Connect with us

Calcio

ECCELLENZA / Simone Pazzaglia torna sulla panchina del Fabriano Cerreto

Torna lo storico condottiero della promozione in Serie D del 2017, raccogliendo l’eredità di Gianluca Fenucci e vincendo il ballottaggio con Omiccioli

FABRIANO, 8 luglio 2020 – Simone Pazzaglia torna sulla panchina del Fabriano Cerreto.
Il tecnico 50enne di Serravalle di Carda si rimette alla guida del club biancorossonero, tre anni e dieci giorni dopo l’addio, maturato dopo la storica promozione in D: lasciò la panchina a Gianluca Fenucci, da cui ora la riprende in eredità.
Nell’ultima stagione è stato all’Urbania e aveva affrontato per la prima volta il Fabriano Cerreto da avversario, battendolo 3-1 all’Aghetoni e poi pareggiando 1-1 in terra durantina. Nel vertice dirigenziale svolto nella tarda serata di ieri, Pazzaglia ha battuto la concorrenza di Mirco Omiccioli, allenatore fanese ex Atletico Alma.
Gli altri candidati alla panchina erano l’ex Sassoferrato Genga Sergio Spuri e l’ex allenatore della Juniores biancorossonera, nonché tecnico del Cantiano nell’ultimo biennio, Luca Luchetti. La scelta del patron Porcarelli, il presidente Guidarelli e il direttore sportivo Gubinelli è caduta su Pazzaglia, che col Fabriano Cerreto l’11 giugno 2017 vinse per la seconda volta l’Eccellenza, dopo esserci riuscito nel 2011 con la Vis Pesaro, in entrambi i casi ai playoff nazionali.
L’inserimento del tassello-allenatore sbloccherà il mercato dei biancorossoneri, fin qui fermo in entrata e che in uscita ha fatto registrare il rientro al Tolentino per fine prestito del centrocampista ’99 Lorenzo Tizi.
Luca Ciappelloni
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio