1

Basket serie B / Aurora Jesi e tifosi è rottura!

Incredibile conclusione di una annata sportiva dove, a salvezza ottenuta, ci sarà da dimenticare davvero tutto e girare pagina

JESI, 17 maggio 2022 – La vittoria di gara 1, invece di portare serenità, ha prodotto l’effetto contrario.

E’ rottura infatti tra tifosi e società.

La Curva Nord Jesi, in un lungo comunicato, annuncia che da “mercoledì sera (gara 2 al palatriccoli inizio ore 20,30; ndr) inizia una nuova fase nella quale rimarrete soli nel deserto che vi siete creati”.

Come nostra consuetudine riportiano integralmente quanto scritto nel comunicato: “Siamo costretti, con molto stupore, a replicare alla nota della società, in quanto non ne comprendiamo utilità e fine dal momento in cui la prerogativa era finire il campionato facendo gruppo tra squadra, società e tifosi. Riporteremo strettamente quanto accaduto e risponderemo alle accuse citate nella nota. Dopo la settimana scorsa, nella quale erano stati ripresi i protagonisti della serata in discoteca prima dell’ultima partita di campionato, che, al contrario di quanto sostenuto, era importante ai fini della classifica in caso di seconda fase dei play out, la cosa si è ripetuta, seppur in forma minore, con un giovane tesserato della squadra, che, il giorno prima della gara, in tarda notte, faceva intendere, postando tramite social, di essere ancora sveglio in giro per la città. Ci si aspetta da un professionista, che venga fatta vita da atleta, chiunque esso sia. Questa cosa veniva fatta notare a partita finita (e non prima) per non destabilizzare nessuno durante la gara, assieme alla presenza del coach, con un semplice “bisogna che la sera vai a dormire prima se hai la partita”. Tale affermazione ha prima causato la reazione divertita dell’atleta, prontamente ripreso dal coach, poi dei suoi familiari che non accettavano che il figlio venisse ripreso. Un semplice “avete ragione, ho sbagliato” magari è chiedere troppo al giorno d’oggi. Ad aggravare tutto ciò è uscito un articolo pubblicato da Vallesina Tv, privo della firma del giornalista, in cui si parla di “azione punitiva del branco che aggredisce e strattona un tesserato”; articolo privo di fondmento, potrà tranquillamente confermarlo coach Francioni presente in quel momento. E l’Aurora basket, che prende le parti di difesa del giocatore invece di riprenderlo, decreta lo stato di dilettantismo nel quale è piombata in questi anni, ed un palazzetto deserto ne è lo specchio più lampante. Quanto raccontato può essere tranquillamente chiesto ai presenti, noi non abbiamo niente da nascondere. Da mercoledì sera, invece, inizia una nuova fase, nella quale rimarrete soli nel deserto che vi siete creati.”

©riproduzione riservata

 

Nella nota della Curva Nord Jesi siamo stati chiamati in causa (leggi qui…). Ricordiamo che gli articoli non firmati, e la prassi per quanto ci riguarda prevede questo quando riportiamo solo comunicati, anche per l’occasione in forma integrale ed entrambi tra virgolette: il primo, ed era specificato, a firma dell’Aurora basket; il secondo senza firma perchè richiesto da chi lo ha inviato.

Evasio Santoni responsabile sport Vallesina Tv e Qdm Notizie