassi F. (Treiese); 9 gol: Di Francesco Alex (Belfortese), Pettinari E. (Palombese), Boe (Ripe San Ginesio) e Aquino (Lorese); 8 gol: Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo), Ndiour (Sarnano) e Albanese (MR Pioraco); 7 gol: Biordi (Sefrense) eAjradinoski (Palombese).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Ostra a Coverciano nel ricordo di Andrea Tisba

Il giovane calciatore era scomparso a 25 anni assieme al padre Giuseppe, 65, nell’alluvione del 2022

OSTRA, 16 Marzo 2024 – A Coverciano nel ricordo di un calciatore rimasto nella memoria di tutto un paese, Andrea Tisba.

Lunedì 18 marzo la società sportiva Ostra, la cui prima squadra, neopromossa in Seconda Categoria, è attualmente prima in classifica e sta sognando il ritorno in Prima dopo molti anni di assenza, sarà infatti a Coverciano, in Toscana, sede del Centro Tecnico Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio, con le proprie squadre Allievi e Giovanissimi.

L’iniziativa nel luogo simbolo della Nazionale azzurra, sede dei raduni della nostra rappresentativa maggiore, è stata resa possibile grazie alla collaborazione tra la società e l’Aiac (Associazione Italiana Allenatori Calcio), sia intesa come sezione Marche (col presidente Gianluca Dottori e il consigliere anconetano Simone Cesaretti) che come Aiac Onlus, col presidente Marcello Mancini.

Iniziativa lodevole nata per ricordare Andrea Tisba: il giocatore dell’Ostra scomparve tragicamente assieme al padre Giuseppe il 15 settembre 2022, durante l’alluvione che colpì la vallata del Misa e del Nevola, creando morte e distruzione a Senigallia e nell’interno.

Tisba aveva 25 anni: fu travolto dalle acque assieme al genitore, 65 anni, a Pianello di Ostra, nel tentativo di mettere in salvo l’auto, rimanendo ucciso nel garage di casa da acqua e fango. Andrea era da poco laureato in ingegneria e aveva iniziato a lavorare alla Trillini Engineering di Morro d’Alba ma al lavoro associava da tempo la passione per il calcio e per l’Ostra in particolare. Una passione che era nata fin da giovanissimo prima nelle giovanili dell’Ostra, poi nell’Olimpia Marzocca, quindi anche all’Olimpia Ostra Vetere e di nuovo all’Ostra.

Aveva giocato anche a calcio a 5, segnando molti gol nell’Ostrense. 

Nel giorno del suo funerale commosso era stato il ricordo dei suoi compagni di squadra dell’Ostra Calcio, che nel corso degli anni ne avevano potuto apprezzare “quel sorriso che al solito era in grado di alleggerirci ogni cosa”.

Ad accompagnare le squadre dei giovani calciatori a Coverciano ci saranno sua madre Adriana e alcuni rappresentanti dell’amministrazione comunale.

“Andrea Tisba era una persona splendida, amica di tutti, un ragazzo speciale. Un esempio per i giovani calciatori dell’Ostra”, sottolinea l’Aiac.

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 23^ giornata dei gironi C e F

Continua il duello Ostra Calcio-Argignano. Cinquina dell’Avis Arcevia a Corinaldo, torna a vincere la Serrana. Pari tra Aurora Jesi e Rosora Angeli 

VALLESINA, 13 marzo 2024 – Non ci sono state grandi sorprese nella 23^ giornata di Seconda Categoria che si è giocata sabato scorso, 9 marzo. Nel girone C, in vetta continua il testa-a-testa Ostra Calcio-Argignano, entrambe vincenti in casa. L’Avis Arcevia rifila 5 reti al Corinaldo in trasferta e si conferma al terzo posto, mettendo nei guai proprio i corinaldesi, che adesso non disputerebbero i play-off per via del -11 dalla seconda piazza.

In coda, torna al successo la Serrana dopo quattro mesi, mentre Aurora Jesi-Rosora Angeli finisce in parità, con gli jesini che conquistano il vantaggio dello scontro diretto che le permette di disputare il play-out in casa se le due squadre resteranno a pari merito anche alla fine della regular season. Nel girone F la Treiese non va oltre l’1-1 contro la Sefrense e scivola a -9 dalla capolista Borgo Mogliano. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Girone C – Aurora Jesi 0-0 Rosora Angeli

Non si fanno male Aurora Jesi e Rosora Angeli. Al “San Sebastiano” finisce 0-0 lo scontro play-out, con le due squadre che guadagnano un punto sia sull’ultima posizione, ora a -2, che sulla quart’ultima della Leonessa Montoro, ora distante 5 lunghezze. In caso di arrivo a pari punti tra le due squadre, gli jesini avrebbero il vantaggio del campo amico a causa della vittoria della sfida di andata per 0-1.

I commenti

“Parità per 0-0 tra Aurora e Rosora Angeli – spiega la società di casa – nel delicatissimo scontro diretto odierno. Un risultato che tutto sommato va bene agli arancioblu che portano a casa il vantaggio nello scontro diretto e allungano di un ulteriore punto sull’Olimpia Juventu Falconara.

Primo tempo contratto di entrambe le squadre, vista posta in palio molto alta. Clamorosa la svista del direttore di gara, che non concede un rigore solare anche per la panchina ospite, con Elisei steso in area.

Nella ripresa le cose sembrano mettersi male quando Vignoli in pochi istanti viene ammonito due volte. L’inferiorità numerica però libera dalla paura l’Aurora che spinge e sfiora in due occasioni il gol del vantaggio con Petraccini su cui sono bravi a immolarsi i difensori ospiti. Altra topica arbitrale, giornata davvero sfortunata, su un fuorigioco fischiato a Cammarino. Nel finale in mischia il Rosora colpisce la traversa. Discorso in zona salvezza dunque rimandato alle prossime giornate, Aurora in scena tra 7 giorni sul difficile campo del Trecastelli”.

La partita di sabato – commenta, invece, il portiere del Rosora Angeli Nicolò Pettinelli –  era chiaramente la partita delle partite per tutte e due le squadre, visto che si sono scontrate la 14^ contro la 15^  con l’obbiettivo di avere una migliore posizione nei playout e anche per provare ad accorciare sulle altre squadre davanti, per garantirci la salvezza diretta!

È stata una sfida dove nessuna delle due squadre si è scoperta, l’Aurora ha avuto una grande occasione per portarsi in vantaggio ma abbiamo tenuto il pallino del gioco, ma nel momento di concretizzare non eravamo presenti o abbiamo fatto qualche giocata di troppo. Uno 0 a 0 che ci lascia l’amaro in bocca, perché vogliamo raggiungere la salvezza il prima possibile e ad oggi ci sono tutte le possibilità di farlo visti i tanti punti ancora a disposizione”.

Corinaldo 1-5 Avis Arcevia – 4’ Disabato (A), 44’ Rossetti (A), 50’ Cicetti (C), 59’ Cossa su rigore (A), 71’ Mariani (A), 85’ Pucci (A)

L’Avis Arcevia inaugura il nuovo stadio del Corinaldo rifilandogli una cinquina. I biancorossi, infatti, hanno vinto 1-5, ottenendo l’ottavo risultato utile di fila, nonché la quarta vittoria nelle ultime cinque partite, difendendo in questo modo il terzo posto dall’assalto dell’Olimpia Ostra Vetere. Per i corinaldesi, invece, sembra non finire il tunnel della crisi, con la seconda sconfitta di fila e un successo che manca da 2 mesi. La squadra resta comunque quinta, ma al momento non disputerebbe il play-off, a causa del -11 dall’Argignano secondo.

I commenti del Corinaldo

 “Esordio amaro per il Corinaldo – spiega la società di casa – nel nuovo stadio: cade per 5-1 sotto i colpi dell’Arcevia.Le due squadre partono forte e la prima occasione è di marca locale con Addate che al volo spedisce alto un bel cross di Mazzanti. Al 4’ l’Arcevia è già avanti con Disabato bravo e fortunato a concludere a rete dopo una serie di rimpalli in area corinaldese. Poco dopo Cossa colpisce la traversa da posizione defilata su calcio di punizione.

La palla del pareggio capita sui piedi di Giuliani che rientra bene superando un avversario, ma tira addosso a Berardi da distanza ravvicinata. Alla mezz’ora è Rossetti a tentare il gran tiro dalla trequarti che si stampa sulla traversa, sbatte sulla schiena di Lattanzi, ma non entra. All’ultimo minuto del primo tempo la difesa locale si fa beccare mal posizionata dopo una rimessa laterale e Rossetti lanciato in profondità firma il 2-0.

A inizio ripresa il Corinaldo accorcia le distanze con Cicetti bravo ad aggirare il difensore e, di sinistro, concludere sotto la traversa. Passano solo 7’ e l’Arcevia ritorna avanti di due reti con il penalty di Cossa decretato per l’atterramento di Rossetti in area. I ragazzi di mister Giuliani accusano il colpo e nonostante le forze fresche subentrate dalla panchina non riescono a reagire. Anzi sbandano completamente esubiscono prima il 4-1 di Mariani e poi a 5’ dal termine il 5-1 di Pucci.Partita da dimenticare il prima possibile, non si può mollare e sbragare così. Dispiace tantissimo non essere stati all’altezza del grandissimo pubblico accorso per sostenere la squadra”.

Sabato scorso – ha aggiunto il presidente Tonino Dominicinell’incontro di calcio Corinaldo Calcio-Avis Arcevia, la nostra prima squadra ha disputato una partita a dir poco “opaca”. Sabato si rientrava a giocare in casa, nel nostro rinnovato Stadio del Borgo, di fronte ad un bellissimo e numeroso pubblico, c’erano tutte le premesse per festeggiare l’evento con una vittoria.

Purtroppo non è andata così e vi chiediamo scusa. Nel calcio come nella vita se si cade, l’importante è sapersi rialzare. E a questo proposito, ieri, i nostri ragazzi della squadra juniores, hanno subito riscattato la prestazione della prima squadra disputando un bellissimo incontro con il Real Metauro e vinto la partita!  Se si vince o si perde, non ci mancherà mai la gioia di giocare a calcio per donarvi emozioni. Forza ragazzi, evviva Corinaldo Sportiva”.

Il commento dell’Avis Arcevia

A Corinaldo – spiega l’autore del primo gol Michelangelo Disabatosapevamo che ci attendeva una bella partita, una sorta di rivincita per noi rispetto all’andata: cosi è stato. Siamo partiti subito forte, infatti, riuscendo a trovare dopo pochi minuti lo 0-1, un gol che ci ha fatto prendere ancora più fiducia sul campo.

Dopo numerose altre occasioni Rossetti segna il 0-2. Riusciamo a chiudere il primo tempo in vantaggio di due. Eravamo consapevoli che la partita non era ancora chiusa, nonostante dei primi 45 minuti, e al rientro delle squadre il Corinaldo fa l’1-2. Siamo stati molto bravi a non perdere le misure e dopo pochi minuti segniamo l’1-3 (Cossa).

Da li in poi avevamo la sfida sotto controllo e siamo riusciti a trovare altre due reti con Mariani e successivamente Pucci. Sabato prossimo ci aspetta un altra partita molto importante e difficile contro il Terre del Lacrima ad Arcevia”.

Le Torri Castelplanio 1-2 Olimpia Ostra Vetere – 25’ Cavaliere (O), 51’ Roberto (O), 80’ Montecchiarini (L)

Prosegue il momento positivo dell’Olimpia Ostra Vetere. I ragazzi di Curzi, infatti, hanno battuto 1-2 il Le Torri Castelplanio con i gol di Cavaliere e Roberto: si tratta della terza vittoria di fila e del sesto risultato utile consecutivo, che permette alla squadra di confermarsi al quarto posto, a -1 dall’Avis Arcevia terza. I ragazzi di Fugante, invece, incappano nella seconda sconfitta in due settimane, restando in decima posizione con 28 punti.

Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanio

La partita di sabato – commenta Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanioè stata dura, contro un avversario forte e ben organizzato. Nel primo tempo abbiamo sofferto un po’, ma siamo riusciti a difenderci ben. Poi, abbiamo subito il primo gol da calcio d’angolo, sul cross ci sono stati diversi rimpalli e alla fine la palla è finita in rete.

Il secondo tempo siamo rientrati meglio e siamo stati più pericolosi, purtroppo però abbiamo preso il secondo gol al 10′, ma non ci siamo arresi e abbiamo cercato di giocare come vogliono i nostri mister Fugante e Maccioni. Quasi allo scadere abbiamo accorciato le distanze da calcio piazzato e all’ultimo minuto abbiamo avuto la palla del pareggio ma il portiere avversario ha fatto una bella parata su un tiro forte e ravvicinato.

Resta l’amaro in bocca per il risultato e anche per due penalty non concessi a nostro favore, ma voltiamo pagina ora stiamo pensando solo alla partita di sabato, il derby con il Rosora Angeli”.

Leonessa Montoro 0-1 Serrana – 65’ Bucci su rigore

Dopo 4 mesi torna finalmente al successo la Serrana. Il rigore di Bucci al 65’, infatti, regala alla formazione di Azzeri la quarta vittoria stagionale contro la Leonessa Montoro, che proietta i rossoverdi a+8 dai play-out. I Red Lions di Fabrizi restano al 13° posto con 20 punti, a +5 dalla zona arancio.

Il commento della Leonessa Montoro

Al termine di una partita equilibrata e combattuta – spiega la società di casa – la spunta la Serrana grazie ad un rigore molto contestato realizzato da Bucci al 65′.

Match sempre in bilico con rapidi capovolgimenti di fronte. La prima grande occasione è per il Montoro con Mandolini al 7′ che da posizione ravvicinata manda fuori. Gli ospiti sono pericolosi nelle ripartenze con Cecati e Abbate. Nel finale di primo tempo buono spunto per Balestrieri ma Carotti para con sicurezza.

Davide Bucci

Nel secondo tempo gli ospiti partono con maggiore intensità, al 65′ su un traversone non trattenuto da Giachè, l’attaccante ospite Cecati in mischia finisce a terra e il direttore di gara Bassotti indica il dischetto del rigore tra le proteste biancorosse, sul dischetto va l’esperto Bucci che non sbaglia.

A questo punto la partita diventa a senso unico con i Red Lions che si buttano in avanti alla ricerca del pareggio ma con scarsa lucidità. L’occasione più ghiotta per il pareggio capita sui piedi di Staffolani al 76′ che si libera in area ma il tiro è rimpallato da un difensore ospite. Finale di partita con la Serrana arroccata nella propria trequarti ma nonostante il forcing della Leonessa il risultato non cambia.

Tre punti pesantissimi per la Serrana che vede la salvezza, mentre la Leonessa vede ridursi il margine dai playout a 5 punti, ancora un buon margine ma ci sarà ancora da soffrire e lottare. Nel prepartita fiocco rosa in casa montorese per la nascita della secondogenita del presidente Stefano Angeletti e mamma Martina al quale tutto lo staff fa grandissimi auguri”.

Il commento della Serrana

“Il primo tempo è stato molto brutto – spiega Davide Bucci della Serrana, autore del gol decisivo – con poche occasioni da gol. Sicuramente entrambe le squadre avevano paura di sbilanciarsi e passare in svantaggio, vista l’importanza della partita sia per noi che per i nostri avversari. Nella ripresa siamo scesi meglio in campo e nei primi 20 minuti abbiamo attaccato, creando un paio d’occasioni. Siamo riusciti a conquistare il calcio di rigore e siamo passati in vantaggio. Non ci sono state altre grandi occasioni e la sfida è terminata 0-1. Secondo me questa vittoria è stata fondamentale per il proseguo del campionato, in ottica play-out e salvezza”.

Olimpia Juventu Falconara 2-4 Monsano – 3’ Lungarini (M), 7’, 34’ e 72’ Giorgi (M), 31’ Campanile (O), 77’ Perna (O)

Giorgi show all’Amadio di Falconara. Il Monsano, infatti, ga battuto 2-4 l’Olimpia Juventu Falconara con la tripletta di uno scatenato Luca Giorgi, continuando a credere nei play-off, visto il -2 dal Corinaldo quinto (anche se ora bisogna anche fare i conti con il distacco dal secondo posto). Il fanalino di coda, invece, vede allontanarsi a +2 il duo Aurora Jesi-Rosora Angeli.

Il commento del Monsano

All’Amadio di Falconara – scrivono i rossoblù – il Monsano cala il poker. Finisce 4 a 2 per i rossoblu. In rete Lungarini e tripletta di Giorgi che si porta a casa il pallone. Fischio d’inizio. Tre minuti sul cronometro e Monsano subito in vantaggio. Da una rimessa laterale sulla destra, Bisi si mette in proprio, sguscia via e la mette in mezzo. Un gioco da ragazzi per Lungarini, a due passi e con la porta spalancata, appoggiarla in rete. 1 a 0 per i rossoblù e settimo centro stagionale per bomber Lunga.

Inizia poi il Giorgi Day. Da un calcio battuto da Martinelli la palla è lunga e la difesa falconarese spazza via. All’altezza del centrocampo è Giorgi a riprendere il possesso della sfera che in palleggio se la porta avanti e lascia partire un destro al volo, preciso, che si deposita all’incrocio dei pali. Eurogol e 2 a 0 per il Monsano.

La gara è in discesa già dopo 7 minuti. Rossoblu che calano e Falconara che ne approfitta. Alla mezz’ora Gutierrez scappa via sulla destra, pesca Campanile in mezzo che appoggia la palla in rete per l’1-2.

Passano 3 minuti e Giorgi centra ancora bersaglio. Il gol? Fotocopia di quello di prima. Destro da fuori aerea che coglie il portiere impreparato e sfera che finisce all’incrocio dei pali. Altro eurogol e 3 a 1 per il Monsano. Fine primo tempo.

Gioco spezzettato dai falli. Passano 27 minuti e Giorgi cala la tripletta: ripartenza rossoblù dalla sinistra, Giorgi prende la palla, entra in area e il suo tiro è deviato. Deviazione fatale per il portiere falconarese e quarto gol della gara per gli ospiti.

Gara in pieno controllo dai ragazzi di mister Pelonara. Ma si abbassa ancora la guardia e il Falconara accorcia le distanze con Perna. 2-4. Perez miracoloso a fine gara negando un altro gol ai padroni di casa. Triplice fischio. 3 punti. Ottima reazione da squadra dopo la sconfitta di due settimane fa nel derby. La zona playoff è a -2. La squadra è in campo per preparare il match di sabato. Al comunale arriva il Montoro. Unica ricetta: altri 3 punti”.

Ostra Calcio 2-0 Palombina Vecchia – 11’ Conti, 75’ Sabbatini

L’Ostra Calcio prosegue la sua scalata verso la Prima Categoria. La squadra di De Filippi batte anche il Palombina Vecchia per 2-0 con i gol di Conti e Sabbatini, centrando la decima vittoria nelle 11 ultime partite e mantenendo il +4 dall’Argignano secondo. I falconaresi, invece, scivolano in 12^ posizione con 21 punti, incappando nella terza sconfitta di fila, con un successo che manca dal 9 dicembre, quando ci fu l’impresa casalinga contro l’Olimpia Ostra Vetere.

Terre del Lacrima 1-2 Cupramontana – 31’ Ortolani (C), 65’ Rossini (C), 76’ Orianda su rigore (T)

Non si vuole più fermare il Cupramontana. La squadra di Ballini, infatti, ha battuto 1-2 il Terre del Lacrima a Belvedere Ostrense, ottenendo la quarta vittoria di fila, seconda consecutiva in trasferta. I punti di distacco dal quinto posto sono ora 3. I padroni di casa, invece, perdono dopo 4 risultati utili, restando sesti con 36 punti, a -1 dal Corinaldo.

Il commento del Terre del Lacrima

Brutto k.o. per le Terre del Lacrima – scrivono da Belvedere -, col Cupramontana che si impone al Piccioni per 2-1.T erre che non sono riuscite a ripetere la bella prestazione di Monsano e che hanno sofferto il confronto contro i rossoblu che si presentavano all’incontro reduci da tre vittorie consecutive e nel miglior momento stagionale. Vantaggio ospite alla mezz’ora del primo tempo grazie ad Ortolani che di testa disegnava una traiettoria imparabile per Fortuna.

A inizio ripresa ci si aspetta la reazione delle Terre ma è ancora il Cupramontana a fare male: Rossini si invola verso la nostra porta e il subentrato Pieroni è costretto a spendere un fallo da ultimo uomo che gli costa il cartellino rosso. Il Cupra controlla ma è una ingenuità delle Terre, che permettono di far battere una punizione nella propria metà campo in modo rapido, a compromettere definitivamente il match con Rossini che segna il gol del raddoppio.

Il Cupra amministra il gioco ma cala progressivamente e le Terre prendono coraggio. Un tocco di mano in area consente ad Orianda di andare dal dischetto e realizzare l’1-2 che riapre la gara.

Pur in inferiorità numerica ora le Terre lanciano l’assedio all’area ospite e proprio all’ultimo minuto arriva la grande chances per il pari, ma il tiro di Merico trova l’opposizione di un difensore sulla linea di porta a Costarelli battuto. Necessario subito dimenticare questa partita, sabato prossimo difficilissima trasferta sul campo di un’altra squadra in gran forma, l’Arcevia”.

Il commento del Cupramontana

“Sapevamo di affrontare una buona squadra – spiega, invece, Daniele Verdenelli del Cupramontana – che non a caso lotta per un piazzamento per i play-off. Ne è venuta fuori una bella partita. Nel primo tempo siamo riusciti ad andare in vantaggio con Ortolani e abbiamo controllato bene il risultato, rischiando praticamente poco e sfiorando il raddoppio in più di un’occasione.

La ripresa è iniziata sulla falsariga dei primi 45’: siamo stati anche fortunati perché un avversario è stato espulso e siamo andati in superiorità numerica. Questo ci ha consentito di gestire meglio il match. Siamo riusciti a raddoppiare su una punizione veloce da centrocampo, prendendo alla sprovvista il Le Terre.

I locali, però, sono riusciti ad accorciare le distanze grazie a un calcio di rigore e verso la fine della partita ci hanno tenuto nella nostra metà campo con lanci lunghi. E’ stato un bel forcing, ma fortunatamente è andato a vuoto e, grazie anche a un salvataggio sulla linea di un nostro difensore sul finale, siamo riusciti a difendere la vittoria.

Ora attendiamo in casa l’Ostra Calcio capolista: sarà un bell’esame per capire di che pasta siamo fatti. Dobbiamo dare continuità a questi risultati che abbiamo ottenuto in quest’ultimo mese, per sperare e lottare per un posto nei play-off. Finchè la matematica non ci dà per vinti, noi ci proveremo”.   

Trecastelli 0-2 Argignano – 7’ Biagioli, 30’ Mecella Ju.

Non molla la presa l’Argignano e continua l’inseguimento all’Ostra Calcio. La squadra di Manelli, infatti, batte 0-2 il Trecastelli con i gol di Biagioli e Juri Mecella nel primo tempo, ottenendo la seconda vittoria consecutiva e l’ottavo risultato utile dopo la sconfitta nello scontro diretto. Restano 4 i punti di distacco dalla vetta. I biancoblù di casa, invece, vengono agganciati all’ottavo posto dal Cupramontana, ma restano a 3 punti dalla quinta posizione.

Il commento del Trecastelli

“Nonostante il risultato – spiega il mister del Trecastelli, Rodolfo Galotta – abbiamo giocato una buona partita. Abbiamo preso due gol evitabili, poi abbiamo sbagliato un calcio di rigore. Non siamo riusciti a finalizzare 5-6 occasioni da rete. I ragazzi, comunque, hanno offerto un’ottima prestazione.

In questo momento siamo fuori dai giochi per i play-off: non dipenderà più da noi, ma se finché la matematica non ci condanna proveremo a sfruttare le cadute di chi perderà punti. Ce la stiamo mettendo tutta. L’Argignano è un’ottima squadra, quadrata ed esperta: continuerà a lottare per qualcosa di importante. Il loro portiere, Andrea Latini, è stato il migliore in campo”.

Il commento dell’Argignano

Si è trattato di una partita molto difficile – risponde Jacopo Mecella dell’Argignano – contro un avversario in salute. Siamo riusciti a sbloccarla subito con un gol dal limite di Biagioli e a raddoppiare alla mezz’ora con Juri Mecella sugli sviluppi di rimessa laterale. Il Trecastelli è rimasto comunque in partita guadagnandosi un giusto calcio di rigore a fine primo tempo, ben parato da Latini. Abbiamo conquistato tre punti molto importanti.”

Girone F – Sefrense 1-1 Treiese – 32’ Biordi (S), 55’ Paciaroni (T)

La Treiese crea tanto, ma non riesce a tornare alla vittoria. La trasferta sul campo della Sefrense, nel giorno del debutto del nuovo mister Stefano Compagnoni, è terminata 1-1: a Biordi nel primo tempo (nell’unico tiro in porta dei locali) ha risposto Paciaroni a inizio ripresa, in una sfida condizionata dal manto erboso reso quasi impraticabile dalla pioggia. I rossoblù restano al secondo posto, ma scivolano a -9 dal Borgo Mogliano Madal, che ha battuto con un netto 3-0 la Belfortese terza, ipotecando la promozione in Prima Categoria a 7 giornate dalla fine.

Domenica scorsa – spiega l’autore del gol treiese Niccolò Paciaroniabbiamo giocato una buona partita, con prestazioni in linea con il resto del campionato. Purtroppo in questo ultimo periodo gli episodi non sono a nostro favore. Dobbiamo continuare con lo stesso impegnoe con la stessa convinzione per riottenere al più presto la vittoria”.

I pronostici di mister Carletti

Aurora Jesi-Rosora Angeli – pronostico 1 – risultato X

Corinaldo-Avis Arcevia – pronostico X – risultato 2

Totale di giornata: 0/2 – Totale complessivo: 24/46

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICAOstra Calcio 52, Argignano 48, Avis Arcevia 44, Olimpia Ostra Vetere 43, Corinaldo 37, Terre del Lacrima 36, Monsano 35, Ciupramontana 34, Trecastelli 34, Serrana 23, Palombina Vecchia 21, Leonessa Montoro 20, Aurora Jesi 15, Rosora Angeli 15, Olimpia Juventu Falconara 13

MARCATORI 16 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere)12 gol: Orianda (Terre del Lacrima); 11 gol: Marchetti (Ostra Calcio), Donzelli (Palombina Vecchia) e Ortolani (Cupramontana); 10 gol: Giuliani (Corinaldo), Ferrante (Terre del Lacrima), Grossi (Trecastelli), Montecchiarini (Le Torri Castelplanio) e Biagioli (Argignano); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Sartini (Argignano) e Bucci (Serrana) e Rossetti (Avis Arcevia); 8 gol: Apolloni (Serrana), Galuppa G. (Argignano), Lenci (Corinaldo), e Kone (Trecastelli); 7 gol: Brescini (Avis Arcevia), Mancini (Cupramontana), Zupo (Ostra Calcio), Garden (Olimpia Juventu Falconara) e Lungarini (Monsano); 6 gol: Olivi (Ostra Calcio), Mariani (Avis Arcevia), Disabato (Ostra Calcio) e Giorgi (Monsano)

Girone F

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 55, Treiese 48, Belfortese 48, Ripe San Ginesio 34, Pievebovigliana 33, MR Pioraco 33, Sefrense 29, Palombese 27, San Marco Petriolo 27, Camerino Castelraimondo 26, Vis Gualdo 24, Fabiani Matelica 24, Sarnano 22, Pennese 18, Abbadiense 15, Lorese 14

MARCATORI18 golOkere (Borgo Mogliano); 15 gol: Fiecconi (Belfortese); 14 gol: Santoni (Pievebovigliana); 13 gol: Vrioni (Fabiani Matelica) e Francucci (Treiese); 12 gol: Correnti (Sefrense); 10 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Patrassi F. (Treiese); 9 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Aquino (Lorese) e Di Francesco Alex (Belfortese); 8 gol: Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo) e Pettinari E. (Palombese); 7 gol:  Albanese (MR Pioraco), Pettinari M. (Borgo Mogliano), Biordi (Sefrense), Ndiour (Sarnano) e Ajradinoski (Palomebse); 6 gol: Millaci (MR Pioraco) e Di Gioia (Palombese).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio Giovanile / Gli Allievi e i Giovanissimi dell’Ostra Calcio visiteranno Coverciano in ricordo di Andrea Tisba

I giovani calciatori della società gialloblù saranno al Centro Tecnico Federale insieme alla mamma del giocatore scomparso nell’alluvione del 15 settembre 2022 a Pianello di Ostra. Il decisivo contributo dell’Aiac 

OSTRA, 13 marzo 2024 – Lunedì 18 marzo la società sportiva Ostra Calcio, grazie ad Aiac Onlus nella persona del presidente Marcello Mancini, ad Aiac Marche nella persona del presidente Gianluca Dottori e l consigliere provinciale di Ancona Simone Cesaretti saranno ospiti al Centro Tecnico Federale di Coverciano con le categorie Allievi e Giovanissimi.

La lodevole iniziativa è nata per poter ricordare Andrea Tisba, giocatore dell’Ostra Calcio tragicamente scomparso il 15 settembre 2022 all’età di 25 anni con il suo papà Giuseppe a seguito dell’alluvione avvenuta a Pianello di Ostra. Ad accompagnare le squadre dei giovani calciatori ci saranno la mamma di Andrea, Adriana, e alcuni rappresentanti dell’Amministrazione Comunale. Andrea era una persona splendida, speciale, amico di tutti ed esempio per questi giovani ragazzi.

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 22^ giornata dei gironi C e F

In vetta continua il testa a testa Ostra-Argignano, ma occhio ad Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere. Torna in lotta per i play-off il Cupramontana

VALLESINA, 7 marzo 2024 – Non ci sono state grosse soprese nella 22^ giornata di Seconda Categoria. Le classifiche ormai si stanno delineando e sembrano chiare quali sono le squadre protagoniste delle diverse lotte, promozione, play-off, play-out e retrocessione.

Nel girone C, Ostra Calcio e Argignano stanno dando vita ad un avvincente duello per la testa della classifica, ma un passo falso di entrambe potrebbe far riavvicinare le inseguitrici Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere, le quali sembrano aver trovato il ritmo giusto per puntare al bottino grosso.

Per il quinto posto, ultimo dei play-off (a patto che non si superino i 10 punti di distacco dalla seconda piazza), la lotta sembra allargata a 6 squadre, ovvero Corinaldo, Terre del Lacrima, Trecastelli, Monsano e Cupramontana, racchiuse in 6 punti. A centro classifica il Le Torri Castelplanio sembra essere tranquillo, con vantaggio di +14 dai play-out. Devono guardarsi le spalle, invece, Palombina Vecchia, Serrana e Leonessa Montoro: il +6 dal 14° posto, con 24 punti in palio, non consente a nessuna delle tre squadre di dormire sogni tranquilli.

Per la retrocessione, inoltre, è lotta a tre tra Rosora Angeli, Aurora Jesi e Olimpia Juventu Falconara: rosorani e jesini hanno 14 punti e attualmente si sfiderebbero ai play-out, inseguiti a 13 dai falconaresi. Si potrebbe profilare, dunque, anche lo scenario dell’arrivo a tre a pari merito.

Nel girone F, infine, la Treiese perde in casa lo scontro diretto contro il Borgo Mogliano ed ora è a -7 dalla vetta, raggiunta addirittura dalla Belfortese. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo nello scorso fine settimana.

Girone C – Argignano 1-0 Corinaldo – 89’ Biagioli su rigore

L’Argignano resta a 4 punti dalla vetta con un altro gol in extremis. La squadra di Mannelli, infatti, ha battuto 1-0 il Corinaldo grazie al gol di Biagioli all’89°. Se i fabrianesi restano saldamente secondi, i corinaldesi di Giuliani scivolano al quinto posto con 37 punti, con solo una lunghezza di vantaggio sul Terre del Lacrima sesto.

Gianluca Biagioli

Il commento dell’Argignano

“Dopo il pareggio della scorsa settimana contro l’Arcevia – spiega l’autore del gol locale Gianluca Biagioli, eravamo chiamati ad affrontare un’altra pretendente per un posto play-off, quindi puntavamo ad un unico risultato.

Sapevano che andavamo a sfidare una squadra tosta e forte fisicamente, quindi è stato un primo tempo abbastanza equilibrato e di studio, visto la posta in paio. Da segnalare due grosse occasioni a tu per tu con il portiere dove non siamo stati bravi ad approfittarne, il Corinaldo risponde con un gran tiro da fuori area, bravo Latini a neutralizzare.

Nella ripresa sapevamo che, se riuscivamo a mantenere il risultato sullo 0-0, qualcosa loro nella parte finale avrebbero concesso. Infatti, nel forcing finale, siamo riusciti a portare a casa il bottino pieno. Ora testa alla prossima partita contro il Trecastelli, squadra in salute che ultimamente è risalita nella parte alta della classifica”.

Il commento del Corinaldo

Quinta sconfitta stagionale per il Corinaldo – spiegano gli ospiti – che subisce, ancora sul finale di gara, la rete di Biagioli su penalty molto contestato. Primo tempo equilibrato dove i ragazzi di Giuliani, dopo una sbandata iniziale, prendono le misure al roccioso Argignano. Sartini, sfruttando la sua velocità, sorprende per ben due volte la difesa corinaldese, ma prima conclude a lato con un diagonale mancino e poi sbatte sui pugni di Lattanzi.

Gli ospiti rispondono con una bellissima conclusione dalla distanza di Baldassarri che Latini smanaccia sopra la traversa. Si chiude in parità la prima frazione di gioco molto fisica, dove le due compagini si affrontano a viso aperto.

Nella ripresa il Corinaldo rientra meglio e sfiora subito il vantaggio con Giuliani che anticipa il suo diretto avversario, ma la sua conclusione si stampa sulla traversa. Gli ospiti perdono distanze e lucidità, e l’Argignano ne approfitta. Tarsi con un disimpegno errato serve Biagioli che da buona posizione colpisce la parte alta della traversa. I locali spingono e collezionano una serie di calci piazzati. Da uno di questi Galluppa S spedisce alto sopra la traversa.

Episodio dubbio in area ospite tra Esposto-Sartini, ma l’arbitro non fischia. Rigore rimandato all’89’ minuto quando il direttore di gara decreta il penalty per un contatto dubbio avvenuto forse fuori area. Biagioli si presenta sul dischetto e firma l’1-0. Nei 6’ di recupero il Corinaldo si butta in avanti, ma prima Esposto non inquadra di testa la porta e poi Giuliani cicca la conclusione che si spegne a lato. C’è bisogno di una svolta, speriamo che la prima partita casalinga nel nuovo stadio di sabato prossimo lo sia!”.

Avis Arcevia 4-0 Aurora Jesi – 36’ Mariani, 57’ Pucci, 73’ Rossetti, 81’ Cossa su rigore

L’Avis Arcevia cala il poker e si conferma al terzo posto. I biancorossi di Sentinelli, infatti, hanno battuto l’Aurora Jesi per 4-0, grazie ai gol di Mariani, Pucci, Rossetti e Cossa su calcio di rigore, centrando il settimo risultato utile. Gli aurorini, invece, incappano nella terza sconfitta di fila e ora il Rosora Angeli li ha raggiunti al terzultimo posto a quota 14, con l’Olimpia Juventu Falconara ultima a 13.  

Il commento dell’Avis Arcevia

“Stiamo attraversando un buon momento – spiega Alessandro Cossa dell’Avis Arcevia -, dando continuità di risultati, cosa che ci ha permesso di arrivare al terzo posto. Sabato contro il Corinaldo possiamo consolidare ulteriormente il nostro piazzamento, speriamo di far bene.

Il rigore calciato da Alessandro Cossa

Contro l’Aurora Jesi abbiamo approcciato bene la partita: siamo riusciti a sbloccarla alla mezz’ora e in seguito la sfida si è messa meglio per noi. All’inizio del secondo tempo abbiamo raddoppiato e da lì abbiamo giocato più sereni e con tranquillità, riuscendo ad arrotondare ulteriormente il risultato. Nel complesso è stato un buon match contro una squadra che secondo me non merita i punti che ha, perché si è dimostrata combattiva. L’Aurora non molla mai e ha qualche valore importante. Non è mai facile giocare e vincere le partite, al di là della classifica. Guardiamo avanti con fiducia: c’è un bel gruppo con un buon ambiente, speriamo di concludere il campionato nel migliore dei modi”.

Il commento dell’Aurora Jesi

Sconfitta pesante per l’Aurora – spiega la società jesina – che esce sconfitta 4-0 sul sempre ostico campo dell’Arcevia terza in classifica. In gol per i locali Mariani, Pucci, Rossetti e il sempreverde Cossa. Non era probabilmente questa la partita più adatta per muovere la classifica, ora è tempo di focalizzarsi sull’impegno di settimana prossima, fondamentale, contro il Rosora Angeli.

Una gara tra due squadre a pari punti in classifica, 14, una lunghezza sopra il fanalino di coda Olimpia Juventu Falconara. Incontro importantissimo e per cui invitiamo già da oggi tutta la grande famiglia aurorina ad accorrere al San Sebastiano per incitare e dare una mano ai nostri ragazzi.

Cupramontana 3-2 Le Torri Castelplanio – 20’ su rigore e 93’ Ortolani (C), 31’ Petrini (L), 45’ Montecchiarini (L), 60’ Costarelli (C)

Il derby del Verdicchio è del Cupramontana (foto di copertina). La squadra di Ballini, infatti, ha battuto 3-2 il Le Torri Castelplanio con un gol al 93’. I rossoblù si erano portati in vantaggio con Ortolani su calcio di rigore, ma Petrini e Montecchiarini hanno trascinato la formazione di Fugante sull’1-2 prima della fine del primo tempo. Nella ripresa, Costarelli al 60’ pareggia i conti, quindi, in extremis, ancora Ortolani trova il colpo vincente del definitivo 3-2. Il Cupramontana, alla terza vittoria consecutiva, al momento è al 9° posto con 31 punti, a -6 dai play-off. Il Le Torri, invece, segue al decimo a quota 28, a +7 dal Palombina Vecchia undicesimo.

Il commento del Cupramontana

“Il match – commenta Alex Ortolani del Cupramontana – è stato sentito fin da subito, come tutti i derby. Questa volta, a differenza di tante altre sfide, siamo partiti benissimo, andando in vantaggio e sfiorando subito il raddoppio. Nella fase centrale del primo tempo stavamo giocando molto bene, poi due sbavature hanno creato i due gol del Le Torri Castelplanio, chiudendo l’intervallo sotto nel risultato.

A inizio ripresa i nostri avversari hanno cercato di fare il terzo gol, ma fortunatamente ci siamo difesi bene. In seguito abbiamo a costruire tantissime occasioni e siamo riusciti a finalizzare, prima su calcio d’angolo abbiamo pareggiato e poi con un’azione nei minuti di recupero che ci ha fatto esultare. La nostra è stata un’ottima prestazione di squadra: tra l’altro segnalo l’ottimo esordio del portiere classe 2005 Coppari. Questa vittoria ci lascia qualche speranza aperta (anche se minima) per provarci ad agganciare al treno play-off”.  

Il commento del Le Torri Castelplanio

E’ stata una partita particolare – spiega Nicola Petrini del Le Torri -, sapevamo di trovare una squadra ben organizzata ed esperta in un campo difficile. Nel primo tempo abbiamo preso goal su calcio di rigore ma, nonostante le difficoltà, siamo riusciti a sfruttare le occasioni e ci siamo portati in vantaggio. Nel secondo tempo, complice anche un po’ di sfortuna, non riusciamo a finalizzare per indirizzare la sfida e ci troviamo a soffrire, per poi prendere il goal del pareggio e del successivo sorpasso allo scadere. Resta l’amaro in bocca per la sconfitta, ma ora come ora dobbiamo pensare alle prossime sfide”.

Monsano 0-3 Terre del Lacrima – 31’ Marchegiani, 75’ Orianda, 90’ Santinelli

Il Monsano perde in casa dopo quasi tre mesi. La squadra di Pellonara, infatti, perde per 0-3 contro il Terre del Lacrima, alla prima vittoria nel girone di ritorno, grazie ai gol di Marchegiani, Orianda e Santinelli, in una gara che ha visto i locali lamentarsi per l’arbitraggio. Se i monsanesi scivolano all’ottavo posto, superati dal Trecastelli, a -5 dai play-off, i belvederesi salgono a -1 dalla quinta posizione.

Il commento del Monsano

Termina con una sconfitta – spiega il Monsano – la ventiduesima giornata di campionato. Le Terre del Lacrima si impongono per tre reti a zero al Comunale di Monsano. Calcio d’inizio e squadre che si studiano concedendo poco l’una all’altra. Ci prova Orianda da fuori e il tiro finisce alto. Occasione più pericolosa capita sul piede di Bisi che di destro trova il grande intervento di Fortuna.

Poi il vantaggio ospite. Dagli sviluppi di un corner velenoso di Rossini, è Marchegiani a trovare la testata vincente. Primo tempo che finisce con il Monsano sotto.

La ripresa vede la reazione dei ragazzi di mister Pelonara che chiudono nella propria meta campo le Terre del Lacrima. Ma poi nuovamente doccia gelata dovuto anche alla complicità del direttore di gara che prima assegna un dubbio calcio di punizione dal limite: Perez para il tiro velenoso di Orianda e spedisce in angolo.

Poi dagli sviluppi dello stesso corner Orianda spizza sul primo palo, la palla sbatte sul palo e viaggia sulla linea di porta. Mattioli la spazza via, ma l’arbitro incredibilmente assegna la rete. Clamoroso errore che costa anche l’espulsione per Bocchini (appena entrato) per proteste.

Partita spezzata da questo episodio. Monsano in 10 e terza rete che arriva dopo un tiro di Santinelli da fuori, Perez impreciso ma l’entusiasmo della gara era già stato segnato da prima. Ci portiamo a casa questa sconfitta.

Un risultato bugiardo per quello dimostrato sul campo dai rossoblù. Sappiamo che il Monsano ha un gruppo più che unito e compatto e lo stesso gruppo risponderà sul campo già da sabato prossimo a Falconara”.

Orianda ai tempi dell’Aurora Jesi

Il commento del Terre del Lacrima

“Finalmente! – commenta, invece, la società di Belvedere Ostrense – Prima vittoria del girone di ritorno per le Terre del Lacrima e che vittoria, un netto 3-0 in trasferta nel derby contro il Monsano, che si presentava alla sfida di sabato con la miglior difesa del torneo. Un successo importantissimo, frutto del lavoro corale della squadra, che ci consente di tornare a 1 solo punto dalla zona playoff.

Prima fase di studio, locali pericolosi con Bisi su cui è bravo Fortuna a opporsi. Le Terre crescono e colpiscono alla mezz’ora: angolo di Rossini su cui Marchegiani mette la testa mandando la palla in rete. Senz’altro il miglior modo per festeggiare il compleanno e la nascita del primo figlio per il nostro centrocampista.

La partita si gioca a centrocampo, senza grandi occasioni per ambo le squadre. La svolta decisiva arriva alla mezz’ora della ripresa, ancora su azione d’angolo: il neoentrato Merico calcia bene, Orianda colpisce di testa mandando la palla sul secondo palo, legno interno e pallone che rotola sulla linea di porta, varcandola secondo l’arbitro Manfredi!

I locali protestano e rimangono in 10, così nel finale Le Terre amministrano e trovano anche il terzo gol con Santinelli che dal limite dell’area lascia partire un tiro che trova impreparato l’estremo difensore locale Gomez. Ora bisogna dare continuità e ritrovare il successo in quel di Belvedere Ostrense. Prossimo avversario il Cupramontana”

Olimpia Ostra Vetere 3-1 Leonessa Montoro – 6’ e 11’ Cavaliere (O), 20’ Paniconi (O), 85’ Ceci (L)

Sembra aver ingranato la marcia giusta l’Olimpia Ostra Vetere. I ragazzi di Curzi, infatti, hanno battuto 3-1 la Leonessa Montoro, ottenendo la seconda vittoria consecutiva e il quinto risultato utile di fila, che li proietta al terzo posto con 40 punti, a -9 dal vertice della classifica. Il capocannoniere Cavaliere ha aperto le marcature con un terribile uno-due tra il 6’ e l’11’, quindi Paniconi arrotonda il risultato al 20’. Il gol di Ceci per i filottranesi rende meno amara la sconfitta per la squadra di Fabrizi, che mantiene il +6 dalla zona play-out.

Simone Cavaliere ai tempi della Biagio Nazzaro

Il commento della Leonessa Montoro

“Niente da fare – hanno spiegato i biancorossi – per la Leonessa Montoro contro l’Olimpia Ostra Vetere del capocannoniere Cavaliere autore oggi di una doppietta e a quota 15 gol stagionali.

I padroni di casa partono fortissimo e vanno sul 2-0 già al 10′ con i due gol di Cavaliere e trovano il tris al 37′ con Paniconi.

Nel secondo tempo i Red Lions provano a riaprire il match, spingono molto ma sciupano troppo e il gol che accorcia le distanze arriva solo all’80’ con un bel tiro di Jacopo Ceci. Finale con i montoresi ancora in forcing ma il risultato non cambia.

Al cospetto di un’ottima squadra oggi per il Montoro resta il rammarico di aver concesso un intero tempo agli avversari, ma la reazione del secondo tempo ha dimostrato che la squadra è viva e mai doma, le partite si possono perdere ma lo spirito è quello giusto. Ed ora testa alla prossima giornata”.

Palombina Vecchia 0-3 Trecastelli – 14’ Angeloni, 45’ Kone, 71’ Malerba

Continua il buon momento di forma anche del Trecastelli. I ragazzi di Rodolfo Gallotta, infatti, battono 0-3 il Palombina Vecchia allo Stadio “Amadio” di Falconara Marittima, grazie ai gol di Angeloni, Kone e Malerba. I biancoazzurri, alla seconda vittoria di fila, salgono al settimo posto con 34 punti, avvicinandosi a 3 punti dai play-off. Il Palombina Vecchia, invece, resta undicesimo con 21 punti, a +7 dai play-out, ma nelle 10 ultime gare ha totalizzato solamente 2 punti, una media da zona retrocessione.

Grande vittoria – spiega Federico Malerba del Trecastellicontro una squadra forte e dal valore tecnico importante, che nel girone di andata ha battuto sia Ostra che Ostra Vetere con due punteggi netti. Nel primo tempo hanno mostrato subito la loro bravura nel fraseggio che ha portato qualche conclusione da fuori poco pericolosa.

Una volta prese le misure siamo stati poi bravi a limitarli per poi renderci pericolosi più volte in contropiede, concludendo il primo tempo col doppio vantaggio. Nel secondo tempo ci hanno inizialmente schiacciato un po’, ma siamo stati bravi a non fargli riaprire la partita e a chiuderla poi col terzo gol. Adesso ci attendono due partite casalinghe che ci diranno di più sui nostri obiettivi di fine campionato”.

Rosora Angeli 1-1 Olimpia Juventu Falconara – 50’ Lombardi (R), 81’ Borgognoni (O)

Il Rosora Angeli chiama, l’Olimpia Juventu Falconara risponde. Lo scontro diretto salvezza, infatti, termina 1-1, con Borgognoni a replicare alla rete di Lombardi per i locali. A sorridere sono più i locali che gli ospiti, perché ora raggiungono al terz’ultimo posto l’Aurora Jesi. I falconaresi restano ultimi, a -1 dal duo che attualmente disputerebbe i play-out.

In caso di arrivo a pari punti tra la 15^ e la 16^ si disputerà uno spareggio in campo neutro che deciderà la squadra retrocessa. Se le formazioni a pari punti, invece, saranno tre, si andrà a guardare la classifica avulsa: la squadra con che avrà scontri diretti, differenza reti e gol segnati maggiori delle altre giocherà il play-out in casa contro la vincente dello spareggio che si disputerà tra le restanti due compagini.

“Potevamo sicuramente vincere – commenta Alessandro Lombardi del Rosora Angeli – e sull’1-0 dovevamo chiudere la partita, dato che abbiamo avuto varie occasioni per il raddoppio. In quel momento dovevamo essere più cattivi. Un’incomprensione difensiva ci ha portato al pareggio: all’80°, poi, non è facile ritornare in vantaggio”.

Serrana 0-1 Ostra Calcio – 75’ su rigore Zupo

L’Ostra Calcio non si ferma e batte la Serrana. La squadra di De Filippi, infatti, ha vinto 0-1 grazie al rigore di Zupo, ottenendo il decimo risultato utile consecutivo che consente di mantenere il +4 dall’Argignano secondo. I rossoverdi di Azzeri perdono dopo quattro pareggi di fila, con la vittoria che manca dallo scorso 14 ottobre: restano 6, comunque, le lunghezze di vantaggio dalla zona play-out.

Il commento dell’Ostra Calcio

“Testa, cuore e gambe! – spiega la società ospite – L’Ostra Calcio espugna l’Ugo Duca di Serra San Quirico superando di misura per 0-1 la Serrana. Gara non semplice per i ragazzi di mister De Filippi, su un campo che per le ridotte dimensioni non favorisce il bel gioco e contro un avversario ben strutturato fisicamente.

Primo tempo sostanzialmente equilibrato, in cui le poche occasioni da rete nascono da calci piazzati, in uno di questi è Mattia Marchetti ad impensierire il portiere locale che respinge con i pugni. Al 30′ minuto la partita si complica per l’Ostra, che rimane in 10 uomini per l’espulsione per doppia ammonizione di Biagio Marzano.

I festeggiamenti post-post dell’Ostra Calcio

Nonostante l’inferiorità numerica i ragazzi contengono gli attacchi avversari e nella ripresa hanno nei piedi le migliori occasioni per passare in vantaggio. Al 67′ è il subentrato Bachetti a mancare di un soffio il tap-in vincente, mentre 2 minuti più tardi è Lorenzo Olivi a sfiorare l’euro goal con un colpo di tacco.

Al terzo tentativo l’Ostra fa centro, Lorenzo Olivi sfrutta un’incomprensione nella retroguardia avversaria e viene atterrato dal portiere in uscita. Il direttore di gara non ha dubbi e assegna il calcio di rigore che Mirko Zupo trasforma con freddezza. Negli ultimi minuti la Serrana prova l’arrembaggio, ma l’Ostra si difende con determinazione fino al triplice fischio.

Il migliore in campo di questa settimana è il gruppo, nonostante le difficoltà i ragazzi hanno reagito con carattere e determinazione, conquistando tre punti importanti su un campo difficile e mantenendo il vantaggio in classifica sull’Argignano”.

Girone F – Treiese 1-3 Borgo Mogliano – 2’ De Angelis (B), 43’ su rigore e 47’ Okere (B), 88’ Patrassi F. (T)

La Treiese perde lo scontro diretto contro il Borgo Mogliano e vede ridursi al lumicino le chances per la promozione diretta nel girone F. I rossoblù di patron Micucci, infatti, hanno perso al “Capponi” per 1-3, per via del gol iniziale di De Angelis e della doppietta del capocannoniere Okere, arrivato a 17 reti stagionali.

La decima rete in campionato di Francesco Patrassi all’88° serve solo a rendere meno amara la sconfitta. La Treiese, infatti, scivola a -7 dai moglianesi, con la Belfortese che aggancia proprio i treiesi al secondo posto e può addirittura accorciare sul primo posto con il big match della prossima giornata a Mogliano. Santanatoglia e compagni, invece, affrontano in trasferta la Sefrense nel posticipo domenicale del 10 marzo.

I pronostici di mister Carletti

Argignano-Corinaldo – pronostico 1 – risultato 1

Treiese-Borgo Mogliano Madal – pronostico 1 – risultato 2

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 24/44

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 49, Argignano 45, Avis Arcevia 41, Olimpia Ostra Vetere 40, Corinaldo 37, Terre del Lacrima 36, Trecastelli 34, Monsano 32, Cupramontana 31, Palombina Vecchia 21, Serrana 20, Leonessa Montoro 20, Aurora Jesi 14, Rosora Angeli 14, Olimpia Juventu Falconara 13

MARCATORI – 15 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 11 gol: Marchetti (Ostra Calcio), Orianda (Terre del Lacrima) e Donzelli (Palombina Vecchia); 10 gol: Ortolani (Cupramontana), Giuliani (Corinaldo), Ferrante (Terre del Lacrima) e Grossi (Trecastelli); 9 gol: Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Cammarino (Aurora Jesi), Sartini (Argignano) e Biagioli (Argignano); 8 gol: Apolloni (Serrana), Galuppa G. (Argignano), Bucci (Serrana), Lenci (Corinaldo), Rossetti (Avis Arcevia) e Kone (Trecastelli); 7 gol: Brescini (Avis Arcevia), Mancini (Cupramontana), Zupo (Ostra Calcio) e Garden (Olimpia Juventu Falconara); 6 gol: Olivi (Ostra Calcio) e Lungarini (Monsano).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 55, Treiese 48, Belfortese 48, Ripe San Ginesio 34, Pievebovigliana 33, MR Pioraco 33, Sefrense 29, Palombese 27, San Marco Petriolo 27, Camerino Castelraimondo 26, Vis Gualdo 24, Fabiani Matelica 24, Sarnano 22, Pennese 18, Abbadiense 15, Lorese 14

MARCATORI – 17 gol: Okere (Borgo Mogliano); 15 gol: Fiecconi (Belfortese); 13 gol: Vrioni (Fabiani Matelica), Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese); 12 gol: Correnti (Sefrense); 10 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Patrassi F. (Treiese); 9 gol: Boe (Ripe San Ginesio) e Aquino (Lorese); 8 gol: Ofili (MR Pioraco) e Cesari (Camerino Castelraimondo); 7 gol: Pettinari E. (Palombese) e Albanese (MR Pioraco); 6 gol: Pettinari M. (Borgo Mogliano), Millaci (MR Pioraco), Biordi (Sefrense), Ndiour (Sarnano), Ajradinoski (Palombese) e Di Gioia (Palombese).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 21^ giornata dei gironi C e F

I pareggi in Le Torri Castelplanio-Ostra Calcio e Argignano-Avis Arcevia lasciano tutto invariato in vetta al girone C. Prima vittoria esterna per il Cupramontana a Jesi, Leonessa Montoro a +6 dai play-out. Nel girone F si ferma dopo 13 risultati utili la Treiese 

VALLESINA, 28 febbraio 2024 – Non è cambiato sostanzialmente molto dopo la 21^ giornata di Seconda Categoria. Nelle partite giocate sabato scorso 24 febbraio, infatti, non ci sono stati grossi colpi di scena.Nel girone C, in particolare, l’Ostra Calcio pareggia contro il Le Torri Castelplanio in trasferta, mentre è terminato 0-0 il big match tra Argignano e Avis Arcevia: tra le prime tre della classe i distacchi sono rimasti immutati.

Pareggiano anche Corinaldo e Monsano, permettendo all’Olimpia Ostra Vetere di agganciare il quarto posto e portarsi a +4 dai play-off. Questo perché anche il Terre del Lacrima non è andato oltre il 2-2 contro la Serrana. Il Trecastelli si avvicina ai play-off battendo in rimonta il Rosora Angeli, così come la Leonessa Montoro, vincente di corto muso contro il Palombina Vecchia, va a +6 dai play-out. Al San Sebastiano di Jesi, finalmente, il Cupramontana coglie la prima vittoria esterna stagionale contro un’Aurora ora nei guai, a -6 dalla salvezza diretta.

Nel girone F, infine, la Treiese perde a Tolentino contro la Palombese, fermando il periodo positivo di 13 risultati utili, con il Borgo Mogliano capolista a +4 alla vigilia dello scontro diretto. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Aurora Jesi 1-2 Cupramontana – 13’ Stronati su rigore (A), 38’ Ortolani (C), 67’ Rossini (C)

Il Cupramontana si sblocca finalmente in trasferta. La squadra di Ballini, infatti, ha vinto 1-2 al “San Sebastiano” contro l’Aurora Jesi, cogliendo la prima vittoria fuori dalle mura amiche. Eppure gli jesini erano passati in vantaggio dopo 13 minuti con Stronati da calcio di rigore, ma i rossoblù sono riusciti a rimontare con i gol Ortolani e Rossini. I cuprensi raggiungono il Le Torri Castelplanio al nono posto con 28 punti, a -9 dai play-off. L’Aurora, invece, resta al 14° posto a quota 14 in piena zona play-out, ma vede scappare a +6 la Leonessa Montoro.

I commenti

Stesso copione – commenta la società jesina -, stesso amaro risultato finale per l’Aurora che cede in casa per 1-2 contro il Cupramontana subendo la rimonta avversaria dopo un primo tempo giocato con buona intensità.

Pronti e via, grossa occasione per gli ospiti con Rossini che sciupa davanti ad Orlandoni. L’Aurora prende le misure all’avversario e prende in mano il pallino del gioco. Al quarto d’oro Wade è steso in area, calcio di rigore che capitan Mirco Stronati realizza per il vantaggio arancioblu. Aurora in controllo fino a 5’ dalla fine della prima frazione di gioco quando gli ospiti pervengono al pareggio con Ortolani.

Nella ripresa l’Aurora riprova a riportarsi in avanti chiamando in un paio di occasioni al grande intervento il portiere ospite Costarelli sui tentativi di Stronati e Paolucci. A metà ripresa però arriva la rete del vantaggio ospite siglata da Rossini. Aurora all’attacco alla caccia del gol del pareggio e che lamenta la mancanza di un rigore apparso solare per un fallo di mano su tiro di Cammarino.

La vittoria della Leonessa Montoro complica ora i piani di salvezza diretta, ci sarà da soffrire fino alla fine. La prossima battaglia sarà sul difficile campo dell’Arcevia”.

È stata una vittoria molto importante – spiega Tommaso Rossini, autore del gol decisivo rossoblù -, la prima esterna di questa stagione. La partita è stata difficile, giocata in un campo in cui non ti permette di giocare e contro una squadra molto tosta. Ora bisogna dare continuità ai risultati per sperare ancora di trovare un posto ai playof”.

Argignano 0-0 Avis Arcevia

Non ci sono reti nel big match tra Argignano e Avis Arcevia. Tutto invariato in classifica, con entrambe le formazioni al sesto risultato utile: i fabrianesi (sono al secondo posto con 42 punti, a -4 dall’Ostra Calcio, seguiti a 38 proprio dagli arceviesi.

I commenti

È stata una partita dura – commenta il portiere dell’Argignano Andrea Latinicontro una squadra quadrata, ben impostata e difficile da sorprendere, con giocatori d’esperienza. Abbiamo avuto un’occasione che non abbiamo sfruttato. In generale tutte e due formazioni hanno cercato di vincere”.

“Nella partita di sabato – spiega il portiere Nico Berardi dell’Avis Arceviadove a regnare è stato l’equilibrio, seguito poi dalla grande grinta agonistica e determinazione da parte di entrambe le squadre. Non sono mancate le occasioni da entrambe le parti. Sapevamo di affrontare una formazione molto forte ed esperte, che fa del proprio campo un fortino inespugnabile. Non hanno mai perso in questa stagione tra le mura amiche. Sia noi che loro avevamo qualche defezione importante in rosa.

Nel primo tempo i locali sono partiti un po’ meglio nei primi minuti, creando subito due belle occasioni con due tiri dal limite dell’area. Poi siamo riusciti a prendere le misure all’Argignano e siamo venuti fuori anche con bel gioco. Abbiamo avuto un paio di occasioni importanti, dove in una ci ha messo una bella pezza l’eterno giovane collega di reparto e grande amico Andrea Latini. Il secondo tempo è stato caratterizzato dal forte vento e si è giocato un po’ meno a calcio. Un pareggio tutto sommato giusto visto l’andamento della partita, equilibrata fino al 95°”.

L’Avis Arcevia

Corinaldo 1-1 Monsano – 34’ Campolucci (C), 91’ Lungarini (M)

Finisce in parità anche la sfida tra Corinaldo e Monsano. A Campolucci per gli uomini di mister Giuliani, infatti, ha risposto Lungarini per i ragazzi di Polonara in pieno recupero del secondo tempo. Prosegue il digiuno di vittorie dei corinaldesi, arrivato a sei partite (con il terzo 1-1 di fila). I monsanesi, invece, scivolano a -5 dai play-off al settimo posto.

Il commento del Corinaldo

Ancora un pari – spiega la società di casa – per i ragazzi di mister Giuliani che subiscono, in pieno recupero, il gol del Monsano.

Pronti via e subito un’occasione per parte, entrambe da corner. Baldassarri per i locali e Piattella per gli ospiti, di testa, non inquadrano lo specchio da buona posizione. Poco dopo, Giuliani con un bel taglio dalla sinistra si presenta davanti al portiere, ma Perez si immola e con il corpo respinge il tiro. Al 35’ il Corinaldo passa in vantaggio, Cicetti scatta sul filo del fuorigioco e dal fondo serve Campolucci che di piatto gonfia la rete. Sul finale di tempo i corinaldesi chiedono un penalty per un tocco evidente di mano in area. L’arbitro non interviene sull’episodio che poteva incidere sull’inerzia della partita.

Seconda frazione di gioco molto spezzettata con un tempo effettivo di gioco molto basso. Al 21’ il Corinaldo rimane in 10 per l’espulsione di Biagini per doppia ammonizione. Il Monsano prende coraggio forte della superiorità numerica, ma non impensierisce quasi mai Lattanzi costretto a intervenire soltanto su una conclusione dalla distanza.

All’84° Benigni, appena subentrato, rimedia il secondo giallo e lascia anche i suoi in 10. Nel primo dei 7’ di recupero Lungarini trova il gol del pareggio su sponda aerea di Sardella, punendo l’unica disattenzione difensiva locale. Il Corinaldo si ributta in avanti e Baldassarri, all’ultimo secondo, ci prova di sinistro concludendo purtroppo alto sopra la traversa. Ogni piccola disattenzione in questo periodo ci costa caro, dobbiamo imparare a tenere sempre alta la concentrazione fino al triplice fischio. Non mollate mai!”.

Il pre-gara di Corinaldo-Monsano

Il commento del Monsano

“Un punto a testa – rispondono i rossoblù – a Ostra Vetere tra il Corinaldo e il Monsano. Un pareggio che non smuove più di tanto la classifica e lascia un po’ d’amaro in bocca. La maledizione del ‘settimo posto’ per i rossoblù continua, ancorati lì oramai diverse gare.

Calcio d’inizio e padroni di casa che si rendono pericolosi più volte. Perez impegnato in un super intervento nei primi minuti di gioco, negando il vantaggio avversario. Monsano però non spettatore ed è Lungarini a renderci pericoloso, lasciando partire un destro da dentro l’area che però finisce presa del portiere. Ancora Lungarini ci prova ma si defila troppo e non riesce a trovare lo specchio. C’è tempo anche per una conclusione di Bisi da fuori area, ma sfera che finisce tra i guanti del portiere.

Prima della fine del primo tempo, la doccia gelata per i ragazzi di mister Pelonara. Corinaldo micidiale in ripartenza (forse una posizione dubbia di fuorigioco) finalizza con Campolucci che trova il gol del vantaggio. Perez non può nulla e le squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-0 per i padroni di casa.

Ripresa che parte con gli stessi ritmi. Arbitro che va palesemente in confusione estraendo cartellini gialli a destra e sinistra, così la gara diventa molto spezzettata. Il Corinaldo rimane in 10 per un intervento in ritardo sul neo entrato Giorgi. E il Monsano ne approfitta. Da un pallone scodellato in area e “sporcato” dalla difesa, è Lungarini il più lesto e veloce ad avventarsi sulla sfera e al volo depositare in rete. 1-1 e sesta rete per l’attaccante classe 2002 del Monsano.

Il match di diventa teso. Il direttore di gara ci mette del suo. Benigni viene espulso per doppia ammonizione per un fallo a palla lontana a centrocampo (il primo giallo preso dalla panchina per “proteste” ma l’arbitro lo ha estratto casualmente). Ritmi di gara che rallentano e il pareggio alla fine è il risultato giusto.

Grande prova di carattere e risposta dei rossoblù su un campo e contro una formazione più che ostica che occupa il quarto posto in classifica. I ragazzi sono già in campo per preparare il derby di sabato: al comunale arriva il Terre del Lacrima”

Le Torri Castelplanio 2-2 Ostra Calcio – 6’ Pierleoni (L), 12’ Becci (O), 27’ Marchetti (O), 50’ Montecchiarini (L)

Il Le Torri Castelplanio ferma sul 2-2 la capolista Ostra Calcio. I ragazzi di Fugante, infatti, sono riusciti a pareggiare contro la prima della classe. Pierleoni ha aperto le marcature al 6’, tuttavia i gialloblù di De Filippi hanno chiuso il primo tempo sull’1-2 grazie a Becci e Marchetti. Nella ripresa, ci pensa Riccardo Montecchiarini a segnare il definitivo 2-2. Se l’Ostra Calcio mantiene il primo posto, a +4 dall’Argignano, mettendo a segno il nono risultato utile consecutivo, il Le Torri Castelplanio resta in nona posizione con 28 punti. I biancorossoblù non perdono da sei partite.

Il commento del Le Torri Castelplanio

“Il match è stato difficile – spiega Nicola Pierleoni del Le Torri Castelplanio – dato che sapevamo di affrontare una squadra molto forte, che veniva da 8 vittorie di fila in un momento di forma straordinario. Anche noi stiamo bene, mentalmente e fisicamente, quindi volevamo giocare una grande partita per continuare il nostro importante percorso di crescita, dato che siamo una delle formazioni più giovani del nostro girone.

Siamo riusciti ad andare in vantaggio a inizio sfida, ma l’Ostra è riuscita a fare due grandi gol prima della fine del primo tempo. Siamo stati bravi, a inizio ripresa, a rientrare subito nel match e a pareggiarla con Montecchiarini. Tutto sommato è stata una bella prestazione da parte nostra: siamo riusciti a conquistare un punto che ci dà grande consapevolezza per affrontare il finale di campionato. Affrontare queste sfide in questo modo ci farà crescere ulteriormente, facendoci ben sperare per il futuro”.

Il commento dell’Ostra Calcio 

Si interrompe dopo 8 partite – commentano gli ospiti – la serie di vittorie consecutive dell’Ostra Calcio, fermato sul risultato di 2 a 2 sul campo delle Torri Castelplanio. Dopo appena 6 minuti di gioco sono i padroni di casa a passare in vantaggio grazie ad un preciso colpo di testa del capitano Pierleoni che s’insacca alla destra di Quagliani. L‘Ostra non si abbatte e al 12’ trova la rete del momentaneo pareggio ad opera di Marco Becci che con una punizione da pochi metri oltrepassata la metà campo e complice il vento a favore, trae in inganno il portiere di casa Priori.

Al 27′ L’Ostra completa il sorpasso, questa volta è Mattia Marchetti da fuori area a trovare di destro la parabola perfetta che trafigge Priori e regala il vantaggio ai suoi. Prima dell’intervallo i ragazzi di mister De Filippi avrebbero l’occasione per allungare in ben tre occasioni ma Magnoni, Olivi e Marchetti non ne approfittano. Nella ripresa le Torri trovano il pareggio dopo pochi minuti con Montecchiarini, abile in area a girarsi e concludere a rete.

La partita continua su buoni ritmi con continui cambi di fronte, l’occasione più nitida per passare in vantaggio capita ancora all’Ostra con Sabbatini, che dal limite calcia di destro, ma la palla si stampa sul palo a portiere battuto. Nonostante il rammarico per qualche occasione sprecata, l’Ostra porta a casa un buon punto contro un avversario in salute e complice i pareggi delle dirette inseguitrici mantiene inalterate le distanze in classifica. Ora testa alla seconda trasferta in sette giorni nella Vallesina, sul campo della Serrana”.

Leonessa Montoro 1-0 Palombina Vecchia – 63’ Generi

La Leonessa Montoro vince 1-0 contro il Palombina Vecchia e vola a +6 dai play-out. Ai ragazzi di Fabrizi basta il gol di Generi nella ripresa, infatti, per strappare i tre punti ai falconaresi, undicesimi a 21 punti, seguiti a 20 proprio dai filottranesi e dalla Serrana.

La Leonessa Montoro – commentano i biancorossi – coglie un’importantissima vittoria in chiave salvezza al cospetto di un buon Palombina Vecchia. Mister Kekko Fabrizi può finalmente schierare dal primo minuto il duo d’attacco Balestrieri-Staffolani che danno peso e qualità all’attacco biancorosso,

Nel primo tempo il Montoro fa la partita ma manca di lucidità nella conclusione, il Palombina si limita a delle sporadiche ripartenze e l’unico pericolo per Giachè al 36′ con Borsini che prova la conclusione da buona posizione ma il numero uno biancorosso è bravo a respingere.

Nel secondo tempo ancora i montoresi in avanti e al 63′ la sbloccano con una splendida azione iniziata da ‘pendolino Cafù’ Focante, palla per Balestrieri che dialoga splendidamente con Staffolani, palla al centro per l’accorrente Tommaso Generi che di testa insacca.

Subito il gol gli ospiti provano a reagire ma vanno a sbattere con la granitica difesa montorese guidata da uno stoico capitan Rossi. Al triplice fischio finale grande festa in campo e sugli spalti e poi tutti sotto la curva degli Ultras Red Lions che anche sabato hanno sostenuto con il loro calore la squadra”.

Olimpia Juventu Falconara 1-3 Olimpia Ostra Vetere – 15’ Garden su rigore (OF), 73’ Paniconi (OV), 78’ e 88’ su rigore Cavaliere (OV)

Finalmente batte un colpo l’Olimpia Ostra Vetere. La squadra di Curzi batte in rimonta l’Olimpia Juventu Falconara per 1-3 con tre gol negli ultimi 15 minuti. Il solito Garden da calcio di rigore sblocca la gara per gli olimpici di casa, chiudendo il primo tempo sull’1-0. Nella ripresa prima Paniconi al 73’ e poi Cavaliere con una doppietta tra il 78’ e l’88’ fissano il match sul definitivo 1-3. L’Olimpia Ostra Vetere aggancia così al quarto posto il Corinaldo e si porta a +4 dal Terre del Lacrima sesto. L’Olimpia Juventu Falconara, invece, resta ultima a 12 punti.

Paniconi con la maglia della Castelfrettese

Terre del Lacrima 2-2 Serrana – 3’ Oranda (T), 26’ e 66’ Bucci (S), 61’ Ferrante (T)

Il Terre del Lacrima riprende la Serrana. I belvederesi, infatti, sotto 1-2 per la doppietta di Bucci in risposta all’1-0 di Orianda, riescono a pareggiare nella ripresa, grazie al gol di Ferrante. I locali sono sesti a 33 punti, mentre la formazione di Serra San Quirico, al quarto pareggio di fila, viene agganciata al 12° posto dalla Leonessa Montoro.

Il commento del Terre del Lacrima

“Dodicesimo pareggio su 21 partite – spiegano i belvederesi – per le Terre che come all’andata impattano 2-2 con la Serrana. Altra partita da catalogare tra i rimpianti per i biancorossi, colpevoli di aver sciupato troppo sotto porta a fronte di un avversario cinico. Pronti e via arriva il gol di Orianda su azione d’angolo.

Le Terre però si adagiano sul vantaggio e lasciano le trame del gioco agli ospiti. Incredibile un’azione da angolo dove un offensivo rossoverde toglie dalla porta il gol del pareggio, rete che arriva comunque poco dopo con Bucci. Ancora Bucci a inizio ripresa inventa con un gran tiro da fuori area il gol del 1-2.

Salvatore Ferrante ai tempi del Borgo Minonna

La sberla sveglia le Terre; su punizione di Orianda è abile Ferrante a trovare il gol del pari. La formazione di mister Bocchini preme sull’acceleratore ma non trova il gol vittoria: Orianda prima centra l’incrocio con un bel tiro al volo e poco dopo sciupa un’occasione favorevole dinanzi all’estremo difensore della Serrana. Finale con qualche brivido causato da un arbitraggio non all’altezza. La zona play-off fugge a 4 punti di distacco, Terre chiamate ora alla prova di forza in casa del Monsano per restare in gioco”.

Il commento della Serrana

“Il Terre del Lacrima – spiega Filippo Apolloni della Serrana – è partito molto forte, trovando subito il vantaggio. Poi noi abbiamo avuto qualche occasione per pareggiare: ci siamo riusciti con Bucci, quindi siamo riusciti a passare in vantaggio grazie a un altro suo grande gol. Nella ripresa, sulla punizione di Orianda, Ferrante ha segnato il 2-2.

Non sono partito titolare ma sono stato schierato nel secondo tempo: avevo anche segnato, ma l’arbitro mi ha annullato la rete per un presunto fallo sul portiere. A dire la verità, riguardando anche le immagini, ho qualche dubbio sull’entità del fallo. Comunque abbiamo fatto una buona prestazione contro una formazione ben allestita. Speriamo bene per il finale di stagione: sabato a Serra arriva l’Ostra, che avevamo battuto un girone fa, poi da lì non abbiamo più vinto. Speriamo di bissare quella vittoria”.

Trecastelli 3-1 Rosora Angeli – 11’ Sow (R), 36’ Angeloni (T), 49’ Kone (T), 51’ Grossi (T)

Il Trecastelli ribalta il Rosora Angeli e continua a sperare nei play-off. La squadra di Gallotta, infatti, ha vinto 3-1, rimontando il gol iniziale di Sow con le reti di Angeloni, Kone e Grossi. I biancoblù restano ottavi a 31 punti, a -6 dai play-off. Il Rosora Angeli del duo Lucarini-Baldarelli è ancora penultimo a 13, a -1 dall’Aurora Jesi e a +1 dall’Olimpia Juventu Falconara.

È stata una partita complicata – spiega Alessandro Angeloni del Trecastelli -. Il Rosora Angeli è una squadra che, nonostante la classifica, se la gioca alla pari con tutte le altre del girone. Infatti ci hanno messo parecchio in difficoltà con la loro fisicità, soprattutto nel primo tempo. Siamo stati bravi a ribaltarla e soprattutto a rimanere compatti dopo i 2 gol di vantaggio. Sono contento di aver aiutato la squadra con un gol ma, se potessi scegliere, preferirei non segnare e mantenere la porta inviolata. C’è ancora molto da migliorare e, finché il sogno playoff non svanirà, continueremo a lavorare duro come abbiamo fatto da agosto”.

Girone F – Palombese 2-1 Treiese – 6’ autogol De Angelis (T), 31’ Ajradinovski (P), 63’ Pettinari (P)

Si ferma dopo 13 risultati utili consecutivi la cavalcata della Treiese. I ragazzi di Tassi, infatti, hanno perso 2-1 contro la Palombese, vedendo il Borgo Mogliano scappare a +4 alla vigilia dello scontro diretto di sabato prossimo. I rossoblù, passati in vantaggio con l’autorete De Angelis, hanno subito la rimonta locale con un gol per tempo.

“Abbiamo iniziato bene la partita – spiega il ds della Treiese Matteo Romagnoli trovando il vantaggio dopo pochi minuti grazie ad un autogol. Nei primi 25 minuti abbiamo avuto anche un paio di occasioni per raddoppiare ma purtroppo non ci siamo riusciti e sul finire del primo tempo è venuta fuori la Palombese che ha trovato la rete del pareggio.

Al centro il ds della Treiese, Matteo Romagnoli, con i gemelli Francesco e Lorenzo Patrassi

Nel secondo tempo su una palla in uscita da dietro abbiamo commesso un’ingenuità e sullo sviluppo dell’azione Pettinari ha portato in vantaggio la Palombese, da quel momento la partita si è complicata notevolmente e abbiamo rischiato di prendere il 3-1 su una ripartenza. Negli ultimi minuti siamo andati all’assalto creando diverse mischie dentro l’area di rigore ma non siamo riusciti ad arrivare al pareggio.

Dopo 13 risultati utili consecutivi (11 vittorie e 2 pareggi) purtroppo è arrivato questo passo falso alla vigilia del match contro la capolista Borgo Mogliano, una sconfitta che non ci deve far assolutamente perdere tutte le certezze che questi ragazzi si sono in creati nell’arco di queste 21 partite che ci hanno portato a conquistare 48 punti”.

I pronostici di mister Carletti

Argignano-Avis Arcevia – pronostico 1 – risultato X

Le Torri Castelpanio-Ostra Calcio – pronostico X – risultato X

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 23/42

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 46, Argignano 42, Avis Arcevia 38, Corinaldo 37, Olimpia Ostra Vetere 37, Terre del Lacrima 33, Monsano 32, Trecastelli 31, Le Torri Castelplanio 28, Cupramontana 28, Palombina Vecchia 21, Serrana 20, Leonessa Montoro 20, Aurora Jesi 14, Rosora Angeli 13, Olimpia Juventu Falconara 12

MARCATORI – 13 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 11 gol: Marchetti (Ostra Calcio) e Donzelli (Palombina Vecchia); 10 gol: Giuliani (Corinaldo), Orianda (Terre del Lacrima), Ferrante (Terre del Lacrima) e Grossi (Trecastelli); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi) e Sartini (Argignano); 8 gol: Ortolani (Cupramontana), Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Apolloni (Serrana), Galuppa G. (Argignano), Bucci (Serrana), Lenci (Corinaldo) e Biagioli (Argignano); 7 gol: Brescini (Avis Arcevia), Mancini (Cupramontana), Rossetti (Avis Arcevia), Garden (Olimpia Juventu Falconara), Kone (Trecastelli); 6 gol: Zupo (Ostra Calcio), Olivi (Ostra Calcio) e Lungarini (Monsano).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 52, Treiese 48, Belfortese 45, MR Pioraco 33, Ripe San Ginesio 33, Pievebovigliana 32, Palombese 26, Sefrense 26, Vis Gualdo 24, San Marco Petriolo 23, Camerino Castelraimondo 23*, Fabiani Matelica 21, Sarnano 19, Pennese 18*, Abbadiense 14, Lorese 14

MARCATORI – 15 gol: Fiecconi (Belfortese) e Okere (Borgo Mogliano); 13 gol: Vrioni (Fabiani Matelica), Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese); 9 gol: Di Francesco Alex (Belfortese), Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo), Patrassi F. (Treiese), Aquino (Lorese) e Correnti (Sefrense); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Ofili (MR Pioraco) e Cesari (Camerino Castelraimondo); 7 gol: Pettinari E. (Palombese); 6 gol: Pettinari M. (Borgo Mogliano), Millaci (MR Pioraco), Albanese (MR Pioraco) e Di Gioia (Palombese).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 20^ giornata dei gironi C e F

L’Ostra Calcio prova la fuga, l’Avis Arcevia scavalca al terzo posto il Corinaldo, fermato sull’1-1 dal Rosora Angeli. Il Monsano vince il derby con l’Aurora Jesi, il Cupramontana si conferma corazzata in casa

VALLESINA, 21 febbraio 2024 – Abbiamo il primo tentativo di fuga in Seconda Categoria. Alla 20^ giornata, infatti, nel girone C l’Ostra Calcio, vincendo 3-0 contro la Leonessa Montoro, si è portata a +4 dall’Argignano, fermato sul 2-2 in casa del Palombina Vecchia. C’è stato anche, inoltre, un avvicendamento in zona play-off: il Corinaldo non va oltre l’1-1 sul campo del Rosora Angeli e si vede sorpassato dall’Avis Arcevia, che ha vinto 1-0 sul Trecastelli ottenendo la quarta vittoria di fila.

Il Monsano, inoltre, vince il derby contro l’Aurora Jesi e si avvicina a -3 dai play-off, approfittando dell’1-1 tra Olimpia Ostra Vetere e Terre del Lacrima. Il Cupramontana si conferma squadra di vertice in casa, con il 5-1 in rimonta rifilato al fanalino di coda Olimpia Juventu Falconara. Finisce in parità il derby tra Serrana e Le Torri Castelplanio.

Nel girone F, infine, la Treiese pareggia 2-2 con il Ripe San Ginesio, in una gara condizionata da una direzione arbitrale discutibile, e resta comunque a un punto dalla vetta. Andiamo a vedere insieme tutto quello che è successo.

Girone C – Avis Arcevia 1-0 Trecastelli – 75’ Brescini

L’Avis Arcevia batte di misura il Trecastelli e vola al terzo posto. I ragazzi di Sentinelli, infatti, hanno ottenuto la quarta vittoria di fila e il quinto risultato utile consecutivo, sorpassando il Corinaldo nel gradino più basso del podio. Decisivo, ancora, una volta, Simone Brescini, che ha segnato il quarto gol in tre gare. Gli ospiti, invece, restano all’ottavo posto con 28 punti.

Il momento del gol di Brescini in Arcevia-Trecastelli

Il primo tempo – spiega proprio l’autore del gol – é stato molto equilibrato e ricco di occasioni, non sfruttate a dovere da entrambe le squadre. Noi siamo stati bravi a contenere le loro migliori individualità, che soprattutto a centrocampo ci hanno creato non pochi problemi. Nella ripresa, però, siamo stati capaci di creare molto più di loro e a 15 minuti dal termine sono riuscito a segnare il gol della vittoria con un tiro rasoterra da fuori area dopo un bel fraseggio con i miei compagni. In generale, il merito della squadra è stato quello di rimanere concentrata per tutto il match, concedendo il meno possibile e attendendo il momento giusto per portare a casa il risultato”.

“Partita molto combattuta ed impegnativa – risponde il vice-allenatore del Trecastelli Andrea Giambenedetti contro un’ottima compagine molto bene organizzata.  Primo tempo caratterizzato da qualche occasione in più rispetto alla seconda parte, da ambo le parti, mentre per buona parte del secondo tempo le squadre si sono ‘annullate’ senza occasioni vere e proprie.  A 10′ dal termine bravo il loro attaccante a sfruttare un errore in uscita e a siglare il goal vittoria”.

Cupramontana 5-1 Olimpia Juventu Falconara – 5’ Faini su rigore (O) 29’, 58’ e 77’ Ortolani (C), 46’ Bini (C), 90’ Piermattei (C)

Il Cupramontana si conferma da play-off nelle partite in casa. I ragazzi di Ballini stravincono per 5-1 contro il fanalino di coda Olimpia Juventu Falconara. Eppure i rossoblù erano passati in svantaggio dopo 5 minuti con il calcio di rigore segnato da Faini. I cuprensi, però riescono a ribaltarla grazie alla tripletta diAlex Ortolani e ai gol di Bini e Piermattei. Il Cupramontana resta al decimo posto con 25 punti, a -9 dalla quinta posizione.

Un momento di Cupramontana-Olimpia Juventu Falconara

Monsano 2-0 Aurora Jesi – 36’ Bisi, 72’ Lungarini

Il Monsano vince all’inglese il derby contro l’Aurora Jesi (foto di copertina). La squadra di Pelonara, infatti, ha vinto 2-0 grazie ai gol di Bisi e Lungarini, tornando a -3 dai play-off. Per gli aurorini, invece, permane la 14^ posizione in piena zona play-out, a -3 dalla Leonessa Montoro e a +1 dal Rosora Angeli.

Risolleviamo la testa dopo il ko di Argignano – spiegano i monsanesi -. Tre punti che ci fanno sorridere. Ottima mentalità ed approccio alla gara. Siamo già in campo per preparare la prossima partita, con il Monsano che farà visita al Corinaldo a Ostra Vetere”.

Sconfitta per 2-0 – rispondono gli jesini – nel derby con il Monsano per l’Aurora. A decidere la gara un gol per tempo: apre le marcature Bisi, chiude le ostilità Lungarini a metà ripresa. E pensare che l’Aurora aveva iniziato meglio con un palo di Wade e un miracolo del bravo portiere locale Jack Perez, oltre a altre varie occasioni sciupate in attacco contro quella che si è confermata come la miglior difesa del torneo. Necessaria la reazione nel prossimo impegno casalingo contro il Cupramontana”.

Olimpia Ostra Vetere 1-1 Terre del Lacrima – 18’ Santinelli (T), 80’ Cavaliere (O)

Olimpia Ostra Vetere e Terre del Lacrima si dividono la posta in palio e resta tutto invariato in zona play-off. La sfida tra i ragazzi di Curzi e gli uomini di Bocchini, infatti, è finita 1-1: i belvederesi aprono le marcature al 18’ con Santinelli, ma a 10 minuti dalla fine Cavaliere consegna il punto ai rossoblù di casa. La classifica vede l’Olimpia Ostra Vetere quinta a 34 (a -11 dall’Ostra Calcio), seguita al sesto posto dal Terre del Lacrima sesto con 32 punti.

“Termina in parità – commenta la società ospite – per 1-1 la sfida di Ostra Vetere tra l’Olimpia e le Terre. Risultato tutto sommato giusto tra due compagini che si sono equivalse nell’arco della gara. Vantaggio delle Terre al 18’ con Santinelli che finalizza una bellissima azione corale della squadra di mister Bocchini.

Le Terre sciupano delle chances in contropiede ma controllano il match. Nella ripresa la pressione locale cresce, merito di Cavaliere che è una spina sul fianco per la nostra retroguardia. Il fortino biancorosso regge fino a 10’ dal termine quando proprio Cavaliere trovava il modo di scardinare la nostra difesa.

Finale con entrambe le squadre a caccia dei 3 punti ma con il risultato che non cambia. Terre che restano a -2 dall’Olimpia quinta, ma che in caso di arrivo a pari punti potranno avvalersi del vantaggio nello scontro diretto. Ora però occorre tornare alla vittoria, che manca da troppo tempo, nel prossimo match contro la Serrana”.

Ostra Calcio 3-0 Leonessa Montoro  – 10’ Sabbatini, 73’ Marzano, 77’ Olivi

L’Ostra Calcio capolista continua a volare e ora prova la prima fuga. La squadra di De Filippi, infatti, ha battuto per 3-0 la Leonessa Montoro e si è portata a +4 dall’Argignano. I ragazzi di Fabrizi, invece, restano al 13° posto, sempre a +3 dall’Aurora Jesi.

Il commento dell’Ostra Calcio

E sono 8! – commentano gli ostrensi – Prosegue il momento positivo dell’Ostra Calcio che allunga ad 8 la serie di vittorie consecutive, questa volta è la Leonessa Montoro a farne le spese, che subisce 3 reti senza mai impensierire troppo i padroni di casa.

Come ormai consuetudine nelle ultime giornate l’Ostra parte forte e alla seconda occasione nitida passa in vantaggio con Sabbatini (10° minuto), che da pochi passi all’interno dell’area di rigore, controlla di destro un assist di Olivi e di sinistro spedisce la palla sotto il sette.

L’Ostra mantiene il controllo della partita, creando costantemente occasioni da rete, ma faticando a trovare il raddoppio. Bisogna attendere il 73° minuto, quando Marzano raccoglie una palla intercettata da Sabbatini e con un gran destro dal limite trafigge l’incolpevole portiere avversario Giachè. Quattro minuti più tardi arriva anche il sigillo di Lorenzo Olivi che assistito da Mattia Marchetti chiude i giochi con il definitivo 3 a 0.

La palma di migliori in campo questa settimana va a Tommaso Sabbatini, autore del goal che sblocca il risultato e del recupero dal quale scaturisce il raddoppio e a Biagio Marzano, come di consueto abile baluardo difensivo e aabato anche in veste di goleador. Ora testa alla prossima insidiosa trasferta di Castelplanio, dove i ragazzi affronteranno una squadra in salute e reduce da cinque risultati utili consecutivi”.

Il commento della Leonessa Montoro

Nulla da fare – rispondono gli ospiti – per la Leonessa Montoro contro la capolista Ostra Calcio che con l’ottava vittoria consecutiva consolida il primato in classifica. I ragazzi di mister Kekko Fabrizi dopo aver subito il primo gol al 10° ci provano con coraggio e vanno vicini al pareggio, prima con Staffolani che non sfrutta un’indecisione difensiva al 21′ e poi con una bella punizione di Sabbatini che sfiora il palo al 43′.

Nel secondo tempo i padroni di casa si fanno più pericolosi e sfiorano il raddoppio in più occasioni, la retroguardia biancorossa prova a resistere ma al 73’ deve arrendersi al gran tiro di Marzano. La partita è ormai in cassaforte per la capolista che al 77 trova il terzo gol con un bel inserimento di Olivi.

Complimenti all’ Ostra che ha dimostrato di essere la squadra più forte e attrezzata del girone. Per il Montoro invece una sconfitta che non cambia la classifica con la testa ed il cuore già proiettato verso la prossima sfida di sabato prossimo”.

Palombina Vecchia 2-2 Argignano – 47′ e 69′ Donzelli (P), 62’ Sartini (A), 85’ Biagioli su rigore

Proprio l’Argignano non va oltre il 2-2 in casa del Palombina Vecchia. Allo stadio “Amadio” di Falconara Marittima, infatti, i fabrianesi rimontano dallo 1-2 dei locali, avanti grazie alla doppietta di Donzelli, con i gol di Sartini e Biagioli, tutti nella ripresa. La squadra di Mannelli resta seconda a quota 41, a -4 dalla capolista Ostra Calcio. Il Palombina Vecchia, invece, rimane all’11° posto con 21 punti.

È stata una partita divertente – spiega Leonardo Sartini dell’Argignano -, giocata a viso aperto sia da noi che dal Palombina. Abbiamo incontrato un avversario tosto, giovane, che non merita la classifica che leggiamo. Ha buone individualità – Donzelli su tutti – unite ad un ottimo gioco di squadra.

Il primo tempo non ci sono state grandi occasioni; ci siamo un po’ studiati forse. Ricordo un loro tentativo di pallonetto, nel quale Latini è riuscito a non farsi sorprendere ed un paio di nostre azioni sventate dal loro portiere.

Poi, il secondo tempo è stato molto più vivo ed emozionante. Siamo andati in svantaggio subito; bravi loro a sfruttare una ripartenza su un nostro calcio d’angolo. L’occasione per pareggiare l’abbiamo avuta qualche minuto dopo con un calcio di rigore, ma purtroppo Galuppa l’ha fallito calciandolo alto. Abbiamo continuato a spingere ed abbiamo pareggiato con un mio gol, ma neanche il tempo di festeggiare che siamo andati ancora sotto. Grande gol di Donzelli, che ha infilato un destro all’incrocio dei pali.

A quel punto è successo un po di tutto. Hanno annullato un gol a Galuppa per un fuorigioco molto, molto dubbio, diverse occasioni sciupate, cartellini gialli e rossi, fino al pari a 5 minuti dalla fine su rigore di Biagioli. Negli ultimi minuti ci abbiamo provato ancora, sia noi che loro, ma il risultato è rimasto invariato. Un pari che ci fa perdere 2 punti sull’Ostra vittorioso, ma che ci mantiene in un’ottima posizione di classifica. Ora due splendidi scontri diretti contro Arcevia e Corinaldo, entrambe ad Argignano, dove faremo di tutto per tenere vivo questo nostro sogno”.

Rosora Angeli 1-1 Corinaldo – 47’ Lenci (C), 61’ Bove (R)

Il Rosora Angeli strappa un punto a un Corinaldo in crisi d’identità. La squadra di Lucarini e Baldarelli è riuscita a pareggiare il gol di Lenci con la rete di Bove. I rosorani angelani staccano l’Olimpia Juventu Falconara, ora ultima in solitaria, e si portano a -1 dall’Aurora Jesi. Il Corinaldo, invece, in poco più di un mese è passato dal primo al quarto posto, a – 9 dalla vetta: i corinaldesi non vincono da 5 partite.

Il commento di Bove (Rosora Angeli)

“Sabato scorso – spiega l’autore del gol locale Alessandro Boveabbiamo affrontato una squadra ostica, costruita per un campionato di vertice. Non abbiamo assolutamente sfigurato, anzi, abbiamo fatto la nostra partita, concedendo poco e creando diverse situazioni pericolose.

Siamo stati costretti a due cambi forzati per infortunio nel giro di pochi minuti, ma questo non ha cambiato il nostro modo di interpretare la gara.

Sapevano che sarebbe stata una sfida difficile, come lo saranno da qui a fine campionato e che non ci possiamo permettere nessuna disattenzione. Dopo essere andati in svantaggio sugli sviluppi di un corner, abbiamo reagito alla grande e non abbiamo mai mollato riuscendo ad agguantare il pareggio su un altro calcio piazzato.

Questa reazione e questa voglia di non mollare mai fanno ben sperare per il proseguo del nostro campionato. Purtroppo abbiamo raccolto meno rispetto a quanto dimostrato sul campo finora. Ma abbiamo un gran gruppo e sono sicuro che riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo, per noi, per la società e per i nostri tifosi che non smettono mai di sostenerci!”.

Un momento di Rosora Angeli-Corinaldo

Il commento del Corinaldo

Secondo pareggio consecutivo – spiegano, invece, gli ospiti – per il Corinaldo che anche a Rosora si fa raggiungere dopo essere passato in vantaggio.

Primi 45’ non bellissimi con molti errori da ambo le parti. Gli ospiti provano a costruire dal basso ma, la troppa imprecisione sommata al poco movimento rendono la manovra sterile. Tuttavia le poche volte che ci riescono si rendono sempre pericolosi.

Mazzanti di testa non arriva per pochissimo sul bel cross di Cicetti allargatosi per l’occasione sulla corsia di destra. Poco dopo è sempre Mazzanti a calciare da posizione defilata trovando la pronta risposta di Pettinelli. Il Rosora fa paura principalmente da calci piazzati sfruttando la loro fisicità. Proprio da uno di questi Lucarini spedisce alto da pochi passi.

A inizio ripresa il Corinaldo passa in vantaggio con Lenci, sugli sviluppi di corner, bravo a concludere sotto la traversa il cross prolungato da Cicetti sul primo palo. I locali non ci stanno e pareggiano al 60’ direttamente da calcio di punizione con Bove. Il suo tiro/cross sorprende Lattanzi che riesce solo a deviare la sfera prima che entri in rete, nonostante il tentativo sulla linea di Tarsi.

Gli ospiti creano subito due palle gol. Lorenzo Giuliani, dopo una triangolazione con Esposto, calcia a lato da buonissima posizione. Tranquilli, appena subentrato, ci prova con una conclusione volante dal limite che esce di poco sopra la traversa. Forcing finale dei locali che recriminano per un paio di interventi in area di rigore. Partita sottotono per i nostri ragazzi che in quest’ultimo periodo sono troppo discontinui. Ritorniamo subito in carreggiata!”.

Il pubblico di Serrana-Le Torri Castelplanio

Serrana 1-1 Le Torri Castelplanio – 40’ Apolloni (S), 92’ Mariotti (L)

Il derby dell’Alta Vallesina tra Serrana e Le Torri Castelplanio finisce in parità. Apolloni apre le marcature per i locali, ma la squadra di Fugante pareggia al 92’ grazie a Mariotti. In una cornice di pubblico da categorie superiori, dunque, le due squadre si spartiscono un punto a testa.

La Serrana sale al 12° posto con 19 punti con il terzo pareggio consecutivo. Il giudice sportivo, inoltre, ha rigettato il ricorso sulla partita contro l’Olimpia Juventu Falconara per la presunta posizione irregolare di un giocatore falconarese. Sponda Le Torri, invece, arriva il quinto risultato utile (3 vittorie e 2 pareggi), con la squadra che resta nona a 27 punti.

“Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene – spiega il giocatore ospite Edoardo Mariotti -, creando diverse occasioni. Siamo andati in rete con Montecchiarini e Nacciariti, ma l’arbitro ha annullato entrambi i gol per fuorigioco. La Serrana è passata in vantaggio verso la fine del primo tempo e da lì abbiamo cominciato a soffrire. I rossoverdi sono ostici e difficili da affrontare, sopratutto in casa e in un derby molto sentito: sapevamo che avrebbero venduto cara la pelle. 

Ad inizio ripresa abbiamo sofferto: il campo era molto pesante, quindi le due squadre hanno cercato situazioni di palla lunga, badando meno al bel gioco. Alla fine, a forza di attaccare, siamo riusciti a pareggiare. Nel complesso l’1-1 ci sta un pò stretto, però per come è arrivato va bene lo stesso, specialmente in un derby”. 

Girone F – Treiese 2-2 Ripe San Ginesio – 32’ Moglianesi (R), 42’ Marini G. (T), 77’ Boe (R), 89’ Patrassi L. (T)

La Treiese pareggia con il Ripe San Ginesio e resta a -1 dalla vetta del girone F. La squadra di Tassi, infatti, ha rimontato gli ospiti per ben due volte: Moglianesi ha aperto le marcature, Gianmarco Marini ha segnato l’1-1; quindi, nella ripresa, Boe fa 1-2 e Lorenzo Patrassi segna il definitivo 2-2. Discutibile la direzione arbitrale del signor Papa di Macerata, che ha penalizzato i rossoblù nel gol dell’1-2 (realizzato su fallo non ravvisato sulla squadra di casa) e con l’espulsione di Paciaroni nei minuti finali. Anche il Borgo Mogliano ha pareggiato a Pioraco, così, a due giornate dal big match, le due formazioni restano divise da un punto (49 a 48).

Abbiamo affrontato una squadra in salute – commenta il centrocampista della Treiese Gianmarco Marini -, che mi aveva fatto una buona impressione anche all’andata. Venivano da 4 risultati utili consecutivi ed hanno dimostrato di essere organizzati e ben messi in campo. Noi eravamo partiti bene nella prima mezz’ora, ma ci è mancato l’ultimo passaggio negli ultimi 15 metri per creare i presupposti per passare in vantaggio.

Poi abbiamo subito il gol in un episodio, anche un po’ sfortunato, ma siamo stati bravi a riprenderla a fine primo tempo. Nel secondo tempo è stata una partita equilibrata: loro sono stati bravi a sfruttare l’unica occasione per fare gol. Poteva tagliarci le gambe, ma questa Treiese ha dimostrato maturità e forza pareggiando la partita all’ultimo minuto regolamentare. Alla fine il pareggio penso sia giusto, dispiace perché potevamo sfruttare l’occasione per andare in testa. Inutile guardarsi indietro, però, ora testa alla Palombese: sarà una partita difficile che dovremmo affrontare con la giusta fame”. 

I pronostici di mister Carletti

Serrana-Le Torri Castelplanio – pronostico X – risultato X

Olimpia Ostra Vetere-Terre del Lacrima – pronostico 1 – risultato X

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 22/40

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 45, Argignano 41, Avis Arcevia 37, Corinaldo 36, Olimpia Ostra Vetere 34, Terre del Lacrima 32, Monsano 31, Trecastelli 28, Le Torri Castelplanio 27, Cupramontana 25, Palombina Vecchia 21, Serrana 19, Leonessa Montoro 17, Aurora Jesi 14, Rosora Angeli 13, Olimpia Juventu Falconara 12

MARCATORI – 11 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere) e Donzelli (Palombina Vecchia); 10 gol: Marchetti (Ostra Calcio) e Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Sartini (Argignano), Orianda (Terre del Lacrima) e Grossi (Trecastelli); 8 gol: Apolloni (Serrana), Galuppa G. (Argignano), Lenci (Corinaldo) e Biagini (Argignano); 7 gol: Ortolani (Cupramontana), Brescini (Avis Arcevia), Mancini (Cupramontana), Montecchiarini (Le Torri Castelplanio) e Rossetti (Avis Arcevia); 6 gol: Zupo (Ostra Calcio), Bucci (Serrana), Olivi (Ostra Calcio), Garden (Olimpia Juventu Falconara) e Kone (Trecastelli)

Girone D

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 49, Treiese 48, Belfortese 42, MR Pioraco 33, Ripe San Ginesio 32, Pievebovigliana 31, Sefrense 23, Palombese 23, San Marco Petriolo 23, Vis Gualdo 23, Camerino Castelraimondo 23, Fabiani Matelica 20, Sarnano 19, Pennese 17, Abbadiense 13, Lorese 13

mMARCATORI15 gol: Fiecconi (Belfortese); 14 gol: Okere (Borgo Mogliano); 13 gol: Vrioni (Fabiani Matelica), Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese); 9 gol: Di Francesco Alex (Belfortese), Patrassi F. (Treiese), Aquino (Lorese) e Correnti (Sefrense); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo), Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo); 6 gol: Pettinari E. (Palombese), Pettinari M. (Borgo Mogliano), Millaci (MR Pioraco), Albanese (MR Pioraco) e Di Gioia (Palombese).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 19^ giornata dei gironi C e F

Prosegue il duello Ostra-Argignano, anche se i fabrianesi hanno rischiato di pareggiare contro un coriaceo Monsano. Il Cupramontana perde a Trecastelli e prosegue la maledizione delle gare in trasferta. Terza vittoria di fila per il Le Torri Castelplanio. Nel girone F, la Treiese vince con l’Abbadiense e resta a -1 dalla vetta

VALLESINA, 15 febbraio 2024 – Se in Prima Categoria prosegue l’incertezza, sembrano essere più definite le posizioni in Seconda. Nelle partite della 19^ giornata, infatti, non ci sono state particolari soprese. Nel girone C, in particolare, prosegue il duello Ostra Calcio-Argignano in testa: gli ostrensi primi della classe hanno battuto in trasferta l’Olimpia Juventu Falconara, mentre i fabrianesi l’hanno spuntata solo a 15 minuti dalla fine contro un coriaceo Monsano, capace di ribaltare la sfida dal 2-0 al 2-2, prima di alzare bandiera bianca sul 3-2.

In zona play-off, il Corinaldo pareggia contro l’Olimpia Ostra Vetere ed entrambe le squadre perdono terreno dalla testa della classifica. L’Avis Arcevia rinsalda la propria posizione negli spareggi, vincendo a 5 minuti dalla fine grazie all’acuto del solito Brescini. Risale il Trecastelli, al settimo risultato utile con il successo contro un Cupramontana che in trasferta non riesce ad esprimere le proprie potenzialità.

In coda, l’Aurora Jesi pareggia contro la Serrana, ma resta a -3 dalla Leonessa Montoro, che ha fermato sullo 0-0 il Terre del Lacrima. Nel girone F, la Treiese ha vinto il derby contro l’Abbadiense, rimanendo a -1 dal primo posto. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Il pre-gara di Aurora Jesi-Serrana

Girone C – Aurora Jesi 1-1 Serrana – 25’ Paolucci (A), 58’ Bucci su rigore (S)

L’Aurora Jesi e la Serrana si dividono un punto a testa. La partita del “San Sebastiano”, infatti, è terminata 1-1: al gol di Paolucci nel primo tempo ha risposto su rigore Bucci. I rossoverdi di Serra San Quirico salgono a 18 punti al 12° posto, mentre gli aurorini restano al 14° posto a 14, sempre a -3 dalla salvezza diretta.

Giusto pareggio – spiega la società jesina – per 1-1 tra Aurora e Serrana che si dividono la posta in palio al termine di una gara combattuta. Un tempo per parte con l’Aurora che ancora una volta parte meglio nei primi 45’ di gioco prima di calare alla distanza. Vantaggio arancioblu nel primo tempo grazie alla rete di Marco Paolucci che supera i difensori ospiti e di precisione insaccava per la prima gioia stagionale.

Nella ripresa cresce la Serrana che trova il pari su rigore di Bucci dopo atterramento di Cecati da parte di Ambrosi. Nel finale entrambe le squadre hanno occasioni per vincere la partita, ma alla fine il pareggio accontenta tutti. Nulla cambia in classifica in zona playout mentre guardando dietro l’Aurora guadagna 1 punto su Olimpia Juventu Falconara e Rosora Angeli”.

“La partita –risponde l’autore del gol ospite Davide Bucci – è stata molto combattuta. Nel primo tempo l’Aurora ha meritato di passare in vantaggio, ma nella ripresa gli jesini praticamente non sono scesi in campo, li abbiamo assediati e avremmo meritato di vincere. Il punto accontenta tutte e due le squadre, forse più noi che loro”. La Serrana, inoltre, è in lutto per la scomparsa dello storico dirigente Gianni Pellacchia.

Argignano 3-2 Monsano – 12’ Galuppa G. (A), 34’ Biagioli (A), 40’ e 60’ Lungarini (M), 75’ Sartini (A)

Termina dopo 10 partite il periodo senza sconfitte del Monsano. I rossoblù di Pelonara, infatti, hanno perso 3-2 in casa dell’Argignano, dopo aver rimontato dal 2-0 al 2-2. I locali, infatti, sono passati in vantaggio al 12’ con Gabriele Galuppa che sbaglia un calcio di rigore ma sulla respinta realizza l’1-0. Dopo un palo colpito dagli ospiti, al 34’ Biagioli di testa sugli sviluppi di un angolo fa 2-0. A fine primo tempo, però, il Monsano accorcia, con la pennellata da punizione di Lungarini che termina sotto l’incrocio dei pali.

Leonardo Sartini dell’Argignano

Il pari arriva al 60’, con il contropiede finalizzato ancora da Lungarini. I padroni di casa, però, ci credono di più e conquistano la vittoria: dopo la parata di Perez su Biagini, al 75’ Sartini dalla fascia si accentra e con un missile rasoterra a fil di palo realizza il definitivo 3-2. Con questi tre punti l’Argignano di Mannelli resta in scia all’Ostra Calcio, dati i 40 punti a -2 dalla vetta, allungando a +5 dal Corinaldo. Il Monsano, invece, resta settimo ma scivola a -5 dai play-off, raggiunto in classifica dal Trecastelli.

“È stata una bella partita sotto tutti i punti di vista – commenta Gianluca Biagioli dell’Argignano -, siamo partiti molto forte andando in doppio vantaggio e creando diverse occasioni da goal neutralizzate da un ottimo Perez. Poi poco prima della fine del primo tempo abbiamo subito il 2-1 e diciamo che l’inerzia della partita è cambiata, merito anche dell’avversario.
Nella ripresa infatti abbiamo subito alcune ripartenze che hanno portato al pareggio degli ospiti. Con l’ingresso di nuovi innesti dalla panchina abbiamo mantenuto la buona prestazione che ha portato al goal del nuovo vantaggio con Sartini”

 “Usciamo da Argignano – spiega la società ospite – con zero punti, ma a testa alta. Una sconfitta che fa male, ma grande prova di carattere. I rossoblù ci sono, hanno mentalità giusta e sono un gruppo compatto e unito. La squadra è già in campo per preparare il match contro l’Aurora Jesi”.

Avis Arcevia 1-0 Rosora Angeli – 85’ Brescini

L’Avis Arcevia batte il Rosora Angeli con un gol a 5 minuti dalla fine. Brescini, infatti, regala agli arceviesi un successo importante, che li proietta in piena zona play-off al quarto posto, a +2 dalla sesta posizione. I rosorani del duo Lucarini-Baldarelli restano al 15° posto, con 12 punti, a -5 dalla salvezza diretta.

La sfida – spiega il match winner Simone Brescini – è iniziata subito con alcune grandi occasioni da parte nostra, che non siamo riusciti a concretizzare. In generale nel primo tempo abbiamo creato molte palle gol, ma non abbiamo trovato il vantaggio. Nella ripresa abbiamo continuato ad attaccare con la stessa determinazione con cui stiamo affrontando le ultime partite.

A forza di insistere verso la fine sono riuscito a trovare il gol dalla sinistra sfruttando un filtrante perfetto di Alessandro Cossa e piazzando la palla con il piede destro sul secondo palo. Ancora una volta il merito va dato alla squadra, molto brava a concedere poche occasioni agli avversari e non mollare mai nei 90 minuti”.

“La partita – spiega il co-allenatore del Rosora Angeli, Michele Baldarelli – era stata preparata bene e la squadra ha risposto bene sul campo, nonostante avessimo diversi squalificati, tra cui appunto mister Lucarini. a differenza di punti in classifica non si è vista. L’Arcevia è un’ottima squadra e sicuramente hanno fatto qualcosa in più rispetto a noi, ma fino all’80° il pareggio ci stava tutto.

Purtroppo, nel momento in cui la partita sembrava scorrere via sullo 0 a 0 senza sussulti da ambo le parti, c’è stato l’episodio dell’espulsione a Marinelli che ha completamente riaperto i giochi e ridato morale all’Arcevia, che è stata brava a sfruttare al meglio l’unica disattenzione della nostra retroguardia. Si tratta di un periodo in cui paghiamo caro ogni piccolo errore, però la squadra è viva e siamo tutti convinti che ci possiamo salvare”.

Corinaldo 1-1 Olimpia Ostra Vetere – 50’ Mazzanti (C), 94’ Cavaliere (O)

L’Olimpia Ostra Vetere strappa il pari al Corinaldo al 95’ minuto. Il big match, infatti, è terminato 1-1: a Mazzanti ha risposto Cavaliere in extremis. I corinaldesi di Giulioni, sempre terzi, scivolano a -7 dalla vetta e vedono risalire a +1 l’Avis Arcevia, mentre la squadra di Curzi è ora quinta a quota 33.

Pareggio 1-1 per il Corinaldo – commenta la società di casa – che viene raggiunto al 95’ dall’Ostra Vetere con un gol molto contestato. I ragazzi di mister Giuliani entrano in campo determinati e sicuri delle loro potenzialità. Al primo corner sorprendono la difesa ospite con Dattilo che di testa spedisce a lato. Gli ospiti con la consueta costruzione dal basso sbattono contro un Corinaldo corto e compatto che chiude tutti gli spazi. Al 15’ episodio dubbio in area ospite tra Rosi e Cicetti con la maglia dell’attaccante che si allunga, ma per l’arbitro non è rigore. Sul finale di tempo Paniconi viene stoppato da una chiusura perfetta di Tarsi che gli impedisce il gol. Si chiude così un primo tempo sostanzialmente equilibrato.

Partita senza dubbio più vivace nella ripresa dove il Corinaldo parte forte e sblocca il match con una bella azione. Biagini rientra sull’out di destra e pesca Giuliani al limite, bravo a servire Mazzanti che apre il piattone e firma l’1-0. I locali sulle ali dell’entusiasmo sfiorano subito il raddoppio con Giuliani, ma Putignano devia in angolo. Poco dopo il giovane Esposto sciupa la palla del 2-0, schiacciando troppo il tiro e consentendo il recupero sulla linea della difesa rossoblù. All’ultimo minuto arriva il pareggio sugli sviluppi di palla inattiva.

Magagnini calcia verso la porta trovando sulla traiettoria Cavaliere, in posizione netta di off-side, che supera Lattanzi. L’arbitro Mancini clamorosamente non interviene, decisione eclatante che lascia tutti esterrefatti. Peccato per il pareggio subito alla fine, ma oggi si è rivista la squadra che lotta e soffre l’uno per l’altro. La prestazione c’è stata e dobbiamo ripartire da questa. Testa alta ragazzi!”.

Olimpia Juventu Falconara 1-3 Ostra Calcio – 5’ Zupo (OC), 11’ e 57’ Marchetti (OC), 34’ Garden su rigore (OF)

Prosegue la cavalcata dell’Ostra Calcio. I ragazzi di De Filippi, infatti, hanno battuto 1-3 l’Olimpia Juventu Falconara, centrando la settima vittoria consecutiva che li mantiene in vetta. Al 5’ Zupo apre e marcature, quindi Marchetti raddoppia sei minuti più tardi. I falconaresi accorciano con il solito Garden al 34’, ma nella ripresa ancora Mattia Marchetti segna il definitivo 1-3. La squadra locale resta al penultimo posto con 12 punti, perdendo così una lunghezza dalla salvezza diretta.

“L’Ostra Calcio – commentano gli ospiti – prosegue nel suo ruolino di marcia e conquista in trasferta la 7° vittoria consecutiva, ai danni dell’Olimpia Juventu Falconara. I ragazzi di mister De Filippi partono subito forte e al 5′ minuto passano in vantaggio, cross dalla destra di Lorenzo Olivi e Mirko Zupo al volo di sinistro insacca per lo 0 a 1. Dopo appena 6′ minuti, l’Ostra raddoppia, questa volta è Mattia Marchetti a sfruttare l’assist di Olivi e a mettere con un preciso colpo di testa la palla sotto il sette, lasciando di stucco il portiere avversario Camedda.

Nei minuti successivi la partita scorre in totale controllo da parte dell’Ostra, che per imprecisione ed un pizzico di sfortuna non riesce a trovare la terza rete. Passata la mezz’ora di gioco ci pensa il direttore di gara a riavvivare una partita fino a quel momento a senso unico, concedendo un calcio di rigore ai padroni di casa per un improbabile fallo di mano di Capitanelli, colpito dalla palla all’addome. Garden Gutierrez si presenta dagli undici metri e trasforma spiazzando Quagliani per l’1 a 2.

Nella ripresa l’Ostra, complice la superiorità numerica per l’espulsione di un avversario, continua a gestire la partita senza troppi affanni e al 57′ chiude i giochi con Marchetti, che servito ancora una volta da Olivi, deposita a porta vuota la palla del definitivo 1 a 3.Ennesima ottima prestazione di squadra, sugli scudi Mattia Marchetti per la doppietta e in particolar modo Lorenzo Olivi, spina nel fianco della difesa avversaria e autore di tutti tre gli assist decisivi. Avanti così…”.

Terre del Lacrima 0-0 Leonessa Montoro

A Belvedere Ostrense la Leonessa Montoro raccoglie un buon punto. I ragazzi di Fabrizi, infatti, hanno pareggiato per 0-0 contro il Terre del Lacrima, mantenendo i tre punti di vantaggio dall’Aurora Jesi. I locali, invece, restano al sesto posto a quota 31, a -2 dai play-off.

Poche emozioni al Piccioni – spiega la società di casa -, Terre del Lacrima e Leonessa Montoro impattano 0-0. Giornata opaca per le Terre che tengono il pallino del gioco ma non riescono praticamente mai a impensierire la compatta difesa filottranese. Nella ripresa si urla al vantaggio sull’inzuccata vincente di Procaccini ma l’arbitro annulla per un precedente fallo di Carletti. Una chance pure per gli ospiti con Fortuna bravo a opporsi.

L’allenatore della Leonessa Montoro, Francesco Fabrizi

Il fischio finale certifica il momento negativo della squadra, ancora a secco di vittorie in questo girone di ritorno. Urge una reazione a partire dal prossimo fondamentale impegno, lo scontro diretto in zona playoff sul campo dell’Olimpia Ostra Vetere”

“E’ stata una partita equilibrata – risponde mister Francesco Fabrizi della Leonessa Montoro – contro una buonissima squadra, soprattutto in avanti con Ferrante e Orianda. Ci sono stati tiri in porta. Alla fine potevamo portare a casa il risultato pieno, ma il loro portiere è stato bravo. Il pareggio è il risultato più giusto”.

Trecastelli 2-0 Cupramontana – 30’ Girolimetti, 89’ Mandolini

Il Trecastelli batte all’inglese il Cupramontana e continua a sognare i play-off. I biancoblù, infatti, ottengono il quinto risultato utile di fila (seconda vittoria consecutiva in casa) grazie ai gol di Girolimetti e Mandolini. I cuprensi di Ballini continuano il digiuno lontano dalle mure amiche: si tratta della seconda sconfitta di fila in trasferta, con i rossoblù che finora non hanno mai vinto fuori casa in questa stagione. Se nel proprio stadio il Cupramontana ottenuto 20 punti, meno solo di Argignano e Ostra, in trasferta sta facendo peggio di tutti, con soli 2 punti in 9 partite.

 “Quella di sabato – spiega proprio l’autore del primo gol Gabriele Girolimetti – è stata una vittoria molto importante, ci permette di mantenere un discreto vantaggio sulla zona playout e ci permette di sbirciare anche sopra di noi per sognare un posto nei playoff. Nel primo tempo le squadre si affrontano a viso aperto senza essere però pericolose negli ultimi metri. Siamo noi a sbloccarla alla mezz’ora sugli sviluppi di un calcio piazzato, ben calciato da Kone sul secondo palo trovando la sponda di Angeloni, che ringrazio per l’assist, sul quale mi avvento e segno di tapin con anche un pizzico di fortuna (ride, ndr).

Successivamente riusciamo ad essere nuovamente pericolosi ma sciupiamo un importante occasione da pochi metri alcuni minuti dopo. Nel secondo tempo il Cupra alza il proprio baricentro alla ricerca del pareggio, ma siamo bravi a gestire la gara e renderci pericolosi in contropiede. Proprio in contropiede riusciamo a chiudere il match nei minuti finali, grazie alla bella azione di Malerba che sfrutta un pallone che sembrava ormai perso per fornire un assist a Mandolini che spinge la palla in rete da pochi passi dalla riga di porta. Guardandoci avanti: sappiamo che per raggiungere un posto nei playoff dovremo vincere contro squadre ben attrezzate e abituate a certe posizioni di classifica, una delle quali, l’Arcevia, ci aspetta nel prossimo turno. Sarà una partita difficile ma siamo carichi e ambiziosi”. 

L’esultanza di Francesco Corinaldesi del Le Torri Castelplanio – Foto di Nicoletta Paciarotti

Le Torri Castelplanio 4-0 Palombina Vecchia – 11’ su rigore, 24’ e 59’ Corinaldesi, 33’ Montecchiarini

Ci ha preso gusto il Le Torri Castelplanio. La squadra di Simone Fugante, infatti, ha battuto con un rotondo 4-0 il Palombina Vecchia con la tripletta di Corinaldesi e il gol del momentaneo 3-0 di Montecchiarini. Con la terza vittoria consecutiva, nonché quarto risultato utile, i rossoblù salgono all’ottavo posto con 26 punti, a -7 dai play-off e a +12 dai play-out. I falconaresi, invece, incappano nella sesta sconfitta in sette partite, rimanendo all’11° posto con 20 punti.

“Siamo partiti subito forte – spiega proprio Francesco Corinaldesi -. Filippo Nacciariti si è procurato un rigore all’11° e l’ho trasformato. Subito dopo, in un capovolgimento di fronte sugli sviluppi di una punizione avversaria sulla trequarti, la palla viene toccata di mano da un nostro difensore, per l’arbitro è rigore ma fortunatamente per noi il giocatore del Palombina Vecchia lo sbaglia, tirando fuori, anche se Priori aveva intuito l’angolo. Se avessero segnato, il match avrebbe preso una piega diversa, tuttavia siamo subito ripartiti e abbiamo trovato il 2-0: su un cross di Loris Cerioni io la devio di testa in area verso un difensore che mette fuorigioco il proprio portiere. Ad essere onesti è un mezzo autogol. 

Riccardo Montecchiarini segna il 3-0, che sfrutta il filtrante di un nostro centrocampista con un bel taglio a superare in velocità il difensore avversario, realizzando la rete con un tiro secco. Nella ripresa segno il 4-0, raccogliendo il cross da punizione e sbucando tra le maglie dei difensori ospiti. Nel finale avremmo potuto segnare la quinta rete, ma Nacciariti ha sbagliato un calcio di rigore che anche questa volta si era procurato: il portiere ha parato il tiro. Peccato, avrebbe meritato di segnare perché ha giocato una partita veramente molto buona. Dopo questi risultati positivi ci aspetta il derby contro la Serrana: è un campo ostico ma ce la metteremo tutta per disputare un buon match”

Girone F – Abbadiense 1-3 Treiese – 34’ e 56’ Patrassi F. (T), 75’ Latini (T), 77’ Soldini A. (A)

La Treiese batte anche l’Abbadiense (foto di copertina) e resta in scia al Borgo Mogliano. La squadra di Tassi, nel girone F, ha vinto 1-3 contro i cugini di Santa Maria in Selva, grazie alla doppietta di Francesco Patrassi e al gol di Latini, con la rete locale della bandiera segnata da Andrea Soldini. I rossoblù ottengono la quinta vittoria di fila e il dodicesimo risultato utile consecutivo, rimanendo a -1 dai moglianesi, vincenti per 2-0 nel sempre sentito derby contro il San Marco Petriolo.

Samuele Tassi, mister della Treiese

“Secondo me è stata un’ottima partita – commenta mister Samuele Tassi, sono soddisfatto, perché venivamo dalla brutta prestazione contro la Vis Gualdo in cui i ragazzi non mi sono piaciuti, nonostante la vittoria. Nei primi 20 minuti abbiamo dovuto registrare le posizioni in campo con il nuovo modulo e non siamo stati brillantissimi, anche per via dell’assenza di Francucci. C’era anche la difficoltà di giocare fuori casa in un campo particolare come quello di Santa Maria in Selva. Superato questo momento, siamo andati bene, creando diverse occasioni. Sono contento della prova della squadra”.

I pronostici di mister Carletti

Argignano-Monsano – pronostico X – risultato 2

Corinaldo-Olimpia Ostra Vetere – pronostico 2 – risultato X

Totale di giornata: 0/2 – Totale complessivo: 21/38

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 42, Argignano 40, Corinaldo 35, Avis Arcevia 34, Olimpia Ostra Vetere 33, Terre del Lacrima 31, Monsano 28, Trecastelli 28, Le Torri Castelplanio 26, Cupramontana 22, Palombina Vecchia 20, Serrana 18, Leonessa Montoro 17, Aurora Jesi 14, Olimpia Juventus Falconara 12, Rosora Angeli 12

MARCATORI – 10 gol: Marchetti (Ostra Calcio), Giuliani (Corinaldo) e Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere);9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Orianda (Terre del Lacrima), Ferrante (Terra del Lacrima), Donzelli (Palombina Vecchia) e Grossi (Trecastelli); 8 gol: Galuppa (Argignano) e Sartini (Argignano); 7 gol: Mancini (Cupramontana), Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Apolloni (Serrana), Lenci (Corinaldo), Biagioli (Argignano) e Rossetti (Avis Arcevia); 6 gol: Brescini (Avis Arcevia), Zupo (Ostra Calcio), Bucci (Serrana), Garden (Olimpia Juventu Falconara) e Kone (Trecastelli); 5 gol: Perlini (Olimpia Ostra Vetere), Cerioni (Le Torri Castelplanio), Ciavattini (ex Leonessa Montoro), Olivi (Ostra Calcio), Disabato (Avis Arcevia) e Fratoni (Serrana).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 48, Treiese 47, Belfortese 41, MR Pioraco 32, Pievebovigliana 31, Ripe San Ginesio 31, Sefrense 23, Palombese 22, San Marco Petriolo 22, Vis Gualdo 20, Camerino Castelraimondo 20, Fabiani Matelica 19, Sarnano 19, Pennese 17, Abbadiense 12, Lorese 12

MARCATORI – 14 gol: Fiecconi (Belfortese) e Okere (Borgo Mogliano); 13 gol: Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese); 11 gol: Vrioni (Fabiani Matelica); 9 gol: Di Francesco Alex (Belfortese) e Patrassi F. (Treiese); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo), Aquino (Lorese), Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo) e Correnti (Sefrense); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio): 6 gol: Pettinari E. (Palombese), Pettinari M. (Borgo Mogliano), Millaci (MR Pioraco), Albanese (MR Pioraco) e Di Gioia (Palombese); 5 gol: Latini (Treiese) e Ndiour (Sarnano).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 18^ giornata dei gironi C e F

Non si ferma la cavalcata dell’Ostra Calcio, frena l’Argignano in casa del Rosora Angeli, ko il Corinaldo a Cupramontana. L’Olimpia Ostra Vetere ribalta l’Aurora Jesi, pari del Monsano con il Trecastelli. Nel girone F, la Treiese vince in casa e vede la vetta a un punto

VALLESINA, 8 febbraio 2024 – Chi potrà fermare l’Ostra Calcio? Questo è il tema più importante della 18^ giornata di Seconda Categoria. Nel girone C, infatti, gli ostrensi sono rimasti in vetta solitaria, rifilando un 3-0 senza scampo a una formazione di valore come il Terre del Lacrima. Steccano le inseguitrici: l’Argignano riprende al 90’ il Rosora Angeli, mentre il Corinaldo cade in casa di un ritrovato Cupramontana.

Ne approfittano Olimpia Ostra Vetere e Avis Arcevia per accorciare sulla seconda posizione. I rossoblù di Curzi, in particolare, hanno rimontato l’Aurora Treia dallo 0-2 del primo tempo al 3-2 della ripresa, mentre gli arceviesi si sono imposti all’inglese sul Palombina Vecchia. Il Monsano, invece, è stato fermato sull’1-1 dal Trecastelli, restando comunque a -3 dai play-off.

Gli allievi Fugante e Maccioni, inoltre, hanno battuto il maestro Fabrizi: il Le Torri Castelplanio ha espugnato Montoro con un netto 0-3. Il 3-3 tra Serrana e Olimpia Juventu Falconara, invece, non è stato omologato dal giudice sportivo, poiché i padroni di casa hanno fatto ricorso per una presunta irregolarità ospite. Nel girone F, infine, una Treiese non bellissima batte la Vis Gualdo e si porta a -1 dalla vetta, accendendo ulteriormente il duello con la capolista Borgo Mogliano. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Girone C – Monsano-Trecastelli 1-1 – 50′ Florio (T), 51′ Bisi (M)

Monsano e Trecastelli si dividono la posta in palio in un minuto. L’1-1 tra le due squadre, infatti, arriva tra il 50’ e il 51’: al gol ospite di Florio ha risposto Bisi. I rossoblù di mister Pelonara restano al settimo posto, a -3 dai play-off, mentre i biancoblù di Rodolfo Galotta seguono all’ottavo posto, a -3 dai monsanesi.

Il commento del Monsano

“Il Monsano – spiega la società di casa – non riesce a ripetersi dopo la vittoria a Rosora e, sabato scorso, contro la formazione del Trecastelli, trova un pareggio e un punto che ci sta stretto, viste le tante occasioni avute sui piedi dei rossoblu e l’uomo in più in campo per quasi tutta la ripresa. Ma facciamo ordine.

I primi 45 minuti vedono la squadra di mister Pelonara padrona del campo. Un Pieralisi scatenato in ripartenza mette un cross, dalla destra, per Sardella che, a pochi passi dalla porta, fallisce. Passano pochi minuti e il Monsano ha nuovamente l’occasione per passare in vantaggio. Ancora Pieralisi in gran forma, questa volta sulla fascia opposta, lascia partire il traversone che Sardella però ‘cicca’. Dopo un batti e ribatti in area la sfera arriva sui piedi di Martinelli che da pochi metri non trova la rete.

La ripresa vede gli ospiti premere sull’acceleratore e infatti trovano la rete al 50’. Cross dalla sinistra, Cucchi si fa sorprendere e alle sue spalle è Florio che trova di testa il gol.  Neanche il tempo di esultare per la formazione biancoblu che il Monsano segna il gol del pareggio.

Palla lunga sulla destra per Bisi che dopo un magnifico stop si accentra, se la porta sul mancino e lascia partire uno splendido sinistro sul primo palo.

La formazione ospite poi rimane in 10. Monsano all’ arrembaggio. Ed è Sardella ad avere l’occasione più nitida per i suoi. Cross in mezzo del neoentrato Mattioli. Palla tesa e forte, Sardella trova l’impatto con il pallone ma la sfera finisce alta sopra la traversa da pochi passi.

C’è anche un ulteriore occasione dagli sviluppi di un corner. Un’incornata vincente di Giacani sul primo pallo aveva trovato la rete ma il direttore di gara ferma tutto per un fallo in attacco.

Triplice fischio ed un punto che ci lascia un po’ d’amaro in bocca, viste le tante occasioni non concretizzate. Settimo posto consolidato in classifica a quota 28 punti. Zona playoff sempre a meno 3. Siamo già in campo per preparare il match di sabato. I rossoblù faranno visita all’ostico Argignano, secondo in classifica”.

Il Trecastelli 2023-2024

Il commento del Trecastelli

Il primo tempo – risponde Domenico Florio del Trecastelli – ha visto entrambe le squadre vogliose di imporre il proprio gioco, a tratti anche proponendo belle trame, ma finisce a reti inviolate. Nel secondo tempo la squadra approccia la gara nel modo corretto e dopo pochi minuti riesco a fare gol sul bel cross di Aisoni.Neanche il tempo di esultare che a causa di un nostro calo di concentrazione prendiamo gol. Successivamente la partita diventa più tesa e combattuta ed il nostro centrocamposta Errady viene espulso a causa di due discutibili ammonizioni.

L’inferiorità numerica nei primi minuti non si fa sentire, ma nei minuti finali il Monsano spinge e spreca fortunatamente per noi un paio di occasioni. Nel complesso dobbiamo ritenerci soddisfatti e possiamo considerare questo un punto guadagnato visto che abbiamo giocato circa mezz’ora in inferiorità numerica, ma siamo anche consapevoli che in parità numerica saremmo potuti tornare da Monsano col bottino pieno e questo ci lascia un po’ di rammarico. Adesso testa a sabato che ci aspetta un importante scontro diretto con il Cupramontana.”

Cupramontana-Corinaldo 2-0 – 13′ e 59′ Ortolani

Il colpo di giornata lo fa il Cupramontana (foto di copertina). La squadra di Ballini, infatti, ha battuto 2-0 il Corinaldo grazie alla doppietta di Alex Ortolani. I rossoblù passano al decimo posto con 22 punti, a -9 dai play-off. I corinaldesi di Giuliani, invece, alla seconda sconfitta di fila con il successo che manca da tre giornate, restano al terzo posto, ma vedono avvicinarsi a -2 l’Olimpia Ostra Vetere.  

I commenti

Il Corinaldo – spiega proprio il match winner Alex Ortolaniè stato un avversario tosto, che ci ha messo da subito in difficoltà con una pressione ben organizzata, ma siamo stati bravi a non concedere loro niente e a concretizzare due delle numerose occasioni che abbiamo creato. Dopo tre partite nelle quali non siamo riusciti a raccogliere quanto avremmo meritato, ritorniamo alla vittoria, che ci lascia una piccola speranza per il proseguo della stagione. Proveremo fino alla fine a recuperare la distanza dalle squadre che ci precedono”.

Seconda sconfitta consecutiva per il Corinaldo – risponde la società ospite – che torna dalla deludente trasferta di Cupramontana con 0 punti. Nei primi 10’ gli ospiti partono bene, ma non riescono a concretizzare un paio di occasioni concesse dalla difesa locale. Proprio da una di questa Myftiu G. calcia dalla distanza alzando troppo la traiettoria sopra la traversa.

Al 12’ il Cupramontana trova il vantaggio su un errore del portiere ospite che di piede regala a Ortolani la palla del gol. Il Corinaldo risponde sugli sviluppi di corner, ma Mazzanti, servito dalla sponda aerea di Dattilo, non inquadra la porta da buona posizione. Sul finale di tempo Lattanzi ci mette una pezza smanacciando il tiro di Ortolani indirizzato sotto la traversa.

All’intervallo mister Giuliani ridisegna la squadra effettuando due cambi. La prima occasione è di marca Cupra con Manoni che prova un tiro a giro dal limite senza trovare lo specchio. Gli ospiti si spingono in avanti alla ricerca del pareggio e inevitabilmente lasciano spazio alle ripartenze locali. Al 60’ Ortolani è bravo a trasformare in rete una corta respinta della difesa ospite trovando l’angolino lontano.

Il Corinaldo tenta di accorciare le distanze, ma non è mai preciso sotto porta. Dattilo di testa colpisce debolmente tra le braccia di Costarelli sugli sviluppi di calcio piazzato. Tranquilli ci prova con un tiro dalla distanza, ma finisce a lato. C’è bisogno di ricompattare il gruppo, recuperare la brillantezza e la voglia di sacrificarsi per il compagno. Chiediamo scusa a tutti i nostri sostenitori che ci seguono sempre per queste due ultime prestazioni non all’altezza. Forza ragazzi!”.

Palombina Vecchia-Avis Arcevia 0-2 – 27′ Badiali, 71′ Brescini

L’Avis Arcevia batte all’inglese il Palombina Vecchia ed entra in zona play-off. I biancorossi di Sentinellivincono 0-2 a Falconara grazie ai gol di Badiali al 27’ e di Brescini al 71’, ottenendo la seconda vittoria di fila e il terzo risultato utile consecutivo. Gli arceviesi superano il Terre del Lacrima e sono al quinto posto, a +1 dai belvederesi e a +3 dal Monsano. Il Palombina Vecchia, invece, scivola all’undicesimo posto a quota 20, a +7 dai play-out.

Sabato scorso – spiega Demis Badiali, autore del gol del vantaggio – sapevamo che avremmo dovuto affrontare una buona squadra e siamo andati ad affrontare il Palombina Vecchia con l’atteggiamento giusto e la voglia di portare a casa i 3 punti.

Il primo tempo è stato molto equilibrato, con poche occasioni da entrambe le parti. Siamo stati bravi e fortunati a trovare il vantaggio con un tiro dal limite deviato da un difensore avversario. Nel secondo tempo siamo partiti subito forte e abbiamo preso in mano il pallino del gioco, trovando subito il raddoppio. Subito dopo però siamo rimasti in 10 a causa della mia seconda ammonizione. Nonostante questo siamo riusciti a difenderci bene e a rimanere compatti, senza subire molte occasioni. Questi sono tre punti importanti, per continuare la corsa ai playoff e ora testa a sabato prossimo che ci aspetterà un’altra battaglia”

Leonessa Montoro-Le Torri Castelplanio 0-3 – 8′ Bruschi, 85′ Cerioni, 87′ Chiorrini

Il derby cingolano tra gli allenatori in panchina è vinto dal duo Fugante-Maccioni del Le Torri Castelplanio. I rossoblù, infatti, hanno battuto la Leonessa Montoro di Fabrizi con un perentorio 0-3, grazie alle marcature di Bruschi, Cerioni e Chiorrini. Il Le Torri resta al nono posto con 23 punti, a -8 dai play-off e +9 dai play-out. I biancorossi della frazione di Filottrano, invece, mantengono il +3 dall’Aurora Treia ai play-out.

I commenti

Brutta battuta di arresto – spiegano i locali – per la Leonessa Montoro contro un ottimo Le Torri Castelplanio che vince con merito il match di oggi. Ospiti subito in vantaggio all’8° con Bruschi su una veloce ripartenza. I Red Lions colpiti a freddo stentano a reagire e creano pochissimo. Nel secondo tempo i padroni di casa sembrano essere più concreti e spingono con maggiore decisione in avanti alla ricerca del pari, ma Le Torri si difende sempre con ordine ed è sempre pericolosa nelle ripartenze che costringono l’estremo difensore Giachè ad un paio di ottimi interventi.

L’occasione più nitida per il pari capita sulla testa di Gallina che però manda al lato. Nel finale con i Red Lions tutti in avanti in un forcing disperato subiscono due micidiali contropiedi ospiti finalizzati da Cerioni al 85′ e Chiorini al 87′.

La classifica rimane immutata a +3 dalla zona playout, ma ora bisognerà resettare in fretta lo scivolone di oggi e pronti per le due prossime impegnative trasferte con il Terre Del Lacrima, prima e con la capolista Ostra poi. Forza ragazzi, forza Leonessa, non si molla mai!”

Valerio Maccioni e Simone Fugante, vice-allenatore e allenatore del Le Torri Castelplanio

Sabato scorso – risponde il vice-allenatore del Le Torri Castelplanio, Valerio Maccioniabbiamo affrontato la Leonessa Montoro, che dopo il cambio di allenatore aveva conquistato 4 punti in due partite, senza subire gol. Io e Simone (Fugante, ndr) conosciamo bene Fabrizi e sapevamo che per vincere a Montoro, dovevamo fare una grande prestazione, in quanto loro, giocando in casa, danno sempre qualcosa in più.

Ed è stato proprio così: i ragazzi sono stati bravissimi, sia nell’approccio alla partita, che nella gestione del risultato, dopo averla sbloccata nei primi minuti. Ci siamo difesi in modo solido e organizzato nella prima parte del secondo tempo, quando loro hanno spinto in maniera più convinta, seppur concedendo poco.

Poi nel finale abbiamo avuto la forza per chiudere la partita. È stata una vittoria di un gruppo unito e maturo, non era per niente facile. Negli ultimi due mesi abbiamo attraversato un periodo poco felice a livello di risultati, anche se i ragazzi hanno sempre lavorato con serietà e impegno. Essendo la seconda squadra più giovane del girone (la più giovane è il Palombina che affronteremo sabato in casa), ci può stare. Ora guardiamo con fiducia al futuro prossimo, grazie alle ultime due vittorie fuori casa che ci hanno dato fiducia e consapevolezza nei nostri mezzi”.

Olimpia Ostra Vetere-Aurora Jesi 3-2 – 36′ e 45′ Petraccini (A), 54′ e 70′ Conti (O), 90′ Rosi (O)

L’Aurora Jesi domina per un tempo l’Olimpia Ostra Vetere ma viene clamorosamente rimontata nella ripresa. I rossoblù, infatti, hanno vinto 3-2, dopo che gli aurorini erano stati in vantaggio di 0-2 con la doppietta di Petraccini tra il 36’ e il 45’. Nella ripresa decidono le reti di Conti (doppietta) e Rosi al 90°. Con questi tre punti, l’Olimpia Ostra Vetere sale al quarto posto con 32 punti, a -2 dal Corinaldo terzo.L’Aurora, invece, resta terzultima a 13, a +1 dal duo Rosora Angeli-Olimpia Juventu Falconara.

Partita incredibile ad Ostra Vetere – commentano gli jesini – dove un’Aurora grande per 45 minuti mette paura all’Olimpia ma esce senza raccogliere punti. Primo tempo perfetto degli arancioblu capaci di portarsi in avanti per 0-2 grazie a una doppietta del giovane Petraccini che in entrambe le occasioni concretizza i palloni servitegli da Wade.

Una prima frazione che però comporta una grande spesa a livello fisico e nella ripresa l’Aurora inevitabilmente cala e si abbassa contro un avversario che si riversa disperatamente all’attacco in cerca dell’unico risultato disponibile per tenere in vita le proprie velleità di primato. La doppietta di Conti riporta in parità il risultato prima del gol beffa di Bassotti, giunto al 90’ e che priva l’Aurora anche di un punto importante e meritato”.

Ostra Calcio-Terre del Lacrima 3-0 – 6′ Olivi, 16′ Zupo, 82′ Saturni – D’Ascanio di Ancona

L’Ostra Calcio non sbaglia più un colpo e batte 3-0 il Terre del Lacrima. Olivi, Zupo e Saturniconsegnano la sesta vittoria di fila alla nuova capolista solitaria del girone C di Seconda Categoria, facendo uscire dalla zona play-off i belvederesi, ora sesti.

Il commento dell’Ostra Calcio

L’Ostra Calcio – spiega la società di casa – continua nel suo momento positivo e superando per 3 a 0 il Terre del Lacrima conquista la sesta vittoria consecutiva e la testa solitaria della classifica.

Al Campo di Pianello, davanti ad una bella cornice di pubblico, favorita dalle temperature primaverili, i ragazzi di mister De Filippi impiegano poco più di un quarto d’ora per passare in doppio vantaggio. Al 6′ minuto è Lorenzo Olivi, abile a scattare sul filo del fuorigioco, a presentarsi davanti al portiere avversario e trafiggerlo in uscita.

Passano 10 minuti e questa volta Mirko Zupo, prima sfiora la rete con un colpo di testa a lato di un soffio e poi, sull’azione successiva, trova il raddoppio con uno stop e tiro da dentro l’area piccola.

Cinque minuti più tardi, il Terre del Lacrima ha l’occasione più ghiotta della partita per ridurre lo svantaggio, Orianda calcia una punizione da fuori area indirizzata a fil di palo ma Quagliani si supera e devia in angolo.

Ad inizio ripresa è ancora Zupo a sfiorare la doppietta personale con un colpo di testa sul quale il portiere ospite Giorgini si fa’ trovare attento, alzando la palla sopra la traversa. La partita scorre via senza troppe apprensioni per l’Ostra, che chiude i giochi all’82’ con il subentrato Saturni, abile a correggere in rete un cross di Marconi dalla destra.

Altra prova di grande maturità dei ragazzi, cinici nello sfruttare al meglio le occasioni da rete e poi solidi e organizzati nella gestione del vantaggio. Spiccano le prove di Manuel Marconi e di Mirko Zupo, migliore in campo, autore della rete del raddoppio e di una prestazione importante per quantità e qualità delle giocate. Avanti così…”.

Il commento del Terre del Lacrima

Si ferma a 14 partite – rispondono gli ospiti – la striscia d’imbattibilità del Terre che come all’andata si arrende all’Ostra, unica squadra sin qui capace d’imporsi contro la squadra di Mister Bocchini in campionato. Formazione gialloblù che sta cercando di realizzare la fuga decisiva per indirizzare il campionato e che per quanto visto sin qui merita sicuramente la posizione di capoclassifica. Micidiale l’1-2 in avvio firmato da Olivi e Zupo che di fatto chiudono la gara nei primi 15’ di gioco.

Il Le Terre provano la reazione, una punizione di Orianda chiama al grande intervento Quagliani, Togni centra il palo da angolo, un paio di mischie in area non si concretizzano in occasioni da rete.

Nella ripresa i padroni di casa, sornioni, spezzano il ritmo del gioco. L’occasione per riaprire la gara ci sarebbe pure quando Pistelli viene atterrato in area di rigore, ma l’arbitro tra lo stupore anche dei difensori locali decide contrariamente.

Nel finale con la squadra sbilanciata arriva il 3-0 con un tiro sporco di Saturni che finisce all’angolino. Giornata negativa e reset necessario per la squadra di mister Bocchini chiamata ora a una pronta reazione sabato prossimo contro la Leonessa Montoro”.

Gabriele Galuppa dell’Argignano

Rosora Angeli-Argignano 1-1 – 79′ Petraccini su rigore (R), 90′ Galuppa su rigore (A) 

L’Argignano si salva al 90’. Il Rosora Angeli, infatti, accarezza l’impresa di battere la capolista: passata in vantaggio al 79’ con il rigore di Petraccini, allo scadere un altro penalty, segnato da Gabriele Galuppa, ha decretato il pareggio.

Esordio agrodolce, dunque, per il duo Lucarini-Baldarelli in panchina dei rosorani-angelani: la buona prestazione non cambia la posizione di classifica, al penultimo posto con 12 punti, ma fa avvicinare la squadra all’Aurora Jesi terzultima. L’Argignano di Mannelli, invece, passa al secondo posto, a -2 dall’Ostra Calcio capolista solitaria.

Il commento del Rosora Angeli

Per come si era messa la partita – spiega uno dei due nuovi mister del Rosora Angeli, il giocatore Michele Lucariniabbiamo perso due punti. Da ultimi in classifica affrontavamo la prima della classe Argignano, ma abbiamo disputato un ottimo match: siamo stati super concentrati e sempre sul pezzo. Abbiamo arginato al massimo il loro attacchi: i fabrianesi, a mio parere, non sono una squadra capace di metterti in difficoltà dal punto di vista del gioco, piuttosto cercavano gli inserimenti degli attaccanti con qualche lancio lungo. Noi abbiamo sempre letto bene le loro intenzioni e ci siamo sempre sistemati bene.

Siamo passati in vantaggio grazie a un calcio di rigore su tocco di mano in area. L’arbitro forse ha sentito un po’ la pressione e ha concesso questi due rigori: l’Argignano è una squadra molto esperta, con veterani del calibro dei fratelli Galuppa e di Biagioli. Il direttore di gara, poi, mi ha espulso, ma ritengo la decisione immeritata: ha visto una gomitata, però non è andata così, perché proteggevo palla verso il portiere, mentre Biagioli mi è venuto addosso ed ha accentuato la caduta.

L’Argignano è una squadra esperta e molto furba, con molta malizia: hanno fatto credere all’arbitro che avessi dato una gomitata, quando non è assolutamente vero.

Avremmo meritato di vincere e le posizioni di classifica non si sono viste. Ho sposato questo progetto perché credo nelle potenzialità di questi ragazzi. Ci ho messo la faccia, accettando l’incarico di allenatore, perché penso che ci possiamo salvare. Abbiamo tanta voglia di fare e di migliorare: ci siamo sistemati e sabato abbiamo disputato una grande partita.

Ora ci aspettano altre 12 finali e lotteremo fino alla fine per salvarci. Chi ci affronterà troverà una squadra tosta e competitiva in tutti i fronti, sarà dura per tutti. Sono soddisfatto di tutti i ragazzi, anche di chi è subentrato dalla panchina: abbiamo fatto gruppo e siamo coesi”.

Il commento dell’Argignano

È stata una partita molto aperta – risponde l’autore del gol per l’Argignano, Gabriele Galuppa e penso che alla fine il pareggio sia un risultato giusto e che può anche farci sorridere visto che fino al 90esimo eravamo sotto 1-0.

Abbiamo affrontato una buona squadra che anche all’andata ci aveva fatto soffrire parecchio. Il primo tempo è stato abbastanza bloccato; ricordo un paio di occasioni e due belle risposte sia di Latini che di Pettinelli.

Il secondo tempo è stato più aperto. Forse nel momento in cui avevamo un po’ più l’inerzia della partita siamo andati in svantaggio, per un rigore giustamente assegnato ai nostri avversari

Ci siamo buttati alla ricerca del pareggio e lo abbiamo trovato solo alla fine, anche stavolta su rigore.A conti fatti, si tratta di un punto che ci permette di restare nel gruppone di testa e che ci proietta alla partita di sabato prossimo con fiducia”.

Serrana-Olimpia Juventu Falconara 3-3 – 8′ Bucci (A), 18′ Fratoni (A), 34′ Panzarini (O), 65′ Apolloni su rigore (A), 76′ Salvati (O), 88′ Tuzi (O)

La Serrana non riesce a chiudere la pratica Olimpia Juventu Falconara e si fa rimontare sul 3-3. La squadra di Azeri, infatti, era in vantaggio di 3-1 al 65’, grazie ai gol di Bucci, Fratoni e Apolloni su rigore, con il momentaneo 2-1 falconarese di Panzarini. Nell’ultimo quarto d’ora, però, gli ospiti riescono a pareggiare con Salvati al 76’ e Tuzi a due minuti dalla fine. La formazione di Serra San Quirico resta al dodicesimo posto con 17 punti, a -3 dal Palombina Vecchia. L’Olimpia Juventu Falconara, invece, resta penultima con il Rosora Angeli a 12.

La Serrana, tuttavia, ha presentato ricorso per una presunta posizione irregolare di un tesserato ospite.Nel comunicato del giudice sportivo la gara risulta non omologata ma noi, per fluidità nel racconto, la consideriamo giocata, in attesa di ulteriori sviluppi.

Ultimamente – ci aveva spiegato nell’intervista di ieri (leggi qui) Tommaso Fratoni, difensore della Serrana – abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo. Le prestazioni ci sono sempre state e, a tratti, anche di alto livello. Siamo stati puniti da qualche episodio sfavorevole e da qualche disattenzione che ci è costata punti importanti. Sono sicuro che riusciremo a invertire il senso di marcia: la Serrana merita ben altre posizioni di classifica, per la passione che si percepisce qui”.

La Serrana 2023-2024

Girone F – Treiese 2-0 Vis Gualdo – 11’ Latini, 81’ Patrassi F.

La Treiese vince anche contro la Vis Gualdo e si avvicina alla capolista Borgo Mogliano, ora solo a +1. I ragazzi di Tassi, infatti, hanno vinto 2-0 nella 18^ giornata del girone F di Seconda Categoria, piazzando il quarto successo di fila e l’undicesimo risultato utile consecutivo. Decisive le reti di Latini e Francesco Patrassi.

È stata una partita difficile – commenta l’autore del primo gol, Elia Latiniper via anche dell’ottima prestazione della squadra avversaria. Abbiamo giocato male, ma siamo riusciti lo stesso a portarci in vantaggio nei primi minuti del primo tempo. Dopo il gol siamo venuti un po’ fuori con qualche azione, ma non siamo riusciti a chiudere subito la pratica. Il secondo tempo è stato un arrembaggio della squadra ospite ma siamo stati bravi, concentrati e uniti e non abbiamo subito gol. Siamo riusciti anche a chiudere la partita con il 2-0 verso il finale. È stata una prestazione sottotono della squadra che però ci ha permesso di prendere i 3 punti fondamentali, data la sconfitta del Borgo Mogliano, così da ritrovarci a -1 dalla prima posizione”.

I pronostici di mister Carletti

Ostra Calcio-Terre del Lacrima – pronostico 1 – risultato 1

Monsano-Trecastelli – pronostico 1 – risultato X

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 21/36

Classifiche e Marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 39, Argignano 37, Corinaldo 34, Olimpia Ostra Vetere 32, Avis Arcevia 31, Terre del Lacrima 30, Monsano 28, Trecastelli 24, Le Torri Castelplanio 23, Cupramontana 22, Palombina Vecchia 20, Serrana 20, Leonessa Montoro 16, Aurora Jesi 13, Olimpia Juventus Falconara 12, Rosora Angeli 12

MARCATORI10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Orianda (Terre del Lacrima), Ferrante (Terre del Lacrima), Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere), Donzelli (Palombina Vecchia) e Grossi (Trecastelli); 8 gol: Marchetti (Ostra Calcio); 7 gol: Mancini (Cupramontana), Apolloni (Serrana), Galuppa (Argignano), Sartini (Argignano), Lenci (Corinaldo) e Rossetti (Avis Arcevia); 6 gol: Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Biagioli (Argingnano) e Kone (Trecastelli); 5 gol: Brescini (Avis Arcevia), Cerioni (Le Torri Casteplanio), Zupo (Ostra Calcio), Ciavattini (ex Leonessa Montoro), Bucci (Serrana), Olivi (Ostra Calcio), Disabato (Avis Arcevia), Fratoni (Serrana) e Garden (Olimpia Juventu Falconara).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 45, Treiese 44, Belfortese 38, Ripe San Ginnasio 30, MR Pioraco 29, Pievebovigliana 28, Ripe San Ginesio 27, Palombese 22, San Marco Petriolo 22, Sefrense 22, Vis Gualdo 20, Fabiani Matelica 19, Sarnano 18, Camerino Castelraimondo 17, Pennese 16, Abbadiense 12, Lorese 12

MARCATORI13 gol: Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese); 12 gol: Fiecconi (Belfortese) e Okere (Borgo Mogliano); 11 gol: Vrioni (Fabiani Matelica); 9 gol: Di Francesco Alex (Belfortese); 8 gol:Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Ofili (MR Pioraco); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Patrassi F. (Treiese), Cesari (Camerino Castelraimondo) e Correnti (Sefrense); 6 gol: Pettinari M. (Borgo Mogliano), 5 gol: Pettinari E. (Palombese) e Albanese (MR Pioraco).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 17^ giornata dei gironi C e F

Se in vetta ci sono le due nuove inquiline Argignano e Ostra Calcio, grande lotta in zona play-off tra Terre del Lacrima, Olimpia Ostra Vetere, Avis Arcevia e Monsano, racchiuse in 3 punti

VALLESINA, 31 gennaio 2024 – Arriva l’ennesimo colpo di scena nella 17^ giornata del campionato di Seconda Categoria. Nel girone C, infatti, l’Ostra Calcio ha battuto il Corinaldo e si è portata in testa insieme all’Argignano, che ha vinto in casa contro l’Olimpia Ostra Vetere. A 13 partite dal termine della regular season, dunque, l’incertezza continua a prevalere.

Si accorciano le distanze anche in zona play-off: il Terre del Lacrima muove la classifica e resta quarto, ma Avis Arcevia e Monsano incalzano la quinta piazza, essendo rispettivamente a -1 e -2. In particolare è stata clamorosa la vittoria degli arceviesi: sotto 1-3 all’84° in casa contro il Cupramontana, i biancorossi hanno vinto 4-3 con tre gol in 6 minuti.

A centro classifica torna al successo il Le Torri Castelplanio dopo un digiuno lungo 8 giornate, mentre la Serrana viene beffata dal Trecastelli, con il gol del definitivo 3-2 talentuoso Konè arrivato allo scadere dopo che giallorossi stavano vincendo 1-2. Non si fanno male Aurora Jesi e Leonessa Montoro, mantenendo invariate le posizioni di classifica, così come restano ultime Olimpia Juventu Falconara e Rosora Angeli. Nel girone F, una Treiese cinica ma non brillantissima batte 1-3 la Lorese e prosegue l’inseguimento al Borgo Mogliano capolista. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo sabato scorso.

Girone C – Aurora Jesi 0-0 Leonessa Montoro

Aurora Jesi e Leonessa Montoro non si fanno male. Il match del “San Sebastiano” di Jesi finisce 0-0 e resta tutto invariato in classifica, con la squadra di Fabrizi a precedere di 3 gli aurorini di Campanelli tra 12° e 14° posto.

“Al San Sebastiano – spiegano gli jesini – vince la paura di perdere. Troppo alta la posta in palio, ne esce fuori una gara bloccata giocata su un terreno per giunta appesantito. Per l’Aurora un paio di occasioni capitano sui piedi di bomber Cammarino, Leonessa pericolosa su azione d’angolo. Aurora che guadagna un punto su Rosora Angeli e Olimpia Juventu Falconara, rimanendo a -3, con scontro diretto favorevole, dal Montoro e dalla Serrana che a oggi occupano le ultime posizioni utili per festeggiare la salvezza diretta”.

Il mister dell’Aurora Jesi, Andrea Campanelli

La Leonessa Montoro – rispondono gli ospiti – esce indenne nello scontro diretto con la ASD Aurora Calcio Jesi mantenendosi a +3 dalla zona calda della classifica. I Red Lions di mister Kekko Fabrizi disputano un gran primo tempo, ma il numero 1 jesino Henry Orlandoni con un paio di interventi salva la sua porta. L’inizio del secondo tempo vede i locali provare ad alzare il ritmo ma la retroguardia biancorossa, guidata da capitan Gianmarco Cacciamani, si disimpegna sempre con ordine.

Il finale è di marca montorese con due grandi occasioni che capitano sui piedi di Federico Gallo e di Alessio Gallina ma l’Aurora si salva. Nel finale episodio molto dubbio in area jesina con Andrea Staffolani che viene atterrato in modo plateale dal difensore locale ma per il direttore di gara si può proseguire. Finisce quindi il match in parità, un incontro che ai punti avrebbe meritato di vincere la Leonessa Montoro ma questo è il calcio e per oggi va bene così”.

Argignano 2-0 Olimpia Ostra Vetere – 65’ e 98 Sartini

L’Argignano fa suo lo scontro diretto contro l’Olimpia Ostra Vetere e si riporta in vetta. La squadra di Mannelli ha vinto per 2-0, grazie alla doppietta di Sartini, e sale in testa con l’Ostra Calcio, che ha battuto il Corinaldo. I rossoblù di Curzi scivolano al quinto posto con 29 punti, a -7 dal primo posto, e vedono l’Avis Arcevia sesta avvicinarsi di un punto.

“Come ci aspettavamo – spiega proprio il match winner Leonardo Sartiniè stata una partita tosta. L’Olimpia Ostra Vetere è una squadra che gioca a calcio, di carattere e con qualità, in grado di rendersi pericolosa in qualsiasi momento della partita. Sia noi che loro sentivamo la partita ma alla fine siamo stati più bravi. Abbiamo lavorato di squadra, siamo stati molto compatti ed ognuno ha fatto il suo compito come richiesto dal mister (compreso il portiere Andrea Latini con due belle parate).

Leonardo Sartini dell’Argignano

Non abbiamo mai abbassato l’attenzione, nonostante il nervosismo in alcuni frangenti della partita. Contemporaneamente, siamo stati bravi a sfruttare nel migliore dei modi le occasioni che ci siamo creati, finalizzandole e salvaguardandole. A livello personale, sicuramente fa piacere aver fatto due goal ad una squadra come l’Olimpia Ostra Vetere, ma ciò che più gratifica è aver portato a casa la vittoria. Un po’ come Andrea Latini, anche io ho fatto il mio dovere (ride, ndr) con l’aiuto ed il supporto dei compagni”.

Avis Arcevia 4-3 Cupramontana – 33’ Torrisi (C), 38’ Ortolani (C), 58’ e 87’ Pucci (A), 61’ Mancini su rigore (C), 85’ e 91’ Brescini (A)

L’Avis Arcevia, sotto di due reti, segna tre gol in sei minuti al Cupramontana e raccoglie tre punti pesantissimi. I ragazzi di Sentinelli, infatti, hanno vinto 4-3 contro la squadra di Ballini, che all’84° stava conducendo l’incontro per 1-3. Alfio Torrisi apre le marcature alla mezz’ora, quindi Ortolani raddoppia poco dopo, così il primo tempo si chiude sullo 0-2 per i cuprensi.

Nella ripresa Pucci ha accorciato le distanze al 58’, ma al 61’ gli ospiti sembrano chiudere ogni discorso di rimonta, con il calcio di rigore segnato da Michele Mancini per l’1-3. Ci pensa Simone Brescini a riaprire il match sul 2-3 all’85° e due minuti dopo ancora Pucci pareggia i conti per il 3-3. In pieno recupero, ancora l’ex MonSerra Brescini regala agli arceviesi la vittoria, per il definitivo 4-3. I biancorossi di Sentinelli ora vedono i play-off ad un solo punto. Il Cupramontana, invece, resta all’11° posto con 19 punti, a -10 dai play-off e a solo +6 dai play-out.

“La partita di sabato scorso – spiega il match winner Simone Bresciniè stata incredibile. Il primo tempo siamo partiti piuttosto bene, arrivando parecchie volte in area avversaria. Tuttavia, non riuscendo a concretizzare le occasioni create, siamo andati in svantaggio di 2 goal a causa di due nostre disattenzioni. Nella ripresa abbiamo poi continuato con lo stesso atteggiamento che sembrava essere quello giusto e siamo riusciti ad accorciare lo svantaggio con una bella azione di squadra e un bel goal di Riccardo Pucci da fuori area.

Dopo del goal, sembrava prendere vita la rimonta. Però poi l’arbitro ha assegnato loro un rigore molto dubbio perché il nostro terzino (Demis Badiali) ha atterrato il loro attaccante nettamente fuori dalla nostra area. Dopo il penalty, specialmente per la modalità con cui l’abbiamo preso, ci siamo un po’ spenti, ma sapevamo di avere i mezzi per poter fare nostra la partita e così è stato.

Gli ultimi tre goal in rimonta sono stati fatti da vera squadra che non si accontenta e che gioca per vincere. Il secondo goal, assegnato a me per il tocco di testa su un bel cross di Manuel Limatola, è stato in realtà po’ fortuito perché la palla ha sbattuto sul palo e ha rimbalzato sulla testa del portiere prima di finire in rete. Da lì, però, si sono riaccese completamente le speranze e dopo un fantastico fraseggio in area loro, Riccardo Pucci ha siglato il goal del pareggio.

Infine, negli ultimi minuti di recupero, ancora Riccardo colpisce di testa su un cross effettuato da Alessandro Cossa, la palla sbatte sul ginocchio di un difensore e io di piatto sinistro la ribadisco in rete. Nel complesso, come ho già detto, il merito di questa improbabile vittoria va dato alla squadra, che in 95 minuti ha lottato, ha sofferto, ma non ha mai mostrato segni di cedimento”. 

“Il primo tempo è stato equilibrato – risponde, invece, il centrocampista del Cupramontana Alfio Torrisi con occasioni da una parte e dall’altra. Siamo riusciti a sbloccare il risultato e a portarci sul 2-0. Nella ripresa, invece, l’Arcevia è partita forte ed ha accorciato le distanze. Noi, però, siamo riusciti a segnare il 3-1 sul rigore. A 10 minuti dalla fine ci siamo abbassati troppo, abbiamo avuto un black-out: sono riusciti prima a pareggiare e poi a farci il gol del 3-3″. 

Corinaldo 0-2 Ostra Calcio – 8’ Marchetti, 75’ Sabbatini

L’Ostra Calcio espugna Corinaldo (foto di copertina) e passa in testa alla classifica. La squadra di De Filippi, infatti, ha battuto 0-2 la formazione di Giuliani, sopravanzandola in vetta, grazie alle reti di Marchetti e Sabbatini. Per gli ostrensi si tratta della quinta vittoria consecutiva: in questo periodo hanno battuto Avis Arcevia, Argignano e appunto Corinaldo. I corinaldesi, invece, non vincono da due partite e scivolano al terzo posto a -2 dalla vetta.

Il commento del Corinaldo

I ragazzi di De Filippi – commenta la società locale – iniziano a mille la gara mettendo in difficoltà i locali con un pressing a tutto campo. Il Corinaldo sembra sentire troppo l’importanza della partita commettendo tanti errori tecnici. Al 8’ Marchetti firma il vantaggio sfruttando una triangolazione in verticale che taglia in due la difesa e lo lancia a tu per tu con il portiere. Passano pochi minuti e l’Ostra ha la palla del raddoppio, ancora con Marchetti, ma Lattanzi non si lascia sorprendere dal tiro a giro e respinge la palla. Il Corinaldo non riesce a reagire, oggi la squadra è troppo lunga e slegata. Olivi, approfittando della sua velocità, mette in continua apprensione la difesa corinaldese che si salva in un paio di occasioni.

All’intervallo mister Giuliani prova a scuotere i suoi, ma non ottiene a pieno la reazione che avrebbe voluto. La compagine corinaldese cerca di spostare il baricentro nella metà campo ospite, ma si espone troppo alle continue ripartenze ostrensi. Proprio da una di queste Zupo sfiora il gol con un bel colpo di testa che esce di pochissimo a lato. Lorenzo Giuliani gli risponde con una bella conclusione volante, ma purtroppo il suo tiro viene respinto dal corpo di un difensore ospite. A 20’ dal termine Sabbatini chiude il match con un tiro che si infila sotto la traversa, su assist di Marchetti da fondo campo”.

Il commento dell’Ostra Calcio

“Nel match-clou della 17^ giornata – spiegano, invece, da Ostra – che vedeva affrontarsi la prima e la seconda della classe, l’Ostra Calcio supera meritatamente il Corinaldo per 2 a 0, conquistando la testa della classifica. I ragazzi di mister De Filippi partono con grande intensità, pressando a tutto campo e dopo appena 8 minuti trovano il vantaggio. Mattia Marchetti è bravo ad infilarsi nella difesa avversaria e servito in profondità, trafigge il portiere avversario Lattanzi, con un destro sul primo palo.

L’Ostra continua a tenere sotto pressione la difesa avversaria, al 26′ è ancora Mattia Marchetti, in grande giornata, ad avere l’occasione del raddoppio, ma stavolta Lattanzi si supera allungandosi sulla sua sinistra e tenendo a galla il Corinaldo. Nella ripresa i padroni di casa provano a raddrizzare il risultato ma l’Ostra si difende con ordine e nelle ripartenze prova a chiudere la partita. Zupo ci prova in un paio di occasioni senza fortuna, Sabbatini invece ci riesce al 75′ con un destro sotto la traversa, servito dal solito Marchetti, stavolta in versione assist-man.

Negli ultimi minuti l’Ostra si oppone all’arrembaggio bianco/celeste e conquista la quinta vittoria consecutiva che le vale la vetta della classifica. Altra prova di spessore e maturità di una squadra che, dopo qualche passaggio a vuoto tra fine ottobre e inizio novembre, sembra aver ritrovato da qualche giornata la solidità d’inizio stagione. Difficile eleggere un migliore in campo in una giornata in cui tutti i ragazzi hanno disputato una prova maiuscola ma Mattia Marchetti, per il goal e l’assist, merita una menzione particolare”.

Olimpia Juventu Falconara 1-2 Le Torri Castelplanio – 15’ Garden su rigore (O), 51’ Montecchiarini (L), 90’ Cerioni (L)

Torna alla vittoria il Le Torri Castelplanio. La squadra di Fugante, che non vinceva da 8 partite, ha battuto 1-2 l’Olimpia Juventu Falconara con un gol quasi allo scadere di Loris Cerioni. Con questo successo, i rossoblù raggiungono il Palombina Vecchia al nono posto con 20 punti. Resta ultima, invece, la squadra falconarese.

Partita semplice sulla carta – commenta proprio il match winner Loris Cerioni che in realtà si è rivelata insidiosa, soprattutto nel primo tempo, che abbiamo approcciato nel modo sbagliato. La situazione ed il morale sono peggiorati causa vantaggio degli avversari su rigore.

L’esultanza di Loris Cerioni (Foto di Nicoletta Paciarotti)

Nel secondo tempo la musica cambia grazie anche alla scossa data dai due mister (Fugante e il vice Valerio Maccioni, ndr) negli spogliatoi e infatti rientriamo in campo con un piglio diverso. Avevamo voglia di dimostrare che questa squadra è viva ed è capace di fare molto di più delle cose fatte vedere nel primo tempo.

Così arriva il gol del pareggio di Montecchiarini ed è proprio in questo momento che la squadra capisce che può far male e continua ad attaccare, costruendo azioni pericolose ma non precise. Fino al 90’, quando arriva finalmente la rete che tutti aspettavamo, il ‘gol vittoria’, ed è subito festa.

Si tratta di un successo importantissimo per il morale della squadra, visto eravamo reduci da due mesi senza vittorie. Ora ripartiamo da qui, da questi tre punti, come un nuovo punto di partenza. Adesso testa alla prossima partita, che sarà sicuramente un’altra ‘battaglia’ da giocare”

Rosora Angeli 1-3 Monsano – 1’ e 50’ Mattioli (M), 5’ Ceccacci (R), 45’ Lungarini (M)

Non si ferma il Monsano. La squadra di Pelonara, infatti, ha vinto 1-3 sul campo del Rosora Angeli, ottenendo il nono risultato utile di fila e portandosi a -2 dal quinto posto. I rosorani, invece, sempre all’ultimo posto a quota 11 insieme all’Olimpia Juventu Falconara, hanno deciso di esonerare mister Gionata Moretti dopo questo match: al suo posto arriva il duo Baldarelli-Lucarini.

Al comunale di ‘Via Fiume’ di Rosora – commenta il Monsano – arrivano i tre punti per i ragazzi di mister Pelonara. Una vittoria che fuori casa mancava dalla quinta giornata di campionato sul campo dell’Aurora calcio.

Tre, due, uno si parte e subito Monsano davanti. Neanche 60 secondi di lancette ed è Mattioli che lascia partire un mancino preciso, dal limite dell’area, che si insacca all’angolino, dopo un impreciso rinvio della difesa locale. Nemmeno il tempo di esultare e padroni di casa che trovano immediatamente il pareggio. Ceccacci, lasciato da solo in area, trafigge l’estremo difensore rossoblù Perez. Risultato sull’1 a 1. Monsano che non prendeva gol dall’undicesima giornata sul campo della Serrana.

Primo tempo che sembra terminare sul punteggio di pari, ma i ragazzi di mister Pelonara trovano la nuova rete del vantaggio. Azione strepitosa di Lungarini sulla destra che si mette in proprio, supera un avversario ed entra in area lasciando partire un destro preciso che si deposita in rete. Palla che sembra essere toccata da Sardella prima di superare la linea, ma rete assegnata a Lungarini e secondo gol stagionale per l’attaccante rossoblù classe 2002

Ripresa che riparte con la stessa marcia. E Monsano che trova la terza rete. Punizione di Ceccarelli all’altezza del centrocampo che con un mancino preciso pesca l’inserimento di Mattioli. L’esterno rossoblù fa rimbalzare il pallone una volta e calcia al volo con il destro trafiggendo il portiere del Rosora. Doppietta per Mattioli e terzo gol stagionale per lui dopo la rete contro il Palombina.

Il match prosegue con un Monsano che mantiene il controllo della gara. Sardella ha sul piede da pochi passi l’occasione per calare il poker servito dalla sinistra su un cross al bacio di Ceccarelli. Ma la sfera termina di poco a lato.

Triplice fischio e tre punti. Settima vittoria in campionato che ci fa salire a quota 27 punti. Settimo posto in classifica e zona playoff a -2. Nella prossima giornata a Monsano arriva la super ostica formazione del Trecastelli. Calcio d’inizio alle ore 14:30”

Terre del Lacrima 2-2 Palombina Vecchia – 20’ e 57’ su rigore Orianda (T), 28’ Pandolfi (P), 72’ Donzelli su rigore (P)

Sei gol in due partite con 2 pareggi. E’ questo il bilancio degli scontri stagionali tra Terre del Lacrima e Palombina Vecchia: dopo il 4-4 della 2^ giornata, sabato scorso a Belvedere Ostrense è finita 2-2. Con questo pari i locali restano al quarto posto con 30 punti, staccando l’Olimpia Ostra Vetere. I falconaresi, invece, vengono raggiunti dal Le Torri al nono.

Ancora un pareggio ricco di reti – spiega il club di cassa – tra Terre del Lacrima e Palombina Vecchia che impattano per 2-2 dopo il 4-4 dell’andata. Terre che pagano ancora una volta le troppe chances offensive sperperate al cospetto di un avversario invece cinico. Primi 15 minuti intensi: Orianda tira a lato dagli 11 metri, appena dopo Ferrante si invola verso la porta ospite ma conclude fuori.

Orianda ai tempi dell’Aurora Jesi

È una bella azione di Pistelli che serve un cioccolatino ad Orianda in mezzo all’area a darci il vantaggio.  Gioia effimera perché il Palombina perviene subito al pari con Pandolfi che beffa su punizione Giorgini.

Nella ripresa le Terre ripartono all’attacco e sfiorano nuovamente il vantaggio con Morsucci, Ferrante e Orianda. Proprio un atterramento in area su Morsucci consente a Orianda di rifarsi dal dischetto per il 2-1. Sembra fatta ma il Palombina attorno alla mezz’ora conquista a sua volta un penalty che Donzelli realizza impeccabilmente.  Terre all’attacco nuovamente ma che sbattono contro l’ottimo portiere ospite. Col punto restiamo soli al 4° posto, ma la vetta si allontana e le squadre che inseguono si avvicinano. Ora settimana di lavoro cruciale in vista del derbyssimo contro l’Ostra”.

Trecastelli 3-2 Serrana – 4’ Grossi (T), 7’ Fratoni (S), 10’ Apolloni su rigore (S), 54’ e 95 Konè (T)

Il Trecastelli batte la Serrana 3-2 e continua a inseguire la zona play-off. Il match, però, è stato ricco di colpi di scena, visto che, dopo il vantaggio dei locali con Grossi al 4° minuto, prima Fratoni e poi Apolloni su calcio di rigore hanno ribaltato il parziale sull’1-2 quando siamo solo al 10’ del primo tempo.

Nella ripresa, però, ci pensa il talentuoso Konè a risolvere il match, prima pareggiando al 54’, poi segnando il gol vittoria allo scadere al 95’. Il Trecastelli resta ottavo a 24 punti, a -5 dagli spareggi promozione. La Serrana, invece, viene raggiunta dalla Leonessa Montoro al dodicesimo posto con 16 punti e ora vede la zona play-out a soli 3 punti.

“Secondo me – spiega il match winner Mevale Konè –  abbiamo iniziato bene la partita con un atteggiamento aggressivo che ci ha permesso di aprire subito il punteggio, ma dopo il gol ci siamo addormentati e la squadra avversaria ne ha approfittato per segnare due gol. Nel complesso il primo tempo è stato fortemente negativo da parte nostra. Fortunatamente mister Gallotta ha fatto capire la sua insoddisfazione e ci ha parlato come si deve quando una squadra sta giocando con un atteggiamento sbagliato.

Nel secondo tempo abbiamo preso possesso della palla e quella fiducia ci ha permesso di tornare velocemente al risultato. Io e i miei compagni eravamo convinti di vincere questa partita e abbiamo dato tutto fino alla fine. Penso che abbiamo dimostrato il nostro spirito di squadra in questa partita e sono molto felice di aver segnato due gol perché volevo davvero vincere questa partita”.

 

Kone del Trecastelli

Girone F – Lorese 1-3 Treiese – 49’ e 58’ Francucci (T), 84’ Aquino su rigore (L), 92’ Marini T. (T)

La Treiese continua l’inseguimento al Borgo Mogliano. La squadra di Tassi, infatti, ha battuto 1-3 la Lorese, al termine di una prova non brillante da parte dei rossoblù. A risolvere il match ci ha pensato, come al solito, Francesco Francucci: con due gol tra il 49’ e il 58’ il bomber della società di patron Micucci sale a 13 reti al primo posto nella classifica cannonieri, a pari merito con Santoni del Pievebovigliana.

Aquino aveva accorciato sull’1-2 a sei minuti dalla fine da calcio di rigore, ma il subentrato Tommaso Marini ha sigillato con un tap-in la terza vittoria di fila, nonché decimo risultato utile consecutivo. Non cambia nulla, tuttavia, in classifica, con i 4 punti che separano la Treiese dal Borgo Mogliano Madal primo della classe.

Francesco Francucci della Treiese

“Ci siamo presentati alla gara – chiarisce Tommaso Marini, autore del gol dell’1-3 – con alcune assenze in difesa e a centrocampo. Per questo ha debuttato un ragazzo del nostro settore giovanile, il classe 2004 Gioele Pretini, alla prima partita da titolare dopo alcuni scampoli. Il mister gli ha dato fiducia e lui ha risposto benissimo, giocando molto bene. Secondo me è stato il migliore in campo, perché ha marcato il numero 10 avversario, molto forte. Nel primo tempo abbiamo avuto molte occasioni, mangiandoci due gol. L’arbitro ha poi espulso giustamente un giocatore della Lorese per un brutto fallo. 

Nonostante ciò, ci hanno tenuto testa e hanno giocato bene, mantenendo il primo tempo sullo 0-0. La ripresa parte in equilibrio, ma Francucci sblocca la gara. Prima fa l’1-0 con un stop e tiro da fuori area, poi riesce a raddoppiare. La squadra di casa ha cominciato a spingere per riaprire la partita, rischiando, poiché in difesa lasciavano spazio al tre contro tre. All’84° l’arbitro concede un rigore molto generoso e la sfida si riapre: credo che sia stato concesso per compensazione, perché in precedenza ci sono stati dei falli non fischiati alla Lorese, sempre nella nostra area.

Negli ultimi minuti decidono di attaccarci, scoprendosi in difesa: così a ogni palla conquistata abbiamo l’occasione per ripartire in contropiede. Prima Fammilume tira fuori, poi io riesco a segnare l’1-3 su cross di Francesco Patrassi. Lì abbiamo chiuso la partita. La Lorese comunque ci ha tenuto testa, nonostante l’inferiorità numerica”.   

I pronostici di mister Carletti

Aurora Jesi-Leonessa Montoro – pronostico 1 – risultato X

Corinaldo-Ostra Calcio – pronostico X – risultato 2

Totale di giornata: 0/2 – Totale complessivo: 20/34

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 36, Argignano 36, Corinaldo 34, Terre del Lacrima 30, Olimpia Ostra Vetere 29, Avis Arcevia 28, Monsano 27, Trecastelli 23, Palombina Vecchia 20, Le Torri Castelplanio 20, Cupramontana 19, Serrana 19, Leonessa Montoro 16, Aurora Jesi 13, Olimpia Juventus Falconara 11, Rosora Angeli 11

MARCATORI10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Orianda (Terre del Lacrima), Ferrante (Terre del Lacrima) e Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 8 gol: Marchetti (Ostra Calcio); 7 gol: Mancini (Cupramontana), Sartini (Argignano), Lenci (Corinaldo) e Rossetti (Avis Arcevia); 6 gol: Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Apolloni (Serrana), Galuppa (Argignano), Biagioli (Argignano), Konè (Trecastelli); 5 gol:Perlini (Olimpia Ostra Vetere), Ciavattini (ex Leonessa Montoro), Disabato (Avis Arcevia) e Garden (Olimpia Juventu Falconara).

Girone F

CLASSIFICA Borgo Mogliano Madal 45, Treiese 41, Belfortese 35, MR Pioraco 29, Pievebovigliana 28, Ripe San Ginesio 27, Palombese 22, San Marco Petriolo 21, Sefrense 21, Vis Gualdo 20, Sarnano 17, Camerino Castelraimondo 16, Fabiani Matelica 16, Pennese 13, Abbadiense 11, Lorese 11

MARCATORI13 gol: Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese); 12 gol: Okere (Borgo Mogliano Madal); 11 gol: Fiecconi (Belfortese); 10 gol: Vrioni (Fabiani Matelica); 9 gol: Di Francesco Alex (Belfortese); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo) e Ofili (MR Pioraco); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo), Aquino (Lorese), Cesari (Camerino Castelraimondo) e Correnti (Sefrense); 6 gol:Pettinari (Borgo Mogliano) e Patrassi F. (Treiese); 5 gol: Albanese (MR Pioraco).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 16^ giornata dei gironi C e F

Nel girone C il Corinaldo pareggia con la Serrana, permettendo a Ostra Calcio e Argignano di tornare a -1. In coda vittorie importanti per Leonessa Montoro (al debutto di mister Fabrizi) e Rosora Angeli. Nel girone F la Treiese continua a vincere

VALLESINA, 25 gennaio 2024 – Se la Prima Categoria regala grande incertezza, non è da meno la Seconda Categoria. Nelle gare della 16^ giornata di campionato per quanto riguarda le nostre squadre,infatti, si sono rimescolate le carte, sia in vetta che in coda.

Nel girone C il Corinaldo si ferma sul pari a Serra San Quirico e vede tornare a -1 Ostra Calcio e Argignano, con gli ostrensi vincenti in casa contro l’Aurora Jesi e i fabrianesi che hanno espugnato Cupramontana. In zona play-off, pareggiano tutte, con lo 0-0 tra Monsano e Arcevia e l’1-1 con cui sono terminati i match Le Torri Castelplanio-Terre del Lacrima e Olimpia Ostra Vetere-Trecastelli. In quest’ultima sfida, purtroppo, c’è stato un episodio di razzismo contro due giocatori ospiti.

Nelle ultime posizioni, il Rosora Angeli vince a Falconara contro il Palombina Vecchia e aggancia l’Olimpia Juventu Falconara al penultimo posto. Mister Fabrizi, inoltre, non sbaglia l’esordio con la Leonessa Montoro battendo proprio i falconaresi, portandosi a +3 dai play-out. Nel girone F, infine, la Treiese continua a volare, battendo 3-1 il Pievebovigliana e vendicando la sconfitta del girone d’andata. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Girone C – Monsano 0-0 Avis Arcevia

Monsano e Avis Arcevia non si fanno male. Lo 0-0 tra le due squadre lascia invariate le posizioni di classifica, con gli arceviesi di Sentinelli sesti a 25 punti e i rossoblù di Pelonara settimi a 24.

Al via il girone di ritorno – commentano i padroni di casa -. Al ‘Comunale’ di Monsano, il match contro l’Arcevia termina a reti inviolate. Un punto a testa che non smuove di molto la classifica. I ragazzi di mister Pelonara insaccano il sesto pareggio in campionato, il quarto per 0 a 0.

Valentino Pelonara, allenatore del Monsano

A Monsano succede poco e le occasioni, sia da una parte che dall’altra sono scarse con i due estremi difensori poco impegnati. Da segnalare per i rossoblù una conclusione di Sardella ravvicinata che, però, in precario equilibrio spedisce alta. Ulteriore pareggio che ci lascia l’amaro in bocca. La classifica dei gol subiti ci vede ancora primi, a quota 10, ma da evidenziare solo 11 gol fatti in 16 partite. Abbiamo il settimo posto in classifica. Ora prepariamo la partita di sabato prossimo, quando faremo visita al Rosora Angeli”.

Cupramontana-Argignano 0-1 – 32′ Murolo

L’Argignano espugna Cupramontana e torna a un punto dalla vetta della classifica. Decide una rete al 32’: sugli sviluppi di un piazzato Murolo, da posizione defilata, sorprende il portiere con un tiro sul primo palo. La squadra di Mannelli sale a 33 punti insieme all’Ostra Calcio, a -1 dal Corinaldo. I cuprensi di Ballini, invece, restano noni a 19, nella terra di mezzo, a -10 dai play-off e a +7 dai play-out.

Abbiamo fatto una buona prestazione – spiega il giocatore del Cupramontana Michele Costarellicreando diverse occasioni in cui non siamo riusciti a trovare il gol, molto spesso per meriti del portiere avversario. Loro sono stati più cinici trovando lo 0-1 in una delle prime occasioni che hanno avuto, poi sono stati bravi a tenere il risultato fino alla fine. Il risultato è severo, ma il calcio è anche questo”.

È stata una partita sofferta e complicata– commenta l’autore del gol decisivo Carmine Murolo –, con degli avversari sicuramente all’altezza. Sono contento di aver segnato e portato a casa i 3 punti fondamentali per il nostro percorso!”.

Le Torri Castelplanio-Terre del Lacrima 1-1 – 25′ Morsucci (T), 75′ Cerioni (L)

Torna a fare punti il Le Torri Castelplanio. I ragazzi di Fugante, infatti, hanno pareggiato 1-1 in casa contro il Terre del Lacrima quarto in classifica. Con questo pareggio, i rossoblù restano all’11° posto con 17 punti, a + 5 dai play-out. I belvederesi di Bocchini, invece, restano a 5 punti dalla vetta.

Il commento locale

“Quella di sabato – spiega l’attaccante del Le Torri, Riccardo Montecchiarini è stata una partita dura, sia dal punto di vista fisico in quanto il campo era molto pesante, che dal punto di vista mentale perché venuti da una sconfitta all’ultimo minuto contro il Corinaldo e dovendo giocare con una squadra forte costruita per vincere e che veniva da 12 risultati utili consecutivi.

Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanio

Noi, con una difesa molto giovane, abbiamo tenuto bene botta nel primo tempo malgrado il gol e molto bene il secondo. Siamo riusciti a pareggiare poi con Cerioni con un bel tiro da fuori e secondo me, per la partita che è stata, è un pareggio giusto.

Un punto fondamentale per noi, sia per muovere la classifica che per il morale. Le prestazioni stanno migliorando e dobbiamo continuare questa seconda metà di campionato giocando alla stessa maniera delle partite con il Corinaldo e il Terre del Lacrima. Sabato affronteremo una partita facile sulla carta (trasferta in casa dell’Olimpia Juventu Falconara, ndr), ma assolutamente da non sottovalutare”.

Il commento ospite

Pareggio che lascia l’amaro in bocca – risponde il Terre del Lacrima – quello di Castelplanio dove le Terre dominano ma non riescono a chiudere i giochi e vengono puntualmente punite da un avversario in difficoltà ma cinico. Primo tempo a tinte biancorosse, a metà frazione il tiro al volo di Marchegiani viene salvato sulla riga da un difensore locale, sulla respinta il più lesto è Morsucci che andava infilare in rete il gol del vantaggio.

Altre chances per i ragazzi di mister Bocchini che però non riescono a segnare il gol del letale raddoppio. Il secondo tempo sembra seguire lo stesso copione ma le Terre non trovano il gol del k.o., neanche su un calcio piazzato indiretto in area. Le Torri prendono coraggio, costringono Giorgini a un gran parata di piede e trovano il pari con il più classico dei gol della domenica di Cerioni che al volo da fuori area trova la porta dopo una respinta di Giorgini su azione d’angolo.

Le Terre non ci stanno e nel finale hanno l’occasione per vincerla ma Ferrante dopo aver superato un mucchio selvaggio di gambe in area non riusciva a superare Priori da posizione molto favorevole. Classifica che resta identica, prossimo impegno in casa contro un Palombina Vecchia in crisi e in cerca di riscatto, ma per le Terre visti gli scontri diretti della prossima giornata la vittoria sarà d’obbligo”.

Leonessa Montoro-Olimpia Juventu Falconara 1-0 – 46′ Staffolani

Mister Fabrizi non sbaglia l’esordio e la Leonessa Montoro festeggia. La prima dell’allenatore cingolano nella frazione di Filottrano vede vincere la squadra di casa per 1-0 sull’Olimpia Juventu Falconara, grazie alla rete di Staffolani. I montoresi sono ora fuori dai play-out, a +3 dall’Aurora Jesi, mentre i falconaresi vengono raggiunti al penultimo posto dal Rosora Angeli.

L’esultanza della Leonessa Montoro a fine partita

I Red Lions – commenta la Leonessa Montoro – con in panchina il nuovo mister “Kekko” Fabrizi tornano a ruggire grazie ad un bel gol di bomber Andrea Staffolani che sfrutta un perfetto assist di Federico Empoli ad inizio ripresa. Nel primo tempo montoresi fanno la partita ma la difesa falconarese si difende con ordine. Nel secondo tempo dopo il vantaggio con il gol di ‘Staffo’ al 46′ ci si aspetterebbe la reazione ospite ma sono i padroni di casa ad avere tante occasioni per il raddoppio ma il risultato non cambia sino al termine e alla fine tutta la squadra a festeggiare sotto la curva con gli Ultras Lions. Vittoria importantissima sia per allontanare la zona calda della classifica ma soprattutto per ridare fiducia ed entusiasmo a tutto l’ambiente”.

Olimpia Ostra Vetere-Trecastelli 1-1 – 42′ Cavaliere (O), 92′ Florio (T)

Il risultato di Olimpia Ostra Vetere-Trecastelli è stato di 1-1, ma a fare notizia è un episodio che nulla ha a che fare con lo sport. Come si legge dai canali social dei padroni di casa, un sostenitore dei padroni di casa ha pronunciato gravi espressioni razziste nei confronti di due calciatori ospiti per il colore della pelle.

“In riferimento ai fatti accaduti sugli spalti del campo sportivo ‘Puerini’ di Ostra Vetere – si legge nel comunicato stampa dei padroni di casa – nella gara casalinga col Trecastelli, la Società SS Olimpia Ostra Vetere prende fermamente le distanze da qualsiasi manifestazione di stampo razzista ad opera di un isolato sostenitore all’indirizzo di due ragazzi di origine africana militanti tra le fila avversarie. Il fatto, grave, gravissimo, va contro quella che è sempre stata la politica societaria volta all’aggregazione e mai alla discriminazione. La Società inoltre coglie l’occasione per offrire massima solidarietà ai due ragazzi offesi”. Per questo, il Trecastelli e i suoi tesserati non rilasceranno dichiarazioni sulla partita. Fatti da condannare, ma che purtroppo sono all’ordine del giorno anche in Serie A, come successo quasi in contemporanea a Udine durante Udinese-Milan nei confronti del portiere Mike Maignan.

Il giudice sportivo ha punito la società di casa con 600 euro di multa proprio per questo episodio e per non aver richiesto l’intervento della forza pubblica. Non solo, perché anche il Trecastelli è stato multato di 200 euro “per avere, i propri sostenitori, fatto esplodere numerosi petardi e micce per tutta la durata della gara”. Il ds dell’Olimpia Ostra Vetere Giacomo Caimmi, infine, è stato inibito fino al 23 marzo.

In merito ai tafferugli in campo di fine gara – chiarisce l’Olimpia in un altro comunicato – la Società prende atto del referto dell’arbitro e della squalifica di due mesi inflitta al Direttore Sportivo.

Fa strano che con tutto quel che è successo abbia pagato una sola persona per tutti ma l’unico ad aver riportato una ferita sul labbro da un pugno di un tesserato della squadra avversaria sia stato proprio un giovanissimo calciatore dell’Olimpia che non ha peraltro nemmeno preso parte all’incontro.

Non faremo ricorsi ed accetteremo il verdetto della giustizia sportiva in merito alla squalifica ed anche l’ammenda per ‘non aver prodotto richiesta d’intervento delle Forze dell’Ordine’ ma siamo fermamente convinti che con un po’ più di sportività e di buonsenso certe scene potrebbero essere quantomeno limitate.

Si è reagito in maniera sbagliata a continue provocazioni nel corso dei 90’, culminati con buona parte della panchina avversaria e dei tesserati in campo che hanno esultato verso la nostra dopo il pareggio nel recupero, indirizzando nei nostri confronti qualsiasi tipo di insulto e gestaccio.

Una precisazione va poi sul contenuto del referto dell’arbitro in quanto nessun calciatore del Trecastelli è stato colpito dal nostro direttore sportivo, la lite è infatti avvenuta tra lo stesso e due membri dello staff tecnico degli avversari: l’allenatore ed un suo collaboratore.

Se la reazione risulta assolutamente sopra le righe (e giustamente la condanniamo), la provocazione è stata quantomeno inopportuna; ci vien quindi difficile distinguere anime candide da feroci carnefici in questa storia”.

Ostra Calcio-Aurora Jesi 3-1 – 27′ Marchetti (O), 53′ Brugiatelli (O), 65′ Cammarino (A), 86′ Olivi (O)

Continua a vincere l’Ostra Calcio, che ora torna a un punto dalla vetta. I ragazzi di De Filippi hanno battuto 3-1 l’Aurora Jesi, centrando la quarta vittoria consecutiva. Gli jesini di Campanelli perdono la seconda gara di fila, rimanendo in piena zona play-out, a -3 dalla Leonessa Montoro e a +1 da Rosora Angeli e Olimpia Juventu Falconara ultime in classifica.

Il commento locale 

L’Ostra Calcio – commentano i padroni di casa – parte con il piede giusto nella prima giornata di ritorno, superando meritatamente l’Aurora Calcio Jesi con un netto 3-1. Gli ospiti approcciano bene la gara ma i loro buoni propositi durano appena una decina di minuti, il tempo necessario all’Ostra di entrare a pieno regime ed iniziare a creare occasioni da goal con una certa regolarità.

Il vantaggio arriva al 27′ con Mattia Marchetti, che su punizione dal limite trafigge il portiere avversario Orlandoni. Allo scadere della prima frazione di gioco l’Ostra sfiora il raddoppio: calcio d’angolo dalla destra, Marzano svetta di testa ma la palla si stampa sulla traversa.

Nella ripresa il trend non cambia e al 53′ arriva il raddoppio, tiro da fuori di Alessandro Brugiatelli e palla che si infila sotto la traversa, sorprendendo il portiere ospite Orlandoni, non del tutto esente da responsabilità.

Cinque minuti più tardi, Lorenzo Olivi ha sui piedi la palla che potrebbe chiudere la partita ma questa volta è il palo a negare la gioia del goal. Al 65′, nell’unico vero tiro in porta di tutta la partita da parte dell’Aurora Calcio, arriva la rete di Cammarino, che riduce le distanze con un tiro di destro dal limite.

L’Ostra non si scompone e continua a creare occasioni fino all’86’, quando è Lorenzo Olivi a mettere il sigillo definitivo alla partita, dribbling sul portiere in uscita e palla depositata in rete a coronamento di un’ottima prestazione. Altra eccellente prova di squadra da parte dei ragazzi di mister Umberto De Filippi, che proseguono nella striscia positiva, conquistando il quarto successo consecutivo”.

Un momento di Ostra Calcio-Aurora Jesi

Il commento ospite

L’Aurora – rispondono gli jesini – cede al cospetto di un forte Ostra che rilancia la sua candidatura per la vittoria finale del campionato. Il primo tempo si chiude con i gialloblu in avanti grazie al gol del solito Marchetti. Nella ripresa raddoppio locale, Cammarino accorcia le distanze e ridà speranza agli arancioblu ma nel finale in contropiede e in dubbio fuorigioco arriva il gol che chiude la contesa. Aurora comunque in partita fino alla fine, ora una settimana importante con all’orizzonte lo scontro diretto contro il Leonessa Montoro del nuovo tecnico Fabrizi”.

Palombina Vecchia-Rosora Angeli 0-2 – 59′ Ceccacci, 92′ Carloni

Prosegue il buon momento del Rosora Angeli. La squadra di Moretti, infatti, ha battuto per 0-2 un Palombina Vecchia in caduta libera (alla quarta sconfitta di fila), ottenendo la seconda vittoria nel giro di quattro sfide. Decidono i gol di Ceccacci e Carloni nella ripresa. I rosorani ora hanno appaiato l’Olimpia Juventu Falconara al penultimo posto in classifica con 11 punti.

La partita – spiega proprio l’autore del primo gol Gabriele Ceccacciè stato molto difficile, perché andavamo a giocare su un campo non troppo grande, sintetico, contro una squadra abituata a giocare insieme in quelle condizioni. Eravamo partiti con l’idea in testa di dover cominciare al meglio questo girone di ritorno. Infatti possiamo dire che sia stata una delle nostre ‘peggiori’ partite per numero di errori commessi e disattenzioni.

Abbiamo, però, dimostrato di voler risalire con tutte le nostre forze una classifica che ci penalizza davvero troppo. Abbiamo sofferto, non abbiamo mollato e abbiamo concretizzato al meglio le occasioni disponibili per segnare e portarci in vantaggio. Ora ci aspettano due partite in casa e abbiamo intenzione di riprenderci tutto quello che abbiamo lasciato indietro col girone di andata: possiamo e dobbiamo farlo”.

Serrana-Corinaldo 1-1 – 63′ Biagini (C), 75′ Fratoni (S)

La Serrana si sblocca dopo quattro sconfitte di fila e ferma sul pari il Corinaldo capolista. I giallorossi di Azzeri riescono rispondono alla rete di Biagini con la zampata del difensore ex Cingolana SF Tommaso Fratoni. I corinaldesi di Giuliani mantengono il primo posto, ma vedono avvicinarsi Ostra Calcio e Argignano a un solo punto. I locali, invece, sono al 12° posto con 16 punti, ad appena 4 punti dai play-out.

I commenti

Sabato da parte nostra – spiega proprio l’autore del gol della Serrana, Tommaso Fratonic’è stata un’ottima prestazione contro una squadra ostica che, non a caso, si trova prima in classifica. Ce la siamo giocata alla pari anche se, a mio avviso, ai punti meritavamo qualcosa in più noi. Questa partita deve essere un punto di partenza per affrontare il girone di ritorno da protagonisti e risalire da quella posizione di classifica che sicuramente non meritiamo”.

Inizia con un pareggio esterno – rispondono gli ospiti – il girone di ritorno del Corinaldo che viene fermato sull’1-1 dalla Serrana. Nei primi 45’ gli uomini di Giuliani faticano nell’adattarsi a un campo al limite del praticabile dove è impossibile giocare palla a terra. I locali, abituati al terreno, provano a sorprendere la difesa ospite con continue palle lunghe. Non si contano molte occasioni da gol, ma continui batti e ribatti a metà campo. Mazzanti, il più intraprendente, ci prova in due situazioni con tiri dalla distanza, ma Micucci risponde sempre presente.

Nella ripresa l’equilibrio non cambia fino al 63’. Tranquilli e Giuliani collezionano un triangolo volante che libera Biagini in area, bravo a firmare l’1-0 battendo il portiere in uscita. Lo stesso Biagini, galvanizzato dal gol, poco dopo sfiora la doppietta concludendo purtroppo a lato un’ottima azione di contropiede. Il Corinaldo si abbassa troppo in difesa del risultato e subisce il pareggio a 18’ dal termine. Punizione calciata forte in aerea, la sfera passa in mezzo a una selva di gambe e finisce sul secondo palo dove Fratoni, lasciato tutto solo, gonfia la rete.

I locali rimangono in 10 per l’espulsione di Bucci e all’ultimo respiro i corinaldesi sfiorano il colpaccio. Micucci in uscita alta smanaccia il calcio d’angolo di Giuliani, Esposto J, all’esordio in prima squadra, si coordina e conclude al volo non inquadrando di pochissimo lo specchio.  Dispiace non essere riusciti a portare il vantaggio fino alla fine, ma facciamo tesoro delle difficoltà riscontrate per essere più pronti in futuro. Ora testa al big match di sabato contro l’Ostra che ci insegue a un solo punto di distanza!”.

Girone F – Treiese 3-1 Pievebovigliana – 10’ Patrassi F. (T), 15’ e 24′ Francucci (T), 36’ Vitali (P)

La Treiese resta in scia al Borgo Mogliano e si vendica della prima sconfitta del girone d’andata. I ragazzi di Tassi, infatti, hanno battuto 3-1 il Pievebovigliana grazie al gol di Francesco Patrassi e alla doppietta del solito Francesco Francucci, giunto a quota 11 gol stagionali al secondo posto in classifica marcatori. I rossoblù, al nono risultato utile di fila, rinsaldano la seconda posizione, a -4 dalla vetta.

“La sfida – spiega l’autore del primo gol, Francesco Patrassiè stata abbastanza strana. L’abbiamo messa subito nel binario giusto, passando in vantaggio dopo 10 minuti: ci ha facilitato il corso del match. Siamo entrati in campo consapevoli della nostra forza e dei nostri punti deboli. Affrontavamo un’ottima squadra, che in trasferta non aveva mai perso prima di sabato, quindi siamo stati i primi a batterli fuori dalle mura amiche. Abbiamo reso più facile del previsto una partita difficile, una prestazione convincente soprattutto dal punto di vista del gioco e del carattere.

Ci siamo portati sul 3-0 dopo 30 minuti, che penso siano stati decisivi nell’economia del match. Il Pievebovigliana ha accorciato sul finale di primo tempo, ma noi siamo stati bravi a gestire il vantaggio nella ripresa: nelle giornate precedenti non sempre siamo stati capaci di mantenere il risultato, dunque abbiamo fatto un ulteriore step di crescita.

Il pre-gara di Treiese-Pievebovigliana

Negli ultimi minuti i nostri avversari hanno mollato e hanno terminato il match in 9, credo che anche questo abbia inciso sul risultato finale. A volte non abbiamo la stessa fiducia e la stessa cattiveria: sicuramente siamo stati stimolati dalla sconfitta dell’andata a Pievebovigliana, che sono i punti più pesanti che abbiamo perso finora, pur non avendo in campo 5-6 titolari quel giorno.

Siamo secondi da qualche giornata e stiamo legittimando il ruolo di principale avversaria del Borgo Mogliano per la promozione. In 16 partite, inoltre, abbiamo conquistato 38 punti: in qualsiasi altro girone potevamo essere comodamente al primo posto, ma nell’F i moglianesi hanno vinto 14 partite e quindi siamo secondi in classifica. Abbiamo trovato la quadra giusta, sia livello di uomini che a livello di schemi: speriamo di continuare in questa direzione”.

I pronostici di mister Carletti

Leonessa Montoro-Olimpia Juventu Falconara – pronostico 1 – risultato 1

Monsano-Avis Arcevia – pronostico X – risultato X

Totale di giornata: 2/2 – Totale complessivo: 20/32

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Corinaldo 34, Argignano 33, Ostra Calcio 33, Terre del Lacrima 29, Olimpia Ostra Vetere 29, Avis Arcevia 25, Monsano 24, Trecastelli 20, Palombina Vecchia 19, Cupramontana 19, Serrana 19, Le Torri Castelplanio 17, Leonessa Montoro 15, Aurora Jesi 12, Olimpia Juventus Falconara 11, Rosora Angeli 11

MARCATORI 10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Ferrante (Terre del Lacrima) e Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 8 gol: Donzelli (Palombina Vecchia) e Grossi (Trecastelli); 7 gol: Marchetti (Ostra Calcio), Orianda (Terre del Lacrima) e Lenci (Corinaldo); 6 gol: Mancini (Cupramontana), Galuppa (Argignano), Biagioli (Argignano) e Rossetti (Avis Arcevia).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 42, Treiese 38, Belfortese 34, Pievebovigliana 27, MR Pioraco 26, Ripe San Ginesio 24, San Marco Petriolo 21, Vis Gualdo, Palombese 19, Sefrense 18, Camerino Castelraimondo 16, Fabiani Matelica 16, Sarnano 16, Pennese 13, Abbadiense 11, Lorese 11

MARCATORI – 13 gol: Santoni (Pievebovigliana); 11 gol: Fiecconi (Belfortese) e Francucci (Treiese); 10 gol: Okere (Borgo Mogliano) e Vrioni (Fabiani Matelica); 9 gol: Di Francesco (Belfortese); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo), Ofili (MR Pioraco) e Cesari (Camerino Castelraimondo); 6 gol: Patrassi F. (Treiese), Aquino (Lorese) e Correnti (Sefrense).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 15^ giornata dei gironi C e F

Il Corinaldo è campione d’inverno nel girone C grazie al successo di Castelplanio; l’Argignano battuto dall’Ostra Calcio in zona Cesarini; sei punti in quattro giorni per l’Olimpia Ostra Vetere, quarta insieme al Terre del Lacrima

VALLESINA, 17 gennaio 2024 – Siamo arrivati al giro di boa in Seconda Categoria ed è già tempo di primi bilanci. La 15^ giornata ha decretato il Corinaldo quale campione d’inverno del girone C, grazie siaalla vittoria di Castelplanio che al passo falso dell’Argignano in casa dell’Ostra Calcio, che ha rimontato i fabrianesi con due gol in extremis.

L’Olimpia Ostra Vetere si rilancia conquistando sei punti in due giorni, battendo Rosora Angeli sabato scorso e Avis Arcevia nel recupero di oggi, confermando l’1-2 di due settimane fa prima della sospensione per nebbia. Finisce a reti bianche, inoltre, la sfida tra Cupramontana e Monsano. Nel girone F, la Treiese ha battuto la Belfortese ed ha confermato il secondo posto solitario, ribadendo di essere l’unica seria rivale del Borgo Mogliano capolista per la promozione. Andiamo a scoprire insieme tutto quello che è successo.

Girone C – Cupramontana-Monsano 0-0

Finisce senza reti la sfida tra Cupramontana e Monsano. Il pari accontenta più gli ospiti di Polonara che i locali di Ballini, dato che i rossoblù restano a -2 dai play-off, mentre i cuprensi sono a 6 punti dal quinto posto.

“Abbiamo affrontato la squadra con la miglior difesa del girone – spiega Daniele Verdenelli, capitano del Cupramontanaed è stata dura. Nel primo tempo abbiamo creato tanto, senza riuscire a concretizzare. Non abbiamo avuto occasioni da gol nitidissime, ma siamo stati costantemente nella loro metà campo a fare tanta mole di gioco. Nella ripresa il Monsano ha avuto buone chances di andare in vantaggio, sicuramente meglio delle nostre, ma non ci sono riusciti. Abbiamo ripreso noi il pallino del gioco, tuttavia senza impensierire la loro difesa. Il pareggio, in fin dei conti, è giusto, ma c’è il rammarico di non aver conquistato la vittoria in casa. Potevamo rimanere attaccati alle squadre della zona play-off, ma, guardando il bicchiere mezzo pieno, la prestazione è stata buona. Ora pensiamo alla sfida di sabato prossimo contro l’Argignano”.

Luca Ballini, allenatore del Cupramontana

“La sfida di sabato – risponde il capitano del Monsano, Alberto Piattella è stata proprio una bella gara, affrontata da due squadre che a mio avviso meritano una posizione di classifica migliore. Nel primo tempo sono stati i padroni di casa a fare il match, mentre noi abbiamo pensato a difenderci e a giocare in ripartenza. Il secondo tempo è stato più equilibrato: siamo partiti subito forti con una occasione di testa con Sardella che da pochi metri spreca mandando al lato. Poco dopo ci riproverà da calcio piazzato. Nel finale la più grande occasione l’abbiamo creata noi con una bellissima sforbiciata di Pieralisi, fermata da un’ottima parata che salva il risultato. Pareggio forse giusto per quello che si è visto”.

Le Torri Castelplanio-Corinaldo 1-2 – 18’ autogol (C), 58’ Corinaldesi su rigore (L), 93’ Addate (C)

Il Corinaldo al 93’ conquista la vetta solitaria della classifica. Il gol di Addate, infatti, regala ai ragazzi di mister Giuliani il primo posto esclusivo, per via del contemporaneo successo dell’Ostra Calcio sull’Argignano. I ragazzi di Fugante perdono immeritatamente contro la prima della classe, perdendo la terza partita consecutiva e rimanendo comunque a +4 dai play-out.

Innanzitutto – spiega, infatti, il centrocampista cingolano del Le Torri Castelplanio, Enrico Evangelisti – c’è grande rammarico per il risultato, perché la prestazione c’è stata, soprattutto perché sarebbe stato bello portare via punti contro la prima in classifica. La cosa positiva è stata la prestazione, quella che ci voleva dopo un periodo difficile dove non riuscivamo a esprimere il nostro gioco. Spero che queste prestazioni continuino ad essere delle costanti e non dei casi. Abbiamo peccato di inesperienza negli ultimi minuti, ma è quello che siamo ora, una squadra con molti giovani che comunque stanno crescendo a vista d’occhio”.

Il Corinaldo – scrive la squadra ospite – chiude il girone di andata con una vittoria last minute a Castelplanio che lo lancia in vetta alla classifica. I ragazzi di mister Giuliani non approcciano bene il match e dopo pochi secondi vengono sorpresi da Montecchiarini fermato però dagli ottimi riflessi di Lattanzi. Al 18’, con un pizzico di fortuna, gli ospiti si trovano in vantaggio grazie a un’autorete di Brocanelli che di testa spiazza il suo portiere.

Sulle ali dell’entusiasmo i corinaldesi creano subito due palle gol. Mazzanti vince un rimpallo, si lancia verso Priori e serve Cicetti, meglio posizionato, ma purtroppo dosa male il passaggio. Lorenzo Giuliani pesca Lenci che dal limite conclude a botta sicura non trovando per poco l’angolino. Il Le Torri reagisce e va vicino più volte al pareggio con conclusioni dalla distanza. Prima Bruschi coglie il palo, poi il tiro di Cerioni viene smanacciato dall’estremo difensore sopra la traversa.

Nei secondi 45’ i locali prendono il sopravvento su un Corinaldo apparso poco lucido. Al 58’ Corinaldesi trasforma il rigore del momentaneo 1-1 spiazzando il portiere. Gli uomini di Fugante prendono coraggio e sfiorano in un paio di occasioni il sorpasso, ma sbattono contro un Lattanzi in giornata di grazia. Al 93’ Montesi, appena subentrato, sprinta sull’out di sinistra e crossa verso il centro. La traiettoria supera Priori in uscita alta e pesca Addate che al volo gonfia la rete.

Ragazzi, non avete messo in campo la vostra migliore prestazione, ma siete stati bravi a crederci fino alla fine! Ritroviamo lo smalto migliore! Ringraziamo infine tutti i nostri tifosi che ci hanno seguito numerosissimi anche in trasferta”.

Leonessa Montoro-Trecastelli 0-3 – 44’ Grossi, 57’ e 61’ Kone

Il Trecastelli passa a Montoro e rinsalda la sua posizione a centro classifica. La squadra di Galotta, infatti, batte 0-3 la Leonessa grazie alle giocate del 16enne Mevale Kone, promettente attaccante autore di 2 gol un assist. I filottranesi restano al 13° posto insieme all’Aurora Jesi, a cavallo tra la salvezza e i play-out. La sconfitta è costata la panchina a mister Giuliodoro: al suo posto è arrivato il cingolano Francesco “Kekko” Fabrizi.

La Leonessa Montoro – scrive la società locale –chiude il girone di andata con una brutta sconfitta interna ad opera del Trecastelli. Partita decisa dal giovane Mevale Kone, classe 2007 autore di un assist e 2 gol. Giovanissimo da poco tesserato e già in orbita Ancona. Ne sentiremo parlare. Primo tempo molto equilibrato con poche emozioni, al 34′ Staffolani ha una buona opportunità ma calcia alto.

Al 44′ l’azione che sblocca il match, il giovane Kone si invola sulla destra, palla al centro per l’accorrente Grossi che elude la marcatura della difesa biancorossa e batte Polenta.

Nel secondo tempo è Kone-show, uomo ovunque. Al 57′ aggancia un bel pallone dal limite, si libera stupendamente in area e batte l’incolpevole Polenta. Dopo appena 4 minuti Kone si ripete, prende palla al limite dell’area, serie di dribbling ubriacanti fino a depositare la palla in rete, gran giocata e applausi da parte di tutto lo stadio, chapeau!

Sullo 0-3 la partita è virtualmente chiusa, la difesa del Trecastelli ferma ogni offensiva dei Red Lions, che hanno l’occasione più nitida al 78′ con Giovanni Coppari che calcia bene verso la porta ma il portiere Bruzzesi si supera e devia in angolo”.

Kone del Trecastelli

“Al di là del risultato – risponde mister Rodolfo Galotta del Trecastelli, la partita è stata sicuramente dura: è stato sbloccata sullo scadere del primo tempo e questo ha aperto un po’ le danze. Nel secondo tempo i ragazzi sono scesi in campo facendo un’ottima prova, sia sul piano atletico sia su quello tecnico-tattico, quindi sono molto soddisfatto della vittoria di sabato. 

Stiamo lavorando giornata per giornata con il fine di migliorarci e speriamo che da qui alla fine le soddisfazioni che avremo saranno ancora tante; ma non dimentichiamoci che il nostro primo obiettivo è quello della salvezza, prima la raggiungeremo matematicamente e meglio sarà.  Questo per noi è un anno particolare dove è stato cambiato tanto ma piano piano siamo riusciti a raggiungere una quadra anche grazie alla serietà e alla grande dedizione al lavoro che hanno i nostri ragazzi”.

Olimpia Ostra Vetere-Rosora Angeli 2-1 – 22’ Guiducci Y. (O), 57’ Petraccini (R), 72’ Conti (O)

L’Olimpia Ostra Vetere batte di misura il Rosora Angeli e, confermando anche l’1-2 nel recupero con l’Avis Arcevia (leggi nel penultimo paragrafo di cronaca), rilancia le proprie ambizioni di vertice. La squadra di Curzi, infatti, ha rifilato 2-1 rifilato alla compagine di Bocchini, che ha comunque venduto cara la pelle, nonostante l’ultimo posto in classifica.

“La partita – spiega l’autore del gol del Rosora Angeli, Nicholas Petracciniè stata molto bella. Sapevamo del valore e potenziale dell’Olimpia Ostra Vetere. Loro partono forte, sia nel gioco che nelle occasioni, senza però essere troppo pericolosi. Fino al goal su calcio d’angolo che ci segnano di testa per un nostro errore. Poi da lì in poi siamo cresciuti e abbiamo iniziato a costruire azioni e chiudere bene le loro ripartenze. Nel secondo tempo entriamo in campo consapevoli che possiamo portare a casa il risultato. Infatti dopo un quarto d’ora della ripresa da una punizione di testa riesco a pareggiare.

Da lì i padroni di casa non sono stati più pericolosi e noi abbiamo iniziato a costruire azioni su azioni, senza però trovare il vantaggio. Poi su una punizione laterale per loro c’è stata la nostra ennesima disattenzione e Conti si trova la palla nei piedi e ci fa il 2 a 1. Peccato, perché la squadra ha dimostrato che sta crescendo, sia nel gioco sia mentalmente. Sappiamo che per la salvezza rimangono 15 finali, ma chi ha visto la partita sabato può dire che forse anche un pareggio ci stava stretto. La strada è quella giusta per raggiungere l’obbiettivo”. L’Olimpia Ostra Vetere, visto il delicato periodo che sta attraversando, preferisce non rilasciare dichiarazioni.

Ostra Calcio-Argignano 2-1 – 57’ Moretti (A), 90’ Landi (O), 94’ Sabbatini (O) 

All’ultimo respiro l’Ostra Calcio ribalta l’Argignano. I fabrianesi erano passati in vantaggio al 57’ con Moretti, tuttavia i padroni di casa sono riusciti a vincere per 2-1 grazie alle reti di Landi e Sabbatini. Con questo successo, l’Ostra Calcio resta al terzo posto a -3 proprio dall’Argignano secondo, che perde così la leadership della classifica.

“Abbiamo affrontato una squadra forte – commenta l’attaccante dell’Ostra, Mirko Zupoe con ottimi elementi, per noi era importante fare risultato. Partita vinta con carattere e con un grandissimo gruppo unito dove tutti ci hanno creduto fino alla fine. Forza Ostra!”

L’ultima giornata di andata – commenta l’addetto stampa dell’Argignano, Stefano Giulioni – vedeva il match clou Ostra-Argignano. A Pianello di Ostra davanti a quasi duecento persone le due compagini hanno dato vita ad un bell’incontro, spigoloso nel primo tempo e con l’Argignano protagonista, molto vivace nel secondo l’Ostra costantemente all’attacco, ma è l’Argignano con un’azione strepitosa a passare in vantaggio. Triangolazione Biagioli-Sartini-Biagioli e cross basso dal fondo sul quale si avventa Moretti che mette dentro di piatto.Subito dopo il fattaccio con l’espulsione del terzino Gambini per doppia ammonizione, la seconda troppo severa. Nel finale l’Ostra riesce a pareggiare a pochi secondi dal novantesimo con una volée dal limite sotto la traversa e a ribaltare il risultato al 94’ con un tiro da centro area a fil di palo imprendibile per Mecella.

La partita era iniziata con l’Argignano all’attacco, Biagioli e Sartini vengono presi di mira dai difensori locali e nella prima mezz’ora l’arbitro fischia sei punizioni sulla tre-quarti, su una di esse al quarto d’ora Biagioli gira a rete e di testa un difensore respinge sulla linea. L’Ostra parte in contropiede e il portiere Mecella, oggi protagonista, esce a rinviare fuori area, subito dopo deve invece intervenire in tuffo su un tiro dal limite indirizzato all’incrocio. Secondo tempo che inizia con un’azione sulla destra dell’Ostra, tiro ravvicinato e deviazione di piede di Mecella, sulla respinta altro tiro e altra deviazione del portiere sempre di piede in angolo.

 Al 58’ il gol ospite di Moretti e cinque minuti dopo l’espulsione che cambia la partita. L’Ostra preme sull’ acceleratore e Mannelli effettua i cambi degli stanchi Mecella e Vanità, bravissimi sabato insieme ad Orfei a reggere il centrocampo, mettendo Silvestri terzino a marcare la loro punta più pericolosa. Ad un quarto d’ora dalla fine si fa vedere l’Ostra prima con un altro tiro ravvicinato che Mecella devia con i piedi, poi con un calcio d’angolo che Mecella respinge di pugno e infine con un tiro dal limite che il portiere para alto. Su questa azione Mecella viene preso dai crampi ed è costretto a rimanere in campo non al meglio delle condizioni. Nel finale arrembaggio dell’Ostra che riesce ad aprirsi un paio di varchi con l’Argignano troppo chiuso all’interno della propria area e a fare suo il risultato”.

Palombina Vecchia-Olimpia Juventu Falconara 1-2 – 29’ De Vincenzo (P), 54’ Cancellieri su rigore (O), 71’ Borgognoni (O)  

L’Olimpia Juventu Falconara vince il derby e si toglie dall’ultimo posto. I falconaresi, infatti, hanno vinto 1-2 sul campo del Palombina Vecchia, rimontando la rete iniziale di De Vincenzo con i gol di Cancellieri su rigore e di Borgognoni. Se l’Olimpia Juventu Falconara è ora 15^ con 11 punti, a -1 da Leonessa Montoro e Aurora Jesi, il Palombina Vecchia scala al nono posto con 19 punti, a -6 dai play-off e a +7 dai play-out.

Serrana-Avis Arcevia 1-2 – 32’ Rossetti (A), 47’ Pucci (A), 76’ Bucci su rigore (S)

Continua il periodo negativo della Serrana. I giallorossi, infatti, hanno perso 1-2 contro l’Avis Arcevia,andando incontro alla quarta sconfitta consecutiva. Gli arceviesi sono andati sullo 0-2 a cavallo dei due tempi, con le reti di Rossetti e Pucci. Bucci su rigore ha riaperto le ostilità a 14 minuti dalla fine, ma il risultato non è più cambiato dall’1-2. L’Avis Arcevia è sesta con 24 punti, mentre la Serrana è dodicesima a 15, ad appena tre lunghezze dai play-out.

Il pre-gara di Terre del Lacrima-Aurora Jesi

Terre del Lacrima-Aurora Jesi 1-0 – 68’ Orianda su rigore

Il Terre del Lacrima batte di corto muso l’Aurora Jesi e si conferma al quarto posto. Gli jesini, però, non avrebbero demeritato il pari contro i belvederesi, che hanno vinto grazie ad un contestato rigore realizzato dall’ex di giornata Orianda. In generale non è piaciuto ad entrambe le squadra l’arbitraggio di Nicoletti di Macerata.  

Non è stata la nostra miglior partita – commenta la società belvederese – quella che ha concluso il girone di andata del campionato delle Terre. La squadra ha faticato a prendere le misure a un avversario, l’Aurora Jesi, salito a Belvedere con le intenzioni di continuare la striscia positiva. Tuttavia l’abbiamo portata a casa, sapendo soffrire e gettando il cuore oltre l’ostacolo, rimanendo in piedi dove due mesi fa saremmo caduti.

L’episodio chiave del match è a metà ripresa con Ferrante che veniva atterrato in area, conquistando un calcio di rigore che il glaciale Orianda realizzava spiazzando il portiere ospite. Altre chances per noi, diverse mischie per loro, risolte con mestiere e abnegazione. Male l’arbitraggio che ha scontentato ambo le parti. Giriamo a 28 punti, in piena zona playoff, con la consapevolezza che vincere queste partite sporche è davvero tanto importante, così come tanto è ancora il lavoro da fare per mantenersi in questa posizione di classifica e continuare a sognare quel traguardo per cui sudiamo da agosto”.

Il girone dell’andata dell’Aurora – rispondono gli jesini – si chiude con una sconfitta a Belvedere Ostrense per 1-0 contro il Terre del Lacrima. A decidere la gara un contestato rigore dell’ex Orianda che ha spiazzato Orlandoni, poco prima autore di un grande intervento a negare il gol all’attaccante avversario.

Non è stata l’unica decisione alquanto dubbia del direttore di gara, protagonista di una gara sfortunata, con poche scelte giuste e che ha contribuito a rendere il match molto nervoso.

Sconfitta non senza rimpianti per un’Aurora che ha tenuto ottimamente il campo per tutto il match e ha sfiorato il vantaggio nel primo tempo col tiro di Kujabi che ha centrato il palo.

Un altro intervento del portiere locale ha negato a un’Aurora gagliarda il vantaggio. Dopo il gol locale assalto degli arancioblu che più volte non riescono a capitalizzare le mischie in area biancorossa, lamentando la mancanza di un rigore apparso netto. Tempo di voltare pagina, con la consapevolezza che giocando così la salvezza diretta è possibile. Primo impegno del girone di ritorno la settimana prossima sul difficile campo dell’Ostra”.

Recupero della 14^ giornata – Avis Arcevia 1-2 Olimpia Ostra Vetere – 47’ Paniconi (O), 50’ Guiducci (O), 57’ Di Sabato (A)

Non cambia il risultato di Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere dopo gli ultimi 24 minuti recuperati oggi. Per i rossoblù, dunque, sono state decisive le reti di Paniconi e Guiducci nell’1-2 finale, con la rete ininfluente di Di Sabato per i locali. I rossoblù restano così al quarto posto insieme al Terre del Lacrima,mentre gli arceviesi si allontanano dalla zona play-out, ora a -4.  

Francesco Francucci della Treiese

Girone C – Belfortese 0-1 Treiese – 54’ Francucci su rigore

La Treiese batte la Belfortese e si conferma come seconda forza del campionato. I ragazzi di Tassi, infatti, hanno vinto 0-1 in trasferta, grazie al rigore realizzato da Francesco Francucci. I padroni di casa, poco dopo, hanno sbagliato il penalty dell’1-1.

Si tratta di una vittoria molto importante – commenta il match winner Francesco Francucci, che ci dà grande morale e grande entusiasmo per il proseguo della stagione. La partita è stata equilibrata e decisa da episodi. Dopo un primo tempo senza azioni degne di cronaca, nel secondo prima siamo stati noi bravi a concretizzare il rigore preso da Latini, poi siamo stati graziati da Di francesco con l’errore dagli 11 metri. Nel finale loro hanno provato a pareggiare, ma siamo stati bravi a resistere e ci siamo portati a casa un risultato importantissimo”.

I pronostici di mister Carletti

Cupramontana-Monsano – pronostico 1 – risultato X

Ostra Calcio-Argignano – pronostico 1 – risultato 1

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 18/30

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Corinaldo 33, Argignano 3o, Ostra Calcio 30, Terre del Lacrima 28, Olimpia Ostra Vetere 28, Avis Arcevia 24, Monsano 23, Trecastelli 20, Palombina Vecchia 19, Cupramontana 19, Serrana 18, Le Torri Castelplanio 16, Leonessa Montoro 12, Aurora Jesi 12, Olimpia Juventus Falconara 11, Rosora Angeli 8

MARCATORI10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Ferrante (Terre del Lacrima); 8 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere), Donzelli (Palombina Vecchia) e Grossi (Trecastelli); 7 gol: Orianda (Terre del Lacrima), e Lenci (Corinaldo); 6 gol: Mancini (Cupramontana), Marchetti (Ostra Calcio), Galuppa (Argignano), Biagioli (Argignano) e Rossetti (Avis Arcevia).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 39, Treiese 35, Belfortese 31, Pievebovigliana 27, MR Pioraco 23, Ripe San Ginesio 21, Vis Gualdo 19, Palombese 19, San Marco Petriolo 18,, Sefrense 18, Camerino Castelraimondo 16, Fabiani Matelica 15, Pennese 13, Sarnano 13, Abbadiense 11, Lorese 10

MARCATORI 13 gol: Santoni (Pievebovigliana); 10 gol: Fiecconi (Belfortese), Okere (Borgo Mogliano) e Vrioni (Fabiani Matelica); 9 gol: Francucci (Treiese) e Di Francesco Alex (Belfortese); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Cesari (Camerino Castelraimondo).

Un anno fa…

Classifica Girone C 2022-2023: Argignano 35, Borghetto 33, Olimpia Ostra Vetere 32, Misa 31, Victoria Strada 22, Cupramontana 22, Aurora Jesi 22, Le Torri Castelplanio 21, Serrana 21, Avis Arcevia 21, Corinaldo 20, Monsano 19, Terre del Lacrima 11, Fabiani Matelica 8, Valle Del Giano 8, Maiolati United 3

Classifica Girone C 2023-2024: Corinaldo 33, Argignano 30, Ostra Calcio 30, Terre del Lacrima 28, Olimpia Ostra Vetere 28, Avis Arcevia 24, Monsano 23, Trecastelli 20, Palombina Vecchia 19, Cupramontana 19, Serrana 18, Le Torri Castelplanio 16, Leonessa Montoro 12, Aurora Jesi 12, Olimpia Juventus Falconara 11, Rosora Angeli 8

Differenze: Terre del Lacrima +17, Corinaldo +13, Monsano +4, Avis Arcevia +3, Ostra Calcio (ex Misa) -1, Cupramontana -3, Serrana -3, Olimpia Ostra Vetere -4, Argignano -5, Le Torri Castelplanio -6, Aurora Jesi -10

Classifica Girone F 2022-2023: San Claudio 39, Vigor Macerata 33, Borgo Mogliano Madal 31, Juventus Club Tolentino 25, San Marco Petriolo 24, Atletico Macerata 22, Belfortese 22, MR Pioraco 21, Pievebovigliana 20, Treiese 15, Ripe San Ginesio 15, Pennese 14, Sefrense 12, Amatori Appignano 12, Vis Gualdo 11, Palombese 10

Classifica Girone F 2023-2024: Borgo Mogliano Madal 39, Treiese 35, Belfortese 31, Pievebovigliana 27, MR Pioraco 23, Ripe San Ginesio 21, Vis Gualdo 19, Palombese 19, San Marco Petriolo 18, Sefrense 18, Camerino Castelraimondo 16, Fabiani Matelica 15, Pennese 13, Sarnano 13, Abbadiense 11, Lorese 10

Differenze: Treiese +20, Belfortese +9, Palombese +9, Borgo Mogliano Madal +8, Vis Gualdo +8, Pievebovigliana +7, Sefrense +6, MR Pioraco +2, Pennese -1, San Marco Petriolo -6.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 14^ giornata dei gironi C e F

Nel girone C Corinaldo e Argignano continuano la marcia in vetta, l’Ostra Calcio insegue; l’Aurora Jesi batte il Le Torri, il Rosora Angeli ferma sul pari il Cupramontana

VALLESINA, 10 gennaio 2023 – Dopo il racconto della Prima Categoria, su Vallesina.TV i riflettori si accendono anche sulla Seconda Categoria. Da questa settimana, infatti, vi racconteremo le partite dei gironi C e F che riguardano le nostre squadre della Vallesina e dintorni, con i commenti dei protagonisti.

Nelle partite della 14^ giornata, continuano a volare Argignano e Corinaldo, al primo posto in classifica nel girone C con vittorie convincenti. L’Ostra Calcio si conferma quale terza forza del campionato, vincendo all’inglese sul Trecastelli. Diventa quasi decisivo, dunque, il risultato del recupero tra Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere, dato che la gara di sabato è stata sospesa per nebbia a metà della ripresa sull’1-2 per gli ostrensi.

Per quanto riguarda, invece, i due derby della Vallesina in programma, l’Aurora Jesi batte il Le Torri Castelplanio e rilancia le proprie ambizioni di salvezza, mentre il Cupramontana viene fermato sul pari dal Rosora Angeli. Nel girone F, la Treiese seconda butta via due punti contro il Fabiani Matelica e ora vede allontanarsi la capolista Borgo Mogliano. Andiamo a vedere tutto quello che è successo.

Girone C – Argignano 3-1 Serrana – 2’ Murolo (A), 59’ Sartini (A), 70’ Biagioli (A), 90’ Fabrizi (S)

L’Argignano batte 3-1 la Serrana e continua a volare. I fabrianesi imbattuti da 7 partite, infatti, restano al primo posto con 30 punti a pari merito con il Corinaldo, mentre i giallorossi sono al 12° posto, ad appena tre punti dai play-out e a -7 dai play-off.

Dopo due minuti – commenta il ds dell’Argignano, Stefano Giulianisi va sull’1-0 con la girata di Murolo poco sotto l’incrocio. La partita è continuata con attacchi da entrambe le parti. Eravamo privi del portiere titolare Latini, ma il sostituto Jacopo Mecella è dovuto intervenire solo un paio di volte. Prima della fine del tempo Biagioli ha scagliato un tiro insidioso poco sopra la traversa.

Al 59′ il secondo gol con la sassata dal limite di Sartini, entrato da un minuto. Dopo i campi il terzo gol, con il contropiede di Biagioli concretizzato con un pallonetto al portiere. La Serrana trova il gol della bandiera con una girata appena dentro l’area a fil di palo. Allo scadere gli ospiti avrebbero potuto accorciare, ma il loro giocatore ha sbagliato la mira.

Il vantaggio ci ha permesso di giocare come piace a noi, di rimessa. Il nostro gioco a centrocampo è solitamente inferiore a quello avversario, quindi ci dobbiamo basare su lanci lunghi verso gli attaccanti. Segnalo che hanno segnato per noi tutti i nostri formidabili attaccanti (Murolo, Sartini e Biagioli, perfetti per la nostra tattica) e che ad Argignano non si vince: la nostra difesa non fa passare un pallone, per la forza dei due centrali Galuppa. Abbiamo rinforzato il centrocampo con Fabrizi: siamo ancora più competitivi, dato che viene dalle giovanili dell’Ascoli. Abbiamo 32 giocatori in rosa e siamo completi”.

La festa dell’Aurora Jesi nel post-partita

Aurora Jesi 3-1 Le Torri Castelplanio – 5’ autogol (A), 28’ Kujabi (A), 30’ Cammarino (A), 81’ Chiorrini (L)

L’Aurora Jesi fa suo il derby contro il Le Torri Castelplanio. La squadra di Campanelli, infatti, ha vinto 3-1, ottenendo la seconda vittoria di fila, dopo l’1-2 all’Olimpia Juventu Falconara. Il successo vale l’aggancio in classifica alla Leonessa Montoro tredicesima. Per il Le Torri di Simone Fugante, invece, si tratta della seconda sconfitta di fila: la squadra non vince addirittura dal derby contro il Rosora Angeli del 18 novembre ed ora è a soli 4 punti dai play-out, a -6 dai play-off.

Inizia benissimo – commenta la società aurorina – il 2024 dell’Aurora che travolge Le Torri per 3-1 trovando la prima vittoria interna di questa stagione! Partenza a razzo degli arancioblu, in vantaggio su autogol dopo una manciata di minuti. Kujabi raddoppia sugli sviluppi di azione d’angolo, poco dopo bomber Cammarino punisce un errore di Priori mettendo in ghiaccio il match alla mezz’ora. Resto della partita accademico, nel finale il Le Torri trova con Chiorrini il gol della bandiera. La classifica è più serena, gli arancioblu ora sono attesi dalla trasferta sul campo del Terre del Lacrima dei tanti grandi ex”.

“Anche prima della sosta – risponde il mister del Le Torri Castelplanio, Simone Fugante – avevamo rimediato una brutta sconfitta e avevamo perso per infortunio alcuni giocatori d’esperienza. Faccio i complimenti all’Aurora Jesi, perché ha tirato fuori quell’ardore agonistico che in Seconda Categoria serve come il pane e senza di quello non si fanno i risultati. Noi siamo una squadra giovane, con diversi limiti: ci stiamo lavorando. Mi dispiace per i ragazzi perché, dopo il lavoro in settimana, il sabato non riescono a tirare fuori il buono che mi fanno vedere in allenamento.

Simone Fugante (allenatore Le Torri Castelplanio)

Dobbiamo tirar fuori un ardore agonistico più alto: bisogna essere più cattivi, entrando nell’ottica della Seconda Categoria. Forse abbiamo messo un’asticella un po’ alta per il nostro valore: con i giovani i risultati non arrivano subito e ci vuole tempo. Questi alti e bassi, purtroppo, ci possono stare. Dopo 3 minuti siamo andati in svantaggio con un autogol: ci ha tagliato l’entusiasmo iniziale e ci sono tornate le paure che abbiamo in questo momento. Così l’Aurora in mezz’ora ci ha fatto tre gol, è stata una mazzata forte, che ci ha fatto dissolvere tutte le speranze. Facciamo grande fatica a fare gol e non abbiamo reagito subito, se non nel secondo tempo.

Proviamo a giocare, ma manchiamo di concretezza: gli jesini tre volte si sono trovati davanti al portiere e tre volte hanno segnato. Nel secondo tempo, tra l’altro, hanno avuto le occasioni per farne altri due, erano cento volte più convinti di noi. Dobbiamo rimboccarci le maniche e dare di più: solo con il lavoro si può risolvere questa situazione”.

La nebbia in Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere

Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere – sospesa per nebbia (parziale 1-2) – 47’ Paniconi (O), 50’ Guiducci (O), 57’ Di Sabato (A)

E’ durata 66 minuti Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere. Il big match, infatti, è stato sospeso per nebbia nel corso della ripresa. Gli ostrensi di Curzi erano passati in doppio vantaggio grazie ai gol di Paniconi e Guiducci, mentre i padroni di casa avevano accorciato con la rete di Di Sabato poco prima della sospensione. Ora l’Olimpia è al quinto posto con 22 punti, a -8 dal duo di testa, mentre segue al settimo l’Avis Arcevia a 21. Il risultato del recupero, a data ancora da destinarsi, sarà probabilmente decisivo per le ambizioni delle due squadre.

Corinaldo 6-0 Leonessa Montoro – 9’ Cicetti, 27’ e 52’ Esposto, 36’ e 71’ Giuliani, 40’ Lenci su rigore

Il Corinaldo, invece, continua a marciare in testa alla classifica. La squadra di mister Giuliani, infatti, ha battuto con un netto 6-0 la Leonessa Montoro, ottenendo il dodicesimo risultato utile consecutivo. I biancoazzurri non perdono dal 30 settembre, precisamente dal derby contro l’Ostra Calcio. I filottranesi di Giuliodoro, invece, vengono agganciati dall’Aurora Jesi in zona play-out: il successo manca da due giornate.

“Buona la prima – spiega la società di casa -. Il Corinaldo inizia benissimo il nuovo anno imponendosi per 6-0 contro il Leonessa Montoro. I ragazzi di mister Giuliani entrano in campo con le idee ben chiare e dopo 9’ sono già in vantaggio. Imbucata di Rigamonti per Lorenzo Giuliani che supera in velocità il suo diretto interessato e serve a Cicetti la palla dell’1-0. Gli ospiti non riescono a reagire e, poco prima della mezz’ora, subiscono il 2-0 di Esposto in mischia. Al 35’ colpo di genio di Lorenzo Giuliani, che con un pallonetto chirurgico da metà campo sorprende Giachè fuori dai pali e fa esplodere tutto lo stadio. Passano 5’ e capitan Lenci chiude la pratica con un rigore perfetto, decretato per un fallo di mano in area ospite.

A inizio secondo tempo il Leonessa Montoro ha l’occasione per provare a riaprire la partita, ma Fanesi di testa colpisce debole fra le braccia di Lattanzi. Al 52’ Esposto firma la sua doppietta personale con uno stacco imperioso sugli sviluppi di palla inattiva. Girandola di cambi per il Corinaldo che continua a imporre il proprio gioco, sfruttando anche la superiorità numerica per l’espulsione, molto generosa, di Balestrieri. A metà ripresa arriva il gol del definitivo 6-0 di Lorenzo Giuliani con una gran volée di sinistro su sponda aerea di Tranquilli. Nel finale ci prova anche il subentrato Myftiu con un gran tiro dalla distanza, ma la sua conclusione sbatte sulla traversa. C’è poco da dire ragazzi, è un piacere vedervi affrontare le partite con questa voglia. Chapeau”.

“Partita da dimenticare – rispondono gli ospiti – per la Leonessa contro la capolista Corinaldo Calcio anche se il risultato è troppo severo per i Red Lions che hanno pagato in maniera carissima alcuni episodi. Comunque complimenti al Corinaldo, sicuramente la miglior squadra del girone, forte tecnicamente e fisicamente in ogni reparto. Player of the match oggi va al fantasista numero 10 del Corinaldo Giuliani, autore al 38′ di un gol spettacolare da quasi 40 metri, chapeau! Questo è il calcio, nel bene e nel male, nelle vittorie o nelle sconfitte, l’importante è girare pagine e testa al prossimo turno”.

Monsano 1-0 Palombina Vecchia – 89’ Mattioli

A combattere per la zona play-off ora c’è anche il Monsano. I rossoblù di Pelonara, infatti, battono 1-0 il Palombina Vecchia con un gol all’89° di Mattioli e agganciano al quinto posto l’Olimpia Ostra Vetere. I falconaresi, invece, restano ottavi a quota 18 punti.

La partita – commenta Valentino Pelonara, allenatore del Monsano – è stata molto bella, tra due squadre organizzate, con belle giocate da entrambe le parti. Nel secondo tempo siamo venuti fuori con i cambi e a livello atletico siamo stati più in palla, mentre il Palombina Vecchia ha avuto un calo notevole. Sulle palle inattive abbiamo creato le nostre occasioni e alla fine siamo riusciti a segnare”.

Olimpia Juventu Falconara 2-4 Terre del Lacrima – 35’ Ferrante (T), 43’ e 89’ Borgognoni (O), 45’ e 54’ Togni (T), 80’ Morsucci (T)

Si conferma il Terre Del Lacrima. I belvederesi di Mattia Bocchini, infatti, hanno battuto 2-4 il fanalino di coda Olimpia Juventu Falconara, ottenendo l’undicesimo risultato utile che permette loro di salire al quarto posto solitario con 25 punti. Come per il Corinaldo, l’ultima squadra a battere i biancorossi è stata l’Ostra Calcio il 7 ottobre.

Mister Mattia Bocchini

Inizia alla grande il 2024 del Terre del Lacrima – commenta la società di Belvedere Ostrense – che si impone autorevolmente per 4-2 sul campo dell’Olimpia Juventu Falconara. Risultato fin troppo stretto per gli uomini di mister Bocchini che centrano pure tre legni e sprecano diverse ghiotte chances per gonfiare la rete locale, oltre a venire fermati più volte per dei fuorigioco apparsi quantomeno dubbi. Vantaggio biancorosso con Ferrante che su punizione calciata da Togni anticipa di testa il portiere in uscita.

Immediata reazione dell’Olimpia con Borgognoni che pareggia sugli sviluppi di un calcio di punizione. Terre in vantaggio negli spogliatoi grazie alla prodezza di Togni che angola un preciso fendente dal limite dell’area trovando il primo centro con la nostra maglia.  Nella ripresa c’è l’allungo decisivo, ancora firmato da bomber Ferrante che lascia di stucco la retroguardia locale. Il neoentrato Morsucci sigilla la gara nel finale, prima di un ultimo acuto di Borgognoni che fissava il punteggio sul 2-4. Tutto invariato nelle posizioni di testa in classifica, prossimo impegno al Piccioni contro una rediviva Aurora Jesi, reduce da due successi consecutivi”

Rosora Angeli 1-1 Cupramontana – 40’ Martinelli su rigore (R), 76’ Bini (C)

Il Rosora Angeli ferma sul pari il Cupramontana dopo due vittorie consecutive. Il derby della Vallesina finisce 1-1, con la squadra di Ballini che resta al nono posto a 18 punti. I ragazzi di Gionata Moretti, al secondo risultato utile, raggiungono al 15° posto l’Olimpia Juventu Falconara a quota 8: la salvezza diretta ora dista 4 punti.

“Abbiamo affrontato un’ottima formazione – commenta il dirigente Lorenzo Quaresima del Rosora Angeli : siamo andati in vantaggio e nel momento di stallo il Cupramontana ha trovato il pareggio che sinceramente è il risultato più giusto. E’ stato importante comunque aver mosso la classifica e aver raggiunto la posizione per giocare i play-out”.

Mister Gionata Moretti

“Quella di sabato prossimo – aggiunge mister Moretti , invece, sarà una sfida impari, vedendo l’attuale classifica e vedendo il costo complessivo della rosa, soprattutto perché l’Olimpia Ostra Vetere è stato costruita per essere tra le prime tre del campionato, mentre noi siamo una neo promossa che sta accusando il cambio di categoria. Sicuramente il campo sintetico favorirà ancora di più la squadra di casa, abituata a giocare nel loro impianto”

 

Luca Ballini, allenatore del Cupramontana

Abbiamo dominato il primo tempo – spiega mister Ballini del Cupramontana -: abbiamo avuto un’occasione con Rossini ma non siamo riusciti a segnare. Il Rosora Angeli è andato in vantaggio su rigore per via di un’ingenuità: purtroppo succede. Nel secondo tempo ci sono state meno occasioni, ma la bella punizione di Bini ci ha permesso di pareggiare. A 15 minuti dalla fine ci poteva stare un rigore per noi, che non c’è stato concesso. Comunque è stata una bella prova, su un campo bagnato, dove non era facile giocare”.  

Trecastelli 0-2 Ostra Calcio – 80’ Landi, 95’ Olivi

L’Ostra Calcio si conferma come terza forza del campionato. I ragazzi di De Filippi, infatti, hanno superato 0-2 il Trecastelli, restando in scia delle capoliste a -3 punti. I biancoblù di Gallotta restano a metà classifica, con il decimo posto a 17.

L’Ostra Calcio – commenta la società ostrense – parte subito con il piede giusto nel nuovo anno, superando in trasferta la Polisportiva Trecastelli per due reti a zero. Davanti ad un pubblico di categorie superiori, la partita si disputa nella prima frazione di gioco prevalentemente nella zona centrale del campo, con le due squadre più attente a mantenere gli equilibri che a cercare la rete.

L’unica grande occasione capita sui piedi di Mattia Marchetti, che a pochi passi dalla porta avversaria, non riesce ad impattare verso lo specchio. Nella ripresa l’Ostra preme sull’acceleratore, dando subito la sensazione di poter trovare la rete. Dopo un paio di occasioni non sfruttate al l’80’, arriva la rete di Lorenzo Landi, che dal limite calcia di sinistro trafiggendo il portiere locale Bruzzesi.

Pochi minuti più tardi è Kone Mevale a fare tremare i tifosi ostrensi con un gran tiro di destro da fuori, sul quale Quagliani è miracoloso nella deviazione sulla traversa. Nei minuti di recupero, con il Trecastelli riversato all’attacco alla ricerca disperata del pareggio, arriva in contropiede la rete del definitivo 0 a 2, ad opera di Lorenzo Olivi, subentrato nella ripresa. Ottima prestazione di tutta la squadra, che sembra aver ritrovato nelle ultime partite, la brillantezza di inizio stagione. Ora testa alla prossima gara, contro la capolista Argignano”

Girone F – Treiese 3-3 Fabiani Matelica – 9’ Vrioni (F), 16’ Paciaroni (T), 62’ Patrassi (T), 67’ Francucci (T), 76’ Vrioni (F), 92’ Bartilotta (F)

La Treiese si fa rimontare dal 3-1 al 3-3 e vede allontanarsi la capolista Borgo Mogliano. I ragazzi di Tassi, nel girone F, infatti, hanno pareggiato contro il Fabiani Matelica e ora vedono il primo posto lontano 4 punti, con la Belfortese terza a -1, prossima avversaria dell’ultima d’andata.

Samuele Tassi, mister della Treiese

Il pareggio – commenta mister Samuele Tassi della Treiese – è giusto, anche se fa male nel modo in cui è arrivato. Non abbiamo gestito bene la gara: sul 3-1 era completamente finita, purtroppo l’abbiamo riaperta noi. Ne abbiamo vinte diverse di sfide all’ultimo minuto, ma questo match ci è costato due punti in extremis. In un campionato di 30 giornate ci sta un pareggio del genere. Faccio i complimenti al Fabiani Matelica, mi è piaciuta la squadra per aggressività, dato che hanno rischiato già dal primo minuto con 4 attaccanti, che venivano a prenderci alti. Andiamo avanti in tranquillità e serenità: abbiamo altre 16 partite da giocare e sappiamo qual è il nostro obiettivo. Se verrà qualcosa di più, ben venga”.

I pronostici di mister Carletti

1^ giornata: Argignano-Cupramontana X (NO, 1), Aurora Jesi-Ostra Calcio 2 (SI)

2^ giornata: Olimpia Ostra Vetere-Argignano 1 (SI), Cupramontana-Avis Arcevia X (NO, 2)

3^ giornata: Aurora Jesi-Olimpia Ostra Vetere 2 (SI), Le Torri Castelplanio-Leonessa Montoro 1 (NO, X)

4^ giornata: Serrana-Aurora Jesi 1 (SI), Monsano-Argignano 2 (SI)

5^ giornata: Aurora Jesi-Monsano X (NO, 2), Le Torri Castelplanio-Serrana 1 (SI)

6^ giornata: Avis Arcevia-Argignano X (SI), Olimpia Ostra Vetere-Olimpia Juventu Falconara 1 (NO, X)

7^ giornata: Le Torri Castelplanio-Cupramontana X (NO, 1), Ostra Calcio-Serrana 1 (NO, 2)

8^ giornata: Olimpia Ostra Vetere-Le Torri Castelplanio 1 (SI), Avis Arcevia-Corinaldo X (NO, 2)

9^ giornata: Ostra Calcio-Cupramontana 1 (SI), Serrana-Olimpia Ostra Vetere 2 (NO, X)

10^ giornata: Olimpia Ostra Vetere-Ostra Calcio 1 (NO, X), Monsano-Le Torri Castelplanio X (NO, 1)

11^ giornata: Olimpia Ostra Vetere-Cupramontana 1 (SI), Terre del Lacrima-Trecastelli 1 (SI)

12^ giornata: Cupramontana-Serrana 1 (SI), Argignano-Terre del Lacrima X (SI)

13^ giornata: Ostra Calcio-Avis Arcevia 1 (SI), Terre del Lacrima-Corinaldo X (SI)

14^ giornata: Argignano-Serrana 1 (SI), Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere (sospesa)

Totale provvisorio: 16/27

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICACorinaldo 30, Argignano 30, Ostra Calcio 27, Terre del Lacrina 25, Olimpia Ostra Vetere 22*, Monsano 22, Avis Arcevia 21*, Palombina Vecchia 19, Cupramontana 18, Trecastelli 17, Le Torri Castelplanio 16, Serrana 15, Leonessa Montoro 12, Aurora Jesi 12, Olimpia Juventus Falconara 8, Rosora Angeli 8

MARCATORI10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Ferrante (Terre del Lacrima); 8 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere) e Donzelli (Palombina Vecchia); 7 gol: Lenci (Corinaldo) e Grossi (Trecastelli).

Girone F

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 36, Treiese 32, Belfortese 31, Pievebovigliana 24, Ripe San Ginesio 21, MR Pioraco 20, Vis Gualdo 19, Palombese 19, Sefrense 17, San Marco Petriolo 15, Fabiani Matelica 14, Camerino Castelraimondo 13, Pennese 13, Sarnano 10*, Lorese 10, Abbadiense 8*

MARCATORI12 gol: Santoni (Pievebovigliana); 10 gol: Fiecconi (Belfortese); 9 gol: Di Francesco (Belfortese), Okere (Borgo Mogliano) e Vrioni (Fabiani Matelica); 8 gol: Francucci (Treiese); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Cesari (Camerino Castelraimondo)

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Prima e Seconda Categoria, i pronostici, il programma e gli arbitri della 9^ giornata

In Prima il big match del girone B è Olimpia Marzocca-Filottranese; interessanti anche Pietralacroce-Sampaolese e Labor-Sassoferrato Genga; nel girone C la Cingolana SF è impegnata a Passatempo di Osimo; in Seconda Categoria, c’è il derby Le Torri Castelplanio-Rosora Angeli 

VALLESINA, 17 novembre 2023 – Dopo 720 minuti di campionato, si stanno delineando le classifiche di Prima e Seconda Categoria di calcio. Domani, sabato 18 novembre, si giocano le gare della 9^ giornatae il programma è ricco di grandi partite. Nel girone B di Prima, il big match è Olimpia Marzocca-Filottranese tra due squadre che vogliono tornare in Promozione. Interessante anche la sfida tra le due sorprese del campionato, ovvero Pietralacroce-Sampaolese, entrambe seconde in classifica. Il Montemarciano vuole sfruttare il fattore campo contro la Real Cameranese, mentre il Castelbellino affronta il fanalino di coda Senigallia Calcio. Senza dimenticare la sfida di Santa Maria Nuova tra Labor e Sassoferrato Genga.

Nel girone C, invece, la Cingolana SF affronta in trasferta l’ostica Passatempese retrocessa dalla Promozione. In Seconda Categoria, infine, le partite da seguire in questo weekend sono Ostra Calcio-Cupramontana, Serrana-Olimpia Ostra Vetere e il derby Le Torri Castelplanio-Rosora Angeli. Anche questa settimana abbiamo i pronostici di mister Cesare Carletti. In fondo all’articolo, poi, trovate il programma completo, con gli arbitri e le classifiche, girone per girone.

Girone B – Castelleonese-Staffolo 1

Massimo Pasquini (allenatore Staffolo)

“Sarà una partita molto equilibrata, perché lo Staffolo vuole rimanere nella zona tranquilla della classifica e non vuole concedere tanto alla Castelleonese. I locali, però, dopo l’exploit di Castelbellino con 4 reti, sono leggermente avvantaggiati con il fattore campo a favore. Per questo dico 1”. La squadra di Fiori è sesta con 13 punti, seguita a 11 dai giallorossi di Pasquini all’undicesimo posto.

Chiaravalle-Borghetto 1

“Sarà una sfida difficile per il Borghetto, la più difficile che potesse loro capitare in questo momento. Il Chiaravalle è rigenerato dal pareggio di Filottrano che poteva essere anche una vittoria: il cambio di panchina ha dato un plus di fiducia. Come segnale di incoraggiamento ai locali, dico 1”. I grigioneri di Fenucci sono penultimi con 2 punti; dall’altra parte la squadra di Latini è dodicesima a 9.

Falconarese-Borgo Minonna 2

“Credo che potrebbe trattarsi di una delle ultime chanches per mister Luchetta sulla panchina del Borgo Minonna. In caso di passo falso a Falconara, si potrebbero aprire nuovi scenari. Per ora la Falconarese è stata sfortunata, con il 2-2 di Sassoferrato in rimonta e la sconfitta a tavolino contro la Sampaolese per una distinta compilata male: prima o poi qualcosa girerà anche a loro favore. Contro il Borgo Minonna assetato di punti, però, non credo ci sia partita: dico 2”. La squadra di Cosentino è 14^ e terz’ultima a quota 3, preceduta al 13° posto proprio dai rossoblù jesini a 6 punti.

Cesare Giovagnetti, allenatore della Labor

Labor-Sassoferrato Genga X

“Questo match è assolutamente equilibrato. Il Sassoferrato Genga sta aspettando, perché anche se vince le partite non le conduce in maniera esemplare. A Santa Maria Nuova, però, un pareggio potrebbe andar bene ad entrambe le squadre”. La Labor di Giovagnetti è al 8° posto con 12 punti ed è preceduta a 13 dai ragazzi di Ricci sesti.

Olimpia Marzocca-Filottranese X

“Eccoci al big match di giornata. Sono due formazioni importanti: una vuole risalire dopo la retrocessione dalla Promozione, l’altra ha perso il campionato a favore della Castelfrettese e punta anche quest’anno a salire di categoria. Si tratta della classica partita da tripla: noi mettiamo X perché le due squadre si equivalgono. Sarà un bell’incontro”. L’Olimpia Marzocca di Barattini è sesta a 13 punti, mentre la Filottranese di Marco Strappini guida il girone B di Prima Categoria a quota 18.

Lorenzo Maccioni, attaccante della Filottranese

Montemarciano-Real Cameranese 1

“Anche questa è un’altra bella sfida. La Real Cameranese ha perso in casa nell’ultima giornata contro l’Olimpia Marzocca e va in un campo ostico come quello di Montemarciano, con i locali che, a -4 dalla Filottranese, vogliono rimanere attaccati alla vetta. La squadra di casa ha un leggero vantaggio, dico 1”. La squadra di Caccia è quarta a 14, seguita al nono posto dai ragazzi di Pantalone dodicesimi a 12.

Pietralacroce-Sampaolese 1

Alessandro Daidone del Pietralacroce

“Si tratta dell’incontro tra le due rivelazioni del campionato che condividono il secondo posto a 16 punti: dovrebbe essere veramente una grande partita. Non saprei davvero chi potrà prevalere. Il Pietralacroce di Santarelli è sulle ali dell’entusiasmo e ha trovato la chimica giusta per questa categoria: a inizio stagione avevo predetto che poteva incontrare qualche difficoltà da neo-promossa, invece ha preso la marcia giusta. Credo che possa anche vincere contro la Sampaolese di Togni. Per questo dico 1”.

Senigallia Calcio-Castelbellino 1

“Il Castelbellino vorrà assolutamente rifarsi dalla scoppola presa in casa contro la Castelleonese e non riporre le proprie ambizioni. Andrà, però, a giocare contro un Senigallia Calcio che, come il Borgo Minonna, se non vince questa partita ha già mezzo piede in Seconda Categoria a solo un terzo del campionato. Voglio dare un 1 per fiducia agli amici senigalliesi”. La squadra, guidata ad interim dal ds Frulla, è al 16° e ultimo posto con solo un punto, mentre gli orange di Tizzoni sono quarti a 14.

Girone C – Passatempese-Cingolana SF 1

“Non vorrei sbagliare, ma credo che la Passatempese aspirasse a qualcosa di più del nono posto attuale. La Cingolana SF era partita bene, senza perdere, ma è anche vero che in questo campionato se qualche volta non vinci, pareggi e incappi in una o più sconfitte, si scivola nella zona rossa anche con un punto a partita. A Passatempo non sarà facile portare via un risultato positivo: mi dispiace per gli amici di Cingoli, ma propendo per un 1”. I locali di mister Mezzanotte hanno 9 punti in classifica, uno in più dei biancorossi di Ruggeri dodicesimi, in piena zona play-out.

Seconda Categoria: Ostra Calcio-Cupramontana 1, Serrana-Olimpia Ostra Vetere 2

“Parlando di Ostra Calcio-Cupramontana, i cuprensi stanno rincorrendo le posizioni di vertice, come da loro aspirazioni. Gli ostrensi vengono da qualche passo falso, ma giocano in casa e credo che faranno valere la legge del campo di Pianello di Ostra: dico 1 fisso. Per quanto riguarda, infine, Serrana-Olimpia Ostra Vetere, gli ospiti prima o poi ingraneranno la marcia e saranno la squadra più continua. Come ho già detto in precedenza, l’Olimpia è la più seria candidata per la vittoria finale. Deve fare una prova di forza a Serra San Quirico in un campo ostico, anche se ultimamente i giallorossi si sono salvati recuperando le partite: non mollano mai, però dico 2 in questa circostanza”.  

Programma, arbitri e classifiche

Prima Categoria

9^ giornata

Girone B – sabato 18 novembre ore 14.30

Castelleonese-Staffolo – Sardellini di Fermo

Labor-Sassoferrato Genga – Montani di Pesaro

Montemarciano-Real Cameranese – Cercaci di Macerata

Olimpia Marzocca-Filottranese – Morbelli di Fermo

Pietralacroce-Sampaolese – Alighieri di San Benedetto del Tronto

Chiaravalle-Borghetto – Biagini di Pesaro – ore 15.00

Falconarese-Borgo Minonna – Staffolani di Macerata – ore 15.00

Senigallia Calcio-Castelbellino – Peyla di Pesaro – ore 15.00

CLASSIFICAFilottranese 18, Pietralacroce 16, Sampaolese 16, Castelbellino 14, Montemarciano 14, Sassoferrato Genga 13, Castelleonese 13, Olimpia Marzocca 13, Real Cameranese 12, Labor 12, Staffolo 11, Borghetto 9, Borgo Minonna 6, Falconarese 3, Chiaravalle 2, Senigallia Calcio 1

Girone C – sabato 18 novembre ore 14.30

Passatempese-Cingolana SF – Pirovano di Macerata

Montecassiano-Folgore Castelraimondo – Ginevra Angelini di Fermo

Montecosaro-Esanatoglia – Borrino di San Benedetto del Tronto

Portorecanati-Urbis Salvia – Belli di Pesaro

San Claudio-Elite Tolentino – Caporaletti di Macerata

Settempeda-Caldarola – Cerolini di Macerata

Pinturetta Falcor-Camerino – Raiola di Jesi – ore 15.00

Montemilone Pollenza-Vigor Montecosaro – Romani di San Benedetto del Tronto – domenica 19 novembre ore 14.30

CLASSIFICAVigor Montecosaro 17, Portorecanati 15, Settempeda 15, San Claudio 13, Montecosaro 12,  Montecassiano 11, Camerino 10, Pinturetta Falcor 10, Elite Tolentino 9, Passatempese 9, Folgore Castelraimondo 9, Cingolana SF 8, Caldarola 8, Esanatoglia 7, Urbis Salvia 6, Montemilone Pollenza 6

Seconda Categoria

9^ giornata

Girone C – sabato 18 novembre ore 14.30

Aurora Jesi-Trecastelli – Vallesi di Macerata

Corinaldo-Palombina Vecchia – Sgreccia di Jesi

Le Torri Castelplanio-Rosora Angeli – Talacchia di Jesi

Leonessa Montoro-Monsano – Campoli di Ancona

Olimpia Juventu Falconara-Argignano – Dovesi di Ancona

Ostra Calcio-Cupramontana – Manzotti di Jesi

Serrana-Olimpia Ostra Vetere – Dants Tascan di Jesi

CLASSIFICAAvis Arcevia 17, Olimpia Ostra Vetere 16, Argignano 16, Corinaldo 16, Ostra Calcio 14, Serrana 12, Palombina Vecchia 12, Le Torri Castelplanio 11, Terre del Lacrima 11, Monsano 10, Cupramontana 8, Olimpia Juventus Falconara 8, Trecastelli 7, Aurora Jesi 6, Leonessa Montoro 5, Rosora Angeli 4

Girone F – sabato 18 novembre ore 15.00

San Marco Petriolo-Treiese – Penna di Macerata

Le altre: Camerino Castelraimondo-Lorese, Borgo Mogliano-Pievebovigliana, Ripe San Ginesio-Vis Gualdo, Sarnano-MR Pioraco, Sefrense-Abbadiense, Pennese-Belfortese, Palombese-Fabiani Matelica

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 21, Treiese 16, Belfortese 15, Palombese 13, Vis Gualdo 13, San Marco Petriolo 12, Fabiani Matelica 12, Sefrense 11, Pievebovigliana 11, Ripe San Ginesio 9, Camerino Castelraimondo 8, MR Pioraco 8, Abbadiense 7, Pennese 7, Sarnano 6, Lorese 6 

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Prima e Seconda Categoria, i pronostici, il programma e gli arbitri dell’8^ giornata

Nel girone B di Prima Categoria, la Filottranese ospita il Chiaravalle, il Pietralacroce gioca sul campo dello Staffolo; il Montemarciano a caccia di riscatto contro la Labor; nel girone C, la Cingolana SF affronta allo “Spivach” il Pinturetta neo-promosso

VALLESINA, 10 novembre 2023 – Abbiamo superato la metà del girone d’andata nei campionati di Prima e Seconda Categoria che riguardano le squadre della Vallesina e dintorni. L’8^ giornata, in programma sabato 10 e domenica 11 novembre, prevede degli scontri molto interessanti. In Prima Categoria, nel girone b la Filottranese capolista affronta il fanalino di coda Chiaravalle nel posticipo domenicale: appena 5 mesi fa questa sfida valeva per la semifinale play-off, ora invece vede le due squadre con obiettivi decisamente diversi.

Il Pietralacroce è chiamato all’esame sul campo dello Staffolo, mentre il Montemarciano cercherà il riscatto casalingo contro una Labor in salute. Castelbellino, Sampaolese e Sassoferrato Genga sono chiamate ai tre punti in casa contro Castelleonese, Senigallia Calcio e Falconarese. L’Olimpia Marzocca non può più sbagliare e deve far risultato contro la Real Cameranese in trasferta.

Nel girone C, la Cingolana SF ospita allo Spivach il Pinturetta Falcor neo-promosso, per scrollarsi di dosso il sempre più ricorrente segno X. Le due sfide più interessanti di Seconda Categoria sono, nel girone C, Olimpia Ostra Vetere-Le Torri Castelplanio e Avis Arcevia-Corinaldo. Anche questa settimana abbiamo i pronostici di mister Cesare Carletti, mentre in fondo all’articolo si può trovare il programma completo con arbitri e classifiche, girone per girone.

Il nostro “better”, mister Cesare Carletti

Girone B – Borgo Minonna-Borghetto X

“Andrò a vedere questa partita, che sarà importantissima per entrambe le squadre. Un pareggio non servirebbe a nessuna delle due, mentre in caso di sconfitta chi perde ripone nel cassetto i sogni che avevano nel cassetto quest’estate. Sono un ex allenatore di entrambe, quindi vado con un salomonico X”. Il Borgo Minonna di Luchetta e il Borghetto di Latini condividono la dodicesima posizione con 6 punti.

Castelbellino-Castelleonese 1

“Il Castelbellino vorrà dare una prova di forza, battendo la Castelleonese in casa ed insidiandosi a ridosso della Filottranese, per disputare un campionato di prim’ordine. Dico 1”. Gli orange di Tizzoni sono terzi a 14 punti, mentre i pesaresi di Fiori sono noni a quota 10.

Marco Strappini, allenatore della Filottranese

Filottranese-Chiaravalle 1

“Anche se il Chiaravalle ha cambiato allenatore, non credo che in una settimana si possano vedere evidenti cambiamenti. Tra l’altro al cospetto di una Filottranese che quest’anno non sembra avere rivali: è partita in quarta e vuole arrivare fino in fondo. Dico 1 fisso”. I biancorossi di Strappini guidano la classifica a 17 punti; i grigioneri di Fenucci, invece, la chiudono a 1.

Montemarciano-Labor 1

“Una bella sfida. Dopo il passo falso contro il Pietralacroce, il Montemarciano vuole rimettersi in sesto. Anche la Labor è reduce da una bella vittoria contro la Real Cameranese, quindi vorrebbe strappare un punticino. La squadra di Santa Maria Nuova è attrezzata in attacco, con Vincioni e Bassotti, ma vedo i padroni di casa favoriti e gli ospiti non avranno scampo. Dico 1”. La squadra di Caccia è quarta a 13 punti, seguita all’ottavo posto dai ragazzi di Giovagnetti a 11.

Real Cameranese-Olimpia Marzocca 1

L’Olimpia Marzocca sta stentando e Barattini rischia di rimanere appiedato se la squadra dovesse perdere anche a Camerano. Sono convinto, però, che la Real Cameranese possa riprendere il ruolino vincente, nonostante la sconfitta di Santa Maria Nuova. Per me è 1 fisso”. I rossoneri di Pantalone sono sesti a 12 punti, seguiti a 10 dai marzocchini.

Lorenzo Togni, allenatore della Sampaolese

Sampaolese-Senigallia Calcio 1

“Il Senigallia Calcio ha il ds Frulla in panchina e dovrà affrontare una trasferta ostica, in un campo difficile. La Sampaolese pratica un calcio ‘spiccio”: i biancorossi sono poco leziosi e molto pratici, rendendo il proprio campo un fortino. Non ci sarà scampo per l’Aesse: dico 1”. La squadra di Togni è quarta con 13 punti, mentre i senigalliesi sono all’ultimo posto con 1 punto.

Sassoferrato Genga-Falconarese 1

“Non c’è niente da fare per la Falconarese: urgono rinforzi e un cambiamento di mentalità, un nuovo corso e qualche giocatore in più. A Sassoferrato non ci sarà scampo: la squadra di Ricci vuole insidiarsi prepotentemente a ridosso delle prime in classifica, dato che la formazione è stata costruita per vincere. 1 fisso”. Il Sassoferrato Genga è sesto a 12 punti; dall’altra parte, i biancoverdi di Cosentino sono al 14° posto a quota 2.

Staffolo-Pietralacroce 1

“Questo match è molto interessante, forse il più bello. Se lo Staffolo dovesse vincere contro il Pietralacroce secondo in classifica, ribalterebbe i pronostici di inizio stagione. Penso che ce la possa fare, perché non credo che i dorici abbiano la minima esperienza per giocare nel campo dei giallorossi. Dico 1”. I ragazzi di Pasquini sono noni a quota 10, mentre la squadra di Santarelli è seconda a 15 punti.  

Fabricio Lovotti, attaccante della Cingolana

Girone C – Cingolana SF-Pinturetta Falcor 1

“Gli amici di Cingoli hanno bisogno di vincere assolutamente. Al momento i biancorossi sono a metà classifica, non sono né carne e né pesce, a metà strada tra i play-off e i play-out. In casa faranno bottino pieno: 1 fisso”. La Cingolana SF di Ruggeri è al settimo posto del girone C con 8 punti, con il Pinturetta Falcor di mister Properzi tredicesimo a 7.

Seconda Categoria: Olimpia Ostra Vetere-Le Torri Castelplanio 1, Avis Arcevia-Corinaldo X

“Per quanto riguarda Olimpia Ostra Vetere-Le Torri Castelplanio, domenica scorsa in occasione della partita della Vigor Senigallia al ‘Bianchelli’ ho parlato con il mister ostrense Curzi. Mi ha detto che nello spogliatoio non ci sono problemi, nonostante alcune battute d’arresto. Vanno tutti molto d’accordo e lavorano con serenità: vogliono riprendere la marcia e sono al completo. Credo nel loro gioco e nella loro filosofia, quindi dico 1 fisso. Avis Arcevia-Corinaldo, invece, è di più difficile pronostico. Stimo molto l’allenatore ospite, Giuliani, che fece tanto bene con il Senigallia Calcio e sta facendo altrettanto bene con i corinaldesi, senza grandi giocatori ma proponendo un bel gioco. Sabato scorso ho visto l’Avis Arcevia e posso dire che non bada a spese: è una squadra forte. Questa volta dico X”.

Programma, arbitri e classifiche

Prima Categoria

8^ giornata

Girone B – sabato 11 novembre ore 14.30

Borgo Minonna-Borghetto – Francesca Moltaboddi di Macerata

Castelbellino-Castelleonese – Biagini di Pesaro

Montemarciano-Labor – Romani di San Benedetto del Tronto

Real Cameranese-Olimpia Marzocca – Capriotti di San Benedetto del Tronto

Sampaolese-Senigallia Calcio – Maurilli di Macerata

Sassoferrato Genga-Falconarese – Gismondi di Macerata

Staffolo-Pietralacroce – Cerolini di Macerata

Filottranese-Chiaravalle – Sacco di Macerata – domenica 12 novembre ore 14.30

CLASSIFICAFilottranese 17, Pietralacroce 15, Castelbellino 14, Sampaolese 13, Montemarciano 13, Sassoferrato Genga 12, Real Cameranese 12, Labor 11, Olimpia Marzocca 10, Castelleonese 10, Staffolo 10, Borghetto 6, Borgo Minonna 6, Falconarese 2, Chiaravalle 1, Senigallia Calcio 1

Girone C – sabato 11 novembre ore 14.30

Cingolana SF-Pinturetta Falcor – Lanciani di Macerata

Camerino-Montecosaro – Pirovano di Macerata

Esanatoglia-Passatempese – Agostini di Ascoli Piceno

San Claudio-Portorecanati – Mancini di Ancona

Urbis Salvia-Montemilone Pollenza – Diouane di Fermo

Vigor Montecosaro-Folgore Castelraimondo – Speciale di Ancona

Caldarola-Montecassiano – Fontinovi di Fermo – ore 15.00

Elite Tolentino-Settempeda – Giorgini di Jesi – ore 15.00

CLASSIFICAVigor Montecosaro 16, Portorecanati 15, Settempeda 14, Montecosaro 11, San Claudio 10,  Camerino 9, Elite Tolentino 8, Cingolana SF 8, Montecassiano 8, Folgore Castelraimondo 8, Passatempese 8, Caldarola 8, Pinturetta 7, Urbis Salvia 6, Esanatoglia 6, Montemilone Pollenza 5

Seconda Categoria

8^ giornata

Girone C – sabato 11 novembre ore 14.30

Argignano-Trecastelli – Tarquini di Macerata

Avis Arcevia-Corinaldo – Dovesi di Ancona

Cupramontana-Terre del Lacrima – Fermani di Jesi

Monsano-Olimpia Juventu Falconara – Shala di Ancona

Olimpia Ostra Vetere-Le Torri Castelplanio – Micheli di Jesi

Palombina Vecchia-Ostra Calcio – Possidente di Ancona

Rosora Angeli-Aurora Jesi – Cavaliere di Jesi

Serrana-Leonessa Montoro – Carriero di Jesi

CLASSIFICAAvis Arcevia 17, Ostra Calcio 14, Argignano 13, Olimpia Ostra Vetere 13, Corinaldo 13, Serrana 11, Le Torri Castelplanio 11, Terre del Lacrima 10, Monsano 10, Palombina Vechia 9, Cupramontana 7, Trecastelli 7, Olimpia Juventu Falconara 5, Leonessa Montoro 4, Rosora Angeli 4, Aurora Jesi 3

Girone F – sabato 11 novembre ore 15.00

Treiese-Sefrense – Nicoletti di Macerata

Le altre: Abbadiense-Vis Gualdo, Belfortese-Borgo Mogliano, Lorese-Ripe San Ginesio, MR Pioraco-Camerino Castelraimondo, Pievebovigliana-Palombese, Sarnano-San Marco Petriolo, Fabiani Matelica-Pennese

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 21, Treiese 13, Belfortese 12, Palombese 12, Fabiani Matelica 11, Sefrense 11, Pievebovigliana 10, Vis Gualdo 10, San Marco Petriolo 9, Ripe San Ginesio 8,, Camerino Castelraimondo 8, Abbadiense 7, Pennese 6, Sarnano 6, MR Pioraco 5, Lorese 5

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Prima e Seconda Categoria, i pronostici, il programma e gli arbitri della 7^ giornata

In Prima Categoria, il big match è Pietralacroce-Montemarciano, con la Filottranese ospite della Falconarese; in Seconda, c’è il derby Le Torri Castelplanio-Cupramontana 

VALLESINA, 3 novembre 2023 – Altro giro, altra corsa per le squadre di Prima e Seconda Categoria. Tra domani sabato 4 e domenica 5 novembre si giocano le partite della 7^ giornata di campionato. Nel girone B di Prima Categoria, la capolista Filottranese sarà di scena domenica contro la Falconarese penultima, mentre il Montemarciano sfida in trasferta una delle sorprese del campionato, il Pietralacroce. Borghetto, Borgo Minonna e Olimpia Marzocca hanno bisogno di punti per risalire la classifica. Chiaravalle e Senigallia Calcio, ancora senza allenatore, dovranno affrontare le corazzate Castelbellino e Sassoferrato Genga con il favore del campo amico. Nel girone C la Cingolana SF a Montecassiano vuole subito rialzarsi dal ko della settimana scorsa contro la capolista Vigor Montecosaro. In Seconda Categoria, le sfide più belle di giornata sono Le Torri Castelplanio-Cupramontana, Ostra Calcio-Serrana e Borgo Mogliano-Treiese.

Come al solito, anche in questa settimana abbiamo i pronostici di mister Cesare Carletti, il quale, però, intende prima commentare questo via vai di tecnici delle ultime settimane. “Cambiano gli allenatori ogni settimana – spiega –, perché le società pensano che la responsabilità sia solo la loro. Non voglio difendere la categoria, ma le programmazioni si fanno in estate, prima dell’inizio della stagione. Un allenatore vince il campionato l’anno prima, e dopo poche giornate viene esonerato nell’annata seguente se le cose non vanno bene. Non vale più niente quell’allenatore? Nel mondo dello sport in generale adesso funziona così. Ad esempio, ho allenato Manoni quando era un calciatore: è andato sulla panchina della Pistoiese, e dopo poche giornate è stato esonerato insieme al direttore sportivo. Torniamo al nostro calcio, che forse è più sano”.

Girone B – Borghetto-Staffolo 1

Giorgio Latini (mister Borghetto)

“Il Borghetto se non dovesse vincere entra in crisi, non di gioco ma di risultati. Si tratta di una società neo-promossa con un allenatore ambizioso: se non arriva il risultato si può rompere il giocattolo. Lo Staffolo non molla mai e soprattutto in casa riesce a fare i suoi punti. Questa volta, però, credo che il Borghetto possa vincere. Dico 1”. I biancocelesti di Latini sono dodicesimi a 6 punti, preceduti dai giallorossi di Pasquinidecimi a 7.

Castelleonese-Borgo Minonna 2

“Lo stesso discorso del Borghetto vale per il Borgo Minonna: sta deludendo le aspettative e non sta rispettando i programmi. Gli jesini devono fare un exploit a Castelleone di Suasa, contro una squadra ostica con dei buoni giocatori. Ho visto i rossoblù a Castelbellino e, nonostante la sconfitta, mi sono piaciuti: per questo dico 2, perché penso che siano in salute e per questo vinceranno la partita”. La Castelleonese di Fioriè al decimo posto con 7 punti, uno in più della squadra di mister Luchetta dodicesima.  

Chiaravalle-Castelbellino 2

“Ancora non sappiamo chi sarà il nuovo allenatore del Chiaravalle. Si tratta di un ambiente familiare, in cui giocano per passioni. Dovrebbero sfruttare il fattore Campo dei Pini, che nelle passate annate ha dato loro tante soddisfazioni. Ora, però, c’è confusione. Il Castelbellino, invece, è una squadra tosta, che vuole rimanere in alto in classifica. Per questo dico 2”. I grigioneri sono al 15° e ultimo posto con un punto insieme al Senigallia Calcio, mentre gli orange di Tizzoni sono sesti a quota 11.

Tizzoni con la maglia del Castelbellino

Falconarese-Filottranese 2

“La Falconarese aveva vinto solo una partita, e anche quella gioia è stata tolta loro per un errore burocratico: il morale sarà sotto i tacchi. La Filottranese è galvanizzata dalla vittoria con il Borghetto e per me non ci sarà scampo. Dico 2”. I falchetti di Cosentino sono al 14° posto con 2 punti; al contrario, i biancorossi di Strappiniguidano la classifica del girone B a 14.  

Labor-Real Cameranese X

“Sono d’accordo con quello che dice il ds Gasparri della Labor: o scopriamo cosa vogliono fare quest’anno a Santa Maria Nuova, evitando un ulteriore campionato di sofferenza sulla falsa riga degli scorsi anni, oppure, se vogliamo stare più tranquilli, bisogna battere la Real Cameranese. I rossoneri, però, non hanno alcuna intenzione di rendere la vita facile, visto che sono a 2 punti dalla vetta della classifica. Questa è una sfida da pareggio: dico X”. Gli arancioneri di Giovagnetti sono noni a 8 punti, preceduti dai cameranesi di Pantaloneterzi a 12.

Olimpia Marzocca-Sampaolese 1

L’Olimpia Marzocca non deve perdere terreno se non vuole uscire dalla lotta per i primi posti in classifica. Affronta in casa una Sampaolese sorprendente, anche se mister Togni inizia sempre bene i campionati. Nonostante ciò, resto convinto dell’1”. I marzocchini di Barattini sono settimi a 9 punti, mentre i biancorossi di San Paolo di Jesi sono terzi a quota 12.

Pietralacroce-Montemarciano X

Cristiano Caccia (allenatore Montemarciano)

“Questo è il big march di giornata. Forse è il Pietralacroce la squadra sorprendente fino ad ora: all’inizio pensavo che avrebbe fatto fatica ad adattarsi alla nuova categoria, ma mi sono sbagliato. Faccio i complimenti a loro, anche se quest’anno il Montemarciano ha capito come funziona il campionato e vuole stare davanti. Dico X perché le due formazioni si equivalgono”. La squadra di Santarelli è al terzo posto con 12 punti, preceduta a 13 dai ragazzi di Caccia secondi.

Senigallia Calcio-Sassoferrato Genga 2

“Non mi convince molto la scelta di affidare la panchina al ds Massimiliano Frulla, non la ritengo una politica corretta. A Senigallia stanno deludendo e credo che il Sassoferrato Genga possa vincere facilmente. L’amico mister Ricci troverà il ruolino di marcia giusto e continuerà a scalare la classifica: per me è 2”. I senigalliesi sono ultimi con un solo punto, mentre i sentinati sono settimi a quota 9.

Girone C – Montecassiano-Cingolana SF X

“Per la Cingolana SF è importante rimanere sopra la metà della graduatoria. Condivide gli stessi punti del Montecassiano: un pareggio potrebbe essere positivo per muovere la classifica di entrambe le squadre. Dico X”. I rossoblù di Carinelli e i biancorossi di Ruggeri condividono l’ottava posizione del girone C con 7 punti.

Seconda Categoria: Le Torri Castelplanio-Cupramontana X, Ostra Calcio-Serrana 1

Le Torri Castelplanio-Cupramontana è un derby classico della Vallesina tra due realtà che hanno giocato anche in Promozione: hanno una discreta cultura calcistica, soprattutto i cuprensi. Se al Le Torri comincia a segnare Montecchiarini, il quale può fare la differenza, potrebbe anche vincere contro i rossoblù, anche se per simpatia pendo di più verso la squadra del mio amico fraterno Mencarelli. Dico X perché sono un doppio ex di entrambe le compagini e non voglio sbilanciarmi. Per quanto riguarda Ostra Calcio-Serrana, i locali potrebbero dare una spallata di convinzione perché se battono anche i giallorossi, che hanno un buon organico ma con qualche problematica interna che non permette loro di raccogliere quanto meriterebbero. L’Ostra Calcio, insieme ad Avis Arcevia, Argignano e Olimpia Ostra Vetere, farà un campionato bellissimo: per questo dico 1”.  

Programma, arbitri e classifiche

Prima Categoria

7^ giornata

Girone B – sabato 4 novembre ore 14.30

Borghetto-Staffolo – Speciale di Ancona

Castelleonese-Borgo Minonna – Cesanelli di Macerata

Labor-Real Cameranese – Pucci di Pesaro

Olimpia Marzocca-Sampaolese – Francesca Montalboddi di Macerata

Pietralacroce-Montemarciano – Cavallo di Pesaro

Chiaravalle-Castelbellino – De Florio di Pesaro – ore 15.00

Senigallia Calcio-Sassoferrato Genga – Nocelli di Ancona – ore 15.00

Falconarese-Filottranese – Cerolini di Macerata – domenica 5 novembre ore 15.00

CLASSIFICAFilottranese 14, Montemarciano 13, Real Cameranese 12, Pietralacroce 12, Sampaolese 12, Castelbellino 11, Olimpia Marzocca 9, Sassoferrato Genga 9, Labor 8, Castelleonese 7, Staffolo 7, Borghetto 6, Borgo Minonna 6, Falconarese 2,  Chiaravalle 1, Senigallia Calcio 1

Girone C – sabato 4 novembre ore 14.30

Montecassiano-Cingolana SF – Rapari di Macerata

Folgore Castelraimondo-Camerino – Morbelli di Fermo

Montecosaro-San Claudio – De Maio di San Benedetto del Tronto

Passatempese-Urbis Salvia – Staffolani di Macerata

Portorecanati-Elite Tolentino – Colombo di Fermo

Settempeda-Esanatoglia – Rossetti di Ancona

Pinturetta Falcor-Vigor Montecosaro – Ciavaroli di San Benedetto del Tronto – ore 15.00

Montemilone Pollenza-Caldarola – Alighieri di San Benedetto del Tronto – domenica 5 novembre ore 14.30

CLASSIFICAVigor Montecosaro 13, Portorecanati 12, Settempeda 11, San Claudio 10, Camerino 9, Elite Tolentino 8, Montecosaro 8, Montecassiano 7,  Cingolana SF 7, Caldarola 7, Pinturetta Falcor 7, Urbis Salvia 6, Esanatoglia 6, Folgore Castelraimondo 5, Passatempese 5, Montemilone Pollenza 4

Seconda Categoria

7^ giornata

Girone C – sabato 4 novembre ore 14.30

Aurora Jesi-Avis Arcevia – Fraticelli di Macerata

Corinaldo-Argignano – Montecchiani di Jesi

Le Torri Castelplanio-Cupramontana – Pieroni di Ancona

Leonessa Montoro-Olimpia Ostra Vetere – Guardati di Macerata

Olimpia Juventu Falconara-Rosora Angeli – Carriero di Jesi

Ostra Calcio-Serrana – Maurizi di Jesi

Terre del Lacrima-Monsano – Baldassarri di Ancona

Trecastelli-Palombina Vecchia – Fermani di Jesi – ore 15.00

CLASSIFICAOstra Calcio 14, Avis Arcevia 14, Argignano 13, Olimpia Ostra Vetere 10, Corinaldo 10, Monsano 9, Palombina Vecchia 9, Terre del Lacrima 9, Serrana 8, Le Torri Castelplanio 8, Corinaldo 7, Cupramontana 7, Leonessa Montoro 4, Olimpia Juventu Falconara 4, Trecastelli 4, Aurora Jesi 3, Rosora Angeli 3

Girone F – sabato 4 novembre ore 14.30

Borgo Mogliano-Treiese – Mastrocola di Macerata

Le altre: Camerino Castelraimondo-Belfortese, Palombese-Abbadiense, Ripe San Ginesio-Pievebovigliana, Sefrense-Lorese, Vis Gualdo-Fabiani Matelica, Pennese-Sarnano, San Marco Petriolo-MR Pioraco

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 18, Treiese 13, Belfortese 11, Fabiani Matelica 11, Palombese 11, Ripe San Ginesio 8, Sefrense 8, Camerino Castelraimondo 7, Pievebovigliana 7, Vis Gualdo 7, San Marco Petriolo 6, Pennese 6, Abbadiense 6, Lorese 5, MR Pioraco 5, Sarnano 3

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Prima e Seconda Categoria, risultati e marcatori della 6^ giornata

Il Montemarciano batte il Senigallia e balza in testa al girone B di Prima Categoria, in attesa della Filottranese: seguono Real Cameranese e Pietralacroce; in Seconda la Treiese batte la Palombese 

VALLESINA, 28 ottobre 2023 – Fischio finale delle partite della sesta giornata di Prima e Seconda Categoria. Nelle sfide di oggi, sabato 28 ottobre, ci sono state poche sorprese. In attesa del posticipo Filottranese-Borghetto, nel girone B balza in testa alla classifica il Montemarciano, che ha battuto 2-1 il fanalino di coda Senigallia Calcio. A ruota seguono le due sorprese del torneo, ovvero Real Cameranese e Pietralacroce: i rossoneri hanno vinto contro la Falconarese, mentre i dorici hanno battuto di misura l’Olimpia Marzocca, forse l’unico vero risultato inaspettato di oggi.

Il Castelbellino vince il derby contro il Borgo Minonna, mentre risalgono Sassoferrato Genga e Staffolo, grazie ai successi contro Castelleonese e Labor. Nel girone C, la Cingolana SF si inchina per 1-3 alla capolista Vigor Montecosaro, dopo essere andata in vantaggio nei primi minuti. In Seconda Categoria, infine, nel girone C il Le Torri Castelplanio ferma sul pari la capolista Ostra Calcio, così come si dividono la posta in palo Avis Arcevia e Argignano. Nel girone F, importante vittoria della Treiese per 3-2 contro la Palombese in un big match di alta classifica. Di seguito, i risultati, i marcatori e le classifiche aggiornate dopo questa 6^ giornata.

Prima Categoria

6^ giornata

Girone B – sabato 28 ottobre ore 15.30

Pietralacroce-Olimpia Marzocca 1-0 – Vallesi di Macerata – ore 14.30

RETE – 25′ Potito

PIETRALACROCE – Polenti, Gambelli, Polidori N., Fioretti (70′ Angeletti), Severini, Manganelli, Bellavigna (81′ Marini), Potito, Consolazio, Daidone (89′ Nicoletti), Marku (65′ Piccini). All. Santarelli – Montuoso, Polidori T., Da Silva, Palombarani, Lodigiani.

OLIMPIA MARZOCCA – Vernelli, Fabini (75′ Mobili, 85′ Cimarelli), Piccini, Marini (80′ Giulietti), Tomba, Montanari, Ciarloni, Abbruciati, Carletti, Sabik, Spanò. All. Barattini – A disp. Giovagnoli, Santi Amantini, Dell’Aguzzo, Fabbri, Menotti.

Real Cameranese-Falconarese 2-1 – Francesca Montalboddi di Macerata – ore 14.30 – leggi l’articolo

RETI – 25′ Portaleone (R), 30′ Principi (R), 83′ Bertotto (F)

REAL CAMERANESE – Fatone, Recanatini (85′ Baro), Principi, Angeletti, Baldini, Avarucci, Defendi (72′ Cola), Marchionne (72′ Bocci), Portaleone (76′ Starnari), Anconetani, Domenichetti. All. Pantalone – A disp. Biagioli, Taddei, Principi, Giorgio.

FALCONARESE – Bolletta, Mondaini (53′ Calafiore), Bertotto, Sconocchini (53′ Santinelli), Tomassini, Zappi, Lutsak (53′ Rinardo), Ebrima (80′ Marconi), Formoso, Bartoloni (76′ Dubbini), Serrani. All. Cosentino – A disp. Carbonari, Iossa, Beato, Santarelli.

Castelbellino-Borgo Minonna 2-1 – Pirovano di Macerata

RETI – Braconi (B), Bruschi (C), Madonna (C)

CASTELBELLINO – Pettinelli, Piccinini, Musumeci, Barchiesi, Lucarini, Ulisse, Bruschi, Simonetti, Api, Ledesma, Bando. All. Tizzoni – A disp. Micci, Ciuccoli, Santini, Pratichizzo, Tarabello, Stamate, Madonna, Onuorah, Papadopoulos.

BORGO MINONNA – Morresi, Spinelli, Brexchiani, Morbidelli, Serrani, Sassaroli, Ribichini, Moreschi, May, Paialunga M., Braconi. All. Luchetta – A disp. Lucarelli, Campomaggi, Argentanti, Filippetti, Korchi, Paialunga R., Frattesi, Rango, Mechri.

Montemarciano-Senigallia Calcio 2-1 – Borrino di San Benedetto del Tronto

RETI – 23′ Bodili (S), 34′ e 55′ Moschini (M)

MONTEMARCIANO – Fabrizzi, Silvestrini, Giancamilli, Sanviti, Zoppi, Lucci G., Pellonara (46′ Passeggio), Carboni, Moschini (86′ Renda), Lucci F. (74′ Tunnera), Rossi. All. Caccia – A disp. Parasecoli, Di Prenda, Marchesini, Eliantonio, Stefanini, Gemini.

SENIGALLIA CALCIO – Olivi, Schiano, Rossi, Zoppi, Cucchi, Pascucci (70′ Baldelli), Esposito (75′ Tinti), Shtjefanaku (56′ Serrani), Frulla (70′ Galavotti), Bodlli, Impiglia (66′ Mariotti). All. De Gregorio – A disp. Belogi, Posanzini, Fattorini, Bari.

Sampaolese-Chiaravalle 3-1 – Belli di Pesaro

RETI – 69′ Diagne (S), 71′ Marchegiani (S), 74′ Troilo su rigore (S), 85′ Rocchetti D. (C)

SAMPAOLESE – Morgante, Conte, Menotti, Cocilova, Boria, Fioranelli, Belardinelli F., Marchegiani M, Diagne, Troilo, Calvanese. All. Togni (squalificato, in panchina Marchegiani L.) – A disp. Bellardinelli L., Sangara, Storoni, Chiariotti, Ceppi, Vescovo, Bediako, Catani, Gambadori

CHIARAVALLE – Cecchini, Forlani, Moretti, Giampieri, Rocchetti M., Rossolini, Ramoscelli, Giacomelli, D’Urzo, Rocchetti D., Marinangeli. All. Galdelli – A disp. Fava, Boria, Maiolatesi, Barattini, Papili, Barone, Mencarelli, Negozi, Romagnoli.

Sassoferrato Genga-Castelleonese 2-0 – De Florio di Pesaro

RETI – 10′ e 56′ Ricci

SASSOFERRATO GENGA – Pifarotti, Zucca, Imperio, Chiocchiolini, Paoluzzi, Carletti Orsini, Passeri, Monno (67′ Isla), Ricci, Marchi (88′ Giacchini), Turchi (86′ Paoletti). All. Ricci – A disp. Masci, Bonci, Lippolis, Colombo, Federici, Cossa

CASTELLEONESE – Giombi, Barolomeoli, Spezie, Fontana (66′ Mancini), Bombardoni, Mattioli (80′ Arapaj), Sebastianelli (90′ Secondini), Biagioli, Ghetti, Giudici, Pennacchini. All. Fiori – A disp. Francoletti, Angeletti, Spadoni, Gambelli, Falcinelli, Simonetti.

Staffolo-Labor 3-0 – Agostini di Ascoli Piceno

RETI – 50′ Massei su rigore, 53′ Zannini D., 77′ Giorgetti

STAFFOLO – Verdolini, Zannini R., Storoni (80′ Mosci), Massei, Fuoco, Coltorti, Giorgetti (80′ Tiberi), Morico, Piersanti, Faris (88′ Ahmedi), Zannini D. (85′ Monaco). All. Pasquini – A disp. Pepe, Paesani, Alessandrini, Belet, Cardella.

LABOR – Boria, Ruggeri, Tereziu (65′ Marconi), Guidarelli, Campanelli (75′ Burattini), Belelli, Ortolani, Morra, Bassotti, Vincioni, Strappini. All. Giovagnetti – A disp. Coppetti, Sbaffi, Ausili, Barbaresi, D’Ercole, Bordoni, Montesi.

Filottranese-Borghetto 2-1 – Peyla di Pesaro – domenica 29 ottobre ore 14.30

RETI – 31′ Grassi su rigore (F), 37′ Barchiesi (B), 72′ Perna (F)

FILOTTRANESE – Strappini N., Farotti, Perna, Costarelli, Gasparini, Candidi, Lorenzini (62′ Maccioni), Corneli, Storani, Grassi (73′ Tarabelli), Nicoletti Pini (78′ Dignani). All. Strappini M.

