Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / SI NAVIGA A VISTA IN MEZZO AD UN MARE DI PROBLEMI

JESI, 4 novembre 2019 – Oramai lo andiamo ripetendo da sempre ma la situazione in casa Jesina è disperata.

Chiariotti – Mosconi

Non si vede al momento né sbocco né una via d’uscita. Se dopo 10 gare di campionato con 8 sconfitte e 2 pareggi, con due allenatori che si sono succeduti sulla panchina leoncella, ancora si continua a parlare di bel gioco significa non rendersi conto della realtà e di quello che la stagione sta riservando e produrrà.

In tutto questo contesto i vertici della Jesina calcio, dopo la nuova sconfitta casalinga contro il Montegiorgio, ed in vista della trasferta di Agnone, la più lunga del campionato, di domenica prossima, hanno deciso di bloccare ogni emolumento.

Praticamente ai giocatori, a quelli più importanti e fortunati, sono stati corrisposti fin qui solo un mese di rimborsi spesa. La comunicazione agli interessati sembra sia stata fatta tramite sms.

In un contesto dove mister Cuicchi nel post partita contro il Montegiorgio ha parlato di aver visto ‘un bel gioco’, beato lui, perché a noi al contrario il gioco è sembrato imbarazzante fatto di lanci lunghi e pedalare, aumenta la protesta e gli interventi dei tifosi. Che non ci stanno a far morire così il calcio a Jesi.

Tifosi

La settimana scorsa quelli del “eppure il vento soffia ancora…” avevano anticipato il malcontento dicendo di disertare lo stadio contro il Montegiorgio. Ieri un singolo tifoso, Michele, ci aveva scritto le sue preoccupazioni invitando il presidente ‘ad andarsene’.

Nelle ultime ore anche altri gruppi organizzati avevano annunciato comunicati ancora non resi ufficiali.

Detto che la trasferta di Agnone sarà affrontata con partenza domenica mattina alle 6, in questo momento è così, ma di tempo per rivedere la cosa ce n’è in abbondanza, non sappiamo cosa e quanto possa produrre la presa di posizione dello stop agli ‘stipendi’.

Gli obiettivi si fissano su una base di programmazione e organizzazione: cosa che in questo momento in casa leoncella nessuno è in grado di fare.

Se queste sono le risposte della società difficile immaginare come se ne possa uscire.

Cuicchi

Il presidente Mosconi e il responsabile finanziario Chiariotti, quest’ultimo domenica pomeriggio dopo la partita si è intrattenuto più di un’ora a colloquio con mister Cuicchi,  non hanno le idee chiare.

Fra qualche settimana, nel momento della fase della riapertura delle liste di trasferimento, se veramente vogliono salvare la stagione, dovranno mettere in condizione il dg Gianfranco Amici di operare senza indugi per portare a Jesi giocatori importanti.

Sicuramente Amici è tra quelli che non vogliono far morire il calcio a Jesi. Le sue dichiarazioni delle ultime ore lasciano spazio a qualche spiraglio di ottimismo. Ne prendiamo atto e tifiamo per lui. E’ pur vero però che chi ha contribuito a creare questa situazione dovrà  dimostrare con i fatti di porvi rimedio.

Alla squadra, invece, servirà cambiare completamente passo. Per farlo dovranno essere individuati ed inseriti un portiere, tutto il centrocampo, un attaccante che garantisca gol a ripetizione.

Auspicando che nelle prossime tre, quattro partite non si accumuli altro ritardo dalla zona play out.

Santarelli Jesina

Amici, tuttavia, sembra già aver messo in moto i suoi contatti cercando di individuare per il momento un portiere over che già dai prossimi giorni potrebbe essere inserito in organico.

A proposito di portiere la scelta di far giocare domenica il classe 2002 Santarelli è stata avventata e azzardata.

A posteriori si può tranquillamente dire di una scelta totalmente sbagliata con la conseguenza di aver praticamente bruciato un giovane promettente.

Anconetani, portiere

Il ruolo del portiere è il più importante per l’equilibrio della squadra. E’ vero che Anconetani in questo inizio di stagione non aveva dato sicurezza totale ma bocciarlo in questo modo si rischia di perdere anche lui.

Insomma in un sol colpo mister Cuicchi ha fatto fuori due portieri.

Per concludere vogliamo ritornare sulla questione del blocco dei rimborsi spesa. Alle dichiarazioni di Cuicchi del post gara che sottolineava come la squadra avesse giocato bene, ha fatto da contraltare la presa di posizione della società.

Una contraddizione in termini che conferma sempre di più che in casa Jesina si naviga a vista in mezzo ad un mare di problemi.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

loading...
Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio