Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / LA SOCIETA’: “CI VOGLIAMO METTERE TUTTI IN GIOCO”

JESI, 18 luglio 2019 –  Non ci sono dubbi. E’ l’anno zero per la seconda gestione Gianfilippo Mosconi.

Una stagione che va ad iniziare con personaggi tutti nuovi ad iniziare dall’organizzazione, per proseguire con lo staff tecnico, per finire con i giocatori della nuova rosa. L’unica faccia nota è appunto quella del presidente.

Nel pomeriggio in sede si è registrato un piccolo mini raduno e l’occasione è servita per le presentazioni di rito.

Mosconi ha subito esordito: “E’ un’avventura completamente nuova con tutti i problemi che ci sono. Noi vogliamo andare avanti sportivamente parlando. Ringrazio chi è qui con me e vi assicuro che abbiano lavorato tanto ed alla fine ho trovato delle persone che mi stanno dando una grossissima mano, competenti. E’ chiaro che sarà il campo a dare i responsi. Sappiamo tutti cosa ho trovato lo scorso anno, sappiamo come abbiamo navigato, completamente a vista, e quest’anno potremo costruire qualcosa, lo penso e lo spero. Ci vorrà tempo ma la voglia c’è”.

Stefano Micozzi, neo direttore generale con delega al settore giovanile, si è presentato: “E’ una scommessa per tutti. A Jesi vengono da un periodo particolare e sta a noi ripulire completamente la facciata. Questo è l’anno zero. Per il presidente è il secondo impegno dopo una stagione, diciamo, naif. Quest’anno ci sarà una maggior definizione di ruoli, un maggior impegno dal punto di vista dell’immagine, della ricerca di sponsor, della ristrutturazione del settore giovanile. La sfida è importantissima e la vinceremo. Spero che la Jesina venga aiutata un po’ da tutti, ne abbiamo bisogno. Oggi a Jesi ci sono persone serie che vogliono lavorare e far bene. Serve tempo, serve la collaborazione di tutti, la bacchetta magica non l’abbiamo ma abbiamo l’intenzione di uscirne fuori e bene.  Voi giocatori dovete lavorare tranquilli, per il resto ci sono io e chi collabora con me: ne risponderemo. Sono stracontento di incominciare questa avventura. Qual è il nostro obiettivo? Abbinare la parola salvezza a questa società non è che sia il massimo. Il nostro obiettivo è di far bene. Abbiamo scelto ragazzi svegli e sul pezzo. Prima di tutto dobbiamo salvarci per mettere al sicuro la normalità e poi vorremmo divertirci il più a lungo possibile”.

Poi le presentazioni.

Dopo che mister Omar Manuelli ha presentato Lucio Gabbianelli (preparatore dei portieri), Castrignanò (preparatore atletico), Carassai (collaboratore tecnico), Vagnini (team manager), il direttore sportivo Maurizio Gagliardini ha parlato dei giocatori.

Non erano presenti Cobo (c), Verruschi, (d) Tomassini (d), Maggioli (d), Fioretti (a), Palma (a).

I presenti invece: Nicola Gagliardini (c), Umberto De Lucia (d), sarà lui il nuovo capitano, Leonardo Santarelli (p), Erik Ballardini (c), Dario De Rose (c), Pigozzi (c), Damiano (a).

A questi si aggiungeranno gli under del vivaio leoncello  – Lucarini (2002 d), Barchiesi (2001 a), Bartolini (2000 c), Paglialunga (c) – ed altri due tre under che saranno annunciati nel fine settimana tra cui un portiere greco.

A proposito di portieri è confermato, ma ancora non ufficiale, che Giovanni Anconetani lascerà Jesi per impegni di studio e forse continuerà a giocare in serie D con il Trastevere Roma.

Anche Perez Gomez Jack non vestirà più la casacca leoncella per approdare al Moie Vallesina.

Dei nomi fatti nei giorni scorsi Guido Parasecoli si è trasferito invece al Feltre mentre Cameruccio attende una chiamta dalla Lega pro.

Tra le varie battute registrate.

Manuelli: “Per assemblare una squadra completamente nuova ci vorrà del tempo. Dobbiamo essere pronti il prima possibile. Tutti i ragazzi, sono certo, daranno subito il massimo dell’impegno in maniera tale di diventare il prima possibile una squadra”.

De Lucia: “Ho accetto subito la proposta della Jesina perché questa è una gran piazza e conosco le esigenze che ha. Questo deve far si che deve essere una maturazione per tutti noi. Abbiano letto tutti le difficoltà di questi giorni ma ciò non dovrà essere un alibi per noi giocatori. Alla fine quando si tirano le somme contano i risultati. Darò tutto sperando che alla fine ci siano soddisfazioni”.

Damiano: “Sono contento che la Jesina mi abbia scelto e di ritrovare il mister con il quale ho lavorato per diversi mesi lo scorso campionato all’Atletico Fano. Spero di giocare tanto e di fare tanti gol: come obbiettivo punto alla doppia cifra”.

La preparazione inizierà il 26 e 27 luglio al Carotti con dei test e poi il 29 tutti i giorni a Monsano. Per le amichevoli il 10 agosto ci sarà un triangolare ad Urbania ed 14 agosto sfida in notturna a Senigallia.

 

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio