Connect with us

Basket

PALLACANESTRO SENIGALLIA / Trasferte lunghe, niente derby: un girone che non piace

Il direttore sportivo Umberto Badioli: “siamo fortemente penalizzati da questa nuova composizione della B”

SENIGALLIA, 19 novembre 2020 – Il nuovo format della serie B, che passa da 4 gironi da 16 squadre a 8 da 8, non arride certo alla Goldengas Senigallia, che pure non era sfavorevole di principio a una modifica volta – come spiegato dalla LegaPallacanestro – “a ridurre i costi delle trasferte vista la piena emergenza Coronavirus”.

Senigallia è però finita nel sottogruppo C1, con 5 squadre venete (Virtus e Unione Padova, Mestre, San

Badioli Umberto

Vendemiano, Vicenza) e 2 friulane (Cividale e Monfalcone), mentre le altre cinque marchigiane sono finite tutte nel gruppo C2, con 3 squadre abruzzesi. 

Vero che le trasferte al nord-Italia ci sarebbero state comunque se fosse stato confermato il vecchio girone C a 16 squadre, ma in questo modo Senigallia perde l’opportunità di disputare derby, possibili soltanto, da regolamento, nella fase a orologio, quando comunque non necessariamente si avrebbe la possibilità di giocarli al PalaPanzini (la fase ad orologio prevede infatti soltanto gare di andata): un danno che sarebbe ancora più ingente a livello economico se, nei prossimi mesi, fosse possibile riaprire gli impianti ad almeno parte del pubblico.

Basti pensare alle migliaia di euro di incasso che partite come quella contro il Fabriano, capaci di esaurire in ogni ordine di posti al PalaPanzini, hanno apportato nelle scorse due stagioni.

Il direttore sportivo biancorosso Umberto Badioli non si nasconde e non usa giri di parole per descrivere l’insoddisfazione del club: “purtroppo se l’idea era quella di creare dei sotto-gironi per ridurre le spese delle società, viaggiare di meno ed evitare pranzi fuori e soggiorni in albergo al fine di ridurre il contagio sottolinea nel nostro caso questo non succede affatto. Siamo fortemente penalizzati da questo nuovo format”.

Lo dicono i numeri: “siamo passati da essere la squadra che avrebbe fatto meno chilometri nel girone C a quella che dovrà farne di più nel C1”, calcola Badioli, che chiude amaramente: “siamo contenti per tutte le squadre che hanno risolto in parte dei problemi e di aver trovato molta collaborazione tra i club…”.

Nella mattinata di sabato 21 novembre la Goldengas effettuerà i tamponi a tutti i giocatori e allo staff prima di partire per giocare una amichevole a Rimini alle ore 17.30.

Sarà indisponibile il solo Gurini che si spera comunque di recuperare per la prima di campionato del 29 novembre.

I calendari sono attesi per questo pomeriggio.

 

Andrea Pongetti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Basket