Connect with us

Aurora Basket

AURORA BASKET / Pronti alla volata play off con un Quarisa in più

Contro Faenza in anticipo sabato 15 febbraio, palla a due alle ore 20,30. Biglietto al costo di 10 euro valido per tutti i settori del Palas

JESI, 14 febbraio 2020 – Vigilia di campionato su due fronti per l’Aurora basket, divisa tra la tensione per una partita divenuta snodo cruciale per la stagione, e l’abbraccio ad Andrea Quarisa.

Sabato 15 febbraio, palla a due alle ore 20,30, all’Ubi Sport Center arriva Faenza, in una sorta di spareggio anticipato per continuare la rincorsa ai play off.

Proprio in considerazione della delicatezza del match, la società spera in una bella e calorosa presenza di tutti gli appassionati.

Per l’occasione, biglietto al costo di 10 euro valido per tutti i settori del Palas.

Peccato che l’infermeria resti intasata. Per un Riccardo Casagrande che potrebbe tornare a dare il suo contributo, resterà sicuramente ai box Noah Giacchè.

Chi invece timbrerà da subito il cartellino è Andrea Quarisa, presentato ieri e fresco di firma al contratto che lo legherà all’Aurora anche per la prossima stagione. Carico e soddisfatto l’Amministratore Unico Altero Lardinelli: “La gara di domenica scorsa a Civitanova è stata decisiva per l’arrivo di Andrea Quarisaafferma Lardinellii ragazzi ha fatto una partita eroica, considerando i problemi fisici: Micevic e Casagrande out, Giacchè con l’infortunio alla caviglia. Sgorbati e Migliori in condizioni non ottimali, Konteh ha giocato con crisi respiratorie e vomito. Questi ragazzi si meritano di lottare per andare nei play off, e per questo Andrea è qui. Adesso speriamo che la sfiga guardi qualcun altro, perché sono veramente stanco (traduzione edulcorata del cronista) di perdere un giocatore ad ogni partita”.

Non manca l’invito ai tifosi: ”Anche il pubblico deve fare la propria parte, come nei tempi che furono. Dobbiamo vincere il più possibile, insieme”.

Pronto al rush finale anche il club managr Michele Maggioli: “Squadra, società e pubblico meritano di giocarsi le ciance per arrivare ai play off.  Adesso abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, perché i ragazzi lo meritano davvero. Siamo più forti della sfortuna, e abbiamo deciso di non mollare ma di insistere”.

Desideroso di portare il giusto impatto nella squadra, Andrea Quarisa ritrova il suo amato numero 11, per gentile concessione di Konteh: “Sono molto contento di essere qui a Jesi, che considero la mia seconda casa. Ho voglia di giocare e divertirmi. L’Aurora rappresenta per me una grande opportunità. Tutti mi hanno parlato bene di coach Ghizzinardi e ritrovo le persone che mi hanno fatto stare bene. Ora voglio vincere il più possibile”.

Andrea, che nelle ultime settimane era stato accostato a tante altre formazioni, racconta come è andata la trattativa con l’Aurora: “Avevo chiesto al mio procuratore di informarmi solo di proposte reali. Con l’Aurora ci abbiamo messo appena due giorni per trovare l’accordo. Ho provato una sensazione di sollievo”.

Clima sereno in sala stampa, e si sorride ricordando le sfide sul parquet tra Quarisa e Maggioli: “Era il periodo in cui giocavo tanto per via dell’infortunio a Rinaldi racconta AQ11e volevo sfidarlo alla Garibaldina, convinto dalla mia gioventù. Sul giro e tiro di Maggioli ho fatto tre falli in cinque minuti, facendo la più classica delle brutte figure. Però almeno ottenemmo la prima vittoria in trasferta”.

Ultima annotazione prettamente tecnica con coach Ghizzinardi sulla possibile coabitazione in capo di Quarisa con Isacco Lovisotto:”Dopo un certo periodo di lavoro, la soluzione potrebbe essere un lusso. Con il roster al completo possiamo sperimentare tante cose. Magari non nel breve periodo, ma la convivenza è possibile”.

Marco Pigliapoco

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Aurora Basket