Connect with us

Calcio

CALCIO / Gare di Coppa rinviate, la Biagio Chiaravalle in campo il 18 marzo

Un provvedimento che potrebbe ancora essere rivisto se non verrà deciso di giocare a porte chiuse. Martedì 10 marzo la decisione definitiva del comitato della Figc marchigiana

CHIARAVALLE, 7 marzo 2020 – Il Comitato Regionale Marche della Figc ha deciso e disposto che tutte le gare di Coppa (Promozione, Prima Categoria, Seconda Categoria, Terza Categoria) in calendario per mercoledì 11 marzo vengano rinviate a mercoledì 18 marzo stessi orari ufficiali.

Biagio Chiaravalle – Gabicce Gradara

Di conseguenza ancora un posticipo, che potrebbe essere non definitivo, della semifinale di ritorno di Coppa Italia Promozione tra la Biagio Chiaravalle e il Gabicce Gradara (andata 4-3 per i pesaresi), e quella di Coppa Marche di Prima Categoria tra la Mercatellese ed il Monserra.

Anche in Seconda Categoria posticipate di una settimana, sempre in Coppa Marche, Castelbellino-Leonessa Montoro e Castelfrettese-Real Valfoglia.

Riunione alla Figc a Roma

La conferma o meno del provvedimento dipenderà dalle riunioni di lunedì a Roma in Federazione, alla presenza di tutti i presidenti dei Comitati Regionali, per quello marchigiano sarà presente Paolo Cellini, e di martedì in Ancona dove si deciderà, forse ufficialmente, come e quando proseguire.

Soprattutto per ciò che riguarda il campionato di Eccellenza che ha una in questo momento una data di scadenza per la conclusione ben precisa da rispettare, che è quella del 20 maggio, dove il campionato e la fase play off regionale dovranno essere appunto terminate.

Cosa accadrà

A questo punto la strada sembra obbligata. Nel rispetto, e ci mancherebbe altro, dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei giorni scorsi che prevede tutti gli impianti sportivi debbono restare a porte chiuse per le manifestazioni fino al 3 aprile.

Se si vuol continuare a giocare dando una regolarità alla stagione, portandola a termine, si dovrà fare la scelta di giocare a porte chiuse almeno in Eccellenza e Promozione oppure provvedere a rimodulare il calendario con gare infrasettimanali. Per le categorie inferiori la cosa sembra difficile se non impossibile considerate le strutture in essere e considerato che molte società non avranno la disponibilità dei loro tesserati molti dei quali lavorano.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio