1

Jesi / Palascherma, a che punto siamo? Interpellanza in Consiglio Comunale

Iniziativa del Consigliere Comunale Nicola Filonzi per capire lo stato delle cose: quello che è stato fatto, quello che ci sarà da fare

JESI, 25 ottobre 2022 – Si è parlato più volte negli ultimi anni del nuovo Palascherma ‘Casa della scherma’ da costruire nella zona di viale delle Nazioni a ridosso del ‘Cardinaletti’. 

Con il passaggio dall’amministrazione Bacci a quella di Fiordelmondo la pratica, già avviata, è stata di sicuro esaminata come lo stesso attuale Sindaco aveva lasciato intendere ad una nostra precisa domanda (leggi qui…) in un contesto di recente consumatosi nell’aula consiliare alla presenza di tutto il gotha, dirigenti ed atleti, della scherma jesina. 

Ma a che punto siamo in effetti?

E’ quello che il consigliere comunale Nicola Filonzi ha chiesto con una interpellanza al Sindaco Fiordelmondo all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di domani giovedì 25 ottobre.

Dopo la determina del 14 aprile 2022 dove il Comune di Jesi ha giudicato l’appalto di ‘progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di realizzazione della Casa della Scherma al costituendo raggruppamento temporaneo Geco srl (Puglia) “mandataria” e Sag Architettura (Campania)”mandante” – Consorzio Stabile Sirio Ingegneria (Lazio) ed Engineering Integrated Bim Project srl (Abruzzo)’ il consigliere di Jesiamo chiede ‘quale siano i procedimenti o gli atti adottati per manifestare il proprio orientamento sulla realizzazione di questa opera pubblica rendendo noti i tempi di inizio lavori ed eventuali scadenze dei contributi acquisiti per la realizzazione della stessa’. 

Va ricordato che per realizzare l’investimento la Regione Marche ha stanziato un contributo di 2 milioni di euro, il Coni di 1,8 milioni di euro mentre il Comune di Jesi parteciperà per 700 milioni tramite l’accensione di un mutuo con cassa depositi e Prestiti.

©riproduzione riservata




PALLANUOTO / La Macagi Jesina si trasferisce a Chiaravalle: l’amministrazione Bacci nel mirino

“Ripartiamo da Chiaravalle con buona pace dei “Signori” della città Europea del Sport”

JESI, 6 settembre 2020 – Duro comunicato della Pallanuoto Macagi Jesina, che mette nel mirino l’amministrazione comunale di Jesi, ed annuncia il trasferimento della propria attività agonistica a Chiaravalle.

Il club del presidente ‘Gigio’ Traini partecipante al campionato nazionale di serie B “comunica con grande rammarico che a partire dalla stagione 2020/21 tutte le attività agonistiche si svolgeranno nella piscina di Chiaravalle. Una decisione sofferta – si legge – e allo stesso tempo inevitabile, figlia di allarmi che abbiamo lanciato da anni, e che puntualmente sono rimasti inascoltati da chi di dovere”.

Il problema di sempre è la piscina di via del Molino. “La ristrutturata piscina di Jesicontinua il comunicatocon 1,30m di profondità e 8m di lunghezza non soddisfa le nostre possibilità di allenarci, e in aggiunta a questo, gli spazi che ci erano stati proposti per svolgere le attività erano limitatissimi.  Di certo ha pesato anche un fattore ambientale, con l’amministrazione comunale Jesina che ha scelto di non considerarci degni di interlocuzione, lasciando sulle nostre spalle e soprattutto su quelle delle famiglie, il peso di dover affrontare l’applicazione materiale  del protocollo anti Covid, o i continui spostamenti per via dei lavori alla “Bocchini”, solo per citare due esempi. Non una parola, non una telefonata, soltanto il solito silenzio assordante”.

Infine la stoccata finale: “Non cambia invece il rapporto solido e profondo con Jesi, con le famiglie, con tutti coloro che capiscono ed apprezzano i sacrifici che facciamo per lo sport che amiamo, la pallanuoto. Ripartiamo da Chiaravalle, con un filo lungo poco più di 10 chilometri a far da traino ai valori che da sempre ci hanno contraddistinto, e ai quali non vogliamo rinunciare, con buona pace dei “Signori” della città Europea del Sport”.

(red)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 




JESINA CALCIO / La ‘curva’ chiede un confronto pubblico tra Chiariotti ed il Sindaco

Con la presenza dell’assessore allo sport Coltorti e di tutti i tifosi per fare chiarezza sul momento che sta attraversando la società

JESI, 13 giugno 2020 – Oramai i tifosi della Jesina vogliono vederci chiaro fino in fondo e non si accontentano del fatto che, comunque, al di là delle varie vicissitudini e percorsi intrapresi nelle ultime settimane, la società sia ripartita e la presenza della squadra nel prossimo campionato è garantita.

In un comunicato scrivomo che “la curva, unita nelle sue varie componenti, chiede al più presto, un incontro con i responsabili della Società Jesina Calcio, preoccupati dalle sorti della squadra della propria città. Al contempo, si richiede, necessariamente, la contestuale presenza del primo cittadino Sindaco Massimo Bacci e dal responsabile dello Sport Assessore Ugo Coltorti dato il loro ruolo istituzionale e di garanzia”.

Infine invitano a partecipare “tutti coloro che hanno a cuore il destino del calcio a Jesi” ritenendo unanimemente “giunto il momento di far chiarezza per il bene della città e della sua gente”.




AURORA BASKET / BACCI E COLTORTI IN CORO: “L’OBIETTIVO DA PERSEGUIRE, RICREARE ENTUSIASMO”

JESI, 13 settembre 2019 – L’Aurora basket, dirigenti, staff e giocatori in Comune ricevuta dal Sindaco Massimo Bacci e dall’Assessore allo Sport Ugo Coltorti presente il presidente Fip Marche Davide Paolini.

“Jesi è una città di sportil pensiero di Paolinie l’Aurora una società di riferimento della nostra regione attesa da un campionato di attenzioni e responsabilità arrivando in serie B dal gradino superiore. Sono certo che Jesi saprà confermare i positivi pronostici degli addetti ai lavori e disputare un campionato importante”.

Altero Lardinelli dal canto suo ha confessato come sia “piacevole e divertente vedere questa squadra allenarsi”, ed evidenziato una “difficoltà oggettiva a gestire come impiantistica sportiva tutta l’attività del numeroso settore giovanile” .

Gli interventi di coach Valli e Michele Maggioli hanno messo in risalto tutte le doti positive del gruppo mostrandosi convinti che il gruppo saprà coinvolgere la città e portare i tifosi all’Ubi Banca Sport Center.

Il Sindaco Massimo Bacci, infine, garantendo la sua presenza al Palatriccoli ha poi sottolineato l’importanza di lavorare per “essere un riferimento per i tanti giovani che praticano questo sport“ evidenziando come “la presenza di un simbolo come Michele Maggioli rappresenta in questo senso una garanzia assoluta”.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




JESINA CALCIO / I LEONCELLI SI SONO PRESENTATI AL SINDACO E ALLA CITTA’

Anticipata al primo cittadino di Jesi l’intenzione di un progetto per realizzare nell’attuale Antistadio un campo in erba sintetico

JESI, 29 agosto 2019 – Doppio appuntamento quello di oggi per la Jesina calcio che si è presentata alla città.

mister Manuelli – sindaco Bacci

In mattinata il presidente Gianfilippo Mosconi, il direttore generale Stefano Micozzi e mister Omar Manuelli sono stati ricevuti in Comune dal sindaco Massimo Bacci.

E’ stato un primo incontro in vista di quello più importante che avverrà nelle prossime settimane quando i dirigenti leoncelli presenteranno un progetto per la realizzazione di un impianto in erba sintetica in grado di poter dare una risposta alle necessità, in generale, del club.
L’impianto individuato dovrebbe essere l’attuale Antistadio.

piazza monnichette

Dopo l’allenamento pomeridiano dirigenti, staff e squadra, Juniores compresa, sono stati presentati in piazza delle Monnighette.

Intanto in società sono disponibili gli abbonamenti per la stagione che si avvierà domenica prossima con il primo turno di campionato. La Jesina debutterà in casa contro la Recanatese: inizio ore 15.
La risposta del pubblico fino a questo momento è stata molto fredda: meno di 100 le tessere prenotate.

Micozzi – Mosconi

Questo, nei giorni scorsi, aveva fatto esprimere il presidente Mosconi in maniera non del tutto soddisfatta per l’andamento della sottoscrizione, visto gli sforzi che la società ha fatto in virtù anche degli ultimi inserimenti come Marini e Errico, sostenendo che “i tifosi devono dare di più”.

La risposta degli sportivi e dei tifosi magari ci sarà sin da domenica con il passaggio al botteghino per l’acquisto del biglietto il cui costo, diviso per settori, è il seguente: curva € 8 intero € 6 ridotto; tribuna laterale € 14, € 10; poltroncine centrali numerate € 18, € 15.
Evasio Santoni
©RIPRODUZIONE RISERVATA



AURORA CALCIO / ALTRO TASSELLO NELLO STAFF TECNICO, LORENZO PISCONTI

JESI, 6 agosto 2019Lorenzo Pisconti è l’ultimo ingresso in ordine cronologico in casa Aurora per ciò che riguarda il settore giovanile.

Il tassello mancante nella squadra tecnica di Francesco Bacci è così inserito, delineando tutto l’entourage tecnico del Settore Giovanile.

Staff al completo pronto ad iniziare la prossima stagione calcistica.

Ricordiamo tutti i nomi a disposizione del Resp. Tecnico Francesco Bacci: Fabrizio Santoni, Luca Sesterzi, Matteo Mastri, Simone Grattini, Francesco Uncini, Lorenzo Pisconti, Federico Pieroni, Alessandro Martiniello, Nicolas Cantarini, Nicola Bugatti e Nicola Giampaoletti. 

Altre novità si stanno definendo in questi giorni e verranno comunicate appena saranno concluse.

La Società capitanata dal Presidente Togni, è pronta ad iniziare questa nuova stagione calcistica con tutti i presupposti per fare bene.

Tutti i dirigenti, ognuno per il proprio compito, non hanno mai smesso di lavorare affinché tutto procedesse per il verso giusto.

Non resta quindi che iniziare la stagione e far divertire e correre tutti gli atleti che sposeranno il progetto.
(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




AURORA CALCIO / NUOVI COLLABORATORI PER FRANCESCO BACCI: UNCINI E MASTRI

JESI, 31 luglio 2019 – Ancora novità in casa Aurora Calcio per ciò che riguarda il settore giovanile.

Francesco Bacci

Si registrano infatti due nuovi innesti all’interno della squadra tecnica disegnata e fortemente voluta dal responsabile Francesco Bacci.

Dopo l’accordo concluso la settimana scorsa con Matteo Mastri, ora è la volta di Francesco Uncini, da sempre nel mondo dello sport come preparatore e allenatore.

La figura di Uncini va cosi ad aggiungersi al team arancio/blu.

Manca ancora un tassello per completare la squadra che nei prossimi giorni verrà concretizzato e ufficializzato.

L’idea del presidente Togni e della società, di mettere al centro i ragazzi, viene confermata ulteriormente proprio da questa ultima scelta tecnica. 

La società comunica che le iscrizioni per la nuova stagione 2019/2020, sono già aperte, per tutti i bimbi/e e ragazzi/e nati/e dal 2003 al 2015 compresi.

L’inizio della nuova stagione calcistica aurorina è fissata al 19 agosto per giovanissimi ed allievi e il 2 settembre per tutte le altre categorie.

(la redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA 

 




AURORA CALCIO JESI / TUTTI I TECNICI DEL SETTORE GIOVANILE COORDINATI DA FRANCESCO BACCI

JESI, 23 giugno 2019 – Presentata la squadra dei tecnici del settore giovanile dell’Aurora Calcio Jesi.

Francesco Bacci

Francesco Bacci, responsabile tecnico, ha costruito la nuova squadra degli allenatori che nella stagione 2019/2020, si occupera’ della crescita dei ragazzi del vivaio.

La società aurorina ha voluto ringraziare gli allenatori che sono stati impegnati nella stagione appena conclusa.

Gli uomini che collaboreranno con Bacci è composta da: Fabrizio Santoni, Luca Sesterzi, Federico Pieroni, Nicola Bugatti, Simone Grattini, Nicolas Cantarini, Alessandro Martiniello, Nicola Giampaoletti.

L’organico potrebbe essere nei prossimi giorni allargato con l’inserimento ancora di due o tre allenatori.

Il cambiamento avviato lo scorso anno, sta proseguendo con serieta’ e ambizione.

Dopo una prima riorganizzazione societaria, quest’anno sono stati fatti due passi importanti e cioe’ quello a livello tecnico e quello che riguarda gli impianti sportivi di allenamento. Infatti dal prossimo anno alcune strutture dell’ impianto Cardinaletti, verranno usufruite anche dalle squadre giovanili dell’Aurora.

Non mancheranno incontri di formazione e di crescita culturale sportiva, con operatori specializzati del settore sportivo, in cui verranno coinvolti genitori, ragazzi, allenatori e dirigenti.

Il presidente Togni e tutto il suo staff dirigenziale, stanno lavorando tanto per far si che l’Aurora ritorni ad essere un punto fermo della Vallesina dal punto di vista calcistico poiche’ a livello umano ed educativo e’ sempre stata, senza ombra di dubbio, tra le migliori societa’ calcistiche giovanili marchigiane.

Tutte le informazioni sono elencate nella pagina facebook della società.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




PISCINA COMUNALE JESI / SOCIETA’ PALLANUOTO E SINDACO: DIALOGO TRA SORDI

Continua la diatriba per la ristrutturazione della piscina comunale di via del Mulino. Dopo l’intervista del presidente della team marche Mirko Santoni, l’appello video di Nicolò ‘metrocubo’ Mengucci, la parola al presidente della società di pallanuoto Gigio Traini

JESI, 8 aprile 2019 – Continua la protesta della Jesina Pallanuoto in merito alla ristrutturazione delle piscina Comunale. In occasione dell’incontro di Basket Termoforgia – Cagliari, è comparso uno striscione con la scritta “La Jesina pallanuoto chiede rispetto”. Analizziamo la situazione con il Presidente Gigio Traini.

Gigio Traini presidente pallanuoto Jesina

Presidente, come mai la visita al Palas ?

Portiamo la nostra protesta fuori dalla vasca. Ringrazio i ragazzi della Curva Nord Aurora che ci hanno concesso questa possibilità, come pure gli Ultras della Jesina Calcio che si sono già resi disponibili. Faremo sentire la nostra voce in Città, ovunque ci sarà possibile.

Cosa non vi convince del progetto ?

Partiamo dal fatto che non siamo stati minimamente coinvolti. In generale, parliamo di una ristrutturazione costosissima che però non aumenta le funzionalità della piscina, escludendo numerose attività acquatiche. Inoltre, la nuova struttura non consentirà di alzare il livello qualitativo delle manifestazioni da ospitare. Nello specifico, l’altezza di una parte consistente della piscina verrà ridotta ad un metro e trenta, impedendo di fatto l’attività della pallanuoto. Faccio un esempio: Pensate ad un campo di calcio in cui nelle aree di rigore vi siano delle pedane e degli spazi in sabbia per i saltatori in lungo. Secondo voi sarebbe possibile giocare ugualmente a calcio?

Il gestore sul nostro giornale ha espresso le proprie valutazioni. Vuoi replicare ?

Non alcuna intenzione di polemizzare con il gestore (intervista a Mirko Santoni presidente della team Marche -leggi qui -). Anzi, stiamo ragionando su cose importanti da fare insieme, ma sull’altezza della vasca non si può prescindere. Mi permetto solo di far notare, rispetto  quanto da lui dichiarato, che la Jesina ad oggi si allena alla Comunale, pagando regolarmente l’affitto per gli spazi occupati.

Parteciperete al nuovo bando per la gestione ?

Se ci saranno le condizioni, ovvero se il bando sarà di carattere inclusivo, parteciperemo.

Come intendete muovervi adesso ?

Un nostro ragazzo ha lanciato un appello pubblico (leggi qui) ottenendo tra l’altro oltre 11.000 visualizzazioni, ma il Sindaco non ha trovato il tempo di rispondere. Prendiamo atto, e chiederemo un incontro ufficiale a cui parteciperanno i nostri tesserati, grandi e piccoli. Il dato di partenza è inequivocabile: con la vasca alta un metro e trenta il nostro sport non si può praticare, e questo lo certifica la Federazione Italiana Nuoto. Il Sindaco dovrà esprimere di fronte a tutta la nostra “famiglia” il suo pensiero. Se invece riceveremo ancora silenzio, vorrà dire che, chiedendo i permessi e le autorizzazioni del caso, organizzeremo un allenamento di fronte al Comune.

Cosa chiederete al Sindaco ?

Vogliamo certezze sull’altezza della piscina e sulle tariffe. Ovvero la garanzia di poter continuare a far vivere la pallanuoto a Jesi.

Avete contatti aperti con l’Assessore allo Sport e il Consiglio Comunale?

Nell’ultima telefonata avvenuta, l’Assessore ci aveva garantito che la piscina sarebbe rimasta ad un metro e ottanta. I fatti ad oggi dicono che non sarà così, quindi inutile continuare l’interlocuzione. Abbiamo inviato una lettera ad ogni singolo Consigliere per spiegare la situazione. Fino all’ultimo secondo utile, solleciteremo il buon senso.

Vuole fare un appello?

Abbiamo circa 90 tesserati. Crediamo nei valori dello Sport. Per due anni consecutivi siamo stati insigniti del premio Fair Play. Alcuni dei nostri ragazzi nel ruolo di bagnini hanno salvato vite umane. Siamo una Società sana, onoriamo con fatica i nostri impegni, senza lasciare nessun debito in giro. Non meritiamo di essere trattati in questo modo.

Intanto la prima squadra è impegnata per rimanere nel campionato di Serie B. E’ fiducioso?

Stiamo attraversando un momento difficile. Di sicuro non faremo i play off e non retrocederemo direttamente. Il resto si deciderà nelle prossime giornate. Abbiamo faticato per riprendere la Serie B, ora va difesa, con unità di intenti e allenandosi duramente. Ce la possiamo fare.

Ma. Pig.

marco.pigliapoco@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA