Connect with us

Basket

Ristopro Fabriano / Il basket in stand-by pensando al futuro 

Si ripartirà con coach Pansa e con i giocatori a contratto quali Merletto, Garri e Zampogna oltre a capita Fratto sul conto del quale la società vanta una opzione

FABRIANO 10 maggio 2020 – La Ristopro tra presente e futuro.

L’emergenza epidemiologica ha costretto i cartai a dire addio alla rincorsa alla A2 nella stagione corrente, ma, pur in un contesto difficilmente interpretabile per la pallacanestro italiana che verrà, nell’ambiente resta l’ambizione di riprovarci.

Mario e Antonio Di Salvo titolari della Ristopro

La società del presidente Mario Di Salvo, che ha stimato in circa 120mila euro il danno per i mancati potenziali introiti del finale di campionato, attende che si delinei il quadro sulla stagione 2020/21, per la quale sono state fissate tre date dalla FIP: entro il 10 giugno andrà saldata la quinta rata federale di competenza della stagione corrente, per i cartai nell’ordine dei 9mila euro; entro il 15 giugno le società avranno la facoltà di chiedere un riposizionamento in un campionato diverso rispetto a quello a cui hanno diritto sportivo, per venire incontro ad eventuali tagli di risorse imposte dalla crisi; infine entro il 31 luglio si procederà con riaffiliazione ed iscrizione, i cui minimi costi, rispettivamente 110 e 720 euro, sono stati azzerati dalla manovra di sostegno federale.

capitan Fratto

Per la struttura definitiva dei campionati bisognerà attendere i primi giorni di agosto e il via ci sarà, almeno in A2 e B, solo quando verrà permesso l’afflusso del pubblico, ancorché contingentato.

Lo scenario generale si chiarirà fra un mese, intanto la Ristopro può contare su un’assoluta certezza, Lorenzo Pansa: il coach piemontese è in aggiornamento quotidiano con la società e il biennale con opzione per il terzo anno, sottoscritto a maggio scorso, fanno di lui la pietra angolare su cui costruire il futuro.

Nel portafoglio contratti di Fabriano ci sono anche l’asse play-pivot Merletto-Garri, l’ultimo arrivato Zampogna e l’opzione con capitan Fratto.

Il probabile ridimensionamento che subirà lo sport, e in particolare la pallacanestro, potrebbe comportare una rinegoziazione degli accordi con i tesserati ma la Ristopro vuol essere di nuovo protagonista con il nucleo di quest’anno.

Da parte dei giocatori filtra la volontà di rimanere e nell’intenzione della società c’è di riprovare a vincere sul campo con un organico il più possibile simile a quello che ha visto interrompersi dal Covid-19 la corsa in vetta.

La società ha nel frattempo ribadito di non essere interessata all’acquisizione di un titolo sportivo per tentare subito il salto in A2, un’eventualità che potrebbe essere esaminata dai cartai solo in caso di chance di ripescaggio per colmare posti vacanti e comunque in subordine alla certezza del budget su cui contare per il 2020/21.

Luca Ciapelloni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

foto di copertina di Marco Teatini

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Basket