Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Maiolati: ampliamento del Distretto sanitario. “Sarà la Casa della Salute”

I vertici della politica e della sanità regionale hanno presenziato, questa mattina (sabato 1° febbraio), alla cerimonia di inaugurazione dei locali del Distretto sanitario di Moie, ampliati grazie ai lavori finanziati dall’Amministrazione comunale.

 

Al taglio del nastro erano presenti, oltre al sindaco Giancarlo Carbini e alla giunta comunale, il presidente della Regione Gian Mario Spacca, il direttore generale dell’Asur Marche Gianni Genga, il direttore dell’Area Vasta 2 Giovanni Stroppa, il vescovo Gerardo Rocconi, il parroco Fabio Belelli, il presidente dell'ASP Ambito IX Paolo Cingolani e la dottoressa Gabriella Beccaceci, responsabile del Distretto di Moie. Sono intervenuti anche i consiglieri regionali Fabio Badiali, Enzo Giancarli e Raffaele Bucciarelli e numerosi sindaci e assessori del territorio. La cerimonia è stata seguita anche da un pubblico numeroso di Moie e della Vallesina, molto attento e interessato al potenziamento del Distretto, che rappresenta un presidio strategico per l’intero territorio. Tutte le autorità presenti, fra cui i direttori Genga e Stroppa, alla loro prima uscita ufficiale nei loro nuovi ruoli, hanno sottolineato l’importanza dei presidi sanitari sul territorio, sia per rendere più capillari e vicini ai cittadini i servizi, sia come filtro per le strutture ospedaliere e specialistiche.

L’intervento di adeguamento e miglioramento della struttura di Moie, per cui l’Amministrazione ha investito circa 80 mila euro, è iniziato lo scorso luglio e ha riguardato, al piano terra, l’ampliamento della sala di attesa e la creazione di un nuovo front office. Dagli spazi prima utilizzati da attività comunali è stata creata una nuova sede per la guardia medica con bagno dedicato, un locale per le vaccinazioni e tre salette per prelievi. Al primo piano, la superficie aggiuntiva viene destinata ad una sala infermieri, ad un ambulatorio ginecologico con bagno dedicato e ad un consultorio e corsi pre-parto. Complessivamente la superficie riqualificata e aggiunta al distretto sanitario è di circa 170 mq.

Nei nuovi locali, consegnati nei giorni scorsi, sono riprese le attività dell’Unità Cure primarie dell’ambito C di Moie. Una realtà che rientra nell’ambito del progetto generale della Casa della Salute. L’incontro con le autorità regionali è servito come importante momento di verifica delle prospettive di tale progetto e della migliore dotazione di risorse della sede del Distretto. Argomenti, questi, discussi in un’apposita riunione al termine della cerimonia di inaugurazione, anche alla presenza del progettista Marco Battistelli, che ha illustrato le principali caratteristiche del progetto generale della Casa della Salute, di cui l’intervento di ampliamento ha rappresentato il primo lotto.

Il sindaco Giancarlo Carbini ha tenuto a sottolineare “l’importanza di questa giornata, suffragata dalla presenza del presidente della Regione Spacca, che ha evidenziato un concetto che mi trova completamente d’accordo”. Il riferimento è alle parole di Spacca sul fatto che “questa inaugurazione debba essere considerata l’inizio di una nuova fase, che coincide anche con la nuova dirigenza, nella quale l’imperativo sarà quello di partire dal territorio”. Da qui la presenza dei vertici regionali a Moie.

Il cittadino è il punto centrale della politica sanitaria e “questo nostro Distretto – ha aggiunto il sindaco Carbini – ne è la prova: siamo soddisfatti di aver raggiunto tale traguardo voluto con caparbietà da tutta l’Amministrazione comunale. Un risultato che è un’ulteriore dimostrazione di come si ottengano risultati importanti quando c’è una vera e forte collaborazione fra i vari soggetti. Ora l’auspicio è che tutto ciò abbia un prosieguo anche con la realizzazione, in tempi da verificare e concordare di nuovo, della Casa della salute”. Il sindaco Carbini ha rivolto “un pensiero particolare a tutti gli operatori della struttura che hanno sempre lavorato con dedizione, abnegazione e diligenza. Siamo convinti che questa nuova struttura li metterà in condizione di esprimersi e operare ancora meglio”.

Carbini ha dichiarato, inoltre, di apprezzare la “volontà della nuova dirigenza di rendersi disponibile al confronto come metodo di analisi dei problemi, e per trovare le soluzioni migliori considerando tutte le componenti fra cui, purtroppo, anche la spending review”.

La mattinata si è conclusa con una presa d’atto dei problemi che ruotano attorno al Distretto e con l’obiettivo, condiviso, di trovarsi attorno ad un tavolo operativo, in cui trovino la giusta sintesi gli aspetti tecnici e politici. La dottoressa Beccaceci ha sottolineato la propria soddisfazione per il primo risultato ottenuto, “frutto di una positiva collaborazione con l’Amministrazione comunale, che ringrazio, così come tutti gli operatori del Distretto”.

Fonte Ufficio Stampa di Maiolati Spontini

Vota questo articolo
(0 Voti)

EFFETTUA IL LOGIN

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

3t Costruzioni Edili è la sintesi di oltre 70 anni di esperienza nel settore delle costruzioni residenziali.

Nuove Costruzioni
Per locali ad uso residenziale o commerciale

Ristrutturazioni
Ristrutturazioni residenziali e commerciali

Pratiche Edili
Seguiamo tutte le pratiche edili

Impianti Fotovoltaici
Progettazione e realizzazione di impianti fotovoltaici

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator