Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

A Porto S.Elpidio, morte tre ragazze

20110328_morando_n0Tre ragazze di vent'anni di ritorno dalla discoteca si schianatano contro un furgone. Tre vite spezzate, con tutti i loro sogni. Sono morte così, alle 2 del mattino a Porto Sant'Elpidio, Laura De Santis, 21anni, di Fermo, Suela Lala, 20anni, di Monte Urano e Giada Gentili, 19anni, di Grottazzolina.

Laura lavora come estestita, Suela ha frequentato l’istituto d’arte, Giada qualche anno di ragioneria, ma nessuna delle due ha un’occupazione fissa. A tutte e tre piace andare in discoteca, incontrare gli amici e divertirsi. Ieri, come molte altre domeniche, si danno appuntamento in un bar di Porto San Giorgio, poi salgono sulla Peugeot 107 condotta da Laura, per raggiungere uno dei locali della costa, direzione Civitanova Marche. L’asfalto è leggermente bagnato per la pioggia: forse per questo, o per un colpo di sonno o un malore, a Porto Sant'Elpidio, all’altezza del ponte sul Chienti, lungo la Ss16, l'utilitaria sbanda e piomba a forte velocità contro un furgone che proviene dalla direzione opposta. L’autista, R. R., 52 anni, di Fermo, non può fare niente per evitare l’impatto, violentissimo. La Peugeot si accartoccia come una lattina vuota, la ragazza seduta sul sedile posteriore viene sbalzata sull'asfalto dopo aver sfondato il lunotto. Tutte e tre sono già morte quando la prima squadra dei vigili del fuoco, partita da Civitanova Marche, giunge sul posto. Per estrarre i corpi dalla vettura squarciata arriveranno altri pompieri anche da Ascoli. Inutili i soccorsi del 118: l’autista del furgone è illeso, ma sotto choc. La strada resta chiusa per alcune ore, mentre carabinieri e polizia stradale cercano di ricostruire la dinamica dell’incidente. La procura di Fermo ha aperto un’inchiesta e disporrà le perizie del caso. Nell’obitorio fermano, dove le salme di Laura, Suela e Giada sono state ricomposte, c'è una folla di genitori, fratelli, amici delle tre ragazze. Suela era figlia unica, e la madre, in lacrime, ripete “Dio, porta via anche me...prendi anche me”.

(Fonte: corriereadriatico.it)

Vota questo articolo
(0 Voti)

EFFETTUA IL LOGIN

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

3t Costruzioni Edili è la sintesi di oltre 70 anni di esperienza nel settore delle costruzioni residenziali.

Nuove Costruzioni
Per locali ad uso residenziale o commerciale

Ristrutturazioni
Ristrutturazioni residenziali e commerciali

Pratiche Edili
Seguiamo tutte le pratiche edili

Impianti Fotovoltaici
Progettazione e realizzazione di impianti fotovoltaici

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator