Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Chiaravalle: miniccia le forze dell'ordine con una bilancia e lancia ortaggi, arrestati padre e figlio

Venerdì scorso i Carabinieri della Stazione di Chiaravalle hanno arrestato in flagranza di reato due italiani, padre e figlio, entrambi pluripregiudicati di origini foggiane e domiciliati a Trecastelli, per i reati di resistenza, violenza, minaccia a Pubblico Ufficiale e lesioni personali aggravate.

Durante il consueto mercato in piazza delle Erbe di Chiaravalle, alle ore 08:10 circa, un’agente della locale Polizia Municipale ha proceduto al controllo di un veicolo Piaggio Porter che si trovava parcheggiato su un posto riservato ai disabili, regolarmente delimitato da strisce gialle con relativa cartellonistica.

Il proprietario del veicolo, C.V., di anni 22, che in quel momento si trovava a pochi metri per l’allestimento del bancone ortofrutticolo con il quale vendeva frutta con l’aiuto del padre C.G., di anni 41, interveniva nei confronti del vigile per impedirgli di redigere un verbale di contestazione al codice della strada, iniziando a offendere l’Agente. Sopraggiungeva il padre che inizialmente cercava di calmare il figlio, invitandolo a spostare il mezzo. C.V. si poneva alla guida del veicolo e “simulava” una manovra di investimento dell’Agente, che nel frattempo discuteva con il padre C.G., frenando nei pressi dell’Agente della Polizia Municipale e parcheggiando il veicolo poco distante. Sceso dal mezzo C.V., in evidente stato di agitazione, continuava ad insultare l’Agente chiedendogli di togliersi la divisa, provocandolo e insultandolo. Non contento C.V., in segno di ulteriore provocazione, lanciava degli ortaggi contro il vigile, colpendolo e ferendolo in faccia e sulla mano. A quel punto numerosi passanti si frapponevano tra l’esagitato e l’agente per salvaguardare la sicurezza del vigile stesso. Sia l’agente che alcuni passanti allertavano il 112 di quanto stava accadendo. Una pattuglia dei Carabinieri di Chiaravalle, con tre militari a bordo, per fortuna poco distante, interveniva prontamente mentre ancora C.V. inveiva contro l’Agente della Municipale. Alla vista dei militari C.V. li minacciava con una bilancia presa dal suo banco ortofrutticolo, brandendola come un’arma, salvo poi desistere tentando di fuggire, ma veniva poco dopo bloccato in via XXV Aprile dai Carabinieri.

Numerosi insulti e minacce venivano rivolte anche nei confronti dei militari operanti, che comunque riuscivano a bloccare l’esagitato, nonostante la sua resistenza con  continui spintoni e strattonamenti. A quel punto interveniva anche il padre C.G., che dall’iniziale tentativo di far calmare il figlio era passato ad energici e violenti  tentativi di liberare C.V. per consentirgli la fuga. I Carabinieri, aiutati anche dal vigile aggredito precedentemente e da un altro vigile che passava casualmente libero dal servizio, riuscivano a bloccare ed arrestare entrambi gli esagitati.

Prezioso anche il contributo fornito ai militari da alcuni cittadini lì presenti.

Sottoposto a successiva perquisizione personale, C.V. veniva trovato in possesso di un grammo di sostanza stupefacente del tipo marijuana, nascosta nelle tasche dei pantaloni, per cui verrà segnalato alla Prefettura di Ancona.

L’Agente della Polizia Municipale è stato medicato presso il locale Pronto Soccorso e giudicato guaribile in pochi giorni per una ferita alla mano e delle abrasioni al viso.

Solo qualche graffio per i carabinieri intervenuti.

C.V. e C.G. si trovano ora ristretti nelle camere di sicurezza di questa caserma e verranno processati con rito direttissimo domani mattina ad Ancona, così come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria di Ancona.

Redazione Vallesina Tv

Vota questo articolo
(0 Voti)

EFFETTUA IL LOGIN

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

Emmegi TORNERIA nasce nel 1977 nell’entroterra marchigiano, è specializzata nella produzione di minuterie metalliche tornite in ottone per la realizzazione di particolari su specifiche del cliente.

Ha costruito con impegno e competenza una solida affidabilità nella gestione del sistema raggiungendo negli anni la UNI EN ISO 9001:2008.

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator