Connect with us

Scherma

SCHERMA / Fioretto femminile: scintille Di Francisca – Errigo, stoccate perdenti

Confronto a tre con il Ct Andrea Cipressa a Tirrenia dove le azzurre sono state convocate in preparazione del Gp Fie di Torino dal 7 al 9 febbraio

JESI, 24 gennaio 2020 – Pochi giorni per festeggiare la matematica certezza delle qualificazioni alle Olimpiadi in Giappone di Tokio 2020 con la medaglia di bronzo a squadre nella tappa di Coppa del Mondo in Polonia che Elisa Di

Di Francisca oro Londra 2012

Francisca senza peli sulla lingua ha cercato di manifestare, ovviamente per correggere finchè si è in tempo, qualche problema interno alla squadra di fioretto femminile.

A ‘Sport Fiar’ la campionessa jesina, medaglia d’oro a Londra 2012, ha confidato una speranza e si è sfogata sostenendo di non essere soddisfatta in generale del clima che regna all’interno del Dream Team azzurro.

La speranza manifestata dalla Di Francisca è quella di poter essere scelta come portabandiera della rappresentativa azzurra alle Olimpiadi, cosa già in precedenza capitato sia alla Trillini (Atlanta) che alla Vezzali (Londra), mentre lo sfogo è stato chiaro rivolto a tutto il gruppo al quale ella stessa appartiene: “Il pass per le Olimpiadi non è stato una sorpresa ma le cose non vanno bene, non ci amalgamiamo, non riusciamo a tirar bene quando magari la compagna prima di noi è andata male. E’ un problema di inno. Prima di gareggiare, in passato, cantavamo e ballavamo, facevamo gruppo. Ora invece ognuna si fa i fatti suoi” E  conclude: “Questa uscita non mi farà risultare simpatica? Chissenefrega!”

Errigo Arianna

A stretto giro di facebook è arrivata la risposata di Arianna Errigo, una delle quattro titolari, le altre sono Alice Volpi e Francesca Palumbo, della formazione femminile: “Non voglio soffermarmi troppo sulle cose dette da Elisa perché ognuno ha le sue idee ma se l’obiettivo fosse veramente quello di compattare la squadra proverei a parlare alle compagne invece di esternare sui giornali. Inoltre mi concentrerei sul lavoro e sul suo compito molto importante che è quello di fare l’ultimo assalto della gara a squadre cosa che in questo periodo non le sta riuscendo nel migliore dei modi”. 

 

A stoppare subito ogni polemica, promettendosi di parlare personalmente con le due in una stanza al chiuso, è intervenuto il Ct azzurro Andrea Cipressa: “Quando nello sport si parla di gruppo, si fa prevalentemente riferimento a concetti quali

Il Ct Andrea Cipressa

coesione, leadership, mentalità vincente, spirito di gruppo. E’ indispensabile che prenda forma tra gli atleti un sano rapporto di convivenza che consenta a ciascuno di sentirsi a proprio agio e soddisfatto di appartenere al gruppo consentendo lo sviluppo di un clima emotivo positivo come l’accettazione, il rispetto, il riconoscimento e l’apprezzamento reciproco. Lavoro con dei Campioni, ognuno di loro si sente una ”Prima Donna”, probabilmente lo è, individualmente. Ma quando si fa squadra la “Prima Donna” è la squadra, con un obiettivo comune”. 

 

 

Va detto che alla base di tutto ci potrebbe anche essere una questione di scelta obbligata che Arianna Errigo è stata costretta a fare tra sciabola e fioretto imposto dalla Federazione considerato che l’azzurra ha deciso a malincuore di lasciare il progetto bi-arma.

Clima dunque non dei migliori pur se la squadra azzurra, ma anche a livello individuale, dal punto di vista tecnico, è pur sempre la formazione, a livello mondiale, da battere.

Fra pochi giorni, lunedì 27 gennaio, ci saranno le convocazioni ed il ritrovo al centro federale di Tirrenia per un allenamento collegiale in preparazione del Gp Fie di Torino, in programma dal 7 al 9 febbraio.
Occasione ghiotta che Cipressa non si lascerà sfuggire per arrivare a un chiarimento tra le due campionesse.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

loading...
Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Scherma