1

Basket serie B / Villani: «Abbiamo buone intenzioni, Jesi deve avere un futuro stabile»

L’Amministratore Unico della società Academy crede nel progetto ed invita la piazza Jesina a dare una mano per poter alzare l’asticella

JESI, 10 novembre 2022 – È trascorso poco più di un mese dall’inizio del campionato di basket Serie B, girone C.

L’Academy Jesi ha iniziato questa nuova avventura ed attualmente si trova distanziata di 6 lunghezze dalla capolista Rieti e a quota 6 punti nella classifica generale assieme a Fiorenzuola, Ancona, Virtus Imola e Ozzano.

Dopo un inizio scoppiettante  i leoncelli hanno subìto due consecutive battute di arresto, perdendo sia il derby contro Fabriano che l’ultima sfida casalinga contro i Blacks Faenza.

Una stagione ad ogni modo ancora alle fasi iniziali e con un percorso tutto da scrivere.

Basket Academy Jesi: Del Conte, Guerrini, Rosati, Villani, Ciaccafava

Facciamo il punto della situazione insieme all’Amministratore Unico della neonata società Basket Jesi Academy, Andrea Villani.

Da quel 29 luglio quando venne presentata alla piazza la nuova società per affrontare le sfide della nuova stagione  sono trascorsi circa tre mesi. È tempo di primi bilanci!

Andrea Villani

Signor Villani, quali sono le sue prime sensazioni sulla squadra?

“Le prime sensazioni sono assolutamente positive. Abbiamo dato prova di solidità ed affidabilità. Possiamo contare su un gruppo competitivo, allenato in modo eccezionale da un coach di esperienza. Il calendario ci ha messo di fronte a sfide importanti e credo che anche nelle sconfitte abbiamo dato la sensazione di poter rimanere sempre in partita. Dunque, di sensazioni negative non ne ho avute.”

Che valore pensa di dare a questo nuovo staff tecnico e alla squadra?

“Abbiamo scelto di affidarci ad un allenatore che conosce questo campionato come le sue tasche e che può contare su qualità tecniche ed umane di primo livello. Il roster è stato costruito affinché sia competitivo e nelle cui potenzialità crediamo con convinzione. Sono certo che anche in questo girone, di qualità e indubbiamente di livello, potremo dire la nostra e sviluppare un percorso che ci consenta di coltivare fondate ambizioni.”

Come procede il lavoro dietro la scrivania?

“È un’esperienza per me stimolante ed arricchente. Jesi è una piazza storica con una grande tradizione e poter lavorare per poter mantenere il basket ad ottimi livelli, mi da la carica giusta per fare le cose al meglio. Per il bene della città e dei suoi tifosi.”

Dando uno sguardo al futuro quali sono i progetti e le ambizioni dell’attuale società? C’è un pensiero anche per un eventuale salto di categoria, considerando che il sogno dei supporters è quello di poter tornare un giorno agli splendori della serie A?

“Abbiamo intrapreso questo percorso assieme ai nuovi soci nella convinzione che questa città e ambiente debbano porsi l’obiettivo minino della permanenza in serie B. Jesi ha orbitato stabilmente e per un ventennio in serie A2, se si ricreassero i giusti presupposti, potremmo valutare di porci obiettivi concreti di un salto di categoria. La serie A2 è un torneo impegnativo e che richiede uno sforzo economico importante. Se la piazza Jesina ed il suo tessuto economico una volta verificate le nostre buone intenzioni decidessero di darci una mano, allora insieme potremo pensare di alzare l’asticella.”

Per concludere, un messaggio alla città e ai tifosi per questa regular season appena iniziata?

“Il messaggio che ci tengo a trasmettere è che siamo un gruppo di persone serie, appassionate di questo sport e attenti alla tradizione della pallacanestro cittadina. Come detto questa estate al momento del nostro insediamento, non siamo meteore o persone di passaggio. Crediamo nel nostro progetto e ci daremo da fare per garantire un futuro stabile al basket jesino. Ringrazio i tifosi che ci hanno dato sin da subito fiducia, possiamo contare infatti su presenze costanti intorno alle 500 unità e questo è un primo incoraggiante risultato che vedo come un punto di partenza. Ribadisco che le porte del Palas sono aperte a tutti coloro che hanno a cuore le sorti della società e che vogliano condividere con noi, in modo costruttivo e partecipato, questa nuova avvincente avventura. Vale sia per coloro che ancora mantengono una posizione di scetticismo ma anche per i tanti tifosi che negli anni passati gremivano i gradoni del PalaTriccoli. Il nostro migliore auspicio è quello di ridestare l’interesse intorno alla pallacanestro cittadina e regalare come detto dal nostro sponsor Francesco Guerrini (Circle Project the Supporter), due ore di gioia e di sport alla città di Jesi.”

©riproduzione riservata




Basket serie B / Il derby Fabriano – Jesi, un pomeriggio di gioia e sorrisi

La vigilia del derby contro la Ristopro riaccende gli entusiasmi grazie anche ad un inizio di campionato ottimale. Al centro di tutto, il progetto

JESI, 26 ottobre 2022 – La vigilia di ogni derby che si rispetti fa affiorare alla mente un sacco di ricordi, infatti ognuno ha il proprio Fabriano – Jesi o Jesi -Fabriano ma come diceva Enzo Ferrari “la vittoria più bella sarà sicuramente la prossima”.

Ed il prossimo derby di domenica pomeriggio ore 18 a Cerreto D’Esi tra la Ristopro Fabriano e la General Contractor Basket Jesi ha riacceso tutto l’entuasiasmo possibile considerato anche l’avvio, vicino all’ottimo, della squadra di Marcello Ghizzinardi.

Per i tifosi jesini ancora disponibili i tagliandi della partita da acquistare in prevendita presso la sede del club in via del Prato. E’ confermato che domenica pomeriggio i botteghini dell’impianto sportivo che ospita la gara saranno chiusi. 

Stando ai numeri siamo al derby numero 33, tra serie A2, Legadue e B, considerate anche le gare di Coppa, Supercoppa, play off, fase ad orologio.

Il primo il 2 novembre 1997 (Fabriano-Jesi 71-70 Sutherland 15, Prioleau 30), gli ultimi due a porte chiuse, causa la pandemia, ad inizio del 2021 sempre con Fabriano a festeggiare.

La società leoncella con tutti i soci presenti (Del Conte e Ciaccafava), oltre al direttore generale Villani e al rappresentante dello sponsor The Supporter Circle Project Francesco Guerrini, ha voluto illustrare in una conferenza stampa il percorso consumato in questi primi mesi di attività e le prospettive future.

“Siamo perfettamente in liena con il programma iniziale stilato ad agosto” ha detto Massimiliano Del Conte “dispiace per la poca rotazione dei biglietti a nostro favore perchè penso che tanti sportivi avrebbero voluto partecipare al derby. Sono soddisfattissimo dell’avvio della squadra e proprio la partita ultima contro Firenze ha espresso valori altissimi per intensità di gioco e un bravo va al nostro coach Marcello Ghizzinardi. Dobbiamo continuare così, siamo a ridosso della prima in classifica e ci aspettiamo tanto dalla gara di Cerreto. Queste sono partite tirate dove gli episodi decideranno molto. Per concludere voglio ringraziare Francesco Guerrini per il sostegno al progetto e questa è una dimostrazione che vogliamo riportare il basket a Jesi e a quei livelli che la città merita”. 

“Sono ottimista e sono convinto che il derby domenica sorriderà per la nostra parte”. Così ha esordito Andrea Villani che ha fatto una sua analisi sulla squadra: “Domenica contro Firenze ho visto un quintetto concentrato con la giusta tensione. Ho visto il lavoro e la mano del coach e domenica faremo la nostra parte. In squadra ci sono giocatori ex Fabriano e andranno gestiti. La società è attenta e sta facendo tutta la propria parte”.  

Progetto, gioia, sorriso. Francesco Guerrini ha puntato il suo ragionamento su questi aspetti sostenendo che “sin da questa estate ho apprezzato le nuove figure, che sono di rilievo, che hanno preso in mano la situazione premiati e facendoci apprezzare subito con i risultati del campo. Fino ad oggi abbiamo affrontato formazioni di rilievo facendo la nostra parte. Il nostro passaggio da title sponsor a sponsor vuol garantire un progetto jesino e per questo mi piacerebbe vedere un pubblico rappresentante. Il derby di domenica deve essere vissuto con gioia, vorrei vedere dei sorrisi perchè è questo a far appassionare il pubblico”.  

Infine Daniele Ciaccafava, nei prossimi giorni pubblicheremo una sua intervista esclusiva al nostro giornale, ha confermato che il derby è particolare e che lui, da arbitro, ha vissuto tante partite del genere ed altre molto simili. Si auspica una partita aperta, vera, calda e che sia uno spettacolo partecipato e colorato.

Poi si è parlato del rapporto tra la società e la tifoseria, un rapporto non proprio idilliaco all’inizio della storia. Ricordiamo che i tifosi della ‘curva nord’ in agosto avevano espresso la volontà, confermata nei fatti, di non partecipare più alle partite in contrasto proprio con quelle scelte societarie.

Ognuno dei presenti ha manifestato il proprio pensiero, compreso il responsabile della comunicazione Paolo Rosati che ha gestito la conferenza.

In sintesi, al riguardo, hanno detto che “all’inizio abbiamo preso atto ed adesso la nostra migliore risposta è che con i fatti stiamo dimostrando di fare sul serio. La porta è stata, è e sarà sempre aperta ed i tifosi se entreranno saranno accolti a braccia aperte. Anche quel giorno della presentazione del progetto abbiamo parlato con loro, abbiamo capito la loro posizione ed erano sembrati disponibili al di là dello scetticismo inizile dove potevano pensare a cose diverse da quelle da noi dette. E’ normale che con il passare del tempo bisogna riavvicinarsi e la bontà del progetto dà la prova reale e consistente della nostra volontà. Insomma la posizione del club è che le porte del Palazzetto sono aperte a tutti coloro che vogliono venire a divertirsi e vogliono dimostrare la vicinanza alla società.  Mai è stato negato nulla ai tifosi. Lo scorso anno, è vero, è stata presa una certa posizione di fronte ad episodi che si erano verificati ma i tifosi se vogliono ritornare possono tranquillamente riavvicinarsi. Noi abbiamo un nostro progetto, lo stiamo portando avanti e non vogliamo costringere nessuno, tantomeno persone che non credono nel progetto. Quando riterranno opportuno di ritornare al Palatriccoli noi saremo contenti. Molti lo hanno già fatto e nelle due partite giocate a Jesi ci sono state in media circa 500 persone che è anche frutto di una strategia che è stata quella di coinvolgere i buoni numeri avuti con le iscrizioni nel settore giovanile, una realtà che la domenica pomeriggio è presente alla partita. Chiunque abbia a cuore le sorti della squadra di basket cittadina, che rimane la prima realtà sportiva per appartenenza, venga a divertirsi con noi”.

©riproduzione riservata




BASKET SERIE B / Ancora un rinvio per Rimini – Aurora Jesi

La positività al Covid del gruppo squadra della società romagnola ha determinato un ulteriore rinvio. Prossimo appuntamento il 9 gennaio al Palatriccoli

JESI, 21 dicembre 2021 – Ancora un rinvio per la gara di campionato Rimini basket – Aurora Jesi.

La gara in programma per il 31 ottobre scorso era stata rinviata a causa del focolaio di Covid che aveva colpito l’Under 19 della società jesina ed era stato fissato il recupero per giovedì 23 dicembre alle ore 20.30 al Palasport Flaminio.

Ora la positività al Covid ha riguardato nei giorni scorsi il gruppo squadra del club riminese e la società Riviera Banca Basket Rimini ha comunicato: “gli esiti dei primi tamponi molecolari effettuati nella giornata di ieri hanno confermato le 10 positività all’interno del gruppo squadra (8 componenti del roster e 2 dello staff tecnico), di conseguenza è stata ufficialmente rinviata la partita in programma giovedì 23 dicembre contro l’Aurora Jesi”.

Dopo la trasferta di domenica scorsa a Faenza ora il quintetto dI coach Francioni, salvo il recupero contro Rimini durante le festività natalizie e di fine anno, che comunque dovrà essere stabilito dalla Lega Pallacanestro, ritornerà alla competizione il 9 gennaio al Palatriccoli ospitando la Sebastiani Rieti penultima giornata del girone d’andata che poi si concluderà il 16 gennaio a Teramo.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / Aurora Jesi, in arrivo un mese di fuoco

Nelle prossime quattro gare tre trasferte (Faenza, Rimini e Teramo) e un turno casalingo (Rieti). Firmato Simone Rocchi che ha già debuttato a Roma

Jesi, 13 Dicembre 2021 – Nuovo acquisto in casa arancioblù, che appena in vista della trasferta  andata male a Roma contro la Luiss, in occasione della dodicesima giornata, ha visto il debutto del nuovo esterno romano, la guardia Simone Rocchi.

