Connect with us

Calcio

ECCELLENZA / Coppa Italia, il Fabriano Cerreto supera la Jesina 3-2 ma è eliminata

In vantaggio i leoncelli con Barchiesi poi raggiunti e superati da Ciciani e Braccalenti. Barchiesi trova il pari ma Stelluti firma la vittoria 

FABRIANO CERRETO – JESINA 3-2

FABRIANO, 21 ottobre 2020  – Partita ricca di gol e di giovani in campo, ben sette under per parte dal 1’, e affermazione 3-2 per il Fabriano Cerreto.

Dopo l’1-1 in campionato e il 3-2 per i leoncelli in amichevole a inizio settembre, il terzo round va al team di Pazzaglia, comunque fuori dalla corsa alla qualificazione per differenza reti, dopo la sconfitta 3-1 contro la Biagio Nazzaro: nell’ultimo turno del 4 novembre, la Jesina dovrà battere con due gol di scarto la Biagio per superare il turno, altrimenti sarà la squadra di Malavenda a vincere il gironcino.

Partita gradevole all’Aghetoni, a porte chiuse.

In avvio Francoletti ci mette i guanti sulla punizione di Marengo e sul successivo corner vede la deviazione di Lispi lambire il palo alla sua destra.

La Jesina prende campo e nella parte centrale della prima frazione si insedia nella metà campo del Fabriano Cerreto: al 20’ di Barchiesi tira sulla traversa, una manciata di minuti dopo Coltorti non arriva per un soffio su cross di Domenichetti e infine, al 25’, su un altro traversone dell’ex di turno è ancora Barchiesi a farsi trovare pronto per la deviazione di testa in rete sovrastando Mulas.

I leoncelli legittimano il vantaggio controllando il gioco e al 31’, col diagonale di Zagaglia, sfiorano il palo alla sinistra di Cesaroni.

Il Fabriano Cerreto mette il naso fuori innescando la frizzante coppia di attaccanti, composta dall’ultimo arrivato Braccalenti e dall’under Ciciani, e sono loro due a confezionare il pari: il tiro di Braccalenti si stampa sulla traversa, raccoglie Ciciani che con il destro supera Francoletti.

Pazzaglia lascia negli spogliatoi tre big, Lispi, Candolfi e Marengo, e uno dei subentrati, Pagliuca, si guadagna il rigore per fallo di Frattesi: dal dischetto trasforma Braccalenti.

Strappini manda in campo Papa e Rossini, al 26’ Francoletti è provvidenziale a negare il tris ai locali sulla ripartenza firmata Pagliuca-Ciciani.

I leoncelli reclamano un rigore per contatto fra Paglialunga e Nazzarelli, poi vanno al tiro da fuori con Rossini e infine al 37’, con un altro tiro dalla distanza, stavolta di Barchiesi, bucano Cesaroni per il 2-2.

Il Fabriano Cerreto risponde immediatamente ed è il baby Stelluti, al debutto, ad approfittare di un’uscita imperfetta di Francoletti e risolvere la mischia in area.

La squadra di Pazzaglia sfiora il poker al 42’ con Carmenati, che in contropiede centra il palo, e in pieno recupero con Pagliuca, mentre la Jesina risponde con Domenichetti, il cui sinistro termina alto da buona posizione, e all’ultimo assalto protesta in modo vibrante nei confronti della terna arbitrale per il gol annullato per fuorigioco a Rossini.

FABRIANO CERRETO (4-3-1-2) – Cesaroni; Candolfi (1’st Paglialunga), Stelluti, Lispi (1’st Colonna), Mulas; Galletti (9’st Pagliuca), Marengo (1’st Trofo), Carmenati; Storoni; Ciciani, Braccalenti (16’st Dauti). All. Pazzaglia

JESINA (4-4-2) -Francoletti; Frattesi (47’st Garofoli), Maiani (23’st Papa), Brocani, Martedì; Coltorti (15’st Stronati), Longhi (32’st Rossini), Zagaglia (44’st Gabrielloni), Domenichetti; Barchiesi, Nazzarelli. All. Strappini

Arbitro – Curia di Ascoli Piceno

Reti – 25’pt Barchiesi, 39’pt Ciciani, 15’st Braccalenti (rig.), 37’st Barchiesi, 38’st Stelluti

Luca Ciappelloni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio