Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / I LEONCELLI HANNO UN PROBLEMA A CENTROCAMPO?

Domenica seconda gara casalinga e secondo derby stagione: al Carotti arriva il Tolentino

JESI, 18 settembre 2019 – 4 partite ufficiali, tra Coppa Italia e campionato, 1 punto: 6 gol subiti, 2 realizzati.

La Jesina di Omar Manuelli è partita portandosi dietro diverse difficoltà ed anomalie, trovandosi debole nelle posizioni di centrocampo, dove, al contrario, ogni squadra costruisce le proprie fortune, ed anche sugli esterni difensivi manca la quadra.

Con il centrocampo in apnea i leoncelli  hanno fin qui fatto fatica a ragionare mancando anche di vigore ed aggressività.

Insomma il centrocampo ancora non funziona e l’utilizzo a mezzo servizio, ma anche di meno, di Pigozzi, giocatore tuttavia molto orizzontale,  che ha vissuto l’ultimo mese più a curarsi che a giocare, potrebbe essere la chiave di questa falsa partenza.

Manuelli ha puntato molto sull’under ex Santarcangelo ma dopo l’infortunio in precampionato il giovane non è ritornato più a tempo pieno e la Jesina ne sta pagando le conseguenze.

Al debutto contro la Recanatese, al suo posto, è stato inserito Ballardini, prova non sufficiente. Poi è stato provato Errico in posizione bassa davanti la difesa ma le caratteristiche dell’ex Sammaurese sembrano non compatibili per il ruolo.

Per di più anche gli esterni bassi difensivi non contribuiscono nella maniera sperata alla costruzione del gioco perché quando si alzano lo fanno non in appoggio alla manovra ma con azioni personalizzate. Ne consegue anche che dalla parte sinistra difensiva sono arrivate le azioni avversarie, sia da palla inattiva che da azioni in movimento, che hanno portato a subire gol. Questo perché nella fase di non possesso la squadra non riesce a coprire in maniera organica tutte le zone del campo.

Manuelli sta lavorando molto su questo aspetto. Si dice e si pensa che gran parte del problemi saranno risolti con una condizione atletica migliore, con un amalgama di squadra più solita, con l’acquisizione di una mentalità diversa e di una concentrazione più convincente. Tutto vero.

Inesorabilmente sin da domenica prossima nel derby contro il Tolentino servirà trovare la prima vittoria in campionato: per la classifica, per l’autostima, per allontanare pessimismo e critica, per costruire quel clima di tranquillità e serenità che serve in ogni ambiente per lavorare bene e crescere.

Urge insomma trovare quella compattezza di squadra necessaria per ambire a risultati positivi ed importanti.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio