1

Jesina / Entusiasmo leoncello alla presentazione, il saluto di Rebesco e Garbuglia

L’Hotel “Federico II” ha ospitato calcio e calcio a 5: due squadre che si appresteranno ad iniziare l’Eccellenza e la C1

JESI, 24 luglio 2022 – Tanti tifosi e grande entusiasmo hanno accompagnato ieri la Jesina e l’ormai ex Jesina Calcio a 5, fusasi appena qualche giorno fa con il sodalizio di Viale Cavallotti.

Non sono mancate le sorprese, tra tutte, la presenza dell’ex attaccante leoncello Antonio Rebesco, quella dell’ex bomber Stefano Garbuglia, intervenuto telefonicamente, e del nuovo Assessore allo Sport del Comune di Jesi, Samuele Animali.

Andrea Pieralisi

A fare gli onori di casa, l’imprenditore Andrea Pieralisi che, grazie al suo sostegno economico, pur se esterno, senza entrare direttamente in società, ha acceso la piazza e portato un rinnovato entusiasmo. Queste le sue parole: «da tanti anni mi sono occupato di sport, prima nel volley, poi nel basket, ed ora nel calcio, passando così dalle mani ai piedi! Ho conseguito buoni risultati, ma molti, troppi, secondi posti. Spero che questa sia la volta buona. La città è con voi, viva jesi e viva la Jesina!».

Assessore Samuele Animali

Così invece Animali: «ci tenevo ad essere qui, nonostante tantissimi impegni. In questi ultimi anni ho seguito poco la Jesina, ma ricordo con affetto le promozioni conseguite ad Arezzo e Cattolica. Con il Presidente ci siamo parlati per poter instaurare un rapporto proficuo ed una sinergia».

Filippo Cingolani – Giancarlo Chiariotti

Il Presidente Giancarlo Chiariotti invece, ha voluto sottolineare l’importanza della fusione tra Jesina e Jesina Calcio a 5: «è una fusione storica per Jesi, che credo porterà un ottimo sviluppo nel tempo, dando anche l’opportunità ai ragazzi giovanissimi di scegliere bene un percorso tra calcio e calcio a 5. Una fusione non scontata, visto che sino ad ora era stato sempre difficilissimo a Jesi unire due società di due sport differenti, pur se simili».

Dello stesso avviso il Presidente della Jesina Calcio a 5 Filippo Cingolani: «sono felicissimo dell’opportunità di poter essere legati ad una società importantissima e storica della città di Jesi. Spero anche che molti tifosi leoncelli vengano a vederci e si affezionino presto alla nostra realtà».

Antonio Rebesco

Visibilmente commosso invece, l’ex bomber Rebesco, ancora amatissimo dalla tifoseria: «ho cambiato 15 città nel mio percorso professionistico, ma una come Jesi non l’ho mai trovata. Abbiamo tutti un grande senso di responsabilità quando indossiamo una maglia. Siatene fieri ed ogni volta che scendete in campo pensate che rappresentate tutti i vostri tifosi, e Jesi merita tanto».

Garbuglia Stefano

Questo il pensiero di Garbuglia: «alla Jesina auguro il meglio, perché ce l’ho nel cuore. Per vincere sono necessarie tantissime componenti, compresa la fortuna. Il mister poi, è filottranese come me, e spero che possa vivere le mie stesse gioie con la Jesina».

Marco Strappini

Infine mister Marco Strappini: «sarà una stagione bella e difficile. Ci sono squadre attrezzate, e noi lo siamo. Serviranno l’aiuto e la coesione di tutte le parti. Importantissima, in questo senso, la presenza oggi dell’Amministrazione Comunale. Si stanno facendo cose strutturate in maniera diversa dagli ultimi anni, perciò per noi è una responsabilità in più che ci porta però, anche grandi motivazioni. Inizieremo la preparazione adeguata per farci trovare subito pronti. Sulla validità degli elementi della rosa non ho alcun dubbio, sono arrivati giocatori molto importanti. Quello che conta però, è trovare subito una dimensione di squadra, cosa per me imprescindibile».

Gianfranco Amici

Sulla stessa lunghezza d’onda il DS Gianfranco Amici: «abbiamo cercato di costruire una squadra forte, andando a cercare quei tasselli che mancavano, senza privilegiare magari solo certe caratteristiche a discapito di altre. Abbiamo preso giocatori che facevano al nostro caso, guardando anche al loro profilo umano, in modo che possano anche dare quel valore aggiunto allo spogliatoio. Ed adattabili a più ruoli Sarà come sempre un torneo difficile, abbiamo perso la Vigor, ma penso a tante altre che ci daranno del filo da torcere».

Borgese, Orlietti, Iori, Martedì

A concludere, parola al nuovo capitano Mattia Martedì, con tanto di consegna ufficiale della fascia da parte dell’ex bomber Rebesco: «un onore indossare la fascia della Jesina. Una responsabilità che prendo volentieri e che non mi pesa, sperando di riportare la Jesina dove merita di stare».

Michele Grilli

©riproduzione riservata