Connect with us

Calcio

ECCELLENZA / FABRIANO CERRETO: MISTER FENUCCI, UN MESE DI SQUALIFICA

FABRIANO, 2 ottobre 2019 – E’ costato caro a Gianluca Fenucci lo sfogo nel dopo gara di domenica scorsa in casa dell’Atletico Gallo con i padroni di casa che si sono imposti sul Fabriano Cerreto per 3-1.

Il tecnico chiaravallese, con ogni probabilità, si è inteso in dovere di protestare per il rigore concesso contro alla sua squadra. Massima punizione che le immagini televisive ha chiaramente evidenziato come il fallo di mani sia stato commesso fuori dall’area di rigore.

Il Giudice Sportivo, letto il referto dell’arbitro Ercoli di Fermo, ha inflitto una squalifica fino al 30 ottobre per essere, l’allenatore, entrato a fine gara nello spogliatoio della terna arbitrale con fare aggressivo, rivolgendo agli stessi espressioni intimidatorie”.

Fenucci potrà rientrare in campo solo domenica 3 novembre, a meno, che a seguito di un eventuale ricorso, la squalifica non gli venga ridotta, in casa contro l’Atletico Alma.

Domenica in casa contro l’Anconitana sarà sicuramente in tribuna ed a sostituirlo siederà sulla panchina dei cartai Riccardo Tizzoni.

Fenucci in serata ci ha dichiarato:Sono veramente amareggiato perché in questa situazione vedo quanto sia sbagliato il sistema calcio. Non ho mai offeso l’arbitro non l’ho mai aggredito verbalmente, ho solo fatto notare che secondo me avrebbe avuto un atteggiamento psicologico sbagliato e gli ho solo consigliato di vedere dieci secondi di filmato che mi avevano già girato sull’errore che aveva fatto nel dare un rigore assolutamente inesistente: non commesso il fallo di mano e comunque il giocatore era fuori area. Gli ho fatto notare queste cose, sono uscito allo spogliatoio con serenità, non l’ho offeso assolutamente: nè aggredito, nè minacciato come leggo. Cercherò con la mia società di andare fino in fondo ma la cosa che più mi amareggia è che non c’è equilibrio e questo episodio mi ricorda tanto la frase attribuita a Mao Tse-Tung “colpirne uno per educarne cento”. Sono si colpito invece nel morale ma non sono vessato.  Il Fabriano Cerreto si rialzerà. Questa è una decisione che mi lascia sconcertato. Andrò a parlare con la Giustizia Sportiva e se necessario anche oltre perché questa umiliazione dopo 25 anni che alleno non me la meritavo”.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

loading...
Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio