Connect with us

Jesina Calcio

JESINA CALCIO / MERCATO, SALVEZZA E FUTURO: DALLE PAROLE ‘SCRITTE’ AI FATTI

JESI 9 dicembre 2019 – Nessuno si è dimenticato di quello che in estate era stato fatto dove si è costruita una squadra dimostratasi in seguito non all’altezza di questa serie D girone F. Almeno per gli obiettivi minimi da raggiungere, la salvezza.

Jesina, il patrimonio tifosi

La gestione societaria, allora, era stata affidata a Stefano Micozzi che non è riuscito, incapace, di dare seguito, parliamo dell’aspetto tecnico, ma possiamo allargare il raggio d’azione a tutto il resto della gestione, a ciò che nella stagione precedente era stato fatto: parlano i risultati.

Mesi difficili dove si declinava pure una sorta di mondo dei sogni –progetto di 500mila euro per via Asiago oppure il campo sintetico all’antistadio entro dicembre 2019 – ma era solo fumo negli occhi. Come fumo negli occhi è stata la previsione targata Micozzi-Mosconi dell’obiettivo proclamato ai tifosi dei play off nell’agosto scorso.

All’atto pratico Jesi un porto di mare dove sono scesi parecchi giocatori per un mix di squadra senza capo ne coda, tanto che in corsa si è dovuto ricorrere ad altri due allenatori, ed ora, nella fase di mercato, fino a questo momento, almeno dieci tesserati hanno lasciato la maglia leoncella.

Nel frattempo, oltre a Gianfranco Amici nella stanza dei bottoni, a Sauro Trillini in panchina, agli innesti di Boccanera, Perna, Mataloni, Ricci e Terenziu, si è registrato anche il cambio di conduzione societaria con Giancarlo Chiariotti presidente, in sostituzione di Mosconi, il quale a sua volta ha mantenuto la maggioranza delle quote societarie.

Sul campo le cose non sono andate, ora si è intrapresa una strada ancora tutta da decifrare visto il recente risultato negativo di sabato scorso a Chieti. Fin qui tutto vecchio. Come pure appunto i sette punti conquistati dalla squadra nella gestione Trillini.

Sconfitta in Abruzzo che ha fatto commentare il tecnico leoncello: “Siamo una squadra giovane a cui manca esperienza. Sono qualità che non si comprano ma che si conquistano con il lavoro del campo. Dovevamo tenere più palla, farla girare, addormentare la partita, accorciare in difesa. Il campionato è ancora lungo e dal mercato forse arriverà qualche altro under di qualità, per gli over invece la vedo difficile”.

Il turno di campionato completatosi con le gare della domenica ha relegato la Jesina all’ultimo posto in classifica generale, ovviamente, sperano tutti, momentaneo, e la salvezza sempre un traguardo che si fa più difficile.

Una salvezza che deve passare dal mercato: tutti lo sanno. La speranza è che lo sappia pure il presidente Chiariotti perché, giocoforza, è lui che deve dare l’input ad Amici per cercare, trovare e portare a Jesi il giocatore, meglio al plurale, giusto al posto giusto. Si dirà: un solo elemento non basta. Risposta: un giocatore di qualità e di peso specifico, capace, con esperienza, navigato risulta fondamentale.

Altrimenti il futuro già grigio potrebbe diventare nero.

Col Chieti si è notata tutta la mancanza di un elemento di categoria in grado di dare equilibrio e sostanza a centrocampo e se non si riuscirà a portarlo a Jesi difficilmente il gap con le squadre che precedono la Jesina sarà colmato.

Il confronto con gli anni precedenti è chiaro e deve far preoccupare.

Nel 2017-2018 alla fine del girone d’andata la classifica recitava: Matelica 44; Vis Pesaro 40; Vastese 35; Avezzano 29; Sangiustese, Francavilla 27; L’Aquila, Pineto 26; Francavilla, San Marino 24; Castelfidardo 22; Campobasso 21; Olympia Agnonese e Jesina 18; San Nicolò 15; Fabriano Cerreto 13; Recanatese 12; Monticelli 11; Nerostellati 7. Alla fine Fabriano Cerreto e Nerostellati sono retrocesse direttamente; il Monticelli pure considerato che la distanza con la sestultima Agnonese era di 11 punti (superiore od uguale ad 8, recita il regolamento; ndr); la Jesina disputò lo spareggio, perso, con il San Nicolò e retrocesse prima di essere ripescata.

L’anno successivo, 2018-2019, sempre alla fine del girone d’andata i numeri erano: Cesena 44; Matelica 40; Sangiustese 33; Recanatese, Pineto 32; Francavilla, S.N.Notaresco 30; Sammaurese 25; Giulianova 24; Vastese, Montegiorgio 23; Savignanese, Campobasso, Santarcangelo 21; Jesina, Forlì 19; Avezzano 18; Agnonese, Isernia 17; Castelfidardo 12. Alla fine Isernia e Castelfidardo finirono in Eccellenza, così come il Santarcangelo che perse il play out con l’Avezzano e l’Agnonese, poi ripescata, che perse il play out con la Vastese.

I numeri spesso e volentieri non smentiscono le situazioni e l’evidenza ed è chiaro a tutti che la Jesina, seppur in ripresa, ha bisogno di un ‘aiutino’ importante.

Lo sanno tutti e lo dicono tutti. Lo sa anche Chiariotti, Amici e Trillini: ne siamo certi.

Nei prossimi dieci giorni servono i fatti, dalle parole scritte è necessario, obbligatorio, passare ai fatti. Quei fatti che il presidente Chiariotti ha messo appunto per iscritto: “La Jesina intende confermare gli impegni assunti ad inizio stagione, pur consapevoli delle difficoltà che si stanno vivendo per una deficitaria posizione di classifica. E gli impegni sono quelli di mantenere la categoria e dare continuità alla storia quasi secolare di questa società. Con il supporto di Amici abbiamo già effettuato alcune operazioni di mercato per provare a rinforzare la squadra. Altre ne dovremo compiere necessariamente a dicembre, con l’obiettivo dichiarato di provare in tutti i modi a restare in serie D”.

Giusto presidente, hanno capito tutti. Spetta a lei però dar seguito a quello che ha scritto.

 

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

15° GIORNATA: Chieti – Jesina 3-2, Fiuggi – Vastogirardi 1-1, Matelica – Vastese 4-0, Montegiorgio – Tolentino 1-1, Agnonese – Pineto 3-3, Giulianova – Notaresco 0-1, Recanatese – P.S.Elpidio 4-3, Cattolica S.M. – Avezzano 2-0, Sangiustese – Campobasso 0-2

Classifica – S.N. Notaresco 40; Recanatese 32; Matelica 28; Montegiorgio 26; Campobasso 25; Pineto 24; Vastese, Agnonese 22; Vastogirardi 21; P.S.Elpidio, Sangiustese, Giulianova, Fiuggi 17; Chieti 14; Avezzano 13; Tolentino 12; Jesina, Cattolica 9

Prossimo turno 15 dicembre ore 14,30 – P.S.Elpidio – Montegiorgio, Avezzano – Fiuggi, Jesina – Campobasso, Matelica – Agnonese, Pineto – Giulianova, S.N.Notaresco – Sangiustese, Tolentino – Chieti, Vastese – Cattolica S.M., Vastogirardi – Recanatese

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Jesina Calcio