Connect with us

Calcio

JESI / NAZIONALE DI CALCIO, COVERCIANO: UN GOL A FAVORE DELLA ‘SINDROME X FRAGILE’

Roberto Mancini e Massimo Stronati hanno realizzato quello che si erano promessi giorni fa a Jesi: far incontrare alcuni ragazzi affetti da ‘sindrome x fragile’ con i campioni del calcio

JESI, 19 marzo 2019 – Ogni promessa è debito, soprattutto se il patto è stato concordato tra due amici. Ed allora farlo diventare realtà è questione solo di organizzazione e pochi giorni. Ed in breve tempo, sostanzialmente alla prima occasione, tutto si è maturato.

Alcune settimanale fa Roberto Mancini e Massimo Stronati, jesini doc, si sono incrociati nella loro Jesi (leggi qui) per salutarsi, scambiarsi alcune riflessioni, ricordare il passato di gioventù che li avevano visti fianco a fianco crescere nel quartiere Prato.

L’intento e la promessa era stata quella di trovare l’occasione per portare ragazzi affetti da ‘Sindrome X Fragile’ ad un incontro a Coverciano con il Ct azzurro ed i giocatori della nazionale italiana di calcio.

Grazie alla disponibilità della Figc, oggi pomeriggio, 25 ragazzi con l’X Fragile, ciascuno accompagnato da un adulto, in generale un papà, hanno avverato il loro sogno assistendo all’allenamento pomeridiano e incontrato di seguito i giocatori della nazionale di calcio radunata in vista delle partite di Udine e Parma con Finlandia e Liechtenstein valide per le qualificazioni ai campionati europei.

Da una parte i giocatori, dall’altra un gruppo di ‘campioni di Vita’, giovani che ancora una volta avranno l’occasione di dire pubblicamente  “io non sono la mia sindrome” insieme a tanti padri che potranno vivere nel migliore dei modi il giorno della loro festa, un giusto regalo per chi quotidianamente sostiene con forza la non facile crescita dei propri figli.

La parola chiave dell’associazione è ‘visibilità’. ‘Visibilità’ per portare allo scoperto questa condizione genetica chiedendo di poter frequentare la scuola di tutti, di vivere esperienze sociali al di fuori della propria famiglia, di fare sport, di godere delle stesse opportunità dei pari età.

L’iniziativa di Coverciano, merito e grazie appunto all’amicizia tra Roberto Mancini, il commissario tecnico dell’Italia di calcio, e Massimo Stronati, vice presidente dell’Associazione italiana sindrome X Fragile.

Un giorno indimenticabile per i ragazzi, ma anche per tutti i presenti.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio