Connect with us

Calcio

JESI / Lo sport che unisce, foto e idee per resistere (parte quindicesima)

Marco Fida, 361 presenze e 73 reti all’attivo tra i professionisti. Nato nel quartiere Prado, calcisticamente all’Aurora, non ha mai indossato la maglia della sua città

JESI, 9 aprile 2020 – Altro prodotto di casa Jesi finito agli onori del calcio nazionale.

Parliamo di Marco Fida classe 1967 anche lui figlio del quartiere Prado ed anche lui, ancora giovanissimo, ha preso la strada che conduce a Bologna per giocare al calcio.

Un quartiere Prado dove evidentemente si respirava aria buona e tanto calcio. Proponiamo una foto di quegli anni, sempre al San Sebastiano

composta da: in alto da sinistra Massimo Stronati, Carlo Manoni, Maurizio Pieralisi, Marcello Tozzo, Sergio Bassotti, Danilo Santoni; accosciati, da sinistra Carlo Stronati, Graziano Santoni, Roberto Mancini, Valentino Giuliani, Primo Scarpini, Enrico Carbonari, Mauro Tavoloni

Fida in Bologna Rondinella Firenze

Fida, prima del suo trasferimento a Bologna, aveva tirato col pallone verso la porta con le maglie dell’Aurora, della Pieralisi, della Paper Mais (negli anni in cui giocava in squadra insieme a Ugo Colroti e Michele Mancini) e poi non ancora quindicenne, appunto, nella città delle Due Torri.

Qui, ha esordito in prima squadra in Coppa Italia di serie C a 16 anni contro la Rondinella Firenze realizzando un gol.

Sempre a Bologna, in serie B, campionato 1985-86, ha totalizzato 14 presenze con Corioni presidente e Carletto Mazzone allenatore e compagni di squadra come il portiere Zinetti,

Fida in maglia azzurra al Torneo di Cannes

Fida Marco (Turris)

Domenico Marocchino, Walter de Vecchi, Marronaro, Pradella, Nicolini, Marocchi.

Insomma uno squadrone in quell’epoca.

Fida fu convocato anche con la nazionale italiana Juniores (foto a lato) al Torneo di Cannes.

L’anno successivo, stagione 1986-87, Fida fu prelevato dal Siena in serie C1 (22 presenze 1 gol), Claudio Lippi allenatore.

Dopo Siena le tappe di Fida, ruolo attaccante, sono state le seguenti: Ospitaletto (C1 22,0), Turris (5 stagioni 163, 44), Nola (C1 8,1), Matera (2 stagioni C2 28,8), Forlì (C2 31 9), Pro Vercelli (C2 14, 2), Maceratese (C2 5,0), Sassuolo (C2 22, 3), Castel San Pietro (C2 23,5).

Fida Marco in azione a Turris dove ha indossato anche la fascia da capitano

Per un totale complessivo tra i professionisti di 361 presenze e 73 gol all’attivo. In questo video il gol di Fida in Turris – Acireale del 1991 A Torre del greco Fida ha trascorso anni bellissimi ed uno dei suoi allenatori è stato Amarildo. In una intervista marco di Amarildo ha sostenuto: “Amarildo per me è come un padre, con lui ho avuto un rendimento eccezionale, forse il migliore della mia carriera. Una persona straordinaria con un carattere focoso, non le mandava a dire a nessuno. Ancora oggi penso a tutti complimenti che mi faceva e dal punto di vista personale per me è motivo d’orgoglio essere elogiato da un campione del mondo.”

Fida non si è fatto sfuggire la ghiotta occasione di calcare anche il rettangolo verde del Carotti, lo stadio della sua città natale, partecipando alcuni anni fa ad una gara di beneficenza.

in foto fotografato con il portiere Pagliuca ed il fratello Fabrizio.

 

 

Ricordiamo: le foto per questa rubrica devono essere inviate via mail a redazione@qdmnotizie.it oppure ai contatti diretti con i giornalisti della redazione sportiva di Vallesinatv e Qdmnotizie Evasio Santoni e Marco Pigliapoco.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio