Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Porte aperte al depuratore di Jesi

Si celebra sabato prossimo la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla disponibilità della risorsa acqua e il suo utilizzo. Multiservizi coglie questa occasione per richiamare l’attenzione sul sistema depurativo delle acque di scarico. È infatti questo uno dei passaggi più delicati del ciclo dell’acqua, quello in cui si restituisce alla natura l’acqua utilizzata per le attività domestiche o lavorative. Prima di essere restituita ai fiumi o al mare l’acqua va ripulita in appositi impianti dai quali esce pulita, con caratteristiche che rispettano perfettamente la salubrità dell’ambiente.

Multiservizi gestisce 41 impianti, dove si trattano 40 milioni di metri cubi di acque nere. In questa attività, Multiservizi ha investito 33 milioni di euro negli ultimi dieci arrivando a coprire l’80% della popolazione.

L’impianto più interessante è il depuratore di Jesi. Una struttura all’avanguardia nel campo del trattamento delle acque reflue, della quale si aprono le porte nella giornata di sabato per una visita guidata. Situato in via della Barchetta, vicino all'uscita di Monsano della superstrada, l'impianto sarà visitabile dalle ore 9 alle ore 17. Durante il percorso, della durata di un'ora circa, saranno illustrate da tecnici specializzati le varie componenti dell’impianto: dalle vasche di decantazione al laghetto di fitodepurazione, una piccola oasi naturalistica dove trovano riparo animali delle più varie specie, fino all’edificio di essicamento dei fanghi.

L'assessore all'ambiente Cinzia Napolitano, nel sottolineare l'importanza dell'iniziativa e la funzione cruciale svolta dall'impianto di depurazione e di fitodepurazione di Jesi, ha posto l'attenzione anche sul fiume Esino inteso come riserva idrica essenziale da tutelate contro l'inquinamento e da valorizzare per la promozione e la fruizione in chiave turistica del territorio.

Sempre in tema di acqua, nell'arco di un mese, ha aggiunto l'assessore, il Comune di Jesi provvederà poi all'installazione di due casette per la distribuzione di acqua minerale in Piazza Falcone (zona Parco Mattei) e a Porta Valle.

da Comune di Jesi

Vota questo articolo
(0 Voti)

EFFETTUA IL LOGIN

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

Zap-Juice muove e promuove il territorio

Zap Juice è quindi un contenitore plastico, un laboratorio che raccoglie e raccorda sensibilità, conoscenze professionali, passioni tutte unite da uno slancio organizzativo pionieristico e dalla certezza che in ogni iniziativa la comprensione e la condivisione non sono atti dovuti, piuttosto un esito spontaneo scaturito dal rispetto di ruoli, dalla coincidenza di interessi e opportunità.

Esutur Bus Tour Operator