Eccellenza / L’Osimana conferma la disponibilità del ‘Diana’ all’Alma Juventus Fano

Tuttavia la questione non è ancora completamente risolta e lo dovrà decidere solo il Comitato Marche della Figc verificando che tutte le clausule del Noif siamo state rispettate

VALLESINA, 18 luglio 2024 – La prima conferma della vicenda Alma Juventus Fano 1906 circa l’iscrizione al prossimo campionato di Eccellenza che riguarda esclusivamente la disponibilità di un impianto di gioco per disputare le partite di campionato arriva da Osimo.

L’indiscrezione rimabalzata ieri e da noi anticipata oggi viene ufficializzata dalla stessa Osimana calcio: “Con riferimento alla vicenda Alma Juventus Fano – Stadio Diana” – si legge nella nota a firma del club dei ‘senza testa’“l’Osimana come sempre è stato e come sempre sarà, nell’ottica di un ‘gentlemen agreement’ tra Società, ha inteso rispondere positivamente ad una richiesta dell’Alma Juventus Fano, circa la disponibilità dello Stadio Diana, senza entrare nelle varie querelle a noi esterne, con l’auspicio che quest’ultime vengano risolte e si ritorni nel suo luogo naturale”. 

Un primo passo importante anche se non è tutto. Adesso bisognerà verificare se tutte le condizioni che il NOIF della Figc, e questo lo dovrà fare solo il Comitato Marche della Figc, siano state rispettate e per giunta nei tempi stabiliti. 

Ricordiamo che il termine ultimo per l’iscrizione al campionato è fissato per il 22 luglio alle ore 18.

©riproduzione riservata




Aiac Marche / Triangolare di calcio e premiazione degli allenatori vincenti

Ha vinto la formazione dei vigili del fuoco davanti a allenatori e giornalisti. Premi a Stefano Tiranti, Stefano Ceccarelli e Michele Marinelli

VALLESINA, 27 giugno 2024 – Si è svolta domenica, allo stadio “Giuliani” di Torrette “ il memorial di C8 Trofeo 𝐒𝐩𝐞𝐜𝐭𝐫𝐚 𝐄𝐧𝐠𝐢𝐧𝐞𝐞𝐫𝐢𝐧𝐠 dedicato ad “𝐀𝐫𝐨𝐥𝐝𝐨 𝐀𝐫𝐚𝐧𝐜𝐢-𝐀𝐧𝐝𝐫𝐞𝐚 𝐆𝐢𝐚𝐜𝐡𝐢” (scomparsi negli anni scorsi, hanno fatto parte dei Vigili del Fuoco di Ancona) organizzato dall’Aiac Marche.

Aiac Marche con il presidente Figc Marche Panichi e Coni Marche Luna

Al triangolare hanno partecipato le formazioni dei giornalisti (terzi classificati), allenatori (secondi) e vigili del fuoco (primi). Le gare sono state arbitrate dal signor Marco Ariola di Ancona.

A seguire poi, la terza edizione del galà del calcio marchigiano con le premiazioni ai mister associati e vincitori dei campionati nella stagione 2023-2024 con uno speaker di eccezione come Giacomo Giampieri coadiuvato dalle bellissime vallette Chiara Cinti e Chiara Cucinella.

A consegnare targhe e coppe realizzate dal “il Trofeo” il presidente dell’Aiac Marche Gianluca Dottori con i presidenti provinciali, Paolo Giampaoli (Ancona) e quello di Ascoli e Fermo Mirko Cudini, il vicesindaco di Ancona Giovanni Zinni, il presidente del Coni Marche Fabio, il presidente della Figc Marche Ivo Panichi, il presidente di Aiac Onlus Marcello Mancini e il presidente onorario dell’Aiac Tonino Vento.

Tiranti – Dottori

Per la provincia di Ancona, premi a Stefano Tiranti, Stefano Ceccarelli e Michele Marinelli, oltre ad una targa ricordo per Luca “Pippa” Fiordelmondo, mancato dopo aver consegnata alla moglie Stefania e all’amico Fabbretti,.

Per la provincia di Pesaro premiati Gianluca Latini e Gabriele Bartolucci. Per Ascoli e Fermo, riconoscimenti ad Emanuele Poggi, Simone Brasili e Sante Alfonsi.

©riproduzione riservata

foto di Mario Giovagnoli e Stefano Carloni



Calcio / Tiong vende l’Ancona ad Agnello, si apre il conflitto legale

Momentaneamente spiazzato il Sindaco Silvetti che aveva avuto mandato dalla Figc di prendere in mano la situazione con la possibilità di iscrivere la squadra in serie D

VALLESINA, 26 giugno 2024 – Colpo a sorpresa delle ultime ore che riguarda l’Ancona calcio.

In mattinata, come si legge in una nota diffusa per conto dell’attuale presidente del cda Tony Tiong: “la nuova proprietà della società Us Ancona srl  è rappresentata dall’imprenditore dottor Francesco Agnello. Si comunica poi che entro l’inizio della prossima settimana verranno formalizzate le nuove cariche sociali, l’organigramma e il progetto sportivo”.

Il Patron Tony Tiong in visita alla squadra

Da segnalare che nei giorni scorsi la Federazione Calcio aveva incaricato il Sindaco Silvetti di prendere in mano la situazione e valutarla con l’eventuale ingresso di nuovi imprenditori e la coseguente, possibile, iscrizione in serie D.

A quel punto si era  aperto un bando con la manifestazione di interesse aperto fino al 1 luglio prossimo.

Il presidente della Figc Gravina aveva mandato al Sindaco una lettera dove si prevede l’attivazione dell’art.52 del regolamento Federale prescrive un versamento di 400mila € entro il 4 luglio per l’iscrizione alla serie D e questa attivazione dovrebbe escludere tutto il trascorso. 

Di conseguenza la cessione che Tiong ha fatto ad Agnello firmando il closing per l’acquisto dell’Ancona potrebbe essere una operazione…vuota.

Tutto ciò adesso prevede sicuramente un conflitto legale con il pronunciamento finale della Figc.

(e.s.)

©riproduzione riservata




Calcio / Torneo delle Regioni Allievi Under 17: Marche – Campania 0-1

Marche in superiorità numerica per gran parte della gara per l’espulsione di un giocatore campano. Due rigori sbagliati, uno per parte. Sardegna – Sicilia 0-0

VALLESINA. 23 marzo 2024 – Le Marche perdono contro la Campania al debutto nel torneo delle Regioni Categoria Under 17 Allievi.

Tanti gli episodi tra i quali anche un calcio di rigore calciato da Mucciacciaro e parato dal portiere avversario.

Mister Francesco Baldarelli: “Sono contento della prestazione. A parte gli episodi abbiamo attaccato fino alla fine costruendo almeno otto palle gol. Fiducia massima in questa squadra e se giocheremo come oggi ci rifaremo sicuramente nei prossimi due incontri contro Sicilia e Sardegna”.

Nell’altra gara del girone parecchio a reti bianche tra Sicilia e Sardegna.

CONVOCATI MARCHE

Vallorani (A. Civitanovese), Esposto (D. Fano), Torreggiani (Atl. Ascoli), Gasparroni, Minardi e Stecconi (V. Senigallia), Chiavellini (F. Cerreto), Bergamini (G. Gradara), Beninati (Montecchio G.), Gashi (Matelica), Angelini e Natalini (Monticelli), Arcangeli (N. Altofoglia), Marchesini e Sasso (Osimana), Mucciacciaro (P. Recanati), Grillo (Sambenedettese), Gabrielli (Tolentino), Kone (Trecastelli P.), Luciani (Pergolese).

MARCHE (4-3-1-2): Torregiani; Marchesini (41’ st Beninati), Esposto, Luciani, Natalini (27’ st Vallorani); Arcangeli (10’ st Gabrielli), Gasparroni (6’ st Minardi), Angelini (22’ st Chiavellini); Mucciacciaro (1’ st Bergamini); Kone, Stecconi (25’ st Gashi). A disposizione: Grillo, Sasso. All. Francesco Baldarelli.

CAMPANIA (4-3-3): Santaniello; Senatore, D’Amore, Scarpato, Iovieno; Orrico (1’ st Fontanella), Sellitto (28’ pt Chianese), Capone (22’ st Borrata); Calvino, Ciuccio (11’ st Lucci), Troise (32’ st Trezza). A disposizione: Iodice, Ortoli, Liguori, Pirone. All. Valerio Gazzaneo.

RETE: 7’ pt D’Amore.

NOTE: 26’ pt espulso Scarpato (fallo da ultimo uomo).  Al 7’ pt D’Amore sbaglia un rigore (parato). Al 27’ pt Mucciacciaro sbaglia un rigore (parato).

©riproduzione riservata




Eccellenza / Ridotta di 12 mesi la squalifica del ‘Diana’ di Osimo

Il Giudice Sportivo ha rivisto la sanzione dai 18 mesi a 6. Non siamo su ‘scherzi a parte’, è tutto vero!

VALLESINA, 18 marzo 2024 – E’ la società Osimana a comunicare che “in data odierna si è svolta l’udienza per il ricorso presentato dalla Società a seguito della sanzione comminata dal giudice sportivo dopo i fatti di Massa Martana. All’USD Osimana, difesa dall’avvocato Mattia Grassani, è stata rivista la sanzione dai 18 mesi previsti a 6 mesi (30 Agosto 2024). Rimangono confermate le porte chiuse e campo neutro, le sanzioni pecuniarie e quelle individuali dei singoli atleti Bellucci, Bambozzi e Riccardo Fermani”.

La prima sentenza era datata 29 febbraio 2024 (leggi…). 

Due gradi di giudizio completamente opposti, ma non siamo ‘su scherzi a parte‘.

©riproduzione riservata




Trecastelli / Al settore giovanile il riconoscimento di scuola calcio di secondo livello

Un traguardo importante frutto di un lavoro pluriennale basato sull’impegno, la fiducia, la competenza  e tanta passione

TRECASTELLI, 12 marzo 2024 – Trecastelli Polisportiva A.S.D. scuola calcio Figc di 2° livello.

“Un importante riconoscimento a livello federalescrivono dal club – che certifica la qualità dell’offerta formativa che la nostra società offre ai propri tesserati. Il conferimento di questo riconoscimento si basa su una serie di requisiti, come un comparto tecnico qualificato, l’organizzazione di eventi riguardanti le principali tematiche legate al mondo dello sport giovanile e la partecipazione agli eventi sportivi ufficiali organizzati dal Settore Giovanile e Scolastico per l’attività di base. Un traguardo fortemente voluto e frutto di un lavoro pluriennale basato sull’impegno, la fiducia e tanta passione. Per la nostra societàconclude il comunicatoquesto rappresenta un punto di partenza, su cui basare il lavoro futuro per mantenere questo titolo ed ambire al terzo livello, caratterizzante le più importanti realtà calcistiche regionali in tema di sport giovanile. Un particolare ringraziamento ai nostri dirigenti, tecnici e collaboratori, ma anche a tutti i genitori dei nostri giovani tesserati, che hanno reso possibile il raggiungimento di questo traguardo”.

©riproduzione riservata




Promozione / Barbara Monserra – Fabriano Cerreto fissato il recupero: 21 febbraio ore 15

Dopo le risultanze degli organi di Giustizia Sportiva, tre gradi di giudizio, che hanno deciso per la ripetizione della gara

VALLESINA, 7 febbario 2024 – E’ stata fissata per mercoledì 21 febbraio a Barbara alle ore 15 la ripetizione della gara tra il Barbara Monserra e il Fabriano Cerreto.

La partita in questione era stata disputata il 16 settembre scorso, seconda giornata di campionato, ed il risultato del campo era stato di 1-0 per i padroni casa.

Il club dei cartai, all’indomani della sconfitta, aveva presentato reclamo individuando un errore tecnico dell’arbitro ed il Giudice Sportivo aveva accolto tali istanze.

Poi il contro reclamo del Barbara era stato accolto dalla Corte d’Appello Territoriale ed infine il terzo giudizio del Collegio di Garanzia del Coni aveva sentenziato come in primo grado demandando al Comitato della Figc delle Marche l’individuazione di una data per la ripetizione della partita.

Da notare che la gara di ritorno è già stata dispuata a Fabriano il 13 gennaio con il risultato finale di 0-0

CAMPIONATO PROMOZIONE GIRONE A

6° GIORNATA girone di ritorno

Portuali – Valfoglia, Villa San Martino – Osimostazione, MondolfoMarotta – Castelfrettese, Fermignanese – S.Orso, Marina – Barbara Monserra, Vismara – Gabicce Gradara, Biagio Nazzaro – Moie Vallesina, Fabriano Cerreto – Pergolese

 

MARCATORI

Montagnoli

Reti 10: Montagnoli (Biagio Nazzaro); reti 9: De Marco (Portuali), Canulli (Biagio Nazzaro), Nardone (Barbara Monserra);

reti 8: Pieralisi (Moie Vallesina); reti 7: Zuppardo (Fabriano Cerreto), Bartomioli (Valfoglia), Messina (Villa San Martino), Donati (S.Orso)

CLASSIFICA

Fabriano Cerreto 40; Moie Vallesina 39; Portuali, S.Orso 36; Fermignanese 31;  Biagio Nazzaro 29; Marina, Valfoglia 28; Barbara Monserra, Pergolese 27; Gabcce Gradara 22; Osimostazione 20; Villa San Martino 19; Castelfrettese, Mondolfo Marotta, 16;  Vismara 14

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

PROSSIMO TURNO 17 febbraio 2024

Castelfrettese – Villa San Martino, Moie Vallesina – Vismara, Osimostazione – Portuali Dorica, S.Orso – Barbara Monserra, Biagio Nazzaro – Fabriano Cerreto, Gabicce Gradara – Marina, Pergolese – Fermignanese, Valfoglia – MarottaMondolfo

©riproduzione riservata

 




Calcio / Allenatori Aiac, tra beneficenza e linee guida per il nuovo anno

Il gruppo di Ancona presieduto da Giampaoli ha devoluto l’incasso della cena annuale alla Orizzonte Autonomia Onlus, quello regionale del presidente Dottori ha illustrato i programmi futuri

ANCONA, 19 dicembre 2023 – Due momenti importanti per l’Associazione allenatori Aiac Marche e provinciale Ancona.

Lunedì pomeriggio presso la sede Aiac Regionale di via Schiavoni dopo la riunione del Consiglio Regionale tenuto dal Presidente Gianluca Dottori, alla presenza del Presidente del Parco del Conero Luigi Conte, insieme all’Assessore del Comune di Ancona Angelo Eliantonio, il Gruppo Provinciale di Ancona guidato dal Presidente Paolino Giampaoli ha donato l’importo inizialmente stabilito per la cena annuale alla associazione Orizzonte Autonomia Onlus della Presidente Giulia Fesce oltre ad acquistare diversi pandori con incasso in beneficenza. Presenti anche Gionata Ferrini e Cristiana Sanseverinati che fanno parte del Gruppo InsuperAbily collegato all’Associazione Onlus. Al temine dopo tradizionali saluti di rito e ringraziamenti, non poteva mancare un brindisi di per augurarsi buone feste con tanto di panettone e torrone offerto dalla ditta Giampaoli.

Aiac allenatori provinciale Ancona

Sempre lunedì pomeriggio presso la sede Aiac Regionale di via Schiavoni si è svolta l’ultima riunione del Consiglio del 2033 tenuto dal Presidente Gianluca Dottori che ha fatto il punto della situazione riportando anche le comunicazioni del Nazionale e tracciato le linee guida in vista del nuovo anno che sarà molto intenso sin da subito a partire e dal corso uefa C che partirà a metà gennaio che si terrà presso il Comitato. Presenti i presidenti provinciali di Pesaro 𝑺𝒆𝒓𝒈𝒊𝒐 𝑨𝒏𝒕𝒐𝒏𝒂𝒛𝒛𝒐, di Ancona 𝑷𝒂𝒐𝒍𝒐 𝑮𝒊𝒂𝒎𝒑𝒂𝒐𝒍𝒊, di Ascoli Piceno/ Fermo 𝑴𝒊𝒓𝒌𝒐 𝑪𝒖𝒅𝒊𝒏𝒊, il Presidente Onorario 𝑻𝒐𝒏𝒊𝒏𝒐 𝑽𝒆𝒏𝒕𝒐 il segretario Paolo Severini e i delegati. Sono intervenuti anche il Presidente del Comitato Regionale 𝗜𝘃𝗼 𝗣𝗮𝗻𝗶𝗰𝗵𝗶, il Coordinatore Regionale Sgs e Docente Prof. 𝗙𝗹𝗼𝗿𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗠𝗮𝗿𝘇𝗶𝗮𝗹𝗶, che oltre a ribadire entrambi l’ottimo rapporto esistente di reciproca collaborazione con l’𝘼𝒊𝙖𝒄 𝑴𝙖𝒓𝙘𝒉𝙚, hanno tracciato un bilancio della stagione e illustrato i programmi futuri oltre ad augurare più buone feste.

©riproduzione riservata




Jesi / Benemerenze 2023, consegnato il premio a Bruno Albanesi (Borgo Minonna)

Con 269 onorificenze, tra cui quella che ha segnato 40 anni di attività del dirigente jesino,  si è celebrato a Roma l’evento che omaggia l’attività di dirigenti e società della Figc

JESI, 27 novembre 2023 – Bruno Albanesi ha ricevuto sabato a Roma la Benemerenza Sportiva durante una cerimonia dove la Figc Lega Nazionale Dilettanti ha premiato club e dirigenti di lunga militanza.

Alla presenza del presidente della Figc Gabriele Gravina, del presidente della Lega Dilettanti Giancarlo Abete e del presidente del Settore Giovanile e Scolastico  Vito Tisci, presente anche il campione del Milan e della nazionale Gianni Rivera, sono state consegnate complessivamente 269 onorificenze: di queste, 60 per club e dirigenti delle giovanili.

“È una ricorrenza che premia il volontariato, l’impegno e la passione della base del calcio italianoha commentato il presidente della FIGC Gabriele Gravina -. È un’attività attività ispirata ai valori fondanti del nostro sport e che esalta le ragioni del nostro essere Comunità Sportiva. È un riconoscimento di cui essere orgogliosi perché la Federazione Italiana Giuoco Calcio, la Lega Nazionale Dilettanti e il Settore Giovanile e Scolastico, a lavoro volta, sono orgogliosi voi!”.

Il presidente della LND Giancarlo Abete ha dichiarato: “Questa cerimonia celebra la dimensione del calcio della Lega Nazionale Dilettanti, il calcio dei 7.900 comuni, del tessuto connettivo dell’Italia di provincia, il calcio del territorio con la sua forte identità”.

Albanesi, ovviamnte soddisfatto: “E’ una soddisfazioneha dettoun bel premio dopo tanti anni sui campi di calcio con una società che ho visto nascere 45 anni fa e che grazie a tutti quelli che hanno collaborato è riuscita a farsi valere e diventare un punto di riferimento per il calcio dilettantistico jesino e della Vallesina”.

Ricordiamo i nominativi delle Società e dei Dirigenti che sono stati premiati e proposti dal Comitato Regionale Marche: Apecchio (100 anni di attività), Falco Acqualagna (75 anni di attività), Folgore Castelraimondo (50 anni di attività), Luigi Bedinotti (delegazione Pesaro), Luigi Cesaretti (delegazione Ancona), Bruno Albanesi (Borgo Minonna), Sergio Anibaldi (Camerino), Graziano Bravi (Recanati calcio a 5), Valerio Cerolini (Civitanovese calcio).

©riproduzione riservata




Jesi / Benemerenza sportiva a Bruno Albanesi, Borgo Minonna

Il dirigente jesino è stato uno dei fondatori del club calcistico del quartiere Minonna che fu costituito nel 1978 insieme all’allora presidente Giordano Liuti 

JESI, 22 novembre 2023 – Benemerenza al merito sportivo per Bruno Albanesi dirigente del club calcistico Borgo Minonna.

Sabato prossimo, 25 novembre 2023, presso l’Hotel Holiday Inn Rome (Roma), presenti le più alte cariche federali, si terrà la cerimonia delle consegne da parte della Lega Nazionale Dilettanti.

2 settembre 2018 – Bruno Albanesi premiato in Comune dal Sindaco Bacci e dall’assessore allo sporto Coltorti in occasione dei 40 anni del Borgo Minonna

Un giusto premio ad un dirigente che fino a poche settimane fa è stato sempre in prima fila contribuendo alla nascita, sviluppo e crescita del Borgo Minonna, società riconosciuta nel panorama calcistico dilettantico non solo della Vallesina ma della provincia di Ancona tutta. 

Albanesi è stato uno dei fondatori del Borgo Minonna nel 1978 con l’allora presidente Giordano Liuti.

I nominativi delle Società e dei Dirigenti che verranno premiati, proposti dal Comitato Regionale Marche: Apecchio (100 anni di attività), Falco Acqualagna (75 anni di attività), Folgore Castelraimondo (50 anni di attività), Luigi Bedinotti (delegazione Pesaro), Luigi Cesaretti (delegazione Ancona), Bruno Albanesi (Borgo Minonna), Sergio Anibaldi (Camerino), Graziano Bravi (Recanati calcio a 5), Valerio Cerolini (Civitanovese calcio).

©riproduzione riservata




Calcio / Aiac, a lezioni da mister Fabrizio Castori

L’incontro organizzato dal Presidente Ancona Paolino Giampaoli e Marche in collaborazione con Fenimprese Ancona con il patrocinio di Sport e Salute

VALLESINA, 21 novembre 2023 – Grande successo ieri presso la sala riunioni Coni per l’incontro formativo dei tecnici marchigiani con mister 𝗙𝗮𝗯𝗿𝗶𝘇𝗶𝗼 𝗖𝗮𝘀𝘁𝗼𝗿𝗶 organizzato da Aiac Ancona del Presidente Paolino Giampaoli e Aiac Marche in collaborazione con Fenimprese Ancona con il patrocinio di Sport e Salute.

Saluti istituzionali portati dal Presidente Coni Marche Fabio Luna, Ivo Panichi Presidente Lnd, dal Presidente Aiac Marche Gianluca Dottori, Marcello Mancini Presidente Aiac Onlus e dalla Dottoressa Silva Mana Presidente di Fenimprese Ancona.

Il tema dell’incontro “𝑪𝙤𝒎𝙚 𝙘𝒊 𝒔𝙞 𝙧𝒂𝙥𝒑𝙤𝒓𝙩𝒂 𝒄𝙤𝒏 𝒊 𝒎𝙚𝒕𝙤𝒅𝙞 𝙙𝒊 𝒍𝙖𝒗𝙤𝒓𝙤, 𝒍𝙤 𝙨𝒑𝙤𝒈𝙡𝒊𝙖𝒕𝙤𝒊𝙤, 𝒊 𝒅𝙞𝒓𝙞𝒈𝙚𝒏𝙩𝒊 𝒆 𝒈𝙡𝒊 𝒂𝙙𝒅𝙚𝒕𝙩𝒊 𝒂𝙞 𝙡𝒂𝙫𝒐𝙧𝒊 𝒂 𝒔𝙚𝒄𝙤𝒏𝙙𝒂 𝒅𝙚𝒍𝙡𝒆 𝒄𝙖𝒕𝙚𝒈𝙤𝒓𝙞𝒆” che ha visto una numerosa presenza di tecnici trai quali  Massimo Gadda (ex secondo ai tempi del Cesena), Andrea Bruniera, Marco Alessandrini e Riccardo Bocchini (attuale vice allenatore) tutti con un trascorso nella dorica.

Castori, attualmente allenatore dell’Ascoli calcio (serie B), ha risposto alle domande del moderatore dell’incontro Massimo Boccucci.

Un fiume in piena il tecnico di San Severino che ha raccontato in quasi un’ora e mezza gran parte della sua carriera. Dalle sue origini, sin da quando e come ha iniziato, alle tante gioie e passando anche ad alcuni momenti meno fortunati svelando aneddoti non conosciuti.

Per chi si è perso questo interessante incontro potrà trovare tutto leggendo il suo libro “la storia di Mister promozioni” (Minerva edizioni) scritto da Massimo Boccucci e Simone Paolo Ricci.

©riproduzione riservata




Jesi / Non posso crederci!

Il gioco del calcio è imprevedibile ed il risultato di una partita dipende da mille fattori. Non è dello stesso parere la Corte Sportiva d’Appello

JESI, 1 novembre 2023 – Premesso che non tifiamo per nessuno e amanti di uno sport che viviamo da vicino da oltre 60 anni (giocatore, allenatore, dirigente, giornalista)  ci dispiace quando per determinare il punteggio di una partita si deve far ricorso ad un Giudice.

Siamo tra coloro che ritengono giusto che le sentenze debbano essere rispettate!

Siamo anche dell’opinione che il gioco del calcio è uno sport affascinante perché è imprevedibile e l’esperienza ci porta ad affermare che i risultati, alla fine, dipendono da tanti fattori oltre che alla superiorità di una squadra sull’altra.

Dipendono, ad esempio, da una giornata storta di un giocatore, dalla bravura di un altro, da un fischio arbitrale, condivisibile o meno, da una zolletta di terra o d’erba che favorisce o impedisce un gol, dal vento, dagli infortuni e da tanti fattori come ad esempio lo sfortunato, quanto singolare autogol, del giocatore della Juventus Gatti in Sassuolo – Juventus.

L’antefattoCampionato di Promozione. Si attende il fischio finale sul risultato di 1-0 a favore della squadra di casa. L’arbitro estrae il cartellino giallo per ammonire il portiere locale che tiene il pallone in mano al limite dell’area per perdita di tempo e fa proseguire il gioco con la rimessa del numero uno stesso. La partita termina 1-0. La società perdente fa ricorso al Giudice Sportivo per errore tecnico dell’arbitro, sostenendo che doveva far riprendere il gioco con una punizione indiretta contro la squadra del portiere. Il Giudice Sportivo accoglie il ricorso decidendo per la ripetizione della gara.

Controricorso e risultato del campo confermato: 1-0. 

A fronte di tutto ciò siamo rimasti sbalorditi, da non crederci, dalle motivazioni che abbiamo letto e riletto, perchè non credevamo a quello che si stava leggendo.

La Corte Sportiva d’Appello Territoriale ha infatti scritto, prendendo le sue decisioni. La Corte ha scritto che Risulta notorio  che una punizione indiretta in area di rigore raramente porta ad una segnatura di una rete e che pertanto – ove si dovesse ritenere che l’arbitro ha commesso un errore tecnico teoricamente idoneo ad adottare la decisione di far ripetere la gara – appare evidente che lo stesso non abbia inciso o potuto incidere in maniera determinante sulla regolarità della gara. La Corte – prosegue la sua decisone – ritiene che la regolarità della gara per la mancata concessione di una punizione indiretta al limite dell’area di rigore non possa essere ritenuta un danno rilevante che abbia inciso o potuto incidere in maniera decisiva sull’esito finale dell’incontro”.

Non ci posso credere anche se, purtroppo, è così!

©riproduzione riservata




Calcio / Arbitri Marche pronti e preparati per una nuova intensa stagione

Si è concluso l’oramai abitudinale raduno di inizio stagione a Jesi all’Hotel Federico II. Nell’ultima giornata spazio ai ‘fischietti’ del Futsal

JESI, 4 settembre 2023 – Come oramai consuetudine si è svolta la tre giorni precampionato per gli arbitri e osservatori di calcio delle Marche con la presenza anche degli Organi Tecnici sezionali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oltre ad alcune sedute al ‘Cardinaletti’ di Jesi si sono registrate delle riunioni tecnico teoriche con gli interventi del Coordinatore regionale Marche del Settore Tecnico Aia Simone Teodori e l’analisi di alcuni filmati di gara.

Da registrare anche l’incontro con tutti i Presidenti delle Sezioni marchigiane. In chiusura il presidente Cra Marche Riccardo Piccioni ha ringraziato tutti e rivolgendosi ai Componenti e Presidenti sezionali presenti ha detto: “Vogliamo osservatori obiettivi, che sappiano ben educare i ragazzi sulla base della prestazione messa in campo”.

Nella giornata di domenica 3 settembre spazio agli associati dell’organico del calcio a 5. 60 gli presenti per le prove atletiche al Palatriccoli e riunione tecnica al Federico II dietro la supervisione del Vice Presidente regionale Nicola Nicoletti, dei Componenti Paolo Giammarchi, Alessandro Masini, Fabio Passarini e del Referente atletico Francesca Zitti.

I lavori in aula per gli arbitri e osservatori sono stati preceduiti dal benvenuto del presidente Piccioni presenti il Componente del Comitato Nazionale Katia Senesi e il Vice Presidente del Comitato della Figc Marche Marco Capretti. Il saluto agli arbitri della Senesi: “Se riuscite a sfruttare le potenzialità che questa regione vi dà, sicuramente farete strada”.

Durante la tre giorni momento importante di confronto con l’Aiac (associazione italiana allenatori calcio), con il Presidente del Comitato della Figc Marche Ivo Panichi, di quello del Coni Fabio Luna. Il presidente dell’Aiac Gianluca Dottori nel suo intervento ha sottolineato la grande collaborazione esistenti da arbitri-allenatori che ogni anno si ritrovano spesso e volentieri a dover affrontarne e risolvere alcuni casi spiacevoli che accadono sui campi di calcio. Inoltre Dottori ha preannunciato, in accordo con Piccioni, che nel corso della stagione saranno organizzati degli incontri tra allenatori e arbitri per cercare di creare e capire sempre metodi confronto tra le parti.

©riproduzione riservata




Calcio / Italia, Roberto Mancini coordinatore di tutte le Nazionali

Le scelte fatte dal Consiglio Federale della Figc questa mattina a Roma presieduto dal presidente Gabriele Gravina: dalla squadra maggiore all’Under 20

JESI, 4 agosto 2023 – Più incarichi e più poteri a Roberto Mancini all’interno del sistema calcio italiano.

Il Consiglio Federale della Figc riunitosi questa mattina e presieduto da Gabriele Gravina ha infatti deciso che Roberto Mancini coordinerà tutte le Nazionali dalla maggiore all’Under 20.

Vice del ‘Mancio’ Alberto Bollini e nello staff della nazionale maggiore ci sarà anche il debutto di Andrea Barzagli, ex giocatore della Juventus, con la conferma di Attilio Lombardo che guiderà anche l’Under 20. Confermati Massimo Battara (Preparatore dei portieri) e Simone Scanavino (Preparatori Atletici), Filippo Salsano.

Volti nuovi quello di Antonio Gagliardi, specialista tattico in campo; Francesco Antonioli, preparatore dei portieri. Allenatore della Under 21 Carmine Nunziata mentre Maurizio Viscidi guiderà la formazione tecnica della base azzurra.

©riproduzione riservata




Terza Categoria / Maiolati – Pianello, presentata la squadra: al via la prima stagione dopo la fusione

Confermato mister Dino Brocanelli allenatore a Maiolati anche l’ultima sfortunata stagione. Presente il presidente del Coni Marche Fabio Luna

MAIOLATI SPONTINI, 3 agosto 2023 – Unire le forze per continuare a scrivere un pezzo di storia del calcio della Vallesina.

Nasce con questa intenzione la fusione che vede il Pianello Vallesina accorparsi al Maiolati United, con il risultato di una società e di una rosa rinnovata.

Tanti giovani ma anche un pizzico di esperienza, per la nuova realtà che lunedì 31 luglio al Parco Colle Celeste ha tenuto la cena di presentazione della squadra per la stagione 2023-2024.

Presenti, oltre allo staff dirigenziale e alla rosa al gran completo, anche il presidente regionale del Coni Fabio Luna, il consigliere regionale Mirko Bilò, il vicesindaco del comune di Maiolati Spontini Sebastiano Mazzarini e il sindaco di Monte Roberto Stefano Martelli.

Alla cena ha inoltre partecipato una delegazione della FGCI provinciale.

Grande entusiasmo per l’inizio della nuova avventura: questo è quello che emerge dalle parole di Pierluigi Ruggeri, presidente del Maiolati United. “Abbiamo deciso di mettere insieme le forzedice Ruggeri – proseguendo un bel percorso di sport in Vallesina. Questo ci rende orgogliosi e lo spirito principale che ci deve guidare è quello del divertimento.”

A Ruggeri, fa eco il vicesindaco Mazzarini che insiste sul significato di questa nuova realtà che si è andata a creare. “In un momento storico in cui si tende a far prevalere l’individualismo sottolinea il vicesindacodare un segnale di unione piuttosto che di divisione è un qualcosa di sicuramente positivo, che favorisce le relazioni anche fra diverse realtà e che sottolinea l’importanza del significato di stare insieme”.

Anche il presidente del Coni Marche Luna porta il suo saluto. “Non volevo mancare qui perché c’è un sentimento di reciproco entusiasmo quando ci sono questi momenti di unione e di sport, perché lo sport è questo, è comunità”.

Alla presentazione assente giustificato, per motivi di salute, mister Dino Brocanelli, allenatore a Maiolati nella scorsa stagione e riconfermato anche per l’anno che sta per iniziare alla guida dei gialloblu.

Da registrare tuttavia che la nuova società ha fatto domanda di ripescaggio alla Categoria superiore ed è in attesa di notizie da parte del Comitato della Figc Marche.

©riproduzione riservata




Calcio / Allenatori a scuola, tema: riforma del lavoro sportivo

L’incontro giovedì 12 luglio, voluto da Gianluca Dottori presidente Aiac Marche, si terrà online a partire dalla ore 20,30: relatore il Vice Presidente Nazionale Pierluigi Vossi

VALLESINA, 10 luglio 2023 – Giovedì 13 luglio dalle ore 20,30 incontro formativo online per tutti gli allenatori (associati e non associati) sull’attuale tema del momento legato alla “𝐑𝐢𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐋𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐒𝐩𝐨𝐫𝐭𝐢𝐯𝐨”.

Relatore il Vice Presidente Nazionale Aiac avv. Pierluigi Vossi.

Incontro fortemente richiesto dal presidente regionale Marche 𝐆𝐢𝐚𝐧𝐥𝐮𝐜𝐚 𝐃𝐨𝐭𝐭𝐨𝐫𝐢 in accordo con tutti le componenti che ne fanno parte.

©riproduzione riservata




Calcio / La Spes Jesi tornerà a giocare dal prossimo campionato in Terza Categoria

Dal 2023-2024 ai nastri di partenza, dopo qualche anno di assenza a causa della Pandemia, anche il club di San Giuseppe. Marco Pelonara allenatore

JESI, 23 maggio 2023 – La Spes Jesi torna in Terza Categoria.

La società jesina ha annunciato l’intenzione di iscrivere di nuovo la squadra nel campionato dilettantistico della Figc Marche dopo qualche anno di assenza causa soprattutto la Pandemia.

La squadra sarà impostata dal neo allenatore Marco Pelonara (anche per lui è un ritorno all’attività agonistica dopo le precedenti esperienze con l’Aurora calcio), dal direttore sportivo Claudio Gigli e dal dirigente Diego Gambini.

Una gran soddisfazione nel club e nell’ambiente spessino guidato dal presidente Claudio Ceciliani con la supervisione qualificata ed esperta del ‘presidentissimo’ presidente onorario Mario Ceppi e dal vice presidente Daniele Pirani.

La società nata nel 1945 si era affiliata la prima volta alla Figc 1967 ottenendo traguardi sportivi importantissimi, soprattutto a livello giovanile, grazie alla competenza ed alla passione di Paolo Pirani.

Ora si ricomincia con l’auspicio di poter far bene per ritornare ad essere un punto di riferimento del calcio jesino.

©riproduzione riservata

foto primo piano una formazione della Spes Jesi (seconda categoria) della stagione 1977-78



Calcio serie C / E’ caos penalizzazioni: punita l’Imolese, Vis per ora salva

Rinviati ufficialmente i play-off all’11 maggio, in attesa dei relativi ricorsi. Festeggia la salvezza la Vis Pesaro, in attesa la Recanatese

VALLESINA, 8 aprile 2023 – La decisione era nell’aria, ma solo poche ore fa è stato ufficializzato lo slittamento delle date dei Play-Off dal 30 aprile, come inizialmente previsto, all’11 maggio, con un comunicato della Lega di Serie C: «Il Consiglio Direttivo della Lega Pro informato oggi del deferimento da parte della Procura Federale a carico dell’ACR Siena 1904 e della conseguente fissazione dell’udienza da parte del Tribunale Federale Nazionale all’8 maggio 2023, ha ritenuto doveroso, nel rispetto delle decisioni della Giustizia Sportiva e a tutela delle sue associate, posporre l’inizio delle partite di Play-Off 2022/23 in data 11 maggio 2023 come da comunicato ufficiale n. 232/L pubblicato in data odierna. Il Consiglio Direttivo della Lega Pro, che si è trovato nella condizione di dover assumere questa decisione, ha deciso di costituirsi in giudizio insieme a tutte le sue associate a tutela dell’immagine e della credibilità delle stesse. Il Consiglio Direttivo confida nella comprensione dei club coinvolti e dei rispettivi tifosi»

La decisione è volta a tutelare le parti in causa per difendersi dai relativi deferimenti, in modo da avere un giudizio definitivo e, soprattutto, una classifica delineata una volta per tutte, per ricomporre le griglie play-off.

Pagliari – Recanatese

La penalizzazione inflitta al Siena (-2), potrebbe allargarsi con la sentenza dell’8 maggio, portando, come detto, ad una modifica sostanziale della classifica finale del torneo, che vedrebbe così il ripescaggio della Recanatese, prima formazione eventualmente avente diritto a partecipare ai play-off. I leopardiani intanto, attendono la sentenza cercando di farsi trovare pronti per affrontare nel migliore dei modi il Pontedera, avversario già previsto per i senesi.

Banchieri vis

Altra decisione importantissima, è stata quella della giornata odierna che ha riguardato da vicino un’altra formazione marchigiana: la Vis Pesaro. All’Imolese, impegnata infatti proprio contro i pesaresi nei play-out, classificatasi a 4 distanze di lunghezza dai biancorossi, sono stati inflitti ulteriori 4 punti di penalizzazione, che si vanno ad aggiungere ai 2 già inflitti nel campionato in corso. Questa la nota della FIGC: «nei confronti della società “Imolese Calcio 1919 Srl”, punti 4 (quattro) di penalizzazione in classifica da scontarsi nel corso della corrente stagione sportiva, ed € 6.000,00 (seimila/00) di ammenda».

Con gli ulteriori 4 punti così, l’Imolese rimarrebbe staccata di 9, che significherebbe retrocessione diretta per gli emiliani, visto che il regolamento prevede i play-out solo se la distanza tra le interessate, a fine torneo, non superi le 8 lunghezze. Gli emiliani effettueranno di certo il ricorso, ma se la sentenza dovesse essere confermata, la Vis sarebbe salva senza scendere in campo. Viceversa, si dovrebbe ricorrere al verdetto sul campo.

Vis dunque salva, solo per ora.

©riproduzione riservata




Torneo delle Regioni / Under 17 e 19 ai quarti, salutano Under 15 e femminile

Le formazioni di Baldarelli e Lombardi incroceranno Abruzzo e Campania. Quelle di Gianangeli e Censi a testa altissima con 4 punti conquistati 

VALLESINA, 24 aprile 2023 – Si è conclusa la fase ai gironi del Torneo delle Regioni 2023.

Le Rappresentative marchigiane si sono comportate benissimo, portando ai quarti di finale l’Under 19 di mister Massimo Lombardi e l’Under 17 del trainer Francesco Baldarelli.

Non sono bastati 4 punti alla Rappresentativa Femminile di Antonio Censi e all’Under 15 di Franco Gianangeli che hanno salutato la competizione a testa altissima.

UNDER 19

Lombardi

La formazione di Lombardi ha chiuso al primo posto il girone, un traguardo storico che lascia ben sperare in ottica quarti.

Il debutto dell’U19 è stato amaro con i padroni di casa del Piemonte-Valle d’Aosta, che hanno vinto 2-0.

Poi la reazione. Le vittorie con Sicilia (3-1) e Basilicata (2-1) hanno spedito le Marche in vetta alla classifica. Ora i quarti contro la Campania. La vincente incontrerà in semifinale la vincente di Veneto-Friuli Venezia Giulia. Dall’altra parte del tabellone, i quarti sono: Liguria-Trento e Lombardia-Bolzano

FEMMINILE

Censi

Salutano la competizione a testa alta le ragazze di Censi.

La kermesse si è aperta con un pari (1-1 con il Piemonte-Valle d’Aosta), poi la sconfitta con la Sicilia (1-0) e infine la super vittoria con la Basilicata (17-0).

Non sono bastati 4 punti per accedere alla fase finale.

 

UNDER 17

Ai ragazzi di Baldarelli sono bastate due vittorie su tre per volare ai quarti, da secondi classificati, alle spalle del Piemonte-Valle d’Aosta.

Cammino subito in salita con la sconfitta proprio contro i padroni di casa (2-1), successo poi con la Sicilia (1-0) e bis con la Basilicata (2-0).

Ai quarti di domani, le Marche sono state incrociate con l’Abruzzo.

La vincente incontrerà la vincente di Bolzano-Campania. Dall’altra parte, i quarti sono: Piemonte-Valle d’Aosta-Friuli Venezia Giulia e Lazio-Calabria.

 

UNDER 15

Anche la formazione più giovane di Gianangeli esce a testa altissima.

Il debutto ha visto un pareggio a reti bianche con il Piemonte-Valle d’Aosta, poi la sconfitta con la Sicilia (2-1) e la vittoria con la Basilicata (6-3).

Come per la Femminile. non sono bastati i 4 punti conquistati.

IL PROGRAMMA

I quarti di finale si svolgeranno domani, martedì 25 aprile. Semifinali mercoledì 26 e finalissime giovedì 27. L’Under 19 scenderà in campo alle ore 14,30. L’Under 17 alle ore 11.

©riproduzione riservata




Sport / Convegni: “Marche, Sport e Società – Ieri, oggi… E domani?”

Secondo appuntamento a Fermo organizzato dalla Scuola dello Sport del CONI in collaborazione con Cip, Miur, Odg-Ussi Marche e Fondazione ‘Gabriele Cardinaletti’ 

VALLESINA, 13 aprile 2023 – L’auditorium San Filippo Neri ha ospitato nel pomeriggio di ieri il secondo della serie di convegni  “Marche, Sport e Società – Ieri, oggi… E domani?” organizzati dalla Scuola dello Sport del Coni in collaborazione con Cip, Miur, Odg – Ussi Marche e Fondazione Gabriele Cardinaletti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tema dell’incontro “Sport e disabilità” al quale hanno partecipato, coordinati dal presidente dell’Ussi Marche, Andrea Carloni, Lorenzo Marcantognini, atleta Cip e giocatore della nazionale di calcio amputati, Antonio Iannice e Luisa Pocognoli, dirigenti fondatori del Santo Stefano Sport di Potenza Picena, Vanessa Chicchi, tecnico di nuoto olimpico e paralimpico e membro della giunta Cip Marche, Giorgia Sordoni, pedagogista, presidente della Cooperativa Centro Papa Giovanni XXIII e membro della giunta Cip Marche, il prof. Francesco Guerrieri, docente Istituto Einaudi di P. S. Elpidio – Montegiorgio, Mario Ferraresi, già Ad e presidente del Santo Stefano e presidente del Santo Stefano Sport.

L’inclusione è il tema che definisce e unisce tutti gli incontri (altri due convegni sono in programma la prossima settimana rispettivamente a Civitanova Marche e a San Benedetto del Tronto con un appuntamento conclusivo ad Ancona), inclusione declinata nel convegno di Fermo appunto attraverso il tema “Sport e disabilità”.

Introduzione affidata – come avvenuto il giorno prima a Fano – al prof. Marco Petrini, coordinatore regionale educazione fisica e sportiva Miur Marche, che ha illustrato ancora il Piano regionale per lo sport a scuola nelle Marche esplicato attraverso  le tre macro attività  dei Campionati studenteschi, del ‘Tutti al Campo’ e del progetto sperimentale (con l’università di Bolzano) Pe4move (Phisical education for moving).

Il quadro, in generale, che ne esce, evidenzia una situazione nelle Marche che vede l’inclusione nello sport a scuola essere una realtà in cui ”tanto è stato fattoha sottolineatosiamo già molto avanti anche se c’è ancora un passo ulteriore non impossibile da fare”.

Il prof. Francesco Guerrieri ha illustrato il progetto “Baskin a scuola”, uno sport variante della pallacanestro “altamente inclusivo, che permette a ragazzi normodotati e non, maschi o femmine, di giocare insieme, formare una squadra in cui esprimere e valorizzare le capacità di ognuno, tutelandone le fragilità, ognuno che è parte integrante del gruppo”. In questo modo “si ha un focus comune che può essere raggiunto attraverso l’impegno di ogni giocatore in funzione delle singole capacità e possibilità motorie, un’attività che permette di socializzare e di confrontarsi, relazionarsi anche in situazioni diverse,migliorando le competenze motorie e aiutando a cogliere il valore e il piacere di stare insieme. Un passo importante sarà quello di portare questa attività anche al di fuori della scuola”.

Lorenzo Marcatognini, 20enne fanese, testimonial sportivo, paratleta calciatore della nazionale amputati e velocista, a causa di una malformazione si è dovuto sottoporre all’amputazione di una gamba in quanto “era l’unico modo per far sì che la mia vita migliorasse”, ha sottolineato. “Mi piacciono le sfide ha spiegato e lo sport è una salvezza, mi ha fatto e mi fa crescere e la molla è scattata quando ho deciso di voler dimostrare a me stesso chi fossi. La pratica sportiva mi ha insegnato a superare gli ostacoli, a superare anche me stesso. E certi risultati si raggiungono quando ti prefiggi un punto in cui arrivare, per ripartire”.

Mario Ferraresi, per 26 anni ad e poi presidente del Santo Stefano e del Santo Stefano Sport ha rappresentato un’azienda divenuta nel tempo leader nell’alta riabilitazione, frutto non solo di grandi competenze ma anche di contatto umano, azienda che può vantare  nuove strutture anche fuori regione e all’estero. “Lo sport aiuta, aiuta tanto, e riesce a vincere sul corpo e sullo spirito”, ha detto.

E, poi, i coniugi Antonio Iannice e Luisa Pocognoli fondatori nel 1976 del Santo Stefano Sport. “Lo sporthanno evidenziato all’unisonoti dà un’altra prospettiva della vita, perché puoi fare le stesse cose che facevi prima in maniera diversa, anche in carrozzina. E ti dà autostima preparandoti a vivere, a cogliere l’opportunità del lavoro”. Antonio Iannice, tra l’altro, ha anche evidenziato come il problema, attualissimo, delle barriere architettoniche, anche se la situazione è migliorata rispetto a 30 anni fa, rimane sempre un… problema. Specialmente quando devi muoverti con una squadra di atleti del basket in carrozzina. “Vanno migliorate le strutture ricettive, non è possibile che negli alberghi ci siano appena due o tre camere per i disabili”.

Vanessa Cicchi ha spaziato nell’ambito dell’attività del nuoto, evidenziando come si siano fatti grandi passi nella nostra regione nell’ottica della disabilità sportiva. “Siamo riusciti a entrare nelle famiglie anche se ancora lottiamo per far uscire i ragazzi e portarli in acqua ma la difficoltà più grande è quella che non  si riesce a entrare nelle scuole.  Non è, poi, facile trovare spazi d’acqua che permettano  di fare attività, specialmente in questo post covid, soprattutto nella fascia pomeridiana. Sarebbe importante, ad esempio, che le società sportive,comincino a contemplare spazi per gli atleti con disabilità”.

Giorgia Sordoni espleta il suo lavoro con persone aventi difficoltà intellettiva. “L’immagine che si aveva di chi avesse disabilità era soltanto quella sanitaria. Vale a dire di qualcuno da “aggiustare” con l’obiettivo di riabilitare. Nel tempo, però, è cambiato l’approccio, si punta ad accompagnare partendo da ciò che c’è, dal contesto. Perché è proprio il contesto che crea la disabilità e bisogna  proporne uno adeguato per ottenere una reale inclusione”.

Al convegno hanno portato il loro saluto l’assessore allo sport e politiche giovanili del Comune di Fermo (che ha patrocinato l’iniziativa) Alberto Maria Scarfini, Cristina Marinelli delegata Coni della provincia di Fermo – era presente anche il presidente Marche, Fabio Luna – il delegato Cip della provincia di Fermo, Daniele Malavolta, la vice presidente della Fondazione Gabriele Cardinaletti – presente anche il presidente Andrea Cardinaletti – Michelangela Ionna che ha sottolineato come “questi incontri voluti dalla Fondazione servono per testimoniare quanto è stato fatto negli anni e che cosa ci riserva il futuro nell’ambito dello sport marchigiano, attraverso il quale occorre promuovere l’integrazione e l’inclusione a tutti i livelli per unire e valorizzare le abilità di tutti” 

APPUNTAMENTI 18 aprile Civitanova Marche

“Sport, culture diverse” – Coordina: Andrea Carloni – Presidente USSI Marche; Amauri Ribeiro – D.T. Nazionale Italiana Sitting Volley – Ex schiacciatore Naz. Brasile; Elizabeth E. – Giovane Portiere U.15 Ancona Respect ingiuriata per il colore della pelle; Paolo Belvederesi – Dirigente Dolphins An Football Americano – T.M. Naz. Under 19; Ayman Al Halwani – Chiropratico Osteopata – Arbitro internazionale di Taekwondo; Letizia Genovese – Consigliere Nazionale FIPAV delegata a Eventi e Pratiche sociali; Prof. Marco Petrini – Coordinatore Regionale Educazione Fisica e Sportiva MIUR Marche

Mercoledì 19 Aprile

Auditorium Tebaldini di San Benedetto del Tronto con “Sport dimensione socialer“

Giovedì 6 maggio

Sala Figc di Ancona con le sintesi dei convegni e gli interventi di Andrea Abodi ministro per lo sport e Francesco Acquaroli presidente della Regione Marche

©riproduzione riservata




Sport / Convegni: “Marche, Sport e Società – Ieri, oggi… E domani?”

Organizzati in tutta la regione dalla Scuola dello Sport del CONI in collaborazione con Cip, Miur, Odg-Ussi Marche e Fondazione ‘Gabriele Cardinaletti’

VALLESINA, 12 aprile 2023 – Si è aperto ieri a Fano. alla Mediatica Montanari, il primo dei cinque convegni “Marche, sport e società – Ieri, oggi…E domani ?“ organizzati in tutta la Regione dalla Scuola dello Sport del Coni, in collaborazione con Cip, Miur, OdgUssi Marche e Fondazione Gabriele Cardinaletti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il tema in questione era “Sport di genere”, e alla discussione hanno partecipato Claudia Rossi campionessa Mondiale (in doppio misto) ed Europea di Vela; Barbara Rossi – Pedagogista – D.S. Acqua e Sapone Volley Roma; Sabina Schiavoni – Diplomata Isef con specializzazione per il sostegno; Claudia Mosaici – Docente educazione fisica; Barbara Agostinis – Docente Diritto Sportivo dello Sport e Scuola Regionale Coni; Marco Petrini – Coordinatore Regionale Educazione Fisica e Sportiva MIUR Marche. Ha coordinato i lavori Andrea Carloni – Presidente Ussi Marche.

La donna nel mondo della sport. Ma anche la donna con disabilità nel mondo dello sport al centro degli interventi della prima giornata che hanno delineato un denominatore comune, vale a dire che serve comunque un cambiamento culturale a tutti i livelli per poter raggiungere una parità di opportunità la quale non sia soltanto enunciata o codificata ma effettiva, reale, nel quotidiano.

“Le azioni normative sono importantiha infatti sottolineato Barbara Agostinisma debbono andare avanti con i cambiamenti culturali. Lo sport non è femminile, c’è disparità di genere, soprattutto nel ramo dirigenziale anche se a livello di Unione Europea uno dei principi cardine è la parità di genere.  Ma se guardiamo alle Marche e alla Legge regionale dello sport (in vigore dal 2012), non c’è nulla sulla parità di genere. Diversamente dalla vicina Emilia Romagna che si è conformata in coerenza con L’Unione Europea”.

Nella scuola, poi, ci sono anche situazioni in cui gli immigrati, minoranza nel Paese, possono essere invece maggioranza nelle aule. La docente di educazione fisica in una secondaria di primo grado Claudia Mosaici ha sottolineato come “connettere sport, religione, integrazione non è semplice, come non è semplice per le ragazze – dagli 11 a 14 anni – essere donna e sportiva ma questa è una strada importante per poter rimuovere gli ostacoli che, anche con piccoli cambiamenti, possono cambiare la loro vita. Importante anche la rete con le associazioni sportive perché l’inclusione va trasportata fuori dalla scuola”.

E, a proposito di sport a scuola nelle Marche, Marco Petrini, coordinatore regionale educazione fisica e sportiva Miur regionale – ha evidenziato le tre macro attività del piano regionale scuole che promuovono lo sport, corretti stili di vita e salute, unico nel suo genere e all’avanguardia in Italia. “I Campionati studenteschi costituiscono un’attività molto importante che coinvolge ragazzi e ragazze già sportivi, con squadre o partecipanti sia maschili che femminili, c’è poi ‘Tutti in Campo’ come esperienza di sport rivolta a tutti con gare alle quali partecipano squadre formate dalle classi, coinvolti quest’anno in 50mila e anche in questo ambito la parità è completa. Quindi, il progetto sperimentale ‘Pe4move’ (Phisical education for moving) che coinvolge secondarie di primo e secondo grado, 3.500 gli studenti impegnati, che spinge a praticare attività motoria, movimento come stile che deve attraversare la vita.  In questo ambito c’è da lavorare ancora e, soprattutto, in senso generale si dovranno coinvolgere di più le ragazze diversamente abili”.

Per Sabina Schiavoni, mamma di due gemelli, maschio e femmina, con disabilità – ma la figlia Bianca Marini è stata nel 2017 campionessa mondiale giovanile sugli 800 mt -, il binomio donne e disabilità costituisce una doppia discriminazione ascrivibile al genere e allo stato di salute. “Il 42% delle donne non tesserate fanno sport, il 28% tra quelle tesserate. Dei 205 atleti di interesse nazionale del Cip, Comitato italiano paralimpico, il 39,5% sono donne. C’è una minore partecipazione femminile in senso generale e tra le cause perché lo sport è considerata comunque una attività per uomini, c’è minore copertura mediatica, più attenzione all’aspetto estetico, differenza di prestazioni.  Nel paralimpico, tra l’altro, lo sport può affiancare l’attività terapeutica, aumentare l’autostima, la capacità di resilienza, l’empowerment. Ma serve un cambiamento a tutti i livelli, nella società, nella famiglia, nella scuola, superando stereotipi anche nel linguaggio. E pensare a poter vedere Olimpiadi e Paralimpiadi in contemporanea”.

Testimonial sportivi della giornata la campionessa mondiale Claudia Rossi che si è fatta largo in un “mondo come quello della vela prettamente maschile, ma nel mio piccolo ho sempre cercato di essere d’esempio anche se è difficile per ora creare un equipaggio misto” e, quindi, equipaggio di maschi e lei al timone.

E Barbara Rossi, unico ds donna nella A1 femminile di pallavolo, nella squadra di Roma dove è approdata  da Pesaro:“Ho vinto tanti pregiudizi nella mia vita, discriminazioni in quanto donna sulle mie capacità, sulle mie convinzioni. Ma nelle difficoltà riesci a trovare risorse che vanno al di là di tutto. Nel mio lavoro, con uno staff di tutti uomini, solo la squadra è composta da donne, alla base c’è sempre il senso della relazione, del confronto con sensibilità e personalità diverse”.

Il saluto dell’Amministrazione comunale – che ha patrocinato il convegno – è stato portato dall’assessora allo sport e nuove generazioni Barbara Brunori per la quale “la parola d‘ordine inclusione nello sport è un modo di fare cultura, di emancipare le scelte che si fanno. Significa avere anche una città per tutti. Mia figlia che pratica calcio è cresciuta tantissimo anche se in un settore identificato nel mondo maschile”.

Saluti iniziali anche da parte del Coni provinciale con Fabrizio Fitto – presente il presidente Marche Fabio Luna – del vice presidente del Cip Marche Roberto Novelli e della vice presidente della Fondazione “Gabriele Cardinaletti”, presente anche il presidente Andrea Cardinaletti, Michelangela Ionna che ha evidenziato come “la Fondazione operi per valorizzare la capacità di inclusione per tutti e ha voluto questa serie di eventi da un’idea nata nel tempo sospeso della pandemia per aprire una riflessione sul ruolo futuro dello sport marchigiano”.

APPUNTAMENTI oggi 12 aprile Fermo

“Sport e disabilità” – Coordina: Andrea Carloni – Presidente Ussi Marche; Lorenzo Marcantognini – Atleta Cip – Giocatore Nazionale Calcio Amputati; Antonio Iannice – Dirigente fondatore Santo Stefano Sport Potenza Picena; Vanessa Cicchi – Tecnico di Nuoto Olimpico e Paralimpico – Membro Giunta Cip Marche; Giorgia Sordoni – Pedagogista – Pres. Coop. Centro Papa Giovanni XXIII – Giunta Cip; Francesco Guerrieri – Docente Ist. Einaudi P.S. Elpidio a Mare – Montegiorgio.

Martedì 18 Aprile

Sala Consilio di Civitanova Marche: “Sport, culture diverse”

Mercoledì 19 Aprile

Auditorium Tebaldini di San Benedetto del Tronto con “Sport dimensione socialer“

Giovedì 6 maggio

Sala Figc di Ancona con le sintesi dei convegni e gli interventi di Andrea Abodi ministro per lo sport e Francesco Acquaroli presidente della Regione Marche

©riproduzione riservata




Jesi / Arbitri, la lezione ai ‘fischietti’ leoncelli di Marco Guida

Presenti oltre al presidente della sezione di Jesi Massimiliano Rossi, Riccardo Piccioni (presidente Cra Marche) e Gustavo Malascorta (vice presidente Figc Marche)

JESI, 23 marzo 2023 – Importante serata per gli arbitri della sezione Aia di Jesi presieduta dal Massimiliano Rossi.

Nell’ambito delle riunioni tecniche obbligatorie i ‘fischietti’ leoncelli sono stati a lezione dall’arbitro internazionale Marco Guida.

Una giornata particolare da ricordare per la sezione di Jesi, che per la seconda volta, nel giro di pochi anni, ha ospitato Guida. Arrivato nel tardo pomeriggio a Jesi, l’arbitro ha seguito una sessione di allenamento al Cardinaletti per poi incontrarsi con tutti in sezione in via Politi per la consueta riunione tecnica dove erano presenti tra gli ‘alunni’ anche il presidente Cra Marche Riccardo Piccioni ed il vice presidente della Figc Comitato Marche Gustavo Malascorta.

Rossi-Guida

Assente per improrogabili impegni personali l’arbitro Can C Filippo Giaccaglia.

Guida ha captato l’attenzione della platea per un’ora circa toccando varie tematiche essenziali per la crescita di un arbitro, tra cui la concentrazione e la motivazione, accompagnando sue esperienze personali a video di episodi di campo da lui vissuti direttamente.

La serata, come è giusto che sia stato, si è conclusa in pizzeria con Guida che ha dimostrato ancora una volta la sua umiltà e disponibilità verso tutti noi e dai presenti ha ricevuto attestati di stima ed un ‘in bocca al lupo‘ per il proseguo della sua carriera.

©riproduzione riservata




Calcio / Lotta alla discriminazione: #Unitidaglistessicolori

Il Comitato Marche Figc aderisce all’iniziativa. Gustavo Malascorta: “vogliamo diventare un punto di riferimento per iniziative così sensibili che toccano il cuore di tutti”

JESI, 22 marzo 2023 – Ieri, martedì 21 marzo, è stata la Giornata Internazionale contro la Discriminazione Razziale.

La Lega Nazionale Dilettanti ha aderito anche quest’anno alla campagna della FIGC #UNITIDAGLISTESSICOLORI, al fine di dare un segnale importante nella lotta alla discriminazione.

Il Comitato Regionale Marche non può che abbracciare questa iniziativa, lottando giorno dopo giorno e divulgando i giusti ideali da seguire nello sport e soprattutto nella vita di ogni giorno.

Nel fine settimana 25 e 26 marzo 2023, compresi anticipi e posticipi, il Comitato Regionale Marche invita le rispettive società a svolgere idonea attività divulgativa del messaggio e, in particolare, in concomitanza con l’inizio delle partite, a voler trasmettere con l’ausilio di uno speaker e/o di un impianto audio all’interno degli impianti sportivi – laddove è possibile – i contenuti del seguente messaggio:

#UNITIDAGLISTESSICOLORI: la campagna antidiscriminazione promossa dalla FIGC con la partecipazione di tutti i protagonisti del calcio italiano. La FIGC e la LND dicono no alla discriminazione con una campagna che racconta i colori che ci tengono uniti: i nostri.

Scendiamo in campo contro la discriminazione perché ogni tipo di pelle ha la stessa origine, quindi siamo tutti #UNITIDAGLISTESSICOLORI.

L’iniziativa vede la partecipazione di: Lega Serie A, Lega Serie B, Lega PRO, Lega Nazionale Dilettanti, AIC, AIAC, AIA, Settore Tecnico, Settore Giovanile Scolastico, Divisione Calcio Femminile, Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale.

Per diffondere un messaggio univoco e forte contro la discriminazione. SIAMO UNITI DAGLI STESSI COLORI!”.

Nel frattempo, prosegue spedito il palinsesto settimanale della Giornata Internazionale contro la Discriminazione Razziale.

Malascorta Gustavo

C’è Gustavo Malascorta, vicepresidente del Comitato Regionale Marche, nonché referente marchigiano del nuovo Dipartimento Sociale LND che ha come obiettivo di lunga durata quello di sensibilizzare tutto il mondo dilettantistico verso il macro tema della “Responsabilità Sociale”, a sottolineare l’importanza dell’iniziativa: “Il progetto e il messaggio proposti stanno prendendo sempre più spazio e piacciono alle società marchigiane. Ci tengo a sottolineare che una società nostrana, l’Ancona Respect, ha partecipato in prima linea al video realizzato dalla LND #LOVETACKLEHATERACISM. Per la nostra regione è importante. Ringraziamo tutte le società che collaboreranno nel weekend, vogliamo diventare un punto di riferimento per queste iniziative così sensibili e che toccano il cuore di tutti gli sportivi e non”.

#UNITIDAGLISTESSICOLORI




Calcio / Un giorno con mister Colavitto (Ancona) tra pratica e teoria

Gli allenatori delle Marche radunati presso la Figc dal presidente regionale Gianluca Dottori e quello provinciale di Ancona Paolo Giampaoli

ANCONA, 4 marzo 2023 – Si è svolta nel pomeriggio presso la Figc (Federazione Italiana Giuoco Calcio) Lega Nazionale Dilettanti – Comitato Regionale Marche, l’incontro organizzato dall’Aiac (associazione italiana allenatori calcio) Ancona con il tecnico alla guida della U.S. Ancona, militante nel campionato di serie C, Gianluca Colavitto.

Un’iniziativa a seguito della collaborazione raggiunta ormai da due anni e consolidata in maniera ufficiale presso la sede del club dorico, tra il gruppo provinciale Aiac di Ancona con presidente Paolo Giampaoli e quello regionale del presidente Gianluca Dottori i quali hanno riunito in un pomeriggio di sport, tutti gli allenatori marchigiani.

Prima dell’incontro tutti i presenti hanno assistito alla seduta di allenamento dell’Ancona condotta da Colavitto presso il campo Federale “G. Paolinelli”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

All’interno della sala congressi della FIGC, a fare gli onori di casa, il Presidente Marche della LND Ivo Panichi.

Dopo i saluti da parte del Consigliere Regionale Mirko Bilò e Ida Simonella per il Comune di Ancona, Colavitto ha stillato un quadro completo e sincero circa la propria figura sia sotto il punto di vista professionale che umano.

Ha parlato delle sue origini, della sua famiglia, come ha cresciuto i suoi figli, anche tra mille difficoltà. Del suo vissuto e di come, dopo anni ad aver provato a fare un pò di tutto, ha preso la decisione per certi versi azzardata, di provare a intraprendere la strada dell’allenatore. Anni di gavetta e sacrifici che però lo hanno portato, grazie anche alla fiducia di addetti del settore come il diesse Micciola, che ha ringraziato, ad ottenere importanti risultati. E non si vuol fermare impegnandosi a crescere.

Attraverso dei video ha illustrato ai presenti alcune azioni, sopratutto dei gol subiti dell’ultima partita dell’Ancona contro l’Entella, per discuterne insieme ai presenti.

In ultimo, ha ribadito l’importanza per qualsiasi allenatore di avere in primis, secondo il suo credo, un proprio metodo, un’idea per risultare credibile verso la squadra.

Al termine ha preso la parola il Vice Presidente Nazionale AIAC l’avv. Pierluigi Vossi il quale ha fatto il punto della situazione e posto un augurio ai nuovi allenatori parlado della prossima riforma in abito dilettantistico circa il riconoscimento della figura del lavoratore sportivo.

Un traguardo importante da parte dello sport nazionale per tutti coloro che lavorano nel settore i quali finalmente vedono riconoscere il proprio ruolo, non certo meno importante dei colleghi di altre categorie.

Al termine consegna degli attestati di licenza ai neo allenatori con foto inclusa e degli omaggi da parte dell’associazione.

©riproduzione riservata




Allievi / Regionali Under 17: risultati e marcatori 9° giornata

Giovane Ancona campione d’inverno, a ruota la Dorica An. Nostra intervista a Francesco Baldarelli selezionatore della rappresentativa Figc Marche

JESI, 21 febbraio 2023 – La Giovane Ancona è campione d’inverno.

Nell’ultimo turno del girone d’andata è andata a vincere in casa del Le Torri Castelplanio confermando il primato: 6 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta.

A ruota la Dorica An che ha battuto il Fabriano Cerreto.

Campionato tuttavia equilibrato perchè in molti ancora possono dire la loro e soprattutto Biagio Nazzaro, Junior Jesina, Candia Baraccola Aspio.

A livello di marcatori il principe dei bomber è Gabrielli (Osimana) con 9 reti, in media un gol a partita, a seguire con 7 reti Modesti (Candia Baraccola Aspio), Severini (Le Torri Castelplanio), Mobili (Dorica An).

Ora il campionato osserverà un turno di riposo e riprenderà con la prima giornata del girone di ritorno il 5 marzo.

Molti addetti ai lavori ci hanno posto la domanda del perchè, nella rappresentativa regionale Allievi, non sono stati convocati giocatori del Girone B: per la verità nell’ultimo allenamento solo Lorenzo Bordoni della Junior Jesina (2006).

Domanda che abbiamo girato a Francesco Baldarelli, uno dei selezionatori insieme a Franco Gianangeli, Massimo Lombardi e Antonio Censi.  

Francesco Baldarelli

Baldarelli, responsabile del Settore Giovanile della Jesina femminile ed allena la prima squadra in serie C, sempre femminile, ben volentieri, ha risposto alle nostre domande precisando che il suo pensiero è anche quello dei suoi colleghi.

Ci sono nelle Marche giovani in prospettiva?

Secondo noi, si ed in ogni categoria: under 15, 17, 19 maschile ed anche nel femminile. Ci sono ragazzi nella nostra Regione, alcuni vengono convocati spesso anche nelle rappresentative nazionali, che sono di buon livello.

Perchè nel girone B dell’attuale campionato Allievi regionale avete convocato, nell’ultimo raduno, solo un elemento?

E’ solo un caso. Abbiamo visualizzato con schede, e tutti insieme, più di 700 giocatori e giocatrici per tutte le categorie. In base alle nostre considerazioni – caratteristiche tecniche, tattiche, mentali –  abbiamo fatto le prime convocazioni che non sono definitive. Le faremo più avanti con 20 per ogni categoria per partecipare al Torneo delle Regioni in Piemonte a fine Aprile.

Le scuole calcio stanno programmando un buon lavoro oppure sarebbe necessario altro per la crescita tecnica e mentale dei giovani?

Rispetto ad anni fa c’è una qualità migliore nel lavoro nelle scuole calcio e quando mi riferisco al lavoro vuol dire stare sul campo, anche come strutture. E’ basilare avere allenatori adatti per seguire quella fascia di età. Istruttori, educatori, laureati in scienze motorie, sono importantissimi nella fascia di età dai 6 ai 12 anni. L’aspetto mentale è essenziale: il rispetto, l’educazione, lo stare insieme, amare lo sport, condividere le emozioni che lo sport dà. Un lavoro programmato in scala perchè non si può e deve lavorare a camera stagno. Ogni istruttore deve proseguire quello fatto l’anno precedente, una sorta di catena, per portare i futuri atleti e le future atlete, i futuri calciatori insomma, in una progressione didattica: dalla coordinazione motoria e tecnica per poi aggiungere la tattica e tecnica individuale fino ad arrivare alla tattica collettiva pronti per la prima squadra.

Molti affermano che i problemi sono spesso legati al comportamento dei genitori. Le pressioni messe addosso ai figli sono un carico da novanta nello zaino dei ragazzi. Lo pensa anche Baldarelli?

I problemi ce ne sono tanti, non è semplice fare tutto. Ci vuole tempo, programmazione. I ragazzi non hanno bisogno di pressione. Queste spesso vengono da ambienti esterni, dico anche vicini. Per il troppo amore che si vuole ai ragazzi i genitori, o chicchessia, pretendono troppo da loro mentre al contrario vanno lasciati liberi di sbagliare perchè l’errore fa parte dell’apprendimento. Rispettare i tempi e la crecita dei ragazzi è un fattore fondamentale.

Cosa potrebbe fare di meglio e di più una Federazione regionale per inculcare una cultura sportiva alla base di ogni progetto vincente?

Tutti siamo in ballo per migliorare e la cultura sportiva è importante. Noi in Italia ne abbiamo già tanta ed anche la Federazione cerca di migliorare su tanti aspetti: rapporti con tutte le società del territorio, condivisione, formazione, aggiornamenti, corsi per allenatori. Diciamo che le Marche sono un esempio virtuoso di questa sinergia tra Federazione e società del territorio

GIRONE A

Di seguito, poi, riportiamo la classifica del campionato Allievi Under 17 Girone A, il raggruppamento che al termine della stagione regolare si incrocerà con il Girone B.

Accademia Granata 23; Vigor Senigallia 22; Muraglia 16; Pergolese 14; Montecchio 13; Real Metauro, Delfino Fano 10; Marina 6; Vismara 5; Nuova Altifoglia 4

 

MARCATORI DOPO la prima fase provinciale

Sposito (Candia Baraccola Aspio) 15, Cacciamani (Biagio Chiaravalle), Petrucci (Borghetto) 12, Severini (Le Torri Castelplanio) 10, Cupido (Camerano) 9, Guidarelli (Fabriano Cerreto), Guidobaldi (Camerano), Puscasu (Fabriano Cerreto) 8, Barigelli (Candia Baraccola Aspio), D’Andrea (Candia Baraccola Aspio), Duca (Biagio Nazzaro), Sampaolesi (Junior Jesina) 7, Schiaroli (Biagio Nazzaro) 6, Fioretti (Dorica An), Leggeri (Dorica An), Mariotti (Junior Jesina), Zamponi (Le Torri Castelplanio) 5, Principi (Osimana), Trillini (Osimana) 4.

 

UNDER 17 Allievi Regionali

 

GIORNATA 1°  – Candia Baraccola Aspio – Borghetto 1-1, Dorica An – Biagio Nazzaro 7-1, JuniorJesina – Fabriano Cerreto 4-2, Le Torri Castelplanio – Camerano 1-1, Osimana – Giovane Ancona 0-3

GIORNATA 2° – Biagio Nazzaro – Candia Baraccola Aspio 2-6, Borghetto – JuniorJesina 2-1, Camerano – Osimana 1-0, Fabriano Cerreto – Le Torri Castelplanio 1-1, Giovane Ancona – Dorica An 0-1

GIORNATA 3° – Biagio Nazzaro – Fabriano Cerreto 2-0, Borghetto – Le Torri Castelplanio 3-0, Camerano – Candia Baraccola Aspio 0-1, Giovane Ancona – Junior Jesina 0-0, Osimana – Dorica An 1-2

GIORNATA 4° – Candia Baraccola Aspio – Giovane Ancona 1-2, Fabriano Cerreto – Borghetto 1-2, Dorica An – Camerano 0-3, JuniorJesina – Biagio Nazzaro 1-2, Le Torri Castelplanio – Osimana 1-1

GIORNATA 5° – Biagio Nazzaro – Le Torri Castelplanio 5-3, Camerano – Fabriano Cerreto 1-1, Giovane Ancona – Borghetto 2-0, Dorica An – Candia Baraccola Aspio 1-6, Osimana – JuniorJesina 0-1

GIORNATA 6° – Borghetto-Biagio Nazzaro 4-5, Candia Baraccola Aspio-Osimana 2-4, Fabriano Cerreto-Giovane Ancona 1-2, JuniorJesina-Camerano 5-0, Le Torri Castelplano-Dorica An 3-4

GIORNATA 7° – Camerano-Borghetto 1-1, Candia Baraccola Aspio-Le Torri Castelplanio 7-3, Giovane Ancona-Biagio Nazzaro 3-3, Dorica An-JuniorJesina 3-2, Osimana-Fabriano Cerreto 5-1

GIORNATA 8° – Biagio Nazzaro-Osimana 1-3, Borghetto-Dorica An 3-1, Fabriano Cerreto-Candia Baraccola Aspio 1-2, Giovane Ancona-Camerano 3-0, JuniorJesina-Le Torri Castelplanio 5-2

GIORNATA 9° – Camerano-Biagio Nazzaro 1-2, Candia Baraccola Aspio-Junior Jesina 0-3, Dorica An-Fabriano Cerreto 6-2, Le Torri Castelplanio- Giovane An 2-3, Osimana-Borghetto 4-1

GIORNATA 1° R domenica 5 marzo –  Candia Baraccola Aspio-Biagio Nazzaro, JuniorJesina-Borghetto, Osimana-Camerano, Le Torri Castelplanio-Fabriano Cerreto, Dorica An-Giovane Ancona

MARCATORI

reti 9: Gabrielli (Osimana)

reti 7: Modesti (Candia Baraccola Aspio), Severini (Le Torri Castelplanio), Mobili (Dorica An)

reti 6:  Sposito (Candia Baraccola Aspio), Schiaroli (Biagio Nazzaro), Rosi T. (Junior Jesina), Gioacchini (Giovane Ancona)

reti 5: Cacciamani (Biagio Nazzaro), Maggiori (Giovane Ancona)

reti 4: D’Andrea (Candia Baraccola Aspio), Paoletti (Borghetto), Ugili (Borghetto), Gagliardini (Junior Jesina), Baioni (Borghetto)

reti 3: Cardinaletti (Biagio Nazzaro), Zekiri (Fabriano Cerreto), Buzzo (Candia Baraccola Aspio), Schirliu (Biagio Nazzaro), Baldoni (Candia Baraccola Aspio), Brocanelli (Le Torri Castelplanio)

reti 2: Musciano (Dorica An), Gobbi (Camerano), Natalucci (Biagio Nazzaro), Duca (Biagio Nazzaro), Petrucci Jacopo (Borghetto), Fraboni (Fabriano Cerreto), D’Onofrio (Junior Jesina), Fioretti (Dorica An), Zamponi (Le Torri Castelplanio), Perini (Le Torri Castelplanio), Santoni (JuniorJesina), Ferroni (Fabriano Cerreto), Pelosi (Osimana), Bordoni (JuniorJesina), Mariotti (Junior Jesina), Rappoli (Dorica An), Crialesi (Fabriano Cerreto), Trillini (Osimana), Principi (Osimana)

reti 1: Eni (Giovane Ancona), Cupido (Camerano), Ricciotti (Dorica An), Nistor (Dorica An), Nicolini (Borghetto), Masè (Biagio Nazzaro), Marzuolo (Giovane Ancona), Tesei (Camerano), Michetti (Camerano), Bellucci (Osimana), Di Ninno (Le Torri Castelplanio), Maggi (Camerano), Mazzoni (Giovane Ancona), Barigelli (Candia Baraccola Aspio), Verde (Osimana), Bocchini (JuniorJesina), Leggeri (Dorica An), Schilardi (Dorica An), Avarucci (Camerano), Scarpini (Borghetto), Borgognoni (Candia Baraccola Aspio), Catena (Osimana), Olivastrelli (Borghetto), Zamparini (Fabriano Cerreto), Mazzoni (Giovane Ancona), Simonetti (Giovane Ancona), Filomeni (Junior Jesina), Giuliani (Junior Jesina), Antonelli (Junior Jesina), Celmeta (Le Torri Castelplanio), Saracini (Camerano), Rocchetti (Biagio Nazzaro), Galli (Dorica An), Nicolotti (Dorica An), Sandroni (Dorica An), Bolletta (Giovane An)

CLASSIFICA

Giovane Ancona 20; Dorica An 18; Biagio Nazzaro, Junior Jesina, Candia Baraccola Aspio 16; Borghetto 14;  Osimana 13; Camerano 9; Le Torri Castelplanio 3; Fabriano Cerreto 2

 

Camerano – Biagio Nazzaro 1-2

CAMERANORamazzotti, Petrucci (Fassoulis), Manini, Storani (Polenta), Maggi, Tesei (Santarelli), Corneli (Cori), Saracini (Bevilacqua), Cupido (Kola), Ansevini, Michetti (Gobbi). All. Girolimini a disp. Fagioli, Guidobaldi

BIAGIO NAZZARO – Malascorta, Gambadori, Rocchetti L., Rossetti, Ciarmatori, Locanto, Duca, Spadaro, Cacciamani, Schiarioli, Fuligna. All. Favi a disp. Albanesi, Filipponi, Mase, Casoni, Montemari, Marchetti,

ARBITRO – Andreoni di Ancona

RETI – Saracini, Schiarioli, Rocchetti

Candia Baraccola Aspio – Junior Jesina 0-3

CANDIA BARACCOLA ASPIOMarini, Bini, Tucci, Ludovichetti, Buzzo, Pongetti, Modesti, Barigelli, D’Andrea, Borgognoni, Spinelli. All. Zocchi A disp. Mondaini, Mancinelli, Rossi, Scocchera, Lovascio, Baldoni, Andreanelli, Soccetti

JUNIOR JESINA Panfoli, Antonelli, Raffaeli, D’Onofrio (Ciattaglia), Bacelli (Sampaolesi), Trosini, Santoi, Pierandrei, Giuliani (Mariotti), Rosi T. (Pellegrini), Pucci (Bocchini). All. Bacelli A disp. Morosini

ARBITRO – Andreoni di Ancona

RETI – Antonelli, Rosi T., Mariotti

Dorica An – Fabriano Cerreto 6-2

DORICA AN Zampetti, Galli, Sturani, Giampaoli, Musciano, Ricciotti, Gramellini, Nistor, Sandroni, Mobili, Rappoli. All. Domenichetti A disp. Scalcione, Mariotti, Petolicchio, Leggeri, Nicolotti, Fioretti

FABRIANO CERRETO – Boldrini, Alwan (Perfetti), Ramundo, Fructuoso, Zamparini (Boldrini), Ruggeri (Passeri), Brodetto, Fraboni (Maione), Ferroni, Natali (Crialesi), Guidarelli, All. Mariangeli A disp. Riccioni, Zampetti, Mariangeli, Pandolfi

ARBITRO – Souopgui di Ancona

RETI – Mobili, Galli, Rappoli, Rappoli, Nicolotti, Sandroni, Zamparini, Crialesi

Le Torri Castelplanio – Giovane Ancona 2-3

LE TORRI CASTELPLANIONegro, Brugiaferri, Milletti, Stronati, Bardi, Celmeta, Brocanelli, Di Ninno, Pandolfi, Severini, Zanpini F. All. Angelelli A disp. Regnicoli, Cantiani, Lali Zada, Gasparini, Pittori, Zamponi T.

GIOVANE ANCONASiciliano, Martella (Osimani), Ortolani, Eni (Cialone), Maggiori, Bolletta Polenta (Marzuolo), Franca (Palazzini), Mazzoni (Dubbini), Marinelli (Moretti), Gioacchini. All. Finocchi A disp. Mazzantini, Canale, Lucconi

ARBITRO – Ben Gharsallah di Jesi

RETI – Brocanelli, Brocanelli, Gioacchini, Maggiori, Bolletta

Osimana – Borghetto 4-1

OSIMANAAffinito, Tonti, Marchesini, Sasso, Cornacchia, Principi, Verde, De Angelis, Trillini, Pelosi, Gabrielli. All. Giacco A disp. Neniu, Fioretti, Sorci, Accattoli, Villani, Bianchi, Catena

BORGHETTO  – Graziosi, Petrucci Lorenzo, Baioni ( Giulianelli), Andreoni (Polzonetti), Farinelli (Giorgini), Scarpini, Mengoni (Corerella), Ugili (Olivastrelli), Paoletti, Medi (Petrucci Jacopo). All. Rengucci A disp. Bernotti, Burattini

ARBITRO – Massani di Jesi

RETI – Baioni, Gabrielli, Gabrielli, Trillini, Principi

 

UNDER 15 Giovanissimi Regionali

 

Under 15 Moie Vallesina allenata da Matteo Brutti

Girone d’andata al capolinea e la classifica ha confermato la doppia leadership tra Giovane Ancona e Palombina grazie al successo di quest’ultima proprio sulla Giovane An.

Entrambe nella prima fase, infatti, hanno perso solo una gara. La Giovane Ancona con il Palombina (1-3) mentre quest’ultima con la Nuova Folgore (0-1).

Nell’ultimo turno hanno vinto l’Aurora Jesi sul Loreto, la Passatempese a Chiaravalle, il Fabriano Cerreto contro la Nuova Folgore ed infine il Marina che ha battuto il Moie Vallesina.

Adesso una settimana di sosta per poi riprendere il 5 marzo con la prima giornata del girone di ritorno.

GIORNATA 1°  – Biagio Nazzaro – Nuova Folgore 3-1 Panzieri (B), Pieroni (B) Schiriiu (B), Malavenda (F); Fabriano Cerreto – Moie Vallesina 6-0 (Chiavellini, Chiavellini, Chiavellini, Ilazaj, Ilazaj, Broda);  Marina – Aurora Jesi 1-1 Fioretti (M), Romagnoli (A); Palombina – Loreto 8-0; Passatempese – Giovane Ancona 0-6 Mariotti, Mariotti, Mariotti, Torresi, Torresi, Torresi

GIORNATA 2°  – Aurora Jesi – Fabriano Cerreto 1-1 Marchi (A), Chiavellini (F); Giovane Ancona – Marina 5-1 Manna (G), Rossi (G), Mariotti (G), Carignani (G), Carignani (G); Loreto – Biagio Nazzaro 2-1 Schirliu (B); Moie Vallesina – Palombina 1-3 Salvoni (M); Nuova Folgore – Passatempese 4-0 Calcich, Del Bono, Berdai, autogol

GIORNATA 3° – Aurora Jesi – Biagio Nazzaro 2-2 Lorenzetti (A), Borocci (A), Todaro (B), Panzieri (B), Fabriano Cerreto – Palombina 1-2 Chiavellini (F), Loreto – Giovane Ancona 2-4 Carignani R. (G), Carignani L. (G), Manna (G) Moie Vallesina – Passatempese 2-1 Bordini (M), Gasparini (M), Starace (P), Nuova Folgore – Marina 3-0 Rodriguez, Ambrosi, Berdai

GIORNATA 4° – Biagio Nazzaro – Moie Vallesina 4-6 Schirliu (B), Schirliu (B), Todaro (B), Cirulli (B), Fiatti (M), Loris (M), Loris (M), Mecarelli (M), Salvoni (M), Salvoni (M), Giovane Ancona – Nuova Folgore 5-1 Carignani (G), Muratori (G), Manna (G), Mariotti (G), Torresi (G), Agostinelli (NF), Marina – Fabriano Cerreto 0-1 Gasparini, Palombina – Aurora Jesi 2-0, Passampese – Loreto 1-2 Spano (P)

GIORNATA 5° – Aurora Jesi – Giovane Ancona 1-3 Lorenzetti (A), Torresi (GA), Torresi (GA), Canali (GA), Fabriano Cerreto – Passatempese 2-1 Chiavellini (F), Chiavellini (F), Cingolani (P), Loreto – Marina 2-3, Moie Vallesina – Nuova Folgore 2-2 Forconi (M), Forconi (M), Del Bono (NF), Del Bono (NF), Palombina – Biagio Nazzaro 2-0

GIORNATA 6° – Biagio Nazzaro-Fabriano Cerreto 4-3 Schirliu (B), Schirliu (B), Todaro (B), Panzieri (B), Zappaterreni (F), Chiavellini (F), Chiavellini (F), Giovane Ancona-Moie Vallesina 6-1 Canali (G), Balzani (G), Carignani (G), Guercio (G), Torresi (G), autogol (G), Castellano (M), Marina-Palombina 0-5, Nuova Folgore-Loreto, Passatempese-Aurora Jesi 1-2 Lorenzini (P), Lorenzetti (A), Fratini (A)

GIORNATA 7° – Aurora Jesi-Nuova Folgore 1-2 Lorenzetti (A), Ambrosi (F), Rodriguez (F) Biagio Nazzaro-Marina 5-0 Teodoro, Montalbano, Todaro, Schirliu, Buono, Fabriano Cerreto-Giovane Ancona 0-3 Torresi, Manna, Carignani Moie Vallesina-Loreto 7-1 Bottacchiari (M), Barocci (M), Castellano (M), Di Netta (M), Loris (M), Salvoni (M), Bottacchiari (M) Palombina-Passatempese 3-0

GIORNATA 8° – Giovane Ancona-Biagio Nazzaro 7-0 Carignani, Carignani, Guercio, Palombarani, Torresi, Torresi, Torresi, Loreto-Fabriano Cerreto 1-5, Moie Vallesina-Aurora Jesi 4-2 Castellano (M), Loris (M), Salvoni (M), Di Netta (M), Stinga (A), autogol (A), Nuova Folgore-Palombina 1-0 Del Bono, Passatempese-Marina 1-1 Lorenzini (P)

GIORNATA 9° – Aurora Jesi-Loreto 3-0 Lorenzetti, Gherardi, Boccasile, Biagio Nazzaro-Passatempese 0-3 Braconi, Cigolani, Lorenzini, Fabriano Cerreto-Nuova Folgore 1-0 Chiavellini, Marina-Moie Vallesina 6-1 Fiatti (MV), Palombina- Giovane Ancona 3-1 Epico (P), Sabbatini (P), Caselli (P), Torresi (G)

GIORNATA 1° R – domenica 5 marzo 2023 – Fabriano Cerreto-Aurora Jesi, Marina-Giovane Ancona, Biagio Nazzaro-Loreto, Palombina-Moie Vallesina, Passatempese-Nuova Folgore  

CLASSIFICA

Giovane Ancona, Palombina 24; Nuova Folgore, Fabriano Cerreto 16; Moie Vallesina 13; Biagio Nazzaro 10; Aurora Jesi 9;  Marina 8; Loreto 6; Passatempese 4

©riproduzione riservata




Calcio / Allenatori, tutti a scuola da Colavitto

Il mister dell’Ancona, serie C,  assieme ai suoi collaboratori dopo la seduta di allenamento alla quale si potrà assistere incontra l’Aiac (associazione italiana allenatori calcio) Ancona

𝐀𝐍𝐂𝐎𝐍𝐀- Importante appuntamento per l’Aiac (associazione italiana allenatori calcio) di Ancona con mister Colavitto allenatore della  squadra dorica militante in serie C che assieme ai suoi collaboratori incontrerà tutti gli allenatori marchigiani.

L’evento è stato organizzato dal Gruppo allenatori provinciale di Ancona in collaborazione con il Presidente regionale Gianluca Dottori e si terrà venerdì 3 Marzo alle ore presso il campo Federale ‘Paolinelli’ di via Schiavoni dove tutti gli allenatori delle Regione Marche associati potranno assistere alla seduta di allenamento del team dorico.

Al termine Colavitto e i suoi collaboratori saranno a disposizione dei loro colleghi per rispondere alle loro domande presso la sala auditorium del Comitato della Figc.

Nell’occasione saranno consegnati gli attestati dei recenti mister che hanno conseguito il patentino di Licenza D.

Sarà presente il vice Presidente dell’associazione Pierluigi Vossi, il Presidente della Lnd Marche Ivo Panichi e la Dg dell’Ancona Roberta Nocelli.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Presidente Provinciale Aiac di Ancona Paolo Giampaoli.

©riproduzione riservata




Calcio / E’ morto Gianluca Vialli, il ricordo di Paolo Paoloni (club Juventus Jesi 2 stelle)

Il decesso in un ospedale di Londra. Prima di Natale Roberto Mancini si era recato personalmente a Londra a trovare l’amico malato

JESI, 6 gennaio 2023 – Ancora un lutto per il mondo del calcio.

E’ morto a Londra dove era ricoverato Gianluca Vialli, 58 anni, calciatore della Cremonese, Samp, Chelsea e soprattutto della Juventus. Vialli ha indossato anche la maglia azzurra e di recente è stato capo delegazione dell’Italia allenata da Roberto Mancini.  

Vialli – Mancini

La notiza del decesso l’ha diffusa la sua famiglia con una nota: “Con incommensurabile tristezza annunciamo la scomparsa di Gianluca Vialli. Circondato dalla sua famiglia è spirato la notte scorsa dopo cinque anni di malattia affrontata con coraggio e dignità. Ringraziamo i tanti che l’hanno sostenuto negli anni con il loro affetto. Il suo ricordo e il suo esempio vivranno per sempre nei nostri cuori”.

A Jesi la notizia è subito rimbalzata.

Roberto Mancini, suo compagno di squadra ma soprattutto grande amico, non è in Italia per impegni personali. Il Ct della nazionale italiana pochi giorni prima di Natale si era recato personalmente a Londra a trovare il suo amico malato.

La famiglia del ‘Mancio’ è addoloratissima visto che Aldo e Marianna considerano Vialli come un figlio.

foto Candolfi – Olimpico Roma

Il mondo del calcio, all’unanimità, sta esprimendo condoglianze e ricordi.

Il presidente della Figc Gravina, sperando fino all’ultimo nel miracolo, si è detto “profondamente addolorato e mi conforta la certezza che quello che ha fatto per il calcio italiano e la maglia azzurra non sarà mai dimenticato”.  

La stessa Figc ha disposto un minuto di raccoglimento da osservare prima di tutte le gare dei campionati di calcio in programma nel prossimo fine settimana.

Vialli ha avuto rapporti con il territorio della provincia di Ancona e della Vallesina (leggi qui…).

“Ci lascia un campione, un grande uomoci dice Paolo Paoloni (nella foto di copertina con Vialli) presidente del club Juventus Jesi 2 stelle – . L’ho conosciuto al suo primo ritiro con la Juventus a Vipiteno allenatore Trapattoni. Si è subito mostrato con un carattere da leader. Mi ricordo una partita al vecchio delle Alpi. Juventus Fiorentina, prio tempo 0-2. Nella ripresa la Juve ribalto il risultato anche grazie ad un gol di del Piero ma Vialli trascinò la squadra per l’impresa. Poi l’abbiamo avuto ospite in Ancona in occasione di Ancona-Juventus al Fortino Napoleonico. Lui era con il presidente Boniperti, con noi c’era anche Alldo Mancini. Era una gran persona con una personalità forte, trascinatore, intelligente e sempre disponibile”.

©riproduzione riservata




Eccellenza / Il presidente Chiariotti (Jesina) risponde a Panichi (Figc Comitato Marche)

Nell’intervista esclusiva che il Presidente della Figc aveva rilasciato alla nostra testata aveva sostenuto che la Jesina non era ancora in regola precisando poi sulla ripresa in diretta televisiva di una gara del campionato 

di Evasio Santoni

JESI, 23 dicembre 2022 – Dopo la nostra intervista esclusiva dei giorni scorsi con il presidente della Figc Comitato Marche Ivo Panichi (leggi qui l’intera intervista…) questi aveva sostenuto di aver avuto “un confronto serrato con la Jesina che se avessimo avuto cinque Jesine saremo stati nei guai: prima l’affitto del ramo d’azienda, poi l’affitto della matricola. Prima la fusione, poi la scissione ed ancora non stanno a posto…” mentre “per ciò che riguarda la ripresa televisiva è solo la Jesina che fa queste segnalazioni. Le altre società mi ringraziano, che poi non devono ringraziare me, ho solo applicato una regolamentazione della Lega Dilettanti. Mi ringraziano perché mi dicono che viene data visibilità sia alle società che ai loro sponsor che apprezzano molto.”

Sui due punti il presidente della Jesina Giancarlo Chiariotti, per sua precisazone, ci ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Per la presunta irregolarità della Jesina come paventato dal Presidente Panichi tengo a precisare che in data 13 ottobre 2022 la Figc, Comitato Nazionale, ha autorizzato e ratificato l’accordo per la costituzione di una unica società denominata ‘Jesi’ tra le precedenti Jesina calcio e Calcio a 5 Jesi. Quello che Panichi dice irregolare, non è di competenza della Jesina ma del suo Comitato Regionale, ed è il passaggio dalle due precedenti matricole a quella di nuova costituzione. La Jesina non ci può far niente, se la cosa non va avanti, se non dare loro una mano. Un nostro eventuale intervento poi quale dovrebbe essere? La competenza è solo la loro. Per quanto riguarda invece i diritti televisivi il discorso è semplice. Nessuno conosce le carte perchè nessuno ha fatto vedere niente a nessuno. Esiste un contratto sottoscritto dalla Figc Marche ed una emittente televisiva. Per la Jesina va pure benissimo ma il problema è che non si conosce sotto quale forma è stato fatto, che vincoli ci sono e quant’altro. Perciò voglio capire come stanno le cose perchè se vorrei fare qualcosa di diverso, posso farlo? Come mi devo muovere…rischio di sbagliare!  Dunque il tutto per capire cosa fa il Comitato, non per nascondere le cose! Se poi il Presidente ci porta a conoscenza anche dei benefici che questa diretta televisiva sta portando, con dati alla mano non con le parole di circostanza, siamo tutti più contenti”. 

©riproduzione riservata




Calcio / Allenatori, il bilancio del presidente Aiac Marche Gianluca Dottori

Preparatori atletici in panchina, allenatori esonerati che si possono riaccasare, corsi di formazione anche per portieri ed allenatori calcio a cinque

JESI, 23 dicembre 2022 – Gianluca Dottori, jesino, patentino Uefa A, attualmente alla guida della formazione Primavera della Recanatese, è il presidente dell’Aiac (associazione italiana allenatori calcio) delle Marche.

Dottori è stato eletto alla presidenza dell’associazione nel gennaio 2021 ed alla fine di questo anno solare, con lui, vogliano tracciare il bilancio di una annata molto intensa dopo la pausa causa Covid.

Ulivieri – Dottori

Quali le conquiste dell’Aiac per i propri tesserati?

“Sul piano Nazionale, come Aiac, si è lavorato molto e bene per alcune conquiste importanti. La prima è stata quella di inserire in panchina, durante le gare, una figura aggiuntiva che è quella del preparatore atletico. Nelle scorse settimane poi un altro grande successo è stato ottenuto e riguarda il fatto che se un allenatore viene esonerato prima del 30 novembre, nei campionati Dilettanti, ha la possibilità di tornare ad allenare in un’altra squadra purché non dello stesso girone. Questo ha già permesso a diverse figure, anche nella nostra Regione di potersi riaccasare e lavorare sul campo e con la squadra.”

Per ciò che riguarda appunto lo specifico delle Marche?

“Sono state fatte tantissime cose assieme ai vari gruppi provinciali e, cosa di non poco conto, aumentato il numero degli associati rispetto al passato. Questo grazie al grande lavoro da parte di tutti i presidenti provinciali (Paolo Giampaoli – Ancona-, Mirko Cudini – Ascoli Piceno e Fermo -, Stefano De Stephanis – Macerata, Sergio Pasquale Antonazzo – Pesaro Urbino). Sul piano organizzativo sono stati programmati 3 corsi di abilitazione tra licenza C e D. Con i gruppi provinciali si sono orgaizzati 6 incontri territoriali in presenza ed 1 online per svolgere aggiornamenti sui vari B31, B32 e B33 per cercare di far sì che tutti i nostri tecnici associati e non, potessero essere al pari con i corsi per poter permettere loro di essere poi tesserati nelle rispettive società. Il fiore all’occhiello a giugno si è registrato a Macerata (che è stata insignita come Città dello Sport 2022) con il Galà Aiac con la presenza dei massimi vertici Nazionali dell’Aiac a partire dal Presidente Ulivieri, i vice Vossi e Perondi. Nell’occasione è stata pianificata, assieme al Prof. Marziali, settore giovanile, una tavola rotonda con la partecipazione di tanti addetti ai lavori. Nel corso della serata, prima della cena con i massimi dirigenti e presidenti, sono stati premiati tutti i nostri mister associati che avevano vinto i campionati in questa stagione e riconoscimenti speciali ad alcuni associati storici”.

Per il 2023?

“Innanzitutto sono stati fatti accordi con molte società professionistiche e dilettantistiche per far avere libero accesso alle partite i nostri associati. Siamo sul punto di organizzare altri corsi come quello per i portieri e quello per il calcio a 5. Invito tutti gli associati a rinnovare le adesioni per usufruire di tutte le agevolazioni ed avere l’assistenza legale gratuita in caso di bisogno. Invito anche a seguirci sulle pagine social, Facebook, Instagram Regionale e Provinciale per ogni aggiornamento e notizie che interessano ognuno di noi allenatori.”

Dottori svolge anche attività diretta alla Recanatese, allenatore della Primavera. Che esperienza è stata fino ad oggi?

“Abbiano fatto un girone d’andata al di sopra delle aspettative: 7 vittorie, 2 pareggi, 3 sconfitte, miglior attaco con 35 reti all’attivo, 23 subite. Inoltre la soddisfazione del debutto in prima squadra, Lega pro, del classe 2004 Guidobaldi.  Qui devo fare un plauso, ed un bravo, al Direttore del settore giovanile Thas Zani che mi ha messo a disposizione tutti ragazzi che vengono da esperienze regionali. A Recanati non c’è convitto, perciò tutti giocatori sono della zona e questo è importante. Un bravo anche allo staff che collabora con me: Matteo Araujo, collaboratore tecnico; Matteo Morotti, collaboratore tecnico; Stefano Biló preparatore portieri”.

©riproduzione riservata

Paolo Giampaoli – Ancona-, Mirko Cudini – Ascoli Piceno e Fermo -, Alessandro Porro – Macerata, Sergio Pasquale Antonazzo – Pesaro Urbino




Ascoli Piceno / Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità

Grande festa allo stadio Monterocco in occasione della seconda giornata del campionato Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale

JESI, 3 dicembre 2022 –  6 squadre, Anthropos, Esplora, Polisportiva Borgosolesta, Montepacini, Calcio Castelfidardo e Union Picena, hanno partecipato al Torneo Marche in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, DCPS e Settore Giovanile e Scolastico, iniziativa organizzata allo stadio Monterocco di Ascoli Piceno in occasione della seconda giornata del campionato Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale. 

Nel consolidare la collaborazione con la Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale, il Settore Giovanile e Scolastico ha avviato un percorso di condivisione e collaborazione dedicato alle persone con disabilità, a partire dai più giovani, con l’obiettivo di sviluppare sempre meglio e con maggiore ramificazione l’attività nel territorio nel percorso dedicato al progetto Calcio Integrato.

Il Settore Giovanile e Scolastico della Figc Marche era presente all’evento con l’Ufficio Stampa e con la referente del Calcio Integrato Laura Grandinetti.

La Federazione Italiana Giuoco Calcio ha voluto promuovere questa importante giornata attraverso una campagna di sensibilizzazione lanciando un messaggio molto importante: “La LND sostiene la Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, una ricorrenza proclamata dall’ONU con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inclusione e la difesa dei diritti delle persone con disabilità obiettivi fondanti della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della Figc”.

Più di 100 squadre e quasi 2000 atleti paralimpici sono scesi in campo in contemporanea in tutta Italia promuovendo lo slogan ufficiale della DCPS: “Il calcio è di tutti” per celebrare insieme questa giornata dedicata all’inclusione e ad un mondo senza barriere”.

Presente alla manifestazione di Ascoli Piceno Ivo Panichi, Presidente del Comitato Regionale LND Marche:Il Comitato Regionale si sta impegnando per fare in modo che questa attività si estenda anche alla parte centro-nord della nostra regione – ha detto -. Il movimento è in espansione a livello nazionale e regionale e speriamo che altre società possano avvicinarsi”.

Al termine delle gare, che nonostante le condizioni climatiche non favorevoli hanno visto sugli spalti numerose presenze in termini di pubblico, giocatori e famiglie si sono ritrovate per un terzo tempo all’insegna del fair play e della convivialità.

I risultati delle gare
Calcio Castelfidardo-Anthropos 1-11
Borgosolesta-Esplora 1-1
Montepacini-Union Picena 8-0
Union Picena-Borgosolesta 1-5
Calcio Castelfidardo-Montepacini 3-3
Esplora-Anthropos 3-13

La terza giornata del campionato Marche si svolgerà il prossimo 3 febbraio 2023.

©riproduzione riservata