Connect with us

Aurora Basket

AMARCORD / Aurora Basket, la prima della ‘mosca atomica’ in panchina (video)

Gianmarco Pozzecco ha debuttato come capo allenatore proprio a Jesi, vincendo, sulla panchina dell’Upea Capo D’Orlando nel novembre 2012

JESI, 20 marzo 2020 – Fileni Bpa Jesi – Upea Capo D’Orlando 78-83, 19 novembre 2012.

La partita che ha segnato l’esordio assoluto in panchina Gianmarco Pozzecco al posto di Massimo Bernardi. Pozzecco oggi è alla guida della Dinamo Sassari in serie A1.

La ‘mosca atomica’ quel giorno mise Benevelli in marcatura di Maggioli e nel primo parziale la Fileni chiuse 20-19. Nel secondo periodo subito 8-2 per Jesi e Pozzecco incomincia ad alzare la voce con i suoi che sembrano aver smesso di difendere. Il messaggio del neo coach è subito recepito e gli ospiti riprendono a difendere e ad essere concreti in attacco con un contro break di 2-13. A 3’ dal riposo: 30-34. La Fileni va in tilt, in difesa non esiste, il quintetto siciliano allunga a piacimento, con George e Battle superlativi, scrivendo un parziale di 7-21 fino al +10: 35-45.

Al rientro stessa musica delle giocate precedenti con l’Upea che tocca il +13: 39-52 e Jesi irriconoscibile in tutte le tavole del parquet. Al 5’: 45-56. Cioppi cerca di scuotere i suoi incitando alla difesa con in campo un solo lungo e tutti piccoli. In attacco gli errori però si susseguono in quantità industriale e l’Upea ne approfitta per mantenere il vantaggio. A complicare le cose anche un tecnico ad Hoover durante l’ultimo intervallo corto.

Gli isolani con il cronometro fermo allungano ancora: 52-65.  Sembra fatta ma non è così. Jesi con fatica grazie a due triple dei suoi lunghi rientra in partita. A 4’12’’ dalla sirena: 67-73. Ancora Jesi. A 3’28’’: 71-73.

Capo D’Orlando non perde la testa, Battle e George giocano bene ogni pallone, e mettono in classifica i primi due punti di stagione.

In sala stampa, nel dopo partita Pozzecco elogia ed abbraccia tutti. Il suo primo intervento ufficiale da coach rispecchia in pieno il carattere del personaggio che tutto il mondo del basket conosce. Una sorta di cose serie abbellite da battute e da metafore. All’inizio quasi si scusa poi dice che i riflettori devono essere per i giocatori e non per lui.

FILENI BPA JESI: Colonnelli, Maggioli 25 (8/17, 1//1 r.3), Hoover 14 (2/3, 2/4 r.6), Valentini 4 (1/2, 0/2 r.5), Bruzzechesse ne, Bargnesi ne, Gaspardo, Ruggeri ne, Griffin 19 (8/10, 1/4 r.6), Sanders 6 (2/4, 0/0 r.4), Santiangeli 10 (2/4, 2/4 r.7), Dolic (r.2). All. Cioppi

UPEA CAPO D’ORLANDO: Young 22 (8/14, 1/6 r.5), Vignali ne, George 20 (8/14, 0/2 r.9), Poletti (r.3), Benevelli 6 (3/7, 0/1 r.5), Portannese 6 (0/2, 1/2 r.4), Palermo 2 (0/1, 0/1 r.5), Battle 25 (5/6, 2/5 r.3), Mathis 2 (1/3, 0/0), Pellegrino. All. Pozzecco

Arbitri: Rossi di Anghiari (Ar), Bartoli di Trieste, Noce di Latina

Note: Spettatori 2395; parziali: 20-19, 35-45, 52-61. Tiri da due: Jesi (23/41), Upea (25/48); tiri da tre: Jesi (6/16), Upea (4/17); tiri liberi: Jesi (14/16), Upea (21/29). Usciti per cinque falli: Griffin

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Aurora Basket