Connect with us

Sport

AMARCORD / Volley: Jesi in serie A con la Tre Valli, Ipersidis e Monte Schiavo

Julio Velasco e la serie A; la palestra Carbonari troppo piccola, il palazzetto dello sport di via Tabano grazie all’allora assessore Rocchetti; le finali scudetto della Monte Schiavo

JESI, 3 maggio 2020 – Il periodo d’oro della pallavolo jesina maschile è targata Julio Velasco mentre in quella femminile il Palatriccoli è stato teatro del film della serie A1 con le ragazze che hanno scritto anche pagine importanti della storia del volley nazionale.

Palestra Carbonari

La storia della pallavolo maschile inizia praticamente nel 1982 con l’allora Tre Valli che vince il campionato e sale in A2.

Due campionati di serie A ai massimi livelli, giocati alla palestra Carbonari, a volte strapiena oltre ogni limite, con un secondo e quarto posto.

Poi la squadra cambia nome, diventa Illy Jesi, e nel campionato 1985-86 retrocede in serie B.

Ancora un cambio di casacca con Ipersidis primo sponsor e di nuovo nel 1986-87 la promozione in A2 è cosa fatta: 1988 (4° posto), ’89 (12°), 1990 (10°).

Nel 1991 il volley Jesi ritorna in serie B.

L’esordio in serie A di Jesi avvenne nell’ottobre 1983 a Catania allenatore Julio Velasco, vice Alberto Santoni.

Casoni Sandro, presidente

Il sestetto sceso in campo era composto da Giannini, Kantor, Esposto, Petrelli, Wagenpfiel, Fanesi.

Altri componenti la squadra Martelli, Scortichini, Quartini, Sasso, Squartini, Pigliapoco, Pozzi.

Jesi vinse 3-0: 10-15, 7-15, 11-15.

La stagione successiva 1984-85 Velasco fu confermato dal presidente Sandrino Casoni e dal direttore sportivo Giuseppe ‘Beppe’ Cormio.

In squadra anche Roberto Masciarelli, Martinelli, Velletrani, Cecato, Viscuso, Kantor, Wagenpfeil, Fanesi, Petreli, Martelli, Pigliapoco e Pozzi.

La stagione successiva Velasco prese la strada di Modena e ritornò a Jesi nel giugno 1987 con la Panini

Amarcord Tre Valli

avversario della Kutiba Falconara.

Un Palazzetto dello Sport di via Tabano, fortemente voluto dall’allora assessore allo sport del Comune di Jesi Leonello Rocchetti, inaugurato per l’occasione, occupato dal oltre 4000 spettatori, per la finale scudetto.

Scudetto poi vinto dalla squadra di Velasco.

L’altra apparizione in serie A per Jesi nel 1988-89.

L’anno precedente la squadra di Lamberto Giordani, sempre con Cormio direttore sportivo, e Sebastiano D’Onofrio presidente, targata Ipersidis vince la serie B.

La squadra era così composta: Petrini, Bocchini, Pozzi, Lucconi, Angelucci, Badiali, Cerioni, Giuliani, Lucchetti, Mancinelli, Moretti, Pigliapoco.

La stagione della serie A, al vertice del club Gianfranco Fioretti, il riconfermato coach Giordani può contare su: Bocchini, Giuliani, Lucchetti, Mancinelli, Moretti, Pigliapoco, Lucconi, Badiali,  Zappoli, Petrov. 

9 marzo 2016 Palazzo dei Convegni

Il 9 marzo del 2016 con il supporto del Comune di Jesi e del Panathlon, organizzato dal Volley Cub Jesi con la collaborazione attiva di Marco Massaccesi, a Palazzo dei Convegni è andato in scena l’evento “volley Jesi riabbraccia la sua storia”.

Ospiti d’onore, Waldo Kantor e Peppe Cormio.

All’appuntamento erano presenti Roberto Masciarelli e Gianfranco Fanesi, giocatori dell’allora Tre Valli, l’attuale presidente del sodalizio Mario Rango, Sandrino Casoni, Alberto Santoni ed altri.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dal maschile al femminile la strada è breve.

La pallavolo Giannino Pieralisi nasce nel 1969 e dopo decenni di attività nel 1983-84 sale in serie A2.

Cinque anni consecutivi di A2, dove sfiora la massima serie, ma poi retrocede in B dopo il campionato 1988-89.

Nuova promozione in A2 nel 1995-96.

L’obiettivo della serie A1 viene centrato a conclusione del campionato 2000-2001.

Nella massima serie nazionale la Monte Schiavo Banca Marche diventa una protagonista assoluta e nel 2005-2006, dopo aver ottenuto il quinto posto a conclusione della stagione regolare, accede alla finale scudetto sconfitta da Bergamo 3-0.

I parziali: 3-1 (16-25, 25-21, 25-22, 25-15); 1-3 (25-19, 16-25, 26-28, 21-25); 3-0 (25-17, 25-19, 25-22).

La squadra jesina allenata da Emanuele Fracascia era composta da: Petkova, Togut, Orazi, Kilic, Arimattei, Marinova, Borgogelli, Ritschelova Marcela, Zilio, Mifkova, Aldrich, Cimoli.

Altra finale scudetto la stagione successiva, dopo un secondo posto in campionato, ed ancora sconfitta questa volta da Perugia sempre per 3-0.

Gara1, 2-3: 23-25, 25-15, 21-25, 25-22, 13-15; gara2, 3-0: 25-23, 25-20, 25-22; gara3, 0-3: 18-25, 13-25, 27-29.

La formazione jesina allenata da Marcello Abbondanza era composta da Petkova, Togut, Orazi, Giogoli, Marinova, Rinieri, Bown, Zilio, Carvalho, Imprescia, Calloni, Bartolini, Padua, Travaglini, Cella, Zamora.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Insomma anche il volley a Jesi ha avuto le sue stagioni da protagonista salendo alla ribalta del panorama sportivo nazionale.

Una disciplina che ha avuto altre storie fantastiche proprio a Jesi e che nei prossimi giorni avremo modo di raccontare e approfondire.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per la collaborazione e per il materiale fotografico: Anna Vincenzoni, Marco Massaccesi, Daniele Bartocci, Pierino Gagliardini, Tiziano Lenti

 

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Sport