Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

JESINA CALCIO / SERVONO SOLO INNESTI E SOPRATTUTTO DI QUALITA'

JESI, 6 novembre 2017 - Urgono rinforzi e soprattutto di qualità. Il resto serve solo a tappare i buchi ma non risolverebbe alcun problema.

Forse qualcuno non si è reso conto qual è il valore dell'attuale formazione, la Jesina, che domenica dopo domenica, turno di campionato dopo turno di campionato, mister Franco Gianangeli manda sul terreno di gioco. Panchina compresa, dunque l'intera rosa a sua disposizione.

marco vita 205x300I punti in classifica sono importanti ed in questo momento la zona play out resta alle spalle.

Come sono stati, e sicuramente lo saranno alla fine, quelli conquistati a Matelica, ben tre, frutto del successo per 2-1 con reti di Pierandrei e Sassaroli, dove non tante altre squadre riusciranno ad emulare i leoncelli.

Ci dicono, e ne siamo certi, convinti e consapevoli, che la squadra sta mettendo tutto, e ci mancherebbe che così non fosse, dando il massimo.

Proprio questo è motivo di preoccupazione perché, se questo è il massimo, non si può star certo sereni considerato che gara dopo gara le lacune tecniche e la poca consistenza della squadra emergono sempre di più. Una squadra giovane che deve migliorare ma questi segnali di miglioramento non ci sono.

In questo momento le assenze di Carotti e Trudo pesano ma il loro recupero i problemi saranno alleggeriti non risolti.

Domenica pomeriggio, al termine dell0 0-0 interno nel derby contro Fabriano, sia mister Gianangeli che il presidente Marco Polita hanno parlato di mercato e di rinforzi.

Il nome che subito è balzato nel vociare comune dei tifosi è quello del centrocampista Marco Vita, classe 1994, già lo scorso campionato con la maglia della Jesina con 21 presenze e nessun gol. Ben ritorni Vita!

Non sarà Vita, tuttavia, almeno per quello visto, il giocatore che possa risolvere i problemi di gioco e di realizzazioni dei leoncelli.

Alla Jesina urgono giocatori di qualità al di sopra della media nei ruoli di centrocampo e attacco. Anche e soprattutto perché, purtroppo, Margarita non riesce a dare un'impronta incisiva e la squadra tutta non riesce a costruire gioco per portare qualcuno al tiro. Nelle ultime tre gare casalinghe, bisogna dirlo, di tiri in porta veri neanche l'ombra.

E se non si tira in porta non si fa gol. Se non si fa gol bene che vada più di un punto non si riesce a fare e la classifcia...piange.

Dunque, prima che sia troppo tardi, e prima di investire per poi pentirsene, è necessario individuare giocatori di qualità: assoluta!

Altrimenti sarà molto dura, non lottare per salvarsi, ma salvarsi.

evsaio santoni  

PALLAMANO A2 / CHIARAVALLE SCONFITTA A MASSA MARITTIMA

Massa Marittima - Pallamano Chiaravalle 36-28 (p.t. 17-11)

CHIARAVALLE, 6 novembre 2017 - Chiaravalle volenteroso ma vince Massa.

Nel match con il Massa Marittima, senza i terzini Barigelli e Rumori infortunato all'ultimo minuto, Chiaravalle ha dimostrato di potersala giocare alla pari con i più quotati sulla carta toscani. 

Partita che ha visto iniziare la Pallamano Chiaravalle, in maniera attenta e determinata, 5 pari al 10 di gioco , poi man mano sulla partita sono intervenuti i fischi dei Signori Kurti e Maurizzi, autori di decisioni in danno della formazione Chiaravallese .
 
Una partita comunque giocata bene dai ragazzi di mister Fradi che peccano ancora di grintà ed in partite simili ne occorre veramente tanta. Chiaravalle non riesce quindi nell'impresa ed incontro che si chiude sul 36- 28  per il Massa Marittima primo tempo 17-11. Ottimi gli interventi dei portieri biancoblu Ballabio e Molinelli .
 
Maltoni Gianluca (Vicepresidente Pallamano Chiaravalle): “Niente da dire, Massa più forte anche se quando i ragazzi erano in partita li abbiamo messi in difficoltà. Dobbiamo ripartire da qui, dalla grinta e dalla determinazione messa in campo dai ragazzi, da queste sconfitte dobbiamo maturare la nostra esperienza”.
Pallamano Chiaravalle: Ballabio, Molinelli, Tanfani 6, Evangelisti 3, Ceresoli S. 4 , Ceresoli M.3, Brutti 2, Vichi 1, Giombini 6, Selimi 1, Maltoni, Rumori, Braconi 2 . All. Fradi 
Massa Marittima: Bargelli, Beneventi 5, Ceccherini 6, Maiella 3, Ovi 5, Raia, Ruberto 1, Bernardini, Gai 9, Zorzi 5, Zucca 2, Rahmani, Veliu V., Veliu B. All.Bargelli .
Arbitri: Kurti, Maurizzi.
Classifica: Rapid Nonantola, Faenza 10; Parma 8; Secchia Rubiera, Ambra, Massa Marittima 6; Poggibonsi, Carrara 4; Chiaravalle 3,; Monteprandone, Camerano, Bastia 0.

FABRIANO RUGBY / I DRAGONI SCONFIGGONO I FABBRI

FABRIANO,  6 novembre 2017 - Sotto il diluvio arriva una nuova sconfitta per il Fabriano Rugby. A passare gli ospiti del Terni Rugby 53 a 7. Un duello intenso, con i due quindici a combattere nel fango cercando di afferrare un ovale reso più che viscido dalla pioggia. Una partenza che ha visto le due formazioni combattere ad armi pari per oltre 15 minuti, con un gioco piuttosto falloso (pioggia e fango, ricordiamo) ma sostanzialmente spettacolare. Improvviso arriva il break dei dragoni: 3 mete in poco meno di un quarto d’ora e solco profondo 19 punti.

Reazione d’orgoglio per il Fabriano a marcare i primi punti di giornata con il centro Coscia (alla sua prima meta stagionale) seguita dai due della trasformazione di Pirliteanu. 19 a 7 per gli ospiti. Ma gli ultimi 10 minuti hanno evidenziato la maggiore concretezza dei dragoni ternani, che hanno aggiunto altri 12 punti ad un bottino al termine dei primi 40 minuti recitava 31 a 7 per gli ospiti.

Secondo tempo scattato come il primo, impegnati a superarsi e a difendere in un mare di fango. Anche in questa seconda frazione di gioco equilibrio per circa 20 minuti, con il risultato fisso a quello maturato nel primo tempo. Ma ecco che proprio allo scoccare del ventesimo una nuova meta ospite, che dopo lunghe insistenze spaccava la linea di difesa del Fabriano. Da lì altre mete e trasformazioni che hanno portato al risultato finale di 53 a 7 per la capolista ternana.

Ora un mese di riposo, per ricaricare le batterie e per rilanciare la caccia ai primi punti di un campionato che fino ad ora non sta ripagando i ragazzi fabrianesi.  Prossima partita il 3 dicembre a Foligno.

Così in campo

Fabriano Rugby: Michelangeli, Coniguardi, Coscia, Lombardi, Ramadoro, Pirliteanu, Ragni, Capalti, Cernicchi, Mobbili, Tartarelli, Nigro, Ronchetti, Battistoni, Tola.

A disposizione: Morichelli, Santini, Testa, Maccari, Papi, Ciabocco.

Allenatore: Morichelli.

Terni Rugby: Palmieri, Lidi, Giorgi, Carapis, Pietrelli, Giorgini, Tulli, Novelli, Giovenali, Simeoni, Benedetti, Baiocco, Piergentili, Natalini, Arca.

A disposizione: Isidori, Paragnani, Bocci, Petrucci, Lausi, Vergani.

Allenatore: Pariboni.

(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

AURORA BASKET / TERMOFORGIA: PARTITA SOFFERTA MA LA VITTORIA VALE ORO

Termoforgia Jesi -  Bergamo basket 2014 94-81

JESI, 5 novembre 2017 - Vittoria importante ma anche sofferta perchè al di là del punteggio Bergamo non si è mai arresa facendo sudare la vittoria alla squadra di casa che conferma il secondo posto in classifica generale.

termoforgia bergamo inno 300x225

Cagnazzo recupera Rinaldi dopo quattro turni di campionato ma il capitano parte dalla panchina. Anche Bergstedt, sul fronte opposto, è nel roster ma in panchina.

Boom boom Marini e Brown e la partenza di Jesi è fulminante.

Bergamo soffre in difesa, Jesi nelle ripartenze è una sentenza. A 5': 15-9. Entra Rinaldi per Quarisa (2 punti e 3 rimbalzi) e l'applauso per il giocatore è d'obbligo. Parziale di 8-0 firmato Brown - Hasbrouck e la Termoforgia vola.

A 2'50'' dal primo intervallo: 23-9.

Brown scatenato e Jesi chiude sul +17: 33-16. 

Ad inizio secondo periodo Bergamo pigia sull'acceleratore cercando di sorprendere il quintetto di casa ma la reazione aurorina è concreta. Dopo 4': 8-10 di parziale e 41-26 al tabellone.

A 5' dal riposo: 45-30.

Gli ospiti sono in partita ed insistono, la Termoforgia perde qualche palla di troppo ed il gap di vantaggio si riduce.

A 2'45'' ennesima palla persa che costringe Hasbruock al fallo. Lunetta per Bergamo e tabellone che segna: 47-36. Azione da applaudi per Brown con Marini a canestro ma Fattori la mette da tre. Quarisa da sotto, ancora Bergamo con Sanna da tre. Marini in lunetta fa il pieno. A 1': 53-42. Bozzetto allo scadere dei 24'', l'ultimo tiro di Brown non arriva al canestro.

Al riposo, +9 interno: 53-44.

6-0, 0-4, 6-0 i break parziali all'inizio del periodo dopo il riposo e la Termoforgia è di nuovo sul +17: 65-48. La gara prosegue in equilibrio e sul 70-56 a 2'38'' dalla penultima sirena si infortuna Hasbrouck per un colpo subito alla testa. Bergamo ne approfitta e si porta sul -9: 70-61 (1-15''). Brown dalla lunetta riporta il vantaggio in doppia cifra che la squadra mantiene fino alla fine con un parziale periodo di 19-17: 72-61.

Gli ultimi dieci minuti iniziano con Brown e Ihdioha in panchina e a centrare il canestro ci pensa Quarisa ma Bergamo è chiaramente in accelerazione alla ricerca della rimonta. Dopo 130'', 76-68. Rientrano i 'panchinari' ma Brown perde subito palla.

Cagnazzo si arrabbia e chiama time out soprattutto perché vuole che la squadra resti concentrata.

Mascherpa centra la tripla, Quarisa da sotto trova due punti difficili ma importanti. Nell'azione ancora Hasbrouck subisce un colpo e resta a terra. Il quintetto sulle tavole da gioco sembra in difficoltà ma ci pensa Brown a togliere le castagne dal fuoco con tre punti. Poi la difesa, finalmente, fa la difesa ed in attacco Quarisa va in lunetta. A 5'48'' dalla fine: 83-71. Rientra Hasbrouck. A Quarisa non riesce il facile facile 87-77, Solano porta il punteggio a -6: 85-79.  Il rimbalzo difensivo di Rinaldi vale oro che cola, fallo subito e tiri liberi centrati. A 1'19'': 87-79. Montegranaro non si arrende ma la Termoforgia allunga per la quinta vittoria su sei gare. E domenica prossima sarà derby contro Montegranaro.

Termoforgia - Brown 24, Quarisa 18, Marini 14, Piccoli, Rinaldi 4, Valentini, Massone 5, Montanari, Hasbrouck 19, Ihedioha 10. All. Cagnazzo

Bergamo - Solano 17, Piccoli, Cazzolato, Sanna 5, Mascherpa 15, Ricci, Ferri 3, Bedini, Fattori 25, Bozzetto 6, Sergio 10, Bergstedt. All. Ciocca

Arbitri - Pazzaglia, Triffiletti, Capozziello

Note - spettatori 1950; parziali: 33-16, 20-28, 19-17.

CALCIO SERIE D / PARI NEL DERBY TRA JESINA E FABRIANO: PORTIERI INATTIVI E TANTA MEDIOCRITA'

Jesina - Fabriano Cerreto 0-0

JESI, 5 novembre 2017 - Pari incolore tra due squadre mediocri. Il Fabriano prende un punto dopo otto sconfitte consecutive. Per la Jesina l'ennesimo pareggio casalingo.

jesina fabriano azione 1 300x156

Ritorna il derby tra Jesina e Fabriano.

Gianangeli deve ancora rinunciare a Carotti e Trudo mentre conferma il classe 2000 Zannini titolare.

Trillini dal canto suo consegna la maglia da portiere titolare all'over Spitoni, al debutto stagionale, e manda sul terreno di gioco quattro ex (Berardi, Compagnucci, Labriola e Tafani) su cinque (Balducci in panchina).

L'inizio è grigio come il tempo, annuvolato e piove.WIN 20171105 16 05 08 Pro 300x137

La prima vera palla gol al 26' quando Anconetani perde palla a metà campo dando il là all'azione del Fabriano conclusa da Piergallini e deviata in angolo da un difensore leoncello. Al 32' punizione di Bambozzi, Tavoni in ritardo ma Gremizzi devia in angolo. Al 38' la Jesina si distende bene in avanti con Magnanelli e Sassaroli ma la conclusione di Parasecoli trova il muro difensivo a ribattere. Al 44' un gran tiro di Berardi dai 35 metri fa gridare al gol.

L'inizio di ripresa stesso copione dei primi 45', praticamente poco o nulla.

Al 23' Trillini manda sul rettangolo verde Cicino e Pero Nullo dando un'impronta offensiva chiara e netta alla sua formazione.

Azioni tuttavia non se ne vedono e tiri in porta anche di meno. Al 41' tre calci d'angolo consecutivi per gli ospiti produce un colpo di testa di Labriola respinto e solo mischie davanti a Tavoni.

Tre minuti di recupero e l'arbitro mette fine tra i fischi dei presenti ad un derby brutto ed incolore.

Nel post gara il presidente della Jesina Marco Polita ha annunciato che la società sta valutando l'acquisto di un centrocampista.

(Evasio Santoni)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Jesina - Tavoni, Sassaroli, Anconetani, Magnanelli, Giorni, Gremizzi, Cameruccio, Zannini (Giovannini), Pierandrei, Margarita, Parasecoli. All. Gianangeli

Fabriano - Spitoni, Compagnucci, Cusimano (Baldini), Sassaroli (Lapi), Tafani, Labriola, Girolamini, Bambozzi, Zepponi, Berardi (Pero Nullo), Piergallini (Cicino). All. Trillini

Arbitro - Paletta di Lodi

Note - spettatori 500 circa; ammoniti: Piergallini, Bambozzi, Zannini, Pero Nullo, Cusimano; angoli: 6-8

VOLLEY FEMMINILE / LA PIERALISI BATTE FIRENZE, GARA SENZA STORIA

Pieralisi volley Jesi - Teamvolley Firenze  3-0

JESI, 5 novembre 2017 - Poco più di un allenamento per la Pieralisi Volley, che in un'ora di gioco si sbarazza del Teamvolley Firenze con un perentorio 3 a 0.

Sulla carta la partita era da considerare tra le "abbordabili", e il campo ha confermato le attese; troppo giovani le Toscane per reggere l'urto rossoblu.

Gara comunque utile per oliare i meccanismi di una squadra ambiziosa ma nuova, con Capitan Diaz in buona ripresa dopo l'infortunio estivo, e l'ultima arrivata Quintaba' continuamente in cerca del giusto feeling con le nuove compagne. Alle fine saranno ben tredici leJesine mandate a referto da Coach Sabbatini.

IMG 20171105 WA0003 200x300La partita a livello agonistico non regala particolari spunti e i parziali chiusi a 12 e 18 dei primi due set, sono di per se eloquenti, senza bisogno di infierire sulla pochezza tecnica mostrata dal Teamvolley.

Qualche brivido solo nel terzo set, quando qualche fisiologico calo di concentrazione porta il tabellone a scrivere incredibilmente 23 - 21. Sono due bordate di Tallevi a far calare il sipario.

Tra una settimana però lo spettacolo sarà ben diverso, con la Pieralisi chiamata a far visita alla capolista Corridonia, in un match da considerare evergreen del campionato, ma che evoca dolci ricordi.

Coach Luciano Sabbatini commenta così : "Siamo molto contenti del risultato, anche se ottenuto contro una squadra molto giovane e poco attrezzata, e di aver fatto giocare tutte le ragazze. Mi sarebbe piaciuto un atteggiamento più attento, visto che abbiamo alternato ottimi giocate ad errori banali, ma il nostro percorso di crescita continua.

PIERALISI VOLLEY: Diaz 5, Tallevi 6, Cecconi (L), Lombardi 7, Tozzo 6, Paparelli 1, Quintaba', Perelli (L), Pirro 9, Da Col 5, Carbonari 3, Duru 5, Marcelloni 1.

TEAMVOLLEY FIRENZE: Bernardis 11, Barbagli 6, Leoni, Gensini (L), Massetti 3, Cecchi 9, Bartolozzi 2, Nocentini 6.

PARZIALI : 25-12; 25-18; 25-21

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

EFFETTUA IL LOGIN

Sport

Lo Sport più importante della Vallesina, con i servizi dedicati all'Aurora Basket, la Jesina Calcio e la scherma con Elisa Di Francisca, ma anche gli sport minori per raccontare passione e divertimento.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Lottizzazione dei desideri .. dove i sogni diventano realtà

La Planina Costruzioni s.r.l. opera da oltre 10 anni nel settore dell’edilizia civile ed industriale , con professionalità ed efficienza che da sempre la contraddistingue.

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator