Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Moie, la banda musicale l'Esina si esibirà a Moie alle 18,30

  • Pubblicato in News

La banda musicale LEsina di Moie offre alla cittadinanza un concerto in occasione della festa del patrono, domenica 11 settembre alle ore 18,30 in piazza Santa Maria. La banda allieterà anche la processione per le vie del paese nel giorno dedicato alla patrona, l'8 settembre alle ore 17, solennità della Natività di Maria. In questi mesi estivi la banda si è esibita all'Arena Sferisterio di Macerata, sabato 20 agosto per il Festival Internazionale del Folklore di Macerata, ospite della serata insieme alla cantante Serena Abrami. A Serra dè Conti la banda ha proposto un concerto per la festa del quartiere Osteria, il 12 luglio ed è stata anche invitata a Staffolo per commemorare il 67° eccidio nazista di Staffolo, il 3 luglio. «Le note di Bella ciao trionfano suonate dalla banda L'Esina si legge nella cronaca di Valerio Franconi pubblicata su L'Appennino Camerte del 15 luglio scorso a ricordo della manifestazione celebrativa. Il 30 luglio la banda è stata invitata anche al festival del Folklore di Apiro dove ha proposto alcune marcette per le vie del paese.

Leggi tutto...

Apiro: alla festa della Polenta dal 9 all'11 settembre

  • Pubblicato in News

Sta per prendere il via ad Apiro la 51° edizione della festa della Polenta, organizzata dal comune di Apiro ed inserita quest'anno nella Rassegna Assaggi di Raci, promossa dalla Provincia di Macerata. Spettacoli musicali, stand enogastronomici che proporranno come piatto principe la polenta, espositori di prodotti tipici locali (in collaborazione con la Coldiretti Macerata), degustazioni gratuite ed aperte al pubblico di vino ed olio, mercatini artigianali e la mostra fotografica al teatro Mestica di Luciano Branchesi. Saranno proposti, inoltre, momenti culturali e di approfondimento, al Teatro Mestica di Apiro.

Leggi tutto...

“LIVE-IN”stagione di Teatro Giovani: 9 aprile Monte San Vito

teatroapiroDomenica 11 aprile, alle ore 17, va in scena al Teatro di Apiro “La serva padrona”.


“LIVE-IN”, 12^ stagione di Teatro Giovani: venerdì 9 aprile (ore 21,15) appuntamento al Teatro di Monte San Vito con “Vita d’Adriano. Memorie di un cecchettaro nella neve” con Giorgio Felicetti, spettacolo vincitore del Premio Enriquez 2009 per il Teatro Civile, miglior attore e miglior testo. In scena la storia delle Officine Meccaniche Cecchetti di Civitanova Marche, e dei suoi operai malati d’amianto.

Nuovo appuntamento per “LIVE IN” 12esima Stagione di Teatro Giovani curata nella direzione artistica ed organizzativa dal Teatro Pirata e promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini.

Venerdì 9 aprile (ore 21,15) al Teatro Condominale La Fortuna di Monte San Vito appuntamento con “Vita d’Adriano. Memorie di un cecchettaro nella neve” con Giorgio Felicetti che dello spettacolo firma anche il testo teatrale insieme a Francesco Piccolomini e Andrea Chesi.

Dopo aver girato mezza Italia ed aver appena vinto ben due prestigiosi Premio Enriquez 2009 per il Teatro Civile, miglior attore e miglior testo, arriva a Jesi la storia di Adriano, operaio delle Officine Meccaniche Cecchetti di Civitanova Marche, una delle più importanti fabbriche italiane per la costruzione e la riparazione di carri e carrozze ferroviarie.

Raccontare della Cecchetti vuol dire parlare del lavoro di fabbrica di tutto il '900 italiano: le condizioni di lavoro, la presa di coscienza di appartenere ad una “classe”, quella dei “cecchettari”, i pericoli e gli incidenti sul lavoro, gli scioperi, i licenziamenti, la chiusura, avvenuta nel 1994, per mancanza di commesse a causa di una presenza terribile all'interno della Fabbrica, l'amianto. L'amianto veniva abbondantemente usato all’interno della Cecchetti per coibentare le carrozze ferroviarie.

Ed è proprio sull'amianto, dopo aver fatto un lungo periodo di ricerca ed intervistato molti ex operai, che gli autori hanno focalizzato l’attenzione per scrivere il monologo.

Gli operai della Cecchetti hanno perso il posto di lavoro, hanno visto radere al suolo la fabbrica e la loro memoria per far posto al nuovo che avanza - un centro commerciale – e si ritrovano oggi con un bel regalo nei polmoni: amianto.

Sono i ricordi di un operaio di nome Adriano a scandire i ritmi e i tempi del racconto. Ricordi che a momenti si tingono di comicità, in altri si asciugano fino a toccare una drammaticità assoluta. I treni, le rotaie, la fonderia, le chiacchiere negli spogliatoi, la fatica che ammazza, ed un sogno, quello del suo compagno boxeur: partecipare alle olimpiadi di Roma nel '60. In questo doppio binario l’Adriano operaio racconta la sua storia, da una mattina di guerra del 1940, quando lui tredicenne entra a lavorare in fabbrica, ad una mattina di oggi, quando si alza presto per andare dal medico.
La Stagione di Teatro Giovani “Live –In” si avvale del sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Marche-Servizio Beni e Attività Culturali, dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona, degli assessorati alla Cultura dei Comuni di Jesi, Maiolati Spontini, Montecarotto, Monte San Vito, San Marcello. Sponsor: UBI>< Banca Popolare di Ancona.

Biglietti: 8 euro under 25 anni, intero 12 euro, gruppi scolastici 5 euro.

INFORMAZIONI
Biglietteria Teatro Pergolesi Tel. 0731/206888 – Fax 0731/224105
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Teatro Pirata Tel. 0731/56590 www.teatropirata.com Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(fondazionepergolesispontini.com)
Leggi tutto...

&quot;La serva padrona”, omaggio a Pergolesi

teatroapiroDomenica 11 aprile, alle ore 17, va in scena al Teatro di Apiro “La serva padrona”.

 

Lo spettacolo, che nasce al “Mestica” per poi essere distribuito in diversi altri teatri della regione, è un omaggio al grande compositore marchigiano Giambattista Pergolesi, in occasione dell’anno celebrativo che ricorda il Terzo Centenario dalla nascita (1710-2010).
Ha tutti i contorni del grande evento culturale l’ultimo appuntamento della Stagione Teatrale 2010 del “Mestica”, promossa dal Comune di Apiro in collaborazione con la Fondazione “Lanari”. ??Ultimo dei ben sette spettacoli presentati quest’anno in cartellone dal Teatro apirese, va in scena domenica 11 aprile alle ore 17 una nuova produzione che caratterizza il “Mestica” sul territorio come prestigioso laboratorio di teatro d’opera, grazie all’interazione con il Teatro Lirico Sperimentale delle Marche che ha eletto proprio Apiro quale sua sede produttiva per la provincia di Macerata. ??Lo spettacolo, che nasce al “Mestica” per poi essere distribuito in diversi altri teatri della regione, è un omaggio al grande compositore marchigiano Giambattista Pergolesi, in occasione dell’anno celebrativo che ricorda il Terzo Centenario dalla nascita (1710-2010).  In programma il suo più noto titolo e autenico capolavoro: “La serva padrona”, atto unico buffo a cui è abbinato nel corso della serata un altro atto unico comico settecentesco, “Il maestro di scuola” di Gerog Philipp Telemann. ??“Una serata che si prospetta densa di interesse culturale e grande divertimento –anticipa il regista, Gianni Gualdoni, che firma anche le scene- perché del capolavoro pergolesiano daremo una lettura che sottolinea l’estrema attualità della sua carica comica, ancora oggi così attuale pur nei mutati parametri delle dinamiche sociali”.


La dinamica e intraprendente Serpina, serva di Uberto, scapolo impenitente e ricco, si comporta in casa come se fosse la padrona e impone capricciosa ogni sua opinione. Per sottrarsi alla tirannia della ragazza, l’uomo le annuncia che intende sposarsi. Serpina vede allora di fronte a sé un’unica soluzione: la moglie deve essere lei ed escogita un ingegnoso piano… Gabbato, ma anche scopertosi innamorato della serva, Uberto alla fine accetta volentieri di cedere a Serpina e sposarla. Un gesto sconveniente, all’epoca, quello di un “vecchio” che sposa la propria “serva”: eppure evidentemente non raro, allora come in tutte le epoche e ancora oggi. ??Tanto più, anzi, nell’era della vitale longevità della terza età e nella novità sociale della bella “badante”: spesso corrispettivo odierno di seducente intraprendenza sociale dell’antica giovane servetta. Una storia universale e senza epoca, dunque, in cui il ‘700 e la contemporaneità risultano in scena perfettamente intercambiabili, sovrapponibili senza difficoltà proprio per sottolineare l’attualità della vicenda. In scena, diretti da David Taglioni alla guida dell’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale delle Marche, artisti di affermata carriera internazionale: la soprano Stefania Donzelli e i bassi buffi Lucio Mauti e Roberto Ripesi, per una compagnia di alta qualità artistica e totalmente marchigiana.

La seconda parte –“Il maestro di scuola” di Telemann- è invece un’autentica chicca di teatro comico, che vede la partecipazione diretta del Coro dell’Istituto Comprensivo di Apiro: in scena, un Maestro settecentesco aspetta i suoi giovani allievi per dare loro la lezione di musica, ma anziché ragazzi in parrucca bianca e marsina, arriva vociante una classe di giovani d’oggi. Un incontro inaspettato e sorprendente tra epoche storiche: i ragazzi moderni e l’arte musicale del ‘700, la sensibilità contemporanea e il linguaggio non più attuale dell’opera lirica…


(cultura.marche.it)
Leggi tutto...

La terra trema ancora: terremoto tra Apiro e Staffolo

Due scosse sismiche sono state avvertite questa mattina nell'alta Vallesina. Un pò di paura ma per fortuna, dalle verifiche effettuate dalla Protezione Civile, non risultano danni a persone o cose. cingoli2


L'epicentro è stato localizzato tra Staffolo, Apiro e Cingoli, ad una profondità di 7,1 km.
La prima scossa si è registrata intorno alle 11.30, con magnitudo pari a 2,2 gradi della scala Richter. La seconda, circa 10 minuti dopo, è stata leggermente più lunga e più forte, con magnitudo 2,7 gradi della scala Richter.

E infatti gran parte della popolazione del luogo ha avvertito solo la seconda scossa. A Cingoli sono state evacuate anche le scuole, ma l'allarme è rientrato subito.

 

Leggi tutto...

Biomasse ed energia, un’opportunit

biomassa_cogenerazione_europaVenerdì 7 ottobre ad Apiro, al Teatro Mestica, si terrà il convegno organizzato da RSE Spa (Ricerca sul Sistema Energetico) in collaborazione con l'Amministrazione Comunale, sulla produzione di energia elettrica da impianti alimentati a biomasse.
Presenti il Governatore della Regione Marche Spacca e l’AD di RSE Besseghini.
La necessità di incrementare la produzione di energia elettrica e calore da fonti rinnovabili è ormai evidente per le sue positive ricadute in termini economici e di salvaguardia dell’ambiente. Una consapevolezza non ancora completamente acquisita dai cittadini e dalla Pubblica Amministrazione, chiamata a indirizzare e a programmare scelte che hanno poi ricadute fondamentali sui propri territori, a causa di una mancanza di conoscenza e di competenze specifiche. Per discutere di questi temi e per approfondire gli argomenti legati alla ricerca e alle tecnologie, RSE ha organizzato ad Apiro, uno dei comuni pionieri dell’utilizzo di biomasse per la produzione energetica, il convegno: “La filiera delle biomasse per uso energetico: un’opportunità per il territorio e per l’ambiente”. Il workshop, che si terrà al Teatro Mestica dalle 10.30 e al quale parteciperanno, fra gli altri, il Governatore della Regione Marche Gian Mario Spacca e l’Amministratore Delegato di RSE Stefano Besseghini, intende offrire un’occasione di confronto e formazione sulla tematica, portando all’attenzione dei partecipanti esperienze concrete qualificati punti di vista di esperti del settore e dalle principali autorità che operano sulla materia. La produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili ha nelle biomasse un elemento essenziale, che già oggi rappresenta la seconda fonte di energia rinnovabile come potenza installata dopo l’idroelettrico. Lo sfruttamento della biomassa legnosa, soprattutto da ceduazione, rappresenta tuttavia un argomento molto delicato. Agli evidenti vantaggi legati alla larga disponibilità di tale risorsa, all’elevato potere calorifico del legno, all’incentivazione economica e alla naturale connotazione di filiera corta si contrappongono alcuni interrogativi, che riguardano in particolare l’uso sostenibile delle zone boschive, anche in termini di biodiversità, e la necessità di garantire un abbattimento di emissioni, soprattutto in termini di polveri fini. La giornata, organizzata in collaborazione con Regione Marche e Provincia di Macerata, prevede una serie di interventi in grado di focalizzare l’attenzione sia rispetto al ruolo degli Enti Locali nei processi decisionali e autorizzativi ma anche di sviluppo delle risorse del territorio, sia le più recenti soluzioni proposte sui temi delle questioni ambientali e tecnologiche, sulla generazione e il controllo delle emissioni.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

EFFETTUA IL LOGIN

Dove Dormire

Hotel, Agriturismi, Bed & Breakfast della Vallesina, con tutte le informazioni utili per trovarli e per scegliere il luogo giusto dove dormire.

Emmegi TORNERIA nasce nel 1977 nell’entroterra marchigiano, è specializzata nella produzione di minuterie metalliche tornite in ottone per la realizzazione di particolari su specifiche del cliente.

Ha costruito con impegno e competenza una solida affidabilità nella gestione del sistema raggiungendo negli anni la UNI EN ISO 9001:2008.

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator