Basket serie B / Fabriano, il sogno finisce a Roma: 71-69 per i capitolini

Per la Ristopro Fabriano la prossima stagione sarà B Nazionale ma tutto dipenderà dalle intenzioni del presidente Di Salvo e dal PalaGuerrieri

FABRIANO, 7 giugno 2023 – La Ristopro perde a Roma gara5 in casa della Luiss, 71-69, e dice addio al sogno A2.

La formazione di Aniello ha giocato male e subito nella prima frazione di gara per poi rientrare in gara e sfiorare alla fine il miracolo.

Le finali Poule Promozione serie B Old Wild West si svolgeranno a Ferrara nei giorni di venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 giugno e vi parteciperanno le quattro formazioni vincitrici della finale playoff dei rispettivi tabelloni: Vigevano (Girone A 2° classificata in stagione regolare), Orzinovi (Girone B 4° classificata in stagione regolare), Rieti (Girone C 1° classificata in stagione regolare), Luiss Roma (1° classificata Girone D)-

La formula prevede un girone all’italiana con la disputa di due gare al giorno, nei tre giorni: al termine le prime due classificate saranno promosse al campionato di A2 2023-2024.

Per la Ristopro Fabriano la prossima stagione sarà B Nazionale ma tutto dipenderà dalle intenzioni del presidente Di Salvo e dal PalaGuerrieri.

Roma: Murri 8, Perotti 4, Jovovic 12, Allodi 7, Fallucca 8, Pasqualin 12, D’Argenzio 16, Invernizzi ne, Barbon, Tolino, Di Bonaventura 1, Legnini 3. All. Paccariè

Fabriano: Papa 20, Centanni 13, Stanic 16, Fall 7, Verri ne, Petracca ne, Gianoli 4, Gulini 9, Patrizi ne, Azzano. All. Aniello

Arbitri: Di Franco di Bergamo e Giunta di Ragusa

Parziali: 20-9, 41-34, 56-48

©riproduzione riservata




Basket serie B / La Ristopro Fabriano cede alla Luiss 71-81: si va a gara-5

La squadra di Aniello soffre la fisicità capitolina, match sospeso 20’ per un malore in tribuna e nel finale contestato l’arbitraggio: mercoledì match decisivo alle 20.30 al PalaLuiss

Luca Ciappelloni

CERRETO D’ESI, 4 giugno 2023 – La Ristopro lotta ma non riesce a rimontare la Luiss in gara-4 e sarà costretta mercoledì all’ennesima impresa stagionale per volare a Ferrara il 16-17-18 giugno.

Fabriano va avanti in avvio, poi la Luiss domina il secondo quarto, nel quale il match viene sospeso per un malore in tribuna ad una giovane tifosa poi risolto, e infine il generoso tentativo di rimonta conclusivo si infrange su un paio di chiamate arbitrali molto contestate dalla panchina e dal pubblico fabrianese.

La Ristopro dovrà riprovarci mercoledì con le residue energie nel serbatoio, dopo che l’avvio di gara-4 aveva illuso ad un differente esito: Papa e Fall comandano sotto canestro (24-15 al 12’), poi la Luiss entra in ritmo con tre triple in un amen e Fabriano è in netto affanno difensivo. Al rientro dalla lunga sospensione per permettere al medico sociale Maicol Onesta di soccorrere la tifosa in tribuna sul 30-30 al 16’, la squadra di Paccariè resta in controllo e piazza lo scatto con Allodi e l’ultima tripla di Barbon (37-46 al 20’).

Roma arriva anche a +13, Fabriano non ha la serata migliore della coppia Stanic-Centanni (2/17 da tre combinato) e allora si aggrappa a Gulini, la cui intraprendenza permette ai padroni di casa di non crollare a cavallo fra terzo e quarto periodo.

La Ristopro ricuce qualche punto e propizia con un miglior presenza difensiva il break di 7-0 che fa credere il PalaChemiba al colpaccio (66-69 al 37’ sul canestro di Azzano).

Un paio di fischi con Murri protagonista, il primo ai danni di Stanic e il secondo ai danni di Papa, fanno inferocire il pubblico e la panchina, tra cui un dirigente fabrianese poi espulso, e i liberi dello stesso Murri e di Fallucca spingono Roma sul traguardo rimandando il verdetto della finale a gara-5.

Fabriano: Papa 15, Centanni 17, Stanic 9, Fall 13, Verri ne, Onesta ne, Petracca ne, Gianoli, Cola, Gulini 15, Patrizi ne, Azzano 2. All. Aniello

Roma: Murri 11, Perotti, Jovovic 11, Allodi 17, Fallucca 12, Pasqualin 5, D’Argenzio 8, Invernizzi ne, Barbon 3, Tolino, Di Bonaventura 2, Legnini 12. All. Paccariè

Arbitri: Doronin di Perugia e Purrone di San Giorgio Bigarello

Parziali: 22-13, 37-46, 55-64

©riproduzione riservata




Basket serie B / Ristopro Fabriano, manca l’ultimo passo: è 2-1 sulla Luiss Roma

Un monumentale Stanic nell’ultimo quarto prende per mano i cartai, la Luiss si arrende 77-72. Domenica alle 19.30 a Cerreto d’Esi gara-4

Luca Ciappelloni

CERRETO D’ESI, 2 giugno 2023 –  La Ristopro supera in volata la Luiss Roma in gara-3 e adesso è a un passo dagli spareggi promozione di Ferrara.

Domenica alle 19.30 ancora al PalaChemiba la squadra di Aniello avrà il match point per volare all’ultimo atto di una stagione che resterà comunque nella storia.

In gara-3 Fabriano vince andando anche oltre la logica dei numeri, perché concede 25 rimbalzi d’attacco e perde 22 palloni contro la grande intensità difensiva e fisicità dei capitolini.

La forza d’animo di Papa e compagni è però senza eguali e riescono a tenere aperta la partita fino all’ultimo quarto, quando poi sale in cattedra un clamoroso Stanic.

La partita si incanala sui binari giusti per la Ristopro, comandata da Papa, ormai un sicurezza anche nella metà campo offensiva, oltre che nel lavoro sotto i tabelloni (15 rimbalzi).

I biancoblù allungano sul 14-6 al 6’, ma la Luiss inizia a macinare a rimbalzo d’attacco e resta in scia, anche dopo la seconda mini-spallata fabrianese che sancisce il massimo vantaggio di serata sul cesto di Gianoli (25-15 al 9’).

Fabriano dal secondo quarto paga dazio alle palle perse e ai secondi possessi dei romani, fino a subire il sorpasso sui canestri di Legnini e Allodi (36-37 al 19’).

L’equilibrio è però una costante di questa serie e le due squadre si marcano strette in un terzo quarto di scarsa produzione offensiva da ambo i lati (52-49 al 30’).

Il meglio rimane alla fine e quando la Luiss sembra prendere in mano la partita, convertendo i buoni tiri prodotti in due triple di Legnini (55-60 al 34’), la squadra di Aniello trova di nuovo il modo di risalire la corrente.

Centanni è sempre una sentenza al tiro, poi è il veterano Stanic a prendersi la scena con dieci punti in meno di 3’ che ribaltano tutto (70-66 al 38’).

La stoppata di Centanni su D’Argenzio ad un minuto dal termine è l’istantanea della serata per Fabriano, che raccoglie sei punti nel finale da un glaciale Gulini tra cui i liberi della tranquillità.

Fabriano: Papa 16, Centanni 18, Stanic 24, Fall 2, Verri ne, Carsetti ne, Petracca ne, Gianoli 5, Cola ne, Gulini 10, Patrizi ne, Azzano 2. All. Aniello

Roma: Murri 5, Perotti ne, Jovovic 9, Allodi 8, Fallucca 8, Pasqualin 9, D’Argenzio 15, Invernizzi ne, Barbon 3, Tolino, Di Bonaventura 2, Legnini 13. All. Paccariè

Arbitri: Chiarugi di Pontedera e Melai di Calcinaia

Parziali: 25-18, 37-37, 52-49

©riproduzione riservata




Basket serie B / Centanni e Papa spaziali: Fabriano è 1-1 con la Luiss

I due giocatori, mai usciti dal campo, prendono per mano la squadra di Aniello verso un’altra impresa: 73-77 al PalaLuiss, venerdì e domenica gara-3 e gara-4 a Cerreto

Luca Ciappelloni

FABRIANO, 30 maggio 2023 – La Ristopro vince al PalaLuiss e impatta la serie di finale playoff contro i capitolini, garantendosi le due partite casalinghe di venerdì (ore 21) e domenica (ore 19.30) per sognare l’accesso alla poule promozione in A2.

Papa

La vittoria in gara-2 è il manifesto della stagione da cineteca della squadra di Daniele Aniello, in grado di tenere botta nonostante le rotazioni ridotte, la serata difficile di Stanic e il discusso arbitraggio.

Dal -4 a meno di tre minuti dal gong, scaturito dal fallo apparso inesistente dello stesso play argentino su Pasqualin, mentre quest’ultimo tirava da tre punti, e poi il successivo tecnico per proteste alla panchina, la Ristopro ne esce fortificata e con un break di 10-1 ribalta la partita e infligge alla Luiss la seconda sconfitta interna di tutta la stagione.

In copertina, nell’ennesima serata che profuma d’impresa, vanno Centanni e Papa, mai usciti dal campo in tutti i 40’: 25 punti e 12 rimbalzi il capitano e 29 punti con sei triple l’anconetano, sono loro i punti fermi ai quali si aggrappa la squadra in ogni momento di difficoltà.

Centanni

Ma Fabriano ha per larghi tratti le mani sulla partita, fin dal primo quarto quando lo stesso Papa propizia il primo allungo e l’unico canestro di Stanic dal campo sancisce il massimo vantaggio (15-23 al 9’).

La squadra di Paccariè resta lì e salendo di tono in difesa provoca le prime pesanti palle perse di Fabriano, dalle quali originano le transizioni di D’Argenzio e Jovovic (35-29 al 16’).

La Ristopro assorbe il colpo e riprende ossigeno con le triple di Centanni e il solito inarrestabile Papa, riprendendo poi il comando nel terzo quarto (51-55 al 26’ sul canestro di Azzano).

I biancoblù trovano l’antidoto in difesa e la Luiss perde quota, ma viene tenuta a galla dalle triple di Pasqualin e Fallucca (63-63 al 34’).

Il testa a testa prosegue e il fallo contestato di Stanic su Pasqualin sembra una svolta in negativo, ma non per la Fabriano di quest’anno che esce rafforzata dalle difficoltà: i soliti Papa e Centanni suonano la carica, l’incursione di Gulini fa 70-75.

La Luiss riapre i giochi con Fallucca e costringendo poi alla persa Fabriano, ma l’ultimo assalto di D’Argenzio è murato a centro area dai lunghi fabrianesi e Gulini dalla lunetta segna i liberi della sicurezza.

Luiss Roma: Murri 3, Perotti, Jovovic 7, Allodi 6, Fallucca 14, Pasqualin 15, D’Argenzio 8, Invernizzi ne, Barbon 6, Tolino, Di Bonaventura 5, Legnini 9. All. Paccariè

Ristopro Fabriano: Papa 25, Centanni 29, Stanic 4, Fall 7, Verri ne, Carsetti ne, Gianoli ne, Gianoli 2, Cola ne, Gulini 8, Patrizi ne, Azzano 2. All. Aniello

Arbitri: Martinelli di Brescia e Di Luzio di Cernusco sul Naviglio

Parziali: 17-23, 43-41, 55-58

©riproduzione riservata




Basket serie B / Play off, gara1 alla Luiss Roma sconfitta Fabriano 79-76

Partita equilibrata nel punteggio ma poi sul finale il quintetto di casa prende le misure, sorpassa e vince. Martedì già di nuovo in campo sempre al PalaLuiss alle 20,30

FABRIANO, 29 maggio 2023 – Vince Roma gara1 ma alla Ristopro Fabriano resta l’amaro in bocca per non aver portato a casa una gara che ha quasi sempre controllato e condotto.

Della serie “si può fare” ma che per il momento vede il quintetto di Aniello sotto di uno. Martedì già di nuovo in campo sempre al PalaLuiss alle 20,30.

Giulini ai liberi

In vantaggio al riposo lungo 41-42  nel terzo parziale Fabriano prende il comando con le triple di Centanni e Gulini e le giocate vicino a canestro di Papa: 43-52.

I padroni di casa recuperano e all’ultimo intervallo corto è 54-59.

Dieci minuti finali dove si assiste a colpo su colpo su entrambi i fronti. Pasqualin e Fallucca sparano dall’arco, dall’altra parte risponde con la stessa moneta Centanni e la Ristopro inizia la volata finale con un piccolo punto di margine. Il pressing della squadra di casa fa soffrire gli ospiti. Il +4 sembra spostare l’inerzia a favore dei cartai che non riescono a chiudere la gara perchè a salire in cattedra è Pasqualin: tripla e poi layup per il controsorpasso 77-76.

Fabriano perde due volte palla sulla rimessa e Roma protegge il margine e vince.

Roma: Murri 4, Perotti 2, Jovovic 7, Allodi 12, Fallucca 10, Pasqualin 12, D’Argenzio 13, Invernizzi ne, Barbon 9, Tolino 2, Di Bonaventura, Legnini 8. All. Paccariè

Fabriano: Papa 25, Centanni 22, Stanic 14, Fall 1, Verri ne, Carsetti ne, Onesta ne, Gianoli 3, Cola, Gulini 10, Patrizi ne, Azzano 1. All. Aniello

Arbitri: Berlangieri di Trezzano sul Naviglio e Occhiuzzi di Trieste

Parziali: 21-17, 41-42 , 54-59




Basket serie B / Luiss Roma – Fabriano per un posto alle final four per l’A2

Serie da tre su cinque con le prime due uscite nella capitale. Gara2 martedì sempre al PalaLuiss romano poi gara 3 ed eventuale gara 4 venerdì e domenica a Cerreto. Come prenotare il biglietto per la partita di Roma

FABRIANO, 26 maggio 2023 – Finale tra i raggruppamenti C e D della fase regolare.

In semifinale la Ristopro ha eliminagto per 3-1 la Liofilchem Roseto e si accinge ad affrontare la Luiss Roma.

La vincente di questa serie staccherà il pass per la “poule promozione” di Ferrara (16-17-18 giugno), a cui parteciperanno anche le vincenti degli altri tre tabelloni e dove ci sono in tutto in palio due promozioni in A2.

Dopo Roseto, ai ragazzi di coach Daniele Aniello tocca la capolista del girone D, la Luiss, che ha concluso la regular season in testa al raggruppamento con due punti di vantaggio sugli abruzzesi. Nella semifinale playoff, la squadra universitaria della Capitale ha superato 3-1 la Sinermatic Ozzano. Alla guida della squadra c’è coach Andrea Paccariè, nominato miglior coach della Serie B dai voti dei dirigenti, degli allenatori e dei capitani.

La Luiss è stata una delle più grandi rivelazioni di questa stagione, viaggiando fin dalle prime giornate nei quartieri alti del girone D e confermandosi squadra di assoluto valore anche nei playoff. In cabina di regia c’è Marco Pasqualin, classe ’97 che ha già vinto la B quando era a Cento. Sul perimetro la Luiss conta sulle eccellenti doti balistiche del trio Matija Jovovic, Cesare Barbon e Matteo Fallucca, già visto a Jesi, e sulle qualità di realizzatore di Marco Legnini. Sotto canestro il punto di riferimento è Giovanni Allodi, che ha trascorsi anche in A2, con due under come principali alternative nel pitturato: il ’02 Davide Tolino e il ‘03 Alessandro Perotti. Dalla panchina escono elementi molto importanti che compongono una rotazione vasta: il play Domenico D’Argenzio, la guardia-ala Riccardo Murri e l’ala Giorgio Di Bonaventura.

Programma della serie:

Gara 1 – Domenica 28 maggio, ore 18.30, PalaLuiss (Roma)

Gara 2 – Martedì 30 maggio, ore 20.30, PalaLuiss (Roma)

Gara 3 – Venerdì 2 giugno, ore 21.00, PalaChemiba (Cerreto d’Esi)

Gara 4 (eventuale) – Domenica 4 giugno, ore 19.30, PalaChemiba (Cerreto d’Esi)

Gara 5 (eventuale) – Mercoledì 7 giugno, ore 20.30, PalaLuiss (Roma)

Nel frattempo la società fabrianese ha emesso il seguente comunicato: “la società intende fornire informazioni riguardanti l’ingresso al PalaLuiss dei propri tifosi, in vista di Gara 1 domenica 28 maggio. Data la minima dimensione del settore ospiti, la Janus si è attivata per garantire l’accesso al palazzetto del maggior numero possibile di supporter biancoblu, ovvero circa una quindicina di tagliandi disponibili. Non sarà necessario l’acquisto del biglietto, i fans entreranno tramite accredito richiesto alla società: la Ristopro darà diritto di prelazione agli abbonati, i quali dovranno scrivere nome e cognome, oltre a fornire il numero di cellullare per fornire l’esito della richiesta, alla mail amministrazione@janusbasketfabriano.it, con la possibilità di richiedere accredito per massimo un accompagnatore. Se gli abbonati non ne approfitteranno, saranno messi a disposizione dei tifosi non abbonati. Le candidature potranno essere inviate fino a sabato 27 alle 12”.

©riproduzione riservata

 

 




Basket serie B / Fabriano è infinita: vince gara-4 70-58 e va in finale playoff

Una prestazione epica dei cartai, rimasti con 4 senior disponibili. La squadra di Aniello è di ferro e batte Roseto per la terza volta in otto giorni: in finale ci sarà la Luiss Roma

Luca Ciappelloni

CERRETO D’ESI, 21 maggio 2023  – Finisce con coach Aniello in ginocchio abbracciato da Papa e la Ristopro a prendersi il bagno di folla del PalaChemiba.

Una partita storica per il basket fabrianese, vinta da una squadra per la quale, ormai, non ci sono più elogi da poter fare.

Stanic

Senza Petracca e Verri, Fabriano si stringe fortissima intorno ai suoi sette uomini della rotazione, di cui tre under, per prendere gara-4 ai danni di Roseto e volare alla finale playoff del tabellone 4 dove trova la Luiss Roma, che a sua volta ha chiuso oggi sul 3-1 la serie contro Ozzano.

È l’ennesimo capolavoro di una stagione dai connotati epici, per le tante vicissitudini occorse, ma che gli uomini di Aniello non vogliono lasciar finire anzitempo. Roseto si inchina, andando a sbattere a ripetizione contro le difese a zona miste proposte dal coach dei cartai, tanto da segnare appena 23 punti nella seconda metà di partita.

Azzano

Fabriano supera indenne ogni difficoltà, a partire da un inizio tutto favorevole alla Liofilchem con lo scatenato ex Santiangeli a crivellare la retina con tre triple (7-15 al 7’). La Ristopro fa passare il momento brutto e ha un aiuto fondamentale da Gulini in uscita dalla panchina, che con una fiammata fa mettere la freccia ai suoi (19-18 all’11’).

Fabriano prende in mano la partita e col break di 9-0 spinge per la prima volta indietro Roseto, che però avrà la forza, con i canestri di Zampogna, di rimettersi sui binari prima dell’intervallo.

Al rientro sul parquet però la Ristopro sale ancora di tono in difesa e la Liofilchem non trova mai la soluzione al rebus. Stanic inventa, Papa e Azzano concretizzano, mentre Fall giganteggia a rimbalzo e per la prima volta i padroni di casa vanno avanti in doppia cifra (49-39 al 25’). Roseto ha in Morici il grande assente di giornata e il contributo anche di Nikolic e Amoroso resta abbastanza limitato, così Fabriano tiene stretti i denti e conserva il margine, mentre il tempo che scorre è il miglior alleato.

L’ultima salita da svalicare per i cartai è nel finale, quando perdono Stanic e Papa per cinque falli, ricorrendo a un quintetto con i tre under affiancati da Centanni e Fall.

Roseto però continua a litigare col ferro, chiudendo col 27% di squadra, e la Ristopro può alzare le braccia sul traguardo con l’invasione di campo finale del pubblico.

Fabriano: Papa 11, Centanni 9, Stanic 18, Fall 12, Verri ne, Pacini ne, Gianoli 4, Cola, Gulini 12, Patrizi ne, Azzano 4. All. Aniello

Roseto: Fiusco ne, Cichella ne, Zampogna 14, Dincic, Morici, Seck 2, Amoroso 6, Di Emidio 11, Natalini, Santiangeli 19, Nikolic 6. All. Quaglia

Arbitri: Venturini di Lucca e Luchi di Prato

Parziali: 16-18, 36-35, 54-44

Usciti per 5 falli Papa e Stanic. Spettatori 900.

©riproduzione riservata




BASKET SERIE B / Aurora Jesi che botta, Roma la travolge al Palatriccoli 71-99

Arbitraggio spesso provocatorio: espulsi Magrini, coach Francioni; usciti per cinque falli Gay, Ferraro e Ginesi. Domenica prossima ancora in casa contro Faenza

JESI, 16 aprile 2022 – La Luiss Roma espugna il Palatriccoli.

I parziali parlano da soli: 13-25, 21-21, 17-26, 20-27. La salvezza diretta ancora è a portata di mano ma in caso contrario si potrebbe prospettare un play out anche contro il Montegranaro di coach Damiano Cagnazzo, uno che ha contribuito a scrivere la storia del club aurorino per tanti anni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nulla da fare dunque e la carica di sicurezza assunta dopo l’impresa di Rieti di domenica scorsa non ha sortito l’effetto sperato con l’Aurora che si ritrova a fare i conti con una disfatta al termine di un match conclusosi in un bagno di sangue.

Quasi trenta punti di scarto dal sapore amaro, complice anche un arbitraggio spesso provocatorio che ha contribuito notevolmente a creare confusione in campo e a destabilizzare la concentrazione e lucidità dei giocatori: espulsi Magrini e coach Francioni e usciti per cinque falli Gay, Ferraro e Ginesi.

Il primo quarto vede da subito la squadra capitolina al timone della partita con il play Pasqualin. Per lui subito 12 punti a referto e poi una ulteriore tripla che segna il massimo vantaggio ospite del periodo (4-20).

Magrini prova a guidare la rimonta ma nulla da fare. La Luiss chiude con un vantaggio di +12.

Nel secondo periodo il quintetto di casa ce la mette tutta e in 7 minuti riesce a portarsi a -4 (29-33).

Al 18’ l’episodio chiave con l’espulsione di Magrini, fino a quel momento il migliore in campo con 15 punti  referto.

I romani si rimettono in partita approfittando della situazione e riescono ad allungare andando all’intervallo lungo sul 34-46.

Dopo il riposo, il terzo tempo prosegue con lo stesso copione di quello precedente: la Luiss continua a difendere bene lasciando pochissimi spazi, impedendo le penetrazioni dei padroni di casa e attaccando con fluidità: 51-72.

Gli ultimi dieci minuti sono tiri sparacchiati dalla media e lunga distanza con percentuali da mini basket (4/30 tiri da tre e 18/34 da due). Jesi perde sempre più di lucidità complice anche un arbitraggio che nulla perdona e a tratti, come dicevamo, provocatorio: in pochi minuti fuori per cinque falli Gay, Ferraro e Ginesi e persino coach Francioni è costretto a prendere la via dello spogliatoio per proteste.

Ne consegue che il clima è sempre più riscaldato sia in panchina che sugli spalti. La Luiss Roma ne approfitta dilagando e mandando i titoli di coda, 71-99.

Domenica prossima ancora turno casalingo contro Faenza.

CLASSIFICA – RivieraBanca Basket Rimini, Liofilchem Roseto 42, Real Sebastiani Rieti 40, Kienergia Rieti 38, Luciana Mosconi Ancona 36, Sinermatic Ozzano, Andrea Costa Imola 32, Goldengas Senigallia 30, Raggisolaris Faenza 28, SSD LUISS Roma 26, Rennova Teramo 24, Tigers Cesena 22, General Contractor Jesi* 19, Sutor Montegranaro, Virtus Basket Civitanova Marche, Giulia Basket Giulianova 6. *General Contractor Jesi 1 punto di penalizzazione   

General Contractor Jesi: Gloria 19, Magrini 15, Memed 2, Valentini 11, Gay 7, Ferraro 10, Cocco 6, Ginesi 1.

Luiss Roma: Barbon 9, Di Francesco 1, Legnini 13, Converso 4, Jovovic 12, Pasqualin 25, Di Bonaventura 6, Zini 3, D’Argenzio 14, Murri 10, Tolino 2.

Arbitri: De Ascentiis di Cremona e Fusari di Pavia

Note: usciti per cinque falli: Gay, Ferraro, Ginesi ( The Contractor Jesi) e Tolino (Luiss Roma) espulsi: coach Francioni e Magrini (The Contractor Jesi)

Parziali: 13-25, 21-21, 17-26, 20-27

 

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / Arriva la Luiss Roma, esame decisivo per l’Aurora Jesi

All’andata vinsero i Capitolini 88-72. L’appuntamento è per domani sabato 16 aprile al Palatriccoli: palla a due ore 18

JESI, 15 aprile 2022 – La 27esima giornata di campionato sarà per la General Contractor Jesi una sfida di capitale importanza.

Al PalaTriccoli, infatti, arrivano i capitolini della Luiss Roma, squadra che insieme a Jesi si trova a dover lottare per scongiurare i playout. Seppur momentaneamente in salvo, 24 punti e decima posizione in classifica generale, Roma resta ancora distante solo due punti dall’ultima squadra rientrante nella zona “rossa” playout, la Teramo a Spicchi, con 22 punti, al pari con i Tigers Cesena.

Rizzitiello

Sarà dunque una sfida decisiva per le ambizioni salvezza delle due compagini.

La Contractor, dopo l’ultima vittoria contro KRieti, sembra aver riacquistato sicurezza ed esser riuscita a riappropriarsi della sua dimensione migliore. Sta dimostrando sul parquet di essere in grado di saper prendere in mano le partite e vincerle ma deve stare attenta a gestire situazioni di blackout che rischiano di sgretolare quanto di buono costruito: vedi gli ultimi 90 secondi di Rieti.

La Luiss arriva alla gara del PalaTriccoli con una serie di risultati positivi alle spalle di cui due ultime vittorie consecutive: contro i Tigers Cesena (75-59) e la giornata precedente contro la Virtus Basket Civitanova Marche (68-95).

Il quintetto arancioblù, ha salutato positivamente il rientro di Nelson Rizzitello contro Rieti. Il giocatore si è messo a disposizione dei compagni giocando minuti di alta qualità. La squadra si prepara ad affrontare una gara sulla quale coach Francioni afferma: “sono già diverse settimane che stiamo alzando moltissimo i ritmi per cercare di imporre la nostra intensità, i ragazzi ora sono mentalmente consapevoli di potersela giocare con tutti. Non ci focalizziamo sulle occasioni perse ma dico sempre loro di guardare avanti e concentrarsi partita dopo partita. Abbiamo la piena volontà di vincere tutte le restanti a partire da Roma, impresa non affatto facile ma siamo comunque determinati.”

All’andata vinsero i Capitolini per 88-72.

L’appuntamento è per domani sabato 16 aprile al Palatriccoli: palla a due ore 18, arbitri De Ascentiis di Cremona e Fusari di San Martino Siccomario (Pv).

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / Aurora Jesi, volata per evitare i play out

Tre partite sulle quattro restanti da disputare al Palatriccoli. Contro la Luiss Roma in casa anticipata a sabato 16 aprile ore 18

JESI, 12 aprile 2022 –   Quattro giornate per centrare la salvezza diretta e per evitare i playout.

Dopo la clamorosa vittoria di domenica scorsa contro la corazzata KRieti, l’Aurora basket sembra aver riacquistato entusiasmo e soprattutto dato un segnale significativo che la salvezza, tanto sperata, possa essere alla portata di un quintetto che ha dimostrato di saper prendere in mano le partite contro qualsiasi avversaria.

Restano quattro giornate cruciali dove si giocherà il tutto per tutto e questo i ragazzi di Francioni lo sanno bene: “sono molto soddisfatto della vittoria di domenica – ha detto il coach – ma ora occorre affrontare ogni partita restante come fosse una finale, andiamo avanti concentrandoci partita dopo partita senza fare calcoli o guardando la classifica. I ragazzi devono mantenere la giusta disposizione mentale anche nel caso dovessimo affrontare i playout.”

Parte dal PalaTriccoli il rush finale dove gli aurorini dovranno recuperare il terreno perduto.

Il primo testa a testa per poter andare in vacanza già dall’8 maggio è contro la LUISS Roma, altra contendente diretta, avversaria sul parquet marchigiano in anticipo sabato 16 Aprile inizio ore 18 in uno scontro che promette scintille e che potrebbe già essere decisivo.

Il quintetto romano si trova attualmente cinque punti avanti nella classifica generale e come ammette lo stesso Francioni: “è una squadra attualmente molto in forma e difficile da affrontare perché dalle mille risorse e che riesce in molte occasioni a trovare le soluzioni giuste. Vantano percentuali importanti dall’arco e una buona fisicità. Da affrontare con l’imperativo di vincere.”

La dimostrazione di quanto sostiene il coach jesino è arrivata domenica scorsa con la vittoria contro i Tigers Cesena 75-59.

La Contractor dovrà quindi avere la massima concentrazione e ripetere la prestazione sfoderata in casa del Rieti che ha visto la squadra tenere testa alla terza della classe.

Con questo atteggiamento l’ultimo mese di campionato sarà certamente ricco di soddisfazioni.

Ultime quattro giornate: 16/4/2022 General Contractor Jesi  – LUISS Roma; 24/4/2022 General Contractor Jesi  – Raggisolaris Faenza; 1/5/2022 Real Sebastiani Rieti – General Contractor Jesi; 8/5/2022 General Contractor Jesi – Rennova Teramo

Classifica generale: RivieraBanca Basket Rimini 42, Liofilchem Roseto 40, Kienergia Rieti 38, Real Sebastiani Rieti 38, Luciana Mosconi Ancona 34, Sinermatic Ozzano 32, Andrea Costa Imola 32, Goldengas Senigallia 30, Raggisolaris Faenza 26, LUISS Roma 24, Tigers Cesena 22, Rennova Teramo 22, General Contractor Jesi 19*, Giulia Basket Giulianova 6, Virtus Basket Civitanova Marche 6 , Sutor Montegranaro 4.
*the Contractor Jesi 1 punto di penalizzazione

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / Aurora Jesi, una serataccia: a Roma vince la Luiss 88-72

Prima della partita di Roma la società ha tesserato un nuovo giocatore, Rocchi

JESI, 11 dicembre 2021 – Battuta d’arresto per la The Supporter, che non riesce a sbancare il palaLuiss e torna a casa con una pesante sconfitta che lascia l’amaro in bocca e con lo spauracchio play out sempre più ravvicinato che proprio non ne vuole sapere di staccarsi.

Tutto da rifare insomma per l’Aurora che ha dovuto fare a meno di coach Francioni, assente causa sintomi Covid.

Le prestazioni di Fabi, Gloria e Magrini, Gay e l’ultimo acquisto Rocchi, non salvano da una schiacciante Roma che sembra non averne per nessuno.

Nel primo quarto, se la battono in sostanziale equilibrio fino a due minuti dalla fine (11-11) e dopo la tripla di Fabi a 2:30 che pareggia i conti (17-17). Per la Luiss entrano D’Argenzio e Pasqualin che attaccano fin da subito e allungano scatenati a +9 sugli aurorini chiudendo così il primo quarto a 28-19.

Il secondo periodo vede la squadra capitolina ancora più agguerrita, iniziando subito con due triple prima di D’Argenzio e poi di Legnini nei primi tre minuti di match, staccando così Jesi di 36-19 che si vede costretta a chiedere il time out.

Al rientro in campo, a interrompere l’emorragia ci pensa una tripla di Ferraro (36-22) nel quarto minuto.

Jesi prova a difendersi con Cocco e Gay ma un tiro da due di D’Argenzio e due triple stellari di Barbon portano la Luiss a un distacco di +25 che sono così sempre più in difficoltà (47-22).

L’Aurora non si scoraggia e prova a colmare il gap e una tripla di Gay a 3:14 e altri due tiri liberi andati a segno sempre firmati Gay a 2:25 lasciavano almeno la speranza che la serata potesse prendere una piega diversa.

Niente da fare, la Luiss e’ un tritacarne che non lascia fiato e nonostante la buona volontà di Gay, che riesce a portare a casa altri due punti non sbagliando dalla lunetta sui liberi ( 53-34) a 1:47 dal suono della sirena finale, più altri due tiri liberi di Magrini andati a segno, e un’altra tripla a 3” sempre firmata dallo stesso non bastano, e Jesi rimane sempre sotto di 17 punti alla fine del secondo tempo e si va all’intervallo lungo con il tabellone che segna 56-39 per la squadra di casa.

Al ritorno dagli spogliatoi, Jesi prova a risanare la frattura creata tramite Ferraro, Gloria e Rocky, portando il divario a -17 e per un attimo la squadra di Roma inizia a tremare e così coach Paccariè deve chiedere il time out.

Ma ci pensano D’Argenzio, Legnini e Barbon e in poco più di due minuti, riescono di nuovo ad allungare le distanze a +17 nel 5’ (65-48). Gli arancioblu’ iniziano a perdere sempre più di lucidità e Gay a 5:06 poco dopo essere uscito viene espulso dalla panchina.

L’Aurora ci prova a portarsi in avanti con Magrini che centra due tiri liberi a 1:57 e Cocco che non sbaglia sotto canestro e accorciano a -13 (69-56) ma nulla di fare: al 30’ il tabellone segna 72-56.

Negli ultimi dieci minuti gli Aurorini non danno più segni di vita e nel giro di 3:48 i capitolini si portano sull’ 81-60.

Alla sirena finale: 88-72.

Una partita che sà molto di amaro per l’Aurora Basket che contava in una ripartenza ma che invece di fatto la fa ancora di più sprofondare nel pantano della zona play out. Fermi a 5 punti in classifica.

A festeggiare sono soltanto i gladiatori di Roma. Per Jesi, un ulteriore spunto di riflessione che si spera possa essere utile per una rinascita, perché dalle sconfitte più cocenti, rimane solo che da riemergere. E in fretta.

LUISS ROMA: Barbon 14, Legnini 9, Converso 6, Jovovic 6, Pasqualini 15, Di Bonaventura 7, D’Argenzio 17, Murri 8, Buzzi 6.

AURORA JESI: Fabi 11, Gloria 18, Fioravanti 1, Magrini 11, Memed 2, Valentini 2, Gay 11, Ferraro 9, Rocchi 7.

Parziali: 28-19, 28-20, 16-17, 16-16.

Arbitri: Schena  di Castellana Grotte (BA), Caldarola di Rivo di Puglia (BA)

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / Aurora basket: a Roma cuore e volontà per due punti fondamentali

Coach Francioni: “Mi aspetto che i miei uomini siano pronti, si battano fino all’ultima goccia sul campo, chi non mette l’anima resta in panchina.”

Jesi, 10 Dicembre 2021 – Settimana incandescente questa, con due partite consecutive.

L’Aurora basket non ha avuto tempo di metabolizzare la sconfitta di mercoledì 8 Dicembre contro K Rieti che subito si prepara alla trasferta di sabato, per disputare la dodicesima giornata del girone di andata contro la LUISS Roma.

Francioni – coach Aurora basket

Gli arancioblù dopo quest’ultima sfida, seppur persa ( 63-76), ha lanciato lo stesso un chiaro segnale: la squadra c’è, e vuole a tutti i costi riemergere dalle sabbie mobili della zona bassa della classifica.

La determinazione con cui se l’è battuta contro l’ultima avversaria che ricordiamo, è attualmente terza, lo ha dimostrato, persino mettendoli in chiara difficoltà in certi momenti.

Coach Francioni, ai microfoni della sala stampa, si è dimostrato naturalmente dispiaciuto del risultato, ponendo l’accento sugli errori commessi ma allo stesso tempo fiducioso che la strada intrapresa possa essere quella giusta: “abbiamo retto alla grande per tre quarti, poi anche per via di qualche problema fisico, abbiamo ceduto. Ho lo stesso rincuorato i ragazzi perché fosse stato qualche tempo fa sarebbe stata una partita senza storia invece abbiamo lottato e abbiamo provato a vincere, quindi onore a loro. Dall’altra ho anche detto senza mezzi termini che abbiamo un assoluto bisogno di vittorie, non c’è altra via.“ E in vista del match contro la LUISS, aggiunge:Andremo a Roma con un altro spirito, sicuramente sarà anche questa una partita intensa e con un campo molto difficile, ma mi aspetto che i miei uomini siano pronti, e che si battano fino all’ultima goccia sul campo e chi non ci mette l’anima, resta in panchina.”

Infatti entrambe le due contendenti hanno fame di punti.

La Luiss Roma, è anch’essa proveniente da un ultima sconfitta a Cesena contro i Tigers ( 73-47) restando in zona play out, terzultimi con 4 punti segnati in classifica, perciò faranno di tutto per portare a casa la vittoria.

Luiss Roma che ha da poche ore firmato l’ala Legnini classe 1996 e che debutterà domani contro l’Aurora Jesi.

Appuntamento quindi al pala Luiss di Roma Sabato 11 Dicembre, palla a due ore 18:00. Arbitri: Schena Cosimo di Castellana Grotte (BA) e Caldarola Marino di Ruvo di Puglia (BA).

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA