Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / GUARDIA DI FINANZA, ‘CARTELLINO GIALLO’: PETRINI E CANTARINI PRECISANO

JESI, 8 luglio 2019 – Chiamati in causa direttamente e/o indirettamente dalla comunicazione dei giorni scorsi effettuata da Marco Polita, ex presidente della Jesina calcio, circa la scoperta da parte degli uomini della Guardia di Finanza di Jesi di un complesso sistema di frode fiscale per fittizi compensi sportivi – che riguarda il club leoncello -, Simone Petrini e Mauro Cantarini hanno tenuto a precisare prendendo le distanze.

Petrini, tirato in ballo in qualità di ex socio, e non avendo mai accettato la carica di membro del consiglio di amministrazione con lettera datata maggio 2016, in relazione al fatto che il comunicato in oggetto porta la firma di ‘ex amministratori della Jesina calcio’ ha precisato: “Vedo con notevole imbarazzo come ex socio della Jesina calcio che si continuano a divulgare comunicati con firme generiche quando basterebbe apporre semplicemente il proprio nome e cognome in fondo ad ogni documento, che ognuno è libero di scrivere e divulgare alla stampa. Avevo già segnalato la questione per iscritto all’ex presidente Marco Polita ma vedo che la precedente comunicazione non ha sortito effetto alcuno”.

Dal canto suo Mauro Cantarini, chiamato in causa direttamente per una vicenda datata 2017, ha sostenuto: “Essendo stato richiamato in causa da dichiarazioni dell’ex Presidente della Jesina Calcio Marco Polita secondo cui il tribunale di Ancona, sul ricorso come ex Socio nel 2017 ,’ dopo aver ordinato l’acquisizione di tutti i libri contabili per le annate 2013,2014,2015,2016,2017 non avrebbe ravvisato alcuna irregolarita’ ‘, pur capendo l’attuale delicata situazione della Società stessa, ritengo giusto per dovere  di cronaca  rettificare l’esposizione dei  fatti: il sottoscritto, per il tramite del proprio consulente legale Avv. Basso, si è rivolto al tribunale affinché lo stesso ordinasse alla Società Jesina Calcio la consegna di tutta la documentazione a suo tempo richiesta, osteggiata a proprio avviso tanto da indurlo a tale azione; il procedimento in Tribunale, in conseguenza poi  della consegna del materiale richiesto ai Consulenti del sottoscritto, da parte della Società Jesina Calcio, si è definito per “cessata materia del contendere”; il Tribunale non ha mai esaminato tale documentazione contabile riferente alla  Jesina Calcio, sia  perchè non era questa la richiesta, sia  perchè  la Società ha poi come detto consegnato tutta la documentazione direttamente ai  consulenti del sottoscritto, consulente legale Avv. Basso e consulente contabile Dott. Basile;  tantomeno il Tribunale si è mai pronunciato e poteva pronunciarsi  sulla regolarità o meno della gestione societaria in  virtù del fatto che non era questa la materia del contendere; i Consulenti hanno poi redatto una perizia le cui conclusioni sono rimaste private. Ciò chiarito, mi auguro che la Società Jesina Calcio possa velocemente trovare la serenità necessaria e conseguire i migliori risultati possibili. firmato Mauro Cantarini”

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio