Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

"La serva padrona”, omaggio a Pergolesi

teatroapiroDomenica 11 aprile, alle ore 17, va in scena al Teatro di Apiro “La serva padrona”.

 

Lo spettacolo, che nasce al “Mestica” per poi essere distribuito in diversi altri teatri della regione, è un omaggio al grande compositore marchigiano Giambattista Pergolesi, in occasione dell’anno celebrativo che ricorda il Terzo Centenario dalla nascita (1710-2010).
Ha tutti i contorni del grande evento culturale l’ultimo appuntamento della Stagione Teatrale 2010 del “Mestica”, promossa dal Comune di Apiro in collaborazione con la Fondazione “Lanari”. ??Ultimo dei ben sette spettacoli presentati quest’anno in cartellone dal Teatro apirese, va in scena domenica 11 aprile alle ore 17 una nuova produzione che caratterizza il “Mestica” sul territorio come prestigioso laboratorio di teatro d’opera, grazie all’interazione con il Teatro Lirico Sperimentale delle Marche che ha eletto proprio Apiro quale sua sede produttiva per la provincia di Macerata. ??Lo spettacolo, che nasce al “Mestica” per poi essere distribuito in diversi altri teatri della regione, è un omaggio al grande compositore marchigiano Giambattista Pergolesi, in occasione dell’anno celebrativo che ricorda il Terzo Centenario dalla nascita (1710-2010).  In programma il suo più noto titolo e autenico capolavoro: “La serva padrona”, atto unico buffo a cui è abbinato nel corso della serata un altro atto unico comico settecentesco, “Il maestro di scuola” di Gerog Philipp Telemann. ??“Una serata che si prospetta densa di interesse culturale e grande divertimento –anticipa il regista, Gianni Gualdoni, che firma anche le scene- perché del capolavoro pergolesiano daremo una lettura che sottolinea l’estrema attualità della sua carica comica, ancora oggi così attuale pur nei mutati parametri delle dinamiche sociali”.


La dinamica e intraprendente Serpina, serva di Uberto, scapolo impenitente e ricco, si comporta in casa come se fosse la padrona e impone capricciosa ogni sua opinione. Per sottrarsi alla tirannia della ragazza, l’uomo le annuncia che intende sposarsi. Serpina vede allora di fronte a sé un’unica soluzione: la moglie deve essere lei ed escogita un ingegnoso piano… Gabbato, ma anche scopertosi innamorato della serva, Uberto alla fine accetta volentieri di cedere a Serpina e sposarla. Un gesto sconveniente, all’epoca, quello di un “vecchio” che sposa la propria “serva”: eppure evidentemente non raro, allora come in tutte le epoche e ancora oggi. ??Tanto più, anzi, nell’era della vitale longevità della terza età e nella novità sociale della bella “badante”: spesso corrispettivo odierno di seducente intraprendenza sociale dell’antica giovane servetta. Una storia universale e senza epoca, dunque, in cui il ‘700 e la contemporaneità risultano in scena perfettamente intercambiabili, sovrapponibili senza difficoltà proprio per sottolineare l’attualità della vicenda. In scena, diretti da David Taglioni alla guida dell’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale delle Marche, artisti di affermata carriera internazionale: la soprano Stefania Donzelli e i bassi buffi Lucio Mauti e Roberto Ripesi, per una compagnia di alta qualità artistica e totalmente marchigiana.

La seconda parte –“Il maestro di scuola” di Telemann- è invece un’autentica chicca di teatro comico, che vede la partecipazione diretta del Coro dell’Istituto Comprensivo di Apiro: in scena, un Maestro settecentesco aspetta i suoi giovani allievi per dare loro la lezione di musica, ma anziché ragazzi in parrucca bianca e marsina, arriva vociante una classe di giovani d’oggi. Un incontro inaspettato e sorprendente tra epoche storiche: i ragazzi moderni e l’arte musicale del ‘700, la sensibilità contemporanea e il linguaggio non più attuale dell’opera lirica…


(cultura.marche.it)
Vota questo articolo
(0 Voti)

EFFETTUA IL LOGIN

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

Life Color è un'agenzia di comunicazione rivolta alla ricerca del miglior successo possibile per la vostra azienda, è specializzata nello scegliere la soluzione ottimale per promuovere l’immagine aziendale tramite il mondo internet.

Costruzione siti joomla!
Realizziamo il tuo sito in joomla! con professionalità ed esperienza

Sviluppo template joomla!
Realizziamo template per joomla! adatti alla tua immagine aziendale

Ottimizzazione Seo joomla!
Posizioniamo il tuo sito joomla! ai primi posti sui motori di ricerca

Creazione estensioni joomla!
Realizziamo componenti, moduli e plugin per joomla!

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator