Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

I precari fanno mucchio: sabato mega raduno

precari-stancaI giovani lavoratori marchigiani hanno deciso di organizzarsi. Almeno ci provano. Innanzitutto, si raduno sabato prossimo ad Ancona: precari, professionisti, studenti, 'Neet', cioè i giovani che non studiano, non lavorano e non imparano un mestiere, i cosiddetti rassegnati, disoccupati e inoccupati.

Si troveranno alle 17 nell'Atelier dell'Arco Amoroso in piazza Plebiscito. L'incontro è organizzato da Cgil, Rete studenti medi Marche, Officina Universitaria Macerata, Arci, Adi, Gulliver, Udu, Agorà. L'obiettivo? Far emergere le dimensioni della questione giovanile nelle Marche, nel tentativo di frenare l'avanzata del fenomeno sociale dei 'Neet': 40 mila solo nella regione, di cui oltre 12 mila ad Ancona, 11 mila ad Ascoli Piceno-Fermo, 8 mila a Macerata e 7.800 a Pesaro e Urbino.
L’ambizione è coinvolgere tutte le Reti di precari e le associazioni studentesche e culturali che condividono la causa del movimento trasversale 'Giovani non +' della Cgil.
La manifestazione si articolerà in dibattiti, musica, spettacoli e un laboratorio per promuovere le mobilitazioni future. Interverranno Rita Giacconi, segreteria regionale Cgil Marche, Enrico Panini, della segreteria nazionale Cgil, il sociologo Carlo Buttaroni, rappresentanti sindacali e studenteschi nazionali e dei principali paesi europei, il senatore Massimo Livi Bacci che presenterà il libro ‘Avanti giovani alla riscossa’. Un dato per tutti: nelle Marche, a fine 2010, si contano 272.860 lavoratori atipici tra tempi determinati, lavoro intermittente e collaborazioni.

(Fonte: Ilrestodelcarlino.it)

Vota questo articolo
(0 Voti)

EFFETTUA IL LOGIN

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

Zap-Juice muove e promuove il territorio

Zap Juice è quindi un contenitore plastico, un laboratorio che raccoglie e raccorda sensibilità, conoscenze professionali, passioni tutte unite da uno slancio organizzativo pionieristico e dalla certezza che in ogni iniziativa la comprensione e la condivisione non sono atti dovuti, piuttosto un esito spontaneo scaturito dal rispetto di ruoli, dalla coincidenza di interessi e opportunità.

Esutur Bus Tour Operator