BORGEHTTO – Ferri, Pigliapoco M., Bartolucci, Pigliapoco L., Marchegiani, Calcina (73′ Barboni), Cercaci, Mazzieri, Barchiesi (57′ Polonara), Capecci (57′ Martarelli), Orlandini. All. Latini

CLASSIFICAFilottranese 14, Montemarciano 13, Real Cameranese 12, Pietralacroce 12, Filottranese 11, Castelbellino 11, Olimpia Marzocca 9, Sassoferrato Genga 9, Sampaolese 9, Labor 8, Castelleonese 7, Staffolo 7, Borghetto 6, Borgo Minonna 6, Falconarese 5,  Chiaravalle 1, Senigallia Calcio 1

Girone C – sabato 28 ottobre ore 15.30

Cingolana SF-Vigor Montecosaro 1-3  – Tavani di Jesi – leggi l’articolo

RETI – 3′ Lovotti (C), 19′ Guermandi (V), 28′ Beruschi (V), 94′ Morbidoni (V)

CINGOLANA SF – Emiliani L., Mangoni, Centanni, Tittarelli, Mazzuferi (70′ Santamarianova), Mendoza, Ciattaglia (96′ El Kharchi), Moretti (65′ Faloppa), Lovotti, Marchegiani (84′ Tiranti), Ippoliti. All. Ruggeri – A disp. Bracaccini, Romaldi, Bianchi, Omrani.

VIGOR MONTECOSARO – Calligari, Garofalo, Beruschi, Pepi, Reucci, Bernabei (74′ Marcantoni), Cicconofri, Tulli (86′ Di Biagio), Guermandi (83′ Morbidoni), Micucci (69′ Baiocco), Biondi (74′ Bartolini). All. Pierantoni – A disp. Di Marco, Filacaro, Lelli, Emiliani A., Fontana

Caldarola-Folgore Castelraimondo 2-1 – Ventresini (C), Di Marino (C), Bisbocci (F)– Sabbou di Fermo  – ore 15.00

Elite Tolentino-Montemilone Pollenza 5-0 – Traorè, 2 Capenti, Papavero, Pasotti – Recchia di Ascoli Piceo – ore 15.00

Camerino-Portorecanati 1-3 – Francucci (C), 2 Pantone (P), Ferro (P)– Persichini di Macerata

Esanatoglia-Montecassiano 1-0 – Ruggeri– Del Piccolo di Pesaro

Montecosaro-Settempeda 0-3 – Eclizietta, 2 Castellano – Alighieri di San Benedetto del Tronto

San Claudio-Passatempese 4-1 – Angeletti (S), Sinigallia (S), 2 Ibii Ngwang (S), Mandolini (P) – Diouane di Fermo

Urbis Salvia-Pinturetta Falcor 1-1 – Giri (U), Postacchini (U) – Romani di San Benedetto del Tronto

CLASSIFICAVigor Montecosaro 13, Portorecanati 12, Settempeda 11, San Claudio 10, Camerino 9, Elite Tolentino 8, Montecosaro 8, Montecassiano 7,  Cingolana SF 7, Caldarola 7, Pinturetta Falcor 7, Urbis Salvia 6, Esanatoglia 6, Folgore Castelraimondo 5, Passatempese 5, Montemilone Pollenza 4

Seconda Categoria

6^ giornata

Girone C – sabato 28 ottobre ore 15.30

Monsano-Corinaldo 0-1 – Lenci – Bassotti di Ancona – ore 14.30

Avis Arcevia-Argignano 1-1 – Disabato (Av), Moretti (Ar)– Campoli di Ancona

Cupramontana-Aurora Jesi 2-0 – Mancini, Manoni– Maurizi di Jesi

Olimpia Ostra Vetere-Olimpia Juventu Falconara 2-2 Belogi (OV), Guei (OV), Gutierrez (OJ), Sampaolese (OJ) – Montecchiani di Jesi

Ostra Calcio-Le Torri Castelplanio 1-1 – Sabbatini (O), Montecchiarini (L) – Aquilanti di Jesi

Palombina Vecchia-Leonessa Montoro 4-3 – Giantomasi (P), Passaro (P), Petrolini (P), Donzelli (P), Medori (L), 2 Ciavattini (L)– Nicoletti di Macerata

Rosora Angeli-Trecastelli 1-1 – Kouao (R), Borri (T) – Micheli di Jesi

Serrana-Terre del Lacrima 2-2 – Apolloni (S), Fratoni (S), Italia (T), Orianda (T) – Ferretti di Jesi

CLASSIFICAOstra Calcio 14, Avis Arcevia 14, Argignano 13, Olimpia Ostra Vetere 10, Corinaldo 10, Monsano 9, Palombina Vecchia 9, Terre del Lacrima 9, Serrana 8, Le Torri Castelplanio 8, Corinaldo 7, Cupramontana 7, Leonessa Montoro 4, Olimpia Juventu Falconara 4, Trecastelli 4, Aurora Jesi 3, Rosora Angeli 3

Girone F – sabato 28 ottobre ore 15.00

Treiese-Palombese 3-2 – Frapiccini di Macerata

RETI – 23’ e 40’ Patrassi F. (T), 76’ e 84’ Vendemmiati (P), 94’ Francucci (T)

TREIESE – Pulita, Marini L., Rango, Marini G., Carbonari (73’ Salvatori), Paciaroni, Cincera, Pascucci, Latini (62’ Francucci), Rossi (68’ Gasparrini), Patrassi F.. All. Tassi. A disp.: Tamburri, Marini T., Medei, Pasqualini, Pretini, Zemrani

PALOMBESE – Vita, Innamorati, Brandi, Cuccagna, Cittadoni, Vendemmiati, Mogetta E. (54’ Rwaldesi), Vergari (70’ Mogetta L.), Acuti (80’ Sforza), Ajradwoski (5’ Staffolani), Pettinari. All. Dell’Erba. A disp. Micucci, Allin Leyva, Barucca, Paoloni, Piampani

Le altre: Fabiani Matelica-San Marco Petriolo 2-0, Pennese-Camerino Castelraimondo 2-1, Belfortese-Ripe San Ginesio 2-1, Lorese-Vis Gualdo 6-1, MR Pioraco-Sefrense 2-2, Pievebovigliana-Abbadiense 1-2, Sarnano-Borgo Mogliano Madal 0-2

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 18, Treiese 13, Belfortese 11, Fabiani Matelica 11, Palombese 11, Ripe San Ginesio 8, Sefrense 8, Camerino Castelraimondo 7, Pievebovigliana 7, Vis Gualdo 7, San Marco Petriolo 6, Pennese 6, Abbadiense 6, Lorese 5, MR Pioraco 5, Sarnano 3.

Giacomo Grasselli ed Evasio Santoni 

©riproduzione riservata




Calcio / Prima e Seconda Categoria, i pronostici, il programma e gli arbitri della 6^ giornata

Nel girone B di Prima Categoria la partita clou è il derby tra Castelbellino e Borgo Minonna; la Filottranese e il Montemarciano in casa per allungare; nel girone C, la Cingolana SF sfida la capolista Vigor Montecosaro. In Seconda, big match Avis Arcevia-Argignano

VALLESINA, 27 ottobre 2023 – Ci stiamo avvicinando alla metà del girone d’andata per i campionati di Prima e Seconda Categoria che riguardano le squadre della Vallesina e dintorni. Domani, sabato 28 ottobre, si giocheranno le gare della sesta giornata. Nel girone B di Prima Categoria, il match clou è Castelbellino-Borgo Minonna, un derby ora più che mai cruciale per il cammino delle due squadre. La Filottranese, nel posticipo domenicale, affronta l’ambizioso Borghetto, mentre il Montemarciano ospita il Senigallia Calcio ultimo in classifica. Nel girone C, la Cingolana SF testa le proprie aspirazioni ospitando allo “Spivach” la capolista Vigor Montecosaro. In Seconda Categoria, le sfide più interessanti del girone C sono Avis Arcevia-Argignano e Ostra Calcio-Le Torri Castelplanio, mentre nell’F la Treiese terza sfida in casa la Palombese seconda.

Anche in questa settimana abbiamo i pronostici di mister Cesare Carletti, mentre in fondo all’articolo trovate il programma completo, le designazioni arbitrali e le classifiche dei gironi di Prima e Seconda Categoria.

Marco Strappini, allenatore della Filottranese

Girone B – Castelbellino-Borgo Minonna X

E’ uno dei big match di giornata, un bel derby tra due squadre che avevano ambizioni importanti all’inizio del torneo. Il Castelbellino è partito forte ma adesso sta temporeggiando, mentre il Borgo Minonna viene da una bella vittoria in rimonta. Ci può stare il pari: dico X”. Gli orange di Tizzoni sono sesti a 8 punti, seguiti a 6 dai ragazzi di Luchetta noni.

Filottranese-Borghetto 1

“La Filottranese vuole tentare la prima fuga: nel proprio stadio potrebbe anche vincere contro un Borghetto in sofferenza. Dico 1”. I ragazzi di Strappini guidano la classifica a quota 11, mentre la squadra di Latini è nona a 6 punti.

Cristiano Caccia (allenatore Montemarciano)

Montemarciano-Senigallia Calcio 1

“E’ un derby tra rivieraschi. Il Senigallia Calcio sta trovando enormi difficolta in questo torneo: da neo-promossa non sta prendendo le misure giuste. Il Montemarciano quest’anno vuole rimanere in scia alle prime, è partito bene e vuole rimanere in alto: credo che vincerà la partita, dico 1”. I ragazzi di Caccia sono secondi a 10 punti; la squadra di De Gregorio, al contrario, è all’ultimo posto a quota 1.

Pietralacroce-Olimpia Marzocca X

“Il Pietralacroce non vuole buttare via quanto di buono ha fatto nelle prime giornate. Giocherà in casa contro un’Olimpia Marzocca che non ha mai perso. Sarà una sfida molto equilibrata e un pareggio ci può stare”. Sia i dorici di Santarelli che i marzocchini di Barattini sono al terzo posto in classifica con 9 punti.

Real Cameranese-Falconarese 1

“La Real Cameranese è l’altra grande sorpresa di questo inizio di stagione, dopo il 2022-2023 in affanno. È partita con il piede giusto e penso che anche domani possa fare risultato contro la Falconarese che ancora non vedo ben inquadrata nel torneo. Dico 1”. I rossoneri di Pantalone sono terzi a 9 punti, mentre i biancoverdi di Cosentino sono tredicesimi a quota 5.

Sampaolese-Chiaravalle 1

“Non so quali problemi abbiano gli amici del Chiaravalle, dato che pur non meritando di perdere spesso non riescono a fare risultato, nonostante il buon gioco, ricco di occasioni. Anche domani, però, la vedo dura a San Paolo di Jesi, perché la Sampaolese deve ritornare a fare punti. In casa deve vincere: dico 1”. I biancorossi di Togni sono noni a 6 punti; i grigioneri di Baldelli, invece, sono ultimi a 1.

Sassoferrato Genga-Castelleonese 1

Simone Ricci, allenatore del Sassoferrato Genga

“In panchina ci sono due miei amici, Ricci e Fiori. Il Sassoferrato Genga deve assolutamente vincere, perché un’altalena di risultati non le permetterebbe di stare attaccato alle posizioni di vertice. La Castelleonese è una bella gatta da pelare, ma credo che i sentinati domani possano vincere. Dico 1”. I sentinati sono al nono posto con 6 punti, preceduti a 7 dai pesaresi ottavi.

Staffolo-Labor 1

“Per lo Staffolo è un crocevia importante per capire cosa vuole fare da grande. In casa contro la Labor, che invece è su di morale e vuole ambire a un campionato diverso dagli ultimi anni, sarà una sfida molto equilibrata. Se i giallorossi non dovessero conquistare i 3 punti, resterebbero invischiati nella zona play-out. Dico 1 per simpatia agli amici staffolani, pur essendo io un ex calciatore laborino”. I ragazzi di Pasquinisono al 14° posto con 4 punti, mentre la squadra di Giovagnetti è sesta a quota 8.

Girone C – Cingolana SF-Vigor Montecosaro 1

“Domani la Cingolana SF uscirà allo scoperto: in caso di risultato pieno si candida addirittura per il vertice del torneo. Prenderà morale e consapevolezza dei propri mezzi: potrebbe essere la sorpresa stagionale. Vedo molto bene i biancorossi quest’anno, anche perché non ha mai perso dopo 5 giornate e non è mai poco. Dico 1”. I biancorossi di Ruggeri sono sesti a 7 punti, con la Vigor Montecosaro di Pierantoni prima a 10.

Seconda Categoria: Avis Arcevia-Argignano X, Olimpia Ostra Vetere-Olimpia Juventu Falconara 1

Avis Arcevia-Argignano è una bellissima partita tra due squadre che sicuramente faranno i play-off, come già detto all’inizio del campionato. Si tratta di una sfida tra tripla, difficilissima da pronosticare tra due formazioni coriacee e tenaci. Metto l’X per non dare preferenza a nessuno, visto che entrambe possono vincere. Parlando di Olimpia Ostra Vetere-Olimpia Juventu Falconara, il risultato deve essere scontato, anche se non lo è. I locali vengono da due sconfitte e rappresentano la grande delusione di inizio stagione. Domani bisognerebbe far di un sol boccone i falconaresi, perché altrimenti vedremo cose che non volevamo vedere: 1 fisso”.

Programma, arbitri e classifiche

Prima Categoria

6^ giornata

Girone B – sabato 28 ottobre ore 15.30

Pietralacroce-Olimpia Marzocca – Vallesi di Macerata – ore 14.30

Real Cameranese-Falconarese – Francesca Montalboddi di Macerata – ore 14.30

Castelbellino-Borgo Minonna – Pirovano di Macerata

Montemarciano-Senigallia Calcio – Borrino di San Benedetto del Tronto

Sampaolese-Chiaravalle – Belli di Pesaro

Sassoferrato Genga-Castelleonese – De Florio di Pesaro

Staffolo-Labor – Agostini di Ascoli Piceno

Filottranese-Borghetto – Peyla di Pesaro – domenica 29 ottobre ore 14.30

CLASSIFICAFilottranese 11, Montemarciano 10, Pietralacroce 9, Olimpia Marzocca 9, Real Cameranese 9, Castelbellino 8, Labor 8, Castelleonese 7, Sampaolese 6, Borghetto 6, Borgo Minonna 6, Sassoferrato Genga 6, Falconarese 5, Staffolo 4, Chiaravalle 1, Senigallia Calcio 1

Girone C – sabato 28 ottobre ore 15.30

Cingolana SF-Vigor Montecosaro – Tavani di Jesi

Caldarola-Folgore Castelraimondo – Sabbou di Fermo  – ore 15.00

Elite Tolentino-Montemilone Pollenza – Recchia di Ascoli Piceo – ore 15.00

Camerino-Portorecanati – Persichini di Macerata

Esanatoglia-Montecassiano – Del Piccolo di Pesaro

Montecosaro-Settempeda – Alighieri di San Benedetto del Tronto

San Claudio-Passatempese – Diouane di Fermo

Urbis Salvia-Pinturetta Falcor – Romani di San Benedetto del Tronto

CLASSIFICAVigor Montecosaro 10, Camerino 9, Portorecanati 9, Settempeda 8, Montecosaro 8, San Claudio 7, Montecassiano 7,  Cingolana SF 7, Pinturetta Falcor 6, Passatempese 5, Castelraimondo 5, Elite Tolentino 5, Urbis Salvia 5, Caldarola 4, Montemilone Pollenza 4, Esanatoglia 3

Seconda Categoria

6^ giornata

Girone C – sabato 28 ottobre ore 15.30

Monsano-Corinaldo – Bassotti di Ancona – ore 14.30

Avis Arcevia-Argignano – Campoli di Ancona

Cupramontana-Aurora Jesi – Maurizi di Jesi

Olimpia Ostra Vetere-Olimpia Juventu Falconara – Montecchiani di Jesi

Ostra Calcio-Le Torri Castelplanio  – Aquilanti di Jesi

Palombina Vecchia-Leonessa Montoro – Nicoletti di Macerata

Rosora Angeli-Trecastelli – Micheli di Jesi

Serrana-Terre del Lacrima – Ferretti di Jesi

CLASSIFICAOstra Calcio 13, Avis Arcevia 13, Argignano 12, Olimpia Ostra Vetere 9, Monsano 9, Terre del Lacrima 8, Serrana 7, Le Torri Castelplanio 7, Corinaldo 7, Palombina Vecchia 6, Leonessa Montoro 4, Cupramontana 4, Aurora Jesi 3, Trecastelli 3, Olimpia Juventus Falconara 3, Rosora Angeli 2

Girone F – sabato 28 ottobre ore 15.00

Treiese-Palombese – Frapiccini di Macerata

Le altre: Fabiani Matelica-San Marco Petriolo, Pennese-Camerino Castelraimondo, Belfortese-Ripe San Ginesio, Lorese-Vis Gualdo, MR Pioraco-Sefrense, Pievebovigliana-Abbadiense, Sarnano-Borgo Mogliano Madal

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 15, Palombese 11, Treiese 10, Belfortese 8, Ripe San Ginesio 8, Fabiani Matelica 8, Camerino Castelraimondo 7, Pievebovigliana 7, Vis Gualdo 7, Sefrense 7, San Marco Petriolo 6, MR Pioraco 4, Pennese 3, Sarnano 3, Abbadiense 3, Lorese 2.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Prima e Seconda Categoria, risultati e marcatori della 5^ giornata

Filottranese in testa alla classifica del girone B di Prima Categoria; pari tra Olimpia Marzocca e Montemarciano, vincono Borgo Minonna e Sassoferrato Genga; nel girone C primo successo stagionale della Cingolana SF 

VALLESINA, 21 ottobre 2023 – Non ha deluso le attese la 5^ giornata dei campionati di Prima e Seconda Categoria per le squadre della Vallesina e dintorni. Nel girone B di Prima, la Filottranese balza in testa alla classifica battendo la Castelleonese, approfittando dello 0-0 tra Olimpia Marzocca e Montemarciano. Vincono Sassoferrato Genga e Borgo Minonna contro Chiaravalle e Staffolo, mentre raccolgono i 3 punti anche Labor e Falconarese. Nel girone C, la Cingolana SF coglie il primo successo stagionale dopo 4 pareggi, espugnando per 1-2 il campo della Folgore Castelraimondo.

In Seconda Categoria, nel girone C il Monsano rimonta l’Aurora Jesi e vince il derby, così come il Le Torri Castelplanio vince contro la Serrana, con la capolista Ostra Calcio che ha pareggiato contro la Leonessa Montoro. Di seguito, i marcatori, i tabellini e le classifiche al termine di questa 5^ giornata.

Prima Categoria

Girone B – sabato 21 ottobre ore 15.30

Chiaravalle-Sassoferrato Genga 1-2 – Lanciani di Macerata

RETI: 38′ Chiocchioli (S), 63′ Ricci (S), 85′ Mencarelli (C)

CHIARAVALLE – Cecchini, Forlani (81′ Mencarelli), Moretti, Giampieri, Dellabarba (30′ Lupini), Rocchetti M. (77′ Rossolini), Ramoscelli, Bugari (64′ Romagnoli), D’Urzo, Rocchetti D., Marinangeli. All. Galdelli – A disp. Fava, Maiolatesi, Barattini, Barone, Negozi.

SASSOFERRATO GENGA – Pifarotti, Zucca, Imperio (77′ Di Nuzzo), Chiocchiolini, Paoluzzi, Lippolis, Passeri, Monno (70′ Carletti Orsini), Ricci, Marchi, Cossa (59′ Turchi). All. Ricci – A disp. Masci, Bonci, Colombo, Lucertini, Tolu, Paoletti.

Falconarese-Sampaolese 2-1 – Vagnoni di Fermo 

RETI – 60′ Formoso (F), 65′ Ebrima (F), 90′ Menotti (S)

FALCONARESE – Bolletta, Mondaini, Bertotto, Sconocchino, Tomassini, Zappi, Lutsak, Baldoni, Di Nardo, Bartoloni, Serrani. All. Cosentino – A disp. Carbonari, Merico, Ebrima, Santarelli, Beato, Dubbini, Formoso, Calafiore, Lucioli.

SAMPAOLESE – Morgante, Conte, Cerioni, Mazzoli, Menotti, Chiariotti, Calvanese, Marchegiani, Gambadori, Diagne, Storoni. All. Togni – A disp. Federici, Sangara, Vescovo, Belardinelli, Ceppi, Bediako, Pucci, Catani, Troilo.

Il Senigallia Calcio

Senigallia Calcio-Real Cameranese 1-2 – Rapari di Macerata

RETI – 39′ Marchionne (R), 91′ Esposito (S), 96′ Principi E. (R)

SENIGALLIA CALCIO – Olivi, Schiavo (77′ Brugiatelli), Rosi, Baldelli, Pascucci, Tinti (63′ Zoppi), Frulla, Shtjefanaku (73′ Bodilli), Serrani (81′ Montini), Mariotti (70′ Esposito), Impiglia. All. De Gregorio – A disp. Belogi, Posanzini, Fattorini, Cucchi.

REAL CAMERANESE – Fatone, Principi L., Biagioli (77′ Stocchi), Angeletti (63′ Taddei), Baldini (87′ Recanatini), Avarucci, Defendi (72′ Principi E.), Marchionne, Bocci, Anconetani, Razgui (63′ Portaleone). All. Pantalone – A disp. Felicetti, Taddei, Domenichetti, Cola, Starnari.

Borghetto-Castelbellino 2-2 – Ciavaroli di San Benedetto del Tronto

RETI – 3′ Bando (C), 11′ Capecci (B), 23′ Marchegiani (B), 34′ Madonna (C)

BORGHETTO – Ferri, Pigliapoco M. (60′ Calcina), Bartolucci, Pigliapoco L., Marchegiani, Mazzieri, Cercaci, Orlandini (84′ Pretelli), Martarelli, Capecci, Barchiesi. All. Latini – A disp

CASTELBELLINO – Micci, Simonetti, Musumeci, Barchiesi, Lucarini, Stamate, Bando, Papadopoulos (60′ Bruschi), Api, Ledesma, Madonna (37′ Tarabello). All. Tizzoni (squalificato, in panchina Tittarelli) – A disp. Pettinelli, Clementi, Ciuccoli, Santini, Paolucci, Pratichino, Onuorah

Borgo Minonna-Staffolo 2-1 – Pucci di Pesaro

RETI: 74′ Giorgetti (S), 84′ e 94′ Braconi (B)

BORGO MINONNA – Morresi, Campomaggi, Bresciani (77′ Rango), Morbidelli, Serrani, Spinelli, Ribichini, Moreschi (90′ Frattesi), May (86′ Paialunga R.), Paglialunga M. (75′ Braconi), Mechri (77′ Korchi). All. Luchetta – A disp. Pellegrini, Sassaroli, Argentati, Filippetti.

STAFFOLO – Pepe, Zannini R. (62′ Zannini D.), Storoni, Massei, Fuoco, Coltorti, Monaco (85′ Tiberi), Morico, Piersanti, Faris, Giorgetti (79′ Paesani). All. Pasquini – A disp. Verdolini, Alessandrini, Cardella, Belet, Paparelli, Araco.

Castelleonese-Filottranese 2-3 – Santoro di Pesaro

RETI – 45′ Farotti (F), 46′ Nicoletti Pini (F), 49′ Perna (F), 75′ e 80′ Mancini (C)

CASTELLEONESE – Giombi, Bartolomei, Spelie, Spadoni (55′ Fontana), Bombagioni, Angeletti, Sebastianelli, Biagioli, Ghetti, Giudici, Penacchini (66′ Mattioli). All. Fiori

FILOTTRANESE – Grilli, Costarelli, Perna, Lorenzini, Gasparini, Candidi, Farotti, Corneli, Storani (69′ Grassi), Nicoletti Pini, Tarabelli (56′ Capomagi). All. Strappini M.
Labor-Pietralacroce – Sardellini di Fermo

Labor-Pietralacroce 1-0 – Sardellini di Fermo

RETE – 92′ Strappini

LABOR – Boria, Ruggeri, Tereziu, Guidarelli, Burattini, Belelli, Marconi, Morra, Bassotti, Vincioni, Strappini. All. Giovagnetti – A disp. Coppetti, Campanelli, Sbaffi, Ausili, Barbaresi, D’Ercole, Sopranzetti, Bordoni, Montesi

PIETRALACROCE – Polenti, Gambelli, Polidori N,, Fioretti, Severini, Marini, Potito, Consolazio, Daidone, Lodigiani. All. Santarelli – A disp. Selimaj, Manganelli, Piccini, Angeletti, Nicoletti, Polidori T., Marku, Palombarani, D’Antonio

Olimpia Marzocca-Montemarciano 0-0 – Staffolani di Macerata

OLIMPIA MARZOCCA – Giovagnoli, Santi Amantini (64’Dell’Aguzzo), Pigini, Carrara (70′ Marini), Tomba, Montanari, Ciarloni (78′ Mobili), Abbracciati, Carsetti (47′ Giulietti), Sabik, Spanò (91′ Cimarelli). All. Barattini – A disp. Vernelli, Pierucci, Menotti, Fabini

MONTEMARCIANO – Fabrizzi, Silvestrini (74′ Marchesini), Giancamilli, Sanviti, Zoppi, Lucci G, Pellonara (80′ Lucci F), Carboni, Moschini, Magini (50′ Tunnera), Rossi. All. Caccia – A disp. Parasecoli, Di Prenda, Eliantonio, Gemini, Severini, Renda

CLASSIFICA – Filottranese 11, Montemarciano 10, Pietralacroce 9, Olimpia Marzocca 9, Real Cameranese 9, Castelbellino 8, Labor 8, Castelleonese 7, Sampaolese 6, Borghetto 6, Borgo Minonna 6, Sassoferrato Genga 6, Falconarese 5, Staffolo 4, Chiaravalle 1, Senigallia Calcio 1

Girone C – sabato 21 ottobre ore 15.30

Un momento di Folgore Castelraimondo-Cingolana SF

Folgore Castelraimondo-Cingolana SF 1-2 – Giorgini di Jesi

RETI – 58′ Bisbocci su rigore (F), 68′ Tittarelli (C), 89′ Lovotti (C)

FOLGORE CASTELRAIMONDO – Tafa, Binanti (89′ Maggi), Kheder, Lori G., Di Filippo, Rossi J., Rossi C., Lori C. (75′ Boldrini), Pallotta (75′ Scuriatti), Tesare, Bisbocci (81′ Dashi). All. Carucci – A disp. Savi, Granili, Belli, Scuriatti, D’Afflisio.

CINGOLANA SF – Emiliani, Falappa (63′ Santamarianova), Centanni, Tittarelli, Mendoza, Mangoni, Ciattaglia (95′ Romaldi), Pancaldi, Lovotti (92′ Mazzuferi), Marchegiani (81′ Tiranti), Moretti (58′ Ippoliti). All. Ruggeri – A disp. Bracaccini, Compagnucci, El Kharchi, Poinsel.

Pinturetta Falcor-Caldarola 1-1 – Conte (P), Aringoli (C) – Di Maio di San Benedetto del Tronto

Montecassiano-Urbis Salvia 1-3 – Giubilei (M), Curzi (U), 2 Pettinari (U) – Piccioni di Ascoli Piceno

Passatempese-Elfa Tolentino 0-0 – Morbelli di Fermo

Portorecanati-Montecosaro 0-0 – Biagini di Pesaro

Settempeda-San Claudio 4-0 – Sfrappini, Castellano, Meschini, Dolcetti  – Colombo di Fermo

Vigor Montecosaro-Camerino 0-2 – autogol, Clemenz – Sabboh di Fermo

Montemilone Pollenza-Esanatoglia – De Florio di Pesaro – domenica 22 ottobre ore 15.30

CLASSIFICA – Vigor Montecosaro 10, Camerino 9, Portorecanati 9, Settempeda 8, Montecosaro 8, San Claudio 7, Montecassiano 7,  Cingolana SF 7, Pinturetta Falcor 6, Passatempese 5, Castelraimondo 5, Elite Tolentino 5, Urbis Salvia 5, Caldarola 4, Esanatoglia 3*, Montemilone Pollenza 1*

Seconda Categoria

5^ giornata

Girone C – sabato 21 ottobre ore 15.30

Aurora Jesi-Monsano 1-2Trotta (A), Benigni (M), Lungarini (M) – Sgreccia di Jesi

Trecastelli-Avis Arcevia 0-1 Brescini– Nicolae di Jesi –

Argignano-Palombina Vecchia 4-3 – Moretti (A), Galuppa (A), Biagioli (A), Sartini (A), Donzelli (P), Cristiani (P), Passari (P) – Marinelli di Jesi

Corinaldo-Rosora Angeli 0-0 – Dants Tascan di Jesi

Le Torri Castelplanio-Serrana 2-1 – Mariotti (L), Montecchiarini (L), Apolloni (S) – Montecchiani di Jesi

Leonessa Montoro-Ostra Calcio 2-2 – 2 Rossi (L), Zupo (O), Marchetti (O) – Tomassoni Compagnucci Spagnoli di Macerata

Olimpia Juventu Falconara-Cupramontana 1-1 – Losasso (O), Manoni (C)– Simonetti di Ancona

Terre del Lacrima-Olimpia Ostra Vetere 2-1 – Ferrante (T), Italia (T), Perlini (O) – Liso di Ancona

CLASSIFICA – Ostra Calcio 13, Avis Arcevia 13, Argignano 12, Olimpia Ostra Vetere 9, Monsano 9, Terre del Lacrima 8, Serrana 7, Le Torri Castelplanio 7, Corinaldo 7, Palombina Vecchia 6, Leonessa Montoro 4, Cupramontana 4, Aurora Jesi 3, Trecastelli 3, Olimpia Juventus Falconara 3, Rosora Angeli 2

Girone F – sabato 21 ottobre ore 15.30

Ripe San Ginesio-Treiese – 1-1 – Paciaroni (T), Mari (R) – Barchetta di Fermo

Le altre: Camerino Castelraimondo-Sarnano 3-0, San Marco Petriolo-Pennese 3-1, Abbadiense-Fabiani Matelica 0-2, Borgo Mogliano-MR Pioraco 2-0, Vis Gualdo-Pievebovigliana 2-2, Palombese-Lorese 3-2, Sefrense-Belfortese

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 15, Palombese 11, Treiese 10, Belfortese 8*, Ripe San Ginesio 8, Fabiani Matelica 8, Camerino Castelraimondo 7, Pievebovigliana 7, Vis Gualdo 7, San Marco Petriolo 6, Sefrense 4*, MR Pioraco 4, Pennese 3, Sarnano 3, Abbadiense 3, Lorese 2.

Giacomo Grasselli ed Evasio Santoni 

©riproduzione riservata




Calcio / Prima e Seconda Categoria, i pronostici, il programma e gli arbitri della 5^ giornata

La sfida di giornata è quella tra Olimpia Marzocca e Montemarciano nel girone B di Prima, con Borgo Minonna-Staffolo e Castelleonese-Filottranese; in Seconda Categoria, aria di derby con Aurora Jesi-Monsano e Le Torri Castelplanio-Serrana

VALLESINA, 20 ottobre 2023 – Proseguono i campionati di Prima e Seconda Categoria di calcio con le gare della quinta giornata. Nelle sfide tra il 21 e il 22 ottobre ci sono tanti spunti di interesse. Nel girone B di Prima Categoria, la partita più importante è il derby tra Olimpia Marzocca e Montemarciano, terza e prima della classifica. La Filottranese affronterà in trasferta la Castelleonese, mentre Borgo Minonna e Sassoferrato Genga cercheranno di rialzarsi contro Chiaravalle e Staffolo. Nel girone C, la Cingolana SF sarà di scena a Castelraimondo.

In Seconda Categoria, invece, i riflettori sono puntati sui due derby Aurora Jesi-Monsano e Le Torri Castelplanio-Serrana. Anche questa settimana abbiamo i pronostici di mister Cesare Carletti sulle partite di Prima Categoria e su due sfide di Seconda. In coda all’articolo, trovate il programma completo, gli arbitri e le classifiche, girone per girone.

Girone B – Borghetto-Castelbellino 1

“E’ una sfida interessantissima tra due squadre che vogliono disputare un buon campionato. Il Castelbellino, dopo la sconfitta di Filottrano che ci poteva anche stare, si vuole riscattare, però il Borghetto vuole mantenere la striscia positiva e in casa potrebbe anche vincere. Per questo dico 1”. La squadra di Latini è nona a 5 punti, mentre i ragazzi di Tizzoni (che saranno guidati da Matias Tittarelli fino al 27 ottobre) sono quinti a quota 7.

Borgo Minonna-Staffolo 1

“Il Borgo Minonna è protagonista di una partenza in sordina, a rilento e non preventivata. Urge la vittoria in casa: è 1 fisso, altrimenti si potrebbe aprire una crisi”. I rossoblù di Luchetta sono dodicesimi a 3 punti, preceduti dallo Staffolo di Pasquini, undicesimo a 4.

Marco Strappini, nuovo allenatore della Filottranese

Castelleonese-Filottranese 2

“La Filottranese deve stare molto attenta a Castelleone di Suasa, perché affronterà una squadra ostica. Però mi sento di azzardare una vittoria fuori-casa per l’amico Strappini, che lancerebbe i biancorossi come principale protagonista del campionato: dico 2”. La Filottranese è terza a quota 8, seguita a 7 punti dalla Castelleonese di Fiori.

Chiaravalle-Sassoferrato Genga 2

“Ribadisco che il Chiaravalle dovrà sudarsi la salvezza: contro il Sassoferrato Genga non ci sarà scampo, perché i sentinati non stanno vivendo una reale posizione di classifica. Occorre espugnare Chiaravalle, altrimenti l’amico Ricci non se la passerà molto bene”. I grigioneri di Galdelli sono ultimi a 1 punto, mentre il Sassoferrato Genga è 12° a 3.

Falconarese-Sampaolese X

“La Falconarese deve cercare di conquistare la prima vittoria in campionato, perché altrimenti si aprirebbe un percorso irto di ostacoli. Detto questo, ho i miei dubbi sulla Sampaolese sconfitta, per questo dico che potrebbe starci un pareggio”. I biancoverdi di Cosentino sono al 14° posto a quota 2; i biancorossi di Togni, invece, sono settimi a 6 punti.

Labor-Pietralacroce 1

“La Labor vorrà dimostrare di che pasta è fatta. Con una vittoria contro il Pietralacroce in vetta alla classifica si esporrebbe a un campionato di assoluto rilievo. In caso contrario, i ragazzi di Giovagnettirimarrebbero nel limbo: per questo dico 1, perché credo che la formazione di Santa Maria Nuova abbia i requisiti per disputare un grande campionato”. La Labor è nona a 5 punti, mentre i dorici di Santarelli guidano la classifica a 9.  

Olimpia Marzocca-Montemarciano X

“Si tratta del derby bellissimo dell’Adriatico tra due realtà confinanti. Dico X perché queste due squadre stazioneranno a lungo in vetta alla classifica e disputeranno sicuramente i play-off”. L’Olimpia Marzocca di Barattini è terza a 8 punti, preceduta a 9 dal Montemarciano capolista di mister Caccia.

Mister Barattini dell’Olimpia Marzocca

Senigallia Calcio-Real Cameranese 1

“Per il Senigallia Calcio è già una sfida da dentro o fuori alla quinta giornata di campionato. In caso di non vittoria, i senigalliesi sanno che li aspetta un campionato di sofferenza. Sono fiducioso per loro e gli auguro di vincere: dico 1”. La formazione di De Gregorio è ultima a quota 1, mentre la Real Cameranese di Pantalone è settima a 6 punti.

Girone C – Folgore Castelraimondo-Cingolana SF X

“La Folgore Castelraimondo è una brutta gatta da pelare per la Cingolana SF. L’amico mister Carucci è furbo e vende cara la pelle. I biancorossi non vinceranno, ma non andranno incontro nemmeno alla sconfitta. Mister Ruggeri ha inquadrato bene la squadra: possono strappare il pareggio anche a Castelraimondo. Sono fiducioso di un buon campionato senza tribolazioni”. I biancorossi sono decimi a 4 punti, preceduti dalla Folgore Castelraimondo settima a 5.

Seconda Categoria – Aurora Jesi-Monsano X, Le Torri Castelplanio-Serrana 1

“Per quanto riguarda Aurora Jesi-Monsano, che andrò a vedere, per i locali non c’è scampo: se non fanno risultato al San Sebastiano sarà durissima trovare punti da altre parti, dopo una vittoria e tre sconfitte finora. Vedo il Monsano favorito, ma dico X. Le Torri Castelplanio-Serrana è lo storico derby dell’Alta Vallesina, sentito particolarmente da entrambe le tifoserie. Vedo la Serrana un pò avvantaggiata, ma il Le Torri ha il fattore campo dalla sua parte. I locali devono prendere lo slancio in campionato e devono vincere: dico 1”.

Programma, arbitri e classifiche

Prima Categoria

5^ giornata

Girone B – sabato 21 ottobre ore 15.30

Chiaravalle-Sassoferrato Genga – Lanciani di Macerata – ore 15.00

Falconarese-Sampaolese – Vagnoni di Fermo – ore 15.00

Senigallia Calcio-Real Cameranese – Rapari di Macerata – ore 15.00

Borghetto-Castelbellino – Ciavaroli di San Benedetto del Tronto

Borgo Minonna-Staffolo – Pucci di Pesaro

Castelleonese-Filottranese – Santoro di Pesaro

Labor-Pietralacroce – Sardellini di Fermo

Olimpia Marzocca-Montemarciano – Staffolani di Macerata

CLASSIFICA – Montemarciano 9, Pietralacroce 9, Olimpia Marzocca 8, Filottranese 8, Castelbellino 7, Castelleonese 7, Sampaolese 6, Real Cameranese 6, Labor 5, Borghetto 5, Staffolo 4, Borgo Minonna 3, Sassoferrato Genga 3,  Falconarese 2, Chiaravalle 1, Senigallia Calcio 1

Girone C – sabato 21 ottobre ore 15.30

Folgore Castelraimondo-Cingolana SF – Giorgini di Jesi

Pinturetta Falcor-Caldarola – Di Maio di San Benedetto del Tronto – ore 15.00

Montecassiano-Urbis Salvia – Piccioni di Ascoli Piceno – ore 15.00

Passatempese-Elfa Tolentino – Morbelli di Fermo

Portorecanati-Montecosaro – Biagini di Pesaro

Settempeda-San Claudio – Colombo di Fermo

Vigor Montecosaro-Camerino – Sabboh di Fermo

Montemilone Pollenza-Esanatoglia – De Florio di Pesaro – domenica 22 ottobre ore 15.30

CLASSIFICA – Vigor Montecosaro 10, Portorecanati 8, San Claudio 7, Montecassiano 7, Montecosaro 7, Camerino 6, Settempeda 5, Folgore Castelraimondo 5, Pinturetta Falcor 5, Elite Tolentino 4, Passatempese 4, Cingolana SF 4,Esanatoglia 3, Caldarola 3, Urbis Salvia 2, Montemilone Pollenza 1

Seconda Categoria

5^ giornata

Girone C – sabato 21 ottobre ore 15.30

Aurora Jesi-Monsano – Sgreccia di Jesi – ore 14.30

Trecastelli-Avis Arcevia – Nicolae di Jesi – ore 15.00

Argignano-Palombina Vecchia – Marinelli di Jesi

Corinaldo-Rosora Angeli – Dants Tascan di Jesi

Le Torri Castelplanio-Serrana – Montecchiani di Jesi

Leonessa Montoro-Ostra Calcio – Tomassoni Compagnucci Spagnoli di Macerata

Olimpia Juventu Falconara-Cupramontana – Simonetti di Ancona

Terre del Lacrima-Olimpia Ostra Vetere – Liso di Ancona

CLASSIFICA – Ostra Calcio 12, Avis Arcevia 10, Olimpia Ostra Vetere 9, Argignano 9, Serrana 7, Monsano 6, Palombina Vecchia 6, Corinaldo 6, Terre del Lacrima 5, Le Torri Castelplanio 4, Aurora Jesi 3, Trecastelli 3, Leonessa Montoro 3, Cupramontana 3, Olimpia Juventus Falconara 2, Rosora Angeli 1

Girone F – sabato 21 ottobre ore 15.30

Ripe San Ginesio-Treiese – Barchetta di Fermo

Le altre: Camerino Castelraimondo-Sarnano, San Marco Petriolo-Pennese, Abbadiense-Fabiani Matelica, Borgo Mogliano-MR Pioraco, Vis Gualdo-Pievebovigliana, Palombese-Lorese, Sefrense-Belfortese

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 12, Treiese 9, Belfortese 8, Palombese 8, Ripe San Ginesio 7, Pievebovigliana 6, Vis Gualdo 6, Fabiani Matelica 5, Sefrense 4, Camerino Castelraimondo 4, MR Pioraco 4, San Marco Petriolo 3, Pennese 3, Sarnano 3, Abbadiense 3, Lorese 2

Foto di Alex Ciciliani

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata