1

Serie D / Vigor Senigallia, pari in rimonta

Finisce 1-1 col Notaresco: Mancini, ancora lui, rimedia alla rete di Mercado.
Vigorini sempre secondi, anche se il Pineto è più lontano

SENIGALLIA,  22 Gennaio 2023 – La Vigor va sotto ma poi rimedia, fermando comunque a 8 la striscia di successi consecutivi al Bianchelli.

Termina 1-1 il match della ventesima giornata di serie D col Notaresco, che occupa i bassifondi della graduatoria ma è stato letteralmente stravolto dal mercato, con innesti rilevanti (su tutti Pezzi, difensore ex serie B, ma pure Marchetti, Scimia, Romano e l’ex Recanatese Defendi), tra cui quello dell’autore del vantaggio ospite Mercado, arrivato dal Pineto.

Proprio quel Pineto che vincendo sul campo del Matese ha allungato a +9 in classifica sulla Vigor, che però resta seconda a +2 sul Trastevere.

Il match per i senigalliesi si mette subito male: Marcado, argentino di 20 anni, sfrutta al meglio una Vigor disattenta in fase difensiva e trafigge Sarti al 5′.

I rossoblù potrebbero pareggiare quasi subito con Baldini, che però spreca da ottima posizione, ma il Notaresco, specialmente nella prima parte del primo tempo, sa pungere e alla mezz’ora con Romano impegna Sarti.

Vigor in avanti alla caccia del pari, ma Shiba non deve fare miracoli nella prima frazione e si va al riposo sullo 0-1.

Vigor più convinta nella ripresa: Magi Galluzzi prova una delle sue proverbiali incursioni offensive, ma stavolta non trova la rete (52′), poi, dopo un ulteriore tentativo di D’Errico, il pareggio lo firma ancora una volta Mancini, che dal secondo palo, raccogliendo un cross di D’Errico deviato da un difensore, batte imparabilmente da due passi Shiba, dimostrandosi ancora una volta elemento fondamentale per la truppa vigorina (57′).

A quel punto la squadra di Clementi cerca la vittoria e chiude gli abruzzesi, soprattutto nel finale, nella propria metà campo, ma l’undici di De Patre si difende con ordine e trova un Shiba sempre sicuro anche in uscita.

Finisce 1-1.

VIGOR SENIGALLIA – Sarti, Olivi, Tomba (71′ Bucari), Marini, Gambini, Magi Galluzzi, Kerjota (85′ Vrioni), Mancini (87′ A.Pesaresi), D.Pesaresi, D’Errico, Baldini (71′ Lazzari).

All. Clementi

NOTARESCO – Shiba, Di Renzo (60′ Pulsoni), Colazzilli, Cantarini, Marchetti, Pezzi, Kuqi (81′ Gurini), Gelsi, Romano, Scimia (89′ Cancelli), Mercado (73′ Forcini).

All. De Patre

Arbitro – Terribile di Bassano del Grappa (Vi)

Reti – 5′ Mercado, 57′ Mancini.

Note – giornata piovosa e fredda, spettatori 700 circa.

CLASSIFICA (20° GIORNATA) – Pineto 46; Vigor Senigallia 37; Trastevere 35; Porto d’Ascoli 31; Cynthialbalonga, Matese 30; Alma Juventus Fano 29; Avezzano, Chieti 28; Nuova Florida, Vastogirardi 26; Sambenedettese 24; Vastese 22; Montegiorgio 21; Roma City 20; Notaresco 17; Termoli 16; Tolentino 14.

Vastese e Porto d’Ascoli, Montegiorgio e Cynthialbalonga, una partita in meno dopo il rinvio del rispettivo match odierno per il maltempo.

©riproduzione riservata

 




Serie D / Per la Vigor Senigallia c’è il Notaresco

Domenica 22 gennaio alle ore 15 al Bianchelli 20° giornata nel girone F

SENIGALLIA,  21 Gennaio 2023Ventesima giornata in serie D col ritorno al Bianchelli della Vigor Senigallia, che ospita il Notaresco domenica 22 gennaio.

Venti punti di differenza tra le due squadre, con gli abruzzesi impelagati nella lotta per evitare la retrocessione diretta e i play-out praticamente dalle prime giornate, e reduci da una pesante sconfitta interna.

Anche la Vigor però è reduce da un ko e deve difendere il secondo posto: all’andata finì 2-2 e non fu un match facile per i rossoblù che troveranno davanti un avversario diverso.

Il mercato ha infatti sensibilmente inciso in casa Notaresco, società espressione di un Comune di circa 7.000 abitanti ma ormai da anni in serie D: sono arrivati diversi giocatori di categoria come gli attaccanti Romano e Defendi, il centrocampista Scimia, i difensori Marchetti e Pezzi.

Negli ultimi giorni è stato ingaggiato anche l’under Cardinali, dalla Fermana mentre la Vigor ha fatto altrettanto con Balleello, dal Pescara: entrambi sono attaccanti mentre è un difensore l’unico squalificato della sfida, Campestre del Notaresco.

Assenze ci saranno però anche in casa Vigor Senigallia: non riesce a recuperare Bartolini, ed anche Perri, dopo l’infortunio di Chieti, non è a disposizione, mentre Bucari dovrebbe tornare tra i disponibili.

La società conta sull’appoggio del pubblico: la sconfitta di Chieti ha lasciato l’amaro in bocca per come è arrivata ma non ha certo spento l’entusiasmo della piazza, anche se le previsioni meteo, tra freddo e pioggia, più che il ko di sette giorni fa, potrebbero tenere lontano il pubblico delle grandi occasioni, sostanzialmente mai mancato fin dalla prima giornata.

L’incontro è stato posticipato come già in occasione dei match precedenti alle ore 15 dall’orario originale delle 14.30, in seguito ad accordo tra le società: arbitrerà Terribile di Bassano del Grappa, coadiuvato dagli assistenti Vagnetti e Fiorucci, rispettivamente di Perugia e Gubbio.

©riproduzione riservata




Basket serie B / Goldengas Senigallia, non si può sbagliare contro Piacenza

Match delicato per i biancorossi, che domenica 22 gennaio alle ore 18 al PalaPanzini iniziano il girone di ritorno

SENIGALLIA,  20 Gennaio 2023 – Una Goldengas Senigallia reduce da 6 sconfitte nelle ultime 7 partite non può sbagliare domenica 22 gennaio nella prima giornata di ritorno in B.

Al PalaPanzini alle ore 18 scenderà il Piacenza, una rivale diretta per la qualificazione ai play-off per essere ammessi alla B1, la serie superiore delle due in cui l’attuale B unica si dividerà al termine di questa stagione, con il ritorno della suddivisione tra B1 e B2.

Senigallia, decima con 14 punti, in una classifica cortissima insegue gli emiliani di due lunghezze e deve riscattare il brutto ko dell’esordio in campionato: era il 2 ottobre 2022 e al palasport Franzanti di Piacenza la Bakery vinse 81-64, un margine importante, che in ottica di classifica avulsa potrebbe essere decisivo in caso di arrivo a pari punti tra le due squadre al termine del torneo.

Nelle ultime giornate, di fronte alle prime tre in classifica (prima Rieti, poi Faenza e Fabriano), la Goldengas ha sempre lottato ma alla fine è rimasta solo con i complimenti e nessun punto: è successo anche domenica 15 gennaio a Cerreto contro il Fabriano, dove per 35’ c’è stata partita prima del crollo finale fino al -20.

Stavolta non si può sbagliare, anche se la squadra di coach Paolo Filippetti sarà di nuovo alle prese con le assenze: non ci sarà Santucci come ormai da qualche settimana (al suo posto Giannini, che comunque si è subito ben inserito nelle prime due partite disputate dal suo arrivo, successivo a un lungo stop per infortunio) mentre si spera di recuperare al meglio Lemmi, uscito anzitempo a Cerreto in seguito a un problema muscolare.

Di fronte, un Piacenza molto rafforzato: il ritiro dal torneo del Firenze ha determinato il libera tutti tra i giocatori toscani, due dei quali (Venuto e Passoni) si sono accasati a Piacenza e dovrebbero debuttare proprio al PalaPanzini: due giocatori dall’importante curriculum in categoria a complicare le cose ai senigalliesi con Passoni, guardia ala di 25 anni e Venuto, playmaker di 37, che conoscono la B a memoria e sono sostanzialmente allenati, avendo militato a Firenze fino a qualche settimana fa, prima che la situazione in Toscana precipitasse.

Arbitrano Quadrelli di Cassano Magnago (Va) e Fusari di San Martino Siccomario (Pv).

Diretta su Lnp Pass.

©riproduzione riservata

 

16º GIORNATA  – Rieti-Fiorenzuola (sabato), Empoli-Fabriano (sabato), Romagna-Ancona, Matelica-San Miniato, Jesi-Virtus Imola, Senigallia-Piacenza, Faenza-Ozzano. Riposa – Imola

CLASSIFICA Rieti 26, Faenza 22, Fabriano 20; Fiorenzuola 18; Virtus Imola, Ancona, Ozzano, Piacenza 16; Jesi, Senigallia 14; Andrea Costa Imola 12; S. Miniato 10; Empoli, Tigers Romagna 4, Matelica 2, Firenze 0

PROSSIMO TURNO 17º GIORNATA domenica 29 gennaio 2023 – Rieti-Fiorenzuola, Empoli-Fabriano, Romagna-Ancona, Matelica-San Miniato, Jesi-Virtus Imola, Senigallia-Piacenza, Faenza-Ozzano. Riposa – Imola

Play off per A2; play off per ammissione serie B; nuovo campionato Interregionale

 

REGOLAMENTO

FIRENZE si è ritirata. Al termine della stagione regolare le prime 4 squadre di ogni girone disputeranno due turni di play off incrociando, il girone C, quello D. Due saliranno in A2. Le altre 14 squadre che hanno disputato i play off saranno ammesse in Serie B stagione 2023/24. In serie B saranno ammesse anche 4 squadre per Girone vincitrici del turno di qualificazione al meglio delle 3 gare su 5, secondo questo schema: 5°-12°, 6°-11°, 7°-10°, 8°-9°. A completare la serie B le 5 squadre retrocesse dal campionato di Serie A2. Le squadre perdenti del turno di ammissione alla Serie B, assieme a quelle classificate dal 13° al 16° posto di ogni girone al termine della stagione regolare, saranno riposizionate nel nuovo campionato di Interregionale per la stagione 2023/24.




Serie D/ La Vigor Senigallia riporta a casa Davide Balleello

L’attaccante, campione d’Italia con l’Under 17 del Bologna e senigalliese, 18 anni appena compiuti, arriva subito in prestito dal Pescara

SENIGALLIA,  20 Gennaio 2023 – A poche ore dal ritorno in campo al Bianchelli per la ventesima giornata di serie D, la Vigor Senigallia annuncia il primo colpo di mercato a stagione in corso, comunicando l’arrivo di Davide Balleello.

L’attaccante, descritto come forte fisicamente ed in grado di giocare da prima e secondo punta, arriva in prestito dal Pescara e rinforza la pattuglia under (classe 2005, ha appena compiuto 18 anni) e senigalliese, visto che si tratta di un altro giocatore nato e cresciuto a Senigallia.

Cugino del centrocampista vigorino Giovanni Pierpaoli, ultimo esponente di una famiglia che ha dato un gran numero di giocatori alla causa rossoblù, Balleello, figlio di Patrizio, ex giocatore anche in serie A con la maglia del Venezia all’inizio degli anni 2000 prima di una lunga carriera tra serie C, D e nelle ultime stagioni nei tornei regionali marchigiani (con tra le altre Moie Vallesina, Monserra e Belvederese), è nato infatti a Senigallia, dove ha iniziato a giocare nel Senigallia Calcio prima di passare alla Vigor nel 2018.

In rossoblù è rimasto due stagioni nelle giovanili prima di passare al Pescara nel 2020-21, mentre nel 2021-2022 la società abruzzese, proprietaria del cartellino, lo aveva ceduto in prestito al Bologna, dove ha contribuito in maniera rilevante alla vittoria del titolo italiano Under 17, in finale contro l’Inter, segnando 9 reti in campionato in 23 partite.

Tornato al Pescara, stava militando nella Primavera biancoazzurra (Categoria 2, Girone B): c’è l’opzione per il rinnovo anche per la stagione 2023-24, in cui Balleello sarà ancora under nel torneo di serie D.

©riproduzione riservata




Calcio a 5 / Audax 1970 Sant’Angelo, tra storia, presente e prospettive per il futuro

Lunga intervista al presidente di lunga data della storica società senigalliese di serie C1, Tiziano Tarsi.
“Settore giovanile fondamentale per la prima squadra, la serie B è un sogno che prima o poi speriamo di concretizzare”

SENIGALLIA,  18 Gennaio 2023 – Vallesina Tv ha incontrato per una lunga intervista l’attuale presidente dell’Audax 1970 Sant’Angelo Tiziano Tarsi, da anni ormai al vertice della società senigalliese di calcio a 5, nata nel 1970 come formazione di calcio a 11 ma dal 2005 operante nel calcio a 5 sia a livello di prima squadra che di settore giovanile.

 

Presidente Tarsi, quale è il suo bilancio sul torneo della prima squadra, attualmente non lontana dalla zona play-off nel massimo torneo regionale, la serie C1?

“Partecipiamo ormai da alcuni anni e l’obiettivo è sempre la salvezza da raggiungre prima possibile: ci stiamo riuscendo senza però disdegnare uno sguardo alle zone alte, anche perché alla fine del campionato, spesso, siamo arrivati a pochi punti dai play-off, non raggiunti con qualche rimpianto. 

Anche adesso siamo vicini, a un solo punto: a volte basta solo un minimo in più di convinzione nelle grandi doti che hanno i ragazzi per non sciupare il buono che si fa durante una gara. 

Sono soddisfatto, siamo in linea con gli obiettivi: questo grazie anche ai ragazzi nati e cresciuti “futsalmente” con l’Audax e per me ciò è punto di orgoglio e prova dell’ottimo lavoro svolto negli anni dai nostri allenatori, preparatori e dirigenti che hanno aiutato i giocatori a crescere ed affermarsi in un campionato cosi importante”.

 

Senigallia non ha mai avuto una società di calcio a 5 in un torneo nazionale: la B è un obiettivo per il futuro?

“Stiamo pensando a un campionato nazionale con la prima squadra: ritengo che in una città come Senigallia un campionato nazionale sarebbe un bel successo sia per noi che per l’immagine della nostra bella città, ma per fare questo dobbiamo partire da punti certi: tra questi il più importante è un luogo fisso dove svolgere l’attività di tutte le categorie. 

Stiamo lavorando per arrivare a ciò e speriamo che a breve vi siano certezze in merito per iniziare seriamente a pianificare una promozione al campionato nazionale di serie B”.

 

Nello specifico la serie C1 dell’Audax attualmente sta giocando al PalaPanzini, dopo anni al pallone geodetico del Seminario (spesso con una cornice di pubblico assai calorosa ai lati del campo, si veda foto): e in futuro?

“Sono anni che per poter svolgere la nostra attività siamo costretti a spostarci continuamente sia per allenamenti che per partite: dal campo della Cesanella alla palestra dell’Ipsia (purtroppo oggi non disponibile per l’alluvione) fino al palasport di Castelleone di Suasa passando per la palestra Kappao di Trecastelli, il Seminario Vescovile (solo per allenamenti) e il palazzetto dello sport di Senigallia per allenamenti e partite della Serie C1: è una situazione abbastanza dispersiva, troppo itinerante e dispendiosa per questo mi auguro che la struttura del Seminario Vescovile prima o poi (meglio molto prima!!) torni ad essere il luogo dove fare tutta la nostra attività e soprattutto dove accogliere tutti quei ragazzi che vogliono provare nuovi stimoli con un gioco che ai non addetti ai lavori può sembrare il calcio ma è molto diverso per regole e modalità di svolgimento. 

Logicamente il PalaPanzini è il top come impianto ma gli spazi disponibili sono minimi in quanto viene occupato da altri sport e non potremmo mai utilizzarlo secondo le nostre necessità: per questo continueremo a dialogare con il Comune e l’amministrazione in modo di arrivare a qualcosa di stabile con il Seminario”.

 

Il bilancio delle giovanili, invece, quale è?

“Premesso che dal mio punto di vista non può esistere un società sportiva se non basata e fondata sull’attività giovanile (insegnamento, formazione, crescita) e questo è stato sempre il mio fine operativo fin dal primo anno, devo dire che dal settore giovanile abbiamo ricevuto tante soddisfazioni (un terzo posto Juniores nelle finali scudetto, tre titoli regionali Juniores, due Allievi e uno Giovanissimi oltre ad affermazioni in Coppa Marche). Si sono ottenuti questi risultati grazie alla passione, alla disponibilità e al tempo dedicato dai vari allenatori che si sono avvicendati sulle varie panchine ma soprattutto grazie ad Alberto Crivelli che ha seguito più o meno tutti i ragazzi che sono passasti tra le fila giallorosse collaborando con i mister delle varie squadre. 

Oggi stiamo disputando 4 campionati giovanili con Under 21, 19, 17 e 15 e a marzo inizierà quello degli Esordienti. 

L’obiettivo principale è quello di formare i ragazzi per essere pronti a giocare in prima squadra ma senza disdegnare di cercare affermazioni nei singoli tornei ai quali partecipano. Per fare questo i nostri circa 100 ragazzi tesserati hanno a disposizione allenatori e preparatori dei portieri che con due allenamenti a settimana mettono a punto schemi e modalità di gioco da riproporre in partita.

Per tutto ciò devo ringraziare Emanuele Chiarizia, allenatore Under 21, Lorenzo Purgatori allenatore Under 19 e 17, Marco Braconi, allenatore Under 15 ed Esordienti, Massimo Fabini preparatore dei portieri oltre a Diego Petrolati allenatore della serie C1 e coordinatore per gli altri. 

Attualmente (dopo anni di tira e molla causa Covid) tra alti e bassi con le varie squadre stiamo andando molto bene: Under 21 prima in classifica mentre Under 19 e 17 stanno lottando per entrare nel prossimo girone Gold che sinceramente non vedo fuori portata. 

Un discorso a parte merita l’Under 15: al suo primo anno, anche se non ha fatto ancora punti, è da applaudire per l’impegno che mette e la passione che dimostra, queste sono le basi giuste per riuscire nel prossimo futuro. 

Peccato per la recente sconfitta nella finale di Coppa Marche Under 21 a Pesaro contro il Fabriano: pazienza ma guardo il lato positivo, lo sport è cosi, i grandi risultati si raggiungono anche passando per le sconfitte, che fanno male ma aiutano a crescere”.

 

Chiudiamo con un bilancio personale. 

Dopo tanti anni di presidenza, guardando indietro, quali ricordi tornano subito alla mente?

“Ebbi i primi contatti per creare una squadra già nel 1998, con alcuni amici che poi hanno preferito percorrere strade già tracciate, ma non mi persi d’animo e nella frazione di Sant’Angelo fondammo il gruppo sportivo “Domenico Moroni” che prese parte per un certo periodo ai campionati di Terza Categoria di calcio a 11 fino al 2003, quando con il presidentissimo dell’Audax 1970 Sandro Mantovani si optò per la fusione tra la sua società e la stessa US Domenico Moroni, dando vita così all’Audax 1970 Sant’Angelo.

Nel 2005 nacque la sezione calcio a 5, settore a me sconosciuto, ma grazie all’apporto e all’entusiasmo di Carlo Schiaroli e Alberto Crivelli ebbe inizio questa stupenda avventura del pallone a basso rimbalzo che da allora ininterrottamente è approdata alla stagione 2022/23 attraversando momenti belli, brutti, drammatici (mancata iscrizione ad un campionato di C1) ed esaltanti (vittorie di campionati, di titoli e di riconoscimenti). Tutte queste cose le ho vissute in prima persona senza mai abbattermi né esaltarmi ma cercando il giusto equilibrio, di rispettare gli impegni e di condividere con gli attori di questa disciplina i bei momenti, tenendo per me quelli più spiacevoli.

Dalla mia memoria non si cancellerà mai il salto di categoria al primo anno di esperienza con la promozione diretta dalla D alla C2, la prima volta dell’approdo in C1, l’ineguagliabile partita di semifinale per il titolo italiano della categoria Juniores nel 2010 dopo aver espugnato il campo di Cagliari, il secondo titolo regionale Allievi contro l’invincibile Ascoli Piceno, i titoli Juniores conquistati contro formazioni di levatura superiore e la lista sarebbe ancora lunga.

Di momenti belli ne ho vissuti tanti e con la speranza di riviverne ancora insieme a chi è con me non posso non avere impresso nella mia memoria pure i nomi di quattro ragazzi che hanno dato tanto a questa società (Davide, Marco, Michele e Ambrosone) ma che purtroppo il destino della vita ha strappato alla gioia del futuro e dei loro cari: sono sempre presenti, il loro ricordo è più che mai vivo. 

Non voglio prendermi troppi meriti però: io ho solo cercato di non far mancare nulla di ciò che serve, il resto lo ha fatto chi si impegna e crede nella società e in questo sport, sport che ora non cambierei con nessun altro. Forza Audax, sempre”.

(leggi resoconto calcio a 5…)

©riproduzione riservata




Serie B Femminile / Senigallia sola in testa

Vittoria convincente a Terni (37-56): positivo esordio di Paccapelo, sabato 21 gennaio big match contro Perugia al PalaPanzini

SENIGALLIA,  16 Gennaio 2023 – Rimane sola al comando la MyCicero Basket 2000 Senigallia al vertice del campionato di serie B femminile.

Decisiva la convincente vittoria (37-56) maturata sabato 14 gennaio a Terni contro la locale formazione priva da un certo punto della partita del forte lungo Bartholomew, vittima di una distorsione alla caviglia.

Fino all’infortunio, le locali erano avanti nel punteggio di 2 punti ma, dopo la sosta forzata, Duran e compagne hanno preso in mano la gara piazzando un parziale di 12-0 che ha permesso alle senigalliesi di incanalare la contesa a proprio favore.

Dopo il primo tempo terminato 29-19 per le senigalliesi, al rientro in campo la partita è proseguita in equilibrio ma con la MyCicero che saputo piazzare un paio di break che, prima dell’ultima pausa breve, l’hanno fatta scappare sul + 17 grazie a un paio di belle giocate di Duran artefici di un divario che, di fatto, ha chiuso virtualmente il match.

Quella di Terni è stata anche l’occasione per vedere l’esordio in maglia MyCicero di Sofia Paccapelo, da poco arrivata, che ben si è comportata sotto le plance dimostrando il proprio valore: 9 punti per lei.

Sabato 21 gennaio big match in casa contro il Perugia, alle ore 21.

PINK TERNI – Giogli 1, Burini 4, Gadeyne, Bondziukh 2, Bartholomew 4, Tirinzi, Maglio 6, Vapne, Margaritelli 7, Samoylych 4, Testasecca, Paluello 9.

All. Piermarini.

MYCICERO SENIGALLIA – Cattalani, Bernardi, Paccapelo 9, D’Amico, Formica, Cecchini 2, Pentucci 2, Lazzari 2, Duran 22, Borghetti 14, D’Avanzo 5, Nobili.

All. Luconi

Arbitri – Taliani di Cittareale e Francia di Narni

Parziali – 8-6; 19-29 30-47 36-57.

CLASSIFICA DOPO 10 GIORNATEMyCicero Basket 2000 Senigallia 14; Campobasso, Perugia 12; Civitanova 10; Terni 8; Porto San Giorgio, Orvieto 2.

©riproduzione riservata

 




Serie B / E’ della Ristopro Fabriano il derby contro la Goldengas Senigallia

A Cerreto d’Esi finisce 93-73 ma c’è partita vera per almeno 35 minuti: Fabriano però gioca per 40′ e prevale con merito

CERRETO D’ESI,  15 Gennaio 2023 – Vince la squadra più forte nel derby tra Ristopro Fabriano e Goldengas Senigallia: a Cerreto d’Esi si impongono i locali 93-73: con merito, ma il risultato è troppo pesante per una Goldengas che ha lottato pur avendo di fronte un avversario più quotato e che ha giocato un bel match, dominando a rimbalzo (41-23), ma allungando solo nei 5 minuti finali, nei quali la Goldengas è letteralmente crollata dopo aver evidenziato buone cose nei primi 35 minuti.

Una assenza per parte al via: grave la mancanza di Petracca nelle rotazioni dei lunghi tra i locali, a cui però Aniello è bravo a sopperire con un quintetto dinamico, con anche l’ex Fall a lungo in panchina; Senigallia senza Santucci ma con Giannini e il rientrante Gnecchi, fabrianese.

Ritmi altissimi nel primo quarto, con dei bei giochi offensivi anche da parte della Goldengas, difese almeno a tratti rivedibili da ambo le parti: Fabriano avanti a lungo, ma quando Senigallia riesce a giocare veloce in transizione, rientra e chiude avanti 21-22.

La Goldengas prova ad alzare l’intensità difensiva ma paga dazio sotto forma di falli, raggiungendo il bonus già dopo 5′ del secondo periodo: Fabriano fa girare bene la palla in attacco e ha il predominio a rimbalzo: Verri, ancora dalla lunetta, fissa il massimo vantaggio fabrianese al 16′ sul 40-29.

Giannini riporta però sotto la Goldengas: la Ristopro domina a rimbalzo (19-12) ma ha ben 13 palle perse contro una Goldengas coriacea: c’è partita al riposo lungo, 42-38.

Giannini, alla seconda partita in biancorosso dal suo ingaggio, riprende il filo del discorso interrotto sul più bello la scorsa stagione, offrendo un’altra prestazione di sostanza come se gli 8 mesi di stop per il grave infortunio non ci fossero mai stati: è sua la tripla del sorpasso (47-49 al 23′).

Senigallia arriva anche a +5 ma dal 47-52 Fabriano ripassa avanti e allunga con una tripla di Verri a fil di 24 secondi (63-55 al 28′), piazzando un parziale di 16-3: ancora Verri piazza una tripla clamorosa, di talento puro, da 8 metri che rende vana la buona difesa senigalliese e tiene i suoi a +8 (66-58 al 29′).

Un bel terzo periodo viene vinto dai locali 26-25 e la Ristopro si presenta al 31′ sul 68-63 a proprio favore.

Subito un canestro di Neri per il -3 a inizio periodo (68-65), poi Fabriano trova un parziale di 9-0 impedendo per 3 minuti il canestro ai biancorossi che scivolano al massimo svantaggio di -12 (77-65 al 34′) prima che Filippetti chiami time-out, per l’ennesima volta in palese ritardo e con il match che se ne sta ormai andando: un film già visto.

Fabriano gioca col cronometro contro una Goldengas che ha orgoglio ma pare anche stanca e non averne più: Stanic è un maestro nel far girare la squadra con la classe che gli è propria nonostante le 38 primavere, i locali allungano fino al +17 (88-71), uno svantaggio che la Goldengas, per la partita che ha giocato non solo dal punto di vista dell’impegno, ma anche per quello che ha mostrato sul piano gioco, non merita.

Un ultimo periodo da 25-10 fissa però il 93-73 conclusivo, che rilancia Fabriano dopo l’ultima sconfitta e i 2 punti persi per il caso Firenze e lascia la Goldengas ancora a 14 punti: ancora una volta la prestazione è risultata senz’altro migliore del risultato finale per Senigallia, che contro Piacenza dovrà necessariamente tornare a vincere.

RISTOPRO FABRIANO – Stanic 23, Centanni 17, Verri 20, Azzano 4, Fall 4; Pacini ne, Patrizi, Gianoli, Gulini 10, Papa 15. All. Aniello

GOLDENGAS SENIGALLIA – Giacomini 7, Giannini 15, Neri 13, Pozzetti 16, Musci 12; Valle, Camilletti ne, Marini ne, Gnecchi 9, Arceci, Cerruti, Lemmi 1. All. Filippetti

Arbitri – Silvestri e Servillo di Roma

Parziali – 21/22 42-38 68-63 93-73

©riproduzione riservata

15º GIORNATA risultati – Piacenza-Virtus Imola 70-62, Fiorenzuola-Matelica 89-61, Jesi-Ozzano 82-89, Fabriano-Senigallia 93-73, Faenza-Ancona 82-72, Romagna-Rieti 45-75, Andrea Costa Imola-Empoli 74-65. Riposa – San Miniato

CLASSIFICA Rieti 26, Faenza 22, Fabriano 20; Fiorenzuola 18; Virtus Imola, Ancona, Ozzano, Piacenza 16; Jesi, Senigallia 14; Andrea Costa Imola 12; S. Miniato 10; Empoli, Tigers Romagna 4, Matelica 2, Firenze 0

PROSSIMO TURNO 16º GIORNATA domenica 22 gennaio 2023 – Rieti-Fiorenzuola, Empoli-Fabriano, Romagna-Ancona, Matelica-San Miniato, Jesi-Virtus Imola, Senigallia-Piacenza, Faenza-Ozzano. Riposa – Imola

Play off per A2; play off per ammissione serie B; nuovo campionato Interregionale

 

REGOLAMENTO

FIRENZE si è ritirata. Al termine della stagione regolare le prime 4 squadre di ogni girone disputeranno due turni di play off incrociando, il girone C, quello D. Due saliranno in A2. Le altre 14 squadre che hanno disputato i play off saranno ammesse in Serie B stagione 2023/24. In serie B saranno ammesse anche 4 squadre per Girone vincitrici del turno di qualificazione al meglio delle 3 gare su 5, secondo questo schema: 5°-12°, 6°-11°, 7°-10°, 8°-9°. A completare la serie B le 5 squadre retrocesse dal campionato di Serie A2. Le squadre perdenti del turno di ammissione alla Serie B, assieme a quelle classificate dal 13° al 16° posto di ogni girone al termine della stagione regolare, saranno riposizionate nel nuovo campionato di Interregionale per la stagione 2023/24.




Serie D / Chieti davvero indigesto per la Vigor Senigallia (1-0)

Il capitano neroverde Spinelli segna come all’andata e gli abruzzesi fanno il bis, vincendo all’Angelini.
Perde pure il Pineto, dietro non brillano: classifica quasi invariata

SENIGALLIA,  15 Gennaio 2023 – Il Chieti si conferma indigesto per la Vigor Senigallia, battendo 1-0 i rossoblù all’Angelini grazie a una rete di Spinelli, il difensore capitano goleador che aveva segnato anche all’andata, quando la formazione teatina fu l’unica a violare il Bianchelli ed anche l’unica a non uscire sconfitta dal campo di Senigallia, dove poi sono arrivate 8 vittorie consecutive.

E come all’andata la sconfitta è un po’ una beffa per la Vigor perché il gol del difensore locale arriva al minuto 74 quando il match sembrava indirizzato sullo 0-0.

Invece il capitano neroverde trova la concusione vincente in area segnando proprio nella porta dietro la quale ci sono i non pochi tifosi vigorini presenti, ancora una volta in buon numero.

Fino a quel momento il match era stato in equilibrio con una Vigor che aveva retto bene il campo contro un avversario attardato in classifica e molto indietro rispetto alle sue non poche ambizioni della vigilia, ma uscito notevolmente cambiato dal mercato, con una formazione che rispetto all’1-2 dell’andata è stata stravolta dal mister: diverso anche quello, con Chianese da qualche settimana subentrato a Cotta.

Novità anche nella Vigor, a causa degli infortuni di Bartolini, Magi Galluzzi e Marcucci con Clementi che ripresenta titolare Roberto dopo l’infortunio, Pierpaoli titolare (fuori infatti anche Alessandro Pesaresi) e D’Errico di nuovo in panchina sostituito da Vrioni – 2004 obbligatorio da regolamento – nell’undici titolare.

Peccato, perché, a sorpresa, il Pineto interrompe la marcia vittoriosa cadendo 0-2 in casa contro il Fano: restano dunque 7 i punti di distacco dalla capolista della Vigor, che – è bene ricordarlo – da neopromossa non è certo partita con l’obiettivo di tornare in serie C, dove manca ormai dal 1985.

Non brillano nemmeno le altre inseguitrici, così il secondo posto dei rossoblù resta saldo in una giornata sorprendente, con i passi falsi interni pure di Trastevere e Porto d’Ascoli.

CHIETI – Serra, Spinelli, Vaccaro, Paglia, Di Renzo, Salto Lomba, Cesario, Mollica, Riosa, Di Prisco, Rossi.

(Vitiello, Marino, Masawoud, Di Meo, Bregasi, Liepa, D’Innocenzo, Barbetta, Mancini).

All. Chianese

VIGOR SENIGALLIA – Roberto, Mancini, Bucari, Marini, Gambini, Rotondo, Kerjota, Pierpaoli, D.Pesaresi, Baldini, Vrioni.

(Sarti, Olivi, Tomba, Mori, Lazzari, Nardone, Perri, Casagrande, D’Errico).

All. Clementi

Arbitro – Collier di Gallarate

Rete – 74′ Spinelli

CLASSIFICA DOPO 19 GIORNATE – Pineto 43; Vigor Senigallia 36; Trastevere 32; Porto d’Ascoli 31; Matese, Cynthia 30; Avezzano 28; Vastogirardi, Alma Juventus Fano 26; Chieti 25; Sambenedettese 24; Nuova Florida 23; Vastese 22; Montegiorgio 21; Roma City 17; Termoli, Notaresco 16; Tolentino 14.

©riproduzione riservata




Basket serie B / C’è il derby Ristopro Fabriano-Goldengas Senigallia

Fabriano ha perso 2 punti per il caso Firenze, Senigallia è in crisi di risultati: punti pesanti in palio domenica 15 gennaio a Cerreto d’Esi

FABRIANO,  13 Gennaio 2023Un derby classico, che torna dopo una stagione di stop con Fabriano in A2.

QUI FABRIANO

L’ultima partita del girone di andata, domenica alle 18 al PalaChemiba di Cerreto, propone la Goldengas Senigallia come avversaria alla Ristopro Janus Basket Fabriano.

Si tratterà del primo match del 2023 sul parquet casalingo per la squadra di coach Daniele Aniello, reduce dalla sconfitta al PalaRuggi contro la Virtus Imola.

I biancoblù sono da soli al terzo posto nel girone e ospitano la formazione allenata da Paolo Filippetti, che nell’ultimo turno è uscita sconfitta sul filo di lana contro Faenza.

Una partita da vincere per mantenere viva la corsa verso il play off per la serie A2. Il quintetto fabrianese ha tutte le carte in regola per dare una certa continuità alla sua stagione fino a questo momento da considerare più che soddisfacente.

Il derby però va sempre preso per quello che è ed anche il sostegno del pubblico sarà importantissimo.

 

QUI SENIGALLIA

La Goldengas si avvicina alla trasferta di domenica 15 gennaio che alle 18 a Cerreto, contro la Ristopro Fabriano, chiuderà la fase ascendente del torneo, al momento in perfetto equilibrio: 7 vittorie ed altrettante sconfitte per i biancorossi, che però avevano vinto 6 delle prime 8 partite, cedendo in 5 delle ultime 6, con un doppio ko interno consecutivo.

È vero che ci ha messo del suo anche il calendario, che nella prima parte ha proposto incontri decisamente più abbordabili, ma ormai da qualche settimana la Goldengas è alle prese con problematiche che, complice l’arrivo delle big del girone, hanno lasciato la squadra di Filippetti senza punti.

“Perdere a 1 secondo dalla fine con una tripla di tabella con la seconda in classifica come successo domenica contro il Faenza non può che lasciarmi rammarico anche perché da un po’ di tempo otteniamo complimenti ma niente puntiammette il coachAffrontiamo una squadra tra le più forti del campionato come il Fabriano ma fino ad ora abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti: è il momento però di tornare a vincere, provando a recuperare al meglio della condizione i giocatori”. 

Tra i disponibili non ci sarà ancora Santucci, per colmarne l’assenza è già stato ingaggiato Giannini, che proprio domenica scorsa contro Faenza ha debuttato in maniera positiva (“un ragazzo intelligente, che ha esperienza e che si è subito inserito” lo loda il coach), con oltre 30 minuti sul parquet nella prima partita dopo 7 mesi di stop per un grave infortunio subito proprio in maglia Goldengas nello scorso campionato.

Francesco Gnecchi, nemmeno in panchina domenica scorsa contro il Faenza, è dato sulla via del recupero ed in settimana è tornato ad allenarsi.

 

 

©riproduzione riservata

15º GIORNATA domenica 15 gennaio 2023 – Piacenza-Virtus Imola, Fiorenzuola-Matelica, Jesi-Ozzano, Fabriano-Senigallia, Faenza-Ancona, Romagna-Rieti, Andrea Costa Imola-Empoli. Riposa – San Miniato

CLASSIFICA Rieti 24, Faenza 20, Fabriano 18; V.Imola 16; Ancona, Fiorenzuola 16; Jesi, Ozzano, Senigallia, Piacenza 14, Imola, S. Miniato 10, Empoli, Tigers Romagna 4, Matelica 2, Firenze 0

PROSSIMO TURNO 16º GIORNATA domenica 22 gennaio 2023 – Rieti-Fiorenzuola, Empoli-Fabriano, Romagna-Ancona, Matelica-San Miniato, Jesi-Virtus Imola, Senigallia-Piacenza, Faenza-Ozzano. Riposa – Imola

Play off per A2; play off per ammissione serie B; nuovo campionato Interregionale

 

REGOLAMENTO

FIRENZE si è ritirata. Al termine della stagione regolare le prime 4 squadre di ogni girone disputeranno due turni di play off incrociando, il girone C, quello D. Due saliranno in A2. Le altre 14 squadre che hanno disputato i play off saranno ammesse in Serie B stagione 2023/24. In serie B saranno ammesse anche 4 squadre per Girone vincitrici del turno di qualificazione al meglio delle 3 gare su 5, secondo questo schema: 5°-12°, 6°-11°, 7°-10°, 8°-9°. A completare la serie B le 5 squadre retrocesse dal campionato di Serie A2. Le squadre perdenti del turno di ammissione alla Serie B, assieme a quelle classificate dal 13° al 16° posto di ogni girone al termine della stagione regolare, saranno riposizionate nel nuovo campionato di Interregionale per la stagione 2023/24.




Serie D / Vigor Senigallia in trasferta a Chieti

E’ l’unica squadra ad aver vinto (e a non aver perso) al Bianchelli in tutto il campionato

SENIGALLIA,  13 Gennaio 2023 – E’ lunica squadra ad aver violato il Bianchelli nell’ultimo anno e mezzo, nonché l’unica, in questo torneo di serie D, a non aver perso a Senigallia, dove la Vigor viene da 8 vittorie consecutive.

E’ il Chieti, che domenica 15 gennaio, all’Angelini, ore 14.30, ospita i rossoblù nella seconda giornata di ritorno del torneo di serie D girone F.

Un match amaro quello dell’andata, primo in serie D davanti al pubblico amico dopo 18 anni: il Chieti fu molto più cinico dei rossoblù, che fecero la partita ma furono poco incisivi, perdendo 2-1.

Rispetto ad allora tra gli abruzzesi è cambiato molto: l’allenatore non è più Cotta ma Chianese e se ne sono andati Poletto, Pietrantonio (al Cynthia, con cui ha giocato domenica scorsa proprio a Senigallia), Testi, Ferrari, ma sono arrivati parecchi elementi: i difensori Mollica e Vaccaro, i centrocampisti Paglia, Mercuri e Liepa, lettone che ha giocato pure nella nazionale under 21 del suo Paese, giunto in queste ore e l’attaccante Mancini, che ha giocato nel Fano in serie C e nella serie A maltese.

La classifica però non è cambiata troppo: il Chieti, con 22 punti, è di poco fuori dalla zona play-out, anche se il pareggio di domenica scorsa a Vastogirardi è stato un buon inizio di 2023.

Vigor senza Marcucci, infortunato, mentre Bartolini, assente contro il Cynthia, è dato in miglioramento ma anche lui non ci sarà, così come probabilmente Magi Galluzzi.

Tra i locali Mercuri è squalificato.

La squadra rossoblù non sarà sola all’Angelini: ci sono i Ragazzi della Nord e diversi tifosi senigalliesi al seguito.

Arbitra Collier di Gallarate.

Non sono previste dirette streaming o televisive.

©riproduzione riservata