Jesi / Rugby, ‘Bubu’ Piergirolami lascia: i Leoni perdono 7-26 contro Modena

Per il giocatore, colonna della Seniores, ultima davanti al proprio pubblico. La stagione terminerà nell’anticipo di sabato a Gubbio. Domenica 5 maggio al ‘Latini’ minirugby  torneo ‘Federico II’

JESI, 29 aprile 2024 – Un saluto a testa alta al proprio pubblico, per l’ultima casalinga della stagione. E l’ovazione per Daniele “Bubu” Piergirolami, colonna della Seniores che lascia il rugby giocato.

Ha raccontato queste storie l’ultima domenica di Serie B al “Latini” del campionato 2023-24. In campo, il Rugby Jesi ’70 ha ceduto il passo, 7-26, alla quarta forza della classifica Modena nella penultima giornata del torneo.

Ma non ci si ferma, anzi il prossimo fine settimana sarà se possibile ancora più stimolante e avvincente. Sabato 4 maggio infatti i Leoni anticipano l’appuntamento conclusivo dell’annata della Seniores sul campo di Gubbio perchè poi, domenica 5, saranno di nuovo al “Latini” impegnati, stavolta, nel supporto organizzativo alla riuscita della nuova edizione del Torneo “Federico II” di minirugby, che riempirà l’impianto dell’entusiasmo di centinaia di giovanissimi rugbisti da tutta Italia.

«Una bella domenica, finalmente col sole e con un lungo, meritato applauso per Bubu – commenta coach Marco De Rossi, tecnico del Rugby Jesi ’70 – Daniele Piergirolami smette di giocare e per l’ultima partita in casa gli è stata riservata una bella ovazione. Ottimo giocatore, prima linea, una vita nel Rugby Jesi ’70, ha dato un bell’esempio ai più giovani di come ci si comporta fino alla fine. E sono stato contento della prova che abbiamo messo in campo, al di là di quella che è stata la sconfitta finale. Contro le prime del campionato avevamo quasi sempre concesso oltre 50 punti, stavolta contro Modena abbiamo giocato una ottima gara, abbiamo retto e attaccato tanto. Bene così».

Per l’ultima di campionato a Gubbio si anticipa a sabato 4 maggio. «Ho chiesto ai ragazzi della rosa di essere tutti presenti in questa settimana di allenamenti, per andare a giocarcela al completo e concludere l’annata nel miglior modo possibile. A sua volta Gubbio ci terrà a chiudere bene in casa propria, sarà una partita tutta da lottare». Spiega De Rossi: «Abbiamo chiesto di anticipare perchè poi domenica 5 tanti di noi e tanti giocatori della Seniores saranno al campo per dare una mano in occasione del Torneo “Federico II”, un appuntamento classico al quale è attesa la partecipazione di oltre 600 bambini. Sarà una grande festa».

Risultati: Rugby Jesi ’70 – Modena Rugby 7-26; Romagna – Rugby Gubbio 1984 88-0; Rugby Pieve – U.R. San Benedetto 24-20; Firenze Rugby 1931 – Colorno 5-55; Lions Amaranto – Highlanders Formigine 25-21; Cus Siena – Bologna Rugby 0-26 

Classifica: Romagna 99; Colorno 87; Bologna Rugby 84; Modena Rugby 79; Rugby Pieve 59; U.R. San Benedetto 50; Cus Siena 45; Rugby Jesi ’70 39; Lions Amaranto 38; Rugby Gubbio 1984 30; Firenze Rugby 1931 19; Highlanders Formigine 14 

Prossimo turno (5 maggio): Rugby Gubbio 1984 – Rugby Jesi ’70 (4 maggio); Modena Rugby- Rugby Pieve; U.R. San Benedetto – Romagna; Bologna Rugby -Lions Amaranto; Highlanders Formigine – Firenze Rugby 1931; Colorno – Cus Siena

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, sconfitta netta: 85-7 in casa del Bologna

Domenica prossima ultima gara di stagione casalinga, penultima di campionato, contro Modena

JESI, 22 aprile 2024 – Rugby Jesi ’70, contro la terza forza della classifica Bologna non riesce, nel girone di ritorno, quella che era stata la magia dell’impresa all’andata: dalla trasferta emiliana, in casa della squadra che avevano battuto a Jesi lo scorso dicembre per 23-22, i Leoni tornano stavolta con un netto stop, 85-7.

A due turni dal termine del campionato, testa ora alla prossima partita, che sarà l’ultima casalinga di stagione, domenica 28 aprile al “Latini” contro la quarta della graduatoria Modena (inizio alle 15,30).

«Loro erano in grande formacommenta coach Marco De Rossi lo stop di Bolognae sicuramente la motivazione di riscattare lo stop di un girone fa si è fatta sentire e si è vista. Noi siamo stati falcidiati all’ultimo dall’influenza e non abbiamo potuto mettere in campo i giocatori con i quali avevamo preparato la partita. Eravamo un po’ rimaneggiati ma chi ha giocato, lo ha fatto bene. Sono soddisfatto del primo tempo, in particolare dei primi 20 minuti in cui siamo stati ottimi, poi Bologna è venuto fuori. Abbiamo preso nella ripresa troppi punti ma, subito un rosso e un giallo, eravamo sotto anche numericamente. Ora ci concentriamo sulla prossima». Spiega De Rossi: «Sarà importante cercare di recuperare in settimana infortunati e influenzati. Vogliamo fare una bella prestazione per quella che sarà l’ultima partita in casa del campionato, ci teniamo a salutare il nostro pubblico nel migliore dei modi».

 

Risultati: Modena Rugby – Romagna 17-31; Rugby Gubbio 1984 – U.R. San Benedetto 27-27; Bologna Rugby – Rugby Jesi ’70 85-7; Firenze Rugby 1931 – Lions Amaranto 17-15; Colorno – Rugby Pieve 36-10; Highlanders Formigine – Cus Siena 20-26 

Classifica: Romagna 94; Colorno 81; Bologna Rugby 80; Modena Rugby 74; Rugby Pieve 55; U.R. San Benedetto 49; Cus Siena 45; Rugby Jesi ’70 39; Lions Amaranto 34; Rugby Gubbio 1984 30; Firenze Rugby 1931 19; Highlanders Formigine 13 

Prossimo turno (28 aprile): Rugby Jesi ’70 – Modena Rugby; Romagna – Rugby Gubbio 1984; Rugby Pieve – U.R. San Benedetto; Firenze Rugby 1931 – Colorno; Lions Amaranto – Highlanders Formigine; Cus Siena – Bologna Rugby

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, al ‘Latini’ vincono i Leoni: 46-12 contro Firenze Rugby 1931

Ora a Bologna, domenica 21 aprile, per cercare l’impresa. Vince anche l’Under 16 contro Carpi mentre esce sconfitta l’Under 18 contro Pesaro

JESI – Obiettivo centrato, il Rugby Jesi ’70 batte tra le mura amiche il Firenze Rugby 1931 (46-12 il risultato finale) e riassapora la gioia del successo dopo le ultime, anche rocambolesche, battute d’arresto.

«Una bellissima domenica dice il coach dei Leoni e direttore tecnico della società jesina Marco De Rossi – vissuta nel nostro impianto con le gare casalinghe sia della Seniores sia delle due Under 16 e 18. La Under 16, contro Carpi, ha vinto bene e con un punteggio ampio, la Under 18 contro una squadra forte come Pesaro ha messo in campo una gran bella prestazione, pur perdendo di poco. E poi, finalmente, il ritorno alla vittoria della Seniores in Serie B. Da due settimane eravamo concentrati su questa partita e l’avevamo preparata bene, i ragazzi l’hanno vinta con un approccio fantastico».

Spiega De Rossi: «Siamo partiti dominando nei primi 20 minuti, poi c’è stato un piccolo rientro di Firenze che ha provato a recuperare. Ma siamo stati bravi a difendere. Nel secondo tempo abbiamo ritrovato il nostro gioco e segnato alla fine 46 punti. Ci fa felici il fatto di essere riusciti a segnare sia con la mischia sia con la tre quarti, come l’avevamo impostata». Un successo che spezza la serie negativa. «Non è facile reagire dopo tanti risultati noevidenzia De Rossima i ragazzi l’avevano preparata bene e volevano tornare a vincere. Ci siamo riusciti, giocando anche un bel rugby».

Nel prossimo turno, il 21 aprile, il Rugby Jesi ’70 andrà a fare visita al Bologna, terzo in classifica. Nella gara di andata, la vittoria centrata a Jesi contro i felsinei rappresentò il top del cammino dei Leoni. «Andremo a giocarcela convinti delle nostre potenzialità dice De Rossiben sapendo che Bologna è una squadre forte, tra le prime del campionato, e contro cui sarà durissima. Ma lavoreremo per essere pronti».

 

Risultati: Romagna – Highlanders Formigine 111-0; Rugby Pieve- Rugby Gubbio 1984 40-13; U.R. San Benedetto – Bologna Rugby 22-38; Rugby Jesi ’70 – Firenze Rugby 1931 46-12; Lions Amaranto- Colorno 13-43; Cus Siena – Modena Rugby 0-38 

Classifica: Romagna 90; Colorno 77; Bologna Rugby 75; Modena Rugby 74; Rugby Pieve 54; U.R. San Benedetto 47; Cus Siena 40; Rugby Jesi ’70 38; Lions Amaranto 33; Rugby Gubbio 1984 28; Firenze Rugby 1931 15; Highlanders Formigine 12 

Prossimo turno (21 aprile): Modena Rugby – Romagna; Rugby Gubbio 1984 – U.R. San Benedetto; Bologna Rugby – Rugby Jesi ’70; Firenze Rugby 1931 – Lions Amaranto; Colorno – Rugby Pieve; Highlanders Formigine – Cus Siena

©riproduzione riservata




Jesi / Al ‘Latini’ rugby-day: domenica tre partite casalinghe per il club leoncello

Il tris di impegni vedrà tutte insieme impegnate le formazioni Under 18 (ore 11,30), Under 16 (13), Seniores (15,30)

Faccenda – De Rossi

JESI, 12 aprile 2024 – Sarà festa di rugby domenica prossima 14 aprile al “Latini” di via Mazzangrugno a Jesi: il tris di impegni casalinghi che vedrà, tutte insieme, impegnate una dopo l’altra sul campo amico le formazioni Under 18, Under 16 e Seniores del Rugby Jesi ’70 promette una giornata tutta da vivere per la famiglia della palla ovale.

Il programma comincerà alle 11,30 con la sfida che vedrà la Under 18 opposta ai pari età di Pesaro. Alle 13 tocca alla Under 16, nel confronto con Carpi. Alle 15,30 poi spazio alla ripresa del campionato di Serie B: i Leoni di coach Marco De Rossi ospitano il Firenze Rugby 1931 e l’obiettivo, dopo le ultime cadute, è ritrovare la vittoria.

«Gli ultimi risultati ci sono spesso sfuggiti proprio nelle battute finali dei match. I ragazzi sanno di dover fare maggiore attenzionedice il presidente del Rugby Jesi ’70, Luca Faccenda ma sono assolutamente fiducioso, in loro e nel lavoro che stanno svolgendo insieme a tutto lo staff tecnico e non. Il gruppo si è confrontato, i ragazzi si sono guardati in faccia e hanno parlato tra di loro e con allenatore e preparatore atletico, per mettere a punto quei dettagli che possono non essere andati. Sono sicuro che lo spirito sarà quello giusto».

«L’abbiamo preparata bene, siamo tutti e carichiaggiunge coach Marco De Rossi – vogliamo fare un ottimo risultato. Ci aspettiamo tutti un riscatto e ci teniamo a tornare a vincere».

Classifica: Romagna 85; Colorno 72; Bologna Rugby 70; Modena Rugby 69; Rugby Pieve 50;
U.R. San Benedetto 41; Cus Siena 40; Rugby Jesi ’70 34; Lions Amaranto 33; Rugby Gubbio 1984 28; Firenze Rugby 1931 15; Highlanders Formigine 12

Prossimo turno (14 aprile): Romagna – Highlanders Formigine; Rugby Pieve- Rugby Gubbio 1984; U.R. San Benedetto – Bologna Rugby; Rugby Jesi ’70 – Firenze Rugby 1931; Lions Amaranto- Colorno; Cus Siena – Modena Rugby

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, continua il momento no: battuti anche dal fanalino di coda Formigine

Niente riscatto: 14-5. Adeso due settimane di sosta e poi il finale di campionato dove restano da giocare quattro gare

JESI, 25 marzo 2024 – Prosegue il momento no del Rugby Jesi ’70 nel campionato di Serie B: nella trasferta sul campo del fanalino di coda della classifica Formigine, per i Leoni jesini non arriva l’auspicato riscatto dopo la recente serie di stop ma una inattesa, nuova, battuta d’arresto. I padroni di casa degli Highlanders Formigine si impongono 14-5, centrando la seconda vittoria del loro torneo. E un Rugby Jesi ’70 che sembra essersi arrestato all’impresa di fine 2023, quando fu in grado di battere l’allora vice capolista Bologna (di lì in avanti sono arrivati solo il successo su Gubbio e il pari di San Benedetto del Tronto), deve di nuovo masticare amaro.

«La speranza è che ora le due settimane di sosta che abbiamo davanti ci facciano bene commenta coach Marco De Rossi – i ragazzi hanno bisogno di ricaricarsi soprattutto mentalmente, dato che in campo giochiamo anche bene e come condizione atletica ci siamo ma, forse, il buon girone di andata ci ha fatti rilassare un po’. Queste ultime tre partite, di cui due perse all’ultimo secondo e questa di Formigine nel finale, dopo che per 70 minuti eravamo stati 7-5, fanno male e vanno resettate». Dice De Rossi: «Vero che infortuni e qualche assenza improvvisa ci stanno togliendo punti fissi e finiamo col pagarlo ma chi va in campo deve farlo in maniera diversa dal punto di vista mentale. In settimana prepariamo bene le partite ma poi la domenica siamo un poco superficiali, come se pensassimo che alla fine comunque la vinceremo o accadrà qualcosa. L’approccio deve essere diverso».

Analizza il tecnico: «Ci riuniremo per parlarne e confrontarci su dove vogliamo andare per le prossime ultime quattro partite. Due le giocheremo con avversari alla portata, le altre contro squadre che sono sopra di noi in classifica ma lo Jesi del girone di andata ha mostrato di poter fare cose anche inattese. Ci serve una vittoria per risollevarci di testa. E sarà anche l’occasione per iniziare a integrare sempre più qualche elemento della Under 18 in vista della stagione prossima».

Si torna in campo il 14 aprile, a Jesi, contro il Firenze Rugby 1931. 

Risultati: Bologna Rugby – Romagna 33-33; Firenze Rugby 1931 – Rugby Pieve 24-45; Modena Rugby – Rugby Gubbio 1984 29-14; Colorno – U.R. San Benedetto 59-27; Highlanders Formigine – Rugby Jesi ’70 14-5; Lions Amaranto – Cus Siena 15-29 

Classifica: Romagna 85; Colorno 72; Bologna Rugby 70; Modena Rugby 69; Rugby Pieve 50; U.R. San Benedetto 41; Cus Siena 40; Rugby Jesi ’70 34; Lions Amaranto 33; Rugby Gubbio 1984 28; Firenze Rugby 1931 15; Highlanders Formigine 12 

Prossimo turno (14 aprile): Romagna – Highlanders Formigine; Rugby Pieve- Rugby Gubbio 1984; U.R. San Benedetto – Bologna Rugby; Rugby Jesi ’70 – Firenze Rugby 1931; Lions Amaranto- Colorno; Cus Siena – Modena Rugby

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, altra sconfitta: al ‘Latini’ passa il Lions Amaranto

L’inesperienza fa la sua parte, 27-30 il punteggio finale. Prossimo turno in casa del fanalino di coda Formigine. Sconfitta anche l’Under 16 e 18 

JESI, 18 marzo 2024 – «C’è grande rammarico. In una domenica in cui, tra Serie B, Under 18 e Under 16, perdiamo tre partite per un totale di 13 punti, il dispiacere è enorme. Come pure la consapevolezza che si sta facendo un lavoro importante e che è sui dettagli, che fanno la differenza, che occorre crescere».

Coach Marco De Rossi commenta così l’ultimo fine settimana vissuto dal Rugby Jesi ’70.

In Serie B, i Leoni non riescono a ritrovare la vittoria e cedono il passo in casa ai livornesi Lions Amaranto, 27-30. «A differenza della precedente partita di Siena, dove eravamo stati sempre sotto ed eravamo stati superati alla fine – racconta De Rossi – questa volta abbiamo rincorso, sorpassato ma poi perso ancora su una presa al volo in area di meta che è diventata un in-avanti. Un dettaglio, come avvenuto per la Under 18, con un calcio sbagliato, e la Under 16. Una sconfitta di 3 e due di 5 punti. Fa male ma nel dispiacere deve darci il senso di una crescita che abbiamo iniziato e deve continuare, tanto più nelle categorie giovanili dove abbiamo cominciato ad affrontare finalmente tornei interregionali e si è alzato il livello della competizione».

Il dazio da pagare alla inesperienza è inevitabile ma non per questo fa meno male. «In B siamo una squadra giovane con due, tre elementi di maggior esperienza, c’è un percorso da affrontare – dice De Rossi – e va fatto con la consapevolezza della attenzione che va riservata ad ogni episodio e ogni minimo aspetto, che sono quelli che fanno vincere o perdere le partite. Nelle nostre ultime tre abbiamo sempre perso negli ultimi minuti, è dura da mandare giù ma dobbiamo guardare avanti».

Prossima tappa, domenica 24 marzo, sul campo del fanalino di coda Formigine. «Non possiamo sbagliare, per la testa e per il morale».

Risultati: Romagna- Colorno 45-24; Rugby Pieve – Highlanders Formigine 36-5; Rugby Gubbio 1984 – Bologna Rugby 7-40; U.R. San Benedetto – Modena Rugby 10-48; Cus Siena – Firenze Rugby 1931 33-9; Rugby Jesi 1970 – Lions Amaranto 27-30 

Classifica: Romagna 82; Colorno, Bologna Rugby 67; Modena Rugby 64; Rugby Pieve 45; U.R. San Benedetto 40; Cus Siena 35; Rugby Jesi ’70 34; Lions Amaranto 33; Rugby Gubbio 1984 28; Firenze Rugby 1931 14; Highlanders Formigine 8 

Prossimo turno (24 marzo): Bologna Rugby – Romagna; Firenze Rugby 1931 – Rugby Pieve; Modena Rugby – Rugby Gubbio 1984; Colorno – U.R. San Benedetto; Highlanders Formigine – Rugby Jesi ’70; Lions Amaranto – Cus Siena

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, al ‘Latini’ i Lions Amaranto ma anche l’Under 18 contro Firenze

Doppio confronto domenica 17 marzo con inizio ore 12,30: una giornata al fianco della palla ovale jesina 

JESI, 14 marzo 2024 – Il Rugby Jesi ’70 prepara una domenica da Leoni da vivere fra le mura amiche del “Latini” di via Mazzangrugno.

Domenica prossima 17 marzo infatti, dopo la pausa del campionato di Serie B lo scorso fine settimana, la Seniores torna in campo e lo fa ricevendo in casa, alle 15, i livornesi del Lions Amaranto.

Appuntamento preceduto, alle 12,30, dall’impegno casalingo anche della Under 18, che ospita Firenze. Una domenica di rugby tutta da vivere al fianco della palla ovale jesina.

La Seniores di coach Marco De Rossi è chiamata a ripartire dopo le ultime cadute – particolarmente dolorosa quella in rimonta patita a Siena – ed a sfruttare il prossimo tris di impegni in calendario.

«Abbiamo recuperato tutti o quasi dagli infortunidice De Rossi – ora riceviamo Livorno, quindi andiamo a Formigine e infine, dopo la nuova pausa, saremo ancora in trasferta a Firenze: ci siamo fatti fra di noi la promessa di ricavarne tre vittorie e siamo decisi a mantenerla. Siamo pronti a mettere in campo tutto ciò che abbiamo per rispettare l’impegno». Ricorda il tecnico: «La sosta è stata utile a recuperare energie e mettersi alle spalle la sconfitta di Siena, che non ci è certo andata giù. Ma questo è il rugby e noi, anche sotto questo aspetto, siamo chiamati a migliorare».

Il trittico di impegni che arriva vedrà Jesi il 17 marzo appunto in casa con i Lions Amaranto, che in classifica ne seguono la settima posizione a 4 punti di distanza; il 24 marzo la visita al fanalino di coda Highlanders Formigine e a metà aprile, dopo la pausa, il viaggio a Firenze, penultima.

Classifica: Romagna 77; Colorno 66; Bologna Rugby 62; Modena Rugby 59; U.R. San Benedetto, Rugby Pieve 40; Rugby Jesi ’70 32; Cus Siena 30; Rugby Gubbio 1984, Lions Amaranto 28; Firenze Rugby 1931 14; Highlanders Formigine 8.

Prossimo turno (17 marzo): Romagna- Colorno; Rugby Pieve – Highlanders Formigine; Rugby Gubbio 1984 – Bologna Rugby; U.R. San Benedetto – Modena Rugby; Cus Siena – Firenze Rugby 1931; Rugby Jesi 1970 – Lions Amaranto

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, trasferta da dimenticare in fretta: Siena vince 28-25

Formazione jesina avanti per tutta la gara in Toscana ma poi in 10 minuti i padroni di casa del Cus rimontano tutto fino a vincere

JESI, 4 marzo 2024 – Rugby Jesi ’70, trasferta da dimenticare a Siena, dove per i Leoni di coach Marco De Rossi matura la sconfitta più difficile da digerire: avanti con ampio margine per tutta la gara, il quindici jesino incassa nell’arco di dieci minuti una rimonta che annulla ben 18 punti di vantaggio e sull’ultima azione incassano la meta del sorpasso che dà il successo ai locali, 28-25. «Siamo stati davanti per 79 minuti e 50 secondi – commenta amareggiato coach De Rossi – ma non è bastato. Siamo molto dispiaciuti, perchè i ragazzi si erano impegnati e avevano giocato bene. Di solito siamo noi a venire fuori meglio nel secondo tempo, questa volta invece abbiamo avuto un calo fisico sul quale dovremo riflettere».

Analizza il tecnico: «L’avevamo preparata bene ed eravamo partiti come dovevamo. Nel primo tempo siamo stati sempre noi in attacco e abbiamo segnato 21 punti, prendendoci un buon vantaggio. Nella ripresa poi il calo».

In appena dieci minuti, il ribaltone che ha consentito al Cus Siena di passare dal 7-25 al 28-25 all’ultimo respiro. «Negli ultimi 10′racconta De Rossiabbiamo rimediato due cartellini gialli e, tredici contro quindici, abbiamo subito due mete. Nell’ultima confusa azione vicino alla linea di meta, Siena è riuscito a segnare ancora e a prendersi la vittoria. Un risultato demoralizzante, perché eravamo partiti per andare a vincere. Ma dobbiamo crescere, come mentalità e anche come esperienza, imparando come mantenere un vantaggio di 20 punti».

Nel prossimo fine settimana campionato alla pausa, il 17 marzo il Rugby Jesi ’70 ripartirà dal confronto casalingo con i Lions Amaranto, seguito nei turni successivi dalla trasferta in casa del fanalino di coda Formigine e poi dal nuovo appuntamento a Jesi contro Firenze. «Sarà una settimana, questa, non di riposo ma di impegno per prepararci al meglio. L’obiettivo che ci siamo dati è di vincere le prossime tre partite, contro avversari che sono battibili. Un proposito che vogliamo mantenere».

 

Risultati: Firenze Rugby 1931- Romagna 0-106; Cus Siena – Rugby Jesi ’70 28-25; Lions Amaranto- Rugby Pieve 19-18; Modena Rugby – Bologna Rugby 26-30; Colorno -Rugby Gubbio 78-15; Highlanders Formigine – U.R. San Benedetto rinviata

 

Classifica: Romagna 77; Colorno 66; Bologna Rugby 62; Modena Rugby 59; U.R. San Benedetto, Rugby Pieve 40; Rugby Jesi ’70 32; Cus Siena 30; Rugby Gubbio 1984, Lions Amaranto 28; Firenze Rugby 1931 14; Highlanders Formigine 8.

 

Prossimo turno (17 marzo): Romagna- Colorno; Rugby Pieve – Highlanders Formigine; Rugby Gubbio 1984 – Bologna Rugby; U.R. San Benedetto – Modena Rugby; Cus Siena – Firenze Rugby 1931; Rugby Jesi 1970 – Lions Amaranto

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, troppo forte la prima della classe: 86-14 per il Romagna

La formazione allenata da Marco De Rossi pensa già alla prossima trasferta domenica 3 marzo ospiti del Siena

JESI, 26 febbraio 2024 – Stop come da pronostico in casa della indiscussa capolista del girone Romagna per il Rugby Jesi ’70 nell’ultimo turno del campionato di Serie B.

Contro il quindici romagnolo, che guida la graduatoria a +15 sul tris di inseguitrici Colorno, Bologna e Modena, i Leoni di coach Marco De Rossi non vanno oltre le due mete segnate e chiudono sconfitti 86-14.

«Non sono certo contento dei tanti punti presi – commenta De Rossi ma va detto che loro, che stanno dando 60 punti di scarto praticamente a tutti e sono ancora imbattuti, sono davvero una bella squadra, che vuol subito tornare in Serie A, attrezzata in tutti i reparti. Ed hanno espresso un gran bel gioco. Noi non pensavamo chiaramente di andare a vincere ma l’obiettivo che ci eravamo dati era provare ad ottenere almeno un punto: abbiamo segnato due belle mete e siamo andati altre 3, 4 volte nei loro 22 metri per andare ancora a segno ma Romagna ha difeso bene e non ce l’ha concesso. E le quattro mete per il punto bonus non sono arrivate. Noi avevamo messo in preventivo e pianificato una prova che abbiamo sfruttato come preparazione per il prossimo impegno».

Spiega il tecnico dei Leoni: «Siamo saliti rimaneggiati e lasciando a casa, concedendo loro una settimana di riposo in più, gli infortunati della partita precedente contro Pieve. Abbiamo portato con noi un paio di elementi della Under 18 che hanno avuto modo di essere inseriti in prima squadra e fare esperienza, ci ha fatto piacere. Per loro è stato sicuramente formativo e ora guardiamo alla prossima partita».

Domenica 3 marzo il Rugby Jesi ’70 sarà ancora in viaggio, questa volta in trasferta alla volta di Siena. «Non sarà facile, loro sono una buona squadra che specie in casa propria riesce sempre a dare qualcosa in più. Ma è un appuntamento alla nostra portata – dice De Rossi – e vogliamo andare a fare una bella partita».

 

Risultati: Romagna – Rugby Jesi ’70 86-14; Rugby Pieve – Cus Siena 59-20; Bologna Rugby – Colorno 26-28; Modena Rugby – Highlanders Formigine 36-14; Rugby Gubbio – Firenze Rugby 1931 69-0; U.R. San Benedetto – Lions Amaranto 19-20

Classifica: Romagna 72; Colorno, Bologna Rugby, Modena Rugby 57; U.R. San Benedetto 40; Rugby Pieve 39; Rugby Jesi ’70 31; Rugby Gubbio 1984 28; Cus Siena 25; Lions Amaranto 24; Firenze Rugby 1931 14; Highlanders Formigine 8.

Prossimo turno (3 marzo): Firenze Rugby 1931- Romagna; Cus Siena – Rugby Jesi ’70; Lions Amaranto- Rugby Pieve; Modena Rugby – Bologna Rugby; Colorno -Rugby Gubbio; Highlanders Formigine – U.R. San Benedetto.

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, Pieve passa al ‘Latini’ 3-30: tanti errori e delusione

Jesina sconfitta in casa e superata in classifica. Domenica 25 febbraio trasferta proibitiva nella tana della prima della classe Romagna

JESI – «Deluso. Dall’atteggiamento, più che dal risultato. L’avversario lo conoscevamo e pensavo che avremmo potuto reagire alla partita diversamente da quanto era accaduto nella gara del girone di andata». Così Marco De Rossi, coach del Rugby Jesi ’70 sconfitto in casa, nell’ultimo turno del campionato di Serie B, dal Rugby Pieve. 

Punteggio finale 3-30 per gli ospiti, che già un girone fa si erano mostrati avversario scorbutico e difficile da affrontare per i Leoni e che, col successo, hanno anche scavalcato in classifica Jesi, ora settimo.

«Se all’andata dice De RossiPieve poteva averci sorpreso ed era stata brava a sfruttare il suo gioco, al ritorno eravamo preparati e mi aspettavo una partita diversa. Invece non abbiamo concretizzato le tante occasioni create, in un primo tempo che ci ha visto sempre all’attacco ma sbagliare tanto. Nel secondo poi loro hanno segnato subito e lì da parte nostra c’è stato il calo, senza la reazione che avremmo dovuto avere. Se Pieve ha capitalizzato al meglio le opportunità, segnando quattro mete nelle situazioni in cui si sono presentati in attacco, noi da ultimo abbiamo concesso troppe punizioni e rimediato anche quattro cartellini gialli che ci hanno messo in difficoltà: non va bene, occorre capire che c’è un arbitro che dirige il gioco e che bisogna pensare al campo e non a parlare con lui. Una crescita mentale che da parte nostra è necessaria, dato che invece dal punto di vista fisico stiamo bene   abbiamo anche difeso bene. Ma l’atteggiamento deve migliorare. Spiace per questi alti e bassi ma anche questo fa parte del rugby e va affrontato».

Si torna al lavoro. «Torniamo ad allenarci per preparare una partita che sappiamo quanto sarà difficile in casa della prima della classe Romagna. Dovremo dare il massimo per provare ad ottenere punti e muovere la nostra classifica» spiega De Rossi.

 

Risultati: Cus Siena – Romagna 10-98; Rugby Jesi ’70 – Rugby Pieve 3-30; Highlanders Formigine – Bologna Rugby 8-57; Colorno – Modena Rugby 38-10; Firenze Rugby 1931 – U.R. San Benedetto 24-34; Lions Amaranto – Rugby Gubbio 1984 38-11

 Classifica: Romagna 66; Colorno 57; Bologna Rugby 55; Modena Rugby 52; U.R. San Benedetto 39; Rugby Pieve 33; Rugby Jesi ’70 31; ; Cus Siena 24; Rugby Gubbio 1984 23; Lions Amaranto 19; Firenze Rugby 1931 14; Highlanders Formigine 8

 Prossimo turno (25 febbraio): Romagna – Rugby Jesi ’70; Rugby Pieve – Cus Siena; Bologna Rugby – Colorno; Modena Rugby – Highlanders Formigine; Rugby Gubbio – Firenze Rugby 1931; U.R. San Benedetto – Lions Amaranto

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, pari nel derby di San Benedetto del Tronto (17-17): resta il 6° posto in classifica

Un po’ di rammarico in casa jesina per due mete non trasformate ed un’altra non vista dall’arbitro. La Coppa Marche in palio torna a Jesi grazie al successo nella gara d’andata

JESI 12 febbraio 2024 – Finisce pari il derby marchigiano di San Benedetto del Tronto tra i padroni di casa della Fi.Fa Security e il Rugby Jesi ’70 per la seconda giornata di ritorno del campionato di Serie B, girone 2. E così, dopo il successo interno dei Leoni nella gara di andata e il 17-17 nella riproposizione della sfida, la Coppa Marche – trofeo simbolicamente messo in palio dalle due società, unite da ottimi rapporti – torna per questa stagione a Jesi, protagonista al “Mandela” rivierasco di una grande, seppur non completata dal sorpasso, rimonta.

«Partita dalla quale torniamo a casa con un po’ di delusionecommenta infatti il tecnico dei Leoni Marco De Rossi loro, in casa propria, erano partiti carichissimi come ci aspettavamo e nel primo tempo siamo andati subitosotto nel punteggio, 14-0. C’è stata troppa indisciplina da parte nostra, ne abbiamo parlato e sappiamo che dobbiamo migliorare. Ma nel secondo tempo abbiamo reagito. Loro sono andati ancora a segno solo con un piazzato, noi abbiamo segnato tre mete delle quali, purtroppo, due non trasformatePunti che ci sono mancati per poter vincere la partita, oltre ad un’altra meta fatta ma annullata perchè non vista dall’arbitro. Abbiamo chiuso in parità ma meritavamo di vincere, sono contento della volontà mostrata da tutti i ragazzi. E riportiamo la Coppa Marche a Jesi: il presidente Luca Faccenda ha potuto sollevarla, un piccolo regalo per lui che proprio alla vigilia del derby ha compiuto gli anni. Il trofeo starà ancora un anno da noi, nella nostra Club House del Terzo Tempo che proprio in questi giorni ha riaperto rinnovata e con una nuova gestione, un motivo di soddisfazione in più averci portato la Coppa».

Altre due le annotazioni doverose. «Il grande dispiacere di giornata – dice De Rossi è per linfortunio alla caviglia di Carosi, da tutti noi il più forte e sentito degli in bocca al lupo per lui. Mi sento invece di fare i complimenti a Gabriele Estrada, un ragazzo di Macerata che è con noi e che in tutte le occasioni e in tutte le zone del campo in cui gli viene richiesto sta mettendo sempre impegno e atteggiamenti giusti».

 Risultati: Romagna – Lions Amaranto 68-5; Bologna Rugby – Rugby Pieve 24-27; Modena Rugby – Firenze Rugby 1931 46-7; U.R. San Benedetto – Rugby Jesi ’70 17-17; Rugby Gubbio – Cus Siena 21-7; Colorno – Highlanders Formigine 83-14

 Classifica: Romagna 62; Modena Rugby, Colorno 52; Bologna Rugby 50; U.R. San Benedetto 34; Rugby Jesi ’70 31; Rugby Pieve 29; Cus Siena 24; Rugby Gubbio 1984 23; Lions Amaranto 15; Firenze Rugby 1931 13; Highlanders Formigine 8.

 Prossimo turno (18 febbraio): Cus Siena – Romagna; Rugby Jesi ’70 – Rugby Pieve; Highlanders Formigine – Bologna Rugby; Colorno – Modena Rugby; Firenze Rugby 1931 – U.R. San Benedetto; Lions Amaranto – Rugby Gubbio 1984

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby caccia al quinto posto, la pratica San Benedetto non sarà facile da sbrigare

Si ritorna in campo dopo la sosta per il Sei Nazioni, il derby vale una posizione importante in classifica generale

JESI, 9 febbraio 2024 –  Rugby Jesi ’70 in trasferta a San Benedetto ed il risultato del derby, domenica ore 16,30 al ‘Mandela’ in riva all’Adriatico,  vale il quinto posto in classifica generale.

In questo momento, dopo i risultati dell’ultimo turno prima della sosta, i padroni di casa sono avanti in classifica.

All’andata, al ‘Latini’ di Mazzangrugno, vinse Jesi. «Sarà un classico derby che tutti vogliono vincere e in cui tutti mettono il massimoanalizza De Rossi tecnico di Jesi -. Noi, dopo la partita con Colorno, stiamo lavorando per cercare di migliorare le cose che nell’ultima partita non sono andate bene. Abbiamo visionato le ultime gare di San Benedetto: loro sono una squadra fisica che gioca molto bene nella mischia e col pacchetto, sono grossi fisicamente. E noi dovremo fare bene in rolling maul per togliergli quel punto di forza, poter andare in attacco e segnare». Cosa servirà? «Chi sarà più ordinato e lascerà meno calci di punizione” la risposta. Ed infine: “Vogliamo vincere, per riprenderci il vantaggio in classifica e anche pareggiare il conto e andare sul 2-2 negli scontri diretti di questi due anni».

Classifica: Romagna 57; Bologna 49; Modena, Colorno 47; San Benedetto 32; Jesi 29; Pieve, Siena 24; Gubbio 19; Lions Amaranto 15; Firenze 13; Formigine 8

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, battuto il Gubbio (22-21) e classifica soddisfacente al giro di boa

Nell’ultima giornata d’andata i Leoni vincono in casa e in classifica sono quinti in solitaria. Prossimo turno ancora al Latini contro Colorno

JESI 22 gennaio 2024 – Vittoria, la sesta in stagione, e quinto posto in classifica: il Rugby Jesi ’70 conclude il suo girone d’andata nel campionato di Serie B con il successo casalingo per 22-21 ai danni del Rugby Gubbio, che vale ai Leoni di coach Marco De Rossi altri 5 punti ad un giro di boa che ha visto per loro più gioie che amarezze.

La strada intrapresa è quella giusta.«Vanno fatti i complimenti al Gubbio – commenta la gara il tecnico del Rugby Jesi ’70 De Rossi  perché ha sempre cercato di vincere. Noi l’avevamo preparata bene, studiando il loro piano di gioco, e abbiamo fatto in campo quello che avevamo programmato. Sono molto contento della reazione dei ragazzi: siamo stati noi ad andare in svantaggio ma non ci siamo demoralizzati, anzi abbiamo ripreso il sopravvento fino al sorpasso. Abbiamo segnato belle mete, anche a largo, e sfruttato le nostre potenzialità. Purtroppo abbiamo subito 9 punti al piede e un paio di mete non ci sono state riconosciute dall’arbitro, il che non ci ha permesso di chiudere con più margine e più serenità. Ma abbiamo difeso in maniera ottima sui loro tentativi di risalire».

C’è poi una nota ulteriore. «Ci tengo a fare i complimenti a Francesco Giuliani e Alessio Marinelli. Sono due giovani sempre presenti a tutti gli allenamenti, sempre pronti dare il meglio e a dimostrare tutta la volontà che hanno di vestire la maglia del Rugby Jesi. A tutti e due insieme è andato il riconoscimento di “man of the match” della gara, e se lo sono meritato. È l’esempio di come impegno e sacrificio finiscano sempre per portare risultati».

Risultati: Romagna – U.R. San Benedetto 102-3; Rugby Pieve – Modena Rugby 12-26; Lions Amaranto – Bologna Rugby 17-36; Firenze Rugby 1931 – Highlanders Formigine 22-17; Rugby Jesi ’70 – Rugby Gubbio 22-21; Cus Siena – Colorno 5-66.

Classifica: Romagna 52; Bologna Rugby 43; Modena Rugby, Colorno 42; Rugby Jesi ’70 29; U.R. San Benedetto 28; Rugby Pieve 24; Cus Siena 23; Rugby Gubbio 1984 18; Lions Amaranto 16; Firenze Rugby 1931 13; Highlanders Formigine 4.

Prossimo turno (28 gennaio): Rugby Pieve – Romagna; Firenze Rugby 1931 – Bologna Rugby; Lions Amaranto – Modena Rugby; Cus Siena – U.R. San Benedetto; Highlanders Formigine – Rugby Gubbio; Rugby Jesi – Colorno

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, i ‘leoni’ cedono in casa del Modena (49-17) terza forza del campionato

 Domenica prossima al’ Latini’ di via Mazzangrugno ultima del girone d’andata contro il Rugby Gubbio  

JESI, 15 gennaio 2024- Prima del nuovo anno e penultima del girone d’andata sul campo della terza in classifica Modena per il Rugby Jesi ’70: i Leoni finiscono per cedere 49-17 ma, contro una grande del girone, offrono buoni segnali di continuità dopo la prova che, in chiusura di 2023, li aveva visti battere in casa propria al “Latini” la vice capolista Bologna.

«L’avevamo studiata bene e sapevamo che loro erano forti – commenta il tecnico del Rugby Jesi ’70 Marco De Rossi lo hanno dimostrato, segnando in tutte le azioni che si sono riusciti a creare con ben cinque mete tutte in rolling maul. Sulla tre quarti invece siamo andati bene anche noi, riuscendo a segnare a nostra volta tre mete. Il rammarico è per non essere riusciti a realizzare una quarta, che ci avrebbe dato un punto in classifica, nelle tante occasioni in cui ci siamo presentati nei loro 22 metri. L’avremmo meritato ma va riconosciuto che anche Modena è stata brava a difendere». Vanno apprezzate le luci della prova. «Abbiamo dato continuità – dice De Rossie sono molto soddisfatto della prova dei ragazzi. Adesso non ci fermiamo certo qui. Abbiamo l’ultima di andata e poi tutto il girone di ritorno per continuare a crescere. Domenica prossima (21 gennaio) arriva in casa nostra il Rugby Gubbio e sappiamo tutti di non poter e non volere sbagliare, davanti al nostro pubblico che ci sosterrà. La prepareremo a dovere, vedendo insieme ciò che è andato bene e va tenuto di Modena e ciò che invece va migliorato». 

Risultati: Rugby Gubbio – Romagna 8-52; U.R. San Benedetto – Rugby Pieve 24-20; Bologna Rugby – Cus Siena 38-0; Modena Rugby – Rugby Jesi ’70 49-17; Colorno – Firenze Rugby 1931 50-3; Highlanders Formigine – Lions Amaranto 12-14 

Classifica: Romagna 47; Bologna Rugby 39; Modena Rugby, Colorno 37; U.R. San Benedetto 28; Rugby Jesi ’70, Rugby Pieve 24; Cus Siena 23; Rugby Gubbio 1984 17; Lions Amaranto 15; Firenze Rugby 1931 8; Highlanders Formigine 3.

Prossimo turno (21 gennaio): Romagna – U.R. San Benedetto; Rugby Pieve – Modena Rugby; Lions Amaranto – Bologna Rugby; Firenze Rugby 1931 – Highlanders Formigine; Rugby Jesi ’70 – Rugby Gubbio; Cus Siena – Colorno

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby Serie B, si riparte da Modena

Dopo aver fermato al ‘Latini’ il Bologna secondo in classifica i Leoni ospiti della terza forza del campionato

JESI, 10 gennaio 2024 – Primo appuntamento del nuovo anno, penultimo del girone d’andata: alla ripresa del campionato di Serie B il Rugby Jesi ’70 va a far visita, domenica prossima 14 gennaio (14,30) al Modena, terza forza della classificata appaiata a Colorno a quota 32 punti.

Due in meno di quel Bologna vice capolista che i Leoni, con una impresa, hanno saputo fermare sul proprio campo nel match di chiusura del 2023. Il quindici di coach Marco De Rossi va a caccia di una conferma, quanto meno sul piano della prestazione.

«Ci siamo sempre allenati, la scorsa settimana per rimetterci in forma dopo le meritate feste e in questa per preparare a dovere una gara dura come quella che ci attende a Modenadice coach De Rossi  il morale è alto, andiamo a provare a fare più punti possibile».

Jesi cerca un salto di qualità anche fuori casa. «Dobbiamo provare a mantenere lo stesso ritmo di gioco e la stessa mentalità dell’ultima contro Bolognaricorda il tecnico sappiamo che fuori casa pecchiamo un po’ ma è un punto sul quale stiamo cercando di migliorare. Una mentalità che col mio lavoro sto provando a portare in tutto il Club e che sta dando i suoi frutti anche nel rendimento delle Under 16 e 18, per stare bene in campo in tutte le partite».

Classifica: Romagna 42; Bologna Rugby 34; Modena Rugby, Colorno 32; Rugby Jesi ’70 24; Rugby Pieve, U.R. San Benedetto, Cus Siena 23; Rugby Gubbio 1984 17; Lions Amaranto 11; Firenze Rugby 1931 8; Highlanders Formigine 2.

Prossimo turno (14 gennaio): Rugby Gubbio – Romagna; U.R. San Benedetto – Rugby Pieve; Bologna Rugby – Cus Siena; Modena Rugby – Rugby Jesi ’70; Colorno – Firenze Rugby 1931; Highlanders Formigine – Lions Amaranto

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, Ratko Jelic convocato con la nazionale italiana

Mediano di mischia delle Zebre Parma le sue prime avventure con la palla ovale le ha vissute nelle file del Rugby Jesi ’70 con la Under 9

JESI, 4 gennaio 2023 – Partito da Jesi, arrivato in azzurro.

Prima chiamata nella Nazionale maggiore di rugby per Ratko Jelic, mediano di mischia classe 2000 delle Zebre Parma ma che le sue prime avventure con la palla ovale le ha vissute nelle file del Rugby Jesi ’70.

È a Jesi che Ratko, al seguito di papà Vladimir allora giocatore della prima squadra, approdò bambino da Belgrado iniziando a giocare con la Under 9.

memorial mussini

E oggi, dopo un percorso passato successivamente da Pesaro, Prato, Parma, Livorno, Viadana e poi ancora la franchigia federale delle Zebre ecco per lui la prima esperienza con la Nazionale maggiore: Jelic è già stato atleta della Nazionale di rugby a 7 e azzurro nella Under 23 che ha battuto due volte a dicembre la selezione delle accademie irlandesi, ora il 4 e 5 gennaio sarà a Verona per prendere parte al raduno azzurro in preparazione del prossimo Sei Nazioni.

«Lo staff tecnico della Nazionale Italiana Rugby Maschile guidato da Gonzalo Quesadaè in sintesi la comunicazione della Federazione – ha convocato Ratko Jelicper il raduno in programma a Verona il 4 e 5 gennaio in preparazione del Guinness Sei Nazioni 2024».

Esprime soddisfazione il presidente del Rugby Jesi’70 Luca Faccenda: «Siamo davvero contenti del percorso che questo ragazzo sta facendo. Ratko era tornato a trovarci la primavera scorsa, quando per le Zebre era stato a Jesi come testimonial del Memorial “Mussini” di minirugby per i club delle Zebre Family. È un altro passo importante che Jelic si è meritato, è un orgoglio ricordare i suoi inizi qui a Jesi».

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, bilancio 2023: «Da incorniciare in campo, più forti dell’alluvione fuori»

Sul futuro confermato l’impegno di tutti gli sponsor. La novità sarà la gestione diretta della Club House “Terzo tempo” che a sua volta diventerà uno dei primi sponsor

JESI, 28 dicembre 2023 – «Un risultato che testimonia come il percorso di crescita di tutta la società stia proseguendo. E non solo la prima squadra: la cosa bella è che alle sue spalle avanza tutto il settore giovanile. Le under 16 e 18 ai campionati interregionali, l’under 14 che pure sta facendo bene. Sono una garanzia di futuro». Così Luca Faccenda, presidente del Rugby Jesi ’70, a bilancio di un 2023 che per la prima squadra dei Leoni jesini si è chiuso con la vittoria di prestigio ai danni della vice capolista Bologna nell’ultimo turno del campionato di Serie B.

«Traguardi frutto del lavoro e della competenza di Marco De Rossi (direttore e coach) e anche della collaborazione che stiamo portando avanti con Macerata e Fabriano. Abbiamo costruito le nostre squadre insieme e i nostri ragazzi nei rispettivi campionati si stanno divertendo davvero tanto».

Esterno al campo, il neo. «Prima alluvione e allagamenti dello scorso maggio, di recente i danni provocati all’impianto dal vento: gli eventi atmosferici non ci hanno certo risparmiati ricorda Faccendama abbiamo fatto e stiamo facendo tutto ciò che serve per superare i problemi. Saremo di nuovo pronti per la prima in casa del nuovo anno. Intanto va avanti il confronto con Comune e Consorzio di Bonifica: siamo stati noi ad occuparci di mettere in sicurezza all’altezza del campo il fosso tracimato lo scorso maggio, il Consorzio ha dato la disponibilità a occuparsi dei tratti vicini».

E il 2024? «Dobbiamo continuare sul solco del percorso che sta dando i risultati che speravamo, grazie all’impegno di tutti i dirigenti, tecnici, collaboratori, atleti. E sponsor: continuano a starci vicini, hanno già confermato il loro impegno anche per l’anno prossimo, a ciascuno di loro dedicheremo una giornata speciale nel corso del 2024, ospitandoli in casa con i loro dipendenti in occasione delle partite. Una novità importante è poi in arrivo con la gestione diretta che abbiamo assunto del ristorante della Club House “Terzo tempo”: terminato il rapporto col vecchio gestore, sarà la società in prima persona a occuparsene. Stiamo procedendo ad alcuni piccoli lavori di manutenzione, saremo pronti per la prima in casa del 21 gennaio contro Gubbio. Il ristorante stesso diventerà uno dei nostri primi sponsor».

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, il regalo di Natale: 23-22 alla vice capolista Bologna e quinto posto in classifica generale

Ora la lunga pausa fino al 14 gennaio 2024. Alla ripresa i Leoni in trasferta a Modena, terza forza del campionato

JESI 18 dicembre 2023 – Il Rugby Jesi ’70 chiude il 2023 con l’impresa: al “Latini”, nell’ultimo impegno dell’anno, i Leoni battono 23-22 addirittura la vice capolista Bologna.

Una affermazione di prestigio che in classifica significa un lusinghiero quinto posto. «Questo è lo sportcommenta il tecnico dei Leoni, coach Marco De Rossi e il rugby, lo dico sempre, è fatto di testa per il 95%. Andiamo a Firenze contro l’ultima in classifica pensando di avere già vinto e perdiamo, certo per merito anche di Firenze, ma senza essere andati in campo con la mentalità giusta. Poi arriva la seconda in classifica, cambiamo totalmente mentalità sin dalla settimana di allenamento, la prepariamo bene, anche con l’analisi video, e facciamo la partita perfetta».

Un successo che premia il percorso che squadra e società stanno facendo. «Nei due anni in cui sono qui a tempo pieno, sicuramente la più bella partita che abbiamo fatto. E la dimostrazione che se andiamo in campo uno per uno a giocarcela nella maniera giusta all’interno della squadra, possiamo fare ottime cose. Ne abbiamo parlato dopo la partita con il presidente Faccenda, anche da parte sua c’è grande soddisfazione per i lavori che stiamo facendo e l’impegno, massimo da parte di tutti. C’è ancora tanto da fare, non siamo nemmeno a metà campionato, ma ripartiremo nel nuovo anno con la consapevolezza che possiamo mettere in difficoltà tutti».

Campionato Serie B 8° giornata: Romagna- Modena Rugby 26-3; Rugby Pieve – Colorno 12-39; Rugby Jesi ’70 – Bologna Rugby 23-22; Lions Amaranto – Firenze Rugby 1931 17-21; U.R. San Benedetto – Rugby Gubbio 1984 48-0; Cus Siena -. Highlanders Formigine 17-10

Classifica: Romagna 42; Bologna Rugby 34; Modena Rugby, Colorno 32; Rugby Jesi ’70 24; Rugby Pieve, U.R. San Benedetto, Cus Siena 23; Rugby Gubbio 1984 17; Lions Amaranto 11; Firenze Rugby 1931 8; Highlanders Formigine 2.

Prossimo turno (14 gennaio): Rugby Gubbio – Romagna; U.R. San Benedetto – Rugby Pieve; Bologna Rugby – Cus Siena; Modena Rugby – Rugby Jesi ’70; Colorno – Firenze Rugby 1931; Highlanders Formigine – Lions Amaranto

©riproduzione riservata




Rugby / Jesi, sconfitta a Firenze ultima in classifica (19-17)

Giornata da dimenticare nella tana del non più fanalino di coda. E ora doppia sfida contro Bologna (casa) e Modena (trasferta), seconde in classifica

JESI, 11 dicembre 2023 – Il Rugby Jesi ’70 scivola in casa del Firenze Rugby 1931 (ex) fanalino di coda: in Toscana i Leoni cedono il passo (19-17), anche se il punto guadagnato fa loro compiere un piccolo passo avanti in classifica.

Ma non può essere positivo il bilancio della domenica di Firenze, appuntamento che doveva essere sfruttato per aggiungere una vittoria al proprio ruolino di marcia e che invece lascia con l’amaro in bocca alla vigilia, prima e dopo la pausa per le Feste, di una doppia sfida alle attuali vice capolista, Bologna e Modena.

«È andata male commenta coach Marco De Rossi – noi abbiamo commesso degli errori e loro, che peraltro una partita sul campo, poi ribaltata a tavolino, l’avevano già vinta, ci hanno forse creduto di più. Volevano dimostrare che si stanno riprendendo ma per noi sono sicuramente dei punti persi». Racconta il tecnico dei Leoni: «Nel primo tempo eravamo avanti noi, 14-7. Avevamo segnato, poi subito, poi segnato ancora. Nel secondo noi siamo calati, loro hanno iniziato a giocare all’aperto. Abbiamo sbagliato in difesa e loro hanno segnato, quindi l’arbitro non ha dato a noi una meta che avevamo fatto e convalidato loro una meta che non doveva esserlo. Può accadere, può sbagliare anche l’arbitro, si è trattato di due decisioni errate». Prosegue De Rossi: «Abbiamo attaccato molto di più, siamo molto di più stati sui loro 22 metri ma abbiamo anche sbagliato, pure un piazzato facile da calciare in mezzo ai pali». È d’obbligo guardare avanti. «Ci aspettano due partite durissime dice De Rossi – contro Bologna e Modena che sono fra le primissime. Ma almeno in casa contro Bologna (domenica 17 dicembre prossima, nda) dobbiamo cercare di fare punti, per poi provare a recuperare pezzi per la trasferta di Modena a inizio 2024».  

Campionato Serie B 8° giornata: Highlanders Formigine – Romagna 0-94; Rugby Gubbio – Rugby Pieve 27-24; Bologna Rugby – U.R. San Benedetto 54-15; Modena Rugby – Cus Siena 70-0; Firenze Rugby 1931 – Rugby Jesi 19-17; Colorno – Lions Amaranto 71-0

Classifica: Romagna 37; Bologna Rugby, Modena Rugby 32; Colorno 27; Rugby Pieve 23; Rugby Jesi ’70 20; U.R. San Benedetto, Cus Siena 19; Rugby Gubbio 1984 17; Lions Amaranto 10; Firenze Rugby 1931 4; Highlanders Formigine 1.

Prossimo turno (17 dicembre): Romagna- Modena Rugby; Rugby Pieve – Colorno; Rugby Jesi ’70 – Bologna Rugby; Lions Amaranto – Firenze Rugby 1931; U.R. San Benedetto – Rugby Gubbio 1984; Cus Siena -. Highlanders Formigine

©riproduzione riservata




Rugby Serie B / Jesi, battuto il Formigine 43-0

L’Under 18 allenata da Luca Marinelli e Aldo Liberatore conquista l’accesso al girone interregionale dopo aver superato nello spareggio Modena per 18-17

JESI, 27 novembre 2023 – «Una giornata storica per il club». Così Luca Faccenda, presidente del Rugby Jesi ’70.

Infatti oltre al successo in serie B della prima squadra che ha battuto in casa 43-0 Formigine, l’Under 18 ha vinto 18-17 contro Modena nello spareggio che metteva in palio l’accesso al girone interregionale del torneo di categoria.

«Dopo la Under 16 che l’aveva già raggiunto, anche la Under 18 ottiene il traguardo che ci eravamo dati e che mi ero dato sin dall’inizio della mia presidenzadice Faccendaportare finalmente le nostre formazioni giovanili fuori dall’ambito dei campionati regionali, per arrivare a confrontarsi fuori dalle Marche con rivali molto più blasonate e ad un livello decisamente superiore. Sarà più dura, si vincerà qualche partita in meno ma sarà importantissimo per la crescita e la formazione dei giocatori del nostro futuro. Bravi a tutti i giocatori e a tutte le figure che hanno lavorato con loro, nel progetto che abbiamo avviato con la direzione tecnica di Marco De Rossi e che sta, decisamente, dando i suoi frutti. Ci siamo presi una bella soddisfazione».

Aggiunge Faccenda: «Con gli allenatori Mirko Paradisi e Matteo Mancinelli per la Under 16, Luca Marinelli e Aldo Liberatore per la Under 18, con De Rossi e la preparatrice atletica Agnese Camillini, i ragazzi hanno lavorato duramente per tutta l’estate, senza fermarsi, e sono stati premiati. Dietro questo risultato ci sono impegno e sacrificio di tutti nel portare avanti un percorso. Aumenterà la difficoltà della sfida, anche per il presidente e la società, che dovranno affrontare maggiori costi per trasferte più lunghe. Ma, chiedendo anche il supporto delle famiglie, lo faremo con assoluta soddisfazione».

A completare il quadro, la chiara vittoria su Formigine della Seniores di De Rossi. «Dopo la sconfitta di Livorno nel turno precedente – dice il coach – abbiamo fatto un’analisi e visto cosa potevamo fare meglio. Tutto è andato bene, come l’avevamo preparato e ci eravamo allenati a fare. Siamo tornati a segnare tante mete, sia con gli avanti, sia da mischia e touche, sia sui tre quarti, segnando all’ala. Sono molto contento, è stata una bella partita la nostra anche in difesa, perchè loro hanno comunque provato ad attaccare. Ora abbiamo due settimane davanti per preparare la prossima trasferta di Firenze: un’altra vittoria esterna da cercare, che ci farebbe bene e ci manterrebbe nella metà superiore della classifica».

Da direttore tecnico del progetto jesino, anche De Rossi celebra i risultati dei baby. «Una grande soddisfazione per tutto il club, era l’obiettivo in programma per il mio lavoro di direttore tecnico e l’abbiamo centrato, con tanto impegno da parte di tutti e dei ragazzi soprattutto, che hanno continuato ad allenarsi a giugno, luglio e agosto senza fermarsi mai, con i tecnici e la preparatrice atletica. Ora andranno a fare un campionato di livello importante, contro avversari toscani e emiliani di valore che daranno loro una possibilità di confronto assolutamente preziosa».

Ecco i risultati del fine settimana in casa Rugby Jesi ’70.

Serie B – Seniores Jesi – Highlanders Formigine 43 – 0

Under 18 Jesi – Modena (spareggio accesso gir. Interreg.) 18 – 17

Under 16 Colorno – Jesi 94 – 17

Under 14 Jesi – Fano 90 – 27 

Campionato Serie B 7° giornata: Romagna – Bologna Rugby 51-29; Rugby Jesi – Highlanders Formigine 43-0; Rugby Pieve – Firenze Rugby 1931 55-7; Rugby Gubbio – Modena Rugby 19-28; U. R. San Benedetto – Colorno 14-39; Cus Siena – Lions Amaranto 23-19

Classifica: Romagna 32; Bologna Rugby, Modena Rugby 27; Colorno 22; Rugby Pieve 21; U.R. San Benedetto, Cus Siena 19; Rugby Jesi 18; Rugby Gubbio 1984 13; Lions Amaranto 10; Highlanders Formigine 1, Firenze Rugby 1931 0

Prossimo turno (10 dicembre): Highlanders Formigine – Romagna; Rugby Gubbio – Rugby Pieve; Bologna Rugby – U.R. San Bendetto; Modena Rugby – Cus Siena; Firenze Rugby 1931 – Rugby Jesi; Colorno – Lions Amaranto

©riproduzione riservata




Rugby Serie B / Jesi stop amaro a Livorno: la scelta risulta errata, ultima azione fatale

I Leoni avevano il piazzato del pareggio ma hanno scelto di andare in touche: la voglia di vincere ha giocato un brutto scherzo

JESI, 20 novembre 2023 – Stop amaro per il Rugby jesino a Livorno .

La voglia di vincere dei Leoni di coach Marco De Rossi si ferma all’ultima azione e sono i toscani a imporsi 20-17.

«Abbiamo fatto la nostra partita – commenta De Rossi segnato due mete per uno e entrambi sbagliato calci piazzati. Alla fine abbiamo avuto a disposizione il piazzato del pareggio ma abbiamo scelto di andare in touche. Avevamo voglia di vincere e non di pareggiare,davanti alla possibilità di prendere due punti invece di uno, abbiamo provato a prenderne quattro. Dalla touche però non abbiamo concluso e abbiamo conquistato e perso la mischia. Lì è finita la partita, una vittoria che loro hanno meritato perchè nelle situazioni conclusive hanno fatto meglio di noi».

«La settimana scorsa – spiega De Rossinon c’eravamo allenati al 100%, i ragazzi lo sanno e in campo domenica se ne sono resi conti. Ne abbiamo parlato, c’è da fare di piùe con una maggiore presenza. Ora prepariamo la prossima, in casa contro Formigine (ultimo in classifica) non dobbiamo sbagliare e non vanno sottovalutati».

 

Ecco i risultati del fine settimana in casa Rugby Jesi ’70.

Serie B – Seniores  Lions Amaranto Livorno – Jesi: 20 – 17

Under 16 Jesi – Cavalieri Prato: 33 – 27

Campionato Serie B 6° giornata: Colorno – Romagna 24-24; Highlanders Formigine – Rugby Pieve 17-39; Bologna Rugby – Rugby Gubbio 40-7; Modena Rugby – U. R. San Benedetto 19-19; Firenze Rugby 1931 – Cus Siena 10-6; Lions Amaranto – Rugby Jesi 20-17

Classifica: Romagna 27; Bologna Rugby 26; Modena Rugby 22; Colorno 17; Rugby Pieve 16; U.R. San Benedetto, Rugby Jesi 14; Rugby Gubbio 1984 13; Cus Siena 10; Lions Amaranto 9; Firenze Rugby 1931 4; Highlanders Formigine 1 

Prossimo turno (26 novembre): Romagna – Bologna Rugby; Rugby Jesi – Highlanders Formigine; Rugby Pieve – Firenze Rugby 1931; Rugby Gubbio – Modena Rugby; U. R. San Benedetto – Colorno; Cus Siena – Lions Amaranto

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, Cus Siena battuto sul finale da una azione del ventenne Bonacoscia

15-12 per la squadra allenata da coach Marco De Rossi. I Leoni ritornano al successo che mancava dal derby alla seconda giornata di campionato

JESI, 13 novembre 2023 – «C’eravamo allenati per vincerla questa partita, sapevamo che sarebbe stata dura ma nonostante gli infortuni ci siamo riusciti: chi ha giocato, ha dato il 100%. Complimenti a Mattia Bonacoscia: a 20 anni, all’ultima azione, prendere e mettere dentro il pallone della vittoria non è da tutti. Lui l’ha fatto»Coach Marco De Rossi racconta così il ritorno al successo del suo Rugby Jesi ’70, che alla ripresa del campionato di Serie B supera sul proprio campo per 15-12 il Cus Siena e ritrova quella vittoria che mancava ai Leoni dal derby con San Benedetto del Tronto della seconda giornata. In classifica, Jesi resta agganciata al treno che insegue le prime.

«Nel primo tempo, loro sono stati più bravi di noi a gestire il campocommenta il tecnico degli jesininel secondo, come ci sta accadendo spesso, siamo venuti fuori, probabilmente anche per la condizione fisica. Siamo usciti, andati nella loro metà campo e abbiamo portato a casa quei punti che ci erano mancati nella prima parte di gara».

Prova e risultato premiano la tenacia di Jesi, che voleva fortemente ritornare a gioire davanti al proprio pubblico. «Ora siamo attaccati alle prime in classifica e questo ci fa piacereè la lettura che De Rossi dà della graduatoriadavanti a noi abbiamo due partite contro altrettante squadre (Lions Amaranto domenica prossima 19 novembre, Highlanders Formigine quella successiva del 26, nda) che ci stanno sotto e che vogliamo continuare a tenere lì. Fare risultato sarà importante, prima di andare poi ad affrontare terza e seconda in classifica, Modena e Bologna. Ma ci penseremo al momento giusto. Intanto prepariamo bene la prossima partita di Livorno: andremo in casa loro con l’obiettivo di ripetere quella che fu la bella partita dello scorso anno».

Campionato Serie B 5° giornata: Romagna – Firenze Rugby 64-10; Rugby Jesi ’70 – Cus Siena 15-12; Rugby Pieve – Lions Amaranto 19-8; Bologna Rugby – Modena Rugby 27-22; U.R. San Benedetto- Highlanders Formigine 23-13; Rugby Gubbio – Colorno 5-40

Classifica: Romagna 25; Bologna Rugby 21; Modena Rugby 20; Colorno 15; Rugby Gubbio 1984, Rugby Jesi 13; U.R. San Benedetto 12; Rugby Pieve 11; Cus Siena 9; Lions Amaranto 5; Highlanders Formigine 1; Firenze Rugby 1931 0

Prossimo turno (19 novembre): Colorno – Romagna; Highlanders Formigine – Rugby Pieve; Bologna Rugby – Rugby Gubbio; Modena Rugby – U. R. San Benedetto; Firenze Rugby 1931 – Cus Siena; Lions Amaranto – Rugby Jesi

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, ritorna il campionato: al ‘Latini’ arriva il Cus Siena

Si gioca domenica 12 novembre ore 14,30. I toscani in classifica segue Jesi ad una lunghezza. “Dovremmo fare una grande partita e la stiamo preparando al meglio” dice coach De Rossi

JESI, 9 novembre 2023 – Ritorna il campionato.

Dopo l’ultimo fine settimana di pausa, domenica prossima 12 novembre i Leoni di Jesi, serie B, ospiteranno al Latini di via Mazzangrugno (ore 14,30) i toscani del Cus Siena, che dopo quattro giornate li seguono in classifica ad una lunghezza di distanza.

Il gruppo di coach Marco De Rossi si prepara alla battaglia agonistica, anche se non mancano le difficoltà. «Saremo ancora in emergenza – spiega il tecnicorecupereremo qualche pezzo ma l’infermeria resta piena. Un plauso va fatto al nostro staff medico che sta davvero dando il massimo per provare a rimetterci in campo nelle migliori condizioni possibili».

Dopo il netto ma preventivabile stop dell’ultimo turno contro la capolista Romagna, arriva un avversario cui porre grande attenzione.

«Abbiamo visionato la loro ultima gara dice De Rossie abbiamo visto come Siena sia migliorato tanto. Sono aggressivi, hanno una buona mediana, mettono tanta pressione. Non lasciano giocare chi hanno di fronte e, scontro col Romagna a parte, gli è ben riuscito contro tutti. Dovremo davvero riuscire a fare una grande partita, abbiamo ancora qualche giorno per prepararla al meglio». 

Prossimo turno campionato Serie B (12 novembre): Romagna – Firenze Rugby; Rugby Jesi ’70 – Cus Siena; Rugby Pieve – Lions Amaranto; Bologna Rugby – Modena Rugby; U.R. San Benedetto- Highlanders Formigine; Rugby Gubbio – Colorno

Classifica: Romagna 20; Modena Rugby 18; Bologna Rugby 16; Rugby Gubbio 1984 13; Colorno 10; Rugby Jesi 9; Cus Siena 8; U.R. San Benedetto, Rugby Pieve 7; Lions Amaranto 5; Highlanders Formigine 1; Firenze Rugby 1931 0

©riproduzione riservata




Rugby / Romagna di un altro pianeta, Jesi cede contro la capolista 3-80

Prossimo fine settimana turno di riposo. Si riprenderà con la quinta di campionato il 12 novembre al ‘Latini’ con i Leoni che ospiteranno il Cus Siena

JESI, 30 ottobre 2023 – Nulla da fare, troppo alto l’ostacolo capolista: contro Romagna, in vetta al girone 2, il Rugby Jesi ’70 cede in casa in maniera netta, 3-80, nella quarta giornata del campionato di Serie B.

Jesi – Romagna 3-80

Contro il Romagna la missione impossibile della vigilia si è confermata tale. «Loro sono primi, stanno dando 60 punti a tutti, sono una squadra organizzata e molto valida fisicamente, atleticamente e tecnicamente, si vede che sono scesi dalla Adice De Rossinoi avevamo molti infortunati e altrettanti che in campo ci sono andati ma tutt’altro che al 100%. Nei primi 25 minuti eravamo 12-3 in loro favore, stavamo tenendo fino a che hanno retto le forze fisiche dei ragazzi e probabilmente avremmo anche potuto segnare di più e restare attaccati». Poi la partita è scivolata via. «I nostri avversari hanno preso le misure, sono stati bravi a giocare in continuità e velocità e hanno segnato tanto. Fra di noi qualcuno ha finito anche per uscire dalla partita mentalmente e questo non va bene, dobbiamo migliorare nella mentalità e lavorarci su, sono qui per questo. Ne abbiamo parlato, c’è il dispiacere di avere mollato negli ultimi 20 minuti, dove loro hanno segnato tanto. Nel rugby c’è da lottare fino alla fine, anche se si va sotto». 

Il campionato adesso osserverà una domenica di sosta e dopo quattro giornate il coach il punto: «Siamo migliorati nelle mischie, dobbiamo farlo sulle touche dove siamo ancora un po’ lenti. Abbiamo già giocato contro le due che ritengo le più forti, Romagna e Colorno, e vinto perchè lo volevamo fortemente contro San Benedetto. La sconfitta di Pieve di Cento l’abbiamo subita da una squadra che ha fatto contro di noi la sua migliore partita. Siamo in linea con ciò che ci aspettavamo a inizio stagione”

Dopo la pausa si riprende ospitando il 12 novembre al ‘Latini’ il Cus Siena.

I RISULTATI

Serie B – Seniores Jesi – Romagna 3 – 80 

Under 18 Jesi – Ancona 43 – 0

Under 16 Jesi – Ancona 34 – 24

Campionato Serie B, girone 2, 4° giornata: Rugby Jesi ’70 – Romagna 3-80; Cus Siena – Rugby Pieve 19-19; Colorno- Bologna Rugby 22-19; Highlanders Formigine – Modena Rugby 3-38; Firenze Rugby 1931 – Rugby Gubbio 7-28; Lions Amaranto – U.R. San Benedetto 29-24

Classifica: Romagna 20; Modena Rugby 18; Bologna Rugby 16; Rugby Gubbio 1984 13; Colorno 10; Rugby Jesi 9; Cus Siena 8; U.R. San Benedetto, Rugby Pieve 7; Lions Amaranto 5; Highlanders Formigine 1; Firenze Rugby 1931 0.

Prossimo turno (12 novembre): Romagna – Firenze Rugby; Rugby Jesi ’70 – Cus Siena, Rugby Pieve – Lions Amaranto; Bologna Rugby – Modena Rugby; U.R. San Benedetto- Highlanders Formigine; Rugby Gubbio – Colorno

©riproduzione riservata




Jesi / Rugby, pesante stop in casa del Pieve: 45-5

Domenica 29 ottobre (ore 14,30) arriva al “Latini” Romagna che attualmente guida la classifica del girone a quota 15 punti insieme a Bologna

JESI, 23 ottobre 2023 –  Il Rugby Jesi ’70 sconfitti in casa del Rugby Pieve per 45-5. «Avevo visto le loro partitecommenta De Rossie sapevo che arrivavano sì al confronto con ancora zero punti in classifica ma dopo aver giocato nelle prime due giornate con Bologna e Romagna, le attuali prime della classe e in sostanza le più forti. Loro sono in realtà una buona squadra, noi eravamo rimaneggiati fra infortuni e assenze. Eravamo anche partiti bene, attaccando nei primi minuti di partita. Ma poi un ulteriore infortunio a Giorgio Trillini ha mutato l’equilibrio della gara. Loro hanno preso confidenza, utilizzato il gioco al piede, hanno iniziato a stare nella nostra metà campo e a segnare. Abbiamo accusato un altro paio di infortuni, che speriamo di recuperare per la prossima, e due cartellini gialli, che ci hanno lasciati in 14. Più che scusanti, si tratta di tanti dettagli che hanno fatto la differenza: nel rugby, se i dettagli sono fatti bene, attacchi e segni. Altrimenti, subisci».

Prosegue coach De Rossi: «Il risultato finale è stato sicuramente troppo pesante ma Pieve è stata brava a giocare sulla continuità mentre noi, con il subentro di un po’ di stanchezza, abbiamo sbagliato tantissimo sulla touche e, dopo quattro mete subite, siamo calati nel placcaggio».

Delusione da mettere alle spalle e archiviare, domenica prossima 29 ottobre (ore 14,30) arriva al “Latini” uno dei clienti peggiori, la prima della classe Romagna che attualmente guida la classifica del girone a quota 15 punti insieme a Bologna.

La speranza è di recuperare qualcuno degli acciaccati. «Ma è ovvio che chi gioca deve dare e darà il 100%dice De Rossi siamo tutti sullo stesso livello e non ci sono titolari. Non possiamo nè dobbiamo sentirci fenomeni, non lo siamo: cose semplici e fatte bene, aggressività sono le armi che ha il Rugby Jesi e che deve mettere in campo». 

Questo il quadro dei risultati in casa Rugby Jesi ’70 nell’ultimo fine settimana.

Serie B – Seniores Pieve – Jesi 45 – 5

Under 16 Pesaro – Jesi 24 – 14

Campionato Serie B, girone 2, 3° giornata: Romagna – Cus Siena 92-5; Rugby Pieve – Rugby Jesi ’70 45-5; Bologna Rugby – Highlanders Formigine 85-7; Modena Rugby – Colorno 20-17; U.R. San Benedetto – Firenze Rugby 1931 45-11; Rugby Gubbio – Lions Amaranto 13-10

Classifica: Bologna Rugby, Romagna 15; Modena Rugby 14; U.R. San Benedetto 11; Rugby Jesi 9; Rugby Gubbio 1984 8; Colorno, Cus Siena 6; Rugby Pieve 5; Highlanders Formigine, Lions Amaranto 1; Firenze Rugby 1931 0.

Prossimo turno (29 ottobre): Rugby Jesi ’70 – Romagna; Cus Siena – Rugby Pieve; Colorno- Bologna Rugby; Highlanders Formigine – Modena Rugby; Firenze Rugby 1931 – Rugby Gubbio; Lions Amaranto U.R. San Benedetto.

©riproduzione riservata




Rugby / Jesi vince il derby al ‘Latini’ contro San Benedetto, 23-21

Seconda piazza in classifica per i Leoni appaiati a quota 9 punti al Romagna e ad una lunghezza di distanza dalla coppia di testa composta da Bologna e Modena

JESI, 16 ottobre 2023 – Esulta il Rugby Jesi ’70che fa suo il derby casalingo con San Benedetto vincendo 23-21 al “Latini” e, sia pure dopo due sole giornate, può godersi anche il bel colpo d’occhio di una classifica che vede i Leoni in seconda piazza, appaiati a quota 9 punti al Romagna e ad una lunghezza di distanza dalla coppia di testa composta da Bologna e Modena.

Una giornata da incorniciare per gli uomini di coach Marco De Rossi. «Volevamo vincere, ci eravamo preparati tanto in settimana per riuscire a farlo e in questo senso è un successo che fa tanto morale – commenta il tecnico del Rugby Jesi ’70 – a San Benedetto vanno fatti i complimenti, perchè hanno messo in campo una ottima prestazione».

Una gara in altalena che ha, alla fine, premiato i padroni di casa. «Nel primo tempo San Benedetto ha sfruttato bene il vantaggio del vento a favore e ci ha messo sotto pressionespiega De Rossiattaccando e andando a segno. Nel secondo poi le condizioni sono cambiate e in attacco siamo rimasti noi. Grazie al grande lavoro fatto dalla preparatrice atletica Agnese Camillini, col trascorrere della partita siamo stati sempre più dominanti dal punto di vista della prestazione fisica. Abbiamo attaccato, tenuto i ritmi alti, segnato. Infine San Benedetto è rimasta con un uomo in meno per un giallo, hanno fatto crollare la touche ed è arrivata la meta tecnica che ci ha dato la vittoria. Un risultato meritato per voglia e atteggiamento che abbiamo messo in campo».

La classifica sorride. «Fa ovviamente piacere stare lì e ci godiamo il momentodice De Rossisappiamo che arriveranno partite dure contro avversari come Modena o Bologna ma intanto ci gustiamo quello che è un premio a tutto il lavoro fatto in questi mesi di preparazione. Una fatica che sta dando i suoi frutti».

Nel prossimo turno si viaggia alla volta di Pieve di Cento, ancora al palo in fondo alla classifica insieme a Lions Amaranto e Firenze. «Non dobbiamo sottovalutare niente e nessunoraccomanda il tecnicoin questa fase non deve assolutamente accadere. Loro in casa sapranno essere un osso duro, vero che noi sulla carta dovremmo avere qualcosa in più ma come sempre va dimostrato sul campo».

Questo il quadro dei risultati in casa Rugby Jesi ’70 nell’ultimo fine settimana.

 

Serie B – Seniores

JESI – San Benedetto : 23 – 21
Under 18
Ascoli – JESI:  12 – 17
Under 16
JESI – San Benedetto: 64 – 7

Under 14

Torneo di Rovigo: 10mo posto

Campionato Serie B, girone 2, 2° giornata: Lions Amaranto – Romagna 18-50, Rugby Pieve – Bologna Rugby 9-37, Firenze Rugby 1931 – Modena Rugby 12-45, Rugby Jesi ’70 – U.R. San Benedetto 23-21, Cus Siena – Rugby Gubbio 1984 28-14, Highlanders Formigine – Rugby Colorno 10-32

Classifica: Bologna Rugby, Modena Rugby 10; Romagna, Rugby Jesi ’70 9; Cus Siena, U.R. San Benedetto 6; Colorno 5; Rugby Gubbio 1984 4; Highlanders Formigine 1; Lions Amaranto, Rugby Pieve, Firenze Rugby 1931 0.

Prossimo turno (22 ottobre): Romagna – Cus Siena; Rugby Pieve – Rugby Jesi ’70; Bologna Rugby – Highlanders Formigine; Modena Rugby – Colorno; U.R. San Benedetto – Firenze Rugby 1931; Rugby Gubbio – Lions Amaranto

©riproduzione riservata




Rugby Serie B / Jesi sconfitta a Colorno ma conquista un punto: 66-32

Esordio in campionato contro una delle candidate alla promozione: realizzate cinque mete. Domenica 15 ottobre derby al ‘Latini’ contro San Benedetto

JESI, 9 ottobre 2023 –  – Stop per il Rugby Jesi a Colorno nella gara d’esordio nel nuovo campionato di Serie B.

I Leoni cedono 66-32, segnano cinque mete e conquistano un punto in classifica. Domenica debutto in casa al “Latini” (15,30) contro San Benedetto.

«Sono contento della prestazione della squadrail commento di coach Marco De Rossimai prima, in trasferta, avevamo segnato tanto. Ed è anche arrivato un punto in classifica. Adesso in vista del derby lavoreremo per prepararlo senza pressioni ma con la voglia di prenderci una rivincita rispetto allo scorso anno».

1° GIORNATA risultati

Romagna – Rugby Pieve 57-8; Bologna Rugby – Firenze Rugby 1931 68-0; Modena Rugby – Lions Amaranto 27-0; U.R. San Benedetto – Cus Siena 24-17; Rugby Gubbio 1984 – Highlanders Formigine 14-10; Rugby Colorno – Rugby Jesi ’70 66-32

CLASSIFICA

Bologna Rugby, Romagna, Rugby Colorno, Modena Rugby, U.R. San Benedetto 5; Rugby Gubbio 1984 4; Highlanders Formigine, Cus Siena, Rugby Jesi ’70 1; Lions Amaranto, Rugby Pieve, Firenze Rugby 1931 0.

2° GIORNATA 15 ottobre 

Lions Amaranto – Romagna, Rugby Pieve – Bologna Rugby, Firenze Rugby 1931 – Modena Rugby, Rugby Jesi ’70 – U.R. San Benedetto, Cus Siena – Rugby Gubbio 1984, Highlanders Formigine – Rugby Colorno

©riproduzione riservata




Rugby Serie B / Jesi, debutto in campionato domenica 8 ottobre a Colorno

La formazione allenata da De Rossi è inserita nel Girone 2. “Giocheremo a testa alta, sarà il campo a parlare” le sue parole alla vigilia del match

JESI, 3 ottobre 2023 – Domenica prossima 8 ottobre alle 15,30 al “Gino Maini” di Colorno il Rugby Jesi ’70 comincia l’avventura 2023-24 nel nuovo campionato di Serie B, girone 2.

il presidente Faccenda e l’allenatore De Rossi

«Di Colornodice il tecnico del Rugby Jesi ’70, coach Marco De Rossi sappiamo che sono una squadra fortissima: si allenano con il team che prende parte al Top 10, la loro Under 20 vince da due anni il campionato. Ma noi andiamo a giocarcela a testa alta, sarà poi il campo a parlare».

Jesi, spiega De Rossi, «ha lavorato bene in queste settimane di preparazione, cercando di inserire nel nostro sistema di gioco i nuovi innesti. Confidiamo di andare a fare una buona prestazione». «Abbiamo un gruppo molto giovane di giocatori cresciuti a Jesidice De Rossisul quale abbiamo inserito dei ragazzi che sono venuti con uno spirito adatto, positivo e giusto per un campionato di Serie B. Ci siamo preparati per cercare di fare meglio dello scorso anno».

Quanto al precampionato, il tecnico traccia il bilancio: «Abbiamo svolto degli allenamenti congiunti e delle amichevoli indirizzati a quello su cui volevamo lavorare, in particolare migliorare nelle fasi statiche del gioco ma con una opposizione reale in campo. Anche dall’amichevole con Perugia, una partita vera sugli 80 minuti, sono arrivate buone indicazioni. Certo, c’è da migliorare tutti i meccanismi ma ci arriveremo». 

Campionato SERIE B, GIRONE 2

1° GIORNATA

Romagna – Rugby Pieve; Bologna Rugby – Firenze Rugby 1931; Modena Rugby – Lions Amaranto; U.R. San Benedetto – Cus Siena; Rugby Gubbio 1984 – Highlanders Formigine; Rugby Colorno – Rugby Jesi ‘70

©riproduzione riservata




Rugby / Jesi nuovo acquisto, in terza linea c’è Jonathan Rafael Scarpa

Proveniente dall’Argentina ha nazionalità italiana e ha già vestito le maglie di Gubbio e, nell’ultima stagione, Novara. Via al campionato di Serie B l’8 ottobre

JESI, 28 settembre 2023  – Jonathan Rafael Scarpa, terza linea, classe 1990, argentino con nazionalità italiana: è il nuovo innesto in casa Rugby Jesi ’70, giunti oramai quasi a ridosso del debutto nel prossimo campionato di Serie B, al via dall’8 ottobre con la trasferta di Colorno.

Scarpa da questa settimana si è messo a disposizione di coach Marco De Rossi, iniziando ad allenarsi e a conoscere i suoi nuovi compagni.

«Nel rugbyracconta il suo percorso Scarpaho cominciato dal Curne (club di Resistencia, nella provincia argentina del Chaco, nda), poi ho vestito la maglia del Duendes di Rosario nel 2013 e 2014. In Italia ho già giocato a Gubbio nel 2014-15 e a Novara, in Serie B, nella passata stagione 2022-23».
Ora l’avventura di Jesi. «La società Jesi mi è piaciuta moltodice il giocatoreho visto che è competitiva e giovane. Sarà il mio secondo anno in Serie B e penso che Jesi sia in questa categoria un club competitivo con un buon livello. Si tratta di una squadra che cerca di crescere e mi sembra un buon posto dove giocare e crescere a mia volta. Nell’ultima stagione ho chiuso a metà classifica, l’obiettivo per la nuova è migliorare quel risultato».

Il Rugby Jesi ’70 prosegue il lavoro per arrivare pronto alle sfide che lo aspettano. Nel girone 2, i Leoni di De Rossi incroceranno l’altra marchigiana San Benedetto del Tronto, le emiliano-romagnole Colorno, Romagna (Cesena), Modena, Bologna, Formigine e Rugby Pieve (Pieve di Cento), le toscane Firenze, Lions Amaranto (Livorno) e Cus Siena, l’umbra Gubbio.

©riproduzione riservata




Rugby / Jesi, Alice Angelucci convocata in azzurro con l’Under 18

Sarà a Parma dal 22 al 24 settembre. La sua soddisfazione: “quando arrivano mail di questo genere non si può non avvertire lì per lì un poco d’ansia, ansia e tanta adrenalina”

JESI , 21 settembre 2023 –  «Tanta adrenalina. Potrò confrontarmi e esercitarmi ad un livello molto più alto di quello a cui sono abituata». Parola di Alice Angelucci, classe 2006, in forza al Rugby Jesi ’70, convocata per il raduno della Nazionale Under 18 Femminile in programma dal 22 al 24 settembre prossimi a Parma.

«La chiamata – dice Aliceun poco me l’aspettavo ma quando arrivano mail di questo genere non si può non avvertire lì per lì un poco d’ansia. Ansia e tanta adrenalina appunto, non vedo l’ora. Troverò ragazze molto forti e potrò mettermi alla prova con loro».

L’avventura nella palla ovale di Alice, figlia del tecnico del Rugby Jesi ’70 Andrea Angelucci, inizia tre anni e mezzo fa. «All’inizio andavo al campo a vedere gli allenamenti che mio padre faceva con i bambini più piccoli. Il gioco mi è piaciuto subito. Ho visto uno sport di squadra e capito che coinvolge tutti. Una sfida in cui ci si aiuta l’una con l’altra ed è quello che mi ha conquistato. Ho cominciato con le Leonesse della prima squadra femminile poi, formato il team giovanile, sono passata nella mia categoria».

Dove intanto la stagione ha preso il via«Ci stiamo allenando anche con le ragazze delle Spartan Queens per iniziare il campionato con loro a novembre».

Intanto l’appuntamento azzurro. «Mi aspetto una esperienza bella e molto impegnativa. Ci sarà tanto da fare e da allenarsi per essere all’altezza».

©riproduzione riservata