Connect with us

Calcio

JESI / Lo sport che unisce, foto e idee per resistere (parte tredicesima)

Marco Cerioni (portiere), Ugo Coltorti (centrocampista), Michele Mancini (punta), Sergio Paolinelli (difensore): l’asse verticale per una squadra vincente

JESI, 7 aprile 2020 – Si dice che una squadra forte e vincente si basa su un asse centrale portiere-difensore centrale-regista-attaccante di spessore e di qualità. Oggi ne proponiamo uno fatto tutto in casa, targato insomma Jesina: Cerioni, Paolinelli, Coltorti, Mancini. Calciatori che hanno scritto la storia del club leoncello e non solo. Due di essi hanno assaporato anche la serie A. Si dirà: a Jesi, e di Jesi, anche altri hanno avuto la bravura e la fortuna dei citati. Ricordiamo ad esempio Barboni e Bertarelli, per non dimenticare Roberto Mancini, ma di loro in questo appuntamento giornaliero di foto ed idee per resistere e per non dimenticare ne abbiamo già scritto e mostrato foto nei giorni scorsi. Anche Luca Marchegiani, domani, avrà il suo spazio.

Marco Cerioni – In serie C2 a Jesi dall’87 all’89 (all. Baldoni, Spimi, Luzi, Corelli) per poi passare al Bologna in serie A nella stagione 1989-90 come terzo portiere. La rosa del club rossoblu allenata da Gigi Maifredi era composta da come riportato in foto

Sorrentino, Demol, Bonini, Lorenzo, Cerioni, Luppi, De Marchi, Cabrini, Cusin; al centro, l’allenatore Maifredi, Marronaro, Poli, Monza, Stringara, Vincenzi, Bonetti, Galvani, il prep. Bergamaschi; in basso: il magazziniere Crivellaro, il prep. dei portieri Persico, Giordano, Pecci, l’allenatore in 2a Pivatelli, Geovani, Villa, i massaggiatori Aldrovandi e Spadoni.

La stagione seguente Cerioni finì all’Ospitaletto in C2, poi a Rimini (C2), Tempio (C2) e Maceratese (C2), Tolentino, Ecuador e poi Ancona. In Ecuador, con la maglia dell’Emelec, ha giocato una gara di ottavi di finale della Coppa Libertadores contro i venezuelani dell’Estudiantes. In Ancona, in C1, vince il campionato (all. Brini) e la stagione successiva in serie B (all. Gigi Simoni) e poi della rosa in serie A (all. Menichini, Sonetti, Galeone).

Sergio Paolinelli – Nato nel settore giovanile dell’Aurora è approdato alla Jesina nella stagione 1973-74, allenatore Aroldo Collesi, dove ha disputato 23 partite.

Poi in serie B alla Spal (1), Palermo (1), Cremonese (72), Brescia (34), Taranto (57); in C alla Sangiovannese (34) e Teramo (34); in C1 Cremonese (64) e Montevarchi (22); in C2 Jesina, foto a lato contro il Chieti, (31).

Paolinelli ha giocato anche in serie A nel campionato 1984-85 con la maglia della Cremonese e nella foto sopra è ripreso in un’azione di gioco contro il Napoli a contrastare Diego Armando Maradona. In carriera tra serie B e C ha realizzato 15 gol.

Ugo Coltorti – Coltorti è un altro prodotto del vivaio jesino ed ha debuttato in maglia leoncella nella stagione 1983-84, allenatore Gegè Di Giacomo, quella della promozione in serie C1 disputando 10 partite. In C1 fu riconfermato, sempre 10 presenze, e l’anno successivo ancora alla Jesina con allenatori Zara prima e Piccioni poi, in C2, è sceso in campo 30 volte per 1 gol segnato.

Era in squadra nella finalissima di Coppa Italia di Serie C 1985-1986  persa dai leoncelli nella doppia finale contro la Virescit Bergamo.

Coltorti continuò in C1 per due stagioni in Ancona (nella foto in una partita al Dorico contro il Trento e sullo sfondo con la magia gialla si nota Beppe Signori), 45 presenze 1 gol, prima di essere trasferito al Rimini (C1).

Una formazione della Jesina anno 1996-97 allenatore Gianfranco Ferretti. Pignatelli, Juvalò, Sansolini, Tridici, La Barba, Chierici, Gianangeli, Coltorti, Boria, Brasile, Pandolfi

Ritorno a Jesi in C2 e poi per tre campionati a Suzzara (C2). Ancora alla Jesina per 4 campionati in Interregionale (98 presenze 11 gol) prima di approdare a Tolentino e poi al Real Vallesina.

Michele Mancini – Anche Mancini debuttò in serie C2 con la maglia della Jesina nel campionato 1982-83 allenatore Di Giacomo disputando 6 gare ed 1 gol.

L’anno successivo fu protagonista della scalata in C1 con 18 presenze e 3 gol uno dei quali proprio a Cattolica. La stagione della C1 giocò 15 gare ed 1 gol e poi in C2 per 118 presenze e 3 reti. Fu trasferito un anno a Forlì (C2) e poi di ritorno a Jesi sempre in C2. Nel campionato 1889 -90 indossò la maglia della Castelfrettese (Interregionale) per 25 presenze e 5 gol. Ha partecipato al Torneo giovanile di Viareggio con la maglia della Fiorentina.

Ricordiamo: le foto per questa rubrica devono essere inviate via mail a redazione@qdmnotizie.it oppure ai contatti diretti con i giornalisti della redazione sportiva di Vallesinatv e Qdmnotizie Evasio Santoni e Marco Pigliapoco.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio