Calcio Serie B / Ascoli, beffardo ko a Catanzaro

I bianconeri, dopo lo svantaggio iniziale ribaltano la gara, ma subiscono la definitiva rimonta dei calabresi che passano 3-2 nel finale. A segno Botteghin e Masini. Classifica pesantissima

10 febbraio 2024 – L’Ascoli era impegnato oggi sul difficilissimo campo del Catanzaro per riscattare la brutta prova offerta domenica scorsa col Südtirol, che aveva fatto allontanare i bianconeri ulteriormente dalla zona salvezza.

In una gara in cui è successo davvero di tutto, i bianconeri sono usciti dal “Ceravolo” con una sconfitta pesantissima che lascia l’Ascoli in piena zona Play-Out.

Gara che si accende già al 17’ col vantaggio dei giallorossi in rete con Antonini, che batte Viviano di testa.

Il bianconero Valerio Mantovani, oggi in rete a Catanzaro (foto profilo FB Ascoli Calcio)

L’Ascoli prova a reagire, trovando il pareggio al 24’ col nuovo arrivato Mantovani, bravo a sfruttare un bel cross del solito Falzerano.

I bianconeri prendono coraggio giocando con maggior tranquillità, andando a trovare anche la rete del vantaggio al 37’ con Botteghin, che di testa porta l’Ascoli momentaneamente in vantaggio, con cui si conclude la prima frazione di gioco.

La ripresa inizia col Catanzaro a spingere alla ricerca del pareggio, senza successo.

L’undici iniziale del Catanzaro sceso in campo oggi contro l’Ascoli (foto profilo FB Catanzaro Calcio)

Al 57però, arriva l’episodio che cambia l’inerzia della gara a favore dei padroni di casa. Il bianconero Valzania infatti, viene espulso per un intervento falloso sul giallorosso Veroli.

Il Catanzaro spinge così ancor di più, approfittando della superiorità numerica, trovando la rete del pareggio all’81’ grazie a un’autorete dell’ascolano Bellusci, che devia la palla nella propria porta nell’intento di controllare Iemmello.

Sospinti anche dal proprio pubblico, i padroni di casa, trovano poi la rete del sorpasso con lo stesso Iemmello che all’86’ ribalta nuovamente la gara. L’Ascoli non ne ha più, anzi, è il Catanzaro a sfiorare la rete del 4-2 con Dommarumma, ma la sua conclusione termina di poco a lato della porta difesa da Viviano.

Sconfitta dunque pesantissima dopo quella col Südtirol che relega i bianconeri in piena zona Play-Out, a ben 5 lunghezze dalla salvezza diretta. Altro passo indietro per gli uomini di Castori, con una squadra che non riesce ad avere quella sterzata auspicata dalla società, nonostante l’arrivo dei tanti rinforzi accasatisi nelle Marche nel mese scorso.

Prossimo impegno per l’Ascoli, venerdì 16 febbraio, ore 20:30 al “Del Duca” con la Cremonese, seconda forza del torneo insieme al Como dello jesino Alessandro Gabrielloni, giunto ieri alla sua personale 200ma presenza in maglia azzurra.

Lo jesino Alessandro Gabrielloni, che ha tagliato ieri il traguardo delle 200 presenze con la maglia del Como (foto profilo FB Como Clacio)

I risultati: Como-Brescia 1-0, Cittadella-Parma 1-2, Cremonese-Reggina 1-1, FeralpiSalò-Palermo 1-2, Modena-Cosenza 1-1, Südtirol-Venezia 0-3, Bari-Lecco 3-1, Catanzaro-Ascoli 3-2, Pisa-Sampdoria 2-0, Ternana-Spezia (domenica 11 febbraio, ore 16:15)

La classifica: Parma 51 punti, Cremonese e Como 45, Venezia 44, Palermo 42, Catanzaro 38, Cittadella 36, Modena 33, Brescia 32, Pisa, Reggiana e Bari 30, Cosenza 29, Südtirol e Sampdoria (-2) 27, Ascoli 22, Ternana, FeralpiSalò e Spezia 21, Lecco 20.

Il prossimo turno, sabato 17 febbraio: Ascoli-Cremonese (venerdì 16 febbraio, ore 20:30), Bari-FeralpiSalò, Lecco-Cosenza, Parma-Pisa, Reggiana-Ternana e Spezia-Cittadella (ore 14:00), Catanzaro- Südtirol, Palermo-Como e Sampdoria-Brescia (ore 16:15), Venezia-Modena (domenica 18 febbraio, ore 16:15)

©riproduzione riservata