Connect with us

Calcio

CALCIO / Giocatori dilettanti positivi al Covid, scatta la quarantena

Preoccupazioni e timori da parte di tutte le società che già hanno iniziato la preparazione o che sono sul punto di farlo

VALLESINA, 22 agosto 2020 – Primi casi di Covid nel calcio dilettantistico.

La notizia rimbalzata da Osimo e Recanati dove alcuni giocatori delle due squadre, i ‘senza testa’ partecipano al campionato di Promozione mentre i leopardiani a quello di serie D, sono risultati positivi al Covid e questo fatto sta mettendo in allarme ed apprensioni tutti.

Diversi club della Vallesina hanno già iniziato la preparazione, altri lo faranno sin da domani.

La Recanatese, poco fa, ha comunicato infatti che due giocatori della prima squadra sono risultati positivi al Covid prima ancora però che venissero aggregati al gruppo.

La società aveva adottato un proprio protocollo di prevenzione che prevedeva un test seriologico a tutti i giocatori della prima squadra e della Juniores prima che i rispettivi gruppi avessero iniziato gli allenamenti.

I due giocatori sono asintomatici ma si trovano ora in quarantena e  sembra non aver avuto contatti con il resto dei compagni e dello staff tecnico. Altri 6 giocatori, tuttavia, pur essendo risultati negativi al test, sono stati ugualmente messi in quarantena in via cautelare.

Ad Osimo invece la situazione è completamente diversa.

Alessandro Castorina, 30enne centrocampista, tramite il suo profilo facebook ha annunciato di essere positivo al Covid e che “molto probabilmente ho contratto la malattia in Sardegna o nel traghetto di ritorno. Sto bene e dopo due giorni con febbre a 37.5/38 oggi non ho più alcun sintomo quindi vorrei tranquillizzare le tantissime persone che mi hanno inviato dei messaggi di vicinanza e che ho molto apprezzato che io sto bene e sono già in isolamento a casa. Tutte le persone a me vicine sono già state avvisate e ho comunicato tutti gli spostamenti ed i contatti all’Asur Marche. Mi dispiace molto per l’accaduto e per le persone che dovranno stare in quarantena essendo stati in contatto stretto con me, spero che io sia l’unico positivo in modo da limitare i danni al minimo. Vi ringrazio per la vicinanza e l’affetto che mi avete dimostrato supererò anche questa”.

Questo però ha costretto la società a sospendere la preparazione ed ora circa 50 soggetti tra staff tecnico, giocatori e  dirigenti, saranno sottoposti al tampone ma per tutti è scattata la quarantena.

Questi episodi, nei prossimi giorni, potrebbero portare a delle situazioni difficili da gestire.

Le società stanno prodigando ogni sforzo per tenere alta la tensione ed il livello dei controlli.

Tecnici e giocatori sono giustamente preoccupati.

Qualcuno addirittura sta ipotizzando di non voler nè continuare ad allenarsi nè iniziare a farlo.

L’allarmismo sta prendendo campo anche perchè sembra di non facile attuazione il rispetto del protocollo emesso dalla Figc.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio