Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / La Lega ha deciso, quattro retrocessioni, leoncelli in Eccellenza

L’incompetenza e l’incapacità portano a queste situazioni. L’ufficialità nel Consiglio federale del 3 giugno. Cosa accadrà ora nella Jesina?  

JESI, 22 maggio 2020 – Finisce nel peggior modo possibile l’attesa per quella che poteva essere una salvezza sancita a tavolino.

stadio carotti mestamente vuoto

Invece la Lnd riunitasi oggi a Roma, oltre a decidere che le prime in classifica dei nove giorni della serie D saranno promosse in LegaPro, salvo rinunce, ha anche proposto che le ultime quattro di ogni girone retrocederanno in Eccellenza.

Questo comporta che nel girone F della Serie D a ritornare nei campionati dilettanti regionali saranno Sangiustese, Avezzano, Chieti e Jesina.

Queste proposte dovranno ora essere ratificate e ufficializzate il prossimo 3 giugno dal Consiglio Federale.

La Jesina, dopo la retrocessione sul campo del 2018 con la sconfitta nello spareggio a Sant’Egidio alla Vibrata e successivo ripescaggio, dopo la salvezza dello scorso campionato, deve accettare quello che poi i risultati maturati sul terreno di gioco, in questa stagione, aveva ampiamente confermato.

Una stagione iniziata con la promessa dei play off, continuata e poi bloccata per l’emergenza sanitaria come tutti sanno. Un’annata molto complicata figlia di scelte dettate da nessun progetto e obiettivo, da nessuna chiarezza.

L’ennesima retrocessione è sicuramente un dramma sportivo per il calcio a Jesi ma è la conferma che l’incompetenza e l’incapacità prima o poi si pagano a caro prezzo.

Avevamo sperato fino alla fine sul blocco delle retrocessioni perchè sapevano che i Comitati Regionali dell’area Centro, tra gli altri le Marche, Toscana, Umbria, Emilia Romagna e Lazio si sarebbero presentate con  questa proposta decisa all’unanimità, ma è giusto e logico che società come la Jesina, con il tipo di gestione attuata e dimostrata, devono essere ridimensionate, forse scomparire, per essere totalmente ricostruite.

Ora come ripartire? Il lavoro di Alessandro Cossu in questi mesi a che punto era arrivato? La retrocessione cosa comporterà? Tutte situazioni che nelle prossime ore usciranno allo scoperto e verranno analizzate.

E’ chiaro più che mai che Mosconi e Chiariotti dopo le tante parole, i tanti scritti e pochissimi risultati, passino all’azione e si facciano veramente da parte.

Potrebbe servire anche un gesto clamoroso come quello estremo di chiudere tutto e recarsi immediatamente, già nelle prossime ore, dal Sindaco di Jesi per consegnare simbolicamente le chiavi.

Sostanzialmente si sono persi due anni e ripartire in queste condizioni non sarà proprio facile.

Con chi, quando e come lo vedremo strada facendo.

Di seguito il comunicato della Lnd al termine della riunione

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, tenutosi oggi in videoconferenza, ha messo a punto le proposte (votate all’unanimità), che saranno portate al vaglio del prossimo Consiglio Federale, in ordine ai meccanismi di conclusione dei campionati nazionali e regionali, per la necessaria ratifica. Per quanto riguarda la Serie D, la LND proporrà al massimo organismo federale la cristallizzazione delle classifiche al momento dell’interruzione del campionato, prevedendo in questo modo la promozione delle prime classificate di ciascun girone e la retrocessione delle ultime quattro squadre classificate di ogni raggruppamento. Quest’ultimo aspetto, peraltro, aderisce a quanto già indicato dal Consiglio Federale in relazione ai campionati professionistici. Tra le richieste, anche quella relativa ad una graduatoria di merito per gli eventuali ripescaggi laddove si verificasse una carenza di organico, sempre tenendo conto di privilegiare il valore primario del merito sportivo”.   

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio