Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Percorso ciclabile attraverso 10 comuni

  • Pubblicato in Cronaca

firma425 chilometri di percorsi ciclabili, dall'Aspio fino a Porto Recanati, tra strade bianche, sterrate e lungofiume. Prende forma il progetto di creazione di un nuovo percorso ciclo-pedonale nei comuni a sud di Ancona grazie al protocollo di intesa sottoscritto questa mattina tra i soggetti promotori Ente Parco del Conero e Associazione Riviera del Conero e i rappresentanti di Numana, Camerano, Castelfidardo, Offagna, Loreto e Porto Recanati ai quali si aggiungeranno lunedì Ancona, Sirolo e Osimo.
“Un buon lavoro di rete -ha sottolineato il presidente dell'Ente Parco Lanfranco Giacchetti- che dimostra l'attenzione sempre più alta nei confronti dell'ambiente e della mobilità eco-sostenibile. Incentivando il turismo nel territorio daremo una nuova spinta anche all'economia”.
“La tendenza a spostarsi sulle due ruote è sempre più forte sulla Riviera del Conero -ha fatto eco il presidente dell'associazione Riviera del Conero Carlo Neumann- ecco perché abbiamo realizzato un progetto innovativo che risponda alle esigenze dei turisti, espresse attraverso un questionario elaborato durante l'estate. E' emerso purtroppo un alto grado di insoddisfazione sulle forme di mobilità presenti, a causa della grave carenza di percorsi ciclo-pedonali”. Analoga richiesta è pervenuta anche da parte degli operatori che lamentano l’impossibilità per i propri clienti di raggiungere qualunque luogo di interesse se sprovvisti di automobile.
Presente alla firma anche l'assessore all'Ambiente della Provincia di Ancona Marcello Mariani che ha elogiato la cosiddetta “mobilità dolce” come best practice fondamentale alla valorizzazione di un territorio, sollecitando la creazione di percorsi protetti e postazioni di bike sharing. Il responsabile marketing dell'associazione Riviera del Conero Massimo Paolucci ha ricordato come il progetto sia ancora in itinere: “Si prevede -ha detto- anche la piantumazione di alberi per delimitare i diversi percorsi e la creazione di sistemi di geolocalizzazione”.
Marco Gallegati, consigliere del Parco, ha invitato i rappresentanti dei Comuni a comunicare al più presto eventuali criticità (tratti che attraversano terreni privati, fiumi o torrenti ad esempio) così da essere pronti, entro la stagione estiva 2012 a utilizzare i nuovi percorsi mappati e completi di segnaletica stradale.
I costi? “Praticamente nulli -ha detto Gallegati- visto che metteremo in collegamento strade già esistenti e di facile percorribilità. L'unica spesa sarà quella per realizzare il ponte sul Musone e la segnaletica, in accordo con la Regione”. Da parte sua la Regione, rappresentata dal dirigente al Territorio, Ambiente e Energia Alfredo Fermanelli, ha già avviato il progetto di mobilità dolce per l’individuazione di una rete integrata di percorsi percorribili a piedi, in bicicletta o a cavallo.

Leggi tutto...

Voleva le sigarette, schianto fatale

  • Pubblicato in Cronaca

stradaANCORA un sabato notte tragico con una giovane vita spezzata sulla strada. Era uscita con un amico per andare a comprare le sigarette, e invece, nel cuore della notte, ha incontrato la morte: Giulia Gasparrini, 20 anni, anconetana, è deceduta per le gravi lesioni riportate in un terribile incidente stradale a Sirolo.

Erano circa le 1,30 e la giovane studentessa universitaria era bordo della Polo guidata dall’amico Marco Luigi Colaizzi e con cui era uscita da casa del fidanzato Andrea Magnaterra per andare a comperare le sigarette. All’uscita di una semicurva, in via Sant’Antonio, poco prima della rotatoria grande di Sirolo, l’auto ha sbandato ed è finita di traverso sulla strada mentre sopraggiungeva dalla direzione opposta una Toyota Aygo. L’impatto dell’utilitaria giapponese con il lato passeggero della Polo, dove sedeva Giulia, è stato tremendo: la Polo è finita nel vicino fossato e per Giulia è stata la fine. I due giovani (Colaizzi è di Numana ma nato negli Usa) stavano rientrando a Sirolo a casa del fidanzato di Giulia, dove con altri amici stavano trascorrendo la serata. Fatale è stata la mancanza di sigarette che ha indotto i due giovani amici ad uscire per raggiungere qualche distributore o forse per recarsi al bar del Coppo, ancora aperto a quell’ora tarda.
Il fidanzato di Giulia era rimasto in casa con gli altri amici. L’attesa, purtroppo si è rivelata infinita e vana. Immediato l’intervento del 118 sul luogo dell’incidente e dei carabinieri di Numana, Osimo e Castelfidardo.
Anche i vigili del fuoco della caserma osimana sono intervenuti per mettere in sicurezza le due auto e per illuminare la strada e consentire i rilievi per determinare la dinamica dell’incidente: i due mezzi, pressoché distrutti, sono stati posti sotto sequestro. Colaizzi ha riportato lievi ferite, come pure M. A., anconetana di 47 anni, che guidava la Toyota e che aveva a bordo due amiche: M.B. di 47 anni e P. L. 58enne, entrambe sirolesi. Il giovane e le tre donne, tutte sotto choc, sono stati ricoverati in osservazione al «Benvenuto e Rocco» di Osimo e presso l’ospedale regionale di Torrette, mentre la salma di Giulia Gasparrini è stata trasferita presso l’obitorio del nosocomio osimano a disposizione del magistrato per l’eventuale esame autoptico. Finora neppure i genitori o i parenti più stretti hanno potuto vedere la salma.

(Fonte: Ilrestodelcarlino.it)

Leggi tutto...

Incendio a Numana, fra pineta e scogli

  • Pubblicato in Cronaca

incendio1Incendio a Numana (Ancona). I vigili del fuoco sono al lavoro dall'alba. Il rogo è quasi certamente di origine dolosa ed è divampato verso le 5:30 nell'area dello stabilimento Conchiglia Verde, fra la pineta e gli scogli.

Sono andati in fiamme circa 600 metri quadrati di verde e sterpaglie, poi le fiamme sono state circoscritte dai vigili del fuoco di Osimo e Ancona.

(Fonte: Ilrestodelcarlino.it)

Leggi tutto...

Allarme cinghiale al Parco del Conero, spunta l'ipotesi di battute straordinarie

cinghialeL’ALLARME cinghiali sul Conero potrebbe portare ad autorizzare battute di caccia straordinarie all’interno del Parco, al fine di ridurre drasticamente il numero di esemplari divenuti sempre più pericolosi. E’ quanto verrà discusso stamattina durante la riunione convocata nella sede del consiglio regionale

in piazza Cavour dai consiglieri regionali Fabio Badiali, presidente della commissione attività produttive ed Enzo Giancarli presidente Pd della commissione territorio e ambiente, per dar seguito all’attuazione dell’ordine del giorno approvato dall’Assemblea legislativa per l’eradicazione della specie. Tra gli invitati i sindaci di Ancona Fiorello Gramillano, di Camerano Massimo Piergiacomi, di Numana Marzio Carletti, di Sirolo, Moreno Misiti, il vice Presidente della Provincia di Ancona, Giancarlo Sagramola e il Presidente dell’Ente Parco Giacchetti.
“Ormai si è creato uno squilibrio — dichiara Badiali — dobbiamo capire perché i selettori non sono sufficienti e perché il numero di esemplari di ungulati è cresciuto così tanto. Dopo la riunione, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Paolo Petrini, chiederemo un incontro al Prefetto la prossima settimana. Domani (oggi ndr) con i tecnici valuteremo se chiedere un’ordinanza prefettizia che vada oltre la legge nazionale che vieta la caccia all’interno dei parchi e delle aree protette, per poter dare il via a delle battute di caccia al cinghiale. Non saprei dire se è il caso di parlare di eradicazione totale, sicuramente servono interventi urgenti per ripristinare la situazione e ritornare alla normalità, anche con l’aiuto dei sindaci e dei vertici del Parco del Conero”.
Da parte sua muove qualche critica il presidente dell’Ente Parco Lanfranco Giacchetti: “Manca un coordinamento regionale sulla questione cinghiali — ha dichiarato ieri a margine di una conferenza stampa- non c’è traccia nella delibera del 12 luglio di quello che vogliono fare all’interno delle aree protette. Sicuramente l’incontro servirà a fare chiarezza”.
Nonostante l’abbattimento selettivo, che si è interrotto durante la stagione estiva e che ha riguardato dall’inizio dell’anno circa 150 capi (si arriverà a 300 entro la fine dell’anno), il fenomeno della riproduzione massiccia di questi imponenti animali non si è riuscito ad arginare. Tanto che adesso nuove specie, come il lupo, potrebbero insediarsi sul Conero attratti dalla possibilità di una caccia ‘facile’ a cuccioli ed esemplari anziani. Nel coro di proteste di quanti chiedono provvedimenti urgenti anche la direzione del Conero Golf Club che conta circa 100mila euro di danni all’impianto, più quelli di immagine visto che la struttura sportiva lavora molto con i turisti.

(Fonte: Ilrestodelcarlino.it)

Leggi tutto...

Furto in un distributore 'Bonnie e Clyde' in manette

FurtoUna coppia di fidanzati jesini ha dato l'ennesimo assalto al suo distributore, ad Osimo. Con il favore della notte Bonnie e Clyde – al secolo T.M., 25 anni, e S.G., 20 - hanno scassinato il self service e si sono dati alla fuga.

Anche perché il titolare dell'impianto, perennemente sul 'chi va là', si era accorto degli strani movimenti ed aveva chiamato i carabinieri. Immediato l'intervento dei militari di Osimo e Numana, i quali, dopo un sopralluogo al distributore, sono partiti alla ricerca dei fuggiaschi.
Di lì a poco, una Fiat Panda vicino ad un bar di Loreto ha attirato la loro attenzione: a bordo non c'era nessuno. L'auto, infatti, era della coppia, che nel frattempo se l'era data a gambe nelle campagne vicine.
Non c'è voluto molto, però, perché i due fossero rintracciati. Alla richiesta di spiegazioni su cosa ci facessero lì, ovvia è stata la risposta: “Ci siamo appartati”. Dopo qualche insistenza è arrivata l'ammissione, accompagnata dall'indicazione del nascondiglio della refurtiva: neppure un centinaio di euro.
I fidanzati sono quindi stati arrestati per furto aggravato.

(Fonte: Ilrestodelcarlino)

Leggi tutto...

Marche, i contributi vanno 'in porto'

viventiLa Regione Marche ha assegnato 2 milioni e 177 mila euro ai cinque porti di rilievo regionale Fano, Senigallia, Numana, Civitanova Marche, Porto San Giorgio. I fondi sono destinati a garantire l’operatività degli scali, attraverso la manutenzione delle opere portuali e l’escavazione dei fondali.
Le risorse sono relative all’annualità 2011 e provengono dal bilancio regionale. La ripartizione assegna a Fano 776 mila euro, a Senigallia 514 mila euro, a Numana 236 mila euro, a Civitanova Marche 605 mila euro, a Porto San Giorgio 46 mila euro.
“La Regione intende favorire la fruibilità degli scali di competenza regionale e agevolare la realizzazione degli interventi da parte dei Comuni – sottolinea l’assessore ai Porti, Luigi Viventi – I numerosi problemi di gestione di questi impianti trovano una Regione attenta alle istanze locali per consentire a tali infrastrutture di rispondere al meglio alle esigenze delle comunità e renderle pienamente integrate con le attività economiche che vi ruotano attorno”.
Le risorse regionali finanzieranno, sulla base delle diverse esigenze segnalate dai Comune, a seconda dei problemi localmente esistenti, gli interventi di manutenzione classificati come “obbligatori”: impianti di illuminazione, pulizia delle aree, recupero della funzionalità delle opere portuali, escavazione di fondali con recupero del materiale o smaltimento.

(Fonte: Ilrestodelcarlino.it)

Leggi tutto...

Arrestato il dentista col vizio delle giocate facili

ADG.calcio.scommesse.300x223CHI POTREBBE mai credere che un medico odontoiatra, neanche troppo conosciuto nel suo ambiente

, potesse essere una delle menti pensanti della nuova calciopoli italiana? A leggere l’ordinanza di 611 pagine con cui il Gip del Tribunale di Cremona, Guido Salvini ha accolto la richiesta di custodia cautelare per sedici persone, tra cui l’ex bomber della Nazionale, del Bologna e della Lazio, Beppe Signori, c’è veramente da ricredersi sul ruolo ricoperto dal dottor Marco Pirani, classe 1956, nato a Numana e residente a Sirolo dove gestisce uno studio dentistico.
Pirani sulla carta è un odontoiatra, ma di fatto ha sempre masticato calcio. Già ai tempi dell’Ancona di Pieroni si era guadagnato un ruolo di accompagnatore. Ma di lui le cronache sportive narrano poco.

(Fonte: Ilrestodelcarlino.it)

Leggi tutto...

Trasporto integrato per turisti alla scoperta delle bellezze artistiche e gli eventi dell'estate

riviera_coneroIl progetto per “l'eccellenza turistica” è stato presentato a Numana dal presidente dell'Associazione Riviera del Conero Carlo Neumann. Obiettivo: facilitare il trasporto dei turisti e offrire servizi sempre più competitivi.

Si muovono, è proprio il caso di dirlo, dritti verso l'obiettivo di attrarre nuovi turisti i comuni dell'associazione Riviera del Conero (Agugliano, Ancona, Camerata Picena, Camerano, Castelfidardo, Loreto, Numana, Ostra Vetere, Offagna, Polverigi, Porto Recanati e Santa Maria Nuova) che durante la terza riunione intercomunale di venerdì 15 aprile a Numana, ospiti del Sindaco Marzio Carletti, hanno presentato il progetto per il trasporto integrato attraverso bus navetta. I percorsi a bordo del bus sono stati illustrati dal responsabile marketing dell'associazione Massimo Paolucci e mirano a far conoscere ai visitatori anche le bellezze dell'entroterra, riducendo le emissioni di Co2 delle auto e offrendo un servizio culturale con tanto di guida turistica sempre presente. “Oltre alla promozione degli eventi consultabile sul nostro sito attraverso un aggiornato e completo database  -spiega il presidente dell'associazione Riviera del Conero Carlo Neumann- il trasporto pubblico permetterà a famiglie, giovani e coppie, di visitare quotidianamente tutti i comuni soci anche in orario serale per prendere parte al ricco calendario di eventi artistici e culturali proposti soprattutto durante il periodo estivo”. Favorevole e promotore dell'iniziativa anche l'assessore al Turismo del Comune di Porto Recanati Carlo Sirocchi: “E' importante coinvolgere le associazioni di categoria, come Confcommercio e Confindustria turismo -ha affermato- perché è fondamentale per proseguire nella costruzione di questa rete territoriale, ottenere l’appoggio degli operatori turistici ed economici operanti sul territorio per raggiungere l’obbiettivo principe della fidelizzazione del turista”. A sostenere con forza il progetto anche il sindaco di Numana Carletti e il presidente dell'Ente Parco del Conero Lanfranco Giacchetti che hanno sottolineato l’importanza del progetto e l’unione di così tanti comuni nel fare rete per valorizzare le eccellenze del territorio all’insegna di ambiente, turismo e cultura. Presenti all'incontro anche Rossana di Cesare per la Provincia e gli assessori Alessandro Desideri (Offagna) Chiara Pavoni (Camerano) Moreno Giattanasio (Castelfidardo), Graziano Stacchiotti (Agugliano), Fabio Bilò (Sirolo). A rappresentare Ancona Sergio Sparapani e per la Regione il consigliere regionale Gianluca Busilacchi.

Comunica Stampa Associazione Riviera del Conero

Leggi tutto...

Frana un terreno muoiono due operai a Numana

  • Pubblicato in Cronaca

frana_numanaAvevano finito il lavoro, e stavano andando via dopo un ultimo controllo, Mario e Stefano Sciacca, di 65 e 61 anni, i due fratelli morti a Numana dove stavano completando l’allaccio alla rete fognaria principale delle tubature di uno chalet-ristorante sul lungomare.

Lo si è appreso da alcune testimonianze sul posto. I due erano accosciati a terra quando è franato il terrapieno e sono stati travolti dal terriccio. Subito sono scattati i soccorsi, da parte di altri operai che avevano partecipato allo scavo. Quando sono stati tirati fuori, i due fratelli (uno presentava una ferita alla testa, provocata probabilmente dal pietrisco frammisto alla terra) erano già morti, come ha poi constatato un medico del 118 sceso nella buca. Gli altri soccorsi sono giunti con ritardo a causa della tempesta di neve che in quelle ore stava imperversando su Ancona e Comuni limitrofi. Sul posto, anche il magistrato di turno. Le indagini dovranno accertare le cause della frana che ha travolto i due operai, probabilmente causata dalle abbondanti piogge dei giorni scorsi, che potrebbero aver allentato il terreno. Sembra che i fratelli Sciacca stessero lavorando all’allaccio già da ieri. Conoscevano il titolare dello chalet e si occupavano della manutenzione dello stabilimento.

(Fonte: corriereadriatico.it)

Leggi tutto...

Marche sul podio con 16 Bandiere Blu

BandieraBluCon 16 Bandiere Blu, assegnate oggi a Roma dalla Federazione per l’educazione ambientale, le Marche sono la seconda regione in Italia (a pari merito con la Toscana) per qualità del mare e delle spiagge. Prima è la Liguria, che ha conquistato 17 vessilli su un totale di 213.

Fra le new entry marchigiane Portonovo, grazie agli ultimi interventi di adeguamento fatti dal Comune di Ancona. 
Queste le 16 bandiere: Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo, Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana, Porto Recanati, Porto Potenza Picena, Civitanova Marche, Porto Sant'Elpidio, Porto San Giorgio, Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto.
Bello stabile sull'Italia dei tuffi estivi. Anche per il mare edizione 2010 sono in crescita le spiagge dove sventolerà la Bandiera Blu, il vessillo che indica mare pulito ma anche servizi eco, come raccolta differenziata, piste ciclabili, accessibilità per tutti. Sono 231 le spiagge doc per queste vacanze, 4 in più rispetto allo scorso anno, rappresentative di 117 comuni italiani e che corrispondono a circa il 10% delle spiagge premiate a livello internazionale. Nel capitolo approdi turistici i premiati sono 61. Il riconoscimento, è stato assegnato questa mattina a Roma, nella sede della Regione Lazio, dalla Federazione per l’ educazione ambientale (Fee) in collaborazione con il Consorzio nazionale batterie esauste (Cobat). Secondo il segretario generale della Fee, Claudio Mazza, i dati dimostrano l’impegno crescente delle località turistiche marine rispetto “alla sempre maggior pressione del turismo sul patrimonio ambientale” che “impone ai Comuni di affrontare sempre nuove sfide per migliorare i propri standard di qualità orientando tutti i propri impegni in chiave di sostenibilità”. Non omogenea la distribuzione delle Bandiere Blu. In particolare, la Liguria, con 17 località, una in più dello scorso anno, guida la speciale classifica regionale. A pari merito con 16 località, seguono Marche e Toscana, che si distaccano dall’Abruzzo, 4/o classificato con 13 bandiere. Stabile a quota 12 la Campania, che conferma le località della precedente edizione; molto bene la Puglia, ne guadagna una arrivando così ad eguagliare a quota 8 l’Emilia Romagna (dove sono riconfermate le stesse località dello scorso anno). Nessuna novità per il Veneto (6), mentre il Lazio arriva a quota 5, superando così la Sicilia e la Calabria che sono stabili a 4; il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna riconfermano le 2 dell’anno scorso, e vengono raggiunte dal Piemonte, che giunge a quota 2 bandiere (per i laghi); per finire con Molise e Basilicata, con una sola Bandiera Blu.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

EFFETTUA IL LOGIN

Dove Mangiare

Ristoranti, pizzerie, bar della Vallesina, con tutte le informazioni utili per trovarli e per scegliere il luogo giusto dove mangiare.

3t Costruzioni Edili è la sintesi di oltre 70 anni di esperienza nel settore delle costruzioni residenziali.

Nuove Costruzioni
Per locali ad uso residenziale o commerciale

Ristrutturazioni
Ristrutturazioni residenziali e commerciali

Pratiche Edili
Seguiamo tutte le pratiche edili

Impianti Fotovoltaici
Progettazione e realizzazione di impianti fotovoltaici

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator