Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / STEFANO MICOZZI DIMISSIONARIO, AL SUO POSTO SPUNTA GRAZIANO TITTARELLI

JESI, 5 ottobre 2019 – E’ una rivoluzione. Alla vigilia di una delle partite più importanti della stagione che potrebbe

Micozzi – Mosconi

segnare una svolta, soprattutto in negativo, qualora la Jesina dovesse toppare domani in casa contro la Vastese, il club del presidente Gianfilippo Mosconi sembra aver dato il via ad una sorta di rivoluzione sconfessando totalmente quello costruito con tanta fatica, tutti ci ricordiamo le vicissitudine estive, per mettere in piedi una società ed una squadra da presentare ai nastri di partenza della stagione calcistica che stiamo vivendo.

In attesa di un comunicato stampa, che da ieri pomeriggio tutti in società annunciano ma che ancora non è stato emesso, le voci che si rincorrono vedrebbero il direttore generale Stefano Micozzi, fino a giovedì sera operativo in sede, non più al suo posto ed anche la posizione del direttore sportivo Maurizio Gagliardini e di tutto lo staff tecnico, mister Omar Manuelli compreso, sotto esame. 

Pronto il possibile rimpiazzo per Micozzi: Graziano Tittarelli, in passato alla Biagio Chiaravalle e tuttora al Moie Vallesina.  Una figura assolutamente di prestigio e credibile.

Tittarelli e Mosconi si sono incontrati venerdì sera.

Il presidente non smentisce ma precisa che lunedì prossimo avrà un contatto con un’altra figura e poi immediatamente deciderà.

Lo stesso Mosconi assicura come privo di fondamento anche il ritorno in società, almeno in questa fase, di Gianfranco Amici.

Stefano Micozzi, contattato riguardo la sua posizione, ha preferito tacere e non dire nulla!

Graziano Tittarelli, jesino, è un personaggio noto, amministratore di AstralMusic,  società di management e consulenza artistica con sede legale a Castelplanio, impegnato da anni anche come sponsor a collaborare con il presidente Roberto Possanzini al Moie Vallesina.

La situazione è delicata, il momento, ma soprattutto il futuro, di altre figure, leggasi Gagliardini e Manuelli, sono legate al risultato di domani nel match che i leoncelli avranno contro la Vastese.

La situazione è particolare, con la società che deve azzerare il progetto estivo, almeno chi lo doveva gestire, e dovrà fare carte false per avviarne un altro serio, credibile, duraturo che riconquisti una città, quasi nauseata, e tanti sportivi e tifosi che da patrimonio invidiabile si stanno anche loro gradatamente allontanando come annoiati da tante promesse, da anni, mai in concreto realizzate.

Lo sport, come tutte le competizioni, e soprattutto quello di squadra, per chi lo segue è passione ma anche e soprattutto soddisfazioni.

Pensare e constatare che un club come la Jesina non vince più un campionato sul campo dal lontano 1994-95 e che l’ultima volta che è salita di categoria, grazie al ripescaggio, è stato nella stagione 2009-2010, tutte le considerazioni che ne seguono sono di delusione e quasi rassegnzione. Altro successo sul campo nel 2008-1009 con la Coppa Italia Marche Eccellenza.

E’ vero che negli anni è mutato il contesto sociale ed economico come è cambiato il quadro dei rapporti finanziari ed istituzionali ma è pur vero che la Jesina non è riuscita a partecipare a questo mutamento perdendo anno dopo anno consensi, sponsor, tifosi, credibilità, fiducia.

Ora con Tittarelli, o chi per lui, firmato il fallimento con il tentativo di Micozzi, sicuramente non il solo colpevole, si tenta di recuperare e di rilanciare. Non sarà facile, come non lo è stato appunto per Micozzi.

Mosconi le prova di tutte, la buona notizia è che di nuovo si proverà a ridare un volto ed un anima a questa società.

 

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio