Connect with us

Calcio

MOIE VALLESINA / IL PRESIDENTE POSSANZINI: “PROMOZIONE MERITATA, STAGIONE DA INCORNICIARE”

MOIE, 23 giugno 2019 – Ad inizio del secondo tempo supplementare, sabato pomeriggio a Loreto, nella gara spareggio contro il Corridonia, sul punteggio di parità, nella mente di tutti è iniziata a maturare l’idea e la convinzione dei calci di rigore.

Una vera lotteria che avrebbe valutato, forse ingiustamente, un anno di lavoro, passioni e sofferenze sportive.

Anche al presidente Roberto Possanzini (nella foto di squadra a destra di mister Tiranti) è passato davanti agli occhi il film di una annata intera partendo da lontano, dal luglio scorso, da un campionato a 17 squadre; da una difficoltà tecnica che l’ha visto, forse costretto, a cambiare l’allenatore da Tito Perini a Stefano Tiranti; dal secondo posto dietro il Castelfidardo; dagli spareggi play off l’ultimo dei quali, quello in corso appunto a Loreto, e che stava lentamente andando verso i calci di rigore.

Roberto Possanzini

Possanzini non aveva fatto ancora i conti con le tante vite del suo gioiello, bomber Daniele Api, che come un felino ha beffato il portiere avversario liberando nell’entusiasmo e nei festeggiamenti la tensione d tutti.

Presidente una gran bella soddisfazione?

“Sicuramente una gran bella giornata, indimenticabile. Per me non ritornare in Promozione sarebbe stata dura da digerire. Fino a che non abbiamo deciso di affidare la squadra a Tiranti eravamo fuori dai play off. In quel periodo è difficile anche dire come ci sentivamo, a volte anche impacciati ed incapaci di valutare a dovere la situazione e di prendere le decisioni che dovevamo prendere. Poi quando abbiamo trovato Stefano subito ci ha fatto capire che avevamo in mano una gran bella squadra che però non riusciva ad esprimere tutto il potenziale di cui possedeva. Ci siamo decisi di cambiare allenatore ed i risultati ci hanno premiato”.

Possanzini ci ha sempre creduto?

“Questo è vero. Anche ieri durante la gara, durante i tempi supplementari, pur se si avvicinavano i calci di rigore avevo sempre accesa quella speranza che prima o poi i ragazzi avrebbero trovato il colpo vincente”.

Quali sono stati i meriti di Tiranti?

“Credere in tutti, credere nel gruppo ed amalgamarlo. Meglio non poteva lavorare”.

E’ stato un anno particolare, difficile?

“Sicuramente! Iniziare in luglio, disputare un campionato a 17 squadre, il turno di riposo, la sosta, la lungaggine dei play off. I giocatori sono stati sempre lì a lavorare alla ricerca della situazione e della soluzione vincente senza lamentarsi mai di nulla”.

Dopo un anno di purgatorio, di nuovo in Promozione?

“Se non riuscivamo a ritornare subito nel campionato superiore sarebbe stata dura per tutti. La nostra forza è stata quella di essere riusciti a capire quando eravamo in difficoltà e a prendere la decisione che adesso si è rivelata determinatne e vincente”.

Ora che succederà? Tiranti, rispondendo alle tante sirene, soprattutto quelle che giungono da Fabriano, ha detto: “o Moie o resto a casa

“E’ vero! Insieme a lui ci siamo detti di chiudere il campionato e poi ci saremo messi seduti a parlare. Io e lui ci metteremo d’accordo solo guardandoci in faccia. Siamo coetanei classe 1964,  entrambi di Moie. Sarà difficile non trovare la soluzione per continuare insieme”.

Come programmeranno Possanzini e Tiranti il prossimo campionato?

“In Promozione serviranno 5 under e noi teniamo moltissimo a far giocatori i nostri giovani perché abbiamo un settore giovanile che ha lavorato bene e che ha senz’altro costruito giovani validi in grado di stare in prima squadra. La società dice che come under dovranno giocare i nostri prodotti e Tiranti dovrà pescare nel nostro settore giovanile”.

Daniele Api?

“Prenderà la pensione a Moie a costo di dargliela io, incedibile!”

Si vociferano già alcuni nomi di rinforzi: Ferrante (Borgo Minonna), Sassaroli (Staffolo)?

“Per questo ci penseranno Tiranti e Federico Topa, il nostro direttore sportivo anche lui confermatissimo. Tuttavia fino a mercoledì penseremo solo a festeggiare e poi guarderemo al futuro”.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio