Connect with us

Aurora Basket

AURORA BASKET / QUALCOSA SI MUOVE MA I NODI DA SCIOGLIERE SONO ANCORA TANTI

JESI, 20 maggio 2019 – I giorni corrono veloci e da casa Aurora basket nessuna nuova ufficiale.

Lardinelli – Grilli

Tante le voci e le supposizioni. Gli sportivi si interrogano, cercano di capire, vogliono essere informati su quello che riserverà il futuro ma al momento si può dire solo che qualcosa si muove e nulla più.

La società dopo la retrocessione dalla serie A2, sancita con la sconfitta casalinga del 20 aprile scorso contro Mantova, ha emesso un sol comunicato datato 25 aprile dove annunciava di essere già al lavoro per verificare la possibilità di poter partecipare al prossimo torneo di serie B nazionale “attendendosi delle risposte dal tessuto economico locale con l’unica certezza che l’attività di settore giovanile proseguirà regolarmente”.

I soci e i dirigenti, da quello che è dato sapere da varie indiscrezioni, si sono incontrati diverse volte ed al momento stanno lavorando per sanare la situazione dal punto di vista economico con i giocatori americani i quali sembrano essere stati soddisfatti delle loro spettanze entro il 15 maggio scorso e con i giocatori italiani e lo staff con i quali si dovrebbe chiudere tutto entro il 15 giugno prossimo.

La situazione tuttavia consiglia prudenza nel giudicare e valutare il tutto con ottimismo anche se importanti novità ci sono seppur in uno scenario che comunque resta ancora tutto da decifrare.

Insomma i nodi da sciogliere e le situazioni da chiarire sono ancora tantissime.

In sostanza l’ottimismo fuori luogo non va cavalcato e la realtà parla di impegno a chiudere nel migliore dei modi possibili la gestione passata e guardare avanti per cercare di capire da dove e come meglio ripartire.

Ora, a fine maggio, si farà un altro incontro per fare il punto della situazione e magari qualcuno vorrà pure iniziare ad entrare più nei dettagli su quello che potrà essere.

Per questa data l’Aurora basket dovrebbe anche conoscere il parere dell’Amministrazione Comunale circa un progetto presentato per la costruzione di un nuovo complesso sportivo, da realizzare, a fianco dell’attuale Palatriccoli.

Due le soluzioni, come due le linee di pensiero e di azione in discussione: serie B o serie C Gold.

I due budget per attuarle non sono per nulla simili.

Per la serie B servirà una programmazione economica che si attesti sui 400-450 mila euro; per la serie inferiore serviranno circa 200 mila euro.

La differenza dunque la faranno anche e soprattutto le cifre che si riuscirà a scrivere nel preventivo per ripartire.

La cosa certa è che nessuno dei soci sembra abbia fatto un passo indietro o di lato, ma promesso di esserci.

E non è cosa di poco conto.

Addirittura sembra ci sia qualche timido annuncio di ritorno e rientro in società e se questo corrisponde al vero la strada per ripartire dalla serie B sembra quella più concreta.

Voci parlano pure di nuovi personaggi che hanno chiesto lumi per un loro impegno.

Cosa accadrà? Di certo, comunque vada, se si ripartirà, si dovrà trovare ed individuare un nuovo management per attuare i progetti che si dovranno realizzare. E questo andrebbe di pari passo anche con quanto nei giorni scorsi avevano chiesto pubblicamente i tifosi.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

le foto a cura di Gino Candolfi sono state tratte dal sito ufficiale dell’Aurora basket

 

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Aurora Basket