1

Serie B /Senigallia anticipa ad Ozzano

Campo e avversario difficile, serve la Goldengas dei primi 20 minuti contro Fiorenzuola: sabato 3 dicembre alle 20.30

SENIGALLIA, 2 Dicembre 2022 – Scontro play-off per la Goldengas che domani sera, sabato 3 dicembre, alle ore 20.30, sale sul difficile parquet di Ozzano per affrontare la locale formazione nella decima giornata di serie B.

I biancorossi, reduci dalla sconfitta interna contro il Fiorenzuola, primo ko interno della stagione che ha interrotto la serie di 5 vittorie consecutive, cercano di riprendere il cammino su un parquet tradizionalmente difficile, contro una rivale ormai storica e con cui sono venute fuori partite spesso divertenti e spettacolari.

Senigallia in classifica ha 4 punti in più degli emiliani che però hanno avuto un calendario tutt’altro che agevole dimostrando di essere competitivi anche domenica scorsa, quando a Cerreto hanno reso la vita durissima alla Ristopro Fabriano.

“Contro Fiorenzuola è stata una bellissima partita di basket in cui abbiamo fatto molto bene nei primi due quarti – spiega il coach Goldengas Paolo FilippettiPoi il terzo quarto è stato complicato, subendo troppo Preti. Nel finale punto a punto Fiorenzuola è stata più lucida di noi, ma quest’ultima sconfitta in vista di Ozzano non deve toglierci serenità. La classifica è buona, a livello mentale e umorale la nostra squadra è pienamente in grado di reagire, non credo che il ko di domenica possa determinare ripercussioni psicologiche”.

Bisognerà ripartire però dalla Goldengas collettivo dei primi 20’, e non da quella che nella seconda metà di gara si è affidata fin troppo a soluzioni estemporanee individuali, gettando al vento i ben 13 possessi in più con un numero esagerato di tiri da tre punti (ben 43).

Come lo scorso anno, quando due partite tiratissime videro in entrambe le circostanze prevalere la squadra padrona di casa, Ozzano si affida molto alla leadership di Bonfiglio, play di 34 anni che quest’anno sta segnando meno che in passato (7.9 punti a gara) ma per personalità e talento resta la chiave del gioco di coach Loperfido, al secondo anno in panchina.

Salto a due agli ordini di Doronin e Mammoli, entrambi di Perugia, dalle ore 20.30 con la consueta diretta su Lnp Pass per gli abbonati.

©riproduzione riservata




Scherma /Senigallia premiata con la Stella d’Argento

Il club fu fondato a Montignano, frazione collinare, nel 1989 dal grande maestro Ezio Triccoli

SENIGALLIA, 1° Dicembre 2022 – Prestigioso traguardo per il Club Scherma Montignano-Marzocca-Senigallia che nei giorni scorsi, nel corso della festa provinciale dello sport, ha ricevuto un importante riconoscimento.

Il Comitato Provinciale Ancona del Coni ha infatti assegnato alla società senigalliese la Stella d’Argento al merito sportivo, nella giornata in cui, alla Mole Vanvitelliana di Ancona, sono state attribuite benemerenze ad atleti, dirigenti, società e tecnici illustri del territorio.

Il Club Scherma Montignano-Marzocca-Senigallia si può fregiare del riconoscimento per aver superato i 30 anni continuativi, senza alcune interruzione, di attività sportiva.

Il club fu fondato da un nome storico della scherma mondiale, il compianto maestro Ezio Triccoli, grande artefice dei successi della scuola jesina, capace di arrivare all’oro olimpico con campionesse che hanno fatto la storia di questo sport come Giovanna Trillini, Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca e, tra gli uomini, Stefano Cerioni, che è l’attuale commissario tecnico azzurro dopo aver guidato a grandi trionfi la nazionale russa.

Triccoli, scomparso nel 1996 a 81 anni e a cui da tempo è intitolato il palasport di Jesi, fu infatti legato negli ultimi anni di vita pure a Senigallia: il club fu fondato nel 1989 proprio nella frazione collinare di Montignano e per ricordare il fondatore, recentemente, nel 2016, il consiglio direttivo del club aveva concesso il titolo di socia onoraria a Maria Cristina Triccoli, figlia del compianto maestro.

Ezio Triccoli a Senigallia fu pure tra i fondatori della sezione locale del Panathlon.

Il riconoscimento alla Mole è stato ritirato dal presidente della compagine senigalliese Lorenzo Cesaro e dalla vicepresidente Daniela Siena.

La Stella in realtà risale all’anno 2020, ma non era mai stata consegnata ufficialmente a causa della pandemia.

Presenti alla premiazione il Presidente FIS Marche Stefano Angelelli e il vicesindaco e assessore allo Sport di Senigallia Riccardo Pizzi.

La stagione schermistica del club, che è impegnato attivamente coi giovani, è iniziata lo scorso 27 settembre alla palestra della scuola primaria Pieroni di Montignano di Senigallia, con corsi per Esordienti dai 5 anni di età.

Un mese fa, nel Trofeo nazionale del Conero di fioretto, due atleti del club senigalliese, Matteo Olivi e Fabiola Badiali, entrambi categoria Giovanissimi, erano andati a medaglia conquistando rispettivamente il primo e il terzo posto e contribuendo al quinto di squadra dietro Jesi, Ancona, Arezzo e Macerata

©riproduzione riservata




Senigallia /Prima presentazione pubblica per il libro sulla storia della Vigor

Giovedì 1° dicembre alla Biblioteca Comunale Antonelliana alla presenza dell’autore e dello storico Marco Severini

SENIGALLIA, 1° Dicembre 2022 – Prima presentazione pubblica in città per il libro, uscito martedì 29 novembre “Vigor Senigallia 2021-2022: una stagione rossoblù. Il racconto del ritorno in serie D e di un secolo di calcio vigorino”.

Il libro, di 198 pagine e dal costo di 14.90 euro, è stato pensato e scritto dal giornalista di Vallesina Tv e Il Resto del Carlino e ricercatore storico Andrea Pongetti.

La presentazione, alla presenza dell’autore e dello storico dell’Università di Macerata, presidente dell’Associazione di Storia Contemporanea, prof. Marco Severini, si terrà giovedì 1° dicembre alle ore 17, alla biblioteca comunale Antonelliana, al Foro Annonario.

In una presentazione dialogica organizzata dall’Associazione di Storia Contemporanea, chiunque potrà intervenire a dialogare con i relatori per porre domande, osservazioni, confrontarsi.

Pur uscito soltanto da un paio di giorni, il volume, sorpresa di Natale nata dalla passione calcistica di lunga data dell’autore, ha suscitato grande interesse nell’ambiente vigorino, dalla società che ha evidenziato come “fra qualche anno, sarà ancora più bello rivivere attraverso le parole trascritte con maestria e passione, accompagnate da qualche bella foto, una stagione da ricordare come quella appena trascorsa”, ai tifosi, che hanno ormai definitivamente riscoperto la passione per colori rossoblù, che da oltre un secolo rappresentano Senigallia in giro per l’Italia.

Il libro è acquistabile sia online (tempi di consegna di 48-72 ore) a questo indirizzo: https://www.boopen.it/default.aspx (Acquista, Sezione Sport e Giochi), o prenotabile all’Edicola Fioretti di Corso 2 Giugno e alla libreria Iobook di via Cavour 32, dove le prime copie stanno già andando a ruba.

Nei prossimi giorni il volume sarà disponibile anche al Sapere Ubik di Corso 2 Giugno e all’Edicola Quilly’s di via Raffaello Sanzio 228 B.

©riproduzione riservata




Senigallia / Un libro di Andrea Pongetti racconta quasi in tempo reale l’anno magico della Vigor

Dalla festa per i 100 anni del settembre 2021 a quella per il ritorno in serie D di pochi mesi fa: una cronaca dettagliata con articoli, tabellini e un lungo capitolo su un secolo rossoblù

SENIGALLIA, 29 Novembre 2022 – Un libro racconta la grande stagione 2021-2022 della Vigor Senigallia, iniziata con la festa del centenario, proseguita col ritorno in serie D dopo 18 lunghi anni davanti a un pubblico tornato ad appassionarsi come ai tempi d’oro e conclusa con la festa per i 40 anni dei Ragazzi della Nord.

In un momento positivo per la squadra cittadina, che anche in serie D sta veleggiando nelle parti alte della classifica, esce il volume “Vigor Senigallia 2021-2022: una stagione rossoblù. Il racconto del ritorno in serie D e di un secolo di calcio vigorino” realizzato dal giornalista Andrea Pongetti, collaboratore di varie testate locali e storico dell’Associazione di Storia Contemporanea.

“Un libro che nasce da tre passioni – spiega l’autore – quella per la storia, quella per la mia città, Senigallia, e quella per la sua squadra, la Vigor, che seguo fin dall’infanzia e da quasi 20 anni come giornalista. 

Ho pensato che una stagione magica come quella appena trascorsa meritasse un volume scritto per conservarne memoria nel tempo.

Nel libro, di 198 pagine, sono inseriti molti degli articoli (cronache delle partite, interviste, tabellini) da me scritti durante la stagione scorsa, seguendo un ordine cronologico, giornata per giornata, partendo dalla festa per il centenario organizzata da Giorgio Marcellini fino ai festeggiamenti di società e tifosi. 

Ci sono pure, citati, diversi articoli di altri colleghi che con uguale vicinanza seguono da tempo le sorti rossoblù. 

Nella parte finale, le cifre, con le presenze e i gol di tutti i giocatori della rosa, la classifica finale di Eccellenza e i marcatori. Quindi, una ventina di foto e un indice dei nomi: in tutto, circa un migliaio. 

Chiaramente, dunque, si tratta di una ricostruzione soggettiva, ma che può valere come memoria e testimonianza di un frangente sportivo tra i più belli per i colori rossoblù”.

Prima del racconto, giornata per giornata, del campionato della promozione 2021-2022, una lunga prima parte che racconta il primo secolo di vita della Vigor: 

“non si tratta di un almanacco – precisa l’autore – Questo libro non ha la pretesa di essere esaustivo, dire tutto o citare tutti i protagonisti di un secolo di Vigor: non sarebbe stato possibile data la carenza delle fonti (molto materiale, anche di quotidiani, non è facilmente rintracciabile), l’enorme quantità dei nomi ed inoltre i tempi erano particolarmente stretti: un libro del genere deve uscire a mio avviso a poca distanza dagli eventi e infatti a settembre era già pronto: soltanto i tempi tecnici della stampa ne hanno rinviato l’uscita a novembre. Ho comunque ritenuto opportuno ugualmente inserire una parte storica: oggi il mondo Vigor coinvolge circa 600 famiglie, in gran parte senigalliesi, ma la squadra cittadina è sempre stata identitaria per la città. Eppure le pubblicazioni a lei dedicate sono generalmente mancate, se si fa eccezione per il volume uscito nel 1981, dunque oltre 40 anni fa, per i 60 anni. 

Spero di aver limitato al massimo errori e refusi e se qualcuno in futuro vorrà approfondire la ricerca, ben venga”.

Il libro è stato interamente scritto, impostato e corretto dall’autore e autopubblicato dallo stesso: la foto di copertina, bellissima, è stata gentilmente concessa da Massimo D’Ambrosio, fisioterapista della Vigor.

Il libro è ordinabile online a questo indirizzo (https://www.boopen.it/default.aspx), dove è rintracciabile sia con motore di ricerca che alla voce Sport e Giochi, in cui è il primo della lista.

Il prezzo è estremamente popolare, 14.90 euro, e copre a malapena le spese per la realizzazione, in modo da consentire a tutti gli interessati l’acquisto.

Le foto all’interno, una ventina, sono in bianco e nero proprio per contenere i costi di realizzazione del libro e il conseguente prezzo dello stesso.

Alcune copie sono disponibili già da questi giorni, pure presso l’edicola Fioretti-Vigor Point in corso 2 Giugno (da martedì 29 novembre) e nelle librerie di Senigallia.

Altre saranno donate alle biblioteche comunali, in modo da renderle disponibili alla collettività.

C’è già la data della prima presentazione pubblica del volume in città, che sarà alla Biblioteca Comunale Antonelliana (Foro Annonario) giovedì 1° dicembre, dalle 17 alle 18.30: l’autore invita inoltre chi fosse interessato (enti, associazioni, librerie, società anche sportive, ecc) a tenere una presentazione dell’opera, a contattarlo.

©riproduzione riservata




Basket serie B / Senigallia perde l’imbattibilità interna

La Goldengas vola a +16, poi cede ai tiratori di Fiorenzuola e ai propri troppi tiri da tre punti sbagliati: 78-83

SENIGALLIA, 27 Novembre 2022 – Si interrompe dopo cinque vittorie consecutive la marcia della Goldengas che cede a un Fiorenzuola che conferma tutte le qualità annunciate alla vigilia, violando per la prima volta in stagione il PalaPanzini 78-83.

Partita che non annoia al Palas tra due squadre che giocano a pallacanestro pur con discontinuità nel corso del match.

Finché la partita viaggia su binari più congeniali ai biancorossi, cioè nei primi due quarti, la Goldengas non solo è in vantaggio ma brilla, specialmente in un superlativo secondo quarto, dove Senigallia strappa applausi e tocca anche il +16, sul 44-28 al 19′, grazie anche a un grande Valle (12 in valutazione in 14 minuti, ne avrebbe meritati di più) andando al riposo lungo sul 44-33 e col pubblico biancorosso tutto in piedi a celebrare forse il miglior parziale di tutto il torneo da parte dei locali.

Quando poi il punteggio si alza, e i tiratori, notoriamente mortiferi, di Fiorenzuola, scaldano la mano, per la Goldengas si fa però buio, senza riuscire a cambiare l’inerzia di un match che a quel punto inizia a sfuggire di mano: Pozzetti tiene i locali avanti (55-45 al 25′) ma il fiato sul collo di Fiorenzuola è ormai ad un passo e sul 59-58 al 27′ Filippetti non può che chiamare time-out, comunque tardivo.

Per Senigallia si fa dura anche perché Gnecchi, in giornata negativa, già nel terzo quarto si fa cogliere nel suo quinto fallo dagli arbitri (che non incidono sul match ma comunque pessimi, con un paio di decisioni che quantomeno hanno il merito di strappare sorrisi allibiti al pubblico di ambo le parti).

Al 30′ Fiorenzuola avanti 66-67 dopo un periodo da 22-34, con la Goldengas che subisce 34 punti in 10′ dopo averne subiti 33 in 20′.

Nell’ultimo quarto squadre stanche e tante palle perse: qui la Goldengas ha il demerito di intestardirsi in una lunga serie di tiri da fuori (ben 43 alla fine contro i 33 da due, ma soprattutto solo 11 a segno): la palla dall’arco non entra più nemmeno quando i tiri sono ben costruiti, ma in alcuni casi le forzature sono decisamente evitabili e alla fine costano care perché vanificano i 4 rimbalzi in più e ben 13 tiri in più dai locali.

Match comunque aperto fino alla fine, ma Preti, enigma irrisolvibile per la difesa locale per tutto il match, è immarcabile: la sua tripla del 74-80 al 38’ è quella che spacca la partita e la indirizza verso il Fiorenzuola degli ex Galetti, Magrini, Ricci e Caverni, che merita di vincere ancor più considerando le assenze, non da poco, di Casagrande e Pederzini.

GOLDENGAS SENIGALLIA – Giacomini 16, Neri 8, Santucci 21, Pozzetti 10, Musci 8; Gnecchi, Valletti ne, Valle 6, Arceci ne, Camilletti ne, Cerruti, Lemmi 9.

All. Filippetti

FIORENZUOLA – Giacchè 9, Re 1, Magrini 16, Preti 26, Giorgi 6; Caverni 18, Bettiolo ne, Casagrande ne, Devic ne, Ricci 7.

All. Galetti

Arbitri – Venturini di Lucca e Rinaldi di Livorno

Parziali – 21-19 44-33 66-67 78-83

Note: spettatori 600 circa, quasi un centinaio ospiti.

©riproduzione riservata

PARTITE 9° giornata: Rieti-Matelica 88-61, Empoli-San Miniato 63-54, Fabriano-Ozzano 96-84, Faenza-Firenze 95-89, Ancona-Virtus Imola 87-85, Romagna-Piacenza 63-70, Senigallia-Fiorenzuola 78-83, Andrea Costa Imola-Jesi 78-62

CLASSIFICA 9° giornata: Rieti, Faenza 16; Fabriano 14; Firenze, Senigallia, Piacenza 12; Fiorenzuola, Jesi, Virtus Imola 10; Ozzano, Ancona* 8; Costa Imola 6; San Miniato* 4; Romagna, Empoli 2; Matelica 0

PROSSIMO TURNO 10° giornata 4 dicembre 2022: Ozzano-Senigallia (sabato), Fiorenzuola-Romagna, Firenze-Fabriano, Jesi-Rieti, Matelica-Empoli, San Miniato-Faenza, Piacenza-Ancona, Virtus Imola-Andrea Costa Imola




Serie D / La Vigor Senigallia allunga con un pari la serie positiva

Partita senza gol in Campania sul campo del Matese: e il momento buono, di entrambe, prosegue

SENIGALLIA, 27 Novembre 2022 – La Vigor Senigallia conferma la propria solidità uscendo imbattuta dal campo del Matese.

Nella tredicesima giornata del girone F di serie D, finisce 0-0 al Ferrante, un risultato che allunga a 8 la serie positiva del Matese, reduce da 5 vittorie e 2 pareggi nelle 7 partite precedenti, e a 6 quella della Vigor, che non prende gol per la quarta giornata di fila.

La prima trasferta in Campania nella storia della Vigor finisce dunque con un risultato apprezzabile, che lascia i rossoblù ben saldi al terzo posto, ad inseguire la coppia formata da Pineto, di nuovo capolista, e Trastevere: dalla leader i punti di distacco salgono da 3 a 4, ma poco importa,

Clementi cambia molto in formazione per le assenze di Lazzari e di Vrioni, ripresentando nell’undici iniziale Mori in difesa come 2004 e D’Errico come numero 10; nel Matese, non c’è l’attaccante Esposito, bloccato da problemi fisici.

Vigorini non soli: sfidando anche la neve lungo il percorso, un gruppo di tifosi rossoblù arriva anche in questa lunghissima, ed anche storica, trasferta.

In un campo in brutte condizioni, squadre attente e praticamente non succede nulla: portieri inoperosi nel primo tempo, un po’ più di emozioni nella ripresa ma risultato più che mai giusto.

Roberto è decisivo al 56′ su Sorrentino, poi la Vigor sfiora il colpaccio nel finale con Perri, subentrato, dopo una combinazione con Kerjota, ma l’ex Jesina non trova la porta.

Finisce, giustamente, 0-0.

MATESE – Palombo, Szyszka, Setola, Ricciardi, La Gamba, Nocerino, Sacko, Ricamato, Sorrentino, Napoletano, Langellotti.

(Governali, Masi, Rabini, Riccio, De Rosa, D’Andrea, Carnevale, Salatino, Rodi)

All. Urbano

VIGOR SENIGALLIA – Roberto, Mori, Bucari, Marini, Gambini, Magi Galluzzi, Kerjota, Mancini, D.Pesaresi, D’Errico, Baldini.

(Sarti, Rotondo, Bartolini, Olivi, Tomba, Casagrande, Perri, A.Pesaresi, Marcucci).

All. Clementi

ARBITRO – Giordano di Palermo

CLASSIFICA – Pineto 28; Trastevere 27; Vigor Senigallia 24; Porto d’Ascoli 21; Vastogirardi 20; Matese, Alma Juventus Fano, Avezzano 19; Sambenedettese 18; Nuova Florida, Chieti, Cynthialbalonga 17; Montegiorgio, Vastese 16; Notaresco 10; Tolentino 9; Termoli 8; Roma City 7.

©riproduzione riservata




Senigallia / “Espiazione Juve”, un libro sugli anni bui della Signora

La presentazione del volume di Alex Campanelli si tiene martedì 29 novembre al “Fratelli di Luppolo” di Senigallia.
Un periodo quasi mai citato, ma che anche gli juventini non dovrebbero dimenticare

SENIGALLIA, 27 Novembre 2022 – Senigallia ospita la prima presentazione al pubblico di un libro dedicato al periodo buio della Juventus, quello dopo lo scandalo Calciopoli.

A scriverlo è stato un giovane senigalliese, Alex Campanelli, che sarà ospite nel locale “Fratelli di Luppolo” nel centro storico della città martedì 29 novembre, alle ore 19 (ingresso libero), per presentare il suo recente “Espiazione Juve. Il quinquennio buio della Signora”, che può vantare la prefazione di una firma storica del giornalismo italiano, Roberto Beccantini.

A dialogare con Campanelli i giornalisti del Resto del Carlino Nicolò Scocchera ed Andrea Pongetti, quest’ultimo anche collaboratore di Vallesina Tv.

Si è parlato tanto, da vari punti di vista, di Calciopoli, poco o nulla del dopo: Campanelli, di fede juventina, ha voluto farlo raccontando il periodo 2006-2011 della Juventus, quello lontano dai successi, con prima un’annata in serie B per decisione della giustizia sportiva e poi, dopo l’immediato ritorno in A, le fatiche, con allenatori e giocatori cambiati di continuo e risultati ben lontani dai fasti di poco tempo prima.

Sono passati relativamente pochi anni, ma rileggere i nomi di alcuni giocatori/meteore di quel periodo (Kapò, Boumsong, Andrade) susciterà i ricordi in particolare dei tifosi juventini, ma “Espiazione Juve” è decisamente un libro per tutti gli appassionati di calcio: una riflessione sulle difficoltà che anche una società storica, priva delle problematiche economiche di tanti altri club, può trovare nel ripartire improvvisamente (quasi) dal principio, come se la tradizionale abitudine a vincere (“che è l’unica cosa che conta”, frase che la vulgata attribuisce proprio al mondo Juve) si perdesse improvvisamente, tra l’incapacità di azzeccare le scelte societarie e tecniche e la perdita di alcuni giocatori cardine.

“Non sono anni di vittorie – sottolinea l’autore senigalliese – ma credo siano comunque un capitolo della storia bianconera da non dimenticare. Per questo ho deciso di raccontarlo”.

©riproduzione riservata




Serie D / Vigor Senigallia per la prima volta in Campania

Unica trasferta campana dell’anno, prima in assoluto nella storia rossoblù, domenica 27 novembre a Piedimonte Matese

SENIGALLIA, 26 Novembre 2022 – Lunga trasferta per la Vigor Senigallia che per la prima volta, ed unica, in stagione, viaggia verso la Campania per affrontare il Matese a Piedimonte Matese, stadio Ferranti, nell’unica trasferta campana della stagione.

Non solo, è la prima volta in 101 di storia che la Vigor gioca un match di campionato in Campania.

E non sarà un match facile: il Matese, dopo un inizio assai difficoltoso, ha piazzato 5 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 7 partite ed è in decisa risalita.

I rossoblù non avranno sicuramente Lazzari, ancora fermato da problemi fisici, mentre recuperano sia Pierpaoli dopo un lungo stop che D’Errico, già disponibile nelle partite precedenti ma ancora lontano dalla miglior condizione: l’italoargentino, elemento cardine della Vigor come ribadito da mister Clementi nel post partita del vittorioso derby contro il Fano, è annunciato in miglioramento.

Da valutare se il Matese allenato da Corrado Urbano, 61 anni, mister del posto con un passato importante da calciatore (in serie A con Empoli e Bari tra il 1986 e il 1990), tre campionati vinti da tecnico tra Eccellenza e Promozione, schiererà Vittorio Esposito, classe 1988, ex Fano, Sambenedettese e Matelica, dove fu allenato da Aldo Clementi e fece coppia d’attacco con Denis Pesaresi, attuale capitano vigorino.

In quel Matelica c’era anche il difensore Bartolini e dunque l’ambiente Vigor ben conosce le qualità di uno dei giocatori più talentuosi di tutta la serie D, non solo del girone F: ha già segnato 7 gol ma non è in buone condizioni e il suo utilizzo è un dubbio.

Per la più lunga trasferta stagionale la Vigor parte inevitabilmente sabato ma domenica non sarà sola: qualche tifoso ci sarà facendo respirare anche a Piedimonte Matese l’entusiasmo del popolo vigorino

Si gioca questa tredicesima giornata domenica 27 novembre, stavolta alle ore 14.30, agli ordini dell’arbitro palermitano Giordano.

©riproduzione riservata




Basket serie B / Goldengas Senigallia, col Fiorenzuola è un big match

Ben quattro ex tra gli emiliani, in gran forma e con molti punti nelle mani.
Filippetti: “è la squadra del momento”

SENIGALLIA, 25 Novembre 2022 – Big match al PalaPanzini di Senigallia dove domenica 27 novembre, per la nona giornata di andata, si affrontano due delle squadre più in forma del momento.

La Goldengas, reduce da 5 vittorie consecutive, attende il Fiorenzuola che domenica scorsa ha surclassato Ancona, dopo aver sfiorato il blitz a Firenze la settimana precedente.

In entrambe le occasioni l’attacco di Fiorenzuola ha fatto paura, sfondando quota 100 punti domenica scorsa.

Magari la difesa emiliana non è sempre irreprensibile, ma nonostante gli 8 punti in classifica, 4 meno della Goldengas, Fiorenzuola è squadra forte, con talento in ogni ruolo, anche sotto canestro (Preti e Giorgi) e in regia (Caverni e Giacchè) e una panchina molto profonda, con almeno 9 giocatori veri in grado di essere protagonisti.

Gara cruciale in chiave piazzamento in un torneo dove sarà fondamentale arrivare in alto per garantirsi un play-off per la futura B1 più agevole.

“Ci aspetta una dura partita – sottolinea il coach senigalliese Paolo Filippetti – Fiorenzuola è lunga e ha tanti punti nelle mani, ma è soprattutto in gran forma: per me è la squadra del momento”.

Davvero tanti i volti noti: ci sono quattro ex (Caverni, Ricci, Magrini e coach Galetti) più altri tre ex marchigiani (Re, già a Fabriano, l’ex Recanati Pederzini, l’ex jesino Giacché).

Fondamentale difendere per i biancorossi: domenica scorsa a San Miniato all’inizio non è successo, poi sì e il risultato si è visto: stavolta servirà più continuità nel corso del match perché l’avversario è di caratura superiore e sa fare male.

“Aspettiamo i nostri tifosi al PalaPanzini per fare un gran casino – suona la carica Simone Pozzetti – perché con Fiorenzuola sarà dura e servirà anche il loro aiuto”.

Arbitrano Venturini di Lucca e Rinaldi Livorno.

Diretta su Lnp Pass.

©riproduzione riservata

PARTITE 9° giornata: Rieti-Matelica (sabato), Empoli-San Miniato (sabato), Fabriano-Ozzano, Faenza-Firenze, Ancona-Virtus Imola, Romagna-Piacenza, Senigallia-Fiorenzuola, Andrea Costa Imola-Jesi

CLASSIFICA 8° giornata: Rieti, Faenza 14; Firenze, Senigallia, Fabriano 12; Piacenza, Jesi, Virtus Imola 10; Ozzano, Fiorenzuola 8; Ancona* 6; Costa Imola, San Miniato* 4; Romagna 2; Matelica, Empoli 0

PROSSIMO TURNO 10° giornata 4 dicembre 2022: Ozzano-Senigallia (sabato), Fiorenzuola-Romagna, Firenze-Fabriano, Jesi-Rieti, Matelica-Empoli, San Miniato-Faenza, Piacenza-Ancona, Virtus Imola-Andrea Costa Imola




Serie D / Meggiorin (Vigor Senigallia): “grazie al popolo vigorino”

L’amministratore delegato: “famiglie allo stadio coi figli per la Giornata Rossoblù, splendido clima.
Ma rimaniamo coi piedi a terra, con umiltà, pensando giornata per giornata”

SENIGALLIA, 22 Novembre 2022 – Non solo in campo la Vigor Senigallia sta vivendo uno splendido momento.

I 2.300 spettatori di domenica scorsa contro l’Alma Juventus Fano rappresentano il picco stagionale al Bianchelli e confermano il trend di una società che può vantare, dopo la Sambenedettese, la più alta media spettatori del girone F: mai meno di un migliaio i presenti nelle gare interne, ad eccezione del match contro la Nuova Florida, giocato però in un pomeriggio infrasettimanale con la città ancora completamente alluvionata e disastrata, tanto da rendere anche i 600 spettatori di quel pomeriggio una cifra decisamente apprezzabile.

La società, per bocca dell’amministratore delegato Luca Meggiorin, nel post partita del derby vinto 3-0 contro il Fano, ha tenuto a ringraziare la piazza:

“un po’ ci aspettavamo questa risposta – ammette – perché il pubblico da tempo ci è vicino. Ma non possiamo che ringraziare il popolo vigorino: so di gente che è venuta allo stadio coi figli e ha pagato il biglietto intero anche quando avrebbe potuto pagare ridotto. Ecco, questo testimonia la vicinanza della città e l’apprezzamento per quanto si sta facendo. C’è grande simbiosi”.

Cinque risultati utili consecutivi, con quattro vittorie e un solo gol subito nelle ultime cinque gare per la Vigor: “ma non c’è un segreto – spiega Meggiorin – Non ci sono formule magiche. Onestamente non mi sarei aspettato, almeno a luglio, di essere così in alto: ma a settembre, vedendo come la squadra lavorava, l’intensità che metteva, un po’ sì. Il gruppo è giovane, ma è molto maturo. Ed è umile: noi non guardiamo in alto, viviamo giornata per giornata e rimaniamo con i piedi per terra”.

Forse il segreto è proprio questo.

©riproduzione riservata