Simone Rocchi

Il giocatore, proveniente dall’UEB Gesteco Cividale, ha firmato un contratto fino al termine della stagione con un opzione anche per la prossima.

“L’Aurora Basket è lieta di annunciare la firma dell’esterno Simone Rocchi”. Queste le prime parole del comunicato trasmesso dalla società a debutto avvenuti.Il giocatore, proveniente dall’UEB Gesteco Cividale, – continua la notaha firmato un contratto fino al termine della stagione con un opzione anche per la prossima debuttando nel match di stasera a Roma. Guardia ventunenne romana, Rocchi muove i primi passi nella sua città con la formazione del Lido di Roma, portando alle finali nazionali sia la squadra Under 15 che, l’anno successivo, la Under 16. In seguito con la squadra Under 18 Eccellenza trionfa nella Coppa Italia di categoria. Passato diciannovenne alla Nuova Lazio Pallacanestro in serie C Silver Lazio, Simone fattura 20 punti a gara dimostrando di avere nel proprio DNA il tiro da fuori. Nella stagione 2018/19 Simone si trasferisce alla Leonis Roma, dove coach Nunzi lo aggrega alla prima squadra. L’annata successiva è quella dell’affermazione definitiva: Rocchi accetta l’offerta di Civitanova Marche dove trascorrerà un biennio veramente importante. Le cifre parlano di 7 punti nella prima stagione, quella funestata dalla pandemia, e 14 di media in quella appena trascorsa, che lo ha visto scendere in campo per 32′ di media a gara contribuendo alla salvezza ai playout del club marchigiano e conquistando il titolo di miglior Under del campionato nello scorso marzo. In questo scorcio di stagione il passaggio in una squadra di vertice, costruita per cercare la promozione, come Cividale: Rocchi si mette in evidenza anche in Friuli producendo 8.9 punti di media in 20.7 minuti, tirando dal campo con il 50% da 2 punti e un buon 35% da 3 punti”.

Audino Carlo Maria

“Siamo molto contenti di essere riusciti a portare a Jesi anche un under di assoluto valore come Simone ha commentato il ds aurorino Carlo Maria Audino –. L’aggiunta di Rocchi porterà alla squadra una maggiore pericolosità offensiva dall’arco dei 3 punti e metterà a disposizione di coach Francioni un altro elemento che darà intensità e applicazione su ambo i lati del campo. Ci tengo a ringraziare tutta la società e i nostri sponsor per questo ulteriore sforzo fatto per risollevarci e regalarci un’altra pedina per riprendere la risalita e cercare di metterci, intanto, in una zona di classifica più tranquilla di quella attuale”.

Intanto si guarda avanti ed ai prossimi impegni. Da oggi, fino alla pausa natalizia, The Supporter Jesi, dovrà disputerà ancora altre due gare, due trasferte. La prossima a Faenza contro la Raggisolaris e il 23 Dicembre, il recupero contro la Riviera Banca Basket Rimini.

Che tipo di Natale sarà per gli aurorini? Al ritorno, dalla pausa di Natale, ci sarà poi subito l’impegno nella partita in casa contro Real Sebastiani Rieti del 9 gennaio 2022 mentre il 16 gennaio ancora fuori casa a Teramo contro la Rennova.

Si prospettano altre sfide intense e difficili ma la speranza è che coach Francioni, a cui auguriamo possa al più presto tornare a prendere il timone della squadra dopo la quarantena Covid, sappia affrontare il tutto con la giusta determinazione insieme ai suoi ragazzi.

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / Aurora Jesi, una serataccia: a Roma vince la Luiss 88-72

Prima della partita di Roma la società ha tesserato un nuovo giocatore, Rocchi

JESI, 11 dicembre 2021 – Battuta d’arresto per la The Supporter, che non riesce a sbancare il palaLuiss e torna a casa con una pesante sconfitta che lascia l’amaro in bocca e con lo spauracchio play out sempre più ravvicinato che proprio non ne vuole sapere di staccarsi.

Tutto da rifare insomma per l’Aurora che ha dovuto fare a meno di coach Francioni, assente causa sintomi Covid.

Le prestazioni di Fabi, Gloria e Magrini, Gay e l’ultimo acquisto Rocchi, non salvano da una schiacciante Roma che sembra non averne per nessuno.

Nel primo quarto, se la battono in sostanziale equilibrio fino a due minuti dalla fine (11-11) e dopo la tripla di Fabi a 2:30 che pareggia i conti (17-17). Per la Luiss entrano D’Argenzio e Pasqualin che attaccano fin da subito e allungano scatenati a +9 sugli aurorini chiudendo così il primo quarto a 28-19.

Il secondo periodo vede la squadra capitolina ancora più agguerrita, iniziando subito con due triple prima di D’Argenzio e poi di Legnini nei primi tre minuti di match, staccando così Jesi di 36-19 che si vede costretta a chiedere il time out.

Al rientro in campo, a interrompere l’emorragia ci pensa una tripla di Ferraro (36-22) nel quarto minuto.

Jesi prova a difendersi con Cocco e Gay ma un tiro da due di D’Argenzio e due triple stellari di Barbon portano la Luiss a un distacco di +25 che sono così sempre più in difficoltà (47-22).

L’Aurora non si scoraggia e prova a colmare il gap e una tripla di Gay a 3:14 e altri due tiri liberi andati a segno sempre firmati Gay a 2:25 lasciavano almeno la speranza che la serata potesse prendere una piega diversa.

Niente da fare, la Luiss e’ un tritacarne che non lascia fiato e nonostante la buona volontà di Gay, che riesce a portare a casa altri due punti non sbagliando dalla lunetta sui liberi ( 53-34) a 1:47 dal suono della sirena finale, più altri due tiri liberi di Magrini andati a segno, e un’altra tripla a 3” sempre firmata dallo stesso non bastano, e Jesi rimane sempre sotto di 17 punti alla fine del secondo tempo e si va all’intervallo lungo con il tabellone che segna 56-39 per la squadra di casa.

Al ritorno dagli spogliatoi, Jesi prova a risanare la frattura creata tramite Ferraro, Gloria e Rocky, portando il divario a -17 e per un attimo la squadra di Roma inizia a tremare e così coach Paccariè deve chiedere il time out.

Ma ci pensano D’Argenzio, Legnini e Barbon e in poco più di due minuti, riescono di nuovo ad allungare le distanze a +17 nel 5’ (65-48). Gli arancioblu’ iniziano a perdere sempre più di lucidità e Gay a 5:06 poco dopo essere uscito viene espulso dalla panchina.

L’Aurora ci prova a portarsi in avanti con Magrini che centra due tiri liberi a 1:57 e Cocco che non sbaglia sotto canestro e accorciano a -13 (69-56) ma nulla di fare: al 30’ il tabellone segna 72-56.

Negli ultimi dieci minuti gli Aurorini non danno più segni di vita e nel giro di 3:48 i capitolini si portano sull’ 81-60.

Alla sirena finale: 88-72.

Una partita che sà molto di amaro per l’Aurora Basket che contava in una ripartenza ma che invece di fatto la fa ancora di più sprofondare nel pantano della zona play out. Fermi a 5 punti in classifica.

A festeggiare sono soltanto i gladiatori di Roma. Per Jesi, un ulteriore spunto di riflessione che si spera possa essere utile per una rinascita, perché dalle sconfitte più cocenti, rimane solo che da riemergere. E in fretta.

LUISS ROMA: Barbon 14, Legnini 9, Converso 6, Jovovic 6, Pasqualini 15, Di Bonaventura 7, D’Argenzio 17, Murri 8, Buzzi 6.

AURORA JESI: Fabi 11, Gloria 18, Fioravanti 1, Magrini 11, Memed 2, Valentini 2, Gay 11, Ferraro 9, Rocchi 7.

Parziali: 28-19, 28-20, 16-17, 16-16.

Arbitri: Schena  di Castellana Grotte (BA), Caldarola di Rivo di Puglia (BA)

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / Aurora basket: a Roma cuore e volontà per due punti fondamentali

Coach Francioni: “Mi aspetto che i miei uomini siano pronti, si battano fino all’ultima goccia sul campo, chi non mette l’anima resta in panchina.”

Jesi, 10 Dicembre 2021 – Settimana incandescente questa, con due partite consecutive.

L’Aurora basket non ha avuto tempo di metabolizzare la sconfitta di mercoledì 8 Dicembre contro K Rieti che subito si prepara alla trasferta di sabato, per disputare la dodicesima giornata del girone di andata contro la LUISS Roma.

Francioni – coach Aurora basket

Gli arancioblù dopo quest’ultima sfida, seppur persa ( 63-76), ha lanciato lo stesso un chiaro segnale: la squadra c’è, e vuole a tutti i costi riemergere dalle sabbie mobili della zona bassa della classifica.

La determinazione con cui se l’è battuta contro l’ultima avversaria che ricordiamo, è attualmente terza, lo ha dimostrato, persino mettendoli in chiara difficoltà in certi momenti.

Coach Francioni, ai microfoni della sala stampa, si è dimostrato naturalmente dispiaciuto del risultato, ponendo l’accento sugli errori commessi ma allo stesso tempo fiducioso che la strada intrapresa possa essere quella giusta: “abbiamo retto alla grande per tre quarti, poi anche per via di qualche problema fisico, abbiamo ceduto. Ho lo stesso rincuorato i ragazzi perché fosse stato qualche tempo fa sarebbe stata una partita senza storia invece abbiamo lottato e abbiamo provato a vincere, quindi onore a loro. Dall’altra ho anche detto senza mezzi termini che abbiamo un assoluto bisogno di vittorie, non c’è altra via.“ E in vista del match contro la LUISS, aggiunge:Andremo a Roma con un altro spirito, sicuramente sarà anche questa una partita intensa e con un campo molto difficile, ma mi aspetto che i miei uomini siano pronti, e che si battano fino all’ultima goccia sul campo e chi non ci mette l’anima, resta in panchina.”

Infatti entrambe le due contendenti hanno fame di punti.

La Luiss Roma, è anch’essa proveniente da un ultima sconfitta a Cesena contro i Tigers ( 73-47) restando in zona play out, terzultimi con 4 punti segnati in classifica, perciò faranno di tutto per portare a casa la vittoria.

Luiss Roma che ha da poche ore firmato l’ala Legnini classe 1996 e che debutterà domani contro l’Aurora Jesi.

Appuntamento quindi al pala Luiss di Roma Sabato 11 Dicembre, palla a due ore 18:00. Arbitri: Schena Cosimo di Castellana Grotte (BA) e Caldarola Marino di Ruvo di Puglia (BA).

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / L’Aurora Jesi c’è ma passa Rieti 63-76

Sabato trasferta a Roma ospiti della Luiss. Nelson Rizzitello il 14 dicembre si sottoporrà ad intervento chirurgico e dopo 15 giorni di riposo ritornerà ad allenarsi

JESI, 8 dicembre 2021 – L’Aurora basket Jesi lotta e si batte a testa alta con grande forza e determinazione per tutti i 40’, soprattutto nel primo tempo, riuscendo persino a passare in vantaggio per un momento durante il 16’ del secondo periodo portandosi sul 30-27.

Alla fine la superiorità tecnica del K Rieti ha la meglio e gli arancioblù cedono nell’ultimo quarto, con risultato finale 63-76 per gli ospiti.

Dopo il palla a due, avvio subito energico del K Rieti che mette subito sotto l’Aurora di -9 nei primi due minuti iniziali. L’Aurora reagisce e controbatte con un tiro da due da fuori area di Gloria Mirko a 2:42 e subito dopo prosegue con la tripla di Fioravanti e di Gay e a 3:43 si ritrova a colmare il gap portandosi a -4.

Il tempo prosegue con un certo equilibrio fra le due squadre fino a un minuto dal suono della sirena, ma poi Rieti allunga con due triple di Del Testa (9:03) e Franco (9:59) chiudendo a 14-22 il primo quarto.

Il secondo periodo riprende con ancora Rieti in vantaggio portandosi al 12’ a + 13 (27-14) ma una certa mancanza di lucidità e una serie di rimbalzi favoriscono gli Aurorini e in due minuti grazie a due triple di Ferrari e due tiri da due di Gloria e Gay, il tabellone segna al minuto 16’, 24-27, per poi pareggiare i conti grazie ai tre tiri liberi andati tutti a segno grazie al nuovo acquisto Gay, che sembra almeno per questo periodo della partita mettere grinta e sudore sul parquet, recuperando in sei minuti, 16 punti sugli avversari.

Ciò non basta purtroppo e si va all’intervallo lungo con risultato finale 34-37.

Dopo essere rientrati dagli spogliatoi, Papa, Del Testa e Timperi suonano la carica, staccando gli Aurorini a -14 al 27:24 (39-53).

Ancora una volta i ragazzi di coach Francioni non ci stanno e tirano fuori le unghie con le triple di Ferraro e Fioravanti ma al 30’ il quarto si chiude in svantaggio per la squadra di casa seppur di pochissimo (54-55).

Sembrava che l’impresa contro la corazzata Rieti potesse riuscire, coach Francioni ha caricato i suoi ragazzi fino all’ultimo e loro ci hanno creduto ma nel quarto tempo la superiorità tecnica del Rieti è emersa ancor più prepotentemente non lasciando più alcuna via di uscita e Il quintetto di casa non ce la fa più, iniziando a perdere di tono e lucidità e finendo così con una sconfitta a 63-76.

I ragazzi di coach Francioni hanno ancora molto da lavorare. Ricordiamo oltretutto che Nelson Rizzitello il prossimo 14 Dicembre, dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico a causa del brutto infortunio subito all’inizio della scorsa stagione, e ci vorrà poi almeno 15 giorni di riposo assoluto prima di poter iniziare ad allenarsi gradualmente con la squadra.

Ma continuando per questa via e mettendo sempre più impegno, come stanno dimostrando, sicuramente avranno buone probabilità di giocarsela al meglio nella prossima sfida di sabato sera, contro la Luiss Roma.

THE SUPPORTER JESI: Gloria 13, Fioravanti 11, Magrini 14, Valentini 2, Gay 11, Ferraro11, Calvi 1.
TIri liberi: 12/16. – rimbalzi: 38 9+29. ( Mirko Gloria 8). – assist: 16 ( Magrini, Gay, Valentini 3).

KYENERGIA RIETI: Broglia 10, Del Testa 15, Papa 6, Timperi 16, Antelli 11, Tiberti 4, Franco 3, Testa 11.
Tiri liberi: 13/18 – rimbalzi 42 14+28( Broglia 10). – assist 14( Broglia 4).

Arbitri: Venturini Framcesco di Lucca e Mariotto Davide di Cascina (PI).

Parziali: 14-22, 20-15, 20-18, 9-21.

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 




BASKET SERIE B / L’Aurora Jesi ritrova entusiasmo, ora sfida al Rieti

Domani 8 dicembre ore 18 al PalaTriccoli. Coach Francioni: “bravi, ma per riemergere dobbiamo ancora lavorare sodo”

JESI, 7 dicembre 2021 – L’Aurora esulta dopo lo strepitoso match di domenica contro Cesena che l’ha vista tornare alla vittoria ma non ha tempo per festeggiare: “il Rieti è alle porte e siamo soltanto all’inizio di tutto il lavoro che dobbiamo continuare a fare se non vogliamo sprofondare più”.

Queste sono le parole di coach Francioni che prosegue: “abbiamo notevolmente alzato il carico di lavoro e intensità durante la settimana, i ragazzi ci hanno creduto e ciò alla fine ci ha premiato. Con questo entusiasmo e intensità, credo che ce la potremo giocare contro Rieti ma nulla da festeggiare, siamo ancora in fondo alla classifica e ci aspetta una settimana molto intensa.”

La Kienergia Rieti, ricordiamo, proviene da un ultima sconfitta casalinga contro Ozzano (65-77), ma nella nona giornata aveva battuto in trasferta l’altra marchigiana, la Luciana Mosconi Ancona (59-73).

Rimane comunque ai vertici della classifica con 14 punti totalizzati e piazzandosi terza pari a Rimini e Real Sebastiani Rieti.

Da segnalare tra gli avversari, l’ala Marco Timperi, classe 1997, con una media punti di 13,8 a partita, la guardia Filippo Testa , classe 1989, media punti di 14,2 e l’altra guardia Maurizio Del Testa, classe 89, media 12,6.

Palla a due ore 18, arbitri Venturini di Lucca e Mariotti di Cascina (Pi)

Valentina Triccoli
©RIPRODUZIONE RISERVATA



BASKET SERIE B / Aurora Jesi semaforo verde contro Cesena, 73-67

Jesi finalmente può tornare a gioire e a esultare. Mercoledì 8 dicembre di nuovo sul parquet del palatriccoli contro Rieti

JESI, 5 dicembre 2021 – Arriva per l’Aurora Jesi la tanto attesa vittoria, con un Magrini da show che sancisce definitivamente il match nelle ultime azioni di gioco grazie a due triple in appena due minuti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una tripla (69 – 65) al 39’ e venti secondi dopo un’altra bomba da tre che porta gli arancioblu sul (72-67), battendo poi definitivamente le ‘tigri’ del Tiger Cesena 73 – 67 al suono della sirena finale, regalando così alla squadra un risultato che lascia ben sperare in una ripresa o almeno in un buon punto di ripartenza su cui poter lavorare.

Una partenza non proprio spettacolare per gli Aurorini che dopo cinque minuti del primo periodo si trovano già subito sotto di otto punti sulle tigri (6-14) che predominano il quarto. L’Aurora prova a reagire e riesce anche a colmare il gap almeno in parte ma il parziale si conclude lo stesso 15 – 19 per la squadra ospite.

La musica non sembra cambiare neanche nel secondo quarto che, inanellando numerosi tiri da due e da tre, il Cesena allunga a -9 all’ 11’ (17-26).

L’Aurora non ci stà e due tiri liberi al 19’ del nuovo acquisto Gay manda le squadre all’intervallo lungo con il tabellone che segna (27 – 32).

Terzo quarto che rimane sostanzialmente equilibrato (16 – 18) maè proprio nell’ultimo periodo che avviene l’inaspettato.

Jesi si porta avanti grazie a Ferrari e Valentini poi Magrini negli ultimi secondi doma definitivamente la Tiger Cesena.

Jesi finalmente può tornare a gioire e a esultare pure con una certa commozione insieme ai suoi tifosi, con questa vittoria strameritata e conquistata a colpi di canestro. Tanta fatica e tanta determinazione oltre alla forza di volontà: alla fine ha avuto la meglio su tutto.

The Supporter Jesi: Fabi 3, Gloria 12, Fioravanti 5, Magrini 17, Memed 3, Valentini 13, Gay 5, Ferraro 9, Coco 6, Calvi, Moretti.

The Tigers Cesena: Mascherpa 6, Nwokoye 8, Bugatti 10, Arnaut 3, Anumba 11, Brighi 3, Moretti 14, Gallizzi 12, Genovese, Ndour.
Arbitri: Picchi Mirko di Ferrentino (FR) , Bernassola Andrea di Roma.
Parziali: 15-19, 12-13, 16-18, 30-17.
Valentina Triccoli
©RIPRODUZIONE RISERVATA



BASKET SERIE B / Aurora Jesi, contro il Cesena devi solo vincere

Debutto per Flavio Gay, play guardia ex Capo d’Orlando pronto a dare man forte al quintetto arancio blu di coach Francioni

JESI, 4 dicembre 2021 – C’è grande curiosità per l’esordio del nuovissimo arrivo in maglia The Supporter Aurora basket Jesi il play-guardia Flavio Gay che domani, domenica 5 novembre alle ore 18, esordirà in occasione della decima giornata di andata, giocando in casa al PalaTriccoli, contro il Cesena.

Acquisto già nell’aria viste le dichiarazioni rilasciate dall’amministratore unico Altero Lardinelli , che nei giorni scorsi aveva chiaramente espresso la volontà da parte della società di voler prendere un valido rinforzo che supporti la squadra e che aiuti a concretizzare il cambiamento di rotta tanto atteso.

Ricordiamo che il quintetto Jesino è reduce dall’ennesima sconfitta contro Ozzano e ha totalizzato in totale soltanto quattro punti (in classifica i punti sono 3 causa la penalizzazione inflitta alla società), addentrandosi sempre più nelle zone di pericolo della classifica.

Dopo il cambio di allenatore con l’entrata di coach Francioni, che sta mettendo grande impegno per tirare al massimo i ragazzi, con questo ulteriore rinforzo nel reparto esterni grazie all’approdo di Gay, certamente aiuterà gli Aurorini a giocarsela senza riserve contro i Tigers Cesena.

Ricordiamo che i cesenati provengono da una sconfitta contro la Goldengas Senigallia ma hanno anche alle spalle ben otto punti e due vittorie consecutive nelle precedenti gare nonché diversi giocatori ‘da tripla’ come l’ala Genovese, che proprio contro i senigalliesi si è reso protagonista di una bella rimonta.

Un bel banco di prova insomma dove da una parte l’Aurora ha fame di riscatto e voglia di vincita e dall’altra ‘le tigri’, pronte a graffiare per difende il loro risultato.

CLASSIFICA

Pallacanestro Roseto 16;

Sebastiani Rieti, Npc Rieti, Imola 14;

Rimini, Ancona, Pallacanestro Senigallia 12;

Ozzano 10;

Cesena, Faenza, Teramo 8;

Giulianova 4;

Aurora Jesi 3;

Luiss Roma, Montegranaro, Civitanova 2

Aurora Jesi un punto di penalizzazione

 

Valentina Triccoli
©RIPRODUZIONE RISERVATA
primo piano – foto Candolfi dal sito dell’Aurora basket