1

JESI / Fioretto, festa in famiglia per le medaglie di Alice Volpi e Daniele Garozzo

Il ct Stefano Cerioni alle nuove leve: “Le capacità ci sono ma dobbiamo cercare di arrivare a buoni risultati e vestire la maglia della nazionale” 

JESI, 1 ottobre 2021 – ‘Festa in famiglia’. Così l’ha presentata il presidente del club scherma Jesi Maurizio Dellabella un momento di trattenimento a favore di due medaglie olimpiche agli ultimi giochi olimpici di Tokio 2020.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Infatti nella storica palestra di via Solazzi erano presenti Alice Volpi, medaglia di bronzo a squadre, e Daniele Garozzo, argento individuale, entrambi nella specialità del fioretto. Ad allenarsi c’erano anche atleti del Canada, Giappone, Lussemburgo oltre ai giovani del sodalizio locale.

Al termine dell’allenamento giornaliero, in una struttura dove sempre di più si nota la presenza appunto di atleti provenienti da ogni parte del mondo per allenarsi con i quotati maestri jesini come Stefano Cerioni, Giovanna Trillini, Annalisa Coltorti, Maria Elena Proietti ed altri, tutti si sono stretti attorno ai due olimpionici per brindare ai successi e per augurarsi a vicenda splendide fortune in prospettiva.

Dopo il saluto del presidente che ha ricordato come “quest’anno è stata la decima edizione olimpica dove almeno una atleta che si allena in questo impianto è salito sul podio olimpico e di certo questa tradizione bisogna coltivarla e continuare” e i ringraziamenti ai loro giovani colleghi di Alice Volpi “poteva andar meglio ma sono soddisfatta” e Daniele Garozzo “vengo spesso ad allenarmi qui e mi fate sentire in famiglia” il neo Ct della nazionale italiana ha detto: “Questa è casa mia, sempre lo è stata e sempre lo sarà. Essere qui per festeggiare degli allori è un piacere.  Giovanna Trillini e Maria Elena Proietti hanno fatto negli anni un grandissimo lavoro oltre ad Annalisa Coltorti che da sempre lavora con il club ed anche da tanto tempo in nazionale. Possiamo vantare un gruppo molto forte ma dobbiamo cercare di migliorare  i risultatiPoi rivolgendosi alle giovani promesse presenti ha detto: “Le capacità ci sono ma dobbiamo cercare di arrivare a buoni risultati in tutte le varie categorie. Poi quando sarete senior assoluti e potete vestire la maglia della nazionale punterete a vincere qualche medaglia per Jesi”. 

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




JESI / Olimpiadi, il fioretto donne a squadre dell’Italia è di bronzo

Volpi (club scherma Jesi), Errigo e Batini hanno battuto in finale l’Usa. Nello staff azzurro le jesine doc Giovanna Trillini e Annalisa Coltorti

JESI, 29 luglio 2021 – Il fioretto femminile a squadre ha conquistato a Tokio la medaglia di bronzo battendo in finale con largo punteggio gli Stati Uniti d’America 45-23.

Dopo le delusioni dell’individuale, senza podio, Alice Volpi, Arianna Errigo, Martina Batini e Erica Cipressa (riserva) dopo l’amara sconfitta in semifinale contro la Francia per 45-43, le azzurre sono state completamente ribaltate dalle avversarie e soprattutto gli ultimi assalti della Errigo non in linea con le aspettative di tutti, hanno trovato una medaglia tutta meritata.

Nei quarti l’Italia aveva superato l’Ungheria per 45-32.

Artefice principale della semifinale che della finale per il terzo posto Alice Volpi, delle Fiamme Oro, da anni è iscritta e si allena con il club scherma Jesi, la quale ha vinto largamente i suoi assalti.

Alice Volpi, campionessa mondiale in carica, si è riscattata dalle delusioni della prova singolare dove si è piazzata quarta.

Lo staff azzurro del fioretto femminile è rappresentato anche da Giovanna Trillini, allenatrice, e da Annalisa Coltorti, preparatore atletico.

La medaglia d’oro è stata vinta dalla Russia sulla Francia per 45-34. Nel team francese la Ysaora Thibus, protagonista per la sua squadra nell’eliminazione in semifinale dell’Italia, anche lei si allena a Jesi con Stefano Cerioni.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




OLIMPIADI / Jesi, vigilia della gara del fioretto femminile a squadre

In pedana anche Alice Volpi, in panchina Giovanna Trillini e Annalisa Coltorti. 9 anni fa Elisa Di Francisca vinceva l’oro a Londra

JESI, 28 luglio 2021 – Il 28 luglio del 2012 a Londra Elisa Di Francisca vinceva l’oro nella gara individuale del fioretto femminile. In finale aveva affrontato Arianna Errigo mentre terza giungeva Valentina Vezzali.

Insomma un podio tutto italiano.

Trillini, Volpi, Coltorti

E quell’Italia, a Londra, conquistò anche il titolo a squadre battendo in finale la Russia. Nel 2016 poi in Brasile la competizione a squadre venne abolita mentre nell’individuale Elisa Di Francisca giunse seconda battuta in finale dalla russa Deriglazova.

Russa che a Tokio2020 è stata battuta in finale dall’americana Lee Kiefer mentre Alice Volpi si è piazzata quarta.

Da ricordare che Elisa Di Francisca avrebbe avuto il diritto per meriti conquistati in pedana di partecipare alle Olimpiadi e che lo avrebbe fatto se queste si fossero svolte regolarmente nel luglio 2020. La schermitrice jesina nel frattempo è diventata mamma per la seconda volta ed è stata costretta a rinunciare.

Domani a Tokio (ore 3,50) la squadra di fioretto femminile ritorna in campo. Serve il riscatto dopo la competizione del singolare.

In pedana Alice Volpi, Arianna Errigo e Martina Batini. In panchina Giovanna Trillini (maestra) e Annalisa Coltorti (preparatrice atletica).

Volpi, Trillini e Coltorti fanno parte del club scherma Jesi.

Prime avversarie l’Ungheria e se dovessero passare il turno in semifinale incroceranno la vincente tra Canada e Francia.  

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




OLIMPIADI / L’Italia parla jesino, il fioretto non tradisce mai

Il club più medagliato al mondo rappresentato in Giappone da Alice Volpi, Tommaso Marini, Beatrice Monaco, Giovanna Trillini e Annalisa Coltorti

JESI, 27 giugno 2021 – Cinque rappresentanti jesini, e comunque del club scherma Jesi, cinque come gli anelli che campeggiano sulla bandiera olimpica, si preparano per l’Olimpiade di Tokio e scenderanno in pedana tra il 24 luglio ed il 1 agosto.

Alice Volpi, Tommaso Marini, Beatrice Monaco, Giovanna Trillini e Annalisa Coltorti. 

Alice Volpi

Tra loro tre atleti e due dello staff tecnico.

Alice Volpi ha ottenuto il pass per le competizioni del massimo evento sportivo per eccellenza mentre Tommaso Marini e Beatrice Monaco saranno riserve al seguito.

Marini Tommaso

Tutti e tre nella disciplina del fioretto.

L’obiettivo della spedizione azzurra, guidata dal commissario tecnico Andrea Cipressa, è di tener fede ad una tradizione di grande blasone che fa della scherma lo sport che ha regalato più medaglie olimpiche all’Italia molte delle quali, 23 (14 ori, tre argento e 6 bronzo) dalle atlete jesine.

Volpi – Monaco

IN BOCCA AL LUPO ALICE VOLPI

Per la Volpi sarà la prima Olimpiade della carriera. Dalla stagione 2015/2016 si allena a Jesi in via Solazzi con Giovanna Trillini (Maestro) ed Annalisa Coltorti (Preparazione atletica).

Ha conseguito tanti successi l’ultimo dei quali di recente a Cassino agli assoluti italiani conquistando la medaglia d’oro. Nel ranking mondiale è al secondo posto dietro la russa Deriglazova e davanti ad Elisa Di Francisca che per scelta personale, di recente è diventata mamma per la seconda volta, ha dovuto rinunciare alle Olimpiadi.

Elisa di Francisca

Le finali del fioretto maschile e femminile individuale saranno per domenica 25 luglio e lunedì 26 luglio. Per le gare a squadre venerdì 30 luglio e domenica 1 agosto. Il tutto nell’impianto fieristico di Makuhari Messe.

IN BOCCA AL LUNPO ANCHE

a Giovanna Trillini, Annalisa Coltorti, Tommaso Marini e Beatrice Monaco.

Coltorti Annalisa

Anche a loro un in bocca al lupo. Se per Volpi, Monaco e Marini sarà la prima volta per Annalisa Coltorti e Giovanna Trillini non sarà così considerato che già a Rio 2016 erano state inserite nello staff della nazionale. Per la Trillini poi l’emozione ci sarà ma sarà quella di una veterana perché è sempre bello conquistare, da qualsiasi posizione la si vive, il traguardo di una Olimpiade.

Giovanna Trillini

Per la Trillini sarà la settima Olimpiadi. La partenza per il Giappone è prevista per metà luglio.

Da atleta ha partecipato a quelle di Barcellona del 1992 (oro individuale e a squadre), di Atlanta 1996 (bronzo individuale e oro a squadre), di Sydney 2000 (bronzo individuale e oro a squadre), di Atene 2004 (argento individuale) e Pechino 2008 (bronzo a squadre).

Chi mancherà, come detto, seppur la partecipazione l’aveva conquistata sul campo con le tante stoccate vincenti, sarà Elisa Di Francisca. Per la campionessa jesina si sarebbe trattato della terza Olimpiadi, dopo i due ori nel fioretto, individuale e a squadre a Londra 2012 e l’argento di Rio 2016. Lo scoppio della Pandemia ha fatto saltare l’edizione di Tokio 2020 e fatto maturare priorità e prospettive diverse.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




JESI / La scherma si rimette in movimento

Questa mattina ripresa degli allenamenti nell’impianto sportivo del Liceo Scientifico agli ordini di Annalisa Coltorti

JESI, 22 maggio 2020 – Dopo una lunga sosta finalmente questa mattina riparte lo sport a Jesi e che sia di buon auspicio per tutte le altre discipline.

calvanese matilde

Riprendono infatti a correre e sudare dopo un fermo di tre mesi gli atleti

Marini Tommaso

della scherma con gli allenamenti, ovviamente di natura fisico atletica, considerata la lunga sosta.

Lo faranno gli atleti d’interesse nazionale del club scherma Jesi.

Sotto la guida della preparatrice Annalisa Coltorti, nell’impianto sportivo del Liceo Scientifico, Tommaso Marini, Francesco Ingargiola, Beatrice Monaco, Matilde Calvanese riprenderanno l’attività.

In attesa che sia dato il via libera all’apertura delle palestre ed in attesa che anche Elisa Di Francisca e Alice Volpi, ancora fuori città, si aggreghino al gruppo.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




SCHERMA / coronavirus, fioretto coppa del mondo: Di Francisca niente California

Tra i convocati anche Alice Volpi, Francesco Ingargiola e Tommaso Marini. Decisione presa dalla Federazione di concerto con lo staff tecnico, presente anche Giovanna Trillini, e tutti gli atleti

JESI, 10 marzo 2020 – L’Italia resta a casa, ‘tutti a casa’.

Marini Tommaso

L’appuntamento con il fioretto individuale mondiale, maschie e femminile, nel fine settimana a Anaheim in California non ci sarà per i colori azzurri dell’Italia.

Questa è la decisione presa dalla Federazione scherma, sicuramente di concerto con lo staff tecnico, dove è presente anche Giovanna Trillini, causa Coronavirus. Atleti ed atlete sicuramente d’accordo.

12 erano le azzurre ed altrettanti gli azzurri convocati per il Grand Prix amricano valevole anche per le qualificazioni olimpiche di Tokio 2020 dove già Elisa Di Francisca e Alice Volpi oltre ad Arianna Errigo e al team in rosa a squadre sono qualificate.

Il ranking mondiale infatti, dopo l’ultima prova di Coppa del Mondo di Kazan vinta da Elisa Di Francisca, vede al primo posto la russa Deriglazova e poi Alice Volpi, Elisa Di Francisca e Arianna Errigo.

In campo maschile tutti ugualmente a terra e niente California.

Tra i convocati infatti figuravano Francesco Ingargiola e Tommaso Marini.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




SCHERMA / Italia d’oro in Kazan, Di Francisca e Volpi protagoniste

Nettamente superata in finale la formazione americana per 45-27. Per la jesina dopo la medaglia d’oro individuale nelle gare del sabato anche il podio a squadre

JESI, 23 febbraio 2020 – Dopo la medaglia d’oro nella gara individuale di Elisa Di Francisca e quella di bronzo di Alice Volpi è arrivato anche il podio numero uno per la squadra azzurra che in finale ha battuto nettamente la formazione americana per 45-27.

Le azzurre – Di Francisca, Volpi, Errigo e Batini – erano entrate in gara agli ottavi superando l’Ouzbekistan 45-19.

Poi ai quarti a passare sotto i ‘fioretti’ azzurri sono state le atlete dell’Ungheria per 45-13. In semifinale l‘Italia ha superato la Francia per 45-28. 

Un segnale importantissimo quello delle azzurre e soprattutto della Di Francisca che più si avvicinano le Olimpiadi, in Giappone, di Tokio 2020 più dimostrano di essere le avversarie da battere.

Al terzo posto la Francia che ha battuto la Polonia. La gara a squadre di Kazan ha anche fatto staccare il biglietto per Tokio 2020 all’Ungheria che ha chiuso al sesto posto.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




SCHERMA / Fioretto femminile: Jesi muntobè, in Russia Di Francisca d’oro Volpi di bronzo

La jesina nell’individuale è salita sul gradino più alto del podio conquistando la medaglia d’oro dopo aver superato in finale per 9-8 la cinese Shi

JESI, 22 febbraio 2020Elisa Di Francisca ed Alice Volpi sul podio a Kazan in Russia per la tappa di Coppa del Mondo di fioretto femminile individuale e a squadre.

Alice Volpi

Elisa di Francisca nell’individuale è salita sul gradino più alto del podio dopo aver superato in finale ai vantaggi per 9-8 la cinese Shi che ai quarti aveva eliminato la numero uno del ranking mondiale la fiorettista di casa Deriglazova.

La Di Francisca è giunta in finale dopo aver superato la giapponese Miyawaki per 15-5, la israeliana Pulstilnik per 15-12, la tedesca Ebert per 15-8, l’ungherese Mahamed per 15-3 ed in semifinale proprio Alice Volpi per 15-7.

La Volpi invece prima di uscire per mano della Di Francisca aveva vinto contro la polacca Chzanowska per 15-13, l’azzurra Mancini per 15-14, l’americana Ross per 15-8 e l’ungherese Kreiss per 15-14.

12 erano le azzurre convocate: Martina Batini, Elisabetta Bianchin, Erica Cipressa, Valentina De Costanzo, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Camilla Mancini, Beatrice Monaco, Francesca Palumbo, Martina Sinigalia, Elisa Vardaro, Alice Volpi. Nella delegazione azzurra, nello staff tecnico, anche Giovanna Trillini.

Domani la prova a squadre con l’Italia del CT Cipressa che si presenterà in pedana con il quartetto Di Francisca, Volpi, Errigo e Batini.

Prime prove tecniche dunque positive e superate alla grande per le fiorettiste azzurre in vista delle imminenti Olimpiade del luglio prossimo a Tokio 2020. 

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA




SCHERMA / Giorni intensi per il ‘fioretto jesino’ con la Coppa del Mondo e gli Europei

Di Francisca e Volpi saranno a Kazan in Russia, Tommaso Marini e Matilde Calvanese a Porac in Croazia

JESI, 19 febbraio 2020Elisa Di Francisca ed Alice Volpi fanno parte della squadra azzurra che nel fine settimana sarà in pedana a Kazan in Russia per la tappa di Coppa del Mondo di fioretto femminile individuale e a squadre.

12 le azzurre convocate: Martina Batini, Elisabetta Bianchin, Erica Cipressa, Valentina De Costanzo, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Camilla Mancini, Beatrice Monaco, Francesca Palumbo, Martina Sinigalia, Elisa Vardaro, Alice Volpi. Fa parte della delegazione con lo staff tecnico anche Giovanna Trillini.

Già certe di un posto nel tabellone principale Volpi e Di Francisca: sabato la prova individuale, domenica quella a squadre.

Oltre alla prova importantissima individuale sarà la prima competizione a squadre con la Errigo e la Di Francisca che gareggeranno per conquistare la miglior posizione per la nazionale azzurra dopo il botta e risposta tra le due delle settimane scorse con l’intervento pacificatore del CT Cipressa.  Prove tecniche dunque di Olimpiade del luglio prossimo a Tokio 2020 con l’Italia già qualificata e che nelle ultime apparizioni aveva conquistato l’argento in Francia a St. Maur e il bronzo in Polonia a Katowice.

Nel ranking mondiale nelle prime cinque posizioni ci sono tre azzurre: 1° Deriglazova (Russia), 2° Volpi (Italia), 3° Kiefer (Usa), 4° Errigo (Italia), 5° Di Francisca (Italia). Al sesto posto la francese Thibus che si allena a Jesi nella palestra di via Solazzi con il maestro Stefano Cerioni.

Tutto pronto anche a Porec in Croazia per i Campionati Europei Cadetti e Giovani di scherma edizione 2020. La rassegna continentale scatterà sabato prossimo e si concluderà il 2 marzo. Gli italiani in gara saranno complessivamente 53 e tra questi due jesini: Matilde Calvanese (cadetti) nel fioretto femminile e Tommaso Marini (giovani) in quello maschile. Fa parte della delegazione anche il medico jesino dott. Matteo Angelelli.

Marini gareggerà venerdì 28 febbraio nella gara individuale e domenica 1 marzo in quella a squadre composta dallo stesso Marini e da Alessio Di Tommaso, Tommaso Martini, Alessandro Stella. La Calvanese sarà in pedana lunedì 24 febbraio nella gara individuale e mercoledì 26 febbraio in quella a squadra composta da lei Eleonora Candeago, Carlotta Ferrari, Margherita Lorenzi.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA




SCHERMA / Jesi, nella ‘casa del fioretto’ concluso il training camp internazionale

Jesini in gara. In Coppa del Mondo Di Francisca e Volpi saranno a Kazan mentre ai campionati europei Cadetti e Giovani di Porec ci saranno Calvanese e Marini

JESI, 15 febbraio 2020 – Come già annunciato nei giorni scorsi, dopo la conferma avvenuta al Bit di Milano dell’assegnazione al Club Scherma Jesi dei campionati italiani Giovani e Cadetti del 22-24 maggio prossimo delle tre discipline della scherma – fioretto, spada e sciabola – sia maschili che femminili, con la presenza di 604 atleti, 42 per ogni disciplina, si sono conclusi nella palestra di via Solazzi il training camp con la presenza delle nazionali di fioretto del Giappone e del Canada.

“Un motivo di vanto” ha sottolineato il presidente Proietti Mosca che ha ringraziato tutti gli intervenuti ad iniziare dal presidente del Coni Marche Fabio Luna, Fabio Sturani, l’assessore Ugo Coltorti, il presidente della Federazione Scherma Marche Stefano Angelelli, il vice presidente del club Scherma Jesi Maurizio Della Bella oltre a Carlo Stronati in rappresentanza della Errea, società di abbigliamento sportivo famosa nel calcio e nel volley, in ascesa nella disciplina schermistica, e di Simonetta Onorati della Onorati Sport.

Ovviamente presenti i tanti atleti delle due nazionali ed i loro dirigenti e staff tecnico oltre i campioni e tecnici di casa: Stefano Cerioni, Giovanna Trillini, Annalisa Coltorti, Maria Elena Proietti Mosca, Elisa Di Francisca il dott. Matteo Angelelli, jesino,  dello staff medico della nazionale italiana. Poi la francese Ysaora Thibus che si allena anche lei a Jesi con il maestro Cerioni ed altri fiorettisti americani ed australiani tutti in preparazione alla ricerca della miglior condizione per presentarsi al meglio in estate all’appuntamento regina della scherma, le Olimpiadi in Giappone di Tokio 2020.

La Errea ha consegnato ad ogni presente, con tanto di nome personalizzato, una felpa souvenir con evidenziato ‘Jesi’ e il logo del club Jesino.

Il presidente Fabio Luna ha commentato: “Quello di maggio al Palatriccoli con l’eventuale finale del fioretto in piazza della Repubblica è uno degli appuntamenti più importanti del programma sportivo nella nostra Regione per l’anno in corso. Per noi è un orgoglio e una vetrina importantissima anche a due mesi dalle Olimpiadi. Ospitare due nazionali e tanti altri atleti di valore mondiale in quella che per definizione è la ‘casa del fioretto’ è sempre un vanto e una enorme soddisfazione. Vuol dire che qui si lavora bene oltre a pensare che l’ambiente è accogliente e tutti ben ben accetti. Le Marche è terra bellissima, conosciuta in tutto il mondo anche e soprattutto per la storia sportiva di questa disciplina olimpica e di questo club scherma Jesi che sforna campioni in continuità”.

Le prossime settimane per la scherma ed in particolare per la specialità del fioretto, sia in campo maschile che femminile, sono considerate importantissime con appuntamenti di rilievo a livello europeo ed internazionale.

Nel prossimo fine settimana a Kazan in Russia ci sarà la tappa di Coppa del Mondo sia individuale che a squadre con la presenza della Di Francisca e della Volpi mentre dal 22 febbraio al 2 marzo a Porec in Croazia ci saranno i campionati europei Cadetti e Giovani dove sono stati convocati gli jesini Matilde Calvanese e Tommaso Marini.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA