Connect with us

Calcio

JESI / QUEL POSTO AL “CAROTTI” NON È MAI VUOTO

Sono già nove anni che……ci ha lasciati, eppure ogni volta che lo sguardo si sofferma su quel posto in panchina, il pensiero ravviva il ricordo

JESI, 21 marzo 2019 – Nove anni senza Stefano Forconi.

Sono certo che in un angolo di cielo, Stè con maglia della Jesina e sciarpetta della Juve al collo, in questo momento sta scherzando con Angeli, Arcangeli e Serafini; forse stanno allestendo una squadra per il prossimo campionato. Mentre i Cherubini, noti interisti, sono i bersagli preferiti delle sue irresistibili battute.

Non c’è ancora Piazza o Via a celebrarlo come meriterebbe, ma il riconoscimento più grande resta il ricordo vivo, nel cuore e nella mente dei tanti che hanno avuto l’onore di conoscerlo ed apprezzarlo.

Il tempo scorre inesorabile, usi e costumi cambiano, ma l’essenza del “suo” mondo è rimasta intatta.

Un pallone oggi è ricoperto da patine brillanti, ma resta pur sempre un magico oggetto di forma rotonda con cucito del cuoio. Delle scarpette tacchettate, colorate e all’ultima moda, alzano la stessa polvere di un tempo, e se va di lusso, creano la zolla sul terreno morbido.

Un sorriso, un abbraccio, e perché no, un rimbrotto, varranno sempre molto di più rispetto ad un emoticons.

Una chat non eguaglierà mai il fascino di tirar tardi in un qualunque angolo della nostra Jesi, per parlare di tutto e di niente.

Un campo di calcio, una strada, un gesto, una parola. La semplicità che diventava ricchezza. Le difficoltà e talvolta il dolore, da affrontare con umanità.

Lo Sport come veicolo di riscatto. La Città da vivere con profondo senso di appartenenza.

Questa è il ritratto indelebile che Stefano Forconi ci ha lasciato di se stesso.

Un dipinto simbolico di valore inestimabile, da far conoscere e tramandare alle nuove generazioni.

A noi, uomini, donne, ragazzi di vita, anime girovaghe in questo “terribile intricato mondo”, seppur orfani del miglior amico, il piacere di percorre la strada che ci resta con la sua “immagine” a farci compagnia, e la speranza un giorno, di poterlo abbracciare di nuovo.

Marco Pigliapoco

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio