Calcio / Falconarese, mister Vitaliano Cosentino ai saluti: “Grazie a tutti coloro che hanno collaborato con me”

“Ringrazio tutti coloro che hanno condiviso con me questo cammino. Non abbiamo raggiunto nessun obiettivo, ma abbiamo creato una famiglia”

FALCONARA MARITTIMA, 7 maggio 2024 – Vitaliano Cosentino non sarà più l’allenatore della Falconarese. Attraverso un post sui social, infatti, il tecnico ha annunciato l’interruzione del rapporto di collaborazione, dopo la disastrosa retrocessione dalla Prima alla Seconda Stagione di questo 2023-2024. 

Oggi (martedì 7 maggio per chi legge, ndr) – scrivere l’ormai ex allenatore dei falchetti – si chiude il mio rapporto di collaborazione con la Falconarese. Ringrazio tutte le persone che hanno condiviso con me questo cammino”. “Non siamo riusciti a centrare nessuno dei risultati sperati – aveva detto qualche giorno fa -. Ma abbiamo ottenuto uno tra gli obiettivi più importanti per chi fa dilettantismo. Abbiamo creato una famiglia! Facile da fare quando si vince, molto meno quando si perde! Grazie ragazzi”.

Una stagione maledetta per i biancoverdi nel girone B di Prima Categoria: ultimo posto con soli 15 punti, frutto di 3 vittorie, 6 pareggi e 21 sconfitte, con la peggior difesa con 74 reti subite. Ha pesato anche l’assenza di sostenitori nelle gare interne, vista l’inagibilità della tribuna dello storico stadio “Rocchegiani” ancora alle prese con i lavori di ristrutturazione. Ora sarà Seconda Categoria: un ripescaggio è altamente improbabile, visto che la Falconarese è stata già ripescata nel 2023-2024.

(g.g.)

©riproduzione riservata




Calcio a 5 / Serie D, per il CDC Moie è tempo di play-off: stasera la sfida alla Folgore Castelraimondo

La squadra di Pirro deve solo vincere in trasferta per passare al prossimo turno, il presidente Spuri: “C’è elettricità nell’aria”

MOIE, 3 maggio 2024 – Stasera, venerdì 3 maggio, a Castelraimondo il CDC Moie è pronto a fare la storia. Il club di Serie D di calcio a 5, infatti, sfida alle 21.45 la Folgore per la semifinale play-off del girone D. I locali hanno il vantaggio del fattore campo e quindi, al termine di eventuali supplementari, se dovessero pareggiare volerebbero in finale. I moiaroli, dunque, devono solo vincere. L‘altra semifinale vedrà opposte Castelraimondo e Cantine Riunite Tolentino ed è in programma domani, sabato 4 maggio.

Di sicuro c’è elettricità nell’aria! – spiega Marco Spuri, presidente e capitano della compagine moiarola – I ragazzi hanno tanta voglia di giocare, di riscattare una stagione sfortunata, almeno in parte. Abbiamo consapevolezza e tanta fiducia nei nostri mezzi è anche stavolta sapremo far fronte alle assenze alle quali ormai da inizio anno siamo abituati. Siamo abituati a non essere al completo ed ormai sarebbe strano il contrario, cioè se avessimo tutta la rosa a disposizione”. 

In parte ci dispiace – aggiunge il presidente – dover giocare lontano dai nostri tifosi. Speriamo affrontino comunque la lunga trasferta per venire a sostenerci. Siamo preparati e pronti a giocare in un catino bollente: di sicuro sarà un bellissimo spot per il nostro sport, una cornice adeguata per un match che sarà certamente appassionante“.

Programma play-off Serie D – 1° turno – venerdì 3 maggio 

Ankon Nova Marmi già qualificata al 2° turno

Giovani Sant’Ippolito-Ciarnin (B) – Frelli e Caraffa di Macerata – ore 21.30

Urbino C5-Montecchio Sport (C) – Pizzi e Zingaretti di Jesi – ore 22.00

Circolo Collodi Ancona-Aspio C5 (D) – Favorini e Gili di Macerata – ore 21.30

Castelraimondo-Cantine Riunite Tolentino (E) – Vitali e Lasorella di Pesaro- sabato 4 maggio ore 15.00

Folgore Castelraimondo-CDC Moie (F)- Bavaro e Menotti di Ancona  – ore 21.45

Capodarco Casabianca-Amatori Stese (G) – Bollettini e Ogginai di Ascoli Piceno – ore 21.30

Sporting Grottammare-Piceno United (H) – Sabbouh e Metko di Fermo – ore 21.45

2° turno – venerdì 10 maggio 

Ankon Nova Marmi-Vincente B

Vincente C-Vincente D

Vincente E-Vincente F

-Vincente G-Vincente H

Si ringrazia Roberto Mingo 

Giacomo Grasselli

 




Mountain Bike / XXVII “9 Fossi MTB Race” a Cingoli, vincono Aleksei Medveded e Debora Piana

Il russo dopo il successo del 2008 e l’italiana per la terza volta di fila trionfano nella gara organizzata dall’Avis Bike Club Cingoli con il patrocinio di Comune e Regione Marche. Matteo Ciriaci nella Top 50 del lungo, Barbara Gabrielli vincitrice della classifica femminile nel percorso corto, Andrea Cipolloni secondo nell’Hard E-Bike. Ha partecipato alla gara classica anche il Comandante dei Carabinieri di Cingoli, Lgt. Umberto Paglioni 

CINGOLI, 29 aprile 2024 – Aleksei Medveded e Debora Piana vincono la 27^ edizione della “9 Fossi MTB Race – Trofeo Città di Cingoli”. Il russo per la seconda volta (2008) e l’italiana del Team Cingolani per il terzo anno di fila superano la concorrenza di oltre 800 ciclisti provenienti da tutto il continente europeo nella classica competizione di mountain bike organizzata dall’Avis Bike Club di Cingoli con il patrocinio dell’amministrazione comunale e della Regione Marche.

C’è stata gloria anche per diversi cingolani: Matteo Ciriaci è il primo portacolori del gruppo sportivo sul traguardo con il 48° posto nel percorso lungo, Andrea Cipolloni e Barbara Gabrielli finiscono sul podio maschile e femminile nelle gare minori, rispettivamente secondo nell’Hard E-Bike e prima di categoria nel Corto.

Il podio del percorso lungo maschile

I vincitori – percorso lungo e corto

Tornando, invece, ai vincitori assoluti, il russo Medveded del Dmt Racing Team ha tagliato il traguardo del percorso lungo di 49 km dopo 2 ore, 13 minuti e 57 secondi, seguito da Davide Di Marco (Team Cingolani) e Pietro Dutto (Mentecorpo Cicli Dragani). Alkesei ha bissato la vittoria dell’edizione del 2008. 

Matteo Ciriaci

Il primo cingolano all’arrivo è Matteo Ciriaci: una rottura alla catena lo ha rallentato nel percorso, ma ha ottenuto comunque un onorevolissimo 48° posto in 2:36:26. Anche il Comandante della Stazione di Cingoli dei Carabinieri, Luogotenente Umberto Paglioni, ha partecipato alla gara classica, riuscendo a completarla al 406° posto in 3:48:54.

Barbara Gabrielli con Roberta Del Mastro

Per Debora Piana del Team Cingolani si tratta della terza vittoria consecutiva alla 9 Fossi, dopo quelle del 2022 e del 2023. Ha chiuso la gara in 2:41:00, precedendo Greta Karasiovaite (Lituania, DMT Racing Team) e la compagna di squadra Anna Oberparleiter. Parlando, invece, del percorso corto di 22 km, Matteo Dellabrancia (Valle del Conca) ha vinto in 1:41:06, precedendo Mattia Trombetta (Monkey Bike) e Daniele Boarelli (Alta Valle del Potenza). Per il GS Avis Bike Cingoli, la prima assoluta sul traguardo è stata Barbara Gabrielli, giunta all’ottavo posto in 2:13:46: la vice-presidente Roberta Del Mastro l’ha premiata in quanto vincitrice della classifica femminile.

Il podio del percorso lungo femminile

Hard E-Bike

Gianni Meschini, invece, ha vinto il percorso hard per l’e-bike di 29 km in 1:18:15, seguito dal cingolano Andrea Cipolloni (Avis Bike Cingoli) a un minuto e 4 secondi di distanza. Completa il podio David Nocioni, quarto Nico Picirchiani della Downhill Deers Cingoli, quinti e sesti due giovanissimi cingolani, Mattia Mosca (Recanati Bike Team) e Valentino Lucertoni.

Tra gli sportivi presenti anche il responsabile del settore giovanile della Pallamano Chiaravalle, Nando Nocelli (ottavo), il responsabile del settore giovanile della Cingolana San Francesco Valerio Angelucci (tredicesimo) e Silvano Nocelli della Bocciofila Cingoli (26° Hard E-bike).

Andrea Cipolloni con il sindaco Michele Vittori: i due sono molto amici e si allenano insieme durante i fine settimana

La soddisfazione del sindaco Michele Vittori

A causa di un infortunio, il sindaco di Cingoli Michele Vittori ha preferito partecipare solo alla Cicloturistica non competitiva. Con lui erano presenti l’assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini e gli assessori comunali Cristiana Nardi, Martina Coppari, Pamela Gigli, Gilberto Giannobi e Luca Giovagnetti.

Da sinistra Primo Ciattaglia, Filippo Saltamartini, Michele Vittori e Massimo Romanelli (vice presidente FCI Marche)

“Oggi (ieri per chi legge, ndr) – ha scritto il Primo Cittadino su Facebook -, in una bella giornata di sole, a Cingoli, il consueto appuntamento degli appassionati del settore per partecipare e festeggiare la 27^ edizione della ‘9 Fossi’!

Sempre tantissimi i partecipanti alle varie gare, che hanno avuto l’occasione di provare la propria forma fisica e cimentarsi nel loro sport preferito, condividendo con gli altri atleti la passione che li unisce!

Sempre perfetta l’organizzazione dell’Avis Bike Club. E’ veterana in questa attività in sinergia con il Comune di Cingoli e con la Regione Marche, arricchita dal prezioso contributo degli assistenti volontari ai percorsi e delle cuoche addette a rifocillare i presenti! La gara si è svolta in un bel clima di sportiva competizione e convivialità.  Ringraziamo il Presidente Primo Ciattaglia e tutti coloro che si sono adoperati per il buon andamento della gara! Appuntamento al 2025 per la XXVIII edizione”.

La gara è stata garantita dal servizio d’ordine dei Carabinieri di Cingoli, della Polizia Municipale, della Protezione Civile comunali, oltre alla fondamentale assistenza sanitaria dei volontari della Croce Rossa di Cingoli in collaborazione con la dottoressa Patrizia Branchesi dei medici di famiglia associati cingolani.

I volontari della Croce Rossa per l’assistenza sanitaria alla 9 Fossi 2024

I risultati della 26^ edizione della “9 Fossi MTB Race – Trofeo Città di Cingoli”

Percorso Lungo – classifica maschile

  1. Aleksei Medveved (Russia, Dmt Racing Team) in 2:13:57,
  2. Davide Di Marco (Team Cingolani) +0:09,
  3. Pietro Dutto (Mentecorpo Cicli Dragani) +0:18,
  4. Mattia Toccafondi (Dmt Racing Team) +0:22,
  5. Franco Casella (Pasolini Racing Team) +0:24,
  6. Giacomo Sbrocca (Mondobici) +1:08,
  7. Leopoldo Rocchetti (Bike Therapy) +4:52;
  8. Luca Celli (Avis Pratovecchio) +5:47;
  9. Daniele Malusardi (Team Passion) +6:03;
  10. Francesco Collini (Team Essere) +6:04;

Percorso Lungo – classifica femminile

  1. Debora Piana (Team Cingolani) in 2:41:00
  2. Greta Karasiovaite (Lituania, DMT Racing Team) +3:07;
  3. Anna Oberparleiter (Team Cingolani) +6:58.

Avis Bike Cingoli: 48° Matteo Ciriaci (2:36:26), 101° Francesco Scortechini, 117° Marco Guglielmi, 150° Michele Bastari, 185° Giacomo Guerrieri, 190° Alessandro Coppari, 262° Daniele Pierucci, 268° Orlando Maranzano, 290° Michele Bussolotto, 394° Alessandro Gabrielli, 396° Roberto Marinelli, 406° Umberto Paglioni, 434° Michele Ferretti, 473° Gabriele Cantarini, 475° Stefano Fratesi

Downhill Deers Cingoli: 383° Andrea Barigelli

Percorso corto

  1. Matteo Dellabrancia (Valle del Conca) in 1:41:06,
  2. Mattia Eugenio Marco Trombetta (Monkey Bike)
  3. Daniele Boarelli (Alta Valle del Potenza)

Avis Bike Cingoli: 8^ Barbara Gabrielli (1^ donna, 2:13:46), 14° Lorenzo Bartolini, 16° Edoardo Mazzi, 17° Fausto Chitarroni

Hard E-bike

  1. Gianni Meschini (My Planet) in 1:18:15
  2. Andrea Cipolloni (Avis Bike Cingoli) +1:04
  3. David Nocioni +1:54
  4. Nico Picirchiani (Downhill Deers Cingoli)
  5. Mattia Mosca (Recanati Bike Team)
  6. Valentino Lucertoni
  7. Manuel Lassandari (Recanati Bike Team)
  8. Nando Nocelli (Avis Bike Cingoli)
  9. Palmiano Piantini (Avis Bike Cingoli)
  10. Massimo Piervittori (Avis Bike Cingoli)

Avis Bike Cingoli: 13° Valerio Angelucci, 20° Massimiliano Ottobri, 26° Silvano Nocelli

Downhill Deers Cingoli: 14° Marco Broglia

Altri cingolani: 15° Marco Ilari

Si ringraziano per le foto Michele Vittori, Cristiana Nardi, Matteo Ciriaci, Federico Marchegiani e l’Avis Bike Club Cingoli

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio Giovanile / Tornei Velox e Cleti, 77 club iscritti alle competizioni per Allievi, Giovanissimi ed Esordienti

Si punta a raggiungere il record del 2023: tutti i club iscritti della Vallesina e della Provincia di Ancona

MACERATA, 14 marzo 2024 – 77 club di tutte le Marche hanno inviato il loro ok, la loro formale adesione presso la segreteria della Maceratese e prenderanno parte alle prossime edizioni dei tornei Velox e Cleti.

Un numero assai elevato di iscrizioni alle manifestazioni-gioiellino rivolte al calcio giovanile, dagli Allievi a scendere fino agli Esordienti. Un totale che rischia di bissare l’exploit dello scorso anno da record con 120 partecipanti. La Maceratese, va ricordato, ha indicato infatti nel 20 marzo la data di scadenza dei termini e, vista l’abitudine a concretizzare all’ultimo la partecipazione, il totale già raggiunto è appunto altissimo.

Le competizioni invece inizieranno a maggio per concludersi a fine giugno e stavolta le fasi finali torneranno nello splendido scenario dello Stadio della Vittoria.

Queste le società già al via per le province di Macerata e Ancona. Velox Allievi (46° edizione): Maceratese, Villa Musone, Matelica, Cingolana San Francesco, Academy Civitanovese, Montecosaro, Union Picena, Robur 1905, Civitanovese, Portorecanati, Montemilone Pollenza, Senigallia Calcio, Nuova Folgore, Villa Musone, Vigor Senigallia, Aurora Jesi, Palombina Vecchia, Portuali Dorica, Castelfrettese, Giovane Ancona, Junior Jesina, Fabriano Cerreto, Osimana, Ponterosso calcio, Jesina, Biagio Nazzaro. 

Velox Giovanissimi (35° edizione): Maceratese, United Civitanova, Villa Musone, Matelica, Academy Civitanovese, Union Picena, Robur 1905, Aurora Treia, Civitanovese, Montemilone Pollenza, Senigallia Calcio, Nuova Folgore, Villa Musone, Aurora Jesi, Vigor Castelfidardo, Palombina Vecchia, Osimo Stazione, Castelfrettese, Giovane Ancona, Fabriano Cerreto, Osimana, Ponterosso, Biagio Nazzaro. 

“Nando Cleti” (38° edizione): Maceratese, Cingolana San Francesco, Salesiana Vigor, Matelica, United Civitanova, Academy Civitanovese, Robur 1905, Aurora Treia, Civitanovese, Montemilone Pollenza, Nuova Folgore, Senigallia Calcio, Vigor Senigallia, Vigor Castelfidardo, Aurora Jesi, Palombina Vecchia, Osimostazione, Giovane Ancona, Fabriano Cerreto, Junior Jesina, Biagio Nazzaro. 

Si ringrazia Andrea Scoppa

©riproduzione riservata




Pallamano A Gold / La partita si ripete, la Macagi Cingoli no: la Sidea Fasano vince 27-30

I pugliesi vincono la ripetizione del match del 7 febbraio: la squadra di Palazzi regge 43 minuti, poi alza bandiera bianca. 11 gol per Marko Knezevic

CINGOLI, 5 marzo 2024 – Questa volta la Sidea Fasano batte la Macagi Cingoli. La ripetizione del recupero della 14^ giornata di Serie A Gold, infatti, termina con il 27-30 dei campioni d’Italia, che volano momentaneamente in testa alla classifica. I ragazzi di Palazzi tengono per 43 minuti: una serie di blackout permettono ai pugliesi di allungare, conquistando i due punti. Per i cingolani, oltre al danno per la ripetizione della partita vinta, anche la beffa della sconfitta.

Primo tempo

Il primo tempo è molto equilibrato, con le due squadre che si affrontano a viso aperto, pur sbagliando molto in attacco. Il punto-punto iniziale si spezza sul 3-3, quando Angiolini e Knezevic piazzano il +2 sul 3-5. Mangoni con una suntuosa virgola dall’ala destra accorcia, poi Albanesi compie due miracoli su Angolini e Knezevic. Ciattaglia colpisce un palo, Shehab non trova lo specchio e Knezevic ribadisce il 4-6 al 10’.

Dall’altra parte Codina non sbaglia dai 7 metri, Albanesi salva su Pugliesi e Compagnucci colpisce il terzo palo di giornata per i locali (il primo lo aveva colpito Strappini sul 2-2). Sul 6-8, la Macagi ribalta il parziale grazie a Rossetti e a tre reti di Mohamed Shehab, portandosi sul 10-8 al 22’. In questo frangente Cunha colpisce il palo interno, mentre Albanesi è attento su Knezevic.

Fasano risponde con un contro-break di 0-4 firmato triplo Knezevic e Angiolini: al 24’ siamo sul 10-12,con il quarto legno dei cingolani colpito da Codina Vivanco, dato che la traversa ha negato il possibile 11-10. La Macagi non ci sta e torna avanti con un 3-0 firmato Shehab, Ciattaglia e Rossetti, parziale di 13-12 al 27’ dopo la traversa di Knezevic. Si prosegue punto-punto fino agli ultimi secondi dei 30’ iniziali: Tornjorsson pareggia sul 15-15, Leban salva su D’Benedetto e Angiolini non trova la porta con il tiro franco che chiude il primo tempo.

Secondo tempo

Nella ripresa, proprio come a Bressanone, la Macagi Cingoli subisce un netto calo, così la Sidea Fasano riesce a scappare, conquistando i due punti. Cunha segna subito il 15-16 e da quel momento i cingolani non riusciranno più a trovare il pari. Albanesi respinge i tentativi di Pugliese e Torbjorsson, ma dall’altra parte D’Benedetto colpisce un palo.

Knezevic e Mangoni non trovano la porta, Leban respinge su Shehab e Cunha segna il 15-17 al 37’. D’Benedetto firma il nuovo -1, però la Sidea piazza un uno-due con Angiolini e Cantore, conquistando il +3 sul 16-19. Dopo il rigore segnato da Codina Vivanco, Cunha al 40’ ribadisce il +4 (17-21). Codina sbaglia dai 7 metri, ma Cingoli prova a rialzarsi: ancora il 95 locale e Ciattaglia riescono ad accorciare sul -2 al 43’ (19-21), con il fondamentale contributo di Albanesi, attento su Knezevic.

Sul 20-22, la Sidea torna a +4 con Angiolini e Knezevic sul 20-24, con in mezzo il palo di Shehab. Rossetti tiene a galla i locali, tuttavia dall’altra parte Cantore, Pugliese e Knezevic conquistano il 21-27. In questo frangente Codina sbaglia un altro rigore e Leban salva su Ciattaglia. Il vantaggio ospite arriva addirittura a +7 al 54’ con il 22-29, con gli acuti di Cantore e Torbjorsson. Il 4-0 finale dei padroni di casa firmato doppio Ciattaglia e doppio Shehab serve solo a rendere meno amara la sconfitta.

Quinta sconfitta consecutiva

La Macagi Cingoli non si ripete e perde 27-30 contro la Sidea Fasano, che torna in testa alla classifica in attesa del recupero di domani, mercoledì 6 marzo, tra Brixen e Conversano. I ragazzi di Palazzi incappano nella quinta sconfitta consecutiva proprio dalla notizia della ripetizione del match. Dopo un primo tempo equilibrato, Strappini e compagni hanno sbagliato troppo nella ripresa, non riuscendo ad arginare le fughe dei fasanesi. In serata di grazia, in particolare, Marko Knezevic, autore di ben 11 reti (ironia della sorte proprio il giocatore protagonista dell’errore tecnico della sfida del 7 febbraio), seguito a 7 da Angolini e Shehab e a 6 da Rossetti.

Resta la grande amarezza per l’annullamento di un match vinto sul campo, una vera e propria impresa sportiva dei cingolani, per un errore tecnico del primo tempo di quella sfida che discutibilmente avrebbe potuto incidere sull’andamento del match nella ripresa. Così, però, è stato deciso dal giudice sportivo e ora occorre voltare pagina, perché per la salvezza è ancora tutto aperto.

La Macagi Cingoli resta al nono posto con 12 punti, con Albatro Siracusa e Trieste. I siciliani, al momento, sarebbero salvi grazie alla differenza reti migliore rispetto a marchigiani e giuliani, attualmente ai play-out. L’Albatro è a -30, i cingolani sono a -47, i triestini a -70. Nel prossimo turno, Strappini e compagni tornano a giocare al PalaQuaresima, per la sfida della 20^ giornata contro il Conversano quinto, in programma sabato prossimo 9 marzo alle ore 18.00.

Tabellino

Macagi Cingoli 27-30 Sidea Fasano (15-15)

Macagi Cingoli: Albanesi, Santamarianova, D’Agostino, Ciattaglia 5, Shehab 7, Ottobri, Mangoni 2, Somogyi, Bordoni, Latini, Strappini 2, D’Benedetto 2, Rossetti 6, Compagnucci, Gigli, Codina Vivanco 3. All. Palazzi

Sidea Fasano: Leban, Torbjorsson 2, Angiolini 7, Pugliese 2, Messina, Boggia 1, Nardelli, Cantore 3, Cunha 3, Beharevic 4, Knezevic 11, Legrottaglie, Corcione, Rubino. All. Fovio

Arbitri: Dionisi-Maccarone

Foto di Doriano Picirchiani

Programma e classifica 

Recupero 14^ giornata: Macagi Cingoli 27-30 Sidea Fasano

Recupero 17^ giornata: Brixen-Conversano – mercoledì 6 marzo ore 20.00

CLASSIFICA – Sidea Fasano 31, Brixen 30, Alperia Merano 28, Bolzano 28, Conversano 27*, Cassano Magnago 24, Raimond Ego Sassari 23, Eppan 15, Albatro Siracusa 12, Macagi Cingoli 12, Trieste 12, Pressano 9, Secchia Rubiera 7, Carpi 6

LEGENDA: blu: play-off scudetto; rosso: playout; marrone: retrocessione in Serie A Silver; *: una partita in meno per ogni asterisco

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Serie C / L’Ancona riprende la Carrarese al 94′: 2-2 al “Del Conero”

Nei primi 20 minuti Finottto apre le marcature, Energe pareggia e Schiavi da punizione fa l’1-2; nella ripresa Saco allo scadere regala ai dorici il terzo risultato utile di fila

ANCONA, 18 febbraio 2024 – Saco al 94’ regala all’Ancona il terzo risultato utile consecutivo. I dorici di Colavitto, infatti, hanno raggiunto sul 2-2 la Carrarese, nel match della 27^ giornata del girone B di Serie C di calcio. I toscani, in vantaggio 1-2 al 18’ del primo tempo, hanno preferito difendere il risultato anziché cercare il colpo del ko e sono stati puniti proprio allo scadere. Per i biancorossi, invece, si tratta di un punto d’oro al termine di una prestazione non brillantissima.

Primo tempo

La gara si sblocca nei primi 20 minuti. Al 6’ Paolucci verticalizza per Spagnoli con uno loeb morbido, Bleve anticipa l’attaccante locale; la Carrarese riparte in contropiede con Finotto, ma Perucchini esce dai 18 metri e spazza in rimessa laterale. Minuto numero 9: Finotto riceve palla sul vertice sinistro dell’area di rigore, se la aggiusta in palleggio e calcia, realizzando lo 0-1.

L’Ancona reagisce subito e dopo 5 minuti pareggia. Martina sulla sinistra riceve palla in area e appoggia in mezzo verso Energe, il quale stoppa il pallone e lo infila in rete da due passi, per l’1-1. Altri 4 giri di lancette ed ecco l’1-2: l’arbitro concede un fallo agli ospiti sulla sinistra da 25 metri, alla battuta si presenta Schiavi che con una botta secca realizza il nuovo vantaggio toscano mettendo la palla sotto l’incrocio dei pali. La rete gela il “Del Conero” festoso dopo il momentaneo pari.

A questo punto la Carrarese preferisce difendere il vantaggio, mentre l’Ancona non riesce a creare occasioni pericolose dalle parti di Bleve. Al 30’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla destra Pellizzari fa sponda di testa verso Cella ma la sfera rotola fuori dell’area di rigore. Passano 5 minuti e Finotto vede Perucchini fuori posizione e prova il pallonetto da 40 metri, il pallone termina fuori sopra la traversa di qualche metro.

I toscani attaccano sul finale di tempo. Al 39’ gli ospiti tagliano la difesa locale in due con un filtrante verso Zanon sulla destra, il quale entra in area e prolunga verso Capezzi che tira a botta sicura, Perucchini devia in corner. Tre minuti dopo ci prova Cicconi da buona posizione sulla destra al limite, ancora l’estremo difensore dorico devia in corner. Dall’altra parte, Spagnoli si invola in contropiede e viene fermato con un fallo da Cicconi: l’arbitro estrae solo il cartellino giallo al giocatore della Carrarese. La seguente punizione di Energe da 20 metri non si abbassa sufficientemente e termina sul fondo. Il primo tempo termina così 1-2.

Secondo tempo

La ripresa è più confusionaria rispetto al primo tempo, ma proprio quando l’Ancona segnava essersi rassegnata alla sconfitta è arrivato lo squillo di Saco. Al 53’ i dorici sbagliano un disimpegno difensivo, Capello ci prova dal limite ma la difesa respinge lontano. Dall’altra parte Saco dalla sinistra appoggia indietro verso Spagnoli che calcia dal limite, Bleve raccoglie in presa.

Al 65’ Capello incorna di testa sugli sviluppi di un cross dalla destra, ma non trova lo specchio. Nell’azione seguente Saco si coordina e calcia da 20 metri, la conclusione si stampa ampiamente a lato sul fondo. Siamo al 74’ quando Finotto sulla sinistra entra in area, passa in orizzontale all’indietro dall’altra parte per Zanon che controlla male da buona posizione, la difesa locale spazza in corner.

Passano 6 minuti e il subentrato Vogiatis per l’Ancona calcia da 25 metri sulla sinistra, proprio dalla stessa posizione del gol dell’1-2, ma la traiettoria non si abbassa verso lo specchio. All’84’ Basso fa ripartire i dorici in contropiede dal centro, prolunga verso Cioffi in area sulla sinistra lasciato solo in area, il quale però si allunga troppo il pallone e torna indietro verso i compagni. Quindi ancora Vogiatis tenta l’eurogol da 40 metri, senza troppa fortuna.

Al 90’ Schiavi in area riceve palla dal centro e tenta il pallonetto a giro a sorprendere Perucchini, il tentativo finisce alto sopra la traversa. Due minuti dopo, Cioffi calcia alle stelle un piazzato da 20 metri: alcuni spettatori cominciano già a lasciare il campo dalla tribuna centrale. Poco dopo l’ex Juve Giannetti, entrato in campo nel secondo tempo, sciupa la palla dell’1-3 da buona posizione sulla sinistra.

Minuto numero 94: Saco recupera palla dai 25 metri, triangola con Giampaolo sulla destra e, una volta ricevuto il passaggio dal compagno, calcia a botta sicura, bucando le mani di Bleve. E’ 2-2 ed il “Del Conero” esplode di gioia per un pareggio d’oro.

Terzo risultato utile

L’Ancona, dunque, ferma sul pari la Carrarese all’ultimo respiro. La squadra di Colavitto è stata brava a crederci fino alla fine, andando a raccogliere l’applauso della Curva Nord a fine gara. Gli ospiti si mangiano le mani per non aver portato a casa l’intera posta contro una squadra biancorossa non lucidissima, ma che è riuscita comunque a conquistare il terzo risultato utile di fila.

Con questo pareggio, i dorici salgono a 30 punti in classifica al 14° posto, a +2 dalla Spal momentaneamente in zona play-out. Nel prossimo turno, l’Ancona sfida in casa il Rimini, nella gara della 28^ giornata in programma sabato 24 febbraio alle 16.15.

Tabellino

RETI – 9’ Finotto (C), 14’ Energe (A), 18’ Schiavi (C), 94’ Saco (A)

ANCONA (3-5-2): Perucchini; Pellizzari (46’ Marenco), Cella, Mondonico; Clemente (82’ Basso), Paolucci (63’ Cioffi), Prezioso (63’ Vogiatis), Saco, Martina; Energe (63’ Giampaolo), Spagnoli. All. Colavitto – A disp. Vitali, Testagrossa, Agyemang, D’Eramo, Radicchio, Barnabà, Moretti.

CARRARESE (3-5-2): Bleve; Illanes, Coppolaro (53’ Di Gennaro), Imperiale; Panico (89’ Palmieri), Cicconi, Capezzi, Schiavi, Zanon; Finotto (89’ Giannetti), Capello (80’ Cerretelli). All. Calabro – A disp. Tampucci, Mazzini, Palmieri, Zuelli, Maccherini, Boli.

ARBITRO – Mirabella di Napoli (AA1: Caldirola di Milano; AA2: Brunetti di Milano; AAE: Buzzone di Enna)

NOTE – spettatori: 3244; recupero: 2’ + 7’; ammoniti: Coppolaro (C), Cella (A), Cicconi (C), Clemente (A), Paolucci (A), Illanes (C)

Risultati e classifica – Serie C girone B

27^ giornata: Fermana-Spal 1-1, Torres-Perugia 1-0, Ancona-Carrarese 2-2, Pineto-Olbia 1-0, Arezzo-Recanatese 2-0, Rimini-Pontedera (18/02 ore 18.30), Juventus NG-Lucchese (18/02 ore 20.45), Vis Pesaro-Pescara (18/02 ore 20.45), Gubbio-Entella (19/02 ore 20.30), Sestri Levante-Cesena (19/02 ore 20.45)

CLASSIFICA – Cesena 65*, Torres 56, Carrarese 49, Perugia 46, Gubbio 43*, Pescara 41*, Pontedera 39, Juventus Next Gen 36*, Pineto 36, Arezzo 34, Entella 32*, Rimini 32*, Lucchese 31*, Ancona 30, Vis Pesaro 29*, Spal 28, Sestri Levante 28*, Recanatese 24, Olbia 21, Fermana 18.

NOTE – *: una partita in meno per ogni asterisco

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Promozione / Castelfrettese, sotto l’albero c’è Diego Zannini

Il centrocampista cingolano, classe 2000, aveva iniziato la stagione in Prima Categoria allo Staffolo. In uscita Sampaolesi

CASTELFERRETTI, 28 dicembre 2023 – Diego Zannini è un nuovo giocatore della Castelfrettese. Il centrocampista cingolano, classe 2000, nella prima parte di stagione ha giocato con lo Staffolo, nel girone B di Prima Categoria.

“Sotto l’albero di Natale – si legge nel comunicato stampa di presentazione – la Castelfrettese ha trovato un rinforzo di spessore. Alla corte del tecnico Gianluca Fenucci è approdato Diego Zannini (classe 2000), reduce dalla prima parte di stagione trascorsa allo Staffolo, dove ha totalizzato 3 reti in 8 partite nel girone B di Prima Categoria. Giocatore duttile, in grado di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo e di agire anche da esterno, il volto nuovo vanta nonostante la giovane età un curriculum significativo, caratterizzato da 60 presenze spalmate in tre stagioni di Serie D con Jesina e Sangiustese e dalle esperienze in Eccellenza con Marina e Montefano e in Promozione con la Passatempese. La sosta di fine anno servirà all’ultimo arrivato per integrarsi coi nuovi compagni in vista della prima partita del 2024 e del girone di ritorno, fissata per domenica 7 gennaio (ore 14.30, a Rio Salso) contro il Valfoglia.

A dimostrazione della volontà del club biancorosso di riemergere dal quintultimo posto in classifica, con Zannini sono saliti a quattro i giocatori arrivati alla Castelfrettese nel mercato di dicembre: in precedenza avevano già debuttato i centrocampisti Michele Piancatelli (classe 2004, in prestito dal Tolentino) e Nicola Palazzi (’96, dalla Pergolese), oltre al portiere Alessandro Tomba (’87, dall’Elpidiense Cascinare).

Sul fronte delle uscite la società del presidente Augusto Bonacci comunica lo svincolo, attraverso la risoluzione del rapporto contrattuale di lavoro sportivo, di Massimiliano Sampaolesi (’92) che intraprenderà a gennaio una nuova avventura calcistica in Australia. All’esperto centrocampista, che ha collezionato 12 presenze in campionato, vanno i ringraziamenti per l’impegno profuso nei cinque mesi trascorsi in biancorosso”.

©riproduzione riservata

 




Pallamano A Silver / Chiaravalle, l’intervista al pivot Del Curto: “Qui si lavora seriamente”

L’intervista al nuovo arrivato: “Sono contento di essere qua, per me è una grande opportunità e voglio puntare in alto”

CHIARAVALLE, 21 settembre 2023 – Continuano le interviste pre-campionato ai nuovi innesti della Pallamano Chiaravalle. Queste le dichiarazioni del pivot argentino di origini italiane Gino Del Curto dopo poco più di un mese dall’approdo nelle Marche con la casacca biancoblu, sotto l’occhio vigile di Mister Guidotti.

Del Curto, come ti trovi a Chiaravalle a poco più di un mese dall’arrivo in società?

“Sono molto contento di essere qui. Si lavora seriamente, sia in campo con i compagni, che con il Mister che con la società. Hanno davvero in mente un obiettivo e un cammino preciso”.

Conoscevi già il metodo di lavoro di Mister Guidotti?

“Mi avevano parlato di lui e vederlo lavorare mi piace. Ha una bella formula, è molto bravo, tenace quando serve ma anche preoccupato per noi. Mi chiede sempre come sto, ha davvero una grande attenzione per ognuno di noi, seguendoci sia dentro che fuori dal campo. È davvero un manager a tutto tondo”.

E di Chiaravalle come squadra avevi sentito parlare?

“Sì me ne aveva parlato Gusti (Gustavo Guerrero ndr) con grande enfasi. È una società seria, si lavora bene e sono tutti molto responsabili. Siamo partiti in 20 con la preparazione oltre un mese fa, a fine luglio con il caldo torrido, e oggi ci siamo ancora tutti e 20. Tra i giocatori ci sono persone che lavorano o studiano. Non è facile mantenere il gruppo unito in maniera così costante, ma a Chiaravalle ci si riesce, grazie all’impegno di tutti, a cominciare dal Presidente Maltoni”.

Ti aspettavi una realtà così strutturata, capace di assistere i giocatori nei minimi dettagli? 

“Nella mia carriera sono stato fortunato a trovarmi sempre in società di questo tipo, ma so che non tutte le realtà sono così nella pallamano. Posso dire che mi è piaciuto trovare un centro all’avanguardia come quello della Pallamano Chiaravalle, che vanta fisioterapisti, osteopati, nutrizionisti, studiosi della preparazione atletica e molto altro ancora”.

Cosa si aspetta da te il Mister Guidotti?

“Da me il mister si aspetta il lavoro dentro il campo ma anche fuori. Voglio proporre il mio punto di vista con umiltà, per dare un riferimento positivo ai ragazzi più piccoli che stanno crescendo poco a poco con noi. Li voglio far lavorare in modo professionale e mantenere il gruppo unito. Dentro il campo mi piace giocare, ho bisogno della ‘guerra’. Do sempre il 100% e anche il Mister sa che sono pronto a lottare per far entrare la palla nella porta e prenderla in difesa”.

Lo scorso anno giocavi in Portogallo. Ti sei dovuto adattare ad un altro tipo di pallamano?

“Dal punto di vista tattico avevo un lavoro completamente diverso lo scorso anno. In Portogallo si gioca una pallamano più fisica ma non molto veloce, qui invece facciamo un gioco rapido. Io sono qui per essere al servizio del Mister Guidotti, di cui mi fido ciecamente data la grandissima esperienza”.

Cosa ti aspetti da questa esperienza a Chiaravalle?

“Io sono contento di essere qua, per me è una opportunità e voglio puntare in alto. Ho la fortuna di avere una doppia cittadinanza, grazie al mio bisnonno. Non devo mai dimenticarmi da dove vengo, la mia famiglia, i miei amici e la mia fidanzata. Voglio mantenere i piedi a terra e la mano salda sul pallone da pallamano”.

©riproduzione riservata




Calcio / Prima Categoria, altri due colpi per il Castelbellino: ecco Api e Prattichizzo

Il classe 1996 e il classe 1981 sono i colpi in attacco per il club orange, che ora non nasconde più le ambizioni di vertice

CASTELBELLINO, 8 luglio 2023 – Il Castelbellino continua a piazzare importanti colpi di mercato in vista della stagione 2023-2024 in Prima Categoria. Sono stati ufficializzati nei giorni scorsi, infatti, gli attaccanti Matteo Prattichizzo e Daniele Api, profili da categoria superiore.

Prattichizzo, jesino classe 1996, viene dalle esperienze al Barbara, al Moie Vallesina e alla Junior Jesina. Daniele Api, invece, è nato nel 1981 e ha vestito le maglie di Ostra Vetere, Vigor Senigallia, Monserra, Pergolese, Fossombrone, Vismara, Matelica, Laurentina, Barbara e Moie Vallesina, segnando più di 250 gol in carriera.

“Sicuramente – ammette la società – è uno degli acquisti più importanti dell’era Accorrono. Daniele non è solo un bomber di razza e un giocatore straordinario, ma una splendida persona che siamo certi aiuterà la squadra e la società a crescere e a migliorare”. Dopo gli acquisti di Piccinini, Santini e Madonna, dunque, le aggiunte di Prattichizzo e soprattutto Api innalzano ulteriormente il livello della squadra del Castelbellino per la prossima stagione 2023-2024. 

©riproduzione riservata




Calcio / Prima Categoria, capitan Corneli porta la Filottranese in finalissima: 3-2 al Sassoferrato Genga

Ricci ed Emanuele Piermattei portano due volte in vantaggio gli ospiti: la squadra di Malavenda risponde con Maccioni e la doppietta del capitano e vola nella finalissima contro la Pergolese

FILOTTRANO, 28 maggio 2023 – La Filottranese vince i play-off del girone B di Prima Categoria di calcio. I ragazzi di Malavenda, infatti, hanno battuto 3-2 un Sassoferrato Genga mai domo, capace di portarsi due volte in vantaggio, in particolare con l’1-2 nel secondo tempo. I due gol di capitan Corneli, però, portano i biancorossi all’appuntamento decisivo per il salto di categoria: il prossimo avversario sulla strada della Nese sarà la Pergolese.

La partita

I sentinati aprono le marcature al quarto d’ora: Passeri crossa in area verso Ricci che colpisce di testa, Palmieri respinge ma il numero 9 ospite riesce a ribadire in rete, per lo 0-1. La Filottranese pareggia al 22’. Tarabelli in progressione appoggia per Fiordoliva al limite dell’area piccola, che a sua volta offre il pallone a Maccioni, che da due passi realizza il gol dell’1-1, 26° stagionale per l’attaccante cingolano. Il primo tempo termina 1-1.

Carlo Maria Corneli, capitano della Filottranese

Nella ripresa le due squadre continuano a sfidarsi a viso aperto con un ritmo molto alto. Il Sassoferrato Genga torna in vantaggio al 52’: Ricci controlla il pallone su un lancio lungo e verticalizza verso Carboni, che entra in area e con i tempi giusti serve Emanuele Piermattei il quale, da due passi e a porta vuota, realizza la rete dell’1-2. I locali, però, non si scompongono e portano la sfida ai supplementari. Ci pensa capitan Corneli, su assist di Perna sugli sviluppi di una punizione, a decretare il 2-2 con cui si chiudono i primi 90’ di gioco.

Con un unico risultato a disposizione, il Sassoferrato Genga si sbilancia nell’extra time, nel tentativo di trovare il gol qualificazione. A segnare, però, è la Filottranese, a 10 minuti dalla fine: Nicoletti Pini trova una gran conclusione, Buriani respinge ma ancora Corneli trova il tap-in vincente che chiude tutti i conti sul 3-2.

I biancorossi di Malavenda passano il turno, rimontando per ben due volte il parziale, ma onore ai sentinati di Franceschelli, restati in gara per tutti e 120 i minuti di gioco. Ora l’ultimo ostacolo tra la Nese e il ritorno in Promozione si chiama Pergolese, nella sfida del prossimo weekend in campo neutro. L’altra finalissima play-off, infine, sarà Appignanese-Azzurra SBT: le due vincenti di queste due finali sono promosse in Promozione.

Tabellino

Filottranese 3-2 Sassoferrato Genga (1-1; 2-2; 2-2; 3-2)

FILOTTRANESE – Palmieri, Fiordoliva S. (55′ Grassi), Perna, Dignani, Candidi, Corneli, Tarabelli, Maresca (87′ Lorenzini), Maccioni (106′ Meschini), Paialunga (94′ Capomagi), Massucci (78′ Nicoletti Pini). All. Malavenda

SASSOFERRATO GENGA – Buriani, Passeri, Di Nuzzo (108′ Ruiu), Chioccolini, Lippolis, Paoluzzi, Cossa (88′ Piermattei F.), Arcangeli (76′ Imperio), Ricci, Carboni (111′ Lucertini), Piermattei E. (78′ Bonci), All. Franceschelli

ARBITRO – Tasso di Macerata

RETI – 16’ Ricci (SG), 22’ Maccioni (F), 52’ Piermattei E. (SG), 71’ e 110’ Corneli (F)

©riproduzione riservata




Calcio / Prima Categoria, la Filottranese non va oltre lo 0-0 contro il Castelbellino: vetta a -3

I biancorossi di Malavenda non riescono a sfondare il muro Orange: la Castelfrettese vola a +3, mentre i ragazzi di Ricci restano a -12 dal secondo posto e ora sarebbero fuori dai play-off

FILOTTRANO, 26 marzo 2023 – Finisce 0-0 il posticipo della 25^ giornata del girone B di Prima Categoria tra Filottranese e Castelbellino. I ragazzi di Malavenda, infatti, non vanno oltre il pari e scivolano a -3 dalla Castelfrettese capolista, mantenendo comunque i 12 punti di vantaggio dagli Orange di Ricci. 

Non è stata una partita entusiasmante, anche se combattuta su ogni pallone. I locali, che hanno dovuto fronteggiare dopo pochi minuti l’infortunio Lorenzo Maccioni a causa di un profondo taglio alla testa (il quale ha comunque continuato il match), non sono riusciti ad essere incisivi e a superare l’attenta difesa ospite. L’unica grande occasione della “Nese” è stata una traversa di Corneli sugli sviluppi di un tiro-cross. 

Il pareggio non accontenta nessuno. La Filottranese, infatti, perde due punti dalla Castelfrettese, mentre il Castelbellino, pur quinto, resta a -12 dal secondo posto e al momento non disputerebbero i play-off. Nel prossimo turno, i biancorossi aspetteranno al “San Giobbe” il Chiaravalle, mentre i biancoarancioni affronteranno in casa lo Staffolo.

Tabellino 

FILOTTRANESE –  Palmieri, Dignani, Perna, Iannaci, Donati, Corneli, Paialunga, Costarelli, Maccioni, Grassi, Nicoletti Pini. All. Malavenda – A disp. Grilli, Paesani, Fiordoliva M., Vitali, Taralli, Lorenzini, Fiordoliva S., Capomagi, Meschini
CASTELBELLINO – Pettinelli, Simonetti, Musumeci, Ledesma, Lucarini, Giacchini, Cecati, Stamate, Corinaldesi, Monno, Onuorah. All. Ricci – A disp. Micci, Torrisi, Barchiesi, Zucca, Tarabello, Giovanelli, Ulisse, Bruschi, Bando

ARBITRO – Cesca di Macerata

CLASSIFICA – Castelfrettese 54, Filottranese 51, Sassoferrato Genga 47, Borgo Minonna 44, Castelbellino 39Chiaravalle 37, Staffolo 37, Montemarciano 33, Castelleonese 31, Real Cameranese 30, Sampaolese 30, Labor 30, MonSerra 29, Villa Musone 26, Colle 2006 11, Loreto 9

©riproduzione riservata




Bocce / La Bocciofila Cingoli vince a Loreto e mantiene il primato in Serie A

Gli uomini di Nocelli e Coloccioni battono una delle favorite per la vittoria del girone. La squadra di Serie C pareggia in rimonta a Castelraimondo

CINGOLI, 26 marzo 2023 – La Bocciofila Cingoli vince anche a Loreto e resta a punteggio pieno nel girone B di Serie A di Bocce. La società del presidente Catervi, infatti, ha vinto 3-5 contro la Calcabrini Impianti, cogliendo la seconda vittoria consecutiva contro una squadra candidata per il successo finale del campionato. In settimana, inoltre, la formazione di Serie C ha pareggiato a Castelraimondo per 4-4, rimontando dal 4-1.

Serie A

Quella di ieri, sabato 25 marzo, è stata una vittoria inaspettata per la Bocciofila Cingoli. Il roster, guidato dai coach Silvano Nocelli ed Ernesto Coloccioni, ha disputate ottime manche, mantenendo la clama e la concentrazione dal primo all’ultimo tiro. Il risultato di 3-5 contro una delle favorite per la vittoria del girone come la Calcabrini Impianti rende entusiasti i tecnici cingolani, soprattutto per la bontà delle scelte fatte. Il match è stato arbitrato da Mario Camperio, con Avelino Onofri commissario di gara.

Con questo successo, Cingoli guida la classifica del girone B di Serie A in solitaria con 6 punti, seguita proprio dai lauretani a 3. Nel prossimo turno del 15 aprile i cingolani riposano, per poi tornare in casa il 22 aprile per la sfida casalinga al Corridonia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Serie C

La squadra di Serie C, invece, ha debuttato mercoledì 22 marzo, in casa della Bocciofila Castelraimondo.La formazione dei tecnici Sauro Catervi e Alessio Cioli, sotto 4-1 nel parziale, è riuscita a rimontare con 3 vittorie consecutive, trovando il definitivo 4-4 con cui Cingoli conquista il primo punto nel girone G. Il match è stato arbitrato da Sauro Catervi, con commissario di gara Graziano Gattari. I cingolani, grazie a questo pari, sono terzi in classifica, dietro a Pollentina e Tolentino. Proprio i tolentinati prossimi avversari in trasferta mercoledì prossimo 29 marzo.

Il presidente della Bocciofila Cingoli, Sauro Catervi, si congratula con entrambe le formazioni di Serie A e C e ringrazia i tifosi che hanno accompagnato le squadre a Castelraimondo e a Loreto.

Risultati e classifica

Serie A – Girone B

2^ giornata: Calcabrini Impianti Loreto 3-5 Cingoli, Corridonia 4-4 Nautica Fontenera. Riposa: Recanati

CLASSIFICACingoli 6, Calcabrini Impianti Loreto 3, Corridonia 2, Nautica Fontenera 1, Recanati 0

3^ giornata (sabato 15 aprile): Calcabrini Impianti Loreto-Corridonia, Recanati-Nautica Fontenera. Riposa: Cingoli

Serie C – Girone G

1^ giornata: Pollentina 5-3 Passo di Treia, Camporota 0-8 Tolentino, Castelraimondo 4-4 Cingoli

CLASSIFICA – Pollentina 3, Tolentino 3, Cingoli 1, Castelraimondo 1, Passo di Treia 0, Camporota 0

2^ giornata (mercoledì 29 marzo): Passo di Treia-Camporota, Castelraimondo-Pollentina, Tolentino-Cingoli

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Atletica leggera / Atletica Jesi, da 26 anni al Cardinaletti cresce i talenti jesini

Capomagi e Verdolini sul podio ai regionali di Porto Sant’Elpidio, Arcone Venturini nella top30 ai campionati italiani di Caorle

JESI, 20 ottobre 2022 – Si fa valere l’atletica leggera jesina. L’Atletica Jesi, infatti, sta crescendo giovani talenti di tutte le specialità di questo sport. Il 2 ottobre scorso due ragazzi della società si sono piazzati sul podio nei 1000 metri ai Campionati Regionali ragazzi su pista di Porto Sant’Elpidio.

Storia dell’Atletica Jesi

L’Atletica Jesi è stata fondata nel 1996 ed è presieduta da Orlando Santini, che è anche allenatore del team insieme al figlio Daniele, giocatore di calcio dello Staffolo di cui vi abbiamo parlato nelle scorse settimane. Gli atleti tesserati sonocirca 85, nello specifico 60 dai 5 ai 34 anni e 25 dai 35 anni in su. La società è specializzata nell’avviamento a tutte le specialità dell’atletica leggera e si allena allo Stadio Cardinaletti di Jesi in velocità, ostacoli, mezzofondo, fondo, salto in alto e in lungo, lanci.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Risultati recenti

Passando ai risultati recenti, lo scorso 2 ottobre i tesserati dell’Atletica Jesi Edoardo Capomagi e Alberto Verdolini si sono piazzati nel podio nei campionati regionali ragazzi in pista nei 1000 metri piani: Capomagi è arrivato secondo in 3:05.90, precedendo Verdolini terzo in 3:07.22. A Caorle in Veneto, invece, Manuel Arcone Venturini si è piazzato 23° nella gara dei 1200 siepi ai Campionati Italiani Cadetti in pista con il tempo di 3:41.85.

Lo stadio Cardinaletti di Jesi

©riproduzione riservata




Calcio / Prima Categoria, rivoluzione Labor per il nuovo mister Tizzoni

Il tecnico fabrianese, ex Foligno in Serie D, può contare su una rosa di alto livello per la categoria, con un mix tra giovani ed esperti

SANTA MARIA NUOVA, 30 luglio 2022 – C’è stata una vera e propria rivoluzione in casa Labor per la prossima stagione 2022-2023 in Prima Categoria. La squadra di Santa Maria Nuova del nuovo presidente Raffaele Trovarelli, infatti, presenta molti volti nuovi, a cominciare dal tecnico Riccardo Tizzoni, reduce da un’esperienza in Serie D.

Tizzoni, classe 1972 di Fabriano, ha allenato il Fabriano Cerreto tra 2019 e 2021 e soprattutto il Foligno nella stagione 2021-2022, nel massimo campionato dilettantistico. Arriva alla Labor accompagnato dal suo vice Mirco Chiello e dal preparatore dei portieri Marco Moreschi.

La formazione è stata in gran parte rivoluzionata. Tra i pali è stato chiamato Lorenzo Boria, classe 1993 proveniente dall’Ankon Dorica. In difesa sono arrivati gli esperti Davide Belelli, classe 1993 ex Real Vallesina, Cagliese, Piano San Lazzaro, Ancona, Biagio Nazzaro, Castelfidardo in Serie D, Chiesanuova e Filottranese, e Elia d’Ercole, 34 anni con esperienze tra Filottranese, Filottrano Calcio ed Osimo Five, il quale ritorna alla Labor dopo 9 stagioni.

Il gruppo dei nuovi arrivi quasi al completo

L’attacco è affidato a Giordano Vincioni, classe 1994 ex Fortitudo Fabriano, Conero Dribbling, San Biagio e Ankon Dorica, a Luca Bassotti, 23 anni con esperienze al Marina e all’Osimo Stazione, e ad Alex Sopranzetti, classe 2002 proveniente dalla Juniores della Filottranese.

Insieme a loro, inoltre, sono stati tesserati diversi giovani calciatori tra i 21 e 17 anni, ovvero Lorenzo Picciafuoco (difensore del 2001 ex Loreto), Lorenzo Marconi (esterno del 2001 dall’Osimo Stazione), Daniele Cappelletti (portiere classe 2004), Michele Cecconi (difensore classe 2004 ex Biagio Nazzaro), Matteo Giulietti (centrocampista del 2004 dalla Jesina), Alessio Benigni (centrocampista di 18 anni dalla Juniores della Filottranese), Marco Ausili (difensore nato nel 2005 scuola Junior Jesina) e Alessandro Ferri (centrocampista classe 2005 dal vivaio della Jesina).

La Labor, dunque, si presenta con il chiaro intento di ritagliarsi un ruolo da protagonista nella parte sinistra della classifica del girone B di Prima Categoria. Manca all’appello un colpo per sistemare il reparto degli esterni. Potenzialmente, comunque, si può inserire tra le super favorite Staffolo, Castelfrettese e Filottranese, per qualità della rosa e dello staff tecnico. 

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




JESI / Il convegno “Sport e Media” in memoria di Gianni Rossetti

Organizzato da “Massa Actii”, editore di QdmNotizie, e dall’Ordine dei Giornalisti delle Marche, ci sarà anche Roberto Mancini  

JESI, 30 novembre 2021 – L’Ordine dei Giornalisti delle Marche e l’associazione “Massa Actii”, editore di QdmNotizie, ricordano Gianni Rossetti con il convegno “Sport e Media – un 2021 di successi meravigliosi”.

Martedì prossimo 7 dicembre, infatti, alle 18 si terrà la serata in ricordo del compianto presidente dell’Ordine marchigiano, scomparso nel 2020, presso la Sala Maggiore del Palazzo della Signoria di Jesi, organizzata con il patrocinio dei comuni di Jesi e di Cupra Montana, alla presenza anche del commissario tecnico della nazionale italiana di calcio, Roberto Mancini.

Chi è Gianni Rossetti

Gianni Rossetti, nato a Jesi nel 1946, è stato un affermato giornalista professionista e ha lavorato con la Voce Adriatica, il Corriere Adriatico, il Resto del Carlino e con la Rai dal 1992 al 2010: è stato a lungo il volto del Tg Regione su Rai3. Rossetti è stato anche uno dei fondatori della Scuola di Giornalismo di Urbino, di cui è stato direttore e docente.

Ha insegnato “Teoria e tecnica del linguaggio radiotelevisivo” nella facoltà di sociologia dell’Università di Urbino.

Nello sport, lo si ricorda per aver fondato l’Aurora Basket Jesi insieme a Primo Novelli e Carlo Barchiesi: Gianni Rossetti ne è stato anche il primo presidente.

E’ scomparso improvvisamente nella sua abitazione jesina il 30 marzo 2020, lasciando un vuoto incolmabile nel giornalismo marchigiano. Per oltre vent’anni, infatti, è stato il presidente dell’Ordine dei Giornalisti delle Marche, diventando un punto di riferimento per tanti suoi colleghi.

Il convegno

Per questo l’associazione “Massa Actii” di Cupra Montana, editrice della nostra testata QdmNotizie, ha voluto organizzare il convegno “Sport e Media – Un 2021 di successi meravigliosi” insieme all’Ordine, al fine di ricordare con una serata nella sua città la sua figura e metterla accanto ai grandi trionfi sportivi made in Italy di quest’anno che sta per terminare.

La cornice dell’evento sarà la Sala Maggiore del Palazzo della Signoria alle 18 di martedì 7 dicembre e sarà presente anche Roberto Mancini (nella foto insieme a Rossetti), commissario tecnico della nazionale italiana di calcio, uno dei protagonisti per eccellenza della grande estate sportiva italiana con la vittoria del Campionato Europeo di calcio. Accanto a lui ci sarà anche Guido D’Ubaldo, caposervizio centrale del Corriere dello Sport.

Gli interventi

Interverranno nel corso della serata il presidente dell’Ordine dei Giornalisti delle Marche, Franco Elisei, la direttrice dell’Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino, Lella Mazzoli, il giornalista Massimo Carboni e il direttore del Festival del Giornalismo d’Inchiesta di Osimo, Claudio Sargenti.

Coordinerà gli interventi Andrea Carloni, presidente dell’Unione Stampa Sportiva delle Marche.

Il convegno è patrocinato dai comuni di Jesi e Cupra Montana, mentre è sostenuto dal fondamentale contributo degli sponsor Tecnoresina, Enovetro, Gagliardini e Caprari Auto.

La nostra testata Qdmnotizie assicurerà la copertura mediatica dell’evento.

Foto Candolfi – Jesi

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




CALCIO A 5 / Il Cerreto d’Esi vede la vetta, stasera derby Trillini Jesi-Castelbellino

Pietralacroce ripreso in vetta dal Real San Giorgio, torna alla vittoria la Dinamis Falconara, crisi Grottaccia; in C2 prime Verbena e Nuova Ottrano

VALLESINA, 5 novembre 2021 – E’ stata sventata la prima fuga nel girone unico di Serie C1 di calcio a 5. Il pareggio del Pietralacroce sull’Olympia Fano, infatti, ha permesso l’aggancio in classifica del Real San Giorgio, vincente contro il Grottaccia. In questo modo torna a -3 anche il Cerreto d’Esi che ha espugnato il campo della Nuova Juventina, così come la Dinamis Falconara è tornata vincere in casa del Pianaccio. Stasera, inoltre, è in programma il derby tra Trillini Jesi e Castelbellino.

Nel girone A di Serie C2, il Verbena capolista batte il Città di Ostra nello scontro diretto, mentre nel B la Nuova Ottrano vince a fatica contro il Polisportiva Victoria, ottenendo la quinta vittoria consecutiva.

Serie C1

Il Pietralacroce non è più da solo in cima al girone di C1. Gli anconetani si fanno riprendere sul 3-3 dall’Olympia Fano, dopo essere stati in vantaggio di 3-0 nel primo tempo con la tripletta di FerjaniRingrazia il Real San Giorgio, che ha battuto per 4-0 un Grottaccia in piena crisi, alla terza sconfitta di fila e in piena zona play-out.

Seconda vittoria consecutiva, invece, per il Cerreto d’Esi, il quale è riuscito ad aggiudicarsi la sfida contro la Nuova Juventina per 6-7: i cerretani, sempre in vantaggio, hanno dovuto resistere ai tentativi di rimonta dei locali, riuscendo comunque a spuntarla grazie alla doppietta di Casoli, alla tripletta di Graziano e alle marcature di Simone Di Ronza e Marturano. Torna a vincere la Dinamis Falconara, grazie all’exploit esterno per 2-5 contro il Pianaccio: i falchetti sono andati in gol con cinque giocatori diversi, ovvero Qorri, Pellecchia, Rahali, Di Placido e Sabbatini.

Finisce in parità la sfida di metà classifica tra Audax Sant’Angelo e Trillini Jesi. Sebbene i leoncelli fossero andati sullo 0-2 con la doppietta di Bartolucci, Carletti e Bikai hanno fissato il definitivo 2-2. Il Castelbellino, infine, resta ultimo, sconfitto per 0-4 in casa contro il Montelupone.

L’ottava giornata in programma stasera, venerdì 5, e domani, sabato 6 ottobre, vede il derby della Vallesina tra Trillini Jesi e Castelbellino alle 21.30 di oggi alla Palestra Carbonari. Alle 22 al PalaQuaresima di Cingoli, invece, il Grottaccia vuole scacciare la crisi contro l’Audax Sant’Angelo Senigallia. Alla stessa ora i riflettori saranno puntati anche sul PalaBadiali di Falconara, con i locali della Dinamis a sfidare la capolista Pietralacroce. Domani alle 16, infine, il Cerreto d’Esi ha un importante esame di maturità in casa contro la co-capolista Real San Giorgio.

Serie C2

Nella quinta giornata di Serie C2 girone A, il Verbena Ancona si è confermato in vetta alla classifica grazie al netto 7-1 nello scontro diretto contro il Città di Ostra. Il Montemarciano è salito al quarto posto, grazie al 4-2 sugli Amici del Centro Sportivo, mentre il Chiaravalle è quinto per via del 4-1 al Ciarnin Senigallia ultimo. Seconda vittoria consecutiva per l’Acli Mantovani sesto in casa contro il Villa Musone.

Nel girone B, è stata più sudata del previsto la quinta affermazione di fila della Nuova Ottrano, che è riuscita a rimontare il Polisportiva Victoria dall’1-2 al 3-2 finale. L’Avenale resta in zona play-off grazie al pareggio interno sull’ostico Bayer Cappuccini, mentre il Real Fabriano ha perso contro l’Invicta Macerata e così rimane invischiato nella lotta play-out.

Risultati e classifiche

Serie C1 – 7^ giornata
Pietralacroce 3-3 Olympia Fano (3-0; 3 Ferjani)
Castelbellino 0-4 Montelupone
Nuova Juventina 6-7 Cerreto d’Esi (1-2, 2-3, 2-5, 3-6, 4-6, 5-7; 2 Casoli, Simone Di Ronza, Marturano, 3 Graziano)
Pianaccio 2-5 Dinamis Falconara (0-2; 1-5; Qorri, Pellecchia, Rahali, DI Placido, Sabbatini)
Real San Giorgio 4-0 Grottaccia
Audax Sant’Angelo 2-2 Trillini Jesi (0-2; 2-2; Carletti, Bikai; 2 Bartolucci)
Futsal Monturano 1-4 Cus Macerata

Classifica: Pietralacroce Ancona 16, Real San Giorgio 16, Cus Macerata 15, Montelupone 13, Cerreto d’Esi 13, Dinamis Falconara 12, Trillini Jesi 10, Olympia Fano 10, Pianaccio 9, Audax Sant’Angelo 8, Futsal Monturano 6, Grottaccia 6, Castelbellino 4, Nuova Juventina 4

8^ giornata: Trillini Jesi-Castelbellino (venerdì 5 novembre ore 21.30), Montelupone-Pianaccio, Olympia Fano-Futsal Monturano, Cus Macerata-Nuova Juventina, Dinamis Falconara-Pietralacroce (venerdì 5 ore 22), Grottaccia-Audax Sant’Angelo (venerdì 5 ore 22), Cerreto d’Esi-Real San Giorgio (sabato 6 ore 16)

Serie C2 – 5^ giornata

Girone A: Acli Mantovani An 4-2 Villa Musone (Mulinari, 2 Certonze, Pergolini), Montemarciano 4-2 Amici del CS (2 Borgognoni, Pallavicini, Carletti), Chiaravalle 4-1 Ciarnin Senigallia (Pistelli, Sebastianelli, 2 Pierpaoli), Verbena An 7-1 Città di Ostra (Capitanelli, Brasili, 3 Busilacchi, Iolo M., Agostini)

Classifica: Verbena An 12, Città di Ostra 9, AJ Fano 8, Amici CS 7, Montemarciano 7, Chiaravalle 6, Acli Mantovani An 6, Avis Arcevia 5, Villa Musone 4, Gnano ’04 4, Ciarnin 1

Girone B: Avenale 1-1 Bayer Cappuccini (Beccacece), Invicta Macerata 6-5 Real Fabriano (Stroppa, Alianello, Innocenzi, Laurenzi, Crescentini), Nuova Ottrano 3-2 Polisportiva Victoria (2 Carnevali, Iuga; Simonetti, Giorgi)

Classifica: Nuova Ottrano 15, Sangiustese 13, Invicta Macerata 10, Avenale 8, Bayer Cappuccini 8, Tre Torri Sarnano 7, Polisportiva Victoria 6, Real Fabriano 4, Serralta 4, Aurora Treia 4, Futsal Sambucheto 4, Borgorosso Tolentino 0

Fonte risultati: Futsalmarche.it

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA




PALLAMANO / La Santarelli Cingoli vince e resta in testa, 39-28 al Follonica

Quarta vittoria consecutiva in A2 per i ragazzi di Palazzi, trascinati da capitan Strappini (8 gol) e dalla freschezza del 17enne Rossetti

CINGOLI, 3 ottobre 2021 – La Santarelli Cingoli continua a vincere, centrando il quarto successo consecutivo nel girone B di Serie A2 Maschile di pallamano. I ragazzi di Palazzi si sono imposti per 39-28 sul Follonica, dominando il secondo tempo dopo l’equilibrio dei primi trenta minuti.

Primo tempo

I toscani passano in vantaggio con Zorzi, Mangoni pareggia ma l’ex Siena Pesci ribadisce l’1-2. Nei primi minuti della partita si infortuna l’ala destra cingolana numero 10, sostituita da Rossetti. Bosca e Ferretti ribaltano il parziale dopo una bella parata di Anzaldo, Pesci ribadisce la parità sul 3-3. Da qui parte un botta e risposta senza esclusione di colpi, tra i cingolani Strappini, D’Agostino e Guerrero e gli ospiti Zucca, Pesci e Charmpis.

Sul 6-6, la Santarelli trova il primo break di 3-0 firmato Guerrero, Ferretti e Rossetti per il 9-6. Maiella e Zucca provano a tenere a galla il Follonica, Strappini e Guerrero piazzano il +4 al 13’ (13-9). Gli ospiti non si arrendono e dal -4 di D’Agostino si riportano a -2 con Maiella e Pesci sul 14-12. Al 20’ la Santarelli torna sul 16-12 grazie a D’Benedetto e Bosca, dopo la traversa di Champris e tre ottime parate di Anzaldo. Ancora Bosca impatta sulla traversa, Zorzi ne approfitta ma Rossetti e Cirilli allungano sul +5 del 18-13.

Follonica non si arrende e tra il 25’ e il 27’ si riporta in partita grazie ad uno 0-3 realizzato da Maiella, Zucca e Champris per il 18-16. Nel finale Anzaldo miracoleggia su Zorzi, così Strappini segna la rete che chiude il primo tempo sul 20-17.

Secondo Tempo

L’equilibrio si spezza nella ripresa, con i cingolani a “passeggiare” sugli avversari. Eppure, nei primi cinque minuti, dopo il palo di D’Agostino, Anzaldo ha compiuto tre interventi di altissimo livello, tra cui la parata sul 7 metri di Pesci. Poi inizia la fuga della Santarelli: Bosca, Rossetti piazzano il +5 al 35’ (23-18), il portiere Stellino illude i suoi segnando dalla propria porta ma un secco 4-0 firmato D’Benedetto, Strappini, Bosca e Latini vale il 28-20 al 42’.

Follonica non riesce più a reagire, la Polisportiva continua a macinare gioco con sei reti di fila dal 30-22 al 35-22 timbrate triplo Strappini, Bosca, Rossetti e Latini. I toscani, senza Pesci espulso al 47’, si riavvicinano con un 0-3 di doppio Zucca e ancora Stellino dalla sua porta (36-26). La Santarelli ribadisce la sua superiorità con le parate di Gentilozzi (di cui una su 7 metri di Zucca) e con tre reti consecutive di Bosca, Trillini e Tobaldi, per il massimo vantaggio cingolano sul +13 (39-26). Sul finale Zorzi e Zucca rendono meno amaro il passivo.

Lorenzo Rossetti

Quarta vittoria consecutiva

La Santarelli Cingoli vince 39-28 contro il Follonica e si conferma in testa alla classifica di Serie A2 Maschile, in compagnia del Romagna. I ragazzi di Palazzi centrano la quarta vittoria consecutiva con un’altra prestazione di forza, quinta se si considera anche l’ultima partita di Serie A Beretta dello scorso giugno contro l’Eppan. I toscani di coach Matteo Pesci, dopo un primo tempo incoraggiante, si sono sciolti nella ripresa.

Un immenso capitan Strappini è il top scorer della gara con 8 reti, seguito a 7 da Bosca (di cui 5 su rigore) e Tommaso Pesci, a 6 da Zucca, e a 5 da Zorzi e dal 17enne cingolano Lorenzo Rossetti, con una percentuale di 100% dall’ala. Da sottolineare anche le prestazioni dei due portieri di casa Anzaldo e Gentilozzi, decisivi nel fermare i tentativi di rimonta dei grossetani. Anche l’estremo difensore ospite Stellino si è reso protagonista di ben due reti dalla propria porta quando i cingolani stavano tentando di rimediare a sospensioni con il sesto di movimento.

Come detto, in vetta alla classifica del girone B di Serie A2 ci sono la Santarelli Cingoli ed il Romagna, entrambe a 8 punti, in attesa di conoscere il risultato del big match di oggi tra Ogan Pescara e Camerano. Nella prossima giornata, tra due settimane dopo la pausa per le nazionali, Strappini e compagni sfidano in trasferta il Verdeazzurro Sassari quarto a 5 punti, nella partita in programma sabato 16 ottobre alle ore 16.

Santarelli Cingoli 39-28 Follonica (20-17)

Santarelli Cingoli: Anzaldo, Gentilozzi, Guerrero 4, D’Agostino 2, D’Benedetto 2, Mangoni 1, Trillini 1, Latini 3, Strappini 8, Tobaldi 1, Ferretti 2, Evangelisti, Rossetti 5, Gigli, Cirilli 3, Bosca 7. All. Palazzi

Follonica: Stellino 2, Maiella 4, Didone 1, Caruso, Ricci, Zucca 6, Veliu, Pesci T. 7, Zorzi 5, Charmpis 3, Giannoni, Gruosso. All. Pesci M.

Arbitri: Vasile – Alessandrini Biondi

Note – partita disputata a porte aperte, timeout: 1-2; rapporto reti/7m: 5/6-3/5; ammoniti: D’Agostino (SC), Charmpis (F); sospensioni: D’Agostino (SC), Strappini (SC), Tobaldi (SC), Cirilli (SC), Bosca (SC), 2 Maiella (F), Zucca (F), Veliu (F), Zorzi (F), Charmpis (F); espulso Pesci (T) al 47’

Foto di Doriano Picirchiani

Giacomo Grasselli

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©️RIPRODUZIONE RISERVATA