Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / TUTTO D’UN FIATO ANNUNCIATI DG, DIESSE, CLUB MANAGER, ALLENATORE

JESI, 1 luglio 2019 – Presentazione della nuova stagione della Jesina calcio e dei suoi protagonisti.

Tutti volti nuovi o quasi. Infatti, a parte il presidente Gianfilippo Mosconi ed il responsabile della parte amministrativa Giancarlo Chiariotti, la nuova stagione partirà dal direttore generale con delega al settore giovanile Stefano Micozzi, dal club manager Gianni Giampaoletti, dal direttore sportivo Maurizio Gagliardini e dall’allenatore Omar Manuelli.

In sostanza nessuna novità sostanziale ma conferme delle varie voci che negli ultimi giorni erano circolate.

Il presidente Mosconi dopo aver ringraziato per il lavoro svolto l’ultima stagione Gianfranco Amici, affermando di essere dispiaciuto che non farà più parte della compagine societaria, assumendosene tutte le responsabilità, ha presentato la squadra organizzativa che lavorerà al suo fianco, ed ha confermato che la Jesina ripartirà cercando di valorizzare prima di tutto i giovani del luogo e che di certo “non ci possiamo permettere per fare il prossimo campionato di spendere tutti quei soldi che abbiamo speso alla fine dell’ultima stagione. Stiamo lavorando per cercare sponsor – ha concluso – fermo restando che quelli che ci hanno aiutato e sostenuto fin qui ci hanno già confermato il loro impegno”.

Dopo Gianni Giampaoletti, club manager, una figura nuova all’interno del club leoncello, il quale ha sottolineato che “curerò i rapporti con l’esterno e con le varie figure della società collaborando praticamente con tutti per dare alla Jesina calcio un nuovo volto e renderla più azienda e funzionale la parola è passata al neo diesse: “la Jesina come società è un punto di riferimento in questa categoria. E’ un onore per me essere qui ed una responsabilità. Dovremo rapportarci con la realtà che ci impone di fare un discorso più organizzativo rispetto al passato cercando la collaborazione di tutti. Per ciò che riguarda l’aspetto tecnico dovremo dare continuità a quello fatto lo scorso anno, con un campionato forse inaspettato con le iniziali aspettative, ma questo è un motivo in più per far bene, non meglio, perché non sarà facile.”

Per Chiariotti l’esperienza dello scorso anno è stata “faticosa, problematica perché abbiamo dovuto far fronte alle beghe degli anni precedenti, l’ultima in ordine di tempo nei giorni scorsi quando abbiamo provveduto a saldare regolarmente mister Gianangeli che ha richiesto di essere liquidato delle sue spettanze dopo la chiusura a lui favorevole della questione antidoping. Questo è stato un atto obbligato per non far perdere punti di penalizzazione alla Jesina che nel gennaio prossimo poteva trovarsi come sanzione”.

Per il resto Chiariotti ha precisato che entro la prossima settimana chiuderà ogni pendenza in essere con il settore giovanile; entro il 20 luglio con la prima squadra; nelle scadenze naturali con tutti i fornitori.

Dopo presentazioni e chiarimenti la parola al neo mister.

Manuelli ha subito mostrato la volontà di far bene, di avere gli stimoli giusti, l’entusiasmo necessario, di garantire il massimo impegno, di lavorare per far divertire la domenica la gente che viene allo stadio investendo sui giovani. Punterà su un 4-3-1-2 ma è ben disposto a poter cambiare in corso d’opera se sarà necessario. Poi ha aggiunto: “Entrando allo stadio di Jesi si respira calcio. Mi hanno chiesto di mantenere la categoria e valorizzare i giovani. Sono un bel martello e la squadra avrà le mie caratteristiche. Vengo da Fano, la Jesina è gemellata con il Fano  da anni, mi sento un po’ a casa. da ragazzino ero tifoso del Fano e c’è anche questo legame”.

Sul piano prettamente squadra Manuelli in attesa di definire il suo vice si avvarrà della collaborazione del preparatore atletico Giuseppe Castiglianò, di quello dei portieri Lucio Gabbianelli, del team manager Claudio Vannini.

Giocatori! Ci saranno Giovanni e Nicola Anconetani; si pensa a riportare a Jesi Tomassini dall’Ancona; si cerca di convincere Zannini a restare. Gagliardini e Manuelli nei prossimi giorni parleranno con Cameruccio e Sassaroli ma anche con Parasecoli.  Definite queste posizioni via ai nuovi innesti over: due difensori centrali, due centrocampisti, due punte. ‘Giocatori che hanno fame’ li ha definiti Gagliardini.

Non faranno più parte della Jesina Trudo e Pierandrei.